Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 ora sì che siamo fritti... altro che ruolo...

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4 ... 10 ... 17  Seguente
AutoreMessaggio
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: ora sì che siamo fritti... altro che ruolo...   Gio Ago 10, 2017 12:52 pm

Promemoria primo messaggio :

http://www.tecnicadellascuola.it/item/32022-pubblico-impiego-ecco-quando-scatta-il-licenziamento-lampo.html

Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
chicca70



Messaggi : 2901
Data d'iscrizione : 26.12.14

MessaggioTitolo: Re: ora sì che siamo fritti... altro che ruolo...   Sab Ago 12, 2017 11:47 am

rita 76 ha scritto:
Axe ha scritto:
Oppure li mandano a lezione da qualcuno e chiedono se il prof. Ha lavorato bene o no.

esatto!!!

chiedono di guardare i quaderni, chiedono a che punto è il famoso 'programma' a cui i genitori tengono tanto, interrogano il ragazzo, ecc.

Interrogare il ragazzo che ha un 4 non significa valutare il docente, significa valutare il ragazzo. Mi preoccuperei di più se, interrogando uno studente a cui ho dato 8, questi facesse scena muta. Motivo per cui nelle quinte tengo bassi i voti.
Il programma dipende dal docente solo in parte, come sa benissimo chi ha avuto classi parallele. Basta che una classe vada in gita per 5 giorni e l'altra no, che si perdano 2 o 3 ore in una classe causa assemblee di istituto, che il numero degli studenti sia più alto rispetto all'altra e quindi ci si metta più tempo ad interrogare, basta che una classe fosse più indietro già nell'anno precedente... In tal modo il programma svolto può essere sensibilmente diverso e meno corposo. Eppure il docente è il medesimo.
Rimuginare su queste cose indica che qualcosa non va.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: ora sì che siamo fritti... altro che ruolo...   Sab Ago 12, 2017 11:54 am

chicca70 ha scritto:
rita 76 ha scritto:
Axe ha scritto:
Oppure li mandano a lezione da qualcuno e chiedono se il prof. Ha lavorato bene o no.

esatto!!!

chiedono di guardare i quaderni, chiedono a che punto è il famoso 'programma' a cui i genitori tengono tanto, interrogano il ragazzo, ecc.

Interrogare il ragazzo che ha un 4 non significa valutare il docente, significa valutare il ragazzo. Mi preoccuperei di più se, interrogando uno studente a cui ho dato 8, questi facesse scena muta. Motivo per cui nelle quinte tengo bassi i voti.
Il programma dipende dal docente solo in parte, come sa benissimo chi ha avuto classi parallele. Basta che una classe vada in gita per 5 giorni e l'altra no, che si perdano 2 o 3 ore in una classe causa assemblee di istituto, che il numero degli studenti sia più alto rispetto all'altra e quindi ci si metta più tempo ad interrogare, basta che una classe fosse più indietro già nell'anno precedente... In tal modo il programma svolto può essere sensibilmente diverso e meno corposo. Eppure il docente è il medesimo.
Rimuginare su queste cose indica che qualcosa non va.

Queste cose le so benissimo. 

Il problema è che i ds 'devono' ascoltare i genitori ed anche se si rendono conto che i docenti hanno ragione spesso accontentano i genitori.  

La teoria è una cosa; la realtà è un' altra
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: ora sì che siamo fritti... altro che ruolo...   Sab Ago 12, 2017 11:56 am

Ire ha scritto:
e quando anche lo facessero.  (lo fanno già)  e la risposta fosse:  guarda qui, questo docente è un cretino, figurati doveva essere a pagina 350 come nella classe del cugino della figlia di un mio amico..................

il genitore cosa fa?  va dal dirigente e dice: senta,  il fratello della fidanzata di mio fratello che fa ripetizione ha visto i quaderni di mio figlio e ha detto che il prof Rossi è un incapace.


Quale scenario dopo?

Succede proprio questo.  

Nella maggior parte dei casi non succede nulla ma nella maggior parte non significa "sempre". 

Io ti dico che sono in continua riflessione e ci sono situazioni nelle quali non so se ridere ( forse sì) o piangere (forse no)...

Ma in entrambi i casi "forse"...


Ultima modifica di rita 76 il Sab Ago 12, 2017 12:00 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
chicca70



Messaggi : 2901
Data d'iscrizione : 26.12.14

MessaggioTitolo: Re: ora sì che siamo fritti... altro che ruolo...   Sab Ago 12, 2017 11:59 am

rita 76 ha scritto:
chicca70 ha scritto:
rita 76 ha scritto:
Axe ha scritto:
Oppure li mandano a lezione da qualcuno e chiedono se il prof. Ha lavorato bene o no.

esatto!!!

chiedono di guardare i quaderni, chiedono a che punto è il famoso 'programma' a cui i genitori tengono tanto, interrogano il ragazzo, ecc.

Interrogare il ragazzo che ha un 4 non significa valutare il docente, significa valutare il ragazzo. Mi preoccuperei di più se, interrogando uno studente a cui ho dato 8, questi facesse scena muta. Motivo per cui nelle quinte tengo bassi i voti.
Il programma dipende dal docente solo in parte, come sa benissimo chi ha avuto classi parallele. Basta che una classe vada in gita per 5 giorni e l'altra no, che si perdano 2 o 3 ore in una classe causa assemblee di istituto, che il numero degli studenti sia più alto rispetto all'altra e quindi ci si metta più tempo ad interrogare, basta che una classe fosse più indietro già nell'anno precedente... In tal modo il programma svolto può essere sensibilmente diverso e meno corposo. Eppure il docente è il medesimo.
Rimuginare su queste cose indica che qualcosa non va.

Queste cose le so benissimo. 

Il problema è che i ds 'devono' ascoltare i genitori ed anche se si rendono conto che i docenti hanno ragione spesso accontentano i genitori.  

La teoria è una cosa; la realtà è un' altra

Mai visto accontentare i genitori, licenziando un docente o anche solo sanzionandolo senza basi concrete di violazioni reali. Altrimenti la scuola sarebbe deserta. Ho visto dirigenti ascoltare i genitori, far finta di dar loro ragione e poi fregarsene altamente e magari fare anche commenti maligni sui genitori medesimi.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: ora sì che siamo fritti... altro che ruolo...   Sab Ago 12, 2017 12:01 pm

chicca70 ha scritto:
rita 76 ha scritto:
chicca70 ha scritto:
rita 76 ha scritto:
Axe ha scritto:
Oppure li mandano a lezione da qualcuno e chiedono se il prof. Ha lavorato bene o no.

esatto!!!

chiedono di guardare i quaderni, chiedono a che punto è il famoso 'programma' a cui i genitori tengono tanto, interrogano il ragazzo, ecc.

Interrogare il ragazzo che ha un 4 non significa valutare il docente, significa valutare il ragazzo. Mi preoccuperei di più se, interrogando uno studente a cui ho dato 8, questi facesse scena muta. Motivo per cui nelle quinte tengo bassi i voti.
Il programma dipende dal docente solo in parte, come sa benissimo chi ha avuto classi parallele. Basta che una classe vada in gita per 5 giorni e l'altra no, che si perdano 2 o 3 ore in una classe causa assemblee di istituto, che il numero degli studenti sia più alto rispetto all'altra e quindi ci si metta più tempo ad interrogare, basta che una classe fosse più indietro già nell'anno precedente... In tal modo il programma svolto può essere sensibilmente diverso e meno corposo. Eppure il docente è il medesimo.
Rimuginare su queste cose indica che qualcosa non va.

Queste cose le so benissimo. 

Il problema è che i ds 'devono' ascoltare i genitori ed anche se si rendono conto che i docenti hanno ragione spesso accontentano i genitori.  

La teoria è una cosa; la realtà è un' altra

Mai visto accontentare i genitori, licenziando un docente o anche solo sanzionandolo senza basi concrete di violazioni reali. Altrimenti la scuola sarebbe deserta. Ho visto dirigenti ascoltare i genitori, far finta di dar loro ragione e poi fregarsene altamente e magari fare anche commenti maligni sui genitori medesimi.

Per arrivare alle sanzioni ce ne vuole ma spesso si chiede al docente di cambiare scuola perché non voluto dai genitori
Tornare in alto Andare in basso
chicca70



Messaggi : 2901
Data d'iscrizione : 26.12.14

MessaggioTitolo: Re: ora sì che siamo fritti... altro che ruolo...   Sab Ago 12, 2017 12:08 pm

rita 76 ha scritto:
chicca70 ha scritto:
rita 76 ha scritto:
chicca70 ha scritto:
rita 76 ha scritto:
Axe ha scritto:
Oppure li mandano a lezione da qualcuno e chiedono se il prof. Ha lavorato bene o no.

esatto!!!

chiedono di guardare i quaderni, chiedono a che punto è il famoso 'programma' a cui i genitori tengono tanto, interrogano il ragazzo, ecc.

Interrogare il ragazzo che ha un 4 non significa valutare il docente, significa valutare il ragazzo. Mi preoccuperei di più se, interrogando uno studente a cui ho dato 8, questi facesse scena muta. Motivo per cui nelle quinte tengo bassi i voti.
Il programma dipende dal docente solo in parte, come sa benissimo chi ha avuto classi parallele. Basta che una classe vada in gita per 5 giorni e l'altra no, che si perdano 2 o 3 ore in una classe causa assemblee di istituto, che il numero degli studenti sia più alto rispetto all'altra e quindi ci si metta più tempo ad interrogare, basta che una classe fosse più indietro già nell'anno precedente... In tal modo il programma svolto può essere sensibilmente diverso e meno corposo. Eppure il docente è il medesimo.
Rimuginare su queste cose indica che qualcosa non va.

Queste cose le so benissimo. 

Il problema è che i ds 'devono' ascoltare i genitori ed anche se si rendono conto che i docenti hanno ragione spesso accontentano i genitori.  

La teoria è una cosa; la realtà è un' altra

Mai visto accontentare i genitori, licenziando un docente o anche solo sanzionandolo senza basi concrete di violazioni reali. Altrimenti la scuola sarebbe deserta. Ho visto dirigenti ascoltare i genitori, far finta di dar loro ragione e poi fregarsene altamente e magari fare anche commenti maligni sui genitori medesimi.

Per arrivare alle sanzioni ce ne vuole ma spesso si chiede al docente di cambiare scuola perché non voluto dai genitori

Spesso????? Mai, mai, mai, e ancora mai accaduto nella mia esperienza. Persone odiate da genitori e studenti rimangono nella stessa scuola per decenni.
Poi, sentiamo: e se il docente risponde che non ha nessuna intenzione di chiedere il trasferimento, visto che non è così facile essere trasferiti per incompatibilità ambientale, che succede? Succede che il dirigente fa la figura del pirla. Al massimo può darti una brutta cattedra, farti fare un brutto orario, e poi?
Tornare in alto Andare in basso
chicca70



Messaggi : 2901
Data d'iscrizione : 26.12.14

MessaggioTitolo: Re: ora sì che siamo fritti... altro che ruolo...   Sab Ago 12, 2017 12:11 pm

Comunque, se per caso la situazione che descrivi fosse quella delle medie, sono ben felice di non averci mai lavorato.
Tornare in alto Andare in basso
michetta

avatar

Messaggi : 4716
Data d'iscrizione : 17.08.11

MessaggioTitolo: Re: ora sì che siamo fritti... altro che ruolo...   Sab Ago 12, 2017 12:31 pm

chicca70 ha scritto:
Comunque, se per caso la situazione che descrivi fosse quella delle medie, sono ben felice di non averci mai lavorato.

Chicca, sono alle medie da oltre 10 anni e non mi è mai capitato (sono in ruolo solo da 2 anni nella medesima scuola, ma da precaria ho lavorato in numerose scuole. Di lamentele dei genitori ne ho sentite tante, eppure...)
Tornare in alto Andare in basso
Online
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: ora sì che siamo fritti... altro che ruolo...   Sab Ago 12, 2017 1:05 pm

michetta ha scritto:
chicca70 ha scritto:
Comunque, se per caso la situazione che descrivi fosse quella delle medie, sono ben felice di non averci mai lavorato.

Chicca, sono alle medie da oltre 10 anni e non mi è mai capitato (sono in ruolo solo da 2 anni nella medesima scuola, ma da precaria ho lavorato in numerose scuole. Di lamentele dei genitori ne ho sentite tante, eppure...)

Michetta, io non so se tu hai insegnato sempre sul sostegno o hai avuto anche le classi.

Perché, capisci bene che avere pochi genitori nel sostegno non è la stessa cosa dei numerosi genitori delle 6 o 9 classi delle lingue. 

Ovvio che si può lamentare anche un unico genitore ma più genitori ci si trova a fronteggiare e maggiori sono le possibilità di non piacere loro.

Tra l' altro è veramente difficile, anzi... impossibile, andare bene a circa 150 ed oltre genitori...
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: ora sì che siamo fritti... altro che ruolo...   Sab Ago 12, 2017 1:08 pm

chicca70 ha scritto:
Comunque, se per caso la situazione che descrivi fosse quella delle medie, sono ben felice di non averci mai lavorato.

Non si tratta di medie o superiori.  

I docenti che non piacciono sono ovunque anche se alle superiori i genitori possono intromettersi di meno perché ne capiscono di meno di certe discipline  (latino ecc) oltre al fatto che il programma delle superiori anche della stessa matematica non è quello delle medie . 

Senza dimenticare che le medie sono scuole dell' obbligo. 

In ogni caso il fatto che non sia successo a te (pure a me hanno insistito che non potevo chiedere trasferimento quando invece potevo) non significa che non esistano situazioni di questo genere

Mi sono capitati colleghi che mi hanno detto di guardare loro i posti liberi per i trasferimenti o per le AP perché costretti a chiederli.

Che una cosa non succeda a noi personalmente non significache non accada generalmente e tu, secondo me, dovresti mettere i piedi un po' più per terra.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: ora sì che siamo fritti... altro che ruolo...   Sab Ago 12, 2017 1:19 pm

michetta ha scritto:
chicca70 ha scritto:
Comunque, se per caso la situazione che descrivi fosse quella delle medie, sono ben felice di non averci mai lavorato.

Chicca, sono alle medie da oltre 10 anni e non mi è mai capitato (sono in ruolo solo da 2 anni nella medesima scuola, ma da precaria ho lavorato in numerose scuole. Di lamentele dei genitori ne ho sentite tante, eppure...)

Certo.. che i ds non dicono ai docenti di cambiare scuola di fronte alle singole lamentele dei genitori; sono casi piuttosto pesanti e rari ma ci sono come esistono i trasferimenti d' ufficio per incompatibilità ambientale , casi rarissimi ma esistenti
Tornare in alto Andare in basso
michetta

avatar

Messaggi : 4716
Data d'iscrizione : 17.08.11

MessaggioTitolo: Re: ora sì che siamo fritti... altro che ruolo...   Sab Ago 12, 2017 1:36 pm

rita 76 ha scritto:
michetta ha scritto:
chicca70 ha scritto:
Comunque, se per caso la situazione che descrivi fosse quella delle medie, sono ben felice di non averci mai lavorato.

Chicca, sono alle medie da oltre 10 anni e non mi è mai capitato (sono in ruolo solo da 2 anni nella medesima scuola, ma da precaria ho lavorato in numerose scuole. Di lamentele dei genitori ne ho sentite tante, eppure...)

Michetta, io non so se tu hai insegnato sempre sul sostegno o hai avuto anche le classi.
E' due anni che sono su AD00, prima ho solo avuto classi sulla mia materia

Perché, capisci bene che avere pochi genitori nel sostegno non è la stessa cosa dei numerosi genitori delle 6 o 9 classi delle lingue. 
lo capisco. Io sono di lingue, comunque. E ho sentito lamentele dei genitori delle mie classi sia verso i curricolari, che verso i docenti di dostegno (quando ancora non lo ero)

Ovvio che si può lamentare anche un unico genitore ma più genitori ci si trova a fronteggiare e maggiori sono le possibilità di non piacere loro.
Tu sei su inglese (2 sezioni=6 classi), io ero su II lingua comunitaria, quindi in tanti anni di precariato di genitori ne ho conosciuti (3 sezioni intere per anno=9 classi)

Tra l' altro è veramente difficile, anzi... impossibile, andare bene a circa 150 ed oltre genitori...
Esatto! Quindi non mi preoccuperei più di tanto.
Comunque è anche difficile andare bene a solo due coppie di genitori (sostegno) e per le ragioni che certo comprenderai, talvolta può esserlo ancor di più. Per la legge dei grandi numeri tu hai più possibilità di me di non andare bene ai genitori dei tuoi studenti, ma se sai di fare con coscienza ed impegno il tuo lavoro, non mi creerei fantasie inutili.
Tornare in alto Andare in basso
Online
michetta

avatar

Messaggi : 4716
Data d'iscrizione : 17.08.11

MessaggioTitolo: Re: ora sì che siamo fritti... altro che ruolo...   Sab Ago 12, 2017 1:40 pm

rita 76 ha scritto:
michetta ha scritto:
chicca70 ha scritto:
Comunque, se per caso la situazione che descrivi fosse quella delle medie, sono ben felice di non averci mai lavorato.

Chicca, sono alle medie da oltre 10 anni e non mi è mai capitato (sono in ruolo solo da 2 anni nella medesima scuola, ma da precaria ho lavorato in numerose scuole. Di lamentele dei genitori ne ho sentite tante, eppure...)

Certo.. che i ds non dicono ai docenti di cambiare scuola di fronte alle singole lamentele dei genitori; sono casi piuttosto pesanti e rari ma ci sono come esistono i trasferimenti d' ufficio per incompatibilità ambientale , casi rarissimi ma esistenti

Cioè? Questa situazione non la conosco, ma se ne parli vuol dire che esiste (rarissimamente). Mi spieghi meglio per favore? Trasferimento d'ufficio di chi? Del Ds? Del docente? Di entrambi? E da parte di chi? L'usp, l'usr?
Tornare in alto Andare in basso
Online
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: ora sì che siamo fritti... altro che ruolo...   Sab Ago 12, 2017 2:24 pm

michetta ha scritto:
rita 76 ha scritto:
michetta ha scritto:
chicca70 ha scritto:
Comunque, se per caso la situazione che descrivi fosse quella delle medie, sono ben felice di non averci mai lavorato.

Chicca, sono alle medie da oltre 10 anni e non mi è mai capitato (sono in ruolo solo da 2 anni nella medesima scuola, ma da precaria ho lavorato in numerose scuole. Di lamentele dei genitori ne ho sentite tante, eppure...)

Certo.. che i ds non dicono ai docenti di cambiare scuola di fronte alle singole lamentele dei genitori; sono casi piuttosto pesanti e rari ma ci sono come esistono i trasferimenti d' ufficio per incompatibilità ambientale , casi rarissimi ma esistenti

Cioè? Questa situazione non la conosco, ma se ne parli vuol dire che esiste (rarissimamente). Mi spieghi meglio per favore? Trasferimento d'ufficio di chi? Del Ds? Del docente? Di entrambi? E da parte di chi? L'usp, l'usr?

Ora sono fuori e dal telefonino non riesco ad inseriti qualche link sul trasferimento ambientale.  

Praticamente riguarda tutti (ds, docenti, personale ATA, ecc)

Può avvenire in vari modi: nella maniera più 'tranquilla' (a voce invitando la persona a chiedere trasferimento e nessuno sa i problemi che ci sono) ed ovviamente quando succede la persona non dirà mai la verità ma farà partire la cosa come se volesse di sua volontà il trasferimento 

Ma il superiore (a dire il vero non ricordo se lo può fare anche il ds per il docente o lo deve fare l' usp o l' usr) può anche fare il trasferimento formale  (per iscritto) jn cui la persona in questione si trova trasferita d' ufficio altrove
 
Penso che alla persona venga comunicato ma come ben sai non sempre la normativa viene seguita. 

Ho saputo di una ds che si è trovata trasferita da una provincia in un' altra senza sapere nulla. 

Non so se lei veramente non sapesse nulla (ma non lo escludo) o se quando l' ha saputo da altri ha fatto finta di non  saperlo.

Cmq ci sono tante situazioni 'nascoste'. Per esempio ci sono Ds che chiedono trasferimento alle superiori perché non sono accettati dai docenti o dai genitori e per non fare vedere nulla, lo fanno passare come un 'voglio provare una nuova esperienza, quella delle superiori '.

Ci sono altri casi più leggeri dove una buona parte del personale ATA viene trasferito in scuole diverse dello stesso istituto (uno in una scuola, uno in un' altra, ecc) perchè litigavano tra di loro.

Infatti la stessa continuità didattica per legge dovrebbe avvenire tranne in casi di incompatibilità ambientale  (quando per esempio i genitori non vogliono il docente x che viene trasferito in un' altra classe o sezione della stessa scuola).

Cmq il trasferimento per incompatibilità ambientale vero e proprio (quello Ufficiale) avviene da una scuola ad un' altra
 
Di solito si cerca sempre di salvare le persone facendo sì che chiedano loro stesse il trasferimento altrimenti si rischiano ispezioni o cose ancora peggiori tipo denunce neuroni casi limite

La normativa di riferimento non la ricordo precisamente perché so delle cose ma non ricordo le leggo perché sono davvero tanti, troppi

Spero di esserti stata utile; in ogni caso stasera o domani, quando sono a casa, ti trovo qualcosa su internet e te lo linko.

Ora ti lascio perché sono fuori ed ho paura che mi lascia la batteria.  

Ho fatto un interventi cosìuno per il grande rispetto e la grande stima che ho nei tuoi confronti perché ad altri avrei risposto con calma senza problemi di batteria. 

Cmq se hai altri dubbi chiedi pure ma se non ti rispondo sai perché è anche se ogni tanto mi collego posso stare poco al cellulare
Tornare in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 57305
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioTitolo: Re: ora sì che siamo fritti... altro che ruolo...   Sab Ago 12, 2017 3:09 pm

rita 76 ha scritto:
Infatti la stessa continuità didattica per legge dovrebbe avvenire tranne in casi di incompatibilità ambientale  (quando per esempio i genitori non vogliono il docente x che viene trasferito in un' altra classe o sezione della stessa scuola).

Non mi risulta che la continuità didattica sia prevista da qualche legge. Se il rapporto tra il docente e la classe (e i genitori) è problematico, mi sembra ragionevole che il Ds provi con un docente diverso, anche a tutela del docente stesso che in quella classe non credo che sia nelle condizioni di lavorare serenamente (e non è affatto detto che sia per colpa sua, ma a volte si creano delle dinamiche che è meglio spezzare). Se un docente, un ATA o anche un Ds non sa comportarsi sul posto di lavoro perché ha rapporti conflittuali con i colleghi o con le altre componenti e non è capace di contenersi in pubblico, anche in questo caso mi sembra ragionevole che gli si consigli di provare in un'altra scuola per vedere se le cose vanno meglio: in fondo di scuole ce ne sono tante, anche più o meno alla stessa distanza dalla propria abitazione, e non capisco perché incaponirsi a rimanere dove le cose non funzionano; io non aspetterei nemmeno che me lo suggerissero, ma lo farei da solo. Se poi le dinamiche si ripetono in tutte le scuole, il sospetto che la responsabilità sia del docente (o ATA o Ds) trasferito mi sembra legittimo e allora si vedrà se ci sono gli estremi per un provvedimento disciplinare oppure no.
Tutto questo però non c'entra niente con la paura di essere licenziati per insufficiente rendimento e perché i ragazzi non apprendono e i genitori si lamentano, che è quello da cui eravamo partiti.
Tornare in alto Andare in basso
chicca70



Messaggi : 2901
Data d'iscrizione : 26.12.14

MessaggioTitolo: Re: ora sì che siamo fritti... altro che ruolo...   Sab Ago 12, 2017 3:36 pm

rita 76 ha scritto:
michetta ha scritto:
chicca70 ha scritto:
Comunque, se per caso la situazione che descrivi fosse quella delle medie, sono ben felice di non averci mai lavorato.

Chicca, sono alle medie da oltre 10 anni e non mi è mai capitato (sono in ruolo solo da 2 anni nella medesima scuola, ma da precaria ho lavorato in numerose scuole. Di lamentele dei genitori ne ho sentite tante, eppure...)

sono casi piuttosto pesanti e rari ma ci sono come esistono i trasferimenti d' ufficio per incompatibilità ambientale , casi rarissimi ma esistenti

Se tu che hai detto che accade spesso... Ora sostieni che sono casi rari. Deciditi: accade spesso o di rado?
Francamente a me sembra che sia tu a non vivere nella realtà, piena come sei di paure e di fantasmi di dirigenti che ti cacciano. Se non violi regole serie, non ti caccia nessuno, anche se i genitori si lagnano perché non hai spiegato il sottoparagrafetto a pagina 247.
Il non avere continuità su una classe non è trasferimento, anzi, può essere ottimizzazione del personale, se il rapporto fra un docente ed una classe non è produttivo. Anzi, ho sentito io stessa colleghe che facevano richiesta al dirigente di non avere più una classe in cui si erano trovate male.

Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: ora sì che siamo fritti... altro che ruolo...   Sab Ago 12, 2017 5:08 pm

chicca70 ha scritto:
rita 76 ha scritto:
michetta ha scritto:
chicca70 ha scritto:
Comunque, se per caso la situazione che descrivi fosse quella delle medie, sono ben felice di non averci mai lavorato.

Chicca, sono alle medie da oltre 10 anni e non mi è mai capitato (sono in ruolo solo da 2 anni nella medesima scuola, ma da precaria ho lavorato in numerose scuole. Di lamentele dei genitori ne ho sentite tante, eppure...)

sono casi piuttosto pesanti e rari ma ci sono come esistono i trasferimenti d' ufficio per incompatibilità ambientale , casi rarissimi ma esistenti

Se tu che hai detto che accade spesso... Ora sostieni che sono casi rari. Deciditi: accade spesso o di rado?
Francamente a me sembra che sia tu a non vivere nella realtà, piena come sei di paure e di fantasmi di dirigenti che ti cacciano. Se non violi regole serie, non ti caccia nessuno, anche se i genitori si lagnano perché non hai spiegato il sottoparagrafetto a pagina 247.
Il non avere continuità su una classe non è trasferimento, anzi, può essere ottimizzazione del personale, se il rapporto fra un docente ed una classe non è produttivo. Anzi, ho sentito io stessa colleghe che facevano richiesta al dirigente di non avere più una classe in cui si erano trovate male.


La mia paura è una paura che hanno coloro che sono consapevoli di quanto succede. 

So di tanti casi a cui è stato detto di non tornare o di chiedere trasferimento o AP. 

Personalmente non ho nulla da temere sia perché non mi reputo assolutamente inferiore agli altri e sia perché cerco di fare il mio dovere nel miglior modo possibile.  

Sul discorso del trasferimento ambientale io non mi sono contraddetta: per raramente intendo quello formale con tanto di scritto ecc, per quello informale si intende quello che accade molto più spesso di quanto si immagini.  

Se poi il concetto sembra tanto difficile non è un problema mio.

E cmq dipende dalle cdc: in alcune è difficile reperire docentie e se non ci sono casi gravi non si caccia nessuno mentte in altre cdc è più facile cacciare perché è più facile trovare.  

In ogni caso, non è che se uno non viene cacciato , significa che sia realmente competente
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: ora sì che siamo fritti... altro che ruolo...   Sab Ago 12, 2017 5:27 pm

Dec ha scritto:
rita 76 ha scritto:
Infatti la stessa continuità didattica per legge dovrebbe avvenire tranne in casi di incompatibilità ambientale  (quando per esempio i genitori non vogliono il docente x che viene trasferito in un' altra classe o sezione della stessa scuola).

Non mi risulta che la continuità didattica sia prevista da qualche legge. Se il rapporto tra il docente e la classe (e i genitori) è problematico, mi sembra ragionevole che il Ds provi con un docente diverso, anche a tutela del docente stesso che in quella classe non credo che sia nelle condizioni di lavorare serenamente (e non è affatto detto che sia per colpa sua, ma a volte si creano delle dinamiche che è meglio spezzare). Se un docente, un ATA o anche un Ds non sa comportarsi sul posto di lavoro perché ha rapporti conflittuali con i colleghi o con le altre componenti e non è capace di contenersi in pubblico, anche in questo caso mi sembra ragionevole che gli si consigli di provare in un'altra scuola per vedere se le cose vanno meglio: in fondo di scuole ce ne sono tante, anche più o meno alla stessa distanza dalla propria abitazione, e non capisco perché incaponirsi a rimanere dove le cose non funzionano; io non aspetterei nemmeno che me lo suggerissero, ma lo farei da solo. Se poi le dinamiche si ripetono in tutte le scuole, il sospetto che la responsabilità sia del docente (o ATA o Ds) trasferito mi sembra legittimo e allora si vedrà se ci sono gli estremi per un provvedimento disciplinare oppure no.
Tutto questo però non c'entra niente con la paura di essere licenziati per insufficiente rendimento e perché i ragazzi non apprendono e i genitori si lamentano, che è quello da cui eravamo partiti.

Certo...alcuni docenti o ds o ATA hanno problemi ovunque ma tanti altri possono averli in una singola scuola. E tutto cambia completamente 
 
Può essere che il discorso dell' insufficiente rendimento non c' entri nulla ma tu sai benissimo che spesso si inizia a parlare di un argomento per finire con un altro. 

Altrimenti come va avanti il topic???
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: ora sì che siamo fritti... altro che ruolo...   Sab Ago 12, 2017 5:34 pm

Rita, tu dici di essere seria e scrupolosa.
Può verificarsi un'incomprensione, certo, pure mobbing, pure la possessione aliena del DS... ma se sei a posto con la tua coscienza, tranquilla!
Relax, take it easy!
Siamo quasi a ferragosto! ;-)
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: ora sì che siamo fritti... altro che ruolo...   Sab Ago 12, 2017 5:41 pm

Sim_P ha scritto:
Dec ha scritto:
rita 76 ha scritto:
Infatti la stessa continuità didattica per legge dovrebbe avvenire tranne in casi di incompatibilità ambientale  (quando per esempio i genitori non vogliono il docente x che viene trasferito in un' altra classe o sezione della stessa scuola).

Non mi risulta che la continuità didattica sia prevista da qualche legge. Se il rapporto tra il docente e la classe (e i genitori) è problematico, mi sembra ragionevole che il Ds provi con un docente diverso, anche a tutela del docente stesso che in quella classe non credo che sia nelle condizioni di lavorare serenamente (e non è affatto detto che sia per colpa sua, ma a volte si creano delle dinamiche che è meglio spezzare). Se un docente, un ATA o anche un Ds non sa comportarsi sul posto di lavoro perché ha rapporti conflittuali con i colleghi o con le altre componenti e non è capace di contenersi in pubblico, anche in questo caso mi sembra ragionevole che gli si consigli di provare in un'altra scuola per vedere se le cose vanno meglio: in fondo di scuole ce ne sono tante, anche più o meno alla stessa distanza dalla propria abitazione, e non capisco perché incaponirsi a rimanere dove le cose non funzionano; io non aspetterei nemmeno che me lo suggerissero, ma lo farei da solo. Se poi le dinamiche si ripetono in tutte le scuole, il sospetto che la responsabilità sia del docente (o ATA o Ds) trasferito mi sembra legittimo e allora si vedrà se ci sono gli estremi per un provvedimento disciplinare oppure no.
Tutto questo però non c'entra niente con la paura di essere licenziati per insufficiente rendimento e perché i ragazzi non apprendono e i genitori si lamentano, che è quello da cui eravamo partiti.

Vero quello che dici, però ci sono anche casi intermedi di non facile lettura, che vorrei capire meglio.
Ad esempio a me succede in media, all'interno di un istituto, di avere rapporti pessimi con una classe su quattro (e il tutto è determinato dal fatto che non tollero la maleducazione sopra il livello di guardia) e qualche frizione col 10% dei colleghi. In questi casi potrebbero essere percentuali "fisiologiche", o sbaglio?

Il 10%?
Io in genere al termine dei Collegi ucciderei un 50% dei colleghi (scherzo. Ma dipende pure dalla scuola...)


Ultima modifica di Galadriel il Sab Ago 12, 2017 5:45 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: ora sì che siamo fritti... altro che ruolo...   Sab Ago 12, 2017 5:45 pm

Galadriel ha scritto:
Rita, tu dici di essere seria e scrupolosa.
Può verificarsi un'incomprensione, certo, pure mobbing, pure la possessione aliena del DS... ma se sei a posto con la tua coscienza, tranquilla!
Relax, take it easy!
Siamo quasi a ferragosto! ;-)

Esatto.. non è sufficiente lavorare ma basta un' incomprensione che degenera con chiunque per essere cacciati. 

Ho sentito dire di qualcuno che ora è in anno di prova e che solo perché ha risposto male a qualche collega rischia l' anno nonostante il parere positivo della tutor e del comitato di valutazione.  

Insomma, il ds si è preso tempo per dare l' esito finale a causa di queste incomprensioni del collega in questione con altri colleghi.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: ora sì che siamo fritti... altro che ruolo...   Sab Ago 12, 2017 5:47 pm

Io invece ho visto colleghi/e che per tutto un anno hanno sostenuto posizioni "contrastive" nei Collegi e hanno brillantemente superato l'anno di prova, perché il loro lavoro era ineccepibile.
Esperienze diverse.
Tra un annetto ti dico la mia ;-)
Ora c'ho da pensare a ripassare quello che dirò in classe agli studenti, prima che da pensare alle incomprensioni con DS vari...
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: ora sì che siamo fritti... altro che ruolo...   Sab Ago 12, 2017 5:49 pm

Galadriel ha scritto:
Io invece ho visto colleghi/e che per tutto un anno hanno sostenuto posizioni "contrastive" nei Collegi e hanno brillantemente superato l'anno di prova, perché il loro lavoro era ineccepibile.
Esperienze diverse.
Tra un annetto ti dico la mia ;-)
Ora c'ho da pensare a ripassare quello che dirò in classe agli studenti, prima che da pensare alle incomprensioni con DS vari...

Le incomprensioni con i ds sono quelle meno pericolose perché loro poi hanno i grattacapi in caso di ricorsi ecc. 

E quindi è più facile che lasci correre un ds che un collega che si impone su un ds.
Tornare in alto Andare in basso
chicca70



Messaggi : 2901
Data d'iscrizione : 26.12.14

MessaggioTitolo: Re: ora sì che siamo fritti... altro che ruolo...   Sab Ago 12, 2017 6:15 pm

rita 76 ha scritto:
Galadriel ha scritto:
Rita, tu dici di essere seria e scrupolosa.
Può verificarsi un'incomprensione, certo, pure mobbing, pure la possessione aliena del DS... ma se sei a posto con la tua coscienza, tranquilla!
Relax, take it easy!
Siamo quasi a ferragosto! ;-)

Esatto.. non è sufficiente lavorare ma basta un' incomprensione che degenera con chiunque per essere cacciati. 

Ho sentito dire di qualcuno che ora è in anno di prova e che solo perché ha risposto male a qualche collega rischia l' anno nonostante il parere positivo della tutor e del comitato di valutazione.  

Insomma, il ds si è preso tempo per dare l' esito finale a causa di queste incomprensioni del collega in questione con altri colleghi.

Ammesso e non concesso che sia vero che basti un'incomprensione con chiunque per essere cacciati (a me sembra follia, ma lasciamo perdere), il lavoro a scuola ha un elemento positivo, che è quello di poter mantenere i rapporti con i colleghi al minimo. Non in tutte le professioni è possibile, a scuola sì. Chi te lo fa fare di avere un litigio con un collega? Si fa finta di niente, si glissa, si fa in modo di incontrarsi il meno possibile. È ovvio che, se ci si mette a giudicare il lavoro altrui, se si fanno pettegolezzi, se le divergenze di opinioni vengono fomentate e rinfocolate, i rapporti di fanno tesi. Se, invece, io faccio il mio lavoro e me ne frego del tuo, se evito di stare con chi non mi piace, non ho motivo di litigare con nessuno. Infatti, in 15 anni, mai una lite.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: ora sì che siamo fritti... altro che ruolo...   Sab Ago 12, 2017 10:48 pm

michetta ha scritto:
Cioè? Questa situazione non la conosco, ma se ne parli vuol dire che esiste (rarissimamente). Mi spieghi meglio per favore? Trasferimento d'ufficio di chi? Del Ds? Del docente? Di entrambi? E da parte di chi? L'usp, l'usr?

DPR n 417 del 1974

http://www.edscuola.it/archivio/norme/decreti/dpr417_74.html

Articolo 70  (di questo DPR)

"Si fa luogo al trasferimento d'ufficio soltanto in caso di soppressione di posto o di cattedra ovvero per accertata situazione di incompatibilità di permanenza del personale nella scuola o nella sede.

In caso di soppressione di posto o di cattedra si tiene conto, ai fini della scelta del personale da trasferire, ove più siano gli interessati, delle esigenze di famiglia di cui alla tabella prevista dall'art. 68 e della complessiva anzianità di servizio di ruolo"

ed eccoti un articolo di OS su quest' argomento

http://www.orizzontescuola.it/guida/trasferimento-dufficio-docente-puo-essere-disposto-anche-per-incompatibilita-ambientale-e-contro-la-sua-volonta/

ora me ne vado a letto perchè sono a pezzi visto che c' è gente che provoca e chi gli dà ragione perchè deve ( = è costretto)

ciao, Michetta, buona notte! :-)
Tornare in alto Andare in basso
 
ora sì che siamo fritti... altro che ruolo...
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 3 di 17Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4 ... 10 ... 17  Seguente
 Argomenti simili
-
» vabbe visto che siamo in vena di anneddoti ... e manie .. vi racconto quelle di Mau
» Non siamo tutti uguali
» Ma noi... siamo Dio?...
» Siamo liberi?
» ma tra un tentativo e l'altro?

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: