Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Dall Alpi alle Piramidi. ..

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Vai alla pagina : Precedente  1, 2
AutoreMessaggio
Masaniello



Messaggi : 3233
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioTitolo: Dall Alpi alle Piramidi. ..   Gio Ago 31, 2017 4:44 pm

Promemoria primo messaggio :

Curiosità. Ogni anno confermo l idea che in tutta Italia,in qualsiasi tipo di scuola superiore, ormai si confermino le seguenti Verita' Incontrastabili :
-nei voti di consiglio, una buona parte dei colleghi vota SEMPRE E COMUNQUE per alzare i voti e le promozioni. La cosa puzza,se è vero che "ogni situazione è a sé " mi chiedo come possa esistere questo 40-50% di "aiutatori seriali "
- in alcune classi è sostanzialmente IMPOSSIBILE bocciare, anche di fronte a 3-4 insufficienze gravi a giugno e confermate a settembre. È sufficiente che esista la combinazione micidiale esplosiva di preside,vicepreside ed almeno uno dei leccaculo dei precedenti. I rimanenti sono un grande maggioranza cagasotto che ,timorosamente ,non osano esprimersi e votano ciò che vota la preside. Coloro i quali si esprimono in modo contrario alla promozione ,tra cui il sottoscritto ,rinsultano inevitabilmente in minoranza.
-in "matematica degli scrutini " 5=6. Il 5 viene in dieciallamenosei secondi portato a sei. A settembre il tempo necessario si riduce ulteriormente.
-non esiste chi non ha studiato,il pelandrone strafottente,il fancazzista che non ha aperto libro tutta l estate. Chi è insufficiente ha sempre problemi familiari, anche non noti, familiari, ed ovviamente è povero e non può permettersi le ripetizioni (anche se ha la iPhone 6 plus e veste Armani ).quindi va aiutato e promosso
-secondo i ds, la famiglia "ha fiducia in lui e nella scuola " e quindi non bisogna tradire la fiducia accordata bocciando il figlio.
-la scuola deve "preservare" il ragazzo.tenerlo al sicuro in una "teca" perché le scuole professionali lo farebbero a pezzi, altrove sarebbe allo sbaraglio, il mondo è crudele.
(Dopodiché dopo il diploma questa gente finisce fallita e disoccupata, perché il mondo fuori dalla scuola non coccola e preserva nessuno).
Avete esperienze diverse?
Purtroppo l ignavia, la paura di ritorsioni e il leccaculismo sono estremamente diffusi tra gli insegnanti della scuola italiana, e questo a mio avviso è uno dei principali motivi del degrado della scuola italiana e dell ignoranza dei giovani diplomati
Tornare in alto Andare in basso
Online

AutoreMessaggio
Masaniello



Messaggi : 3233
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioTitolo: Re: Dall Alpi alle Piramidi. ..   Ven Set 01, 2017 11:15 am

Le ripetizioni private, i professionali ammazzastudenti , i genitori che danno fiducia alla scuola e,udite udite,un genitore che a giugno chiama telefonicamente il docente di informatica per chiedergli "gentilmente non rimandi mio figlio " sono tutte cazzate galattiche, tutta merda che si raccoglie in quel letamaio che è lo scrutinio medio nella scuola italiana
Tornare in alto Andare in basso
Online
paniscus_2.0



Messaggi : 8568
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: Dall Alpi alle Piramidi. ..   Ven Set 01, 2017 12:48 pm

Hai dimenticato la certificazione (non una vera diagnosi di DSA fatta con tutti i crismi, ma un certificato qualunque di poche righe firmato da uno psicologo privato e senza nessun dettaglio diagnostico) che arriva il giorno stesso dello scrutinio, oppure arriva nell'ultima settimana di maggio quando i programmi sono finiti, le verifiche importanti anche, e i voti sono quasi già tutti chiari), senza che la famiglia avesse mai fatto cenno al sospetto di disturbi, e avesse mai comunicato alla scuola che aveva intenzione di sottoporre il figlio a degli accertamenti...
Tornare in alto Andare in basso
Online
Lenar



Messaggi : 1361
Data d'iscrizione : 15.07.12
Località : Porzione settentrionale della Padania più profonda

MessaggioTitolo: Re: Dall Alpi alle Piramidi. ..   Ven Set 01, 2017 1:09 pm

paniscus_2.0 ha scritto:


L'opzione 3, ossia responsabilizzare il ragazzo e dirgli: "Bello, adesso apri il libro e studi" è completamente sconosciuta?


C'è un motivo se siamo in declino.

Tornare in alto Andare in basso
Lenar



Messaggi : 1361
Data d'iscrizione : 15.07.12
Località : Porzione settentrionale della Padania più profonda

MessaggioTitolo: Re: Dall Alpi alle Piramidi. ..   Ven Set 01, 2017 1:24 pm

geo&geo ha scritto:
Lenar ha scritto:
Dalle scuole professionali escono figura ricercatissime dal mercato del lavoro. Un perito meccanico trova impiego nel giro di tre mesi dal diploma. Poco peggio fa il perito elettronico o elettrotecnico. Un diplomato operatore meccanico dell'IPSIA (leggasi tornitore) riceve offerte di lavoro già PRIMA di essersi diplomato.

Quanti diplomati del liceo delle scienze umane o dell'artistico possono vantare una spendibilità simile del loro diploma sul mercato del lavoro?

Quale scuola, allora, ha "fatto a pezzi" il futuro di chi l'ha frequentata?


Dopo il liceo si presume che tu ti iscriva alle università. E in tempi di crisi pare che la disoccupazione cresca di più per chi non ha un titolo di studio, poi per chi ha un diploma e infine per chi ha una laurea.

Appunto... si presume.

http://www.lastampa.it/2017/07/19/italia/cronache/vita-sospesa-di-ernesto-che-ha-finito-di-sperare-ora-non-cerco-pi-lavoro-cX5d9bKevPJXh7MTUMJWvI/pagina.html
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 8568
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: Dall Alpi alle Piramidi. ..   Ven Set 01, 2017 2:35 pm

In quell'espressione "si presume"... si presume, appunto, che la scelta del corso di studi venga fatta in maniera ragionata (e soprattutto, ben assistita in maniera ragionata dalla famiglia, sei il ragazzino tredicenne non riesce a farla da solo)

Ovvero, una famiglia dovrebbe avere il discernimento e la lucidità di acchiappare il tredicenne e dirgli in chiaro:

sei ragionevolmente sicuro di voler stare sui libri almeno per i prossimi 10 anni? Ma sui libri DAVVERO, ossia studiando sodo e non guadagnando soldi tuoi (e accontentandoti di quello che può passarti la famiglia, che non è infinito e che comunque dipende da limiti posti dalla famiglia e non dalle tue pretese unilaterali)? Bene, allora iscriviti a un liceo, approfitta il più possibile della formazione culturale che può essere offerta da un liceo, e usala bene come base per poter poi frequentare un corso universitario serio con buoni risultati.

Invece, se non sei convinto di proseguire gli studi a lungo, non ti attira l'idea di stare troppo sui libri, e preferisci non prenderti questo impegno a lungo termine, allora ti iscrivi a un tecnico o a un professionale, scegliendo l'indirizzo che ti piace di più già adesso, e metti in conto la possibilità di non fare l'università e di cercare lavoro a 18-20 anni con un diploma tecnico fatto bene. Poi se in corso d'opera cambi idea e decidi di fare l'università, potrai farla lo stesso, ma se già adesso non sei convinto, ti iscrivi a una scuola che ti consentirà entrambe le cose, ossia fare l'università o cercare lavoro subito.

Ma siccome adesso la scelta della scuola non si fa in base a considerazioni a lungo termine, ma solo in base a sensazioni di pelle, ossia la scuola che "mi piace" come se fosse un click su facebook (e non sono solo i tredicenni a pensarla così, ma anche i genitori cinquantenni che li avallano), la vedo grigia.
Tornare in alto Andare in basso
Online
Masaniello



Messaggi : 3233
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioTitolo: Re: Dall Alpi alle Piramidi. ..   Ven Set 01, 2017 3:40 pm

Conta moltissimo la aspetto geografico. È vicino a casa? Ok vai li. Che sia un alberghiero o un liceo è uguale
Tornare in alto Andare in basso
Online
sempreconfusa1



Messaggi : 1682
Data d'iscrizione : 05.08.11

MessaggioTitolo: Re: Dall Alpi alle Piramidi. ..   Ven Set 01, 2017 5:27 pm

ma che scherzi? io feci una scelta simile, ai miei tempi, e mi sono pentita. Ma i miei tempi erano altri, e i genitori erano meno inclini a far viaggiare i ragazzi.
Bisognerebbe capire le inclinazioni del ragazzino, perché non puoi spremere l'olio dalla pietra. E, per esempio, ho visto genitori mandare i figli al linguistico anche se vivamente sconsigliati dagli stessi insegnanti. Magari poi si svegliano e mi diventano dei geni, ma suppongo siano casi rarissimi.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 8568
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: Dall Alpi alle Piramidi. ..   Sab Set 02, 2017 12:16 am

Masaniello ha scritto:
Bellissimo vedere le merdoline cagasotto che alle votazioni attendono quel mezzo secondo di vedere cosa votano ds e leccaculo per accordarsi

I meglio di tutti sono quelli che fanno gli splendidi votando per la bocciatura solo dopo essersi accertati che saranno comunque in minoranza, e che non c'è pericolo che il ragazzo sia bocciato davvero... ma che non si sognerebbero mai di votare per la bocciatura se il loro voto fosse determinante.
Tornare in alto Andare in basso
Online
 
Dall Alpi alle Piramidi. ..
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 2Vai alla pagina : Precedente  1, 2
 Argomenti simili
-
» dall'uomo a dio o da dio all'uomo?
» LASCIARSI ANDARE ALLE EMOZIONI
» Produrre petrolio dall'aria
» ho fatto ovitrelle alle 21 e...
» Saluti alle zie da Gimmy Timmy e Tommy

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: