Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 la collega e' salva

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente
AutoreMessaggio
seasparrow



Messaggi : 2455
Data d'iscrizione : 16.01.16
Età : 58
Località : Venezia

MessaggioTitolo: la collega e' salva   Dom Lug 23, 2017 9:01 pm

Promemoria primo messaggio :

questa collega ha detto su fb frasi assolutamente ingiustificabili anche per un estremista di destra

tuttavia licenziarla dato un comportamento sul lavoro sempre corretto sembrava esagerato

per me si e' trovata la giusta via di mezzo e sono contento per lei

la conosco di persona e quando la ho incontrata in giro per venezia siamo stati d'accordo che e' andata bene cosi'

http://m.nuovavenezia.gelocal.it/venezia/cronaca/2017/05/27/news/pontini-al-lavoro-come-impiegata-non-farei-piu-la-professoressa-1.15402736
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
avidodinformazioni



Messaggi : 19946
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: la collega e' salva   Lun Lug 24, 2017 6:18 pm

geo&geo ha scritto:
Se non vogliamo applicare la legge Mancino (da 3 mesi a 4 anni di reclusione per chi incita alla violenza razziale), si applichi almeno il codice di comportamento dei dipendenti pubblici.  O nemmeno quello va bene?
Io applicherei più volentieri la legge Mancino che non il codice di comportamento.

Quel che è avvenuto è avvenuto fuori dalla scuola in assenza di studenti (eccetto quelli che non si sono fatti i cazzi propri e sono andati a sfruguliare il profilo della stronza senza essere stati invitati); va trattato come si trattano le azioni delle persone comuni non come si trattano le azioni dei dipendenti pubblici.
Tornare in alto Andare in basso
Masaniello



Messaggi : 3282
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioTitolo: Re: la collega e' salva   Lun Lug 24, 2017 6:18 pm

Tu parli di applicare le leggi...
Le stesse leggi che permettono ad un violento finto profugo di tentare di ammazzare con un coltello un poliziotto e ritornare subito uccel di bosco.
Sei una fervida applicatrice delle leggi. Chissà in altre epoche,con un altra morale mainstream come saresti. ...
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 19946
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: la collega e' salva   Lun Lug 24, 2017 6:20 pm

rita 76 ha scritto:
Ire ha scritto:
Chissà se si potrebbe parlare di violazione dei diritti umani?

"Dovrebbero bruciare"
"dovrebbero morire tutti"   [  cit]

andiamo oltre la libertà

In effetti è PESANTE come affermazione
Nessuno difende le affermazioni; si sta discutendo se sia lecito o meno che un dipendente pubblico le possa esprimere, anzi, si sta discutendo se il dipendente pubblico abbia meno diritto di esprimerle rispetto ad un cittadino qualsiasi.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 19946
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: la collega e' salva   Lun Lug 24, 2017 6:24 pm

Ire ha scritto:
stai parlando di un caso ipotetico nel quale non so cosa succederebbe.

Ma direi che sia il caso di concentrarsi non sul se fosse ma sul così ora è

qualsiasi imbecille può fare comizi per quello che gli pare (se non istiga a delinquere. come hai detto anche tu)  ma non certo quando la sua funzione istituzionale e i principi cui si ispira e l'oggetto del suo comizio cozzino.  Si dimetta dal suo incarico e faccia l'imbecille fin che gli pare.
La funzione istituzionale di un docente cessa quando è a casa; se così non fosse allora non si capirebbe che cazzo avete da rompere i coglioni sui 3 mesi di ferie !

Sono sotto l'ombrellone, mi sto astenendo dallo scrivere cose razziste sebbene ne avrei voglia, quindi sto lavorando alacremente.

Anzi, voglio che mi monetizziate le ferie non godute, datemi un intero stipendio aggiuntivo !
Tornare in alto Andare in basso
Masaniello



Messaggi : 3282
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioTitolo: Re: la collega e' salva   Lun Lug 24, 2017 6:27 pm

Ecco i casi reali. Sono gravi? Meglio non rispondere. È più grave ciò che scrive una professoressa italiana o ciò che compie un profugo?
http://agrigento.gds.it/2017/07/07/immigrati-minorenni-minacciato-e-picchiano-il-responsabile-di-un-centro-ad-agrigento_692452/
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: la collega e' salva   Lun Lug 24, 2017 6:28 pm

avidodinformazioni ha scritto:
rita 76 ha scritto:
Ire ha scritto:
Chissà se si potrebbe parlare di violazione dei diritti umani?

"Dovrebbero bruciare"
"dovrebbero morire tutti"   [  cit]

andiamo oltre la libertà

In effetti è PESANTE come affermazione
Nessuno difende le affermazioni; si sta discutendo se sia lecito o meno che un dipendente pubblico le possa esprimere, anzi, si sta discutendo se il dipendente pubblico abbia meno diritto di esprimerle rispetto ad un cittadino qualsiasi.

In teoria tutti i cittadini dovrebbero essere uguali di fronte alla legge

Quindi, dipendenti pubblici o privati, lo hanno tutti un determinato diritto o non l' ha nessuno
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 9810
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioTitolo: Re: la collega e' salva   Lun Lug 24, 2017 6:32 pm

peccato che ci sia quel piccolo particolare della pubblicazione su fb che fa in modo che le sue esternazioni rimangano visibili anche quando è a scuola.

E' una persona indegna per i suoi pensieri (ma è mia opinione personale, qualcuno la può anche apprezzare) poteva esprimerli sotto l'ombrellone e nessuno le avrebbe detto nulla (salvo che qualcuno avesse voluto dare una occhiata al codice di comportamento che prevede che anche nel privato... ) ha fatto la stupidaggine di esternare su un social-

Amen. Le è andata bene e forse proprio perchè la sua tesi difensiva è stata quella di aver scritto quelle cose d'estate.

(come se in inverno non le pensasse più e diventasse una persona diversa priva di odio razziale)
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Cozza

avatar

Messaggi : 9029
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioTitolo: Re: la collega e' salva   Lun Lug 24, 2017 6:36 pm

io vi leggo ma rimango perplessa.
non ho mai avuto facebook fino a pochissimo tempo fa proprio per non rischiare di "espormi" troppo con nome e cognome.
sono una vigliacca?
sì certo, anche.
ma credo davvero che il nostro sia un lavoro talmente delicato e per di più pubblico, pagato quindi dai contribuenti, da richiedere necessariamente una dose di asetticità che effettivamente è molto lontana dalle umane caratterizzazioni.
e se è vero che un chirurgo politicamente schierato sarà un ottimo chirurgo a prescindere...non riesco a pensare lo stesso di un docente, magari di storia, che pubblicamente, anche on line, dichiara fortemente le sue convinzioni politiche.
o come, fatto di cronaca, di una docente di lettere che come seconda attività faceva la pornostar.

e come sempre ne faccio un discorso legato anche all'età degli alunni.
se con adulti il nostro lato personale e privato influirà comunque in modo poco rilevante sugli alunni che han già formato un proprio modo di essere e di pensare...
lo stesso non credo valga per alunni che sono piccoli, in divenire, in formazione per definizione.
non mi piace pensare ad un collega di cui non mi metto nemmeno a discutere le competenze che darò comunque per scontate ed accertate...
ma non mi piace pensarlo in classe mentre fa lezione dopo aver fatto dichiarazioni pubbliche, giuste o no, corrette o scorrette su temi che nulla hanno a che vedere con la materia che insegna (ma pure dovessero avere attinenza, appunto, mi infastidirebbero comunque).
io rileggendomi in maniera asettica in rete nel corso degli anni potrei sembrare leghista, a tratti veterocomunista, con sfumature di nostalgico fascismo, omofobica o dichiaratemente a favore dei diritti lesbogaytrans.
io sono tutto e il contrario di tutto a seconda del momento, del pensiero e del contesto.
ma in classe i miei alunni non sanno nemmeno per chi voto (perché in rete sto bene attenta a non scrivere nulla legato al mio nome se non in ambienti e argomenti artistici e didattici).
e mi sono accorta che qui dentro, trovandomi ormai fin troppo a mio agio, mi sto rilassando già troppo...
spesso scrivo e cancello.
uff che fatica.
Tornare in alto Andare in basso
comp_xt



Messaggi : 1558
Data d'iscrizione : 10.12.15

MessaggioTitolo: Re: la collega e' salva   Lun Lug 24, 2017 7:29 pm

tellina ha scritto:

ma credo davvero che il nostro sia un lavoro talmente delicato e per di più pubblico, pagato quindi dai contribuenti, da richiedere necessariamente una dose di asetticità che effettivamente è molto lontana dalle umane caratterizzazioni.
e se è vero che un chirurgo politicamente schierato sarà un ottimo chirurgo a prescindere...non riesco a pensare lo stesso di un docente, magari di storia, che pubblicamente, anche on line, dichiara fortemente le sue convinzioni politiche.
o come, fatto di cronaca, di una docente di  lettere che come seconda attività faceva la pornostar.

e come sempre ne faccio un discorso legato anche all'età degli alunni.
se con   adulti il nostro lato personale e privato influirà comunque in modo poco rilevante sugli alunni che han già formato un proprio modo di essere e di pensare...
lo stesso non credo valga per alunni che sono piccoli, in divenire, in formazione per definizione.
non mi piace pensare ad un collega di cui non mi metto nemmeno a discutere le competenze che darò comunque per scontate ed accertate...
ma non mi piace pensarlo in classe mentre fa lezione dopo aver fatto dichiarazioni pubbliche, giuste o no, corrette o scorrette su temi che nulla hanno a che vedere con la materia che insegna (ma pure dovessero avere attinenza, appunto, mi infastidirebbero comunque).
io rileggendomi in maniera asettica in rete nel corso degli anni potrei sembrare leghista, a tratti veterocomunista, con sfumature di nostalgico fascismo, omofobica o dichiaratemente a favore dei diritti lesbogaytrans.
io sono tutto e il contrario di tutto a seconda del momento, del pensiero e del contesto.
ma in classe i miei alunni non sanno nemmeno per chi voto (perché in rete sto bene attenta a non scrivere nulla legato al mio nome se non in ambienti e argomenti artistici e didattici).
e mi sono accorta che qui dentro, trovandomi ormai fin troppo a mio agio, mi sto rilassando già troppo...
spesso scrivo e cancello.
uff che fatica.

Questa è la visione dell'insegnamento persino più estrema di quella che emerge dalla lettura del libro Cuore.
È una visione che non ha alcun fondamento razionale, che viene smentita nella pratica (pensa ai tanti docenti che partecipano alle elezioni o che ricoprono ruoli attivi in organizzazioni che perseguono finalità legittime ma non universalmente condivise) e che impone una neutralità totale che non è richiesta a nessun cittadino, nemmeno ai magistrati.
Insomma, stante questa visione, il docente dovrebbe esprimere opinioni solo nelle mura domestiche (facendo attenzione che il vicino di casa non origli) e con amici fidati e capaci di tenere il segreto.
Insomma, più che un uomo di cultura il docente dovrebbe essere un ignavo di dantesca memoria che vive senza infamia e senza lode incapace di esprimere pubblicamente qualsiasi opinione che non sia quella sulla squadra di calcio per cui tifa.
Per favore, facciamo uno sforzo per liberarci di questo squallido stereotipo, l'insegnante non ha simili obblighi, non lo prevedono le leggi, non lo prevede la Costituzione ma soprattutto tutto ciò non è compatibile con il carattere intellettuale della nostra professione.
Tornare in alto Andare in basso
comp_xt



Messaggi : 1558
Data d'iscrizione : 10.12.15

MessaggioTitolo: Re: la collega e' salva   Lun Lug 24, 2017 7:35 pm

Un altro caso che mostra la deriva totalitaria che stiamo vivendo:

http://www.intelligonews.it/le-interviste-della-civetta/articoli/24-luglio-2017/65333/caso-boldrini-poliziotto-sospeso-tonelli-contro-una-battuta-nessuna-pieta-per-padre-di-tre-figli/
Tornare in alto Andare in basso
Cozza

avatar

Messaggi : 9029
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioTitolo: Re: la collega e' salva   Lun Lug 24, 2017 7:38 pm

comp_xt ha scritto:
tellina ha scritto:

ma credo davvero che il nostro sia un lavoro talmente delicato e per di più pubblico, pagato quindi dai contribuenti, da richiedere necessariamente una dose di asetticità che effettivamente è molto lontana dalle umane caratterizzazioni.
e se è vero che un chirurgo politicamente schierato sarà un ottimo chirurgo a prescindere...non riesco a pensare lo stesso di un docente, magari di storia, che pubblicamente, anche on line, dichiara fortemente le sue convinzioni politiche.
o come, fatto di cronaca, di una docente di  lettere che come seconda attività faceva la pornostar.

e come sempre ne faccio un discorso legato anche all'età degli alunni.
se con   adulti il nostro lato personale e privato influirà comunque in modo poco rilevante sugli alunni che han già formato un proprio modo di essere e di pensare...
lo stesso non credo valga per alunni che sono piccoli, in divenire, in formazione per definizione.
non mi piace pensare ad un collega di cui non mi metto nemmeno a discutere le competenze che darò comunque per scontate ed accertate...
ma non mi piace pensarlo in classe mentre fa lezione dopo aver fatto dichiarazioni pubbliche, giuste o no, corrette o scorrette su temi che nulla hanno a che vedere con la materia che insegna (ma pure dovessero avere attinenza, appunto, mi infastidirebbero comunque).
io rileggendomi in maniera asettica in rete nel corso degli anni potrei sembrare leghista, a tratti veterocomunista, con sfumature di nostalgico fascismo, omofobica o dichiaratemente a favore dei diritti lesbogaytrans.
io sono tutto e il contrario di tutto a seconda del momento, del pensiero e del contesto.
ma in classe i miei alunni non sanno nemmeno per chi voto (perché in rete sto bene attenta a non scrivere nulla legato al mio nome se non in ambienti e argomenti artistici e didattici).
e mi sono accorta che qui dentro, trovandomi ormai fin troppo a mio agio, mi sto rilassando già troppo...
spesso scrivo e cancello.
uff che fatica.

Questa è la visione dell'insegnamento persino più estrema di quella che emerge dalla lettura del libro Cuore.
È una visione che non ha alcun fondamento razionale, che viene smentita nella pratica (pensa ai tanti docenti che partecipano alle elezioni o che ricoprono ruoli attivi in organizzazioni che perseguono finalità legittime ma non universalmente condivise) e che impone una neutralità totale che non è richiesta a nessun cittadino, nemmeno ai magistrati.
Insomma, stante questa visione, il docente dovrebbe esprimere opinioni solo nelle mura domestiche (facendo attenzione che il vicino di casa non origli) e con amici fidati e capaci di tenere il segreto.
Insomma, più che un uomo di cultura il docente dovrebbe essere un ignavo di dantesca memoria che vive senza infamia e senza lode incapace di esprimere pubblicamente qualsiasi opinione che non sia quella sulla squadra di calcio per cui tifa.
Per favore, facciamo uno sforzo per liberarci di questo squallido stereotipo, l'insegnante non ha simili obblighi, non lo prevedono le leggi, non lo prevede la Costituzione ma soprattutto tutto ciò non è compatibile con il carattere intellettuale della nostra professione.

hai perfettamente ragione.
non lo prevedono le leggi.
ma a, ovviamente, mio personalissimo modo di vedere, lo prevede il buongusto.
Tornare in alto Andare in basso
Masaniello



Messaggi : 3282
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioTitolo: Re: la collega e' salva   Lun Lug 24, 2017 7:56 pm

Terrificante la vicenda del poliziotto. La vita di un italiano e dei suoi figli non vale nulla., l importante è, come dice ire,che non si parli male dei poveri immigrati,anche di fronte a reati gravi.
La fine della nostra cultura e civiltà
Tornare in alto Andare in basso
comp_xt



Messaggi : 1558
Data d'iscrizione : 10.12.15

MessaggioTitolo: Re: la collega e' salva   Lun Lug 24, 2017 7:57 pm

tellina ha scritto:

hai perfettamente ragione.
non lo prevedono le leggi.
ma a, ovviamente, mio personalissimo modo di vedere, lo prevede il buongusto.

Sono tante le situazioni che rivelano idee, opinioni e punti di vista: partecipare a certe manifestazioni, avere certe tessere, collaborarare con certe associazioni, assistere a certe conferenze, andare a Messa la domenica,...
Il buongusto dovrebbe imporre di astenersi da tutto ciò per fare l'italiano medio delle barzellette che si interessa solo di calcio?
Questo non è buongusto ma solo incapacità di esprimere pensieri e di sostenere opinioni con convinzioni.
Ti sei mai chiesta perché il regime fascista istituì l'Opera Nazionale Dopolavoro?
Te lo dico io: per controllare anche il tempo libero dei cittadini, plasmando così il lavoratore conforme ai principi del fascismo.
In uno stato democratico invece il lavoratore rempie il tempo libero come meglio credo, senza alcun obbligo di neutralità, perché la differenza di opinioni è il sale per la crescita intellettuale del paese.
Chi svolge una professione intellettuale ha l'obbligo morale di agevolare questo progresso, non dovrebbe fare pertanto la figura dell'"amminchionato" che non prende posizione o che si allinea sempre e comunque a quella dominante.
Tornare in alto Andare in basso
geo&geo



Messaggi : 1094
Data d'iscrizione : 04.07.14

MessaggioTitolo: Re: la collega e' salva   Lun Lug 24, 2017 8:05 pm

Masaniello ha scritto:
Ire,ma studiare un po di diritto?
ESTERIORITA ' della norma giuridica. Viene punita l esternazione di un atto,non il suo semplice pensiero. Quindi sbottare con un "bruciassero tutti" secondo te è equivalente a bruciarli vivi fisicamente. .
Bene.
Esteriorita della norma giuridica che ovviamente vigeva nell Italia democratica. Non nella moderna dittatura.
Ire, invece di preoccuparti dell alunno mussulmano che NELLA TUA FANTASIA ha ricevuto minacce, il poliziotto accoltellato come si è sentito?
Metto sullo stesso piano l ipotetico verificarsi di una minaccia con la realta

Le norme giuridiche hanno il carattere della esteriorità, cioè tengono conto solamente dei comportamenti esteriori dell'individuo e non delle sue intenzioni.

Esempio: il signor Rossi ha più volte pensato che vorrebbe tirare un pugno al suo vicino, ma non lo ha mai fatto. La norma non può condannare il suo desiderio dato che il signor Rossi quel pugno al vicino non lo ha tirato realmente.

Esempio 2: il signor Rossi pensa che il nostro Stato non dovrebbe salvare i migranti che affogano nel Mediterraneo, dovrebbe girarsi dall'altra parte e lasciarli morire perché così altri poveracci smetteranno di imbarcarsi verso l'Europa. La norma non può condannare la sua opinione. Ma se il signor Rossi non si limita ad esprimere questa opinione, da un social pubblico, incita all'odio e alla violenza verso altre persone a causa della loro religione, o a causa del colore della loro pelle, o della loro nazionalità, sesso, opinione, tendenza sessuale... allora LA NORMA LO CONDANNA per il reato di istigazione all'odio e alla violenza razziale.

Cosa c'è che non ti torna?
Tornare in alto Andare in basso
Masaniello



Messaggi : 3282
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioTitolo: Re: la collega e' salva   Lun Lug 24, 2017 8:11 pm

Quale norma condanna invece un finto profugo che accoltella un poliziotto?quale norma condanna i rom che bruciano rifiuti diffondendo la diossina che causerà nel corso degli anni tumori ad adulti e bambini? Quale norma condanna i finti profughi che devastano strutture pagate dai contribuenti italiani? Questo non mi torna.
Riguardo alla frase,non ha scritto "sarebbe ora che ci organizziamo per bruciarli tutti" ma solo.una infelice imprecazione. "Incitazione " dove?
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 19946
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: la collega e' salva   Lun Lug 24, 2017 9:18 pm

geo&geo ha scritto:
Masaniello ha scritto:
Ire,ma studiare un po di diritto?
ESTERIORITA ' della norma giuridica. Viene punita l esternazione di un atto,non il suo semplice pensiero. Quindi sbottare con un "bruciassero tutti" secondo te è equivalente a bruciarli vivi fisicamente. .
Bene.
Esteriorita della norma giuridica che ovviamente vigeva nell Italia democratica. Non nella moderna dittatura.
Ire, invece di preoccuparti dell alunno mussulmano che NELLA TUA FANTASIA ha ricevuto minacce, il poliziotto accoltellato come si è sentito?
Metto sullo stesso piano l ipotetico verificarsi di una minaccia con la realta

Le norme giuridiche hanno il carattere della esteriorità, cioè tengono conto solamente dei comportamenti esteriori dell'individuo e non delle sue intenzioni.

Esempio: il signor Rossi ha più volte pensato che vorrebbe tirare un pugno al suo vicino, ma non lo ha mai fatto. La norma non può condannare il suo desiderio dato che il signor Rossi quel pugno al vicino non lo ha tirato realmente.

Esempio 2: il signor Rossi pensa che il nostro Stato non dovrebbe salvare i migranti che affogano nel Mediterraneo, dovrebbe girarsi dall'altra parte e lasciarli morire perché così altri poveracci smetteranno di imbarcarsi verso l'Europa. La norma non può condannare la sua opinione. Ma se il signor Rossi non si limita ad esprimere questa opinione, da un social pubblico, incita all'odio e alla violenza verso altre persone a causa della loro religione, o a causa del colore della loro pelle, o della loro nazionalità, sesso, opinione, tendenza sessuale... allora LA NORMA LO CONDANNA per il reato di istigazione all'odio e alla violenza razziale.

Cosa c'è che non ti torna?
Che l'istigazione all'odio porta alla galera, la galera impedendo il lavoro porta al licenziamento.
Qui si è invocato il licenziamento senza galera; come se la legge sull'odio razziale avesse due modalità applicative, per cittadini comuni e per docenti.

C'è poi la questione "era vera istigazione o era solo mugugno ?"

Se ti dico "vaffaculo" è avviamento alla prostituzione ?
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 19946
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: la collega e' salva   Lun Lug 24, 2017 9:20 pm

Masaniello ha scritto:
Quale norma condanna invece un finto profugo che accoltella un poliziotto?quale norma condanna i rom che bruciano rifiuti diffondendo la diossina che causerà nel corso degli anni tumori ad adulti e bambini? Quale norma condanna i finti profughi che devastano strutture pagate dai contribuenti italiani? Questo non mi torna.
Riguardo alla frase,non ha scritto "sarebbe ora che ci organizziamo per bruciarli tutti" ma solo.una infelice imprecazione. "Incitazione " dove?
"Infelice" è un po' riduttivo; "lurida" mi sembra un po' più appropriato.
Tornare in alto Andare in basso
balanzoneXXI



Messaggi : 1395
Data d'iscrizione : 21.09.13

MessaggioTitolo: Re: la collega e' salva   Lun Lug 24, 2017 9:29 pm

geo&geo ha scritto:
"Bruciateli vivi".
"Ammazzateli tutti"
"bisogna eliminare anche i bambini dei musulmani tanto sono tutti futuri delinquenti"
"speriamo che affoghino tutti… che non se ne salvi nessuno"
"mi dispiace che qualche profugo si salva"
"almeno morissero tutti"

Pensa come doveva sentirsi lo studente di origine nordafricana e/o di religione mussulmana che l'ha avuta come insegnante. Allontanarla dall'insegnamento è stato il minimo, direi. Se non vogliamo applicare la legge Mancino (da 3 mesi a 4 anni di reclusione per chi incita alla violenza razziale), si applichi almeno il codice di comportamento dei dipendenti pubblici.  O nemmeno quello va bene?

Qui si fa confusione tra la libertà di pensiero e di opinione, e la libertà di incitare all'odio razziale. Si fanno paragoni insostenibili tra la nostra democrazia e i regimi di Pol Pot o nazifascisti. Si tirano in ballo le leggi razziali, che violavano diritti umani di una minoranza, con le leggi che un parlamento democratico ha votato, proprio per salvaguardare le minoranze da rigurgiti di intolleranza e sopraffazione.

Secondo l'articolo 10 del codice di comportamento i dipendenti,anche in ambito extrascolastico, non devono assumere comportamenti che possano nuocere all'immagine dell" amministrazione. l'immagine....
Ti renderai conto che ciò lascia aperta la strada ai
peggiori arbitri.
Questa parte dell'articolo andrebbe pertanto cassata.

Invece il codice di comportamento dovrebbe vietare espressamente dichiarazioni pubbliche che incitino all"odio razziale.


Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 19946
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: la collega e' salva   Lun Lug 24, 2017 9:38 pm

In un'ottica di esplicitazione potrebbe vietare espressamente le dichiarazioni che presuppongano e sostengano l'odio razziale.

Questo renderebbe licenziabile quella fenomena.
Tornare in alto Andare in basso
Masaniello



Messaggi : 3282
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioTitolo: Re: la collega e' salva   Lun Lug 24, 2017 10:36 pm

Disinteresse totale verso i recenti e sempre più numerosi episodi di violenza,vera,concreta, verso gli italiani da parte di profughi.
Crocifissione immediata invece per la prof. Il rogo in piazza è già pronto? Balanzone, la legna la porti tu per sta eretica?
Tornare in alto Andare in basso
balanzoneXXI



Messaggi : 1395
Data d'iscrizione : 21.09.13

MessaggioTitolo: Re: la collega e' salva   Lun Lug 24, 2017 10:54 pm

Masaniello ha scritto:
Disinteresse totale verso i recenti e sempre più numerosi episodi di violenza,vera,concreta, verso gli italiani da parte di profughi.
Crocifissione immediata invece per la prof. Il rogo in piazza è già pronto?  Balanzone, la legna la porti tu per sta eretica?

Prego, non offendere gli eretici..Giordano Bruno si
starà rivoltando nella tomba.Vattene dal komeino
Tornare in alto Andare in basso
Masaniello



Messaggi : 3282
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioTitolo: Re: la collega e' salva   Lun Lug 24, 2017 11:20 pm

In effetti eresia non calza a pennello..
Caccia alle streghe suona meglio..ho giusto in cantina una vergine di Norimberga che è un po che non la uso...
Tornare in alto Andare in basso
ushikawa

avatar

Messaggi : 3531
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioTitolo: Re: la collega e' salva   Mar Lug 25, 2017 6:10 am

balanzoneXXI ha scritto:
geo&geo ha scritto:
"Bruciateli vivi".
"Ammazzateli tutti"
"bisogna eliminare anche i bambini dei musulmani tanto sono tutti futuri delinquenti"
"speriamo che affoghino tutti… che non se ne salvi nessuno"
"mi dispiace che qualche profugo si salva"
"almeno morissero tutti"

Pensa come doveva sentirsi lo studente di origine nordafricana e/o di religione mussulmana che l'ha avuta come insegnante. Allontanarla dall'insegnamento è stato il minimo, direi. Se non vogliamo applicare la legge Mancino (da 3 mesi a 4 anni di reclusione per chi incita alla violenza razziale), si applichi almeno il codice di comportamento dei dipendenti pubblici.  O nemmeno quello va bene?

Qui si fa confusione tra la libertà di pensiero e di opinione, e la libertà di incitare all'odio razziale. Si fanno paragoni insostenibili tra la nostra democrazia e i regimi di Pol Pot o nazifascisti. Si tirano in ballo le leggi razziali, che violavano diritti umani di una minoranza, con le leggi che un parlamento democratico ha votato, proprio per salvaguardare le minoranze da rigurgiti di intolleranza e sopraffazione.

Secondo l'articolo 10 del codice di comportamento i dipendenti,anche in ambito extrascolastico, non devono assumere comportamenti che possano nuocere all'immagine dell" amministrazione. l'immagine....
Ti renderai conto che ciò lascia aperta la strada ai  
peggiori arbitri.
Questa parte dell'articolo andrebbe pertanto cassata.

Invece il codice di comportamento dovrebbe vietare espressamente dichiarazioni pubbliche che incitino all"odio razziale.



La questione è complessa.
Purtroppo non si smette di essere insegnanti, e soprattutto di esserlo considerati, quando si va su facebook o si esce per strada (e ne so qualcosa, abitando troppo vicino alla mia scuola).
Non è facile capire quali siano i comportamenti che nuocciano all'immagine della scuola o dell'insegnante in genere. Ci si deve, per forza di cose, rifare a un comune senso del decoro e del pudore, con i problemi che ciò comporta.
Picchiare moglie e bambini in pubblico è accettabile? Farlo in privato è accettabile? Fare nudismo è accettabile? Scrivere scemenze goliardiche sulla propria bacheca di facebook è accettabile? Scrivere sulla stessa bacheca frasi razziste è accettabile?
Baciare il proprio compagno o compagna in pubblico è accettabile? Anche se è dello stesso sesso? Compiere "atti osceni" in luogo pubblico con chiunque è accettabile? Vestirsi in maniera provocatoria, stravagante, o con abiti tradizionalmente dell'altro genere è accettabile? Avere su internet e nella realtà un'intensa e spudorata vita erotica è accettabile? Prostituirsi su internet è accettabile? Compiere illeciti di vario tipo, costruire verande abusive, guidare come un pazzo insultando chiunque sono cose accettabili?
La risposta a tutte queste domande risiede solo in quel concetto labilissimo che è il comune senso del pudore.
Tornare in alto Andare in basso
Online
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: la collega e' salva   Mar Lug 25, 2017 6:39 am

il discorso è questo: pare ci fossero dei precedenti in quanto sarebbe stata già sospesa una volta per aver chiamato "terrone" un generale della guardia di finanza sempre su facebook come si evince dall' articolo

http://mattinopadova.gelocal.it/regione/2017/01/14/news/frasi-razziste-licenziata-in-tronco-prof-di-venezia-1.14712084

ora, dico io:

1) è possibile che non le sia bastata la lezione della sospensione e che lei abbia sbagliato una seconda volta ed in maniera anche più pesante?

2) è possibile che non si sia informata della sanzione disciplinare successiva alla sospensione che corrisponde al licenziamento?
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: la collega e' salva   Mar Lug 25, 2017 6:49 am

ushikawa ha scritto:
Picchiare moglie e bambini in pubblico è accettabile? Farlo in privato è accettabile? Fare nudismo è accettabile? Scrivere scemenze goliardiche sulla propria bacheca di facebook è accettabile? Scrivere sulla stessa bacheca frasi razziste è accettabile?
Baciare il proprio compagno o compagna in pubblico è accettabile? Anche se è dello stesso sesso? Compiere "atti osceni" in luogo pubblico con chiunque è accettabile? Vestirsi in maniera provocatoria, stravagante, o con abiti tradizionalmente dell'altro genere è accettabile? Avere su internet e nella realtà un'intensa e spudorata vita erotica è accettabile? Prostituirsi su internet è accettabile? Compiere illeciti di vario tipo, costruire verande abusive, guidare come un pazzo insultando chiunque sono cose accettabili?

tutte queste cose le fanno in tanti purtroppo ma non succede mai nulla.

e mi dispiace nel senso che, come GIUSTAMENTE è stata punita questa collega per aver incitato all' odio razziale (proprio un' insegnante che dovrebbe dare ESEMPIO agli alunni), anche tutti coloro che compiono le azioni che hai citato tu, dovrebbero subire una punizione.

cosa dire? evidentemente la prima volta ha trovato un/una ds che ha mandato la comunicazione all' UST/USR e l' ha fatta sospendere quando poteva limitarsi ad un richiamo formale il/la ds stesso/a e la seconda volta ha esagerato lei (la collega) e si è beccata la legittima sanzione disciplinare del licenziamento che è quella successiva alla sospensione che aveva già ricevuto

la vita è fatta di fortuna/sfortuna. magari, se l' avessi fatto io, avrebbero considerato quanto fatto da me ancora più grave e mi avrebbero licenziato direttamente (spero di no...)
Tornare in alto Andare in basso
 
la collega e' salva
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 3 di 6Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente
 Argomenti simili
-
» oggi la mia collega....
» legge salva ruby
» l'ho detto alla mia collega
» finalmente vi do un pò di news...inserto speciale referendum
» Scoperte piante in grado di imparare e ricordare

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: