Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Down che sbava e piange

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Vai alla pagina : 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9  Seguente
AutoreMessaggio
boston



Messaggi : 874
Data d'iscrizione : 16.09.10

MessaggioTitolo: Down che sbava e piange   Lun Set 11, 2017 5:13 pm

Solitamente quante ore di sostegno vengono assegnate a un ragazzino di prima superiore con gravissima sindrome di Down? Mi sono ritrovata in classe questo tenerissimo virgulto, davvero tenero che però sembra abbia al massimo 4 anni. Voglio sperare che gli siano affidate 18 ore con una o due insegnanti di sostegno perché sarebbe impossibile gestire la classe da sola. Stamattina l'ho tenuto accanto a me e l'ho fatto disegnare ma dopo 10 minuti si è messo a piangere mi ha pure sbavato sulla spalla voleva curiosare nella mia borsa faceva i versi cantava, tutto ciò che fa un bambino di 4 anni per attirare l'attenzione. Ok poverino mica colpa sua ma dove sta la prof di sostegno???








Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 9817
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioTitolo: Re: Down che sbava e piange   Lun Set 11, 2017 5:38 pm

il sostegno doveva essere lì.

: - (

Le ore dovrebbero essere coperte tutte con art 3 comma 3
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Cozza

avatar

Messaggi : 9031
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioTitolo: Re: Down che sbava e piange   Lun Set 11, 2017 7:16 pm

Temo proprio che la carenza di docenti di sos non sia solo alle medie...
Gli abilitati a Milano son terminati subito. Ora convocazioni da gi incrociate di non abilitati. Si prevedono come sempre tempi lunghi
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 9817
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioTitolo: Re: Down che sbava e piange   Lun Set 11, 2017 8:45 pm

la famiglia manda a scuola un ragazzino in quella situazione di bisogno senza accertarsi che sia tutto pronto?
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Cozza

avatar

Messaggi : 9031
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioTitolo: Re: Down che sbava e piange   Lun Set 11, 2017 9:17 pm

ire...ti ricordo che mica tutte le famiglie sono attente e corrette come te...
spesso non indagano nemmeno proprio per non diver essere messi di fronte alla scelta: lo tengo a casa finchè l'organico non è al completo o lo mando a scuola perchè a casa ora che le vacanze son finite ho altro da fare?
Tornare in alto Andare in basso
boston



Messaggi : 874
Data d'iscrizione : 16.09.10

MessaggioTitolo: Re: Down che sbava e piange   Lun Set 11, 2017 9:46 pm

Ma è obbligatorio che un ragazzo con un deficit cognitivo così alto vada a scuola fino a 16 anni? Dai, onestamente, e con tutta la pieta' umana di cui sono capace non posso che chiedermi cosa ci faccia lì. Non so come abbia fatto elementari e medie, forse sa giusto scrivere il proprio nome ma dubito vada oltre. Comunque se in Lombardia non abbiamo docenti di sostegno che chiamino un educatore comunale o chiunque sia basta che si spiccino. Per lui e per il resto della classe, oltre ovviamente per i professori.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 9817
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioTitolo: Re: Down che sbava e piange   Mar Set 12, 2017 7:50 am

tellina ha scritto:
ire...ti ricordo che mica tutte le famiglie sono attente e corrette come te...
spesso non indagano nemmeno proprio per non diver essere messi di fronte alla scelta: lo tengo a casa finchè l'organico non è al completo o lo mando a scuola perchè a casa ora che le vacanze son finite ho altro da fare?

Lo so, e la cosa mi fa inca.... volare proprio.

Alle volte prenderei quelle persone e le sbatterei al muro.

Lo farei, tellina, perchè so che con un po' di attenzione e tanta tanta fatica, lo ammetto, si riesce ancora ad ottenere ciò di cui si ha bisogno.


Comunque la mia domanda era un modo un po' subdolo per suggerire a boston di cercare di capire la situazione e i tempi di attesa ed eventualmente di suggerire alla famiglia di muoversi.
Sai che è l'unica cosa da fare o almeno l'unica cosa efficace
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
boston



Messaggi : 874
Data d'iscrizione : 16.09.10

MessaggioTitolo: Re: Down che sbava e piange   Mar Set 12, 2017 4:03 pm

A parte capire la situazione non vedo perché non adottare alternative alla scuola per casi così gravi. Mi è incomprensibile!
Tornare in alto Andare in basso
Cozza

avatar

Messaggi : 9031
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioTitolo: Re: Down che sbava e piange   Mar Set 12, 2017 7:18 pm

è da sempre che quando parlo di obbligo scolastico per casi così gravi...riesco a scrivere (e a pensare) tutto e il contrario di tutto.
avendo lavorato in scuola media facente parte di ic speciale ho avuto spesso in classe, alle medie, casi gravissimi rifiutati da altre scuole.
ho ben presente di cosa parli e condivido con te tutte le perplessità del caso.
se da un lato però condivido...dall'altro mi chiedo: l'alternativa quale sarebbe? altre scuole speciali, ok.
ma parliamo anche della singola "specialità" dei casi, nel senso di singolarità...
le difficoltà non son mai perfettamente allineate, fare classi di livello omogeneo pare impossibile e comunque poco utile.
capiterebbe così che un alunno tipo il tuo, con immensi problemi, è palese, potrebbe anche peggiorare rimanendo a contatto solo ed esclusivamente con altri ragazzini con problemi maggiori dei suoi.
la questione della serenità necessaria e indispensabile anche per lo svolgimento della normale lezione per il resto della classe (spesso resa impossibile da situazioni limite), mi sta particolarmente a cuore.
i compagni sono alla fine quelli che sostengono il peso maggiore dell'inclusione forzata (si spera anche ottenendone in cambio benefici seppur più morali che pratici, relativi più alla maturità personale che all'apprendimento delle competenze).
ma non se ne esce, davvero...(e la gestione da scuolechiuse o peggio da teneteveliacasa) in uso una volta...non era comunque la soluzione migliore.
Tornare in alto Andare in basso
chicca70



Messaggi : 2901
Data d'iscrizione : 26.12.14

MessaggioTitolo: Re: Down che sbava e piange   Mar Set 12, 2017 7:33 pm

Esistono i centri diurni comunali, ma accettano i ragazzi solo al termine della scuola superiore. D'altra parte le famiglie lavorano, quindi non si può nemmeno pensare che tengano i ragazzini a casa. Il problema è della scuola e la scuola deve risolverlo.
Tornare in alto Andare in basso
carla75

avatar

Messaggi : 4796
Data d'iscrizione : 26.10.10

MessaggioTitolo: Re: Down che sbava e piange   Mar Set 12, 2017 8:00 pm

in realtà non c'e' nessuna legge che preveda la copertura totale dell'alunno con gravità. ha diritto sicuramente al rapporto uno ad uno cioè 18 ore sos, e le ore che il comune puo' dare. qui sta al buon senso della famiglia capire che non è utile far frequentare 32 ore ad un alunno senza la dovuta copertura. se non capiscono te lo tieni.
Tornare in alto Andare in basso
Ivanhoe00

avatar

Messaggi : 189
Data d'iscrizione : 15.09.12

MessaggioTitolo: Re: Down che sbava e piange   Mar Set 12, 2017 8:14 pm

chicca70 ha scritto:
Esistono i centri diurni comunali, ma accettano i ragazzi solo al termine della scuola superiore. D'altra parte le famiglie lavorano, quindi non si può nemmeno pensare che tengano i ragazzini a casa. Il problema è della scuola e la scuola deve risolverlo.

Il problema è della collettività; la scuola non è la soluzione migliore ma, più semplicemente, quella che si può avere a costo quasi zero.
Tornare in alto Andare in basso
Online
boston



Messaggi : 874
Data d'iscrizione : 16.09.10

MessaggioTitolo: Re: Down che sbava e piange   Mar Set 12, 2017 8:16 pm

No no io vorrei proprio sapere se l'obbligo formativo è appunto obbligatorio fino a 16 anni anche in casi come questi perché se così fosse sarebbe proprio una cosa assurda. Quindi in pratica la scuola diventa il parcheggio di tutti i ritardati perché la famiglia non riesce a tenerli e dopo i 16 anni tornano alla famiglia che a sua volta li rimbalza in qualche centro sociale? "Se non capiscono te lo tieni" non esiste proprio perché io il diritto dovere di fare lezione alla classe senza occuparmi anche e prima di tutto di un bambino di 4 anni con le sembianze di un adolescente che piange strepita e continua a toccarmi. A latere credo pure che anche arrivata l'insegnante di sostegno il ragazzo non sarà tenuto in classe, non ci sarà alcuna interazione coi compagni, non avrà beneficio alcuno. Mi spiace tanto per lui ma un caso simile va affiancato da educatori esperti e non parcheggiato a scuola.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: Down che sbava e piange   Mar Set 12, 2017 8:18 pm

Scusate, però, comunque la si pensi, il ragazzino ha il diritto di stare a scuola in orario di scuola e dal primo giorno.
Se non ci sono gli insegnanti si lede un SUO diritto, e non il nostro a stare in pace. Se la famiglia minacciasse di denunciare la scuola che non garantisce il diritto del figlio, per interruzione di pubblico servizio o qualcosa del genere?
Non sono genitori poco sensibili, sensati o che (e comunque ci sono anche quelli).
Se la scuola è aperta e il loro figlio è a scuola, è un diritto che ci stia.
Anche perché, siamo crudi: ti ha sbavato sulla spalla, carino e piacevole non è. Ma i genitori devono lavorare, immagino, e in più prendersene cura per tutto il resto del tempo, tu per qualche ora e finché non arriva il sostegno. Ti infastidirà pure, ma ha tutto il diritto a star lì. E pure quando avrà l'insegnante di sostegno, loro compito sarà fare sostegno, non levartelo dai maroni.
Poi sulle leggi sull'inclusione ecc. ne parliamo finché vi pare.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: Down che sbava e piange   Mar Set 12, 2017 8:19 pm

boston ha scritto:
No no io vorrei proprio sapere se l'obbligo formativo è appunto obbligatorio fino a 16 anni anche in casi come questi perché se così fosse sarebbe proprio una cosa assurda. Quindi in pratica la scuola diventa il parcheggio di tutti i ritardati perché la famiglia non riesce a tenerli e dopo i 16 anni tornano alla famiglia che a sua volta li rimbalza in qualche centro sociale? "Se non capiscono te lo tieni" non esiste proprio perché io il diritto dovere di fare lezione alla classe senza occuparmi anche e prima di tutto di un bambino di 4 anni con le sembianze di un adolescente che piange strepita e continua a toccarmi. A latere credo pure che anche arrivata l'insegnante di sostegno il ragazzo non sarà tenuto in classe, non ci sarà alcuna interazione coi compagni, non avrà beneficio alcuno. Mi spiace tanto per lui ma un caso simile va affiancato da educatori esperti e non parcheggiato a scuola.

caro, leggiti le leggi scolastiche.
Il "bambino di 4 anni" per la legge è alunno tuo come gli altri, e hai doveri verso di lui come verso gli altri.
Mi spiace ma la scuola italiana è così, da qualche decennio ormai. Se non ti piace vai in un altro paese dove non devi tenerti i "ritardati".
Tornare in alto Andare in basso
boston



Messaggi : 874
Data d'iscrizione : 16.09.10

MessaggioTitolo: Re: Down che sbava e piange   Mar Set 12, 2017 8:34 pm

@Galadriel: Le tue lezioni di vita tienile per te che ho esperienza da vendere nel mio campo. Se poi vuoi il politically correct cambia utente perché io non lo uso. Un alunno che ha un ritardo cognitivo gravissimo per me resta un ritardato così come un cieco resta un cieco anche se lo chiami non vedente. La normativa italiana prevede che l'alunno sia mio come gli altri ma prevede pure che l'insegnante di classe NON sia solo a svolgere la sua funzione docente in presenza di studenti con handicap psichico gravissimo.
Leggiti le leggi scolastiche tu piuttosto.
Tornare in alto Andare in basso
luna7



Messaggi : 144
Data d'iscrizione : 23.02.16

MessaggioTitolo: Re: Down che sbava e piange   Mar Set 12, 2017 10:46 pm

boston ha scritto:
@Galadriel: Le tue lezioni di vita tienile per te che ho esperienza da vendere nel mio campo. Se poi vuoi il politically correct cambia utente perché io non lo uso. Un alunno che ha un ritardo cognitivo gravissimo per me resta un ritardato così come un cieco resta un cieco anche se lo chiami non vedente. La normativa italiana prevede che l'alunno sia mio come gli altri ma prevede pure che l'insegnante di classe NON sia solo a svolgere la sua funzione docente in presenza di studenti con handicap psichico gravissimo.
Leggiti le leggi scolastiche tu piuttosto.

Al di là dell'aspetto etico e morale...

qual è la parte della normativa che cita che l insegnante NON sia solo a svolgere la sua funzione docente in presenza di studenti con handicap psichico gravissimo ?
La normativa prevede su base di certificazione l asssegnazione di un docente di sostegno ALLA classe, ma in nessuna norma è scritto che l' alunno h NON puo' stare in classe SENZA il docente di sostegno.
tu credi che il tuo ds non conosca la normativa e si esponga a tale rischio, ad esempio in caso di incidente?
Tornare in alto Andare in basso
luna7



Messaggi : 144
Data d'iscrizione : 23.02.16

MessaggioTitolo: Re: Down che sbava e piange   Mar Set 12, 2017 10:47 pm

Aggiungo sei sicuro delle tue osservazioni perché non mandi una lettera protocollata al ds per informarlo della situazione ?
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: Down che sbava e piange   Mer Set 13, 2017 7:27 am

boston ha scritto:
@Galadriel: Le tue lezioni di vita tienile per te che ho esperienza da vendere nel mio campo. Se poi vuoi il politically correct cambia utente perché io non lo uso. Un alunno che ha un ritardo cognitivo gravissimo per me resta un ritardato così come un cieco resta un cieco anche se lo chiami non vedente. La normativa italiana prevede che l'alunno sia mio come gli altri ma prevede pure che l'insegnante di classe NON sia solo a svolgere la sua funzione docente in presenza di studenti con handicap psichico gravissimo.
Leggiti le leggi scolastiche tu piuttosto.

E tu rileggiti la prima parte del mio intervento.
Sto dicendo che la scuola manca a non fornire i docenti di sostegno al ragazzo e secondo me molte scuole sarebbero passibili di denuncia da parte delle famiglie.
La copertura totale, ahimé, non è detto sia prevista, anche per ragioni economiche. Insomma, nessuna legge dice che non potrai avere, anche in seguito, magari un'ora da solo in classe con gli studenti con disabilità.
Ma di sicuro non troverai legge che dica "l'insegnante di sostegno serve per portare fuori chi disturba la lezione dei colleghi curricolari". Sbaglio, o è questo il tuo approccio? Allora ti dico, ti può piacere o meno, in Italia funziona così. In altri paesi no, e può darsi pure che sia meglio. Ma qui è così.
Non ti preoccupare che sulla normativa, in questo settore in particolare, ne so qualcosa.

Ps: mi sono abbastanza stancata del richiamo al "politically correct". Ormai chi dice qualsiasi cosa offensiva si giustifica dietro a "non sono politicamente corretto" e "non sono un buonista".
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: Down che sbava e piange   Mer Set 13, 2017 7:31 am

luna7 ha scritto:
Aggiungo sei sicuro delle tue osservazioni perché non mandi una lettera protocollata al ds per informarlo della situazione ?

Io comunque una lettera al DS la manderei. Non "mi disturba", ma "è suo diritto avere il sostegno". Però credo che finché si muovono solo i docenti non serva a nulla, perché dei docenti, scusate, se ne fregano abbastanza.
Tornare in alto Andare in basso
Cozza

avatar

Messaggi : 9031
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioTitolo: Re: Down che sbava e piange   Mer Set 13, 2017 7:54 am

Ohy... La scuola è iniziata da un giorno.
Il sostegno lo staranno cercando immagino...
Più che altro farei presente ai genitori che nell'attesa forse sarebbe consigliabile almeno l'orario ridotto.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 8589
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: Down che sbava e piange   Mer Set 13, 2017 8:27 am

luna7 ha scritto:
La normativa prevede su base di certificazione l asssegnazione di un docente di sostegno ALLA classe, ma in nessuna norma è scritto che l' alunno h NON puo' stare in classe SENZA il docente di sostegno.
tu credi che il tuo ds non conosca la normativa e si esponga a tale rischio, ad esempio in caso di incidente?

A parte il fatto che la normativa (non solo quella col sostegno, ma anche tutte le altre in particolar modo quelle in materia di sicurezza, numero di studenti, metratura delle aule e simili), viene continuamente disattesa ovunque, con evidente rischio di incidenti, anche se i DS lo sanno benissimo... però, al di fuori delle polemiche e del cinismo, mi sembra che questo si configuri come un caso in cui viene anche leso il diritto allo studio degli altri alunni della classe.

Da quello che è stato descritto qui, si tratta di un caso di handicap talmente grave da avere bisogno, di fatto, di un'assistenza continua in rapporto 1 a 1, con tutta l'attenzione dell'operatore dedicata integralmente a lui, con vicinanza fisica immediata e priorità su tutto il resto. Ora, se questo unico operatore presente è un docente curricolare di classe, come cavolo fa a fare  lezione a tutta la classe, se deve dedicare tutta la sua attenzione esclusiva alle esigenze del ragazzo disabile?

Tu dici che "non esiste nessuna normativa" che dica che l'alunno disabile non possa mai essere lasciato in classe senza insegnante di sostegno... ma questo è vero in generale, anche perché nella maggioranza dei casi, che sono molto meno gravi, non ne ha bisogno. Però di fatto esistono delle situazioni in cui la presenza continua è richiesta da oggettive necessità. Non deve essere necessariamente ricoperto da docenti di sostegno, va bene anche un educatore o un assistente di altro tipo (anzi, in casi così gravi presumo che l'educatore sia di gran lunga più utile dell'insegnante di sostegno), però oggettivamente esistono anche dei ragazzi che hanno bisogno di assistenza esclusiva continua, non è che ce li inventiamo noi perché non vogliamo essere disturbati...
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 9817
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioTitolo: Re: Down che sbava e piange   Mer Set 13, 2017 8:34 am

Non parlatemi di stanchezza del politically correct perchè

ritardato
parcheggio
rimbalzo
senza occuparmi anche
continua a toccarmi


non sono parole semplicemente scorrette: sono parole che evidenziano il fastidio che prova un docente nei confronti della disabilità

Un docente di scuola pubblica infastidito dalla disabilità non è particolarmente portato al lavoro che sta facendo.  Sempre meglio il tutoraggio uno a uno con un ragazzino che non ha problemi di sorta.

Il discorso sul diritto degli altri di non essere penalizzati dalla sua presenza è un discorso che nella scuola pubblica non è accettabile: la scuola pubblica è lo spaccato della società e nella società i disabili ci sono, è necessario imparare a conviverci, è necessario imparare con loro e far imparare loro ad ottenere il massimo ottenibile è necessario imparare che si va avanti tutti insieme, regolando il passo.

O li ammazziamo  ma questo è stato già provato e non ha portato a nulla di buono

Detto questo:  è folle che non ci si sia assicurati di avere pronte tutte le figure di sostegno già dal primo giorno.  Il ragazzino si sarà trovato preoccupato, spaventato, disorientato in un ambiente nuovo sentendo sulla pelle la fatica degli altri al contatto con lui.

I docenti tutti dovrebbero sollecitare, la famiglia dovrebbe martellare forte per obbligare il ds o il mondo intero coinvolto in queste decisioni a darsi una mossa veloce ed efficace.

Questo ragazzo non può soffrire tanto.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
boston



Messaggi : 874
Data d'iscrizione : 16.09.10

MessaggioTitolo: Re: Down che sbava e piange   Mer Set 13, 2017 11:19 am

paniscus_2.0 ha scritto:
luna7 ha scritto:
La normativa prevede su base di certificazione l asssegnazione di un docente di sostegno ALLA classe, ma in nessuna norma è scritto che l' alunno h NON puo' stare in classe SENZA il docente di sostegno.
tu credi che il tuo ds non conosca la normativa e si esponga a tale rischio, ad esempio in caso di incidente?

A parte il fatto che la normativa (non solo quella col sostegno, ma anche tutte le altre in particolar modo quelle in materia di sicurezza, numero di studenti, metratura delle aule e simili), viene continuamente disattesa ovunque, con evidente rischio di incidenti, anche se i DS lo sanno benissimo... però, al di fuori delle polemiche e del cinismo, mi sembra che questo si configuri come un caso in cui viene anche leso il diritto allo studio degli altri alunni della classe.

Da quello che è stato descritto qui, si tratta di un caso di handicap talmente grave da avere bisogno, di fatto, di un'assistenza continua in rapporto 1 a 1, con tutta l'attenzione dell'operatore dedicata integralmente a lui, con vicinanza fisica immediata e priorità su tutto il resto. Ora, se questo unico operatore presente è un docente curricolare di classe, come cavolo fa a fare  lezione a tutta la classe, se deve dedicare tutta la sua attenzione esclusiva alle esigenze del ragazzo disabile?

Tu dici che "non esiste nessuna normativa" che dica che l'alunno disabile non possa mai essere lasciato in classe senza insegnante di sostegno... ma questo è vero in generale, anche perché nella maggioranza dei casi, che sono molto meno gravi, non ne ha bisogno. Però di fatto esistono delle situazioni in cui la presenza continua è richiesta da oggettive necessità. Non deve essere necessariamente ricoperto da docenti di sostegno, va bene anche un educatore o un assistente di altro tipo (anzi, in casi così gravi presumo che l'educatore sia di gran lunga più utile dell'insegnante di sostegno), però oggettivamente esistono anche dei ragazzi che hanno bisogno di assistenza esclusiva continua, non è che ce li inventiamo noi perché non vogliamo essere disturbati...

Plaudo l'unico intervento intelligente. Pare tu sia l'unica ad aver capito che il ragazzo ha davvero necessità di assistenza continua ed esclusiva, non me la sono certo inventata io per togliermelo di torno. E comunque è già intervenuto il padre di un'alunna perché il ragazzino tocca un po' troppo, con la scusa di voler essere abbracciato e contenuto infila le mani sotto le camicette, l'ha fatto con me e l'ho bloccato, ma l'ha ripetuto con una compagna che ne è rimasta molto turbata. E il padre giustamente di è incazzato.
Tornare in alto Andare in basso
boston



Messaggi : 874
Data d'iscrizione : 16.09.10

MessaggioTitolo: Re: Down che sbava e piange   Mer Set 13, 2017 11:32 am

Ire ha scritto:
Non parlatemi di stanchezza del politically correct perchè

ritardato
parcheggio
rimbalzo
senza occuparmi anche
continua a toccarmi


non sono parole semplicemente scorrette: sono parole che evidenziano il fastidio che prova un docente nei confronti della disabilità

Un docente di scuola pubblica infastidito dalla disabilità non è particolarmente portato al lavoro che sta facendo.  Sempre meglio il tutoraggio uno a uno con un ragazzino che non ha problemi di sorta.

Il discorso sul diritto degli altri di non essere penalizzati dalla sua presenza è un discorso che nella scuola pubblica non è accettabile: la scuola pubblica è lo spaccato della società e nella società i disabili ci sono, è necessario imparare a conviverci, è necessario imparare con loro e far imparare loro ad ottenere il massimo ottenibile è necessario imparare che si va avanti tutti insieme, regolando il passo.

O li ammazziamo  ma questo è stato già provato e non ha portato a nulla di buono

Detto questo:  è folle che non ci si sia assicurati di avere pronte tutte le figure di sostegno già dal primo giorno.  Il ragazzino si sarà trovato preoccupato, spaventato, disorientato in un ambiente nuovo sentendo sulla pelle la fatica degli altri al contatto con lui.

I docenti tutti dovrebbero sollecitare, la famiglia dovrebbe martellare forte per obbligare il ds o il mondo intero coinvolto in queste decisioni a darsi una mossa veloce ed efficace.

Questo ragazzo non può soffrire tanto.

Ah! Adesso non posso neppure dire che continua a toccarmi perché è scorretto? Che manica di falsi che siete. Nessuno di voi sarebbe infastidito nell'avere praticamente addosso un torello di 70 kili con le pulsioni di un 15enne e l'età mentale di un bambino di 4 anni? Va bene a tutte? Perché se dimostri un minimo di fastidio non sei degna docente della scuola statale?
Io sono stata fin troppo brava con questo ragazzino capace di suscitarmi una grande tenerezza ma, lo ammetto, sparami, anche un certo fastidio per la sua invadente fisicità che ora rivolge anche alle compagne. Sono cattiva? E chi se ne frega se la pensi così, io so bene di non esserlo. Argomento chiuso per me.

Tornare in alto Andare in basso
 
Down che sbava e piange
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 9Vai alla pagina : 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9  Seguente
 Argomenti simili
-
» Piange sempre....
» la sera quando si addormenta col padre mi strazia come piange
» semipermanente che sbava?
» «La statuetta della Vergine piange olio»
» piange il telefono, il call-center del vaticano

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Sostegno-
Andare verso: