Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Educazione sessuale nelle scuole. Oggi.

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Seguente
AutoreMessaggio
Masaniello



Messaggi : 3233
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioTitolo: Educazione sessuale nelle scuole. Oggi.   Dom Set 10, 2017 12:44 am

Promemoria primo messaggio :

Per anni ci hanno insegnato che è fondamentale usare il preservativo in un rapporto sessuale.
Nel 2017, invece,la protezione più efficace ed essenziale per evitare brutte conseguenze per il partner,maschile,è l ETILOMETRO e il TEST antidroga.
In sostanza bisogna insegnare ai ragazzi che, se conosci una ragazza in un locale, e questa risulta consenziente, non basta verificare che sia maggiorenne.
NO! se te la vuoi trombare, devi farle firmare un foglio di consenso informato e devi farle sia alcooltest che narcotest,che devi tenere sempre nella tasca.
Se e solo se hai effettuato tutte queste verifiche allora te la puoi trombare.
Se anche la ragazza avesse bevuto un bicchiere di batida ed avesse 0,1 mg/l , rischi il carcere,giacchè ,passata la lieve sbronza, questa ti può denunciare per stupro.
Riguardo la vicenda dei due cc accusati dalle studentesse americane di stupro (ah,si,ovviamente in quanto studentesse tornavano dalla discoteca e sono risultate positive ad alcooltest e narcotest;fedeli, lo vedi quanto arricchisce l erasmus ), senza attendere la sentenza definitiva i due agenti sono già stati messi in croce, e in difesa delle povere ssssstudentesse si è mossa addirittura la pinotti.
Cito "
Le due giovani sono state anche sottoposte all'alcoltest e al narcotest e sarebbero risultate positive, circostanza che potrebbe aggravere la posizione dei militari, perché le ragazze sarebbero state in condizione di minorata difesa.".
Quindi,invece di aggravare la posizone di due donne maggiorenni che fanno uso di alcool e droga, aggravano quella degli uomini che con loro hanno avuto un rapporto, verosimilmente ma da dimostrare,consensuale.
Quindi ragazzi e uomini in cerca di storie di sesso da una notte e via,scordatevi le trombate in spiaggia stile baglioni, le storie da discoteca anni 90, le avventure con le sconosciute nel maso su in Trentino .
Procuratevi test ,fogli per il consenso informato e penna. Eviterete la gattabuia.
Se volete essere ancora più sicuri, filmate con la gopro il flirt e il successivo rapporto.potrebbe tornarvi utile davanti al giudice..
Penso che a breve troveremo su Amazon il "kit trombare sicuro",completo di moduli precompilati, gopro, test alcolemico e cane antidroga annesso
Ma in che mondo viviamo..........
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
ushikawa

avatar

Messaggi : 3518
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioTitolo: Re: Educazione sessuale nelle scuole. Oggi.   Dom Set 10, 2017 3:30 pm

comunque, da come si sta sviluppando il "dibattito", sembra che il primo problema sia quello di difendere i carabinieri dalle accuse (non si sa perché a priori false) delle presunte vittime e non quello di punire il reato compiuto dai presunti violentatori.
Ai difensori di ufficio dei carabinieri chiedo di immaginare la situazione al contrario: pensate di essere stati violentati voi da un carabiniere, con drink o senza, e poi ditemi se dovremmo prima difendere l'onorabilità dei rappresentanti dell'arma dalle vostre presunte false accuse.
Tornare in alto Andare in basso
sconcertato_1



Messaggi : 722
Data d'iscrizione : 14.12.15

MessaggioTitolo: Re: Educazione sessuale nelle scuole. Oggi.   Dom Set 10, 2017 3:44 pm

ushikawa ha scritto:

Ai difensori di ufficio dei carabinieri chiedo di immaginare la situazione al contrario: pensate di essere stati violentati voi da un carabiniere, con drink o senza, e poi ditemi se dovremmo prima difendere l'onorabilità dei rappresentanti dell'arma dalle vostre presunte false accuse.

Non mi pare che ci siano difensori d'ufficio dei carabinieri.

Poniti tu unvece in una assurda situazione in cui vieni accusato, ingiustamente, di violenza sessuale, magari proprio da una studentessa. Per prima cosa sarai allontanato dal lavoro, perderai la famiglia, gli amici e la tua vita andrà a rotoli. Leggerai su tutti i forum d'italia i ushikawa di turno che chiederanno pene esemplari e condanne popolari senza processo.

Quando scopriranno che erano accuse infondate sarà troppo tardi.
Tornare in alto Andare in basso
ushikawa

avatar

Messaggi : 3518
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioTitolo: Re: Educazione sessuale nelle scuole. Oggi.   Dom Set 10, 2017 3:57 pm

Non ho chiesto né pene esemplari né condanne esemplari.
Ho constatato che una buona parte degli interventi parte dal presupposto di difendere i carabinieri dalle accuse delle ragazze, come se si desse per scontato che quelle accuse siano con più probabilità false che vere.
Spiegamelo tu perché tra una donna che dice di essere violentata e un uomo che dice che non è vero tu o io dobbiamo dare più fiducia all'uomo che alla donna.
Giusto per ripetermi: affrontare un processo per violenza sessuale è molto più difficile per la presunta vittima che per il presunto carnefice, indipendentemente dall'esito del processo.
Dopo il processo che le abbia dato ragione la vittima si porterà appresso tutta la vita quella violenza.
Dopo il processo che l'abbia scagionato da false accuse per l'uomo non cambierà molto.
Il perché ci sia questa disparità lo fanno capire molto bene alcuni degli interventi qui sopra, in cui si dice che la donna era sicuramente consenziente, era bevuta, era stata incauta, se l'era cercata. Insomma che nella sostanza danno alla donna della mignottella bugiarda: oltre al danno anche la beffa.
Tornare in alto Andare in basso
enricat



Messaggi : 2015
Data d'iscrizione : 27.11.10

MessaggioTitolo: Re: Educazione sessuale nelle scuole. Oggi.   Dom Set 10, 2017 3:59 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
Scusa, enrica, ma potresti chiarire un particolare importante?

Perché questa storia dell'aggravante per ubriachezza può essere utilizzata con due
significati completamente diversi.

Una cosa è dire che se c'è stato uno stupro, e in più la vittima era pure bevuta, allora l'ubriachezza è un'aggravante per il violentatore (e su questo non c'è dubbio)

Un'altra è dire che se c'è stato un rapporto sessuale, e in più la donna era bevuta, allora sicuramente è uno stupro, che è diverso...

La differenza è nel fatto che le ragazze sostengono di aver subito violenza
Tornare in alto Andare in basso
chicca70



Messaggi : 2897
Data d'iscrizione : 26.12.14

MessaggioTitolo: Re: Educazione sessuale nelle scuole. Oggi.   Dom Set 10, 2017 4:07 pm

Ciccio.8 ha scritto:
chicca70 ha scritto:
Ciccio.8 ha scritto:
Masaniello ha scritto:
Nel frattempo assistiamo inorriditi ad una mobilitazione generale di alte cariche politiche  (ormai solo più donne ) a difesa di due consumatrici di alcool e droghe

Ah, quindi tu la poni strettamente in questi termini... Visto che bevono e si drogano hanno torto a priori?

Non hanno torto a priori ma l'essere ubriache non annulla, a mio parere, la validità di un eventuale consenso. Noi non sappiamo se quel consenso ci sia stato o no, probabilmente no, ma se c'è stato poteva essere benissimo un consenso consapevole.
Ha ragione Enricat a dire che una donna ubriaca ha il diritto di non essere stuprata. Giustissimo ma, poiché nel concreto gli stupratori esistono, forse non ubriacarsi e non drogarsi potrebbe essere un buon punto di partenza per autodifendersi.

Vabbé, allora anche non attraversare strade poco illuminate di sera, o mille altri comportamenti a rischio.

Certamente: chi tiene alla propria incolumità non mette in atto comportamenti a rischio. La droga e l'alcool però portano un surplus di rischio perché, oltre a danneggiare il fisico, obnubilano in parte la coscienza ed espongono ad ogni disavventura. Questo a prescindere dalla verosimile colpevolezza di quei carabinieri.
Tornare in alto Andare in basso
enricat



Messaggi : 2015
Data d'iscrizione : 27.11.10

MessaggioTitolo: Re: Educazione sessuale nelle scuole. Oggi.   Dom Set 10, 2017 4:08 pm

chicca70 ha scritto:
Ciccio.8 ha scritto:
Masaniello ha scritto:
Nel frattempo assistiamo inorriditi ad una mobilitazione generale di alte cariche politiche  (ormai solo più donne ) a difesa di due consumatrici di alcool e droghe

Ah, quindi tu la poni strettamente in questi termini... Visto che bevono e si drogano hanno torto a priori?

Non hanno torto a priori ma l'essere ubriache non annulla, a mio parere, la validità di un eventuale consenso. Noi non sappiamo se quel consenso ci sia stato o no, probabilmente no, ma se c'è stato poteva essere benissimo un consenso consapevole.
Ha ragione Enricat a dire che una donna ubriaca ha il diritto di non essere stuprata. Giustissimo ma, poiché nel concreto gli stupratori esistono, forse non ubriacarsi e non drogarsi potrebbe essere un buon punto di partenza per autodifendersi.

NOn ci posso credere. Ancora a questo punto siamo???
Ma porca miseria, possiamo ubriacarci, metterci le minigonne, uscire da sole la sera e nessuno ci deve toccare senza il nostro consenso.
Nessuna, mai nessuna, se la va a cercare.

Ripeto, siamo ancoraai tempi di prcesso per stupro ( https://it.wikipedia.org/wiki/Processo_per_stupro ), quando l'avvocato difensore degli stupratori diceva" eh ma se lei fosse rimasta presso il focolare non le sarebbe successo niente". Hai detto la stessa identica cosa. Hai dato la colpa alle vittime.
Tornare in alto Andare in basso
sconcertato_1



Messaggi : 722
Data d'iscrizione : 14.12.15

MessaggioTitolo: Re: Educazione sessuale nelle scuole. Oggi.   Dom Set 10, 2017 4:10 pm

ushikawa ha scritto:
Non ho chiesto né pene esemplari né condanne esemplari.
Ho constatato che una buona parte degli interventi parte dal presupposto di difendere i carabinieri dalle accuse delle ragazze, come se si desse per scontato che quelle accuse siano con più probabilità false che vere.
Spiegamelo tu perché tra una donna che dice di essere violentata e un uomo che dice che non è vero tu o io dobbiamo dare più fiducia all'uomo che alla donna.



Perché mai dovremmo dare invece più credito alla donna che accusa? La verità è che entrambi hanno PARI diritti e la presunzione di innocenza non è un principio che deve essere annullato quando si parla di stupro.

Leggiti i due esempi che ho riportato un paio di pagine fa a paniscus. Addirittura una 87enne si è inventata una presunta violenza. Pensa te!


ushikawa ha scritto:

Giusto per ripetermi: affrontare un processo per violenza sessuale è molto più difficile per la presunta vittima che per il presunto carnefice, indipendentemente dall'esito del processo.
Dopo il processo che le abbia dato ragione la vittima si porterà appresso tutta la vita quella violenza.
Dopo il processo che l'abbia scagionato da false accuse per l'uomo non cambierà molto.
Il perché ci sia questa disparità lo fanno capire molto bene alcuni degli interventi qui sopra, in cui si dice che la donna era sicuramente consenziente, era bevuta, era stata incauta, se l'era cercata. Insomma che nella sostanza danno alla donna della mignottella bugiarda: oltre al danno anche la beffa.

Ma sei proprio sicuro di ciò che hai detto?
Se proprio sicuro che il malcapitato non avrà alcuna conseguenza?

Non capisco poi dove vuoi andare a parare. Se il presunto violentatore viene scagionato deve essere almeno frustato così anche lui potrà portare i segni di una violenza?


Ultima modifica di sconcertato_1 il Dom Set 10, 2017 4:14 pm, modificato 2 volte
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 8568
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: Educazione sessuale nelle scuole. Oggi.   Dom Set 10, 2017 4:12 pm

ushikawa ha scritto:
Ho constatato che una buona parte degli interventi parte dal presupposto di difendere i carabinieri dalle accuse delle ragazze, come se si desse per scontato che quelle accuse siano con più probabilità false che vere.
Spiegamelo tu perché tra una donna che dice di essere violentata e un uomo che dice che non è vero tu o io dobbiamo dare più fiducia all'uomo che alla donna.


Scusa, ma c'è un equivoco: non è un problema matematico di probabilità, né tantomeno un problema di discriminazione sessuale su chi meriti più fiducia tra il maschio e la femmina.

E' un problema generale che riguarda i principi elementari del diritto, su cui si basa tutto l'ordinamento della società civile, ovvero: è giusto che esistano dei reati specifici per i quali il principio della presunzione di innocenza non deve valere, e anzi deve venire rovesciato di default, in partenza?

Io (che peraltro sono donna) il problema me lo pongo.

Non dico di avere in mano la soluzione definitiva, ma mi pongo il problema e sono consapevole che esiste.

Tu pensi che non sia un problema e che vada bene così?
Tornare in alto Andare in basso
Online
ushikawa

avatar

Messaggi : 3518
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioTitolo: Re: Educazione sessuale nelle scuole. Oggi.   Dom Set 10, 2017 4:13 pm

Io invece penso che, se non altro per non aver problemi in famiglia o sul lavoro, due carabinieri dovrebbero evitare di cercare avventure durante l'orario di servizio, tanto più se le ragazze non sono consenzienti.
Tornare in alto Andare in basso
chicca70



Messaggi : 2897
Data d'iscrizione : 26.12.14

MessaggioTitolo: Re: Educazione sessuale nelle scuole. Oggi.   Dom Set 10, 2017 4:15 pm

enricat ha scritto:
chicca70 ha scritto:
Ciccio.8 ha scritto:
Masaniello ha scritto:
Nel frattempo assistiamo inorriditi ad una mobilitazione generale di alte cariche politiche  (ormai solo più donne ) a difesa di due consumatrici di alcool e droghe

Ah, quindi tu la poni strettamente in questi termini... Visto che bevono e si drogano hanno torto a priori?

Non hanno torto a priori ma l'essere ubriache non annulla, a mio parere, la validità di un eventuale consenso. Noi non sappiamo se quel consenso ci sia stato o no, probabilmente no, ma se c'è stato poteva essere benissimo un consenso consapevole.
Ha ragione Enricat a dire che una donna ubriaca ha il diritto di non essere stuprata. Giustissimo ma, poiché nel concreto gli stupratori esistono, forse non ubriacarsi e non drogarsi potrebbe essere un buon punto di partenza per autodifendersi.

NOn ci posso credere. Ancora a questo punto siamo???
Ma porca miseria, possiamo ubriacarci, metterci le minigonne, uscire da sole la sera e nessuno ci deve toccare senza il nostro consenso.

Su questo non c'è dubbio. Ma se qualcuno non rispetta il tuo "nessuno ci deve toccare"? La realtà è fatta anche da persone che non rispettano i divieti e, siccome non posso sapere in anticipo chi rispetterà o meno il mio diritto a non essere stuprata, devo in qualche modo non mettermi a rischio. Comunque non puoi paragonare la minigonna all'ubriachezza. La minigonna non ti rende più vulnerabile nè altera il tuo stato di coscienza. L'alcool lo fa. Senza contare che una donna ubriaca, esattamente come un uomo ubriaco, fa veramente ribrezzo.
Tornare in alto Andare in basso
ushikawa

avatar

Messaggi : 3518
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioTitolo: Re: Educazione sessuale nelle scuole. Oggi.   Dom Set 10, 2017 4:18 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
ushikawa ha scritto:
Ho constatato che una buona parte degli interventi parte dal presupposto di difendere i carabinieri dalle accuse delle ragazze, come se si desse per scontato che quelle accuse siano con più probabilità false che vere.
Spiegamelo tu perché tra una donna che dice di essere violentata e un uomo che dice che non è vero tu o io dobbiamo dare più fiducia all'uomo che alla donna.


Scusa, ma c'è un equivoco: non è un problema matematico di probabilità, né tantomeno un problema di discriminazione sessuale su chi meriti più fiducia tra il maschio e la femmina.

E' un problema generale che riguarda i principi elementari del diritto, su cui si basa tutto l'ordinamento della società civile, ovvero: è giusto che esistano dei reati specifici per i quali il principio della presunzione di innocenza non deve valere, e anzi deve venire rovesciato di default, in partenza?

Io (che peraltro sono donna) il problema me lo pongo.

Non dico di avere in mano la soluzione definitiva, ma mi pongo il problema e sono consapevole che esiste.

Tu pensi che non sia un problema e che vada bene così?

Scusa, ma c'è un equivoco: deve essere il processo a stabilire chi ha ragione e chi ha torto, a confermare le accuse o a dimostrarle false.
Qui non stiamo facendo alcun processo, ma malgrado questo vedo che la maggior parte delle persone ha stabilito che le due ragazze stiamo muovendo accuse false, per non so quale motivo, e qualcuno magari pensa che non ci si può più fare una scopata in santa pace con una ragazza brilla agganciata in discoteca.
Se il giudice stabilirà che le accuse erano false e che le ragazze, per qualche motivo, si erano inventate tutto sarò contento, perché vorrà dire che non c'è stata violenza.
Ma io osservo che, come succedeva cinquant'anni fa, in caso di un'accusa di stupro chi si ritrova sotto processo è immancabilmente la vittima: ci stava, le piaceva, non ha graffiato, ha goduto, era vestita provocante, era brilla, era una troia ecc. ecc.
Lo ha iniziato a far intendere Masaniello e gli sono andati appresso in parecchi, maschi e femmine.

Ah, dimenticavo: quando il violentatore è un immigrato allora le accuse delle vittime sono molto più credibili. Quanti problemi crea il framing


Ultima modifica di ushikawa il Dom Set 10, 2017 4:22 pm, modificato 2 volte
Tornare in alto Andare in basso
Masaniello



Messaggi : 3233
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioTitolo: Re: Educazione sessuale nelle scuole. Oggi.   Dom Set 10, 2017 4:19 pm

Purtroppo oggi,in un contenzioso penale tra uomo e donna, di default l uomo è colpevole e aguzzino, la donna vittima. Sessismo e discriminazione si fanno sentire pesantemente.
Saranno anche esaltati, diointerra ed io ho motivo valido per non provare simpatia verso l Arma.
Ma rischiare di prendersi l idrante in faccia dal giuliani di turno, la bombola del gas dall immigrato di turno e la denuncia dalla studentessa fatta di alcool ed ammiccante di turno non lo rende il lavoro più tranquillo del mondo
Con questo,ripeto,sempre meglio che essere carabiniere negli anni 70
Tornare in alto Andare in basso
sconcertato_1



Messaggi : 722
Data d'iscrizione : 14.12.15

MessaggioTitolo: Re: Educazione sessuale nelle scuole. Oggi.   Dom Set 10, 2017 4:21 pm

ushikawa ha scritto:
paniscus_2.0 ha scritto:
ushikawa ha scritto:
statato che una buona parte degli interventi parte dal presupposto di difendere i carabinieri dalle accuse delle ragazze, come se si desse per scontato che quelle accuse siano con più probabilità false che vere.
Spiegamelo tu perché tra una donna che dice di essere violentata e un uomo che dice che non è vero tu o io dobbiamo dare più fiducia all'uomo che alla donna.


Scusa, ma c'è un equivoco: non è un problema matematico di probabilità, né tantomeno un problema di discriminazione sessuale su chi meriti più fiducia tra il maschio e la femmina.

E' un problema generale che riguarda i principi elementari del diritto, su cui si basa tutto l'ordinamento della società civile, ovvero: è giusto che esistano dei reati specifici per i quali il principio della presunzione di innocenza non deve valere, e anzi deve venire rovesciato di default, in partenza?

Io (che peraltro sono donna) il problema me lo pongo.

Non dico di avere in mano la soluzione definitiva, ma mi pongo il problema e sono consapevole che esiste.

Tu pensi che non sia un problema e che vada bene così?

Scusa, ma c'è un equivoco: deve essere il processo a stabilire chi ha ragione e chi ha torto, a confermare le accuse o a dimostrarle false.
Qui non stiamo facendo alcun processo, ma malgrado questo vedo che la maggior parte delle persone ha stabilito che le due ragazze stiamo muovendo accuse false, per non so quale motivo, e qualcuno magari pensa che non ci si può più fare una scopata in santa pace con una ragazza brilla agganciata in discoteca.
Se il giudice stabilirà che le accuse erano false e che le ragazze, per qualche motivo, si erano inventate tutto sarò contento, perché vorrà dire che non c'è stata violenza.
Ma io osservo che, come succedeva cinquant'anni fa, in caso di un'accusa di stupro chi si ritrova sotto processo è immancabilmente la vittima: ci stava, le piaceva, non ha graffiato, ha goduto, era vestita provocante, era brilla, era una troia ecc. ecc.
Lo ha iniziato a far intendere Masaniello e gli sono andati appresso in parecchi, maschi e femmine.

Scusa, chi sono? Dove? Puoi indicarli per favore?
Tornare in alto Andare in basso
enricat



Messaggi : 2015
Data d'iscrizione : 27.11.10

MessaggioTitolo: Re: Educazione sessuale nelle scuole. Oggi.   Dom Set 10, 2017 4:21 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
ushikawa ha scritto:
Ho constatato che una buona parte degli interventi parte dal presupposto di difendere i carabinieri dalle accuse delle ragazze, come se si desse per scontato che quelle accuse siano con più probabilità false che vere.
Spiegamelo tu perché tra una donna che dice di essere violentata e un uomo che dice che non è vero tu o io dobbiamo dare più fiducia all'uomo che alla donna.


Scusa, ma c'è un equivoco: non è un problema matematico di probabilità, né tantomeno un problema di discriminazione sessuale su chi meriti più fiducia tra il maschio e la femmina.

E' un problema generale che riguarda i principi elementari del diritto, su cui si basa tutto l'ordinamento della società civile, ovvero: è giusto che esistano dei reati specifici per i quali il principio della presunzione di innocenza non deve valere, e anzi deve venire rovesciato di default, in partenza?

Io (che peraltro sono donna) il problema me lo pongo.

Non dico di avere in mano la soluzione definitiva, ma mi pongo il problema e sono consapevole che esiste.

Tu pensi che non sia un problema e che vada bene così?

Ma dove sta scritto che non vale il principio di presunzione di innocenza?
Hai mai seguito un processo per stupro ( dove gli accusati erano italiani ) ? Hai mai parlato con una donna che ha subito un processo per stupro? Lo sai quante sono le donne che non denunciano per la paura di non essere credute? Sai quante sono quelle che addirittura non denunciano perchè si vergognano o sentono in colpa?
Come vengono riportate le notizie di violenza sessuale dai media ( sempre quando il violentatore è italiano) ? Come se ne sta parlando in questo furum?
A me pare che la presunzione di innocenza sia ben più che garantita. Mentre per le ragazze è già iniziato il processo mediatico. Già su questo forum è stato detto loro di ogni.
Tornare in alto Andare in basso
enricat



Messaggi : 2015
Data d'iscrizione : 27.11.10

MessaggioTitolo: Re: Educazione sessuale nelle scuole. Oggi.   Dom Set 10, 2017 4:24 pm

chicca70 ha scritto:
enricat ha scritto:
chicca70 ha scritto:
Ciccio.8 ha scritto:
Masaniello ha scritto:
Nel frattempo assistiamo inorriditi ad una mobilitazione generale di alte cariche politiche  (ormai solo più donne ) a difesa di due consumatrici di alcool e droghe

Ah, quindi tu la poni strettamente in questi termini... Visto che bevono e si drogano hanno torto a priori?

Non hanno torto a priori ma l'essere ubriache non annulla, a mio parere, la validità di un eventuale consenso. Noi non sappiamo se quel consenso ci sia stato o no, probabilmente no, ma se c'è stato poteva essere benissimo un consenso consapevole.
Ha ragione Enricat a dire che una donna ubriaca ha il diritto di non essere stuprata. Giustissimo ma, poiché nel concreto gli stupratori esistono, forse non ubriacarsi e non drogarsi potrebbe essere un buon punto di partenza per autodifendersi.

NOn ci posso credere. Ancora a questo punto siamo???
Ma porca miseria, possiamo ubriacarci, metterci le minigonne, uscire da sole la sera e nessuno ci deve toccare senza il nostro consenso.

Su questo non c'è dubbio. Ma se qualcuno non rispetta il tuo "nessuno ci deve toccare"? La realtà è fatta anche da persone che non rispettano i divieti e, siccome non posso sapere in anticipo chi rispetterà o meno il mio diritto a non essere stuprata, devo in qualche modo non mettermi a rischio. Comunque non puoi paragonare la minigonna all'ubriachezza. La minigonna non ti rende più vulnerabile nè altera il tuo stato di coscienza. L'alcool lo fa. Senza contare che una donna ubriaca, esattamente come un uomo ubriaco, fa veramente ribrezzo.

Niente, non ci si arriva. Tu non devi stuprare punto e basta. NOn sono io che non mi devo "mettere a rischio", qualsiasi cosa significhi.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 8568
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: Educazione sessuale nelle scuole. Oggi.   Dom Set 10, 2017 4:28 pm

enricat ha scritto:
paniscus_2.0 ha scritto:
Scusa, enrica, ma potresti chiarire un particolare importante?

La differenza è nel fatto che le ragazze sostengono di aver subito violenza


Ok, ma la mia domanda era un'altra.

Ovvero, come faresti, in un caso del genere, a distinguere una donna che sostiene di aver subito violenza e dice il vero, da una donna che sostiene di aver subito violenza ma dice il falso.

Non è una provocazione, è una domanda seria, serissima.

Perché anche le donne che dicono il falso esistono.

Si può discutere se siano tante o poche, ma non si può assumere a priori che non ci siano.

Personalmente, non credo che l'unica soluzione plausibile sia quella di assumere per principio che le donne dicano sempre il vero.

Magari ci si indovina nella maggior parte delle volte, ma non mi pare un motivo sufficiente per ESCLUDERE a priori qualsiasi altra possibilità.

E ripeto che parlo in generale, non mi riferisco specificamente a questo caso penoso in cui (per altri motivi) il torto è palese.

Ah, specifico bene: io non mi sono mai permessa di fare illazioni sul fatto che le ragazze "fossero troie" o che a loro "fosse piaciuto" o che "non si fossero divincolate abbastanza". Parlavo di altro.

Se la violenza c'è, è violenza, e questo nessuno può sognarsi di metterla in dubbio.

Ma io appunto parlavo di altro.


Ultima modifica di paniscus_2.0 il Dom Set 10, 2017 4:46 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Online
chicca70



Messaggi : 2897
Data d'iscrizione : 26.12.14

MessaggioTitolo: Re: Educazione sessuale nelle scuole. Oggi.   Dom Set 10, 2017 4:30 pm

enricat ha scritto:
chicca70 ha scritto:
enricat ha scritto:
chicca70 ha scritto:
Ciccio.8 ha scritto:
Masaniello ha scritto:
Nel frattempo assistiamo inorriditi ad una mobilitazione generale di alte cariche politiche  (ormai solo più donne ) a difesa di due consumatrici di alcool e droghe

Ah, quindi tu la poni strettamente in questi termini... Visto che bevono e si drogano hanno torto a priori?

Non hanno torto a priori ma l'essere ubriache non annulla, a mio parere, la validità di un eventuale consenso. Noi non sappiamo se quel consenso ci sia stato o no, probabilmente no, ma se c'è stato poteva essere benissimo un consenso consapevole.
Ha ragione Enricat a dire che una donna ubriaca ha il diritto di non essere stuprata. Giustissimo ma, poiché nel concreto gli stupratori esistono, forse non ubriacarsi e non drogarsi potrebbe essere un buon punto di partenza per autodifendersi.

NOn ci posso credere. Ancora a questo punto siamo???
Ma porca miseria, possiamo ubriacarci, metterci le minigonne, uscire da sole la sera e nessuno ci deve toccare senza il nostro consenso.

Su questo non c'è dubbio. Ma se qualcuno non rispetta il tuo "nessuno ci deve toccare"? La realtà è fatta anche da persone che non rispettano i divieti e, siccome non posso sapere in anticipo chi rispetterà o meno il mio diritto a non essere stuprata, devo in qualche modo non mettermi a rischio. Comunque non puoi paragonare la minigonna all'ubriachezza. La minigonna non ti rende più vulnerabile nè altera il tuo stato di coscienza. L'alcool lo fa. Senza contare che una donna ubriaca, esattamente come un uomo ubriaco, fa veramente ribrezzo.

Niente, non ci si arriva. Tu non devi stuprare punto e basta. NOn sono io che non mi devo "mettere a rischio", qualsiasi cosa significhi.

Benissimo. E se, dopo che hai detto "tu non devi stuprare punto e basta", qualcuno lo fa lo stesso, nonostante il divieto?
Sacrificare la realtà ad un principio in questo caso mi sembra autolesionista. Il principio deve esistere ma poi conta la realtà. Anche rubare è vietato ma ormai quasi tutti abbiamo l'antifurto in casa. È la stessa cosa.


Ultima modifica di chicca70 il Dom Set 10, 2017 4:32 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Masaniello



Messaggi : 3233
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioTitolo: Re: Educazione sessuale nelle scuole. Oggi.   Dom Set 10, 2017 4:31 pm

Una precisazione ai mod. Perché ho aperto il post? Lo ribadisco
Abbiamo a che fare con adolescenti. La sessualità incipiente condizionata fortemente la loro vita e le prestazioni scolastiche.
Queste vicende, in cui da un rapporto occasionale uomo donna l uomo ne esce alla gogna e sputtanato dalle Alpi alle piramidi inevitabilmente costituisce per i ragazzi fonte di grande preoccupazione :il flirt occasionale ,estivo di cui tutti conserviamo un bel ricordo, che si viveva ai nostri tempi con serenità, si trasforma ora in un momento di ansia,di paura che si va a sommare alle insicurezze tipiche adolescenziali. È giusto che i giovani vivano nell angoscia durante e dopo un flirt con una donna,temendo che questa,anche per un capriccio,un dispetto,un ricatto possa poi minacciarlo ottenendo immediato appoggio da parte di associazioni, autorità pronte a fare a pezzi il maschio?
È un precedente pericoloso
Tornare in alto Andare in basso
sconcertato_1



Messaggi : 722
Data d'iscrizione : 14.12.15

MessaggioTitolo: Re: Educazione sessuale nelle scuole. Oggi.   Dom Set 10, 2017 4:31 pm

Enricat, quindi tu vai in giro di notte da sola per la città con la minigonna? Vai anche in giro in grandi città come milano, per esempio, magari nei pressi della stazione?
Tornare in alto Andare in basso
enricat



Messaggi : 2015
Data d'iscrizione : 27.11.10

MessaggioTitolo: Re: Educazione sessuale nelle scuole. Oggi.   Dom Set 10, 2017 4:33 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
enricat ha scritto:
paniscus_2.0 ha scritto:
Scusa, enrica, ma potresti chiarire un particolare importante?

La differenza è nel fatto che le ragazze sostengono di aver subito violenza


Ok, ma la mia domanda era un'altra.

Ovvero, come faresti, in un caso del genere, a distinguere una donna che sostiene di aver subito violenza e dice il vero, da una donna che sostiene di aver subito violenza ma dice il falso.

Non è una provocazione, è una domanda seria, serissima.

Perché anche le donne che dicono il falso esistono.

Si può discutere se siano tante o poche, ma non si può assumere a priori che non ci siano.

Personalmente, non credo che l'unica soluzione plausibile sia quella di assumere per principio che le donne dicano sempre il vero.

Magari ci si indovina nella maggior parte delle volte, ma non mi pare un motivo sufficiente per ESCLUDERE a priori qualsiasi altra possibilità.

E ripeto che parlo in generale, non mi riferisco specificamente a questo caso penoso in cui (per altri motivi) il torto è palese.

Ma dove si assume per principio che le donne dicono il vero? C'è il processo.

Comunque i casi di violenza denunciata e soprattutto non denunciata ( in particolare in famiglia, che riguarda minori, nei confronti delle lavoratrici/lavoratori sessuali ) sono quantitativamente ben superiori rispetto alle false accuse. Questo non significa che le false accuse non esistono, ma è alquanto curioso, diciamo così, che ci si ponga più il problema del caso raro, che quello ben più presente.
Tornare in alto Andare in basso
Masaniello



Messaggi : 3233
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioTitolo: Re: Educazione sessuale nelle scuole. Oggi.   Dom Set 10, 2017 4:35 pm

Ora mi chiedo. .ipocrisia portami via.ma nel vostro mondo la donna desidera trombare solo da sposata in camera da letto allo scopo di procreare? Siete mai stati ad una serata universitaria in discoteca?o siete mai stati in una discoteca,in Italia e all'estero ?secondo me no. Le ragazze non sono tutte aspiranti monache,fatevene una ragione.
Tornare in alto Andare in basso
Masaniello



Messaggi : 3233
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioTitolo: Re: Educazione sessuale nelle scuole. Oggi.   Dom Set 10, 2017 4:37 pm

Enricat insegna e vive tra le mura di un convento di suore ,evidentemente non conosce il mondo giovanile direttamente e ritiene la santità e la castità caratteristiche comuni delle universitarie ;))))
Tornare in alto Andare in basso
ushikawa

avatar

Messaggi : 3518
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioTitolo: Re: Educazione sessuale nelle scuole. Oggi.   Dom Set 10, 2017 4:38 pm

Masaniello ha scritto:
Una precisazione ai mod.  Perché ho aperto il post? Lo ribadisco
Abbiamo a che fare con adolescenti. La sessualità incipiente condizionata fortemente la loro vita e le prestazioni scolastiche.
Queste vicende, in cui da un rapporto occasionale uomo donna l uomo ne esce alla gogna e sputtanato dalle Alpi alle piramidi inevitabilmente costituisce per i ragazzi fonte di grande preoccupazione :il flirt occasionale ,estivo di cui tutti conserviamo un bel ricordo, che si viveva ai nostri tempi con serenità, si trasforma ora in un momento di ansia,di paura che si va a sommare alle insicurezze tipiche adolescenziali.  È giusto che i giovani vivano nell angoscia durante e dopo un flirt con una donna,temendo che questa,anche per un capriccio,un dispetto,un ricatto possa poi minacciarlo ottenendo immediato appoggio da parte di associazioni,  autorità pronte a fare a pezzi il maschio?
È un precedente pericoloso

Senti, sinceramente questa preoccupazione per i giovani maschi italici che sarebbero condizionati dalla notizia in questione, fino a sentirsi angosciati per un flirt occasionale è talmente ridicola che non vale neanche la pena commentarla.

Se davvero ti sta a cuore la serenità sessuale degli adolescenti forse parlerei di un argomento molto più scivoloso, cioè quello dei modelli di sessualità diffusi dalla pornografia, ormai accessibile in un click anche nelle forme più estreme, nei quali prevale la sopraffazione e la violenza e dove nessuno sembra divertirsi davvero.

PS: immagino che la maggior parte delle donne in età abbia voglia di fare sesso, anche occasionalmente: no question. Non credo, però, che abbiano anche voglia di essere violentate.


Ultima modifica di ushikawa il Dom Set 10, 2017 4:41 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
sempreconfusa1



Messaggi : 1684
Data d'iscrizione : 05.08.11

MessaggioTitolo: Re: Educazione sessuale nelle scuole. Oggi.   Dom Set 10, 2017 4:39 pm

masaniello, premesso che non ho letto il thread ma solo il tuo ultimo intervento, cosa c'entrano gli adolescenti con un fatto di cronaca tra adulti.
Sono carabinieri, che se hanno commesso quello che si dice, sono condannabili da punto di vista penale oltrechè etico, e sono studentesse sciocche e bevute che se fosse confermato, sono condannabili per questa poca serietà nei rapporti e per non riuscire a viversi una serata tranquilla senza sciroccarsi la testa con le bevute o con altre sostanze.

Se invece vuoi parlare del fatto che anche gli adolescenti hanno preso questa consuetudine delle uscite con lo stordimento, allora è altra storia.
Tornare in alto Andare in basso
Online
avidodinformazioni



Messaggi : 19892
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: Educazione sessuale nelle scuole. Oggi.   Dom Set 10, 2017 4:39 pm

Ciccio.8 ha scritto:
Oook, mi sono concentrato il più possibile, giunto al tegamino unto d'olio non dico che ululavo di piacere ma ho avvertito un certo brivido, poi ho chiuso la finestra.
Cos'è ? Un modo per dire che sei frigido ?
Tornare in alto Andare in basso
 
Educazione sessuale nelle scuole. Oggi.
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 5 di 7Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Seguente
 Argomenti simili
-
» Proteine nelle urine.. Oggi eco alla 9+0
» [articolo] Lezione di sesso troppo esplicita
» Kit per estetista!!aiutatemi
» Spagna, la Conferenza episcopale difende il diritto di indossare il velo nelle scuole
» la religione nelle scuole italiane

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: