Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 ora sì che siamo fritti... altro che ruolo...

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3 ... 9 ... 17  Seguente
AutoreMessaggio
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: ora sì che siamo fritti... altro che ruolo...   Gio Ago 10, 2017 12:52 pm

Promemoria primo messaggio :

http://www.tecnicadellascuola.it/item/32022-pubblico-impiego-ecco-quando-scatta-il-licenziamento-lampo.html

Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
chicca70



Messaggi : 2894
Data d'iscrizione : 26.12.14

MessaggioTitolo: Re: ora sì che siamo fritti... altro che ruolo...   Ven Ago 11, 2017 2:43 pm

rita 76 ha scritto:
chicca70 ha scritto:
Galadriel ha scritto:

Il "rendimento" mi pare la voce più (potenzialmente) critica. Ma anche lì: se la mia programmazione è in regola e lo svolgimento pure, se non stiamo lì a prenderci il caffè o non vado a usare gli studenti come psicologi dei miei problemi di coppia (per dirne una), se non uso le ore di lezione per stare al pc a fare il corso sulla sicurezza anziché fare lezione (cosa che ho visto fare)... mi sento tranquilla. .

Questa è chiaramente l'interpretazione corretta. Scarso rendimento non significa avere una o più classi che non apprendono quanto dovuto, magari perché studiano poco o nulla, oppure ricevere proteste dei genitori per il carico di lavoro. Scarso rendimento è non lavorare e farsi i fatti propri. Come sempre, gli aspetti formali avranno la precedenza: se non compili il registro elettronico inserendo gli argomenti, è come se non li avessi svolti. Se inserisci velocemente i voti degli scritti, nessuno potrà accusarti di scarso rendimento. Se la programmazione è consegnata entro i termini, idem.
Visto che tutto ciò dipende solo da me, non ho nemmeno una briciola di timore.

secondo me lo scarso rendimento invece non consiste nella parte burocratica ma nella parte pratica

se l' insegnante lavora come si deve è difficile che una classe intera si opponga e non studi; forse, all' inizio, ci possono anche provare ma se il docente fa capire che non si scherza vedi come tutti si mettono in riga

ovvio che ci sono sempre gli alunni che non studiano o che studiano poco ma questi sono un piccolo gruppo all' interno della classe

e cmq il lavoro in classe fa tanto

ovviamente NON sto dicendo che bisogna tralasciare la parte formale (registro, ecc.) ma, per come la vedo io, il docente svolge al meglio la sua funzione quando gli alunni apprendono

non basta lavorare; bisogna SAPER lavorare

La parte pratica del' insegnamento non si può provare, quella burocratica sì. E in tribunale, perché ovviamente si finisce lì, è la prova ciò che conta. Dire "gli studenti imparano poco" e licenziare per questo un docente significa doverlo reintegrare con tante scuse e tanto risarcimento.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 9791
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioTitolo: Re: ora sì che siamo fritti... altro che ruolo...   Ven Ago 11, 2017 5:27 pm

rita 76 ha scritto:
Ire ha scritto:
Rita,  la paura così estrema è una delle migliori spinte a fare stupidaggini.

Fai il tuo lavoro al meglio delle tue capacità e stai tranquilla.

Se poi, qualche legge del piffero, qualche ds stupido, qualche genitore malefico (io so che non ce ne sono ma..........  ; - )  )  dovesse portarti ad avere problemi di licenziamento,  ti toccherebbe qualche rottura di scatole ma i lavoratori  hanno ancora parecchie garanzie.

E se ti andasse male, chissà, magari ti si aprirebbe un mondo diverso di opportunità migliori

: - )

Ire, questo è un mondo estremamente cattivo dove ci sono palesi ingiustizie

tutti siamo soggetti a tutto, nessuno escluso e spesso quanto ci accade non dipende neanche da noi

Va bene, Rita,  quindi?

Stiamo in ogni momento a preoccuparci di cosa potrebbero farci gli altri?

Personalmente non ci penso nemmeno,  vivo la vita cercando di dare il meglio di me stessa quando le circostanze lo richiedono.  Visto che più di così non posso fare..............  vivo la mia vita cercando di dare il meglio di me stessa anche quando le circostanze che lo richiedono sono generate da altri e il meglio di me stessa è dimostrare che gli altri hanno preso una cantonata  : - )
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Ire



Messaggi : 9791
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioTitolo: Re: ora sì che siamo fritti... altro che ruolo...   Ven Ago 11, 2017 5:37 pm

rita 76 ha scritto:
chicca70 ha scritto:
Galadriel ha scritto:

Il "rendimento" mi pare la voce più (potenzialmente) critica. Ma anche lì: se la mia programmazione è in regola e lo svolgimento pure, se non stiamo lì a prenderci il caffè o non vado a usare gli studenti come psicologi dei miei problemi di coppia (per dirne una), se non uso le ore di lezione per stare al pc a fare il corso sulla sicurezza anziché fare lezione (cosa che ho visto fare)... mi sento tranquilla. .

Questa è chiaramente l'interpretazione corretta. Scarso rendimento non significa avere una o più classi che non apprendono quanto dovuto, magari perché studiano poco o nulla, oppure ricevere proteste dei genitori per il carico di lavoro. Scarso rendimento è non lavorare e farsi i fatti propri. Come sempre, gli aspetti formali avranno la precedenza: se non compili il registro elettronico inserendo gli argomenti, è come se non li avessi svolti. Se inserisci velocemente i voti degli scritti, nessuno potrà accusarti di scarso rendimento. Se la programmazione è consegnata entro i termini, idem.
Visto che tutto ciò dipende solo da me, non ho nemmeno una briciola di timore.

secondo me lo scarso rendimento invece non consiste nella parte burocratica ma nella parte pratica

se l' insegnante lavora come si deve è difficile che una classe intera si opponga e non studi; forse, all' inizio, ci possono anche provare ma se il docente fa capire che non si scherza vedi come tutti si mettono in riga

ovvio che ci sono sempre gli alunni che non studiano o che studiano poco ma questi sono un piccolo gruppo all' interno della classe

e cmq il lavoro in classe fa tanto

ovviamente NON sto dicendo che bisogna tralasciare la parte formale (registro, ecc.) ma, per come la vedo io, il docente svolge al meglio la sua funzione quando gli alunni apprendono

non basta lavorare; bisogna SAPER lavorare

E' vero, una classe intera che non studi o abbia costantemente insufficienze fa sorgere il sospetto che il docente non sia particolarmente capace, però... lo scarso rendimento è della classe non del docente.

Non puoi essere valutata nel rendimento al lavoro sui risultati che hanno gli alunni semplicemente perchè sono risultati non valutabili da terzi o difficilmente valutabili.
Un docente che avesse paura di questo tipo di valutazione non dovrebbe fare altro che alzare i voti.

Dimmi tu dall'esterno come si accorgerebbero dell'inganno?

In questo caso concordo con chicca e con gli altri: lo scarso rendimento è valutato in presenze, magari partecipazione a progetti e progettini, tenuta dei registri e cose così
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
chicca70



Messaggi : 2894
Data d'iscrizione : 26.12.14

MessaggioTitolo: Re: ora sì che siamo fritti... altro che ruolo...   Ven Ago 11, 2017 7:18 pm

Tra l'altro l'articolo parla espressamente di "dipendente colto in flagrante". Si può essere colti in flagrante se si sta alla macchinetta quando si dovrebbe stare in classe, ma come si fa ad essere colti in flagrante mentre si spiega in modo noioso o superficiale? Entra il dirigente, ascolta 5 minuti, sbadiglia, dice "che due scatole che mi fai venire, ora ti licenzio"?
Tornare in alto Andare in basso
Cozza

avatar

Messaggi : 8998
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioTitolo: Re: ora sì che siamo fritti... altro che ruolo...   Ven Ago 11, 2017 7:34 pm

però però a me è capitato il caso del collega che stava in classe a fare...boh, altro direi.
spesso leggeva libri, era uno studioso...intanto i ragazzi giocavano anche a calcio, in classe.
ecco in quel caso una eventuale entrata del ds lo avrebbe colto sul fatto (è capitato), ma più che un bel discorsetto che si fa? immagino la sua risposta: leggevo testo di altissimolivelloculturale (probabilmente era pure vero) ma nessuno mi ascoltava (probabile anche questo).
come si fa a provare, legalmente, un simile, inutile, stile di insegnamento, visto e considerato che poi con lui tutti avevano 8,9,10 (anche i nai che non parlavano italiano ovviamente).
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: ora sì che siamo fritti... altro che ruolo...   Ven Ago 11, 2017 10:17 pm

tellina ha scritto:
però però a me è capitato il caso del collega che stava in classe a fare...boh, altro direi.
spesso leggeva libri, era uno studioso...intanto i ragazzi giocavano anche a calcio, in classe.
ecco in quel caso una eventuale entrata del ds lo avrebbe colto sul fatto (è capitato), ma più che un bel discorsetto che si fa? 

 riflettevo su una cosa che ha messo a dura prova il mio autocontrollo  (non so fino a quando durerà ancora) e mi chiedevo perché alcune persone, nel 'lavoro' (chiamiamolo così anche se in alcuni casi non lo è completamente) NON vengano richiamate dall' alto e continuano imperterrite nei loro errori. 

Probabilmente ce li si tiene buone (fino a quando???) perchè  (al momento) sono utili ma il fatto di non richiamarle vuol dire che si sa che si tratta di tempo perso in quanto proprio non capiscono che stanno sbagliando perché convinte di operare adeguatamente o, ancora peggio, perché si vuole provocare.

(una volta ho avuto un collega che lavorava molto poco e male ma era l' unico che sapeva aggiustare la LIM, ecc. Insomma, con la scusa che avevano bisogno di lui, non veniva mai richiamato. )

Quindi, che si richiama a fare se certa gente proprio non ci arriva??? E ce ne sono di persone, e tante anche...

Lo stesso dicasi per il tuo collega che leggeva i libri in classe. 

Anche che gli si fa un richiamo formale si conclude qualcosa? No... e allora perché perdere tempo? Come si perde tempo a rispondere a delle domande senza senso. 

Ecco, ad uno che continua perennemente a leggere libri in classe, io una bella lettera di licenziamento la farei
Tornare in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 57231
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioTitolo: Re: ora sì che siamo fritti... altro che ruolo...   Ven Ago 11, 2017 11:47 pm

chicca70 ha scritto:
Galadriel ha scritto:

Il "rendimento" mi pare la voce più (potenzialmente) critica. Ma anche lì: se la mia programmazione è in regola e lo svolgimento pure, se non stiamo lì a prenderci il caffè o non vado a usare gli studenti come psicologi dei miei problemi di coppia (per dirne una), se non uso le ore di lezione per stare al pc a fare il corso sulla sicurezza anziché fare lezione (cosa che ho visto fare)... mi sento tranquilla. .

Questa è chiaramente l'interpretazione corretta. Scarso rendimento non significa avere una o più classi che non apprendono quanto dovuto, magari perché studiano poco o nulla, oppure ricevere proteste dei genitori per il carico di lavoro. Scarso rendimento è non lavorare e farsi i fatti propri. Come sempre, gli aspetti formali avranno la precedenza: se non compili il registro elettronico inserendo gli argomenti, è come se non li avessi svolti. Se inserisci velocemente i voti degli scritti, nessuno potrà accusarti di scarso rendimento. Se la programmazione è consegnata entro i termini, idem.
Visto che tutto ciò dipende solo da me, non ho nemmeno una briciola di timore.

Sono d'accordo con voi. Mi preoccuperò quando vedrò migliaia di insegnanti licenziati senza valido motivo, ma non credo che accadrà (ora come ora si fa fatica a licenziare anche quelli per cui i motivi ci sarebbero, come avete scritto anche voi, quindi non vedo nessun particolare pericolo).
Tornare in alto Andare in basso
chicca70



Messaggi : 2894
Data d'iscrizione : 26.12.14

MessaggioTitolo: Re: ora sì che siamo fritti... altro che ruolo...   Sab Ago 12, 2017 7:59 am

rita 76 ha scritto:
tellina ha scritto:
però però a me è capitato il caso del collega che stava in classe a fare...boh, altro direi.
spesso leggeva libri, era uno studioso...intanto i ragazzi giocavano anche a calcio, in classe.
ecco in quel caso una eventuale entrata del ds lo avrebbe colto sul fatto (è capitato), ma più che un bel discorsetto che si fa? 

 riflettevo su una cosa che ha messo a dura prova il mio autocontrollo  (non so fino a quando durerà ancora) e mi chiedevo perché alcune persone, nel 'lavoro' (chiamiamolo così anche se in alcuni casi non lo è completamente) NON vengano richiamate dall' alto e continuano imperterrite nei loro errori. 

Probabilmente ce li si tiene buone (fino a quando???) perchè  (al momento) sono utili ma il fatto di non richiamarle vuol dire che si sa che si tratta di tempo perso in quanto proprio non capiscono che stanno sbagliando perché convinte di operare adeguatamente o, ancora peggio, perché si vuole provocare.

(una volta ho avuto un collega che lavorava molto poco e male ma era l' unico che sapeva aggiustare la LIM, ecc. Insomma, con la scusa che avevano bisogno di lui, non veniva mai richiamato. )

Quindi, che si richiama a fare se certa gente proprio non ci arriva??? E ce ne sono di persone, e tante anche...

Lo stesso dicasi per il tuo collega che leggeva i libri in classe. 

Anche che gli si fa un richiamo formale si conclude qualcosa? No... e allora perché perdere tempo? Come si perde tempo a rispondere a delle domande senza senso. 

Ecco, ad uno che continua perennemente a leggere libri in classe, io una bella lettera di licenziamento la farei

Il tuo autocontrollo viene messo alla prova dal fatto che coloro che, a tuo dire, e solo a tuo dire, lavorano poco e male, e che tu vorresti vedere licenziati, non vengono almeno richiamati??? Attenzione a non perdere il controllo! Dare in smanie a scuola per futili motivi è molto più rischioso che insegnare poco e male. Forse sarebbe meglio che tu pensassi di più a ciò che devi fare tu e meno a giudicare cattivo il lavoro degli altri, che non è compito tuo.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: ora sì che siamo fritti... altro che ruolo...   Sab Ago 12, 2017 8:15 am

chicca70 ha scritto:
rita 76 ha scritto:
tellina ha scritto:
però però a me è capitato il caso del collega che stava in classe a fare...boh, altro direi.
spesso leggeva libri, era uno studioso...intanto i ragazzi giocavano anche a calcio, in classe.
ecco in quel caso una eventuale entrata del ds lo avrebbe colto sul fatto (è capitato), ma più che un bel discorsetto che si fa? 

 riflettevo su una cosa che ha messo a dura prova il mio autocontrollo  (non so fino a quando durerà ancora) e mi chiedevo perché alcune persone, nel 'lavoro' (chiamiamolo così anche se in alcuni casi non lo è completamente) NON vengano richiamate dall' alto e continuano imperterrite nei loro errori. 

Probabilmente ce li si tiene buone (fino a quando???) perchè  (al momento) sono utili ma il fatto di non richiamarle vuol dire che si sa che si tratta di tempo perso in quanto proprio non capiscono che stanno sbagliando perché convinte di operare adeguatamente o, ancora peggio, perché si vuole provocare.

(una volta ho avuto un collega che lavorava molto poco e male ma era l' unico che sapeva aggiustare la LIM, ecc. Insomma, con la scusa che avevano bisogno di lui, non veniva mai richiamato. )

Quindi, che si richiama a fare se certa gente proprio non ci arriva??? E ce ne sono di persone, e tante anche...

Lo stesso dicasi per il tuo collega che leggeva i libri in classe. 

Anche che gli si fa un richiamo formale si conclude qualcosa? No... e allora perché perdere tempo? Come si perde tempo a rispondere a delle domande senza senso. 

Ecco, ad uno che continua perennemente a leggere libri in classe, io una bella lettera di licenziamento la farei

Il tuo autocontrollo viene messo alla prova dal fatto che coloro che, a tuo dire, e solo a tuo dire, lavorano poco e male, e che tu vorresti vedere licenziati, non vengono almeno richiamati??? Attenzione a non perdere il controllo! Dare in smanie a scuola per futili motivi è molto più rischioso che insegnare poco e male. Forse sarebbe meglio che tu pensassi di più a ciò che devi fare tu e meno a giudicare cattivo il lavoro degli altri, che non è compito tuo.

No, non c' entra assolutamente nulla il mio autocontrollo con quelli che lavorano male. 

Deduco che non hai letto altri miei post.  Non importa. 

Cmq ribadisco che non c' entra nulla. 

Anche perché se gli altri lavorano male e' un problema loro e non mio e le  conseguenze se le subiscono loro
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: ora sì che siamo fritti... altro che ruolo...   Sab Ago 12, 2017 8:21 am

Galadriel ha scritto:
Sull'assenteismo: non credo si parli di assenza per malattia regolarmente certificata, di assenza su permesso entro i limiti e le norme. Se poi qualcuno sparisce, altrettando "regolarmente", in modi sospetti, si dovrà provvedere a dimostrare il dolo.

Io licenzierai immediatamente tutti quelli del sud che hanno il posto al  nord e che mandano certificati in continuazione e non si presentano mai a scuola.
Tornare in alto Andare in basso
chicca70



Messaggi : 2894
Data d'iscrizione : 26.12.14

MessaggioTitolo: Re: ora sì che siamo fritti... altro che ruolo...   Sab Ago 12, 2017 8:52 am

rita 76 ha scritto:


 riflettevo su una cosa che ha messo a dura prova il mio autocontrollo  (non so fino a quando durerà ancora) e mi chiedevo perché alcune persone, nel 'lavoro' (chiamiamolo così anche se in alcuni casi non lo è completamente) NON vengano richiamate dall' alto e continuano imperterrite nei loro errori. 


Ho letto gli altri post ma quanto sopra scritto non lascia adito ad errori. Poni in relazione il tuo autocontrollo con il fatto che alcune persone non vengano richiamate dai superiori.
Tornare in alto Andare in basso
chicca70



Messaggi : 2894
Data d'iscrizione : 26.12.14

MessaggioTitolo: Re: ora sì che siamo fritti... altro che ruolo...   Sab Ago 12, 2017 8:53 am

rita 76 ha scritto:
Galadriel ha scritto:
Sull'assenteismo: non credo si parli di assenza per malattia regolarmente certificata, di assenza su permesso entro i limiti e le norme. Se poi qualcuno sparisce, altrettando "regolarmente", in modi sospetti, si dovrà provvedere a dimostrare il dolo.

Io licenzierai immediatamente tutti quelli del sud che hanno il posto al  nord e che mandano certificati in continuazione e non si presentano mai a scuola.

E dai continuamente con questa brama di sangue... Non è compito tuo dire chi va o meno licenziato.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: ora sì che siamo fritti... altro che ruolo...   Sab Ago 12, 2017 9:04 am

chicca70 ha scritto:
rita 76 ha scritto:
Galadriel ha scritto:
Sull'assenteismo: non credo si parli di assenza per malattia regolarmente certificata, di assenza su permesso entro i limiti e le norme. Se poi qualcuno sparisce, altrettando "regolarmente", in modi sospetti, si dovrà provvedere a dimostrare il dolo.

Io licenzierai immediatamente tutti quelli del sud che hanno il posto al  nord e che mandano certificati in continuazione e non si presentano mai a scuola.

E dai continuamente con questa brama di sangue... Non è compito tuo dire chi va o meno licenziato.

certo che non è compito mio stabilire chi deve essere licenziato e chi no

ma non si tratta di "brama di sangue"; si tratta di 'senso di giustizia' nei confronti miei che sto a 1400 km dai miei genitori e di tutti coloro che sono cmq lontani e che come me fanno enormi sacrifici a stare lontano dai propri cari con tutto ciò che ne consegue...

ho un' amica che abita a 15 km da casa; lei va dai suoi una volta al giorno ed è tutt' altra cosa
Tornare in alto Andare in basso
Galadriel



Messaggi : 1377
Data d'iscrizione : 27.08.15

MessaggioTitolo: Re: ora sì che siamo fritti... altro che ruolo...   Sab Ago 12, 2017 9:11 am

rita 76 ha scritto:
Galadriel ha scritto:
Sull'assenteismo: non credo si parli di assenza per malattia regolarmente certificata, di assenza su permesso entro i limiti e le norme. Se poi qualcuno sparisce, altrettando "regolarmente", in modi sospetti, si dovrà provvedere a dimostrare il dolo.

Io licenzierai immediatamente tutti quelli del sud che hanno il posto al  nord e che mandano certificati in continuazione e non si presentano mai a scuola.

Non penso sia questione di sud o nord, e comunque, per fortuna non spetta a me licenziare ;-)
Mi limito a dire che esistono dei modi, già previsti dalla legge peraltro, per attuare un minimo di verifiche. Dalle visite fiscali in poi.

Mi pare che ci allarmiamo troppo. Non vedo grosse novità in queste regole né particolari rischi di licenziamento, se non per motivi piuttosto fondati e comunque sempre con l'onere della prova, se capisco bene, sul dirigente (il quale non si esporrà a cause per nulla).
Sul rendimento, rita76, parli di "saper insegnare". Certo. Ma come lo verifica un DS, come valuta "oggettivamente" la qualità del mio insegnamento?
Se sono in classe, spiego, interrogo, verifico, fornisco materiali, ho una programmazione sensata e coerente, non balliamo la macarena ma si può certificare (formalmente, ovvio) che faccio quello per cui sono pagata: posso non essere l'insegnante più chiara del mondo (mia paura, spero negli anni di migliorare), posso dare voti un po' alti o un po' bassi, ma non so bene cosa mi si possa contestare.
Certo, può esserci una voglia di spingerci a fare millemila progetti, volontariato per gite, corsi pomeridiani ecc. Ma abbiamo un contratto che dice cosa dobbiamo fare, quindi in base a cosa si può misurare il nostro "rendimento".
Non so, sono in ansia per molte cose con l'anno di prova in arrivo (nuove classi, nuova scuola), ma non per queste "minacce" qui.
Tornare in alto Andare in basso
Online
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: ora sì che siamo fritti... altro che ruolo...   Sab Ago 12, 2017 9:11 am

chicca70 ha scritto:
rita 76 ha scritto:


 riflettevo su una cosa che ha messo a dura prova il mio autocontrollo  (non so fino a quando durerà ancora) e mi chiedevo perché alcune persone, nel 'lavoro' (chiamiamolo così anche se in alcuni casi non lo è completamente) NON vengano richiamate dall' alto e continuano imperterrite nei loro errori. 


Ho letto gli altri post ma quanto sopra scritto non lascia adito ad errori. Poni in relazione il tuo autocontrollo con il fatto che alcune persone non vengano richiamate dai superiori.

gli altri post non sono in questo topic
Tornare in alto Andare in basso
Galadriel



Messaggi : 1377
Data d'iscrizione : 27.08.15

MessaggioTitolo: Re: ora sì che siamo fritti... altro che ruolo...   Sab Ago 12, 2017 9:16 am

rita 76 ha scritto:
chicca70 ha scritto:
rita 76 ha scritto:
Galadriel ha scritto:
Sull'assenteismo: non credo si parli di assenza per malattia regolarmente certificata, di assenza su permesso entro i limiti e le norme. Se poi qualcuno sparisce, altrettando "regolarmente", in modi sospetti, si dovrà provvedere a dimostrare il dolo.

Io licenzierai immediatamente tutti quelli del sud che hanno il posto al  nord e che mandano certificati in continuazione e non si presentano mai a scuola.

E dai continuamente con questa brama di sangue... Non è compito tuo dire chi va o meno licenziato.

certo che non è compito mio stabilire chi deve essere licenziato e chi no

ma non si tratta di "brama di sangue"; si tratta di 'senso  di giustizia' nei confronti miei che sto a 1400 km dai miei genitori e di tutti coloro che sono cmq lontani e che come me fanno enormi sacrifici a stare lontano dai propri cari con tutto ciò che ne consegue...

ho un' amica che abita a 15 km da casa; lei va dai suoi una volta al giorno  ed è tutt' altra cosa

Lo capisco, umanamente lo capisco.
Ma sai, diventa una china dannosa prima di tutto per te stessa.
Abbiamo tutti, e in tutti i lavori, avuto colleghi più o meno "vagabondi", credo.
Se ci sono gli estremi legali per un provvedimento, saranno altri a prenderlo (non credo che i DS amino avere docenti perennemente da sostituire). Noi possiamo solo concentrarci sul nostro, di lavoro. Ne va della salute del fegato ;-)
Tornare in alto Andare in basso
Online
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: ora sì che siamo fritti... altro che ruolo...   Sab Ago 12, 2017 9:23 am

Galadriel ha scritto:
Noi possiamo solo concentrarci sul nostro, di lavoro. Ne va della salute del fegato ;-)

è vero... chissà come sarà il mio povero fegato...
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: ora sì che siamo fritti... altro che ruolo...   Sab Ago 12, 2017 9:28 am

Galadriel ha scritto:
Certo, può esserci una voglia di spingerci a fare millemila progetti, volontariato per gite, corsi pomeridiani ecc. Ma abbiamo un contratto che dice cosa dobbiamo fare, quindi in base a cosa si può misurare il nostro "rendimento".

non mi riferisco ai progetti... conosco tante persone che li fanno solo per arrotondare lo stipendio (anche se non tutti, per fortuna)

concordo con te sul fatto che sia sul lavoro curricolare e non su quello extracurricolare che si viene valutati sul rendimento

ciò non toglie che se uno fa anche progetti è ben visto da chi dirige la scuola, ma questo è un qualcosa che va OLTRE anche secondo me...
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: ora sì che siamo fritti... altro che ruolo...   Sab Ago 12, 2017 9:36 am

Galadriel ha scritto:
Se sono in classe, spiego, interrogo, verifico, fornisco materiali, ho una programmazione sensata e coerente, non balliamo la macarena ma si può certificare (formalmente, ovvio) che faccio quello per cui sono pagata: posso non essere l'insegnante più chiara del mondo (mia paura, spero negli anni di migliorare), posso dare voti un po' alti o un po' bassi, ma non so bene cosa mi si possa contestare.

guarda, il tuo ragionamento in linea di principio non fa una piega.

ma ti assicuro che ci sono tanti docenti (e sicuramente lo saprai meglio di me) che non sanno tenere la classe, che 'spiegano' sempre e soltanto i film che fanno vedere, ecc. insomma, che pur stando in classe, non svolgono al meglio la propria funzione.

pure io posso fare leggere un brano e tradurlo (e nessuno può dire che io non abbia lavorato) ma un conto è limitarsi alla traduzione, un altro conto è passare all' analisi del testo con tutto il resto.

era per farti un esempio banale. certamente il ds questo non lo può oggettivamente valutare ma secondo me i genitori sì

per quanto riguarda il miglioramento apprezzo molto il fatto che tu abbia codesto obiettivo perchè non tutti i docenti se lo prefiggono

anch' io 'sbaglio' ma cerco di migliorarmi in continuazione ;-)
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: ora sì che siamo fritti... altro che ruolo...   Sab Ago 12, 2017 9:57 am

Galadriel ha scritto:
Sul rendimento, rita76, parli di "saper insegnare". Certo. Ma come lo verifica un DS, come valuta "oggettivamente" la qualità del mio insegnamento?

ti dico solo questa e poi chiudo perchè devo uscire anche se magari mi collego dal telefonino da fuori come spesso capita ;-)

è vero che un ds potrebbe non saper valutare la qualità del nostro insegnamento ma un minimo di autovalutazione la sanno fare pure i ragazzi

ti racconto questa perchè mi è rimasta impressa

un giorno, sulla spiaggia, ho conosciuto un ragazzino di scuola media e mi ha detto che la sua è una classe particolarmente vivace e che, su 30 alunni (non ricordo il numero preciso ma più o meno il numero è quello), 20 fanno "casino" e lui mi ha detto di sua spontanea iniziativa di essere il 21°

per come me l' ha detto mi veniva da ridere anche se non l' ho fatto... però ho pensato: "caspita... e lo ammette pure..."
Tornare in alto Andare in basso
chicca70



Messaggi : 2894
Data d'iscrizione : 26.12.14

MessaggioTitolo: Re: ora sì che siamo fritti... altro che ruolo...   Sab Ago 12, 2017 10:02 am

rita 76 ha scritto:


ma ti assicuro che ci sono tanti docenti (e sicuramente lo saprai meglio di me) che non sanno tenere la classe, che 'spiegano' sempre e soltanto i film che fanno vedere, ecc. insomma, che pur stando in classe, non svolgono al meglio la propria funzione.

pure io posso fare leggere un brano e tradurlo (e nessuno può dire che io non abbia lavorato) ma un conto è limitarsi alla certamente il ds questo non lo può oggettivamente valutare ma secondo me i genitori sì)

E sempre lì si ritorna, al giudicare il lavoro altrui. Si vede proprio che non puoi farne a meno. È un'ossessione.
A parte il fatto che al 90 % dei genitori interessa solo il voto, e giudicherebbero benissimo ogni docente capra che tiene i voti alti... come fanno i genitori a valutare il lavoro di un docente di una materia che non conoscono? Io insegno latino e più di metà dei genitori dei miei alunni non ha mai studiato questa disciplina. Cosa valutano? Come posso valutare io il lavoro dell'insegnante di matematica di mio figlio? Posso tutt'al più venire a sapere se spiega o se legge il giornale. Nient'altro.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: ora sì che siamo fritti... altro che ruolo...   Sab Ago 12, 2017 10:24 am

chicca70 ha scritto:
come fanno i genitori a valutare il lavoro di un docente di una materia che non conoscono? Io insegno latino e più di metà dei genitori dei miei alunni non ha mai studiato questa disciplina. Cosa valutano?

nel tuo caso con il latino è più difficile ma alle scuole medie riescono benissimo a seguirli.

e cmq spesso capita che si hanno parenti che insegnano materie delle medie e può capitare che mandino i ragazzi da loro per farli migliorare ma anche per vedere quanto e cosa hanno appreso

ecco perchè per certi versi ha ragione ushikawa quando afferma che i genitori vogliono 'valutare' il docente o, meglio, il lavoro del docente
Tornare in alto Andare in basso
Axe



Messaggi : 25
Data d'iscrizione : 09.08.17

MessaggioTitolo: Re: ora sì che siamo fritti... altro che ruolo...   Sab Ago 12, 2017 10:33 am

Oppure li mandano a lezione da qualcuno e chiedono se il prof. Ha lavorato bene o no.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: ora sì che siamo fritti... altro che ruolo...   Sab Ago 12, 2017 10:44 am

Axe ha scritto:
Oppure li mandano a lezione da qualcuno e chiedono se il prof. Ha lavorato bene o no.

esatto!!!

chiedono di guardare i quaderni, chiedono a che punto è il famoso 'programma' a cui i genitori tengono tanto, interrogano il ragazzo, ecc.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 9791
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioTitolo: Re: ora sì che siamo fritti... altro che ruolo...   Sab Ago 12, 2017 10:49 am

e quando anche lo facessero. (lo fanno già) e la risposta fosse: guarda qui, questo docente è un cretino, figurati doveva essere a pagina 350 come nella classe del cugino della figlia di un mio amico..................

il genitore cosa fa? va dal dirigente e dice: senta, il fratello della fidanzata di mio fratello che fa ripetizione ha visto i quaderni di mio figlio e ha detto che il prof Rossi è un incapace.


Quale scenario dopo?


Dai, Rita, Axe, mettetevi tranquilli.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
 
ora sì che siamo fritti... altro che ruolo...
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 17Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3 ... 9 ... 17  Seguente
 Argomenti simili
-
» vabbe visto che siamo in vena di anneddoti ... e manie .. vi racconto quelle di Mau
» Non siamo tutti uguali
» Ma noi... siamo Dio?...
» Siamo liberi?
» ma tra un tentativo e l'altro?

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: