Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Didattica dei cartoni animati

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3
AutoreMessaggio
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Didattica dei cartoni animati   Mer Lug 26, 2017 8:05 am

Promemoria primo messaggio :

Pendo spunto da un intervento dell'utente Mairu fatto nel topic sui vaccini a proposito di cartoni animati giapponesi. Avete mai pensato di organizzare una discussione con i vostri alunni sui contenuti esoterici e subliminali presenti in alcuni cartoni giapponesi, consigliando loro di non vedere più certi cartoni animati? Quanti di voi sanno che nel cartone animato "Nadia - Il mistero della pietra azzurra" c'era un' organizzazione Neo-Atlantide, che aveva divise che assomigliavano a quelle massoniche ? Ci sono immagini e filmati in rete che dimostrano ciò. E quanti sanno quanto esoterismo è presente in cartoni come Sailor Moon e Dragon Ball (messaggi subliminali presenti già nei nomi dei cartoni!)? Scene inquietanti e criminali sono state mostrate a piccini innocenti, credo che la messa in onda di certi cartoni animati nel primo pomeriggio sulle reti Mediaset sia stato uno dei peggiori crimini commessi dalla televisione in Italia. Digitate "l'inconscio plagiato messaggi subliminali" su google (primo link che esce) per maggiori informazioni.
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: Didattica dei cartoni animati   Mer Lug 26, 2017 3:33 pm

in ogni caso "ospite" sta 'vivacizzando' il forum, altrimenti... che monotonia!!!
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: Didattica dei cartoni animati   Mer Lug 26, 2017 3:34 pm

avidodinformazioni ha scritto:
E' il paparazzi ngher

bellissima!!! XD
Tornare in alto Andare in basso
franco71



Messaggi : 1292
Data d'iscrizione : 14.11.14

MessaggioTitolo: Re: Didattica dei cartoni animati   Mer Lug 26, 2017 3:40 pm

Si potrebbe fondere il thread sulle apparizioni con questo sui cartoni in: didattica degli ufo robot
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: Didattica dei cartoni animati   Mer Lug 26, 2017 3:44 pm

Ire ha scritto:
@Rita, oggi, complice la temperatura più umana  proverò a farla

siiiiiii, io, intanto, ho fatto le frittelle di zucchine e la cosa più grave è che tra poco vado a vedermi "SPIDER-MAN" al cinema, conferma che il caldo nuoce gravemente alla testa...

fammi sapere come trovi la ricetta della torta/crostata quando la fai :-)
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: Didattica dei cartoni animati   Mer Lug 26, 2017 3:45 pm

franco71 ha scritto:
Si potrebbe fondere il thread sulle apparizioni con questo sui cartoni in: didattica degli ufo robot

aspettiamo che ritorni Paniscus visto che lei ci tiene molto :-D
Tornare in alto Andare in basso
cha



Messaggi : 244
Data d'iscrizione : 21.07.11

MessaggioTitolo: Re: Didattica dei cartoni animati   Mer Lug 26, 2017 5:38 pm

franco71 ha scritto:
didattica degli ufo robot

chiedete... e vi sarà risposto!
Tornare in alto Andare in basso
ludmilla72



Messaggi : 735
Data d'iscrizione : 21.08.10
Età : 44
Località : Roma

MessaggioTitolo: Re: Didattica dei cartoni animati   Gio Lug 27, 2017 1:45 am

Io penso che i bambini possano anche difendersi da soli. Ai miei tempi non si usava il bollino rosso. Mi sarebbe però sicuramente piaciuto sapere come andava a finire la storia di Mazinga Z, brutalmente interrotta dalla censura. I robottoni mi piacevano da morire e giocavo ad interpretarne gli eroi. "Ken il guerriero" e "L'uomo tigre" invece non mi sono mai piaciuti: troppo splatter, ma soprattutto non apprezzavo i disegni spigolosi (sì, avevo un senso estetico abbastanza definito!). Però il cartone più terrorizzante che io ricordi (anche perché l'ho visto in età infantile su reti private dove la censura non c'era) è "Bem il mostro umano". Avete presente? Beh, questa era la sigla... e ho detto tutto! https://youtu.be/pf1UWCaH53g
Quante cose assurde vedevo da bambina! Ve li ricordate i Guerrieri delle stelle che andavano e tornavano da Iscandar in 365 giorni in barba a tutte le leggi della fisica? E Ryu che combatteva contro un Tirannosaurus Rex, ignaro del fatto che l'animalaccio non sarebbe dovuto esistere in una Terra già popolata dagli uomini? Però, d'altra parte, la fantasia non deve per forza avere una logica ed alcuni cartoni apparentemente violenti erano addirittura educativi (per esempio, "Rocky Joe" è un capolavoro che resiste al tempo).
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: Didattica dei cartoni animati   Gio Lug 27, 2017 7:59 am

io guardavo sempre Kiss me Licia, Creamy, Georgie, Pollon e chi più ne ha più ne metta
Tornare in alto Andare in basso
sempreconfusa1



Messaggi : 2128
Data d'iscrizione : 05.08.11

MessaggioTitolo: Re: Didattica dei cartoni animati   Gio Lug 27, 2017 2:22 pm

Ai nostri tempi, la linea di demarcazione tra finzione e realtà era più chiara. Adesso mi pare si stia riducendo e si stia perdendo la capacità di discernimento tra i due ambiti. Ma questo, anche negli adulti, non è solo un problema di minori.
Tornare in alto Andare in basso
Mairu

avatar

Messaggi : 348
Data d'iscrizione : 14.03.16

MessaggioTitolo: Re: Didattica dei cartoni animati   Gio Lug 27, 2017 5:26 pm

Vado un giorno in vacanza e "Ospite" mi apre un thread su didattica e cartoni animati giapponesi!
Addirittura prende spunto da un mio intervento! Che onore! Peccato tutte le farneticazioni che ha tirato fuori, altrimenti sarebbe stato un bellissimo topic, almeno per me!

Detto questo, io sono di parte, però ritengo che i cartoni animati giapponesi non contengano affatto dei messaggi subliminali, nel senso che i messaggi veicolati sono molto espliciti, almeno nei cartoni di un tempo, perché veicolano proprio il modo in cui giapponesi considerano quella tematica.
Se prendiamo i cartoni animati a tema sportivo, lo sfondo resta quasi sempre lo stesso: un ragazzo/ragazza dotato/a di talento che vive o ha vissuto una situazione familiare/scolastica non idilliaca ha la possibilità di riscattarsi con il mondo intero ma il percorso per arrivarci richiede molto sacrificio e allenamento, secondo la logica giapponese secondo cui senza sacrificio anche il più grande talento non può arrivare da nessuna parte.
Se prendiamo le saghe delle maghette, possiamo trovare due filoni principali: quelle che si trasformano e cambiano identità per poter realizzare un loro sogno, tipo diventare delle idol famose, oppure quelle che si trasformano per combattere dei nemici, solitamente alieni o simili. Nel primo caso, come per i cartoni a tema sportivo, l'impegno per raggiungere il successo è fondamentale, nel secondo le maghette combattono sempre in squadra, sottolineando il valore dell'amicizia e della necessità di unire le forze per raggiungere un obiettivo.
Ovviamente questi sono esempi, ogni cartone animato ha la sua storia e le sue specificità, quelli più recenti (che però hanno anche alzato l'età target, ovvero sono sostanzialmente rivolti ad un pubblico almeno adolescente) tendono ad essere più originali e a discostarsi maggiormente dai filoni principali che si seguivano negli anni 70/80/90.
Ammetto che della massoneria e dell'esoterismo conosco poco e nulla, quindi potrebbero esserci elementi esoterici nei cartoni che non ho notato, tuttavia non riesco a comprendere quali siano i messaggi subliminali nascosti nei nomi dei cartoni di Sailor Moon e Dragon Ball. Nel primo caso abbiamo una combattente vestita alla marinara che è la reincarnazione della principessa della luna, nel secondo abbiamo un drago che viene evocato radunando sette sfere e che realizza un desiderio, una sorta di genio della lampada rivisto in chiave giapponese. Non lo so, mi sembrano semplicemente dei titoli molto concisi e azzeccati, vista la trama, quindi quali messaggi nascosti potrebbero veicolare?
Il personaggio di Goku, fra l'altro, è ripreso dal "Viaggio in occidente" di Wu Cheng'en, un classico letterario cinese che è entrato a far parte delle cultura giapponese come per noi potrebbero essere "I tre Moschettieri".
Mi sembra chiaro che, essendo cartoni animati giapponesi, sebbene alcuni siano ambientati in occidente (come Lady Oscar, Candy Candy, Georgie, ecc.), contengano molti elementi propri della loro cultura o di quella cinese, quindi non ci vedo nessuna intenzione di voler manipolare le menti dei bambini.
Dunque, perché dovremmo sconsigliarne la visione ai nostri bambini/ragazzi?
Io faccio proprio il contrario, visto che lavoro alla scuola dell'infanzia cerco ogni occasione per farglieli conoscere e per farglieli apprezzare! Ma ripeto, io sono di parte.
Tornare in alto Andare in basso
sempreconfusa1



Messaggi : 2128
Data d'iscrizione : 05.08.11

MessaggioTitolo: Re: Didattica dei cartoni animati   Gio Lug 27, 2017 8:07 pm

Per quel poco che so io, riguardo a massoneria e messaggi e simbologie esoteriche più in generale, mi risulta che vengano utilizzati non tanto con lo scopo di influenzare le menti dei comuni "ignoranti", quanto piuttosto con quello di trasmettere tra di loro informazioni riconoscibili solo al gruppo illuminato.
Come se, dunque, fosse alla stessa stregua di un codice di comunicazione, inaccessibile ai più.

Diverso è invece il caso del subliminale nella pubblicità: lì davvero c'è l'obiettivo di studiare i comportamenti dei consumatori e di influenzarli.
Tornare in alto Andare in basso
 
Didattica dei cartoni animati
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 3 di 3Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3
 Argomenti simili
-
» 3D dei cartoni animati
» Cartoni Giapponesi e Satanismo
» Sito di Anime Streaming
» Corso Americanails Accademy

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: