Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Abolire i voti: siete d'accordo?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Scuola70



Messaggi : 867
Data d'iscrizione : 28.02.14

MessaggioTitolo: Abolire i voti: siete d'accordo?   Ven Set 15, 2017 10:13 pm

Io ritengo che i voti abbiano più aspetti negativi che positivi, sia che siano alti che bassi: i primi gonfiano l'autostima dei bravi e li rendono narcisi e dipendenti dalla ricompensa, per nulla liberi,poiché sovente studiano solo per il voto, i secondi invece rovinano l'autostima e predispongono alla demotivazione, all'abbandono dello studio. Dopo un compito si dovrebbe solo dire: " Ci sono queste cose che non vanno, ecco il motivo, ma puoi migliorare...". Il voto  spinge la classe ai confronti e a comportamenti odiosi, gli alunni guardano il voto e MAI gli errori, i bravi criticano chi ha preso voti bassi e li apostrofano come "asini...", mentre chi prende voti bassi chiama "secchioni" i bravi!
Il voto è inutile perché chi ha fatto male lo sa già in molti casi e, soprattutto, non è detto che sia uno stimolo a migliorare, anzi, spesso demotiva i più fragili. La scuola è fatta per imparare, non dev'essere a mio avviso una corsa disperata per prendere sei.
Gli alunni con disturbo di apprendimento o di concentrazione, quale che ne sia l'origine, sono assolutamente svantaggiati dal voto: infatti non è nemmeno il disturbo a spingerli a non studiare più, ma è quel numero al di sotto del sei che li fa sentire marchiati, è come se si  dicesse loro: "Non vali, vali un misero quattro....".
E' necessario formare persone mentalmente libere e il voto favorisce la dipendenza emotiva dal premio o dalla punizione: anzi, secondo me è giusto lodare anche poco, poiché anche gli elogi procurano dipendenza e spingono la mente a impegnarsi per sentirsi dire "Bravo" e non per arricchire il proprio bagaglio culturale.
Mi sbaglio secondo voi?
Tornare in alto Andare in basso
Kuru-nee



Messaggi : 66
Data d'iscrizione : 27.07.17

MessaggioTitolo: Re: Abolire i voti: siete d'accordo?   Ven Set 15, 2017 10:57 pm

Secondo me ti sbagli, sì.

Possiamo discutere che il voto sia numerico o per lettere o per ideogrammi o per quello che ti pare, ma una valutazione definita ci deve essere. Non esiste al mondo nessuno che studia per imparare, sicuramente non tutte le materie e non tutte allo stesso livello. Non vedo quale altro incentivo diverso dal voto possiamo usare per far imparare nozioni pallosissime a un ragazzo di 12 anni.
Il voto chiaramente non è il numero in sé, ma identifica la bontà di una performance, ed è proprio la bontà delle performance a dare la motivazione a imparare. Un bambino/ragazzo che impara e mostra di saper imparare bene e velocemente è un bambino che riceve lodi ed è ammirato dai compagni e stimato dai professori. Si sente gratificato dalle proprie capacità e questo lo stimola a fare meglio.
Chi non sopporta di faticare per imparare non lo farebbe nemmeno se i voti non esistessero, semplicemente vorrebbe essere considerato al pari degli altri e non riuscirebbe ad accettare che a livello cognitivo non rende quanto altri. In questo caso il voto basso aiuta a crescere e a riconoscere i propri limiti.
Con cosa vorresti sostituire i voti? Con le lodi dell'insegnante? Con gli smile? Con i dolcetti a colazione?
Come certificare l'acquisizione di conoscenze che sono necessarie per la nostra tecnologia e per la vita quotidiana o per tramandare la nostra cultura?

Capisco che il voto sembra una brutta etichetta che dà valore alla persona, ma ad essere sbagliato non è il voto. Ad essere sbagliato è l'atteggiamento dei genitori che vedono nel voto un giudizio sul loro figlio e pretendono che questo sia sempre positivo, passando questo modo di pensare anche ai figli. Bisogna insegnare ai bambini che il voto è di una performance e basta, e che essere "somari" non significa valere meno come persone. Non bisogna levare i voti, bisogna dare ai voti il valore che hanno.
Tornare in alto Andare in basso
Onestà



Messaggi : 188
Data d'iscrizione : 25.09.16

MessaggioTitolo: Re: Abolire i voti: siete d'accordo?   Ven Set 15, 2017 11:00 pm

NO!
Anzi io sarei per una selezione più rigida
con corsi per livello e non per età
Cara scuola70
il buonismo degli ultimi decenni (frutto di quella pedagogia relativista: un po' catto e un po' comunista) ha fatto gravi danni con risultati catastrofici:
- aumento dei NEET
- Diplomi e Lauree concesse a cani e porci
- livello culturale nazionale di base penoso...
e tanta falsità e luoghi comuni tipo:
- i nostri studenti sono tra i più preparati al mondo
- all'estero sono ricercati r ben collocati...

Io capisco che gli insegnanti devono tirare a campare (giusto perché molti di loro non hanno alternative... e capacità)
ma non trovo giusto che in nome della salvaguardia del proprio posto di lavoro
rovinino i futuri cittadini illudendoli con falsi voti (spesso pompati o regalati) o ancor peggio con promozioni regalate

Rimandare il giudizio è solo un escamotage per non assumersi la responsabilità di tutore/educatore.

Comunque sia o la si pensi
sta di fatto che il giorno del giudizio arriva per tutti:
- quando il capo dell'azienda ti dice che vali o non vali
- quando la fidanzata/fidanzato ti dice che sei un cretino (ma perfettamente nella media nazionale)
- quando le persone che ti stanno intorno ti plaudono o ti evitano
e così via...

Sinceramente mi sembra l'ennesima discussione per sviare
i problemi reali della scuola che sono ben altri.
- inattualità dei programmi
- scollegamento col mondo del lavoro
- mancanza di offerte formative diversificate - avvincenti - attuabili
- messa in discussione dei protocolli imposti dalla Comunità Europea (Trattato di Lisbona, ecc.)

ultimo ma non meno importante:
formazione e arruolamento degli insegnanti (mai più per soli titoli e graduatorie!!)

Tornare in alto Andare in basso
giorgio_d



Messaggi : 168
Data d'iscrizione : 02.09.14

MessaggioTitolo: Re: Abolire i voti: siete d'accordo?   Sab Set 16, 2017 12:40 am

triste verità.

Kuru-nee ha scritto:
Secondo me ti sbagli, sì.

Con cosa vorresti sostituire i voti? Con le lodi dell'insegnante? Con gli smile? Con i dolcetti a colazione?
Come certificare l'acquisizione di conoscenze che sono necessarie per la nostra tecnologia e per la vita quotidiana o per tramandare la nostra cultura?

Capisco che il voto sembra una brutta etichetta che dà valore alla persona, ma ad essere sbagliato non è il voto. Ad essere sbagliato è l'atteggiamento dei genitori che vedono nel voto un giudizio sul loro figlio e pretendono che questo sia sempre positivo, passando questo modo di pensare anche ai figli. Bisogna insegnare ai bambini che il voto è di una performance e basta, e che essere "somari" non significa valere meno come persone. Non bisogna levare i voti, bisogna dare ai voti il valore che hanno.
Tornare in alto Andare in basso
seasparrow



Messaggi : 2455
Data d'iscrizione : 16.01.16
Età : 58
Località : Venezia

MessaggioTitolo: Re: Abolire i voti: siete d'accordo?   Sab Set 16, 2017 1:26 am

Onestà ha scritto:
Diplomi e Lauree concesse a cani e porci
dai su, non offendiamo cani e porci che sono esseri migliori di tanti studenti viziati con la pancia piena di merendine (e forse la testa di droga) :-)

in ogni caso anche se si aboliscono i voti a scuola i voti ci saranno nella vita
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 8589
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: Abolire i voti: siete d'accordo?   Sab Set 16, 2017 7:24 am

Perché non aboliamo direttamente gli studenti, già che ci siamo?

Tutti a casa, e il voto glielo mettono direttamente i genitori, così sono contenti...
Tornare in alto Andare in basso
Masaniello



Messaggi : 3282
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioTitolo: Re: Abolire i voti: siete d'accordo?   Sab Set 16, 2017 7:59 am

Scuola 70 non è la prima volta che esordisce con queste teorie "alla Parodi ".
Tornare in alto Andare in basso
ushikawa

avatar

Messaggi : 3531
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioTitolo: Re: Abolire i voti: siete d'accordo?   Sab Set 16, 2017 8:11 am

Secondo me il voto dovrebbe servire ad insegnanti alunni e genitori a collocare una certa prestazione di un alunno in una certa disciplina in un ambito di accettabilità, inaccettabilità, eccellenza ecc.
Il voto è sempre sulla prestazione, mai sull'alunno: il fatto che qualcuno, compreso qualche docente, interpreti il voto come valutazione sulla persona è un problema molto diffuso che si risolve solo modificando la cornice di credenze e relazioni intorno alla valutazione, non abolendola. Se i voti provocano ansia non è colpa dei voti in sé, ma delle persone che creano aspettative eccessive intorno ad essi. E' su di esse che occorre agire, non sui voti. Si sta sempre più sopravvalutando l'aspetto psicologico del voto, per cui una insufficienza viene interpretata come una ferita mortale all'autostima di alunno (e genitori), non come uno stimolo al miglioramento: la vera motivazione di chi propone di abolire i voti è quella di bypassare i problemi didattici e quelli di autostima. Chi pensa che basti il piacere dell'apprendimento in sé a motivare gli alunni a mio avviso si sbaglia, perché è uno stimolo totalmente soggettivo: come può esserci qualcuno che ha piacere ad imparare a memoria la divina commedia, così può esserci qualcun altro (la maggior parte delle persone) che trova più piacere nel dedicarsi ad attività diverse dallo studio.
Il voto non va inteso come punizione o premio, ma come riferimento per tutti per inquadrare l'apprendimento; un eventuale abolizione della valutazione priverebbe docenti e famiglie di questo riferimento e renderebbe del tutto autoreferenziale l'impegno (ho studiato fino a qui, poi mi sono stancato). Se si abolissero i voti ci sarebbe in brevissimo tempo un crollo dell'impegno e delle competenze raggiunte per tutti gli alunni.
Non si può neanche pensare di sostituire la valutazione con una più o meno incoraggiante segnalazione degli aspetti positivi e negativi di un compito, che da sola non basterebbe a dare dei riferimenti per l'apprendimento e a stimolare l'impegno.
Nelle nostre classi ci sono tantissimi stranieri i cui genitori si sono istruiti in sistemi scolastici molto più rigidi del nostro e che pensano che i nostri voti siano regalati; la tigna con cui cercano di migliorare le proprie prestazioni scolastiche, confrontata alla mollezza e alle pretese di molti alunni italiani, mi porta a pensare e a sperare che entro una decina di anni i posti migliori della società non saranno più prerogativa di chi è qui da decine di generazioni.
Tornare in alto Andare in basso
Online
*monià*



Messaggi : 278
Data d'iscrizione : 08.05.12

MessaggioTitolo: Re: Abolire i voti: siete d'accordo?   Sab Set 16, 2017 8:21 am

Scuola70 ha scritto:
Gli alunni con disturbo di apprendimento o di concentrazione, quale che ne sia l'origine, sono assolutamente svantaggiati dal voto: infatti non è nemmeno il disturbo a spingerli a non studiare più, ma è quel numero al di sotto del sei che li fa sentire marchiati, è come se si  dicesse loro: "Non vali, vali un misero quattro....".

A volte avviene il contrario: arriva in prima media il ragazzino con disturbi vari che è demotivato, sfiduciato, lo si prende con calma, si ricomincia il percorso e il voto è un'ottimo strumento motivazionale per questa tipologia di studente (usato con parsimonia, quando è necessario per dargli fiducia, arrivando comunque in fondo con una valutazione verosimile in pagella, che è tarata sugli obiettivi del pdp, sull'impegno, i miglioramenti, l'acquisizione di autonomia o metodo ecc.).
Tornare in alto Andare in basso
ushikawa

avatar

Messaggi : 3531
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioTitolo: Re: Abolire i voti: siete d'accordo?   Sab Set 16, 2017 8:24 am

sono d'accordo con monia, la possibilità di passare dal 5 al 7 è un forte stimolo per questi alunni.
Tornare in alto Andare in basso
Online
avidodinformazioni



Messaggi : 19946
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: Abolire i voti: siete d'accordo?   Sab Set 16, 2017 9:53 am

Masaniello ha scritto:
Scuola 70 non è la prima volta che esordisce con queste teorie "alla Parodi ".
Se ne é convinta ... ; sta a noi ribadire la nostra contrarietá, magari facendo notare l'inconsistenza di alcune sue affermazioni, che mi sembrano tanto dei dogmi di fede, totalmente privi di dimostrazione ed anche totalmente falsi

Scuola70 ha scritto:
gonfiano l'autostima dei bravi e li rendono narcisi e dipendenti dalla ricompensa, per nulla liberi,poiché sovente studiano solo per il voto, i secondi invece rovinano l'autostima e predispongono alla demotivazione, all'abbandono dello studio.

i bravi criticano chi ha preso voti bassi e li apostrofano come "asini...",

Il voto è inutile perché chi ha fatto male lo sa già

non è nemmeno il disturbo a spingerli a non studiare più, ma è quel numero al di sotto del sei che li fa sentire marchiati, è come se si  dicesse loro: "Non vali, vali un misero quattro....".

il voto favorisce la dipendenza emotiva dal premio o dalla punizione
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 19946
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: Abolire i voti: siete d'accordo?   Sab Set 16, 2017 10:00 am

ushikawa ha scritto:
Chi pensa che basti il piacere dell'apprendimento in sé a motivare gli alunni a mio avviso si sbaglia, perché è uno stimolo totalmente soggettivo: come può esserci qualcuno che ha piacere ad imparare a memoria la divina commedia, così può esserci qualcun altro (la maggior parte delle persone) che trova più piacere nel dedicarsi ad attività diverse dallo studio.
Chi pensa questo pesa anche che il buon insegnante sia quello che crea l'interesse nell'alunno; poi normalmente pensa anche di essere un buon insegnante e quando vede gli alunni che se ne fregano va in burn out.

A costoro dico: partecipiamo vostro dolore, vostro di voi palloni gonfiati che vi illudete di avere il controllo delle menti dei vostri alunni.
Tornare in alto Andare in basso
Masaniello



Messaggi : 3282
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioTitolo: Re: Abolire i voti: siete d'accordo?   Sab Set 16, 2017 10:24 am

La definizione "alla parodi " indica già un penoso,ridicolo,patetico ma anche nefasto attentato alla formazione scolastica dei giovani
Tornare in alto Andare in basso
Paolo Santaniello



Messaggi : 2411
Data d'iscrizione : 15.09.13

MessaggioTitolo: Re: Abolire i voti: siete d'accordo?   Sab Set 16, 2017 2:58 pm

Il voto è uno strumento, non un giudizio, nè un'arma di potere o ricatto.
E' uno strumento didattico, che serve per individuare per tempo le insufficienze, e quindi è il presupposto a qualsiasi tentativo di colmarle, quelle insufficienze.
La scuola non dura un giorno, dura anni. Il percorso ha bisogno di verifiche periodiche per poter scegliere di volta in volta la direzione da prendere e la velocità a cui andare.
Che poi sia ANCHE mezzo di gratificazione è un utile corollario; ma la sua funzione primaria è di indicare agli adulti il progresso degli apprendimenti.
Tornare in alto Andare in basso
 
Abolire i voti: siete d'accordo?
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Amicizia uomo-donna
» siete MERAVIGLIOSE
» Siete mai stati da psicologi o psichiatri?
» perche siete atei??
» Quando e come siete diventati atei e per quale motivo?

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: