Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 6 e 9 agosto 1945, gli esperimenti

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3  Seguente
AutoreMessaggio
seasparrow



Messaggi : 2452
Data d'iscrizione : 16.01.16
Età : 58
Località : Venezia

MessaggioTitolo: 6 e 9 agosto 1945, gli esperimenti   Dom Ago 06, 2017 12:39 am

Promemoria primo messaggio :

per me la guerra in pratica era gia' stata vinta, gli americani avevano soltanto necessita' di cavie umane da laboratorio per studiare gli effetti di breve /medio /lungo periodo delle radiazioni

http://reportage.corriere.it/esteri/2015/hiroshima-6-agosto-1945/

probabilmente studi analoghi sono stati fatti dai sovietici con i prigionieri politici

non capiro' mai perche' i morti dei campi di concentramento nazisti sono di serie A mentre quelli dei campi di concentramento comunisti di serie Z


Ultima modifica di seasparrow il Mer Ago 09, 2017 3:00 am, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Online

AutoreMessaggio
avidodinformazioni



Messaggi : 19943
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: 6 e 9 agosto 1945, gli esperimenti   Gio Ago 10, 2017 12:49 pm

Alessandra Tinti ha scritto:
Le parole di Masaniello mi hanno colpito molto: sono le stesse cose che sentivo dire dai miei nonni e da altri anziani che hanno vissuto in quell'epoca. I miei nonni erano persone semplici, di campagna, contrari alla guerra...eppure ricordo bene come parlassero dei partigiani con termini negativi, come di gente percolosa che metteva in pericolo la popolazione con la loro guerriglia. Ovviamente non riconoscibili perché senza divisa. E ricordo anch'io episodi raccontati di rappresaglia sulla popolazione in seguito agli attacchi partigiani. Ovviamente io rimanevo in silenzio, ascoltando questi racconti e pensando a come invece venivano descritti i.partigiani sui libri di storia...altro discorso che ricordo bene era quello inerente i soldati della rsi, obbligati, così mi raccontavano, in seguito al bando Graziani a presentarsi agli uffici di leva. Pena la morte per i.renitenti. Anche questo cozzava con i libri di storia dove i militari della rsi sono sempre stati descritti come volontari. Quando obiettavo ciò, ricordo la rabbia negli anziani che mi dicevano che i libri raccontavano un sacco di storie, solo chi aveva vissuto in quel periodo sapeva cosa volesse dire per le famiglie del nord ricevere minacce alle famiglie se il figlio era in età di leva e non si presentava....
I partigiani facevano la guerra e la guerra non si fa con i fiori. I partigiani avevano bisogno di mangiare e non potevano comprare gli spaghetti al Carrefour, dovevano requisire il cibo nelle fattorie, con la forza, con la violenza, perchè i contadini mai avrebbero voluto privarsene.

I tuoi nonni erano contrari alla guerra ma la guerra c'era.

Se il popolo italiano non avesse applaudito ai discorsi di Mussolini i partigiani non sarebbero mai esistiti; è Mussolini che ha fondato le brigate partigiane, certo, non in maniera diretta e volontaria, quindi è Mussolini (ed il suo popolo) che ha la colpa di tutto quanto i partigiani hanno fatto.
Tornare in alto Andare in basso
geo&geo



Messaggi : 1094
Data d'iscrizione : 04.07.14

MessaggioTitolo: Re: 6 e 9 agosto 1945, gli esperimenti   Gio Ago 10, 2017 1:00 pm

Alessandra Tinti ha scritto:
(...) I miei nonni erano persone semplici, di campagna, contrari alla guerra...eppure ricordo bene come parlassero dei partigiani con termini negativi, come di gente percolosa che metteva in pericolo la popolazione con la loro guerriglia. Ovviamente non riconoscibili perché senza divisa. E ricordo anch'io episodi raccontati di rappresaglia sulla popolazione in seguito agli attacchi partigiani
(...) solo chi aveva vissuto in quel periodo sapeva cosa volesse dire per le famiglie del nord ricevere minacce alle famiglie se il figlio era in età di leva e non si presentava.....

le rappresaglie sui civili sono crimini di guerra, qualsiasi attacco partigiano le abbia precedute...
Che cosa avrebbero dovuto dire quelli che durante i bombardamenti alleati hanno perso parenti e casa? Se avessero ragionato come i tuoi nonni, ciascuno se ne sarebbe dovuto rimanere a casa sua, di là dall'Atlantico o dalla Manica, mentre Hitler e i suoi alleati conquistavano Europa-Africa e un po' di Asia, ammazzando allegramente chi si opponeva.
Le guerre fanno schifo, ma io davvero provo gratitudine per chi, dovendo scegliere tra arruolarsi tra i repubblichini e andare sui monti coi partigiani, ha scelto i monti.
Tornare in alto Andare in basso
Alessandra Tinti



Messaggi : 113
Data d'iscrizione : 27.06.17

MessaggioTitolo: Re: 6 e 9 agosto 1945, gli esperimenti   Gio Ago 10, 2017 1:20 pm

Scusate ma io non volevo sostenere una tesi o l'altra...solo che questi discorsi mi hanno ricordato ciò che sentivo dire..e l'ho riportato. Tutto qua.
Tornare in alto Andare in basso
Alessandra Tinti



Messaggi : 113
Data d'iscrizione : 27.06.17

MessaggioTitolo: Re: 6 e 9 agosto 1945, gli esperimenti   Gio Ago 10, 2017 1:24 pm

Poi discutere settant'anni dopo è facile...credo che nelle situazioni bisogna trovarsi.
Tornare in alto Andare in basso
geo&geo



Messaggi : 1094
Data d'iscrizione : 04.07.14

MessaggioTitolo: Re: 6 e 9 agosto 1945, gli esperimenti   Gio Ago 10, 2017 1:29 pm

Alessandra Tinti ha scritto:
Poi discutere settant'anni dopo è facile...credo che nelle situazioni bisogna trovarsi.

sono d'accordo. Infatti io ho parlato di gratitudine
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 3533
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioTitolo: Re: 6 e 9 agosto 1945, gli esperimenti   Gio Ago 10, 2017 1:39 pm

geo&geo ha scritto:
Alessandra Tinti ha scritto:
Poi discutere settant'anni dopo è facile...credo che nelle situazioni bisogna trovarsi.

sono d'accordo. Infatti io ho parlato di gratitudine

Concordo pienamente!
Tornare in alto Andare in basso
Online
Masaniello



Messaggi : 3282
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioTitolo: Re: 6 e 9 agosto 1945, gli esperimenti   Gio Ago 10, 2017 1:40 pm

Cara Alessandra, l a verità sta nel racconto dei nostri vecchi,che hanno vissuto sulla pelle quel periodo e lo raccontano con quel modo semplice e veritiero.
La falsità, il travisamento dei fatti sta sui libri,scritti da chi aveva le mani grondanti di sangue e per essere saltato sul carro dei vincitori si è preso l arroganza di atteggiarsi ad eroe.
Morti gli ultimi testimoni del tempo,le nuove generazioni studieranno una storia plasmata,travisata,fatta di mezze verità.
Purtroppo è così.
Spero che tu trasmetta queste preziose testimonianze anche ai tuoi figli
Tornare in alto Andare in basso
Online
balanzoneXXI



Messaggi : 1395
Data d'iscrizione : 21.09.13

MessaggioTitolo: Re: 6 e 9 agosto 1945, gli esperimenti   Gio Ago 10, 2017 1:47 pm

Masaniello ha scritto:
Cara Alessandra, l a verità sta nel racconto dei nostri vecchi,che hanno vissuto sulla pelle quel periodo e lo raccontano con quel modo semplice e veritiero.
La falsità, il travisamento dei fatti sta sui libri,scritti da chi aveva le mani grondanti di sangue e per essere saltato sul carro dei vincitori si è preso l arroganza di atteggiarsi ad eroe.
Morti gli ultimi testimoni del tempo,le nuove generazioni studieranno una storia plasmata,travisata,fatta di mezze verità.
Purtroppo è così.
Spero che tu trasmetta queste preziose testimonianze anche ai tuoi figli

"La Fenice rinasce dalle ceneri e ricresce ogni volta"

Voi nostalgici non demordete mai.

Ai fasci e ai nazi e' andata fin troppo bene 70 anni fa.
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 3533
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioTitolo: Re: 6 e 9 agosto 1945, gli esperimenti   Gio Ago 10, 2017 1:49 pm

Masaniello ha scritto:
Cara Alessandra, l a verità sta nel racconto dei nostri vecchi,che hanno vissuto sulla pelle quel periodo e lo raccontano con quel modo semplice e veritiero.
La falsità, il travisamento dei fatti sta sui libri,scritti da chi aveva le mani grondanti di sangue e per essere saltato sul carro dei vincitori si è preso l arroganza di atteggiarsi ad eroe.
Morti gli ultimi testimoni del tempo,le nuove generazioni studieranno una storia plasmata,travisata,fatta di mezze verità.
Purtroppo è così.
Spero che tu trasmetta queste preziose testimonianze anche ai tuoi figli

Masaniello, come certamente saprai la storia la scrivono i vincitori che leggono gli avvenimenti in funzione del dopo, ma credimi se ti dico che preferisco questi ed altri travisamenti, piuttosto che prendere le parti di chi, per mero calcolo politico, ha sostenuto un pazzo sanguinario antisemita che se avesse avuto l'atomica in tempo utile l'avrebbe certamente utilizzata contro l'umanità intera.
Tornare in alto Andare in basso
Online
balanzoneXXI



Messaggi : 1395
Data d'iscrizione : 21.09.13

MessaggioTitolo: Re: 6 e 9 agosto 1945, gli esperimenti   Gio Ago 10, 2017 1:51 pm

avidodinformazioni ha scritto:
Alessandra Tinti ha scritto:
Le parole di Masaniello mi hanno colpito molto: sono le stesse cose che sentivo dire dai miei nonni e da altri anziani che hanno vissuto in quell'epoca. I miei nonni erano persone semplici, di campagna, contrari alla guerra...eppure ricordo bene come parlassero dei partigiani con termini negativi, come di gente percolosa che metteva in pericolo la popolazione con la loro guerriglia. Ovviamente non riconoscibili perché senza divisa. E ricordo anch'io episodi raccontati di rappresaglia sulla popolazione in seguito agli attacchi partigiani. Ovviamente io rimanevo in silenzio, ascoltando questi racconti e pensando a come invece venivano descritti i.partigiani sui libri di storia...altro discorso che ricordo bene era quello inerente i soldati della rsi, obbligati, così mi raccontavano, in seguito al bando Graziani a presentarsi agli uffici di leva. Pena la morte per i.renitenti. Anche questo cozzava con i libri di storia dove i militari della rsi sono sempre stati descritti come volontari. Quando obiettavo ciò, ricordo la rabbia negli anziani che mi dicevano che i libri raccontavano un sacco di storie, solo chi aveva vissuto in quel periodo sapeva cosa volesse dire per le famiglie del nord ricevere minacce alle famiglie se il figlio era in età di leva e non si presentava....
I partigiani facevano la guerra e la guerra non si fa con i fiori. I partigiani avevano bisogno di mangiare e non potevano comprare gli spaghetti al Carrefour, dovevano requisire il cibo nelle fattorie, con la forza, con la violenza, perchè i contadini mai avrebbero voluto privarsene.

I tuoi nonni erano contrari alla guerra ma la guerra c'era.

Se il popolo italiano non avesse applaudito ai discorsi di Mussolini i partigiani non sarebbero mai esistiti; è Mussolini che ha fondato le brigate partigiane, certo, non in maniera diretta e volontaria, quindi è Mussolini (ed il suo popolo) che ha la colpa di tutto quanto i partigiani hanno fatto.

Anche 'sto fatto  di colpevolizzare i popoli , come se fossereo individui, e' una sciocchezza reazionaria che fa comodo a certa storiografia.

Ma che, siamo ancora al " vogliamo Barabba"?


Ultima modifica di balanzoneXXI il Gio Ago 10, 2017 1:53 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Masaniello



Messaggi : 3282
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioTitolo: Re: 6 e 9 agosto 1945, gli esperimenti   Gio Ago 10, 2017 1:52 pm

Per fortuna la hanno avuta prima gli americani,che benevolmente, infatti,non l hanno mai usata su città gremite di civili
Tornare in alto Andare in basso
Online
Masaniello



Messaggi : 3282
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioTitolo: Re: 6 e 9 agosto 1945, gli esperimenti   Gio Ago 10, 2017 1:54 pm

Altresi inglesi e americani hanno colpito in Italia solo obiettivi militari ed industriali, salvaguardando la popolazione civile.
Le migliaia di civili morti sotto le bombe? in realtà si tratta solo di fughe di gas...
Tornare in alto Andare in basso
Online
avidodinformazioni



Messaggi : 19943
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: 6 e 9 agosto 1945, gli esperimenti   Gio Ago 10, 2017 2:10 pm

balanzoneXXI ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
Alessandra Tinti ha scritto:
Le parole di Masaniello mi hanno colpito molto: sono le stesse cose che sentivo dire dai miei nonni e da altri anziani che hanno vissuto in quell'epoca. I miei nonni erano persone semplici, di campagna, contrari alla guerra...eppure ricordo bene come parlassero dei partigiani con termini negativi, come di gente percolosa che metteva in pericolo la popolazione con la loro guerriglia. Ovviamente non riconoscibili perché senza divisa. E ricordo anch'io episodi raccontati di rappresaglia sulla popolazione in seguito agli attacchi partigiani. Ovviamente io rimanevo in silenzio, ascoltando questi racconti e pensando a come invece venivano descritti i.partigiani sui libri di storia...altro discorso che ricordo bene era quello inerente i soldati della rsi, obbligati, così mi raccontavano, in seguito al bando Graziani a presentarsi agli uffici di leva. Pena la morte per i.renitenti. Anche questo cozzava con i libri di storia dove i militari della rsi sono sempre stati descritti come volontari. Quando obiettavo ciò, ricordo la rabbia negli anziani che mi dicevano che i libri raccontavano un sacco di storie, solo chi aveva vissuto in quel periodo sapeva cosa volesse dire per le famiglie del nord ricevere minacce alle famiglie se il figlio era in età di leva e non si presentava....
I partigiani facevano la guerra e la guerra non si fa con i fiori. I partigiani avevano bisogno di mangiare e non potevano comprare gli spaghetti al Carrefour, dovevano requisire il cibo nelle fattorie, con la forza, con la violenza, perchè i contadini mai avrebbero voluto privarsene.

I tuoi nonni erano contrari alla guerra ma la guerra c'era.

Se il popolo italiano non avesse applaudito ai discorsi di Mussolini i partigiani non sarebbero mai esistiti; è Mussolini che ha fondato le brigate partigiane, certo, non in maniera diretta e volontaria, quindi è Mussolini (ed il suo popolo) che ha la colpa di tutto quanto i partigiani hanno fatto.

Anche 'sto fatto  di colpevolizzare i popoli , come se fossereo individui, e' una sciocchezza reazionaria che fa comodo a certa storiografia.

Ma che, siamo ancora al " vogliamo Barabba"?
I popoli sono insiemi di individui, quando la maggioranza di un popolo fa stronzate conviene incriminare il popolo e fare eccezioni per quelli incolpevoli, piuttosto che assolvere il popolo e perdersi dietro la miriade di colpevoli.
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 3533
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioTitolo: Re: 6 e 9 agosto 1945, gli esperimenti   Gio Ago 10, 2017 2:11 pm

Masaniello ha scritto:
Altresi inglesi e americani hanno colpito in Italia solo obiettivi militari ed industriali, salvaguardando la popolazione civile.
Le migliaia di civili morti sotto le bombe? in realtà si tratta solo di fughe di gas...

Come già è stato scritto "la guerra è guerra" e non si combatte con i fiori.
Tornare in alto Andare in basso
Online
avidodinformazioni



Messaggi : 19943
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: 6 e 9 agosto 1945, gli esperimenti   Gio Ago 10, 2017 2:13 pm

Masaniello ha scritto:
Altresi inglesi e americani hanno colpito in Italia solo obiettivi militari ed industriali, salvaguardando la popolazione civile.
Le migliaia di civili morti sotto le bombe? in realtà si tratta solo di fughe di gas...
No no, sono morti per le bombe, la guerra è fatta così; bisognerebbe averlo chiaro prima di esaltarla; se non lo si ha chiaro prima lo si impara dopo.
Tornare in alto Andare in basso
Masaniello



Messaggi : 3282
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioTitolo: Re: 6 e 9 agosto 1945, gli esperimenti   Gio Ago 10, 2017 2:15 pm

Esatto. E quanti partigiani erano a piazza Venezia ad esaltare pelatone il 10 giugno 1940 ?
Tornare in alto Andare in basso
Online
balanzoneXXI



Messaggi : 1395
Data d'iscrizione : 21.09.13

MessaggioTitolo: Re: 6 e 9 agosto 1945, gli esperimenti   Gio Ago 10, 2017 3:20 pm

avidodinformazioni ha scritto:
balanzoneXXI ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
Alessandra Tinti ha scritto:
Le parole di Masaniello mi hanno colpito molto: sono le stesse cose che sentivo dire dai miei nonni e da altri anziani che hanno vissuto in quell'epoca. I miei nonni erano persone semplici, di campagna, contrari alla guerra...eppure ricordo bene come parlassero dei partigiani con termini negativi, come di gente percolosa che metteva in pericolo la popolazione con la loro guerriglia. Ovviamente non riconoscibili perché senza divisa. E ricordo anch'io episodi raccontati di rappresaglia sulla popolazione in seguito agli attacchi partigiani. Ovviamente io rimanevo in silenzio, ascoltando questi racconti e pensando a come invece venivano descritti i.partigiani sui libri di storia...altro discorso che ricordo bene era quello inerente i soldati della rsi, obbligati, così mi raccontavano, in seguito al bando Graziani a presentarsi agli uffici di leva. Pena la morte per i.renitenti. Anche questo cozzava con i libri di storia dove i militari della rsi sono sempre stati descritti come volontari. Quando obiettavo ciò, ricordo la rabbia negli anziani che mi dicevano che i libri raccontavano un sacco di storie, solo chi aveva vissuto in quel periodo sapeva cosa volesse dire per le famiglie del nord ricevere minacce alle famiglie se il figlio era in età di leva e non si presentava....
I partigiani facevano la guerra e la guerra non si fa con i fiori. I partigiani avevano bisogno di mangiare e non potevano comprare gli spaghetti al Carrefour, dovevano requisire il cibo nelle fattorie, con la forza, con la violenza, perchè i contadini mai avrebbero voluto privarsene.

I tuoi nonni erano contrari alla guerra ma la guerra c'era.

Se il popolo italiano non avesse applaudito ai discorsi di Mussolini i partigiani non sarebbero mai esistiti; è Mussolini che ha fondato le brigate partigiane, certo, non in maniera diretta e volontaria, quindi è Mussolini (ed il suo popolo) che ha la colpa di tutto quanto i partigiani hanno fatto.

Anche 'sto fatto  di colpevolizzare i popoli , come se fossereo individui, e' una sciocchezza reazionaria che fa comodo a certa storiografia.

Ma che, siamo ancora al " vogliamo Barabba"?
I popoli sono insiemi di individui, quando la maggioranza di un popolo fa stronzate conviene incriminare il popolo e fare eccezioni per quelli incolpevoli, piuttosto che assolvere il popolo e perdersi dietro la miriade di colpevoli.

Stai  scherzando, vero?

Lo sai che su questa strada si arriva all'antisemitismo e al nazismo?

"Per Barabba hanno votato ed il Cristo condannato,e che il sangue suo ricada sulla nostra gente"(Da "Hop Hop somarello").

I popoli obbediscono di solito alle autorità costituite,comunque si siano costituite.

La responsabilità penale è individuale ,non collettiva.

La Grande Berta a volte può far smarrire ai suoi adepti il ben dell'intelletto.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: 6 e 9 agosto 1945, gli esperimenti   Gio Ago 10, 2017 3:23 pm

meno male che qualcuno di quelli si è svegliato. Meglio tardi che mai. Altri lo avranno fatto per rifarsi la verginità o per opportunità politica.
Rimane comunque abominevole incolpare i partigiani per le rappresaglie naziste e fasciste: se il partigiano fa fuori un kamerata, allora loro fanno fuori 10 persone a caso - di chi è la colpa? Chi è che decide la proporzione? Chi è che decide di agire in quel modo? Chi è che preme il grilletto?
Al di là dei racconti dei nonni che erano dalla parte sbagliata (e si vedevano depredare l'autarchico frutto della guerra del grano), bisognerebbe ascoltare i racconti di chi i partigiani li aiutava con rifornimenti e appoggi strategici a rischio della vita, perché li volevano in valle.
In più, potrei suggerire anche una succinta bibliografia di "guerrologia" per chi non ha la minima idea
Tornare in alto Andare in basso
Masaniello



Messaggi : 3282
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioTitolo: Re: 6 e 9 agosto 1945, gli esperimenti   Gio Ago 10, 2017 4:15 pm

Non esattamente.
Alla popolazione ,ed ai partigiani, era stato chiaramente esplicitato il seguente concetto
: " ci stiamo levando dai coglioni, gli alleati ci stanno rimandando in Germania a calci in culo. Noi non rompiamo il cazzo a voi,voi non rompetelo a noi.lasciateci passare,lasciateci andare. Dato che qualche piantagrane tra di voi è passato dal tirare coll archibugio ai gatti allo sparare alla schiena dei nostri soldati, e DATO CHE QUESTI FENOMENI NON HANNO IL CORAGGIO DI INDOSSARE UN UNIFORME ma sono vestiti da civili ,se ci rompete le palle ci sarà rappresaglia.
Bastava non disturbare il nido di vespe,se ne sarebbero andati comunque.che bisogno c era di fare ste cazzate? Che bisogno c era di ammazzare gli altoatesini in via rasella?
Ma no..divertiamoci! ! Però poi,quando i tedeschi mettevano gli avvisi con cui si chiedeva ai responsabili di presentarsi ed assumersi le proprie responsabilità. .COL CAVOLO,MICA SONO FESSO..che muoiano gli altri..
Sull esaltazione e sete di sangue dei partigiani significativa fu la reazione di Pertini allorché apprese che kesselring voleva abbandonare Roma. L ala più intransigente che faceva capo a lui avrebbe voluto continuare a sparacchiare ai tedeschi,in ritirata sotto l incalzare della 5 armata. Fu solo una decisione collettiva e più sensata presa dai comandi partigiani che evito' ulteriori spargimenti di sangue e rappresaglie lasciateli andare.non sparate..Grande fu la sua delusione. ..del futuro presidente degli italiani,ex partigiano con il grilletto facile

Tornare in alto Andare in basso
Online
avidodinformazioni



Messaggi : 19943
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: 6 e 9 agosto 1945, gli esperimenti   Gio Ago 10, 2017 4:50 pm

balanzoneXXI ha scritto:
Stai  scherzando, vero?

Lo sai che su questa strada si arriva all'antisemitismo e al nazismo?

"Per Barabba hanno votato ed il Cristo condannato,e che il sangue suo ricada sulla nostra gente"(Da "Hop Hop somarello").

I popoli obbediscono di solito alle autorità costituite,comunque si siano costituite.

La responsabilità penale è individuale ,non collettiva.

La Grande Berta a volte può far smarrire ai suoi adepti il ben dell'intelletto.
Per cominciare quando dico che un popolo è un insieme di individui lo dico in senso stretto: mio papà ed i suoi coscritti inneggiavano a Mussolini ? A morte !
Io ed i miei coscritti ne parliamo male (quasi tutti noi) quindi noi ci chiamiamo fuori.

Se uno crede che il popolo ebraico ha ucciso Gesù e vuole fare "giustizia" si inventa la macchina del tempo e torna indietro a fare il genocidio, che cazzo c'entrano gli ebrei di oggi ?

E comunque le colpe dovrebbero essere oggettive e non basate su superstizioni religiose.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 19943
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: 6 e 9 agosto 1945, gli esperimenti   Gio Ago 10, 2017 4:54 pm

Masaniello ha scritto:
Non esattamente.
Alla popolazione ,ed ai partigiani, era stato chiaramente esplicitato il seguente concetto    
: " ci stiamo levando dai coglioni, gli alleati ci stanno rimandando in Germania a calci in culo.  Noi non rompiamo il cazzo a voi,voi non rompetelo a noi.lasciateci passare,lasciateci andare. Dato che qualche piantagrane tra di voi è passato dal tirare coll archibugio ai gatti allo sparare alla schiena dei nostri soldati,  e DATO CHE QUESTI FENOMENI NON HANNO IL CORAGGIO DI INDOSSARE UN UNIFORME ma sono vestiti da civili ,se ci rompete le palle ci sarà rappresaglia.
Bastava non disturbare il nido di vespe,se ne sarebbero andati comunque.che bisogno c era di fare ste cazzate? Che bisogno c era di ammazzare gli altoatesini in via rasella?
Ma no..divertiamoci! ! Però poi,quando i tedeschi mettevano gli avvisi con cui si chiedeva ai responsabili di presentarsi ed assumersi le proprie responsabilità. .COL CAVOLO,MICA SONO FESSO..che muoiano gli altri..
Sull esaltazione e sete di sangue dei partigiani significativa fu la reazione di Pertini allorché apprese che kesselring voleva abbandonare Roma. L ala più intransigente che faceva capo a lui avrebbe voluto continuare a sparacchiare ai tedeschi,in ritirata sotto l incalzare della 5 armata. Fu solo una decisione collettiva e più sensata presa dai comandi partigiani che evito' ulteriori spargimenti di sangue e rappresaglie  lasciateli andare.non sparate..Grande fu la sua delusione. ..del futuro presidente degli italiani,ex partigiano con il grilletto facile

La guerriglia partigiana è durata 3 giorni ? Perchè per levarsi dai coglioni 3 giorni bastavano.

Da quel poco che so di storia mi risulta che i nazisti stessero occupando l'Italia, stabilmente nelle loro intenzioni.
Tornare in alto Andare in basso
Masaniello



Messaggi : 3282
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioTitolo: Re: 6 e 9 agosto 1945, gli esperimenti   Gio Ago 10, 2017 5:12 pm

Casualmente. ..
http://ilsecoloxix.it/rw/IlSecoloXIXWEB/genova/foto_trattate/2016/02/03/60bis_visitadihitler1938-kseg--390x180@ilsecoloxixweb_265x122.jpg
Tornare in alto Andare in basso
Online
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: 6 e 9 agosto 1945, gli esperimenti   Gio Ago 10, 2017 5:15 pm

quindi adesso io esplicito così: "ACHTUNG! per ogni apologia del nazifascismo di Masaniello io cercherò 10 utenti del forum e spezzerò loro le gambe!". E poi è colpa tua, mica mia che ho commesso l'azione. Avevo avvisato, cribbio! Se avviso sono innocente e a posto con i conti.
(sull'idea che se ne stessero andando in pace, si stende il velo pietoso: non era minimamente nelle intenzioni, sia per vendicare la pace separata, sia perché l'Italia era piattaforma strategica che l'esercito tedesco non voleva lasciare agli alleati e agli Alleati - non molli Venezia e Trieste, non molli l'Adriatico, non molli la pianura sotto le Alpi perché troppo facile da percorrere ecc)(come sull'onorabilità dei signori in divisa, che quando chiedevano "chi è stato?" e non si presentava nessuno, prendevano a caso, uomini, donne, bambini; non prendevano solo uomini in età da soldato)
Tornare in alto Andare in basso
balanzoneXXI



Messaggi : 1395
Data d'iscrizione : 21.09.13

MessaggioTitolo: Re: 6 e 9 agosto 1945, gli esperimenti   Gio Ago 10, 2017 5:21 pm

avidodinformazioni ha scritto:
balanzoneXXI ha scritto:
Stai  scherzando, vero?

Lo sai che su questa strada si arriva all'antisemitismo e al nazismo?

"Per Barabba hanno votato ed il Cristo condannato,e che il sangue suo ricada sulla nostra gente"(Da "Hop Hop somarello").

I popoli obbediscono di solito alle autorità costituite,comunque si siano costituite.

La responsabilità penale è individuale ,non collettiva.

La Grande Berta a volte può far smarrire ai suoi adepti il ben dell'intelletto.
Per cominciare quando dico che un popolo è un insieme di individui lo dico in senso stretto: mio papà ed i suoi coscritti inneggiavano a Mussolini ? A morte !
Io ed i miei coscritti ne parliamo male (quasi tutti noi) quindi noi ci chiamiamo fuori.

Se uno crede che il popolo ebraico ha ucciso Gesù e vuole fare "giustizia" si inventa la macchina del tempo e torna indietro a fare il genocidio, che cazzo c'entrano gli ebrei di oggi ?

E comunque le colpe dovrebbero essere oggettive e non basate su superstizioni religiose.

Ah, perché gli ebrei di ieri avrebbero meritato il genocidio?

Accendi il condizionatore ,ché è meglio, magari uno di marca tedesca, di una consociata della Grande Berta. E mentre riprendi il senno grazie al freschetto,puoi distratti pensando all'Ubalda e ad altre eroine del Trash italico.Meglio lei che la Grande Berta, la quale ,con il suo influsso di divinità malefica,ti ispira pensieri poco commendevoli.

Tornare in alto Andare in basso
balanzoneXXI



Messaggi : 1395
Data d'iscrizione : 21.09.13

MessaggioTitolo: Re: 6 e 9 agosto 1945, gli esperimenti   Gio Ago 10, 2017 5:30 pm

Masaniello ha scritto:
Non esattamente.
Alla popolazione ,ed ai partigiani, era stato chiaramente esplicitato il seguente concetto    
: " ci stiamo levando dai coglioni, gli alleati ci stanno rimandando in Germania a calci in culo.  Noi non rompiamo il cazzo a voi,voi non rompetelo a noi.lasciateci passare,lasciateci andare. Dato che qualche piantagrane tra di voi è passato dal tirare coll archibugio ai gatti allo sparare alla schiena dei nostri soldati,  e DATO CHE QUESTI FENOMENI NON HANNO IL CORAGGIO DI INDOSSARE UN UNIFORME ma sono vestiti da civili ,se ci rompete le palle ci sarà rappresaglia.
Bastava non disturbare il nido di vespe,se ne sarebbero andati comunque.che bisogno c era di fare ste cazzate? Che bisogno c era di ammazzare gli altoatesini in via rasella?
Ma no..divertiamoci! ! Però poi,quando i tedeschi mettevano gli avvisi con cui si chiedeva ai responsabili di presentarsi ed assumersi le proprie responsabilità. .COL CAVOLO,MICA SONO FESSO..che muoiano gli altri..
Sull esaltazione e sete di sangue dei partigiani significativa fu la reazione di Pertini allorché apprese che kesselring voleva abbandonare Roma. L ala più intransigente che faceva capo a lui avrebbe voluto continuare a sparacchiare ai tedeschi,in ritirata sotto l incalzare della 5 armata. Fu solo una decisione collettiva e più sensata presa dai comandi partigiani che evito' ulteriori spargimenti di sangue e rappresaglie  lasciateli andare.non sparate..Grande fu la sua delusione. ..del futuro presidente degli italiani,ex partigiano con il grilletto facile


"Noi non rompiamo il cazzo a voi,voi non rompetelo a noi..."

Mi chiedo se in te sia maggiore l'ignoranza o la malafede".

Comunque propendo per la seconda ,

Continua così ed entro Natale scriverai che i lager nazisti erano villaggi vacanze.

C'è la progressione aritmetica e c'è la progressione masaniellica.
Tornare in alto Andare in basso
 
6 e 9 agosto 1945, gli esperimenti
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 3Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3  Seguente
 Argomenti simili
-
» I miei 2 primissimi esperimenti con smalto semipermanente :-P
» trovato ginecologo ad agosto
» Ciao a tutte mi ripresento
» Moduli per ispettorato online??
» Un esperimento - Le prove dell'altra parte

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: