Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Licei quadriennali: ipotesi di realizzazione.

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
elirpe



Messaggi : 502
Data d'iscrizione : 02.08.17

MessaggioTitolo: Licei quadriennali: ipotesi di realizzazione.   Mar Ago 15, 2017 10:46 pm

La mia domanda è: se per 4 anni i ragazzi svolgeranno un'ora in più, riuscirebbero a colmare l'anno mancante salvando tutte le materie? A voi le considerazioni.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 20594
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: Licei quadriennali: ipotesi di realizzazione.   Mar Ago 15, 2017 10:58 pm

Un'ora in più rispetto a cosa ? In più rispetto alle 36 già previste o a quelle che già si fanno in 5 anni ?

Un'ora in più per ogni materia ? Un'ora in più di religione ed un'ora in più di italiano ? Oppure un'ora in totale, un anno di italiano ed un anno di matematica ?

Oggi parti a piedi una passeggiata da Reggio Calabria a Torino, l'obiettivo è farlo in 5 settimane ed il piano è di camminare 8 ore al giorno; non è cosa che possano fare tutti, ma molti sì.
Alcuni partono ma dopo un po' rinunciano.

Domani alcuni proveranno a farlo in 4 settimane; intendono farlo camminando un po' più veloci (didattica innovativa) e per più tempo (36 ore settimanali); riusciranno ?

Che cazzo di domanda, certo che ci riusciranno, solo arriveranno più stanchi, con qualche vescica in più ed in minor numero, a meno che qualcuno degli organizzatori non faccia lo stronzo ed organizzi un pulmann di nascosto (percorso semplificato e diploma regalato).

In ogni caso tutti rimarranno più ignoranti di quanto non sarebbero rimasti in 5 anni.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: Licei quadriennali: ipotesi di realizzazione.   Mer Ago 16, 2017 9:02 am

Un'ora in più al giorno, è questa l'ipotesi per salvare capra e cavoli?
Mi pare una sciocchezza.
In molte scuole già si fa la sesta ora. I ragazzi sono stanchi, i prof pure. Facciamone pure sette. Ma non è che sempre alla settima ora puoi mettere scienze motorie (che richiede impegno fisico ma meno intellettuale, diciamo). Se mi becco una classe per due ore a settimana, sempre alla sesta-settima, finisce che facciamo meno, per forza di cose: stanchezza, i pendolari che escono 15-20 minuti prima... la buttiamo sulla didattica "leggera", diciamo.
Poi i ragazzi arrivano a casa più tardi, ogni giorno, e devono preparare le materie per sette ore il giorno dopo... "prof c'è già il compito/interrogazione di...", "prof arrivo a casa alle 4 ogni giorno, anche studiando fino alle nove non ce l'ho fatta"... ecc ecc.
Sempre che non vogliano fare anche sport, musica, volontariato o grattarsi la pancia, nel pomeriggio (rivendico il diritto anche a grattarsi, ogni tanto).
Inoltre, secondo me, per capire quel che si studia è importante anche il percorso di crescita e maturazione personale (alcune cose in realtà le capisci dopo dieci anni da quando sei uscito, penso alle materie letterarie che conosco meglio... Leopardi ho cominciato a capirlo da docente, per dire, ma magari sono dura io). Comunque, ci vuole tempo. Non basta stiparsi la testa. Non è detto che la fretta aiuti.
(Considerazioni così, di getto).

Concordo con avido: rimarranno più ignoranti di quanto non sarebbero rimasti in 5 anni.
Tornare in alto Andare in basso
elirpe



Messaggi : 502
Data d'iscrizione : 02.08.17

MessaggioTitolo: Re: Licei quadriennali: ipotesi di realizzazione.   Mer Ago 16, 2017 9:17 am

Non mi servono queste considerazioni, sono cose ovvie e io per primo le ho dette più volte, anche perchè nessuno è più antiquadriennalista di me; la mia domanda è la seguente: tecnicamente aggiungendo un'ora in più in ogni giornata il miur riuscirebbe a far tornare i conti?

Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: Licei quadriennali: ipotesi di realizzazione.   Mer Ago 16, 2017 9:53 am

dipende dagli indirizzi.
Bisognerebbe, suppongo, vedere quante ore ci sono di ogni disciplina, vedere come si potrebbero ridistribuire (che succede di quelle discipline che non si fanno tutti gli anni? si iniziano prima? si intensificano dopo?).
Sicuro che sia necessario far quadrare i conti matematicamente con "lo stesso numero di ore"? Mi viene da pensare che non quadreranno, ma anche che nel momento in cui si fa una riforma o sperimentazione, ci siano modalità di ridefinizione del rapporto ore-disciplina che consentono di aggirare l'ostacolo.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: Licei quadriennali: ipotesi di realizzazione.   Mer Ago 16, 2017 9:55 am

Insomma, se la "sperimentazione" è "si fa tutto uguale in meno tempo", mi pare una cosa mal fatta per vari ovvi motivi, e anche del tutto insensata.
Se invece si vuole "riformare" l'insegnamento tra competenze, uda, interdisciplinarietà variamente declinata ecc, per quanto mi vengano i brividi, può trovare un suo - per me perverso - senso.
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 3540
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioTitolo: Re: Licei quadriennali: ipotesi di realizzazione.   Mer Ago 16, 2017 10:07 am

elirpe ha scritto:
Non mi servono queste considerazioni, sono cose ovvie e io per primo le ho dette più volte, anche perchè nessuno è più antiquadriennalista di me; la mia domanda è la seguente: tecnicamente aggiungendo un'ora in più in ogni giornata il miur riuscirebbe a far tornare i conti?


Bisognerebbe fare una proiezione più dettagliata,  se però guardi l'unico dato a disposizione, ossia i licei quadriennali che, sia nel pubblico che nel privato, hanno cominciato la sperimentazione, effettivamente c'è una contrazione di alcune materie rispetto alle altre.
Ad ogni modo i conti tornerebbero nel giro di pochi anni bandendo concorsi solo per le c.d.c. che soddisfino il fabbisogno delle istituzioni scolastiche, ma questo non si tradurrebbe necessariamente in perdite di posti di lavoro dei docenti delle materie eventualmente penalizzate perché si realizzerebbe nel tempo, sfruttando la flessibilità del sistema scolastico attraverso il naturale turn over.
La fase è ancora in via di sperimentazione e riservata alla libera scelta di chi voglia accedervi, e non vedo perché in una società pluralistica nella quale giustamente ci occupiamo dei più deboli, non possiamo mettere a  sistema un percorso di acquisizione delle competenze attraverso la valorizzazione delle eccellenze.
Ricordo sommessamente che i nostri ragazzi migliori continuano ad ingrossare le fila dei ricercatori all'estero e che un anno in meno, per alcuni, potrebbe ridurre il gap relativo all'età con molti del loro coetanei stranieri.
Tornare in alto Andare in basso
kirserk



Messaggi : 220
Data d'iscrizione : 12.06.11

MessaggioTitolo: Re: Licei quadriennali: ipotesi di realizzazione.   Mer Ago 16, 2017 10:27 am

elirpe ha scritto:
Non mi servono queste considerazioni, sono cose ovvie e io per primo le ho dette più volte, anche perchè nessuno è più antiquadriennalista di me; la mia domanda è la seguente: tecnicamente aggiungendo un'ora in più in ogni giornata il miur riuscirebbe a far tornare i conti?


Il calcolo è abbastanza ovvio: in un liceo (scientifico, linguistico, delle scienze umane) il monte ore settimanale è 27 -27 -30 - 30 -30 (144 complessivamente) e quindi, volendo mantenere invariato il monte ore complessivo (senza aumentare il numero di giorni scolastici all'anno) in quattro anni salterebbe fuori: 36 - 36 -36 -36: 9 ore in più a settimana al (primo) biennio e 6 in più a settimana (una al giorno) al ''secondo biennio''.

Ma, ad esempio, ai classici oggi le ore sono 31 a settimana al triennio, per non parlare dei tecnici, del liceo artistico, dei professionali ecc.
Tornare in alto Andare in basso
elirpe



Messaggi : 502
Data d'iscrizione : 02.08.17

MessaggioTitolo: Re: Licei quadriennali: ipotesi di realizzazione.   Mer Ago 16, 2017 11:35 am

kirserk ha scritto:
elirpe ha scritto:
Non mi servono queste considerazioni, sono cose ovvie e io per primo le ho dette più volte, anche perchè nessuno è più antiquadriennalista di me; la mia domanda è la seguente: tecnicamente aggiungendo un'ora in più in ogni giornata il miur riuscirebbe a far tornare i conti?


Il calcolo è abbastanza ovvio: in un liceo (scientifico, linguistico, delle scienze umane) il monte ore settimanale è 27 -27 -30 - 30 -30 (144 complessivamente) e quindi, volendo mantenere invariato il monte ore complessivo (senza aumentare il numero di giorni scolastici all'anno) in quattro anni salterebbe fuori: 36 - 36 -36 -36: 9 ore in più a settimana al (primo) biennio e 6 in più a settimana (una al giorno) al ''secondo biennio''.

Ma, ad esempio, ai classici oggi le ore sono 31 a settimana al triennio, per non parlare dei tecnici, del liceo artistico, dei professionali ecc.

Grazie mille!
Tornare in alto Andare in basso
elirpe



Messaggi : 502
Data d'iscrizione : 02.08.17

MessaggioTitolo: Re: Licei quadriennali: ipotesi di realizzazione.   Mer Ago 16, 2017 11:40 am

Francesca4 ha scritto:
elirpe ha scritto:
Non mi servono queste considerazioni, sono cose ovvie e io per primo le ho dette più volte, anche perchè nessuno è più antiquadriennalista di me; la mia domanda è la seguente: tecnicamente aggiungendo un'ora in più in ogni giornata il miur riuscirebbe a far tornare i conti?


Bisognerebbe fare una proiezione più dettagliata,  se però guardi l'unico dato a disposizione, ossia i licei quadriennali che, sia nel pubblico che nel privato, hanno cominciato la sperimentazione, effettivamente c'è una contrazione di alcune materie rispetto alle altre.
Ad ogni modo i conti tornerebbero nel giro di pochi anni bandendo concorsi solo per le c.d.c. che soddisfino il fabbisogno delle istituzioni scolastiche, ma questo non si tradurrebbe necessariamente in perdite di posti di lavoro dei docenti delle materie eventualmente penalizzate perché si realizzerebbe nel tempo, sfruttando la flessibilità del sistema scolastico attraverso il naturale turn over.
La fase è ancora in via di sperimentazione e riservata alla libera scelta di chi voglia accedervi, e non vedo perché in una società pluralistica nella quale giustamente ci occupiamo dei più deboli, non possiamo mettere a  sistema un percorso di acquisizione delle competenze attraverso la valorizzazione delle eccellenze.
Ricordo sommessamente che i nostri ragazzi migliori continuano ad ingrossare le fila dei ricercatori all'estero e che un anno in meno, per alcuni, potrebbe ridurre il gap relativo all'età con molti del loro coetanei stranieri.

Il sospetto generale (e anche il mio) è che la questione non si tradurrà solamente in un percorso specifico per le eccellenze, ma verrà poi esteso a tutti i licei in modo indiscriminato; in questo modo si andrebbero a perdere cattedre in determinate materie; si potrà obiettare che non cambierà nulla perchè questi docenti verranno mantenuti nel potenziamento ma non è affatto la stessa cosa: il rapporto con le classi è il fondamento del nostro lavoro e le altre forme di docenza (sostegno, potenziamento, compresenza) non sono che una pallida imitazione di ciò.
Tornare in alto Andare in basso
elirpe



Messaggi : 502
Data d'iscrizione : 02.08.17

MessaggioTitolo: Re: Licei quadriennali: ipotesi di realizzazione.   Mer Ago 16, 2017 11:42 am

Galadriel ha scritto:
Insomma, se la "sperimentazione" è "si fa tutto uguale in meno tempo", mi pare una cosa mal fatta per vari ovvi motivi, e anche del tutto insensata.
Se invece si vuole "riformare" l'insegnamento tra competenze, uda, interdisciplinarietà variamente declinata ecc, per quanto mi vengano i brividi, può trovare un suo - per me perverso - senso.

Purtroppo questa potrebbe proprio essere l'intenzione del miur; rendere più ambigua la nostra professione per indebolirla ulteriormente.
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 3540
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioTitolo: Re: Licei quadriennali: ipotesi di realizzazione.   Mer Ago 16, 2017 11:57 am

elirpe ha scritto:
Francesca4 ha scritto:
elirpe ha scritto:
Non mi servono queste considerazioni, sono cose ovvie e io per primo le ho dette più volte, anche perchè nessuno è più antiquadriennalista di me; la mia domanda è la seguente: tecnicamente aggiungendo un'ora in più in ogni giornata il miur riuscirebbe a far tornare i conti?


Bisognerebbe fare una proiezione più dettagliata,  se però guardi l'unico dato a disposizione, ossia i licei quadriennali che, sia nel pubblico che nel privato, hanno cominciato la sperimentazione, effettivamente c'è una contrazione di alcune materie rispetto alle altre.
Ad ogni modo i conti tornerebbero nel giro di pochi anni bandendo concorsi solo per le c.d.c. che soddisfino il fabbisogno delle istituzioni scolastiche, ma questo non si tradurrebbe necessariamente in perdite di posti di lavoro dei docenti delle materie eventualmente penalizzate perché si realizzerebbe nel tempo, sfruttando la flessibilità del sistema scolastico attraverso il naturale turn over.
La fase è ancora in via di sperimentazione e riservata alla libera scelta di chi voglia accedervi, e non vedo perché in una società pluralistica nella quale giustamente ci occupiamo dei più deboli, non possiamo mettere a  sistema un percorso di acquisizione delle competenze attraverso la valorizzazione delle eccellenze.
Ricordo sommessamente che i nostri ragazzi migliori continuano ad ingrossare le fila dei ricercatori all'estero e che un anno in meno, per alcuni, potrebbe ridurre il gap relativo all'età con molti del loro coetanei stranieri.

Il sospetto generale (e anche il mio) è che la questione non si tradurrà solamente in un percorso specifico per le eccellenze, ma verrà poi esteso a tutti i licei in modo indiscriminato; in questo modo si andrebbero a perdere cattedre in determinate materie; si potrà obiettare che non cambierà nulla perchè questi docenti verranno mantenuti nel potenziamento ma non è affatto la stessa cosa: il rapporto con le classi è il fondamento del nostro lavoro e le altre forme di docenza (sostegno, potenziamento, compresenza) non sono che una pallida imitazione di ciò.

Continuo a sostenere che sia giusto affiancare e non sostituire questo percorso a quello ordinario,  pertanto non credo si perderanno cattedre né a breve né nel lungo periodo: l'assorbimento nel giro di qualche anno attraverso i pensionamenti è assolutamente alla portata del MIUR.
Quanto al potenziamento concordo con te, nella pratica può essere davvero frustrante, assolutamente distante dalle modalità d'impiego indicate nelle linee guida della 107, ma lo avevo messo in conto lucidamente e per questo non intendo lamentarmi, anche se quest'anno ho avuto comunque l'esperienza del rapporto con la classe nell'alternanza scuola-lavoro, che sebbene per altri versi debba essere assolutamente rivista dal legislatore, tuttavia mi ha fatto assaporare la bellezza della situazione di cui parli.
Tornare in alto Andare in basso
elirpe



Messaggi : 502
Data d'iscrizione : 02.08.17

MessaggioTitolo: Re: Licei quadriennali: ipotesi di realizzazione.   Mer Ago 16, 2017 12:22 pm

Per essere però un'opzione di questo tipo, legata quindi solo a coloro che liberamente vorranno fare questa scelta, mi sembra che ci sia un battage pubblicitario eccessivo; questa comunqe resta una mia interpretazione.

Sul potenziamento e i suoi limiti secondo me c'è stata una forte miopia da parte del Miur, che non ha dato linee guida sufficientemente rigide per impiegare questa figura; era secondo me necessario imporre alla scuola di dichiarare nero su bianco quante ore del potenziatore sarebbero state per mere sostituzioni e quante per compresenze, progetti, sostegno, affiancamento e recupero. Insomma io credo che un orario fisso sarebbe stato una garanzia di un impiego efficace di una figura che ha richiesto un investimento economico non indifferente.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: Licei quadriennali: ipotesi di realizzazione.   Mer Ago 16, 2017 12:26 pm

elirpe ha scritto:
Francesca4 ha scritto:
elirpe ha scritto:
Non mi servono queste considerazioni, sono cose ovvie e io per primo le ho dette più volte, anche perchè nessuno è più antiquadriennalista di me; la mia domanda è la seguente: tecnicamente aggiungendo un'ora in più in ogni giornata il miur riuscirebbe a far tornare i conti?


Bisognerebbe fare una proiezione più dettagliata,  se però guardi l'unico dato a disposizione, ossia i licei quadriennali che, sia nel pubblico che nel privato, hanno cominciato la sperimentazione, effettivamente c'è una contrazione di alcune materie rispetto alle altre.
Ad ogni modo i conti tornerebbero nel giro di pochi anni bandendo concorsi solo per le c.d.c. che soddisfino il fabbisogno delle istituzioni scolastiche, ma questo non si tradurrebbe necessariamente in perdite di posti di lavoro dei docenti delle materie eventualmente penalizzate perché si realizzerebbe nel tempo, sfruttando la flessibilità del sistema scolastico attraverso il naturale turn over.
La fase è ancora in via di sperimentazione e riservata alla libera scelta di chi voglia accedervi, e non vedo perché in una società pluralistica nella quale giustamente ci occupiamo dei più deboli, non possiamo mettere a  sistema un percorso di acquisizione delle competenze attraverso la valorizzazione delle eccellenze.
Ricordo sommessamente che i nostri ragazzi migliori continuano ad ingrossare le fila dei ricercatori all'estero e che un anno in meno, per alcuni, potrebbe ridurre il gap relativo all'età con molti del loro coetanei stranieri.

Il sospetto generale (e anche il mio) è che la questione non si tradurrà solamente in un percorso specifico per le eccellenze, ma verrà poi esteso a tutti i licei in modo indiscriminato; in questo modo si andrebbero a perdere cattedre in determinate materie; si potrà obiettare che non cambierà nulla perchè questi docenti verranno mantenuti nel potenziamento ma non è affatto la stessa cosa: il rapporto con le classi è il fondamento del nostro lavoro e le altre forme di docenza (sostegno, potenziamento, compresenza) non sono che una pallida imitazione di ciò.

Elirpe, sono d'accordo con te.
Non credo che sarà rapido - anche fosse questa l'intenzione - il passaggio di tutte le classi ai quattro anni. Non per questo è impensabile che, anche prima di aver raccolto adeguati risultati sulla sperimentazione, si voglia estendere a tutti indiscriminatamente l'approccio.
Per le cattedre, relativamente alla mia cdc (A19) la vedo tragica e come tu dici, non credo che il potenziamento possa essere soluzione. Anzi tutto perché se di vero potenziamento si volesse parlare, occorrerebbe pensarlo davvero finalizzato alle scuole - e non solo allo svuotamento delle graduatorie. So che questo potrebbe penalizzare anche me (non sarei immessa in ruolo senza il potenziamento che ha portato all'assunzione di tante e tanti dalle gae ecc.) ma se devo essere onesta, non vedo questi grandi progressi nelle scuole.
Francesca, tu parli giustamente di asl e altri progetti: ma siamo sicuri che, per noi e per gli studenti, queste cose possano essere valide alternative ad una didattica "vecchio stile", in cui si facevano più ore di storia - ad esempio - e si usciva con competenze, oltre che conoscenze, oserei dire migliori?
Ovviamente la mia è solo una posizione, felice di vederla smentita.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: Licei quadriennali: ipotesi di realizzazione.   Mer Ago 16, 2017 12:30 pm

elirpe ha scritto:
Per essere però un'opzione di questo tipo, legata quindi solo a coloro che liberamente vorranno fare questa scelta, mi sembra che ci sia un battage pubblicitario eccessivo; questa comunqe resta una mia interpretazione.

Sul potenziamento e i suoi limiti secondo me c'è stata una forte miopia da parte del Miur, che non ha dato linee guida sufficientemente rigide per impiegare questa figura; era secondo me necessario imporre alla scuola di dichiarare nero su bianco quante ore del potenziatore sarebbero state per mere sostituzioni e quante per compresenze, progetti, sostegno, affiancamento e recupero. Insomma io credo che un orario fisso sarebbe stato una garanzia di un impiego efficace di una figura che ha richiesto un investimento economico non indifferente.

Concordo. Ma la realtà è che nelle scuole si sono riversati tanti validissimi insegnanti non richiesti e non c'è stato - spesso - un serio progetto relativo al loro impiego.
Probabilmente se si seguissero le "linee guida" che tu suggerisci ci sarebbe un netto miglioramento.
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 3540
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioTitolo: Re: Licei quadriennali: ipotesi di realizzazione.   Mer Ago 16, 2017 12:34 pm

Galadriel ha scritto:

Francesca, tu parli giustamente di asl e altri progetti: ma siamo sicuri che, per noi e per gli studenti, queste cose possano essere valide alternative ad una didattica "vecchio stile", in cui si facevano più ore di storia - ad esempio - e si usciva con competenze, oltre che conoscenze, oserei dire migliori?
Ovviamente la mia è solo una posizione, felice di vederla smentita.

No, non ho mai parlato di valide alternative rispetto alla didattica tradizionale, ma di esperienze che potrebbero affiancarsi ad essa se ben strutturate e disciplinate, riducendo margini di discrezionalità che nella pratica hanno dato vita a situazioni estemporanee poco gratificanti sia per gli studenti che per i docenti.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: Licei quadriennali: ipotesi di realizzazione.   Mer Ago 16, 2017 1:09 pm

Francesca4 ha scritto:
Galadriel ha scritto:

Francesca, tu parli giustamente di asl e altri progetti: ma siamo sicuri che, per noi e per gli studenti, queste cose possano essere valide alternative ad una didattica "vecchio stile", in cui si facevano più ore di storia - ad esempio - e si usciva con competenze, oltre che conoscenze, oserei dire migliori?
Ovviamente la mia è solo una posizione, felice di vederla smentita.

No, non ho mai parlato di valide alternative rispetto alla didattica tradizionale, ma di esperienze che potrebbero affiancarsi ad essa se ben strutturate e disciplinate, riducendo margini di discrezionalità che nella pratica hanno dato vita a situazioni estemporanee poco gratificanti sia per gli studenti che per i docenti.

Finora mi pare che questa organizzazione valida di cui parlate tu ed elirpe sia mancata: il potenziamento è un po' piovuto sulle scuole. Non manca che possa anche migliorare molto, e probabilmente anche la nostra disponibilità "progettuale" può servire, così come una miglior regolazione e strutturazione da parte del ministero. Se ben strutturate e disciplinate, come dici, queste esperienze potrebbero rivelarsi un esperimento interessante, chissà.
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 3540
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioTitolo: Re: Licei quadriennali: ipotesi di realizzazione.   Mer Ago 16, 2017 1:40 pm

Galadriel ha scritto:

Finora mi pare che questa organizzazione valida di cui parlate tu ed elirpe sia mancata: il potenziamento è un po' piovuto sulle scuole. Non manca che possa anche migliorare molto, e probabilmente anche la nostra disponibilità "progettuale" può servire, così come una miglior regolazione e strutturazione da parte del ministero. Se ben strutturate e disciplinate, come dici, queste esperienze potrebbero rivelarsi un esperimento interessante, chissà.

Concordo con te anche se a importanti miglioramenti strutturali del potenziamento dovrebbe essere affiancato un cambio di mentalità da parte di alcuni docenti curricolari che continuano imperterriti a fare la differenza tra docenti di serie A e di serie B.
Quest'anno mi è capitato d'imbattermi in una collega che sosteneva che il suo contratto di lavoro fosse differente dal mio: allora le ho sorriso e quando mi ha chiesto il perché lo facessi, le ho risposto che mi sforzavo di immaginare il suo contratto di lavoro cinto di una coroncina d'oro che a me mancava, e insieme a tutti gli altri docenti ci siamo fatti una risata liberatoria.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 20594
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: Licei quadriennali: ipotesi di realizzazione.   Mer Ago 16, 2017 3:38 pm

elirpe ha scritto:
Non mi servono queste considerazioni, sono cose ovvie e io per primo le ho dette più volte, anche perchè nessuno è più antiquadriennalista di me; la mia domanda è la seguente: tecnicamente aggiungendo un'ora in più in ogni giornata il miur riuscirebbe a far tornare i conti?

Allora fai bene le domande ! La risposta sta nella matematica: 5*6*5=x*6*4; x=6.25; no, non basta un'ora, serve un'ora e 15 minuti ovvero un'ora sempre e un'ulteriore ora ogni 4 giorni
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 20594
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: Licei quadriennali: ipotesi di realizzazione.   Mer Ago 16, 2017 3:41 pm

Francesca4 ha scritto:
Ricordo sommessamente che i nostri ragazzi migliori continuano ad ingrossare le fila dei ricercatori all'estero e che un anno in meno, per alcuni, potrebbe ridurre il gap relativo all'età con molti del loro coetanei stranieri.
Oppure potrebbe essere che facendogli fare la stessa scuola che si fa all'estero diventino capre come gli stranieri e che nessuno li voglia più.

Non manderemmo più i cervelli all'estero (bene !) e ci terremmo tante capre in Italia (bene ?).
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: Licei quadriennali: ipotesi di realizzazione.   Mer Ago 16, 2017 5:26 pm

avidodinformazioni ha scritto:
Francesca4 ha scritto:
Ricordo sommessamente che i nostri ragazzi migliori continuano ad ingrossare le fila dei ricercatori all'estero e che un anno in meno, per alcuni, potrebbe ridurre il gap relativo all'età con molti del loro coetanei stranieri.
Oppure potrebbe essere che facendogli fare la stessa scuola che si fa all'estero diventino capre come gli stranieri e che nessuno li voglia più.

Non manderemmo più i cervelli all'estero (bene !) e ci terremmo tante capre in Italia (bene ?).

In effetti sta cosa che all'estero siano necessariamente più preparati di noi... boh. Mia sorella ha fatto varie esperienze di studio, dottorato ecc. all'estero e... ehm... i più preparati nei suoi corsi erano sempre lei e un altro italiano. Ma vabbè.
Tornare in alto Andare in basso
 
Licei quadriennali: ipotesi di realizzazione.
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» la realizzazione di un sogno
» Renzi: nuova ipotesi irpef
» Diritti sul corpo ed aborto (ponendo come ipotesi che embrione/feto=persona)
» Difformità vangeli su resurrezione,apparizioni e ascensione
» Dal superuomo al semidio. Ipotesi future.

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: