Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Compiti per casa

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente
AutoreMessaggio
Garamond



Messaggi : 103
Data d'iscrizione : 29.10.15

MessaggioTitolo: Compiti per casa   Dom Ago 27, 2017 6:45 pm

Promemoria primo messaggio :

Che strategie adottate per fare in modo che i vostri alunni svolgano regolarmente i compiti per casa?

Mi interessa in particolare il caso di matematica e fisica nella secondaria di secondo grado.

Ovviamente l'obiettivo finale è comunque l'apprendimento, ma l'esercitazione individuale è indispensabile. L'anno scorso ho perso troppo tempo in aula per compensare la mancanza di applicazione a casa. Vorrei evitare che quest'anno il problema si presenti di nuovo.
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
paniscus_2.0



Messaggi : 8543
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: Compiti per casa   Ven Set 01, 2017 8:53 pm

Però, se riescono a prendere 5 e mezzo o 6- con un'interrogazione improvvisata a fine anno, senza aver realmente recuperato gli argomenti dei mesi precedenti, la corresponsabilità è anche dell'insegnante, che si accontenta di interrogarli solo sugli argomenti dell'ultimo mese. Se qualcuno ha preso 4 tutto l'anno e non l'ha mai recuperato in tutte le occasioni che ci sono state in itinere, per me la sufficienza la strappa solo se fa una prova seria e convincente su TUTTI gli argomenti dell'anno, dimostrando di aver recuperato anche quelli arretrati, appunto, come se fosse un esame universitario sull'intero corso!
Tornare in alto Andare in basso
Online
mac67



Messaggi : 5558
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioTitolo: Re: Compiti per casa   Ven Set 01, 2017 9:49 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
Però, se riescono a prendere 5 e mezzo o 6- con un'interrogazione improvvisata a fine anno, senza aver realmente recuperato gli argomenti dei mesi precedenti, la corresponsabilità è anche dell'insegnante, che si accontenta di interrogarli solo sugli argomenti dell'ultimo mese. Se qualcuno ha preso 4 tutto l'anno e non l'ha mai recuperato in tutte le occasioni che ci sono state in itinere, per me la sufficienza la strappa solo se fa una prova seria e convincente su TUTTI gli argomenti dell'anno, dimostrando di aver recuperato anche quelli arretrati, appunto, come se fosse un esame universitario sull'intero corso!

Infatti. Quando vengono a fine anno per fare il miracolo, propongo problemi difficili sugli argomenti importanti in cui zoppicano. Per essere promossi devono convincermi.
Tornare in alto Andare in basso
Online
english



Messaggi : 231
Data d'iscrizione : 07.05.12

MessaggioTitolo: Re: Compiti per casa   Ven Set 01, 2017 10:07 pm

macchinetta ha scritto:
io preferisco le verifiche scritte a quelle orali (le interrogazioni) perchè in effetti si 'perde' tanto tempo ad interrogare oltre a tutto il resto

Già, per noi sarebbe comodo così. Ma delle verifiche scritte io non mi fido più di tanto. Più che l'inglese i ragazzi delle superiori hanno imparato a copiare dai due o tre bravi della classe, e anche se del compito ne fai diverse versioni, in qualche modo ti fregano sempre e non sai mai se i risultati sono frutto del loro sacco. Preferisco interrogare spesso e approfonditamente. Ci perdo (o spendo) un sacco di tempo e fatica, che spero però sia utile.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 8543
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: Compiti per casa   Ven Set 01, 2017 10:32 pm

Credo che per le lingue straniere l'interrogazione orale sia fondamentale, perché effettivamente scritto e orale valutano due competenze completamente diverse.

Non si può dire la stessa cosa per la matematica, in cui interrogare significa prendere 'sto povero disgraziato e metterlo alla lavagna, da solo, di spalle alla classe, a fare lo stesso identico esercizio che gli si potrebbe chiedere in un compito scritto, e che farebbe MOLTO più comodamente su un foglio seduto al suo banco...

...con l'unica differenza che durante la prova scritta anche tutti gli altri stanno facendo un esercizio su un foglio seduti al banco, e quindi (almeno entro certi limiti) c'è silenzio e maggiore possibilità di concentrarsi, mentre durante l'interrogazione il tapino è da solo ed è di spalle, mentre gli altri 25 alle sue spalle si fanno gli affari propri, ridono, chiacchierano di altro, schiamazzano, occasionalmente cercano di suggerire (spesso sbagliando) o di intervenire commentando il suo lavoro, e qualche volta lo prendono anche in giro, o comunque, anche senza cattiveria, di fatto lo distraggono dalla concentrazione necessaria, e gli innescano il panico di "fare la figuraccia davanti a tutti".

Per quanto mi riguarda, le interrogazioni orali in matematica le metterei fuori legge, le faccio solo perché sono obbligata, ma le considero veramente poco significative rispetto allo scritto. In fisica un po' una via di mezzo, ma comunque il problema esiste anche lì...
Tornare in alto Andare in basso
Online
Garamond



Messaggi : 103
Data d'iscrizione : 29.10.15

MessaggioTitolo: Re: Compiti per casa   Ven Set 01, 2017 11:24 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
Credo che per le lingue straniere l'interrogazione orale sia fondamentale, perché effettivamente scritto e orale valutano due competenze completamente diverse.

Non si può dire la stessa cosa per la matematica, in cui interrogare significa prendere 'sto povero disgraziato e metterlo alla lavagna, da solo, di spalle alla classe, a fare lo stesso identico esercizio che gli si potrebbe chiedere in un compito scritto, e che farebbe MOLTO più comodamente su un foglio seduto al suo banco...

Non è affatto vero che in un'interrogazione in matematica si debbano far fare esercizi come in una verifica scritta.
Se n'era già parlato in un'altra occasione, ma ancora non ho capito come fai a valutare la comprensione di certi concetti con i soli compiti scritti.
O forse chiedi che ogni passaggio dello svolgimento sia dettagliatamente commentato? Mi sembra poco ragionevole.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 8543
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: Compiti per casa   Ven Set 01, 2017 11:52 pm

per Garamond: mi fai un esempio di cosa tu chiederesti di strutturalmente diverso, in matematica, a un'interrogazione piuttosto che in un compito? Perché io finisco quasi sempre col chiedere le stesse cose, solo che con le interrogazioni ci si impiega molto di più, e si fa perdere tempo a tutto il resto della classe che nel frattempo si sbraca e si annoia.

Parlo di liceo scientifico, e quasi sempre di triennio superiore. Al biennio ci può essere un po' di libertà di movimento in più con le dimostrazioni di geometria, ma comunque anche quelle si possono richiedere in un compito scritto, in maniera meno dispersiva.

Non mi torna proprio questa suddivisione categorica secondo cui nello scritto si devono macinare calcoli, ma solo all'orale si dimostra di aver capito i concetti. Le domande teoriche, con richiesta di esposizione esauriente, si possono inserire anche in un compito scritto.
Tornare in alto Andare in basso
Online
mac67



Messaggi : 5558
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioTitolo: Re: Compiti per casa   Sab Set 02, 2017 9:07 am

paniscus_2.0 ha scritto:
per Garamond: mi fai un esempio di cosa tu chiederesti di strutturalmente diverso, in matematica, a un'interrogazione piuttosto che in un compito? Perché io finisco quasi sempre col chiedere le stesse cose, solo che con le interrogazioni ci si impiega molto di più, e si fa perdere tempo a tutto il resto della classe che nel frattempo si sbraca e si annoia.

Parlo di liceo scientifico, e quasi sempre di triennio superiore. Al biennio ci può essere un po' di libertà di movimento in più con le dimostrazioni di geometria, ma comunque anche quelle si possono richiedere in un compito scritto, in maniera meno dispersiva.

Non mi torna proprio questa suddivisione categorica secondo cui nello scritto si devono macinare calcoli, ma solo all'orale si dimostra di aver capito i concetti. Le domande teoriche, con richiesta di esposizione esauriente, si possono inserire anche in un compito scritto.

Però all'orale puoi fargli qualche domanda che ti consente di comprendere perché non riesce a svolgere l'esercizio: per esempio, se è per la mancanza dei contenuti oppure perché di quel che ha imparato non sa che farsene.
Tornare in alto Andare in basso
Online
divanetta



Messaggi : 568
Data d'iscrizione : 30.08.17

MessaggioTitolo: Re: Compiti per casa   Sab Set 02, 2017 9:11 am

paniscus_2.0 ha scritto:
Credo che per le lingue straniere l'interrogazione orale sia fondamentale, perché effettivamente scritto e orale valutano due competenze completamente diverse.

lo dico io che tu sei un 'GENIO' ! :-)))
Tornare in alto Andare in basso
divanetta



Messaggi : 568
Data d'iscrizione : 30.08.17

MessaggioTitolo: Re: Compiti per casa   Sab Set 02, 2017 9:26 am

english ha scritto:
macchinetta ha scritto:
io preferisco le verifiche scritte a quelle orali (le interrogazioni) perchè in effetti si 'perde' tanto tempo ad interrogare oltre a tutto il resto

Già, per noi sarebbe comodo così. Ma delle verifiche scritte io non mi fido più di tanto. Più che l'inglese i ragazzi delle superiori hanno imparato a copiare dai due o tre bravi della classe, e anche se del compito ne fai diverse versioni, in qualche modo ti fregano sempre e non sai mai se i risultati sono frutto del loro sacco. Preferisco interrogare spesso e approfonditamente. Ci perdo (o spendo) un sacco di tempo e fatica, che spero però sia utile.

io faccio molto utilizzare la lingua orale ma indipendentemente dalle interrogazioni e questo proprio per evitare di 'sprecare' troppo tempo.

in ogni attività ci metto la parte orale che è fondamentale nella nostra disciplina ed ogni scusa è buona per farli parlare ma sai benissimo anche tu che il tempo è quello che è, che quest' anno iniziano le prove invalsi e veramente si rischia di non finire tutto.

io sono dell' idea "meglio poco ma bene" ma d' ora in poi non possiamo permetterci il lusso di soffermarci troppo su un argomento visto che ci sono le prove invalsi
Tornare in alto Andare in basso
Garamond



Messaggi : 103
Data d'iscrizione : 29.10.15

MessaggioTitolo: Re: Compiti per casa   Sab Set 02, 2017 12:10 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
per Garamond: mi fai un esempio di cosa tu chiederesti di strutturalmente diverso, in matematica, a un'interrogazione piuttosto che in un compito?

Gli esempi che avevo citato l'altra volta sono:
- perché si fanno le condizioni di esistenza nelle equazioni fratte?
- perché si fa il sistema tra l'equazione di una curva e quella di una retta per determinarne le posizioni reciproche?
- perché passando agli esponenti bisogna cambiare il verso della disequazione se la base è compresa tra 0 e 1?
- perché si calcolano certi limiti e non altri per determinare gli eventuali asintoti verticali di una funzione?

paniscus_2.0 ha scritto:
Non mi torna proprio questa suddivisione categorica secondo cui nello scritto si devono macinare calcoli, ma solo all'orale si dimostra di aver capito i concetti. Le domande teoriche, con richiesta di esposizione esauriente, si possono inserire anche in un compito scritto.

Se si inseriscono certe domande nello scritto poi si è costretti a evitare problemi con una certa complessità di calcolo, perché non c'è il tempo per fare entrambe le cose; altrimenti, si deve raddoppiare la durata o il numero delle verifiche. Io vorrei che sapessero sia rispondere alle domande, sia risolvere problemi non banali. Se separo le due cose è solo per comodità.
Tra l'altro, mi sembra utile che i ragazzi si esercitino a esprimersi nell'orale anche nelle materie non umanistiche.

Sul fatto che le interrogazioni richiedano un sacco di tempo sono assolutamente d'accordo, è un problema.
Tornare in alto Andare in basso
english



Messaggi : 231
Data d'iscrizione : 07.05.12

MessaggioTitolo: Re: Compiti per casa   Dom Set 03, 2017 4:05 pm

paniscus_2.0 ha scritto:


...con l'unica differenza che durante la prova scritta anche tutti gli altri stanno facendo un esercizio su un foglio seduti al banco, e quindi (almeno entro certi limiti) c'è silenzio e maggiore possibilità di concentrarsi, mentre durante l'interrogazione il tapino è da solo ed è di spalle, mentre gli altri 25 alle sue spalle si fanno gli affari propri, ridono, chiacchierano di altro, schiamazzano, occasionalmente cercano di suggerire (spesso sbagliando) o di intervenire commentando il suo lavoro, e qualche volta lo prendono anche in giro, o comunque, anche senza cattiveria, di fatto lo distraggono dalla concentrazione necessaria, e gli innescano il panico di "fare la figuraccia davanti a tutti".

Al biennio superiori di scuola tecnica o professionale capita così anche con l'inglese. Cioè che interrogare oralmente, ossia quello che andrebbe fatto, evitando di far scrivere alla lavagna, alla fine diventa impossibile perché quelli seduti al banco fanno casino e chiacchierano apposta per impedire l'interrogazione del compagno e quindi a loro modo "difenderlo" da me. Questo accade sia che chiami alla lavagna o alla cattedra, sia che li interroghi dal posto. E' una strategia da furbi che personalmente non so combattere se non rifilando note a raffica e che gli studenti usano sempre, tranne quando all'interrogazione c'è uno bravo. Ditemi voi cosa devo fare.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 19827
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: Compiti per casa   Dom Set 03, 2017 8:37 pm

english ha scritto:
paniscus_2.0 ha scritto:


...con l'unica differenza che durante la prova scritta anche tutti gli altri stanno facendo un esercizio su un foglio seduti al banco, e quindi (almeno entro certi limiti) c'è silenzio e maggiore possibilità di concentrarsi, mentre durante l'interrogazione il tapino è da solo ed è di spalle, mentre gli altri 25 alle sue spalle si fanno gli affari propri, ridono, chiacchierano di altro, schiamazzano, occasionalmente cercano di suggerire (spesso sbagliando) o di intervenire commentando il suo lavoro, e qualche volta lo prendono anche in giro, o comunque, anche senza cattiveria, di fatto lo distraggono dalla concentrazione necessaria, e gli innescano il panico di "fare la figuraccia davanti a tutti".

Al biennio superiori di scuola tecnica o professionale capita così anche con l'inglese. Cioè che interrogare oralmente, ossia quello che andrebbe fatto, evitando di far scrivere alla lavagna, alla fine diventa impossibile perché quelli seduti al banco fanno casino e chiacchierano apposta per impedire l'interrogazione del compagno e quindi a loro modo "difenderlo" da me. Questo accade sia che chiami alla lavagna o alla cattedra, sia che li interroghi dal posto. E' una strategia da furbi che personalmente non so combattere se non rifilando note a raffica e che gli studenti usano sempre, tranne quando all'interrogazione c'è uno bravo. Ditemi voi cosa devo fare.
Interroga solo quello bravo, l'unico per cui valga la pena lavorare anche sull'orale, e limitati agli scritti con gli altri.

Se sono loro a non volere imparare a te che te ne frega ?
Tornare in alto Andare in basso
Online
comp_xt



Messaggi : 1551
Data d'iscrizione : 10.12.15

MessaggioTitolo: Re: Compiti per casa   Dom Set 03, 2017 8:56 pm

mac67 ha scritto:

Non credo di risolvere il problema controllando i compiti per casa, che possono tranquillamente copiare. Piuttosto, interrogherò più spesso.

Ritieni che lo spauracchio del compito di fisica sia stato allontanato?
Io ho paura che vivremo un altro anno come i due precedenti.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 8543
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: Compiti per casa   Dom Set 03, 2017 9:09 pm

comp_xt ha scritto:

Ritieni che lo spauracchio del compito di fisica sia stato allontanato?
Io ho paura che vivremo un altro anno come i due precedenti.


Egoisticamente, almeno per una volta, posso chiamarmene fuori con ragionevole realismo.

A meno che non ci siano cambiamenti drammatici dell'ultimissimo momento, e che non mi chiedano a tradimento di accollarmi una situazione disperata di qualche classe che deve perdere la continuità per motivi imprevedibili... per quest'anno sono abbastanza sicura di non avere quinte.

Vi faccio sapere domani se le cose sono andate davvero così  : - )
Tornare in alto Andare in basso
Online
divanetta



Messaggi : 568
Data d'iscrizione : 30.08.17

MessaggioTitolo: Re: Compiti per casa   Dom Set 03, 2017 9:21 pm

a proposito di "compiti", ecco una scena reale a cui ho appena assistito sull' autobus di cui sono protagonisti due studenti delle superiori:

studente A: hai fatto i compiti (sicuramente delle vacanze)?

studente B: sì, li ho fatti

studente A: me li passi? giuro che non lo dico a nessuno

studente B : NON RISPONDE

dopo qualche minuto...

studente A: allora me li passi?

studente B: annuisce con la testa sorridendo

conclusione: lo studente A scende dall' autobus tutto contento mentre lo studente B rimane sull' autobus
Tornare in alto Andare in basso
comp_xt



Messaggi : 1551
Data d'iscrizione : 10.12.15

MessaggioTitolo: Re: Compiti per casa   Dom Set 03, 2017 9:24 pm

paniscus_2.0 ha scritto:

e che non mi chiedano a tradimento di accollarmi una situazione disperata di qualche classe che deve perdere la continuità per motivi imprevedibili...


A me è capitato proprio questo.
Dovrò partire dal campo elettrico perché l'anno scorso sono arrivati alla legge di Coulomb.
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 5558
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioTitolo: Re: Compiti per casa   Dom Set 03, 2017 9:24 pm

comp_xt ha scritto:
mac67 ha scritto:

Non credo di risolvere il problema controllando i compiti per casa, che possono tranquillamente copiare. Piuttosto, interrogherò più spesso.

Ritieni che lo spauracchio del compito di fisica sia stato allontanato?
Io ho paura che vivremo un altro anno come i due precedenti.

Secondo me, sì. Per vari motivi:

1) L'anno 17-18 è l'ultimo con Esame di Stato con la terza prova e un'unica materia nella seconda prova. Dal 18-19 la seconda prova sarà diversa nel punteggi (20 punti max), nella composizione (più materie possibili anziché una sola). Perché fare debuttare una prova di fisica che non avrà seguito?
2) Le prese di posizione dell'UMI e della SIF sono ancora valide. Ritengo che quella della SIF sia particolarmente tenuta in conto, visto che viene dai fisici. E la SIF suggeriva di aspettare il passaggio di almeno una coorte di studenti prima di mettere fisica alla prova scritta.
3) La Fedeli sarà ancora ministro a Gennaio, se ha scelto matematica l'anno scorso, lo farà anche quest'anno, viste le premesse.

Insomma, io vedo fisica nella seconda prova solo con i nuovi Esami di Stato. Pronto a esere smentito, eh.
Tornare in alto Andare in basso
Online
comp_xt



Messaggi : 1551
Data d'iscrizione : 10.12.15

MessaggioTitolo: Re: Compiti per casa   Dom Set 03, 2017 9:33 pm

mac67 ha scritto:

Secondo me, sì. Per vari motivi:

1) L'anno 17-18 è l'ultimo con Esame di Stato con la terza prova e un'unica materia nella seconda prova. Dal 18-19 la seconda prova sarà diversa nel punteggi (20 punti max), nella composizione (più materie possibili anziché una sola). Perché fare debuttare una prova di fisica che non avrà seguito?
2) Le prese di posizione dell'UMI e della SIF sono ancora valide. Ritengo che quella della SIF sia particolarmente tenuta in conto, visto che viene dai fisici. E la SIF suggeriva di aspettare il passaggio di almeno una coorte di studenti prima di mettere fisica alla prova scritta.
3) La Fedeli sarà ancora ministro a Gennaio, se ha scelto matematica l'anno scorso, lo farà anche quest'anno, viste le premesse.

Insomma, io vedo fisica nella seconda prova solo con i nuovi Esami di Stato. Pronto a esere smentito, eh.

L'anno scorso ero straconvinto che sarebbe uscita fisica.
Non mi azzardo a fare ulteriori previsioni, mi limito ad auspicare che le obiezioni dell'UMI e della SIF siano tenute in debito conto.
Confesso però che il furore ideologico del gruppo che ha redatto il tristemente famoso Quadro di Riferimento per la Seconda Prova di Fisica mi spaventa non poco e ritengo che anch'esso abbia il suo peso presso i tecnici del Miur. E dico "presso i tecnici" e non "presso il ministro" perché credo che su queste questioni la Fedeli si limiti ad apporre la propria firma.
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 5558
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioTitolo: Re: Compiti per casa   Dom Set 03, 2017 9:36 pm

comp_xt ha scritto:
paniscus_2.0 ha scritto:

e che non mi chiedano a tradimento di accollarmi una situazione disperata di qualche classe che deve perdere la continuità per motivi imprevedibili...


A me è capitato proprio questo.
Dovrò partire dal campo elettrico perché l'anno scorso sono arrivati alla legge di Coulomb.

Nel mio liceo nessuno ha svolto il magnetismo in quarta. In circa metà dei casi l'elettrostatica è stata svolta solo in parte.
Tornare in alto Andare in basso
Online
mac67



Messaggi : 5558
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioTitolo: Re: Compiti per casa   Dom Set 03, 2017 9:41 pm

comp_xt ha scritto:
mac67 ha scritto:

Secondo me, sì. Per vari motivi:

1) L'anno 17-18 è l'ultimo con Esame di Stato con la terza prova e un'unica materia nella seconda prova. Dal 18-19 la seconda prova sarà diversa nel punteggi (20 punti max), nella composizione (più materie possibili anziché una sola). Perché fare debuttare una prova di fisica che non avrà seguito?
2) Le prese di posizione dell'UMI e della SIF sono ancora valide. Ritengo che quella della SIF sia particolarmente tenuta in conto, visto che viene dai fisici. E la SIF suggeriva di aspettare il passaggio di almeno una coorte di studenti prima di mettere fisica alla prova scritta.
3) La Fedeli sarà ancora ministro a Gennaio, se ha scelto matematica l'anno scorso, lo farà anche quest'anno, viste le premesse.

Insomma, io vedo fisica nella seconda prova solo con i nuovi Esami di Stato. Pronto a esere smentito, eh.

L'anno scorso ero straconvinto che sarebbe uscita fisica.
Non mi azzardo a fare ulteriori previsioni, mi limito ad auspicare che le obiezioni dell'UMI e della SIF siano tenute in debito conto.
Confesso però che il furore ideologico del gruppo che ha redatto il tristemente famoso Quadro di Riferimento per la Seconda Prova di Fisica mi spaventa non poco e ritengo che anch'esso abbia il suo peso presso i tecnici del Miur. E dico "presso i tecnici" e non "presso il ministro" perché credo che su queste questioni la Fedeli si limiti ad apporre la propria firma.

Beh, non era solo una tua convinzione. Avevano detto e ripetuto a ogni occasione che sarebbe uscita fisica. Solo che poi è caduto il governo e la spasmodica ricerca renziana della "novità" è venuta meno. La Fedeli sapeva che erano state sollevate molte critiche sulle prove di fisica ed era a conoscenza delle prese di posizione di UMI e SIF. Quindi non si è limitata a mettere la firma su quanto le veniva proposto, tutt'altro.
Tornare in alto Andare in basso
Online
paniscus_2.0



Messaggi : 8543
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: Compiti per casa   Dom Set 03, 2017 9:45 pm

comp_xt ha scritto:
paniscus_2.0 ha scritto:

e che non mi chiedano a tradimento di accollarmi una situazione disperata di qualche classe che deve perdere la continuità per motivi imprevedibili...

A me è capitato proprio questo.

Diciamo che negli ultimi anni mi è già capitato abbastanza spesso da aver accumulato un numero sufficiente di punti-martire per poter rivendicare un annetto di pausa, eh.

Poi, rpeto, ancora non so niente di certo, spero di venirne a capo domani  : - )


Citazione :
Dovrò partire dal campo elettrico perché l'anno scorso sono arrivati alla legge di Coulomb.

E già è andata di lusso. Fino a un paio d'anni fa nessuno riusciva a iniziare l'elettrostatica in quarta, si partiva in quinta da zero. Io ci sono riuscita per la prima volta con una quarta di due anni fa, che poi sarebbe la quinta che ha finito quest'anno, ma assicuro che non è così comune in tutte le classi, non ancora...

Se (come è previsto) mi sarà confermato che avrò una terza nuova, non ho timori di nessun genere. Ma se mi chiedessero in emergenza di prendermi all'ultimo momento una quinta messa male, o anche una quarta messa male, come è già successo in passato, potrei sbroccare di brutto...   : - (


Ultima modifica di paniscus_2.0 il Dom Set 03, 2017 11:07 pm, modificato 3 volte
Tornare in alto Andare in basso
Online
paniscus_2.0



Messaggi : 8543
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: Compiti per casa   Dom Set 03, 2017 9:54 pm

mac67 ha scritto:
comp_xt ha scritto:
Confesso però che il furore ideologico del gruppo che ha redatto il tristemente famoso Quadro di Riferimento per la Seconda Prova di Fisica mi spaventa non poco e ritengo che anch'esso abbia il suo peso presso i tecnici del Miur. E dico "presso i tecnici" e non "presso il ministro" perché credo che su queste questioni la Fedeli si limiti ad apporre la propria firma.

Beh, non era solo una tua convinzione. Avevano detto e ripetuto a ogni occasione che sarebbe uscita fisica. Solo che poi è caduto il governo e la spasmodica ricerca renziana della "novità" è venuta meno. La Fedeli sapeva che erano state sollevate molte critiche sulle prove di fisica ed era a conoscenza delle prese di posizione di UMI e SIF. Quindi non si è limitata a mettere la firma su quanto le veniva proposto, tutt'altro.

Secondo me non è stata solo una questione di "caduta del governo", ma deve esserci stato chissà quale altro meccanismo di resa dei conti all'interno delle commissioni tecniche e del famigerato gruppo. Al governo che cosa vuoi che importi, se mettere la firma sulla proposta di matematica o di fisica? Quanti membri del governo pensi che ci capiscano la sia pur minima briciola e sappiano di cosa si parli? Al massimo può essere successo che si siano messi paura perché qualche consulente legale ha prospettato loro l'eventalità di una valanga di ricorsi mai concepibile prima...
Tornare in alto Andare in basso
Online
mac67



Messaggi : 5558
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioTitolo: Re: Compiti per casa   Dom Set 03, 2017 10:06 pm

paniscus_2.0 ha scritto:

Secondo me non è stata solo una questione di "caduta del governo", ma deve esserci stato chissà quale altro meccanismo di resa dei conti all'interno delle commissioni tecniche e del famigerato gruppo. Al governo che cosa vuoi che importi, se mettere la firma sulla proposta di matematica o di fisica? Quanti membri del governo pensi che ci capiscano la sia pur minima briciola e sappiano di cosa si parli? Al massimo può essere successo che si siano messi paura perché qualche consulente legale ha prospettato loro l'eventalità di una valanga di ricorsi mai concepibile prima...

La Fedeli era già sulla graticola per la questione laurea-diploma. Appena ha intravisto il rischio di altre critiche, si è messa al riparo. Ricordi la petizione che raccolse 10 mila firme in pochi giorni?

Il "famigerato gruppo" è ultracompatto e non sente ragioni, vede ovunque docenti "contrastivi", conservatori e contestatori a prescindere. Ma ha incassato una sonora batosta e credo abbia rinunciato per quest'anno.
Tornare in alto Andare in basso
Online
@melia

avatar

Messaggi : 1664
Data d'iscrizione : 12.07.15
Età : 58
Località : Padova

MessaggioTitolo: Re: Compiti per casa   Lun Set 04, 2017 9:13 am

paniscus_2.0 ha scritto:
comp_xt ha scritto:

Ritieni che lo spauracchio del compito di fisica sia stato allontanato?
Io ho paura che vivremo un altro anno come i due precedenti.


Egoisticamente, almeno per una volta, posso chiamarmene fuori con ragionevole realismo.

A meno che non ci siano cambiamenti drammatici dell'ultimissimo momento, e che non mi chiedano a tradimento di accollarmi una situazione disperata di qualche classe che deve perdere la continuità per motivi imprevedibili... per quest'anno sono abbastanza sicura di non avere quinte.

Io, invece, sono fuori, ne sono proprio certa visto che ho avuto la cattedra venerdì. La grana della quinta della collega che è appena andata in pensione è toccata a qualcun'altro. Quest'anno né quinte, né prime, un lusso.

PS a proposito del numero delle prime che non deve superare quello delle quinte in uscita.
paniscus_2.0 ha scritto:
Sei sicura che non sia una strategia che dipende dall'autonomia degli uffici regionali o provinciali? Perchè dalle mie parti davvero non l'ho mai sentita
Ero moderatamente sicura di averlo letto in una circolare ministeriale, ma potrei essermi sbagliata e che fosse semplicemente una circolare del nostro USP per non avere troppi studenti che si spostano da un distretto all'altro.
Tornare in alto Andare in basso
Titti76



Messaggi : 472
Data d'iscrizione : 22.08.10

MessaggioTitolo: Re: Compiti per casa   Lun Set 04, 2017 10:03 am

Io la quinta ce l'ho, ma me la porto avanti dalla terza e sono abbastanza tranquilla.. sono riuscita appena a cominciare il magnetismo a fine anno e ripartirò da lì, ci sarà da correre, ma non sono messa troppo male.

Io resto convinta che invece sarà l'anno della Fisica: l'anno scorso è uscita come membro esterno (praticamente era in terza prova ovunque) e quest'anno il membro interno sarà di Fisica con annessa seconda prova. Vedremo...
Tornare in alto Andare in basso
 
Compiti per casa
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 3 di 4Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente
 Argomenti simili
-
» Compiti di un moderatore
» Nicolas e la sua mamma sono finalmente a casa!
» la tua casa segreta
» Vicini di casa rumorosi
» CAMPANIA - CAVA DE' TIRRENI (SA) - Artemisia H. S.r.l. - Casa di Cura Ruggiero

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: