Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 PERCHÉ ESISTE IL PRECARIATO?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Vai alla pagina : 1, 2, 3, 4  Seguente
AutoreMessaggio
Masaniello



Messaggi : 3257
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioTitolo: PERCHÉ ESISTE IL PRECARIATO?   Mar Set 12, 2017 9:48 pm

I giovani sono stufi della precarietà. I giovani vogliono stabilità, vogliono essere assunti subito a tempo indeterminato, pretendono che il datore di lavoro valorizzi i loro talenti e competenze con un bel tempo indeterminato e uno stipendio adeguato.
Nell arco di 12 ore ho capito, caso mai non mi fosse già chiaro prima,perché il precariato è giusto,importante,anzi fondamentale.
Ieri acquisto una finta radice d albero, in un negozio d acquari. verosimilmente una resina plastica .
Torno a casa e mi accorgo che galleggia. Stamattina chiamo e chiedo se per caso fosse per terrari quindi da sistemare fuori dall acqua,visto che galleggiava.
Mi risponde una commessa del negozio dalla voce molto giovane. Ecco cosa mi dice " la leghi al fondo (con cosa...),dopo due o tre settimane assorbe l acqua e non galleggia piu "
Le rispondo "ma magari faccio un paio di fori così si riempie d acqua e sta giù da sola,visto che dentro è vuota"
"No, non serve a niente.prenda del filo da pesca e la fissi al fondo per qualche settimana "
"Si ok,arrivederci"
Prendo un punteruolo faccio due fori alla base delle radici,si riempie d acqua e il problema è risolto "
Quindi oggi scopro che la plastica assorbe l acqua e dopo alcuni giorni un contenitore vuoto in plastica affondera' da solo..
Wow.
Le famose spugne di plastica. .
PREVENTIVO RC AUTO.
chiamo la banca, mi passano "la signorina che si occupa delle assicurazioni "
Fantastico.
Mi chiede copia fronte e retro del libretto dell auto usata da acquistare,gliela mando.
Dopo un paio d ore mi chiama "senta, non riesco a trovare la sua auto "
"In che senso,le è arrivato il libretto?
"Si ma non conosco molto le auto..l auto che acquista è una c4?
"Una grand c4 Picasso, è una monovolume"
"Aspetti ....... mi dispiace ma nell allestimento non trovo nulla "
"Non deve guardare sotto allestimento, ma sotto modello. Se non inserisce il modello come fanno a comparirle gli allestimenti?
"A,ok.quindi una Citroën. .aspetti un attimo chiedo al mio responsabile ......ok.eccola qua.
Le dispiace se facciamo il preventivo al telefono?
"Veramente non ho molto tempo, m a è tutto scritto sul libretto"
"I chilovat?
"Sempre sul libretto "
Va bene,a breve le mando il preventivo "

A breve,sono passate tre ore.
In breve, la miss che si occupa delle assicurazioni auto in una banca non conosce la c4 Picasso. Confonde "modello di auto" con "allestimento " .cosa ancora più grave,non è in grado di leggere il libretto dell auto e ricavarne i dati.
Queste le nuove leve del mondo del lavoro.
Queste le capre e i caproni promossi con il dito e maturati in condizioni di analfabetismo funzionale.
Qyeste le ignorantone e gli ignorantoni che pretendono l assunzione a tempo indeterminato e 2000 euro al mese.
(Fedeli ,vedi che parlo prima delle donne e poi gli uomini,come te;)
Ma voi, a sta gente fresca di diploma che fra 'n po' non sa manco leggere , la assumereste a tempo indeterminato? ?????
Ai posteri.....

Tornare in alto Andare in basso
Hoffnung2



Messaggi : 1676
Data d'iscrizione : 16.05.14

MessaggioTitolo: Re: PERCHÉ ESISTE IL PRECARIATO?   Mar Set 12, 2017 10:24 pm

Invece noi 'giovani leve' della scuola, che abbiamo frequentato la scuola di una volta ma siamo ancora precari, li assumeresti?
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 5578
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioTitolo: Re: PERCHÉ ESISTE IL PRECARIATO?   Mar Set 12, 2017 10:41 pm

Qualsiasi lavoro, anche il più semplice (che poi tanto semplice non risulta) richiede un minimo di formazione. Se non gliela fanno, o non hanno fatto ancora esperienza, è colpa dei ragazzi?
Tornare in alto Andare in basso
Masaniello



Messaggi : 3257
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioTitolo: Re: PERCHÉ ESISTE IL PRECARIATO?   Mar Set 12, 2017 10:48 pm

Le aziende non lamentano che i neoassunti non sappiano usare alla perfezione un applicativo interno o non conoscano un device avanzato specialistico.
Lamentano la mancanza di requisiti, conoscenze base.la base della base,ciò che anche il buon senso fornirebbe. Ciò che noi,seppur comuni mortali, davamo per scontato già all età delle medie. .
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 5578
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioTitolo: Re: PERCHÉ ESISTE IL PRECARIATO?   Mar Set 12, 2017 11:13 pm

Masaniello ha scritto:
Le aziende non lamentano che i neoassunti non sappiano usare alla perfezione un applicativo interno o non conoscano un device avanzato specialistico.
Lamentano la mancanza di requisiti, conoscenze base.la base della base,ciò che anche il buon senso fornirebbe. Ciò che noi,seppur comuni mortali, davamo per scontato già all età delle medie. .

Non tutti sono patiti di automobili.
Tornare in alto Andare in basso
Masaniello



Messaggi : 3257
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioTitolo: Re: PERCHÉ ESISTE IL PRECARIATO?   Mar Set 12, 2017 11:16 pm

Quindi una che non sa leggere il libretto di un auto si interessa di assicurazioni e preventivi auto.
Tornare in alto Andare in basso
Hoffnung2



Messaggi : 1676
Data d'iscrizione : 16.05.14

MessaggioTitolo: Re: PERCHÉ ESISTE IL PRECARIATO?   Mar Set 12, 2017 11:28 pm

Magari non ha trovato altro e non vuole essere a carico dei genitori.
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 5578
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioTitolo: Re: PERCHÉ ESISTE IL PRECARIATO?   Mar Set 12, 2017 11:31 pm

Masaniello ha scritto:
Quindi una che non sa leggere il libretto di un auto si interessa di assicurazioni e preventivi auto.

E' lavoro, non un hobby. L'ha trovato, vediamo se impara. Facci sapere come va alla prossima rata.
Tornare in alto Andare in basso
sempreconfusa1



Messaggi : 1704
Data d'iscrizione : 05.08.11

MessaggioTitolo: Re: PERCHÉ ESISTE IL PRECARIATO?   Mer Set 13, 2017 12:13 am

Non scherziamo: esiste perché, a un certo punto, dovrebbe terminare. Cioè, la gavetta va benissimo anche se appunto, affiancata anche a un percorso formativo sarebbe anche migliore.
Ma l'uso che del precariato si vorrebbe fare, rendendo tutti "giovani", anche quando giovani non si è più, non mi trova certo d'accordo. Persone che a 50 anni perdono il loro posto perché le aziende hanno bellamente pensato ai propri tornaconti, e poi vanno in fallimento, o traslocano, perdono lavoro e dignità. Ricollocarsi può essere umiliante anche per i più ottimisti e positivi.

Quanto alle signorine...chi dice che siano assunte a tempo indeterminato? Può essere che siano a termine e dopo uno due mesi devono andare a lavorare in un supermercato, per cui neppure si sprecano tanto ad imparare. E saranno sostituite da altre belle signorine.
E' un sistema che ci vuole tutti più ignoranti possibili. Ma è un problema di sistema.

Insomma...gavetta sì, molte esperienze per i ragazzi sì, meno play e social e più letture specialistiche, in relazione alla propria formazione, e così si spera di risolvere qualcosa a livello culturale. Perché per quello politico, con i vari acts and jobs la vedo proprio dura.
Tornare in alto Andare in basso
ushikawa

avatar

Messaggi : 3528
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioTitolo: Re: PERCHÉ ESISTE IL PRECARIATO?   Mer Set 13, 2017 5:33 am

Il solito modo di "ragionare" di Masaniello. Stavolta non ho voglia di limitarmi a prenderlo in giro come al solito.

Dal caso insignificante capitato a lui fa discendere le leggi del mondo, specie se di mezzo ci sono giovani e donne, due categorie che evidentemente un po' lo disgustano.

Il giudizio per cui gli gnoccoloni che lo hanno servito si meritassero di non avere un posto di lavoro stabile posso anche capirlo. La generalizzazione no, è una scemenza.

Quando non sono solo due sprovveduti, ma un'intera generazione o due ad essere stata precarizzata, sia le cosiddette "eccellenze" che i buoni a nulla, forse bisognerebbe affrontare la questione del merito in termini diversi.

Già oggi sono quasi riusciti a convincerci che ci sono docenti che meritano di lavorare e docenti "da stanare"... poi domani scopriremo che avranno messo anche noi tra i docenti "da stanare".
Tornare in alto Andare in basso
Online
Ivanhoe00

avatar

Messaggi : 189
Data d'iscrizione : 15.09.12

MessaggioTitolo: Re: PERCHÉ ESISTE IL PRECARIATO?   Mer Set 13, 2017 7:35 am

La generalizzazione di Masaniello è la stessa di chi, vedendo i casi di insegnanti che periodicamente ottengono gli onori della cronaca, conclude che dovrebbero licenziarci/aumentare l'orario/ridurre le ferie/crocifiggere in sala mensa.

Detto questo, mi chiedo spesso se, nel caso avessi un'azienda, assumerei qualcuno dei miei studenti (non valutandoli solo dal punto di vista del profitto scolastico) e la risposta che mi do non è molto confortante.
Tornare in alto Andare in basso
Masaniello



Messaggi : 3257
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioTitolo: Re: PERCHÉ ESISTE IL PRECARIATO?   Mer Set 13, 2017 7:47 am

No.non sono tutti tonti, imbranati e totalmente ignoranti i giovani che escono dal diploma.
Ma sappiamo chi viene promosso a maggioranza ,chi viene aiutato anno dopo anno anche con due tre insufficienze gravi.
Quindi io,come datore di lavoro,mi riservo il diritto di prendermi del tempo per valutare con chi ho a che fare,con un contratto a tempo determinato.
Ci sono troppe capre e caproni, pigrone e pigroni in giro perché io,datore di lavoro,assuma aspetto occhi chiusi a tempo indeterminato, con l impossibilità sostanziale dopo di togliermi dalle palle una mela marcia
Tornare in alto Andare in basso
*monià*



Messaggi : 275
Data d'iscrizione : 08.05.12

MessaggioTitolo: Re: PERCHÉ ESISTE IL PRECARIATO?   Mer Set 13, 2017 8:05 am

Masaniello, hai addossato le responsabilità solo alle capre, e il datore di lavoro? Poiché hai anche tu iniziato a lavorare da zero immagino tu abbia avuto bisogno di un tutor, io il primo anno pendevo dalle sue labbra. Il datore di lavoro, specie della signorina delle assicurazioni, lì non ha fatto niente, mi viene da pensare. Per non parlare di quella dell'acquario, si saranno limitati a mostrargli come non fare danno con la cassa. Poi ci sono gli stupidi a prescindere, e quelli rimarranno tonti a prescindere da formazione, età e sesso.
Forse avere una visione più ampia che quella del mondo della scuola aiuta. Ho fatto per svariati anni la responsabile della formazione dei nuovi arrivati in un'azienda multinazionale, anche i superlaureati erano imbranati all'inizio...sparavano proprio tante ca**.
Tornare in alto Andare in basso
dubitoergosum



Messaggi : 1707
Data d'iscrizione : 04.09.10

MessaggioTitolo: Re: PERCHÉ ESISTE IL PRECARIATO?   Mer Set 13, 2017 8:22 am

Ai miei tempi ancora si assumeva a t.i., fui assunta a t.i., la prima a poche settimane dal termine degli studi, e la seconda senza perdere un solo giorno di lavoro, da due grandi aziende. Entrambe  investirono molto sulla mia formazione. All'epoca eravamo una nazione industrialmente ancora molto rispettata e competitiva, da quando è iniziata la precarizzazione selvaggia del lavoro abbiamo perso moltissime posizioni ed anche molti posti di lavoro. Non posso affermare con certezza che tra i due fatti (precarizzazione del lavoro e perdita di competitività) ci sia un legame, ma meritano una riflessione.
Tornare in alto Andare in basso
Paolo Santaniello



Messaggi : 2408
Data d'iscrizione : 15.09.13

MessaggioTitolo: Re: PERCHÉ ESISTE IL PRECARIATO?   Mer Set 13, 2017 8:45 am

Il precariato esiste perchè al padrone (sia stato che privato) un lavoratore precario costa meno.
E' una forma generalizzata, legalizzata e "assimilata" di sfruttamento.
Tornare in alto Andare in basso
condor2000



Messaggi : 975
Data d'iscrizione : 15.10.12

MessaggioTitolo: Re: PERCHÉ ESISTE IL PRECARIATO?   Mer Set 13, 2017 8:49 am

*monià* ha scritto:
Masaniello, hai addossato le responsabilità solo alle capre, e il datore di lavoro? Poiché hai anche tu iniziato a lavorare da zero immagino tu abbia avuto bisogno di un tutor, io il primo anno pendevo dalle sue labbra. Il datore di lavoro, specie della signorina delle assicurazioni, lì non ha fatto niente, mi viene da pensare. Per non parlare di quella dell'acquario, si saranno limitati a mostrargli come non fare danno con la cassa. Poi ci sono gli stupidi a prescindere, e quelli rimarranno tonti a prescindere da formazione, età e sesso.
Forse avere una visione più ampia che quella del mondo della scuola aiuta. Ho fatto per svariati anni la responsabile della formazione dei nuovi arrivati in un'azienda multinazionale, anche i superlaureati erano imbranati all'inizio...sparavano proprio tante ca**.

Se l'azienda, in questo esempio la banca, non fornisce una formazione adegueta ai suoi dipendenti, in questo caso la vendita di assicurazioni auto, non è colpa del lavoratore ma del datore di lavoro. Quante volte abbiamo chiamato un call center per risolvere un problema e ci siamo sentiti rispondere "un attimo che verifico", e in sottofondo percepiamo un colloquio tra l'addetto e altre persone a cui rimette il quesito. E' sintomo di ignoranza o mancanza di formazione? Oggi quasi tutte le aziende risparmiano sulla formazione dei propri collaboratori utilizzando corsetti online che hanno surclassato quelli in presenza con tanto di istruttore. La scuola forma nella cultura il futuro cittadino lavoratore (fermo restando che oggi anch'essa è duramente colpita dai governi di turno, che si pongono sulla stessa linea del risparmio a scapito della formazione e didattica) e non può essere la sola responsabile di queste situazioni che riguardano la formazione al lavoro. Poi gli stupidi a prescindere vi saranno sempre ma non credo sia il caso di generalizzare per questo. Tra l'altro, vista la statistica sui laureati in Italia, non ci si deve meravigliare perchè questo classico titolo accademico, fatto di sacrifici e anni di studio, ha ormai perso la sua importanza nelle domande di lavoro, vista la caratteristica di precarietà delle stesse.
Tornare in alto Andare in basso
balanzoneXXI



Messaggi : 1384
Data d'iscrizione : 21.09.13

MessaggioTitolo: Re: PERCHÉ ESISTE IL PRECARIATO?   Mer Set 13, 2017 9:02 am

L' analfabetismo funzionale lamentato dal camerata Masaniello fa si' che greggi di boccaloni rancorosi si struggano al pensiero del ricco poket money corrisposto ai profughi( 35 euro al giorno ma forse di più) e alle loro lussuose sistemazioni (hotel a 4/ 5 stelle), oltre a credere alle più disparate fole metropolitane che circolano nel web.

L' analfabetismo funzionale e' funzionale, appunto , a un certo tipo di società. Il fascismo si può presentare anche senza gagliardetti e fez.
Tornare in alto Andare in basso
balanzoneXXI



Messaggi : 1384
Data d'iscrizione : 21.09.13

MessaggioTitolo: Re: PERCHÉ ESISTE IL PRECARIATO?   Mer Set 13, 2017 9:05 am

Masaniello ha scritto:
No.non sono tutti tonti, imbranati e totalmente ignoranti i giovani che escono dal diploma.
Ma sappiamo chi viene promosso a maggioranza ,chi viene aiutato anno dopo anno anche con due tre insufficienze gravi.
Quindi io,come datore di lavoro,mi riservo il diritto di prendermi del tempo per valutare con chi ho a che fare,con un contratto a tempo determinato.
Ci sono troppe capre e caproni, pigrone e pigroni in giro perché io,datore di lavoro,assuma aspetto occhi chiusi a tempo indeterminato, con l impossibilità sostanziale  dopo di togliermi dalle palle una mela marcia

Il periodo di prova e' sempre esistito.
Tornare in alto Andare in basso
elirpe



Messaggi : 273
Data d'iscrizione : 02.08.17

MessaggioTitolo: Re: PERCHÉ ESISTE IL PRECARIATO?   Mer Set 13, 2017 9:18 am

Stavolta non concordo: il precariato è il male assoluto ed è la ragione per cui la nostra economia è così asfittica... un giovane precario è un giovane a cui difficilmente verrà concesso un mutuo (o che si troverà nella condizione prima o poi di non poterlo onorare nonostante la flessibilità del mutuo stesso); ciò ha portato alla diffusione del fenomeno di giovani che non si separano dal nucleo familiare d'origine e che non si sposano e non fanno figli.

I lavoratori non adatti a un determinato profilo devono essere non riconfermati al termine di un periodo di prova con durata prestabilita... ma questo non è precariato; è ovvio che un'assunzione a tempo indeterminato senza un periodo di prova/formazione sarebbe un azzardo ingiustificabile.
Tornare in alto Andare in basso
balanzoneXXI



Messaggi : 1384
Data d'iscrizione : 21.09.13

MessaggioTitolo: Re: PERCHÉ ESISTE IL PRECARIATO?   Mer Set 13, 2017 9:20 am

ushikawa ha scritto:
Il solito modo di "ragionare" di Masaniello. Stavolta non ho voglia di limitarmi a prenderlo in giro come al solito.

Dal caso insignificante capitato a lui fa discendere le leggi del mondo, specie se di mezzo ci sono giovani e donne, due categorie che evidentemente un po' lo disgustano.

Il giudizio per cui gli gnoccoloni che lo hanno servito si meritassero di non avere un posto di lavoro stabile posso anche capirlo. La generalizzazione no, è una scemenza.

Quando non sono solo due sprovveduti, ma un'intera generazione o due ad essere stata precarizzata, sia le cosiddette "eccellenze" che i buoni a nulla, forse bisognerebbe affrontare la questione del merito in termini diversi.

Già oggi sono quasi riusciti a convincerci che ci sono docenti che meritano di lavorare e docenti "da stanare"... poi domani scopriremo che avranno messo anche noi tra i docenti "da stanare".


Mi hai preceduto.Le argomentazioni del baldo camerata non sono quelle che ci si dovrebbe aspettare da un insegnante, ma lui niente, va avanti imperterrito, snocciolando un cliché dopo l' altro.Mi chiedo se in classe si contenga, limitandosi ad insegnare la sua disciplina, oppure non resista alla tentazione di dispensare alla cupida gioventù il Masaniello pensiero.
Tornare in alto Andare in basso
elirpe



Messaggi : 273
Data d'iscrizione : 02.08.17

MessaggioTitolo: Re: PERCHÉ ESISTE IL PRECARIATO?   Mer Set 13, 2017 9:22 am

P.s. Mi si consenta un OT; esiste un'altra forma di precariato che agisce nei confronti di chi ha un incarico a tempo indeterminato e che consiste nel pagare la persona in questione in modo irrisorio; non faccio nomi ma la catena che, pur avendo personale in gran parte a TI, paga i propri dipendenti uno stipendio da fame con turni massacranti è noto a tutti.
Tale fenomeno ha indicativamente gli stessi effetti del precariato: bloccare giovani e meno giovani a una situazione adolescenziale di dipendenza dai genitori.
Tornare in alto Andare in basso
Ciccio.8

avatar

Messaggi : 2612
Data d'iscrizione : 24.02.15

MessaggioTitolo: Re: PERCHÉ ESISTE IL PRECARIATO?   Mer Set 13, 2017 9:38 am

balanzoneXXI ha scritto:
ushikawa ha scritto:
Il solito modo di "ragionare" di Masaniello. Stavolta non ho voglia di limitarmi a prenderlo in giro come al solito.

Dal caso insignificante capitato a lui fa discendere le leggi del mondo, specie se di mezzo ci sono giovani e donne, due categorie che evidentemente un po' lo disgustano.

Il giudizio per cui gli gnoccoloni che lo hanno servito si meritassero di non avere un posto di lavoro stabile posso anche capirlo. La generalizzazione no, è una scemenza.

Quando non sono solo due sprovveduti, ma un'intera generazione o due ad essere stata precarizzata, sia le cosiddette "eccellenze" che i buoni a nulla, forse bisognerebbe affrontare la questione del merito in termini diversi.

Già oggi sono quasi riusciti a convincerci che ci sono docenti che meritano di lavorare e docenti "da stanare"... poi domani scopriremo che avranno messo anche noi tra i docenti "da stanare".


Mi hai preceduto.Le argomentazioni del baldo camerata non sono quelle che ci si dovrebbe aspettare da un insegnante, ma lui niente, va avanti imperterrito, snocciolando un cliché dopo l' altro.Mi chiedo se in classe si contenga, limitandosi ad insegnare la sua disciplina, oppure non resista alla tentazione di dispensare alla cupida gioventù il Masaniello pensiero.

_________________________________________________________________________

Quoto sottolineando!
Tornare in alto Andare in basso
Masaniello



Messaggi : 3257
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioTitolo: Re: PERCHÉ ESISTE IL PRECARIATO?   Mer Set 13, 2017 9:49 am

Che pedante balanzone. Se non la smetti ti faccio arrivare a casa questa torta
http://www.repubblica.it/cronaca/2017/09/12/news/torta_hitler_maratea-175210169/
Tornare in alto Andare in basso
Masaniello



Messaggi : 3257
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioTitolo: Re: PERCHÉ ESISTE IL PRECARIATO?   Mer Set 13, 2017 11:18 am

Sarebbe un mondo migliore per tutti se iniziassimo a leggere con un minimo di attenzione i post .
Che cosa ho sottolineato? Su cosa mi sono soffermato? Leggere i dati dell auto dal libretto,che possiede una legenda dettagliata, richiede esperienza?sapere che un oggetto di plastica non assorbe acqua richiede anni di esperienza? Conoscere un modello banale e diffuso di Citroën è roba da appassionati di automobilismo?
Tornare in alto Andare in basso
sempreconfusa1



Messaggi : 1704
Data d'iscrizione : 05.08.11

MessaggioTitolo: Re: PERCHÉ ESISTE IL PRECARIATO?   Mer Set 13, 2017 11:43 am

io ho letto infatti. E tu che mi dici? come fai a dire che quelle signorine sono assunte a tempo indeterminato e aspiravano proprio a fare quel lavoro? Sei forse amico del datore di lavoro?
Tornare in alto Andare in basso
 
PERCHÉ ESISTE IL PRECARIATO?
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 4Vai alla pagina : 1, 2, 3, 4  Seguente
 Argomenti simili
-
» se dio esiste perché non si mostra??
» Perché mi fa piacere che non esiste Dio ...
» la vita non esiste?
» il tempo esiste?
» Il libero arbitrio esiste davvero?

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: