Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 parliamo di neet

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5
AutoreMessaggio
comp_xt



Messaggi : 1552
Data d'iscrizione : 10.12.15

MessaggioTitolo: parliamo di neet   Gio Lug 20, 2017 9:15 pm

Promemoria primo messaggio :

http://www.lastampa.it/2017/07/19/italia/cronache/vita-sospesa-di-ernesto-che-ha-finito-di-sperare-ora-non-cerco-pi-lavoro-cX5d9bKevPJXh7MTUMJWvI/pagina.html

Spero che nessuno inizi a dare addosso a questo ragazzo

Mettiamoci invece in discussione noi, come docenti e come cittadini, perché questi sono i frutti sia di una scuola fintamente inclusiva che dei sacri dogmi dell'economia euro-nazista (assenza di ricambio generazionale nel mondo del lavoro grazie alla pessima riforma Fornero, poche persone occupate e quelle poche percepiscono stipendi bassi e sono costrette a lavorare sempre di più, tagli alla spesa pubblica che deprimono l'economia e producono deflazione,...).
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
balanzoneXXI



Messaggi : 1382
Data d'iscrizione : 21.09.13

MessaggioTitolo: Re: parliamo di neet   Lun Lug 24, 2017 6:37 pm

avidodinformazioni ha scritto:
balanzoneXXI ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
precario_acciaio. ha scritto:
Masaniello ha scritto:
Ma finiamola di scusare sto pelandrone! !! Cosa andiamo a prendere per intenerirci di lui,l Europa,  il mondo del lavoro, gli alieni.
Fossi suo padre a calci in culo lo prenderei. Fannullone. L importante è che qualche pazzoide non approvi mai il reddito di cittadinanza.sta gente deve farsi mantenere dalla famiglia,mai e poi mai deve pensarci la società, cioè chi lavora e nella vita si è sempre fatta un mazzo.

Il reddito di cittadinanza in Italia non c'è mai stato, non c'è attualmente e non ci sarai mai: non evochiamo questo spettro che sarebbe in grado di sgretolare la nostra asfittica economia in pochi mesi.
Al contrario, in pochi mesi la rivitalizzerebbe; la sgretolerebbe in pochi anni.

La fine del lavoro nei paesi avanzati  e' un fatto epocale, caro liberista.

Pensa a quanti sventurati soffrivano un secolo fa sotto l' imperio della Grande Berta
e a quanti pochi sventurati ne assecondano oggi. le voglie insaziabili.

Quando quel poco lavoro che resta sarà finito tu cosa farai? Immagino che ti barricherai nella tua casetta con la famiglia.Comincia a tirar fuori l' archibugio del bisnonno e a comprare sacchetti di sabbia da mettere davanti alla finestra.

Al di la' degli schiamazzi grillini qualcosa bisognerà pur farla prima o poi.Si costruiscano più galere ;si autorizzi la vendita degli organi, compresi quelli vitali; si ripristini l' istituto della schiavitu' a contratto; insomma,si  sia liberisti fino alle estreme conseguenze.

O pensate che possiamo tutti lavorare da McDonald's o nei laboratori di astrofisica.
Quante fesserie hai detto !

Partiamo da una cosa che TU presagisci: la fine del lavoro.

A chi dovrebbero essere venduti gli organi ? Se la gente non lavora non li può comprare.
A cosa servirebbe la schiavitù ? Gli schiavi devono lavorare, ma il lavoro non c'è.
A che pro costruire le galere ? Meglio uccidere tutti subito visto che poi non si avrebbero risorse per mantenere i prigionieri.

Cosa farei io ? In Calafrica ho alcune migliaia di mq di terreno, il cibo non mi mancherebbe.

Qualcosa bisogna fare, certo, ma non è detto che la cosa giusta da fare sia la prima cazzata che ti passa per la testa, come stampare soldi e regalarli a mo' di reddito di cittadinanza.


Ma chi ha detto che non ci sarebbero le risorse per mantenere in vita i prigionieri? La storia ci dice che una nazione può essere ricchissima e nel contempo piena di pezzenti.Quella di accoppare i delinquenti è un'alternativa un po' troppo drasti
ca che viene vista con favore dai forcaioli come te.Gli organi e se stessi i poveri li potrebbero vendere a quel 10/15 % della popolazione mondiale che sarebbe in grado di acquistarli. Nel paradiso liberista de voiantri uno potrebbe proporsi come giocattolo sessuale ,cavia da lab
oratorio(come il povero Brambilla in un film della Gialappa), gladiatore, buffone , punching ball umano etc.
A pensarci bene qualche nicchia occupazionale rimarrebbe.Le forze dell'ordine andrebbero di molto rimpolpate,ma qualche centinaia di migliaia
di poliziotti/ soldati in più non cambierebbe le cose.Non è che possiamo diventare tutti bargelli e farci la guardia a vicenda.

Barricati pure nel tuo poderetto di campagna,arma o come Rambo,tanto quelli
alla fine riusciranno ad entrare.Non li hai mai visti i film sugli zombi?Essi sono una messa in guardia ,sebbene Romero(da poco defunto)all'inizio volesse fare solo filmetti di intrattenimento. Evidentemente un daimon lo ispirava affinché ci dicesse :"attenti!"

Cavete pezzentorum iram
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 19891
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: parliamo di neet   Lun Lug 24, 2017 9:35 pm

balanzoneXXI ha scritto:
Ma chi ha detto che non ci sarebbero le risorse per mantenere in vita i prigionieri? La storia ci dice che una nazione può essere ricchissima e nel contempo  piena di pezzenti.Quella di accoppare i delinquenti  è un'alternativa un po' troppo drastica che viene vista con favore dai forcaioli come te.Gli organi e se stessi i poveri li potrebbero vendere a quel 10/15 % della popolazione mondiale che sarebbe in grado di acquistarli. Nel paradiso liberista de voiantri uno potrebbe proporsi come giocattolo sessuale ,cavia da laboratorio(come il povero Brambilla in un film della Gialappa), gladiatore,  buffone , punching ball umano etc.
A pensarci bene qualche nicchia occupazionale rimarrebbe.Le forze dell'ordine andrebbero di molto rimpolpate,ma qualche centinaia di migliaia di poliziotti/ soldati in più non cambierebbe le cose.Non è  che possiamo diventare tutti bargelli e farci la guardia a vicenda.
Hai caldo e non riesci a proiettarti in una realtà alternativa, questo è evidente.

Le società attuali, di cui tu non riesci ad immaginare alternative, sono basate sul fatto che esistono tantissime persone medie, qualche ricco e qualche povero; uno dei pochi poveri può vendersi intero o a tranci ad uno dei pochi ricchi ed ottenere quello che gli manca.
Se il lavoro cessasse in maniera diffusa, il 90% di poveri offrirebbe troppo al 10% dei ricchi che non lo potrebbero comprare; i prezzi di qualsiasi parte del corpo (ano compreso) crollerebbero e la gente vendendolo non ne trarrebbe sostentamento.
Dal 90% di povertà c'è una sola uscita, la guerra civile.

Infine io non ho mai detto di voler ammazzare tutti i delinquenti, ho sempre detto che per alcuni ben precisi reati e dietro ben precisi livelli di certezza della responsabilità, applicherei la pena di morte.
Sostanzialmente l'applicherei solo a reati inerenti il disprezzo per la vita e la dignità umana e solo a fronte di prove oggettive dirette.

Dunque il 98% della popolazione carceraria non rischierebbe nulla.
Tornare in alto Andare in basso
Online
 
parliamo di neet
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 5 di 5Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5
 Argomenti simili
-
» bimbine sono tornata come state parliamo ?
» Parliamo di fasce?
» Parliamo di Dawkins?
» parliamo dell' embriodonazione
» parliamo di Daniel Dennett?

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: