Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Leggere NON apre la mente.

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente
AutoreMessaggio
avidodinformazioni



Messaggi : 19892
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Leggere NON apre la mente.   Dom Set 17, 2017 10:37 am

Promemoria primo messaggio :

http://www.orizzontescuola.it/pennac-gli-studenti-non-leggono-perche-docenti-non-leggono-piu-cosa-ne-pensi/

"il motivo per cui gli studenti non leggono sta nel fatto che i professori non condividono le proprie letture, perché non leggono."

Visto che mi si chiede cosa ne penso lo dico qui.

Se uno studente non legge è perchè il docente non legge; se il docente non legge è perchè .....; non è dato saperlo, immaginiamo perchè è disinteressato alla lettura.

Perchè mai il disinteresse alla lettura (e relativo interessamento ad altro) dovrebbe essere ragione sufficiente per un docente e non per uno studente ? Perchè due pesi e due misure ? I docenti di oggi non sono studenti di ieri ? Avevano docenti disinteressati alla lettura ?

Io leggerei la cosa in modo completamente diverso: Daniel Pennac è uno che se la tira facendo credere di essere persona saggia ed intelligente, magari dando ad intendere che è così perchè ha letto tanto, invece spara cazzate come tutti.

Quelli che ha letto sono stati libri sprecati.
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
Lenar



Messaggi : 1361
Data d'iscrizione : 15.07.12
Località : Porzione settentrionale della Padania più profonda

MessaggioTitolo: Re: Leggere NON apre la mente.   Dom Set 17, 2017 4:18 pm

sempreconfusa1 ha scritto:

Da piccola leggevo zagor ...
i giornaletti hanno trovato il loro spazio nella mia adolescenza, così come i libri di letteratura. E non  per questo credo di avere la testa bacata.

Tra Zagor ed il Postalmarket di Masaniello c'è la stessa differenza che passa tra Valerio Evangelisti e un manga in lingua originale... Non so se il secondo si può propriamente definire "letteratura". Però le immagini sono gradevoli :))
Tornare in alto Andare in basso
sempreconfusa1



Messaggi : 1684
Data d'iscrizione : 05.08.11

MessaggioTitolo: Re: Leggere NON apre la mente.   Dom Set 17, 2017 4:21 pm

Lenar ha scritto:
sempreconfusa1 ha scritto:

Da piccola leggevo zagor ...
i giornaletti hanno trovato il loro spazio nella mia adolescenza, così come i libri di letteratura. E non  per questo credo di avere la testa bacata.

Tra Zagor ed il Postalmarket di Masaniello c'è la stessa differenza che passa tra Valerio Evangelisti e un manga in lingua originale... Non so se il secondo si può propriamente definire "letteratura". Però le immagini sono gradevoli :))

ah vabbè il postalmarket io lo guardavo da "donna" per comprare...masaniello con altro intento;-)
cmq davo uno sguardo ai maschietti ehm ehm questo sì....
Tornare in alto Andare in basso
Online
boston



Messaggi : 866
Data d'iscrizione : 16.09.10

MessaggioTitolo: Re: Leggere NON apre la mente.   Dom Set 17, 2017 4:23 pm

Lenar ha scritto:
Masaniello ha scritto:
Certo!! Cosa credi???
Io a 14-15  mi chiudevo  nella baracca degli attrezzi che aveva mia nonna nella vigna dopo averle fregato il "Postalmarket" dalla buca della posta. ..

Minchia, Masy... che squallore :))

Non ci credo che usavi postalmarket per questi scopi. E poi, quando la mamma lo sfogliava e trovata le pagine appiccicose come ti giustificavi !??

MI FATE VOMITARE
Tornare in alto Andare in basso
ushikawa

avatar

Messaggi : 3518
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioTitolo: Re: Leggere NON apre la mente.   Dom Set 17, 2017 4:41 pm

Io non nego che Pennac non possa dire una cazzata solo perché è un noto scrittore.

Quello che invece non sopporto è la scomparsa del principio di autorità, per cui uno che ha venduto milioni di copie e che attraverso i suoi libri ha detto delle cose per me anche importanti non sia neanche conosciuto e l'ultimo degli imbecilli a cui internet ha dato la parola, per dirla con Umberto Eco, si possa sentire in diritto di sbertucciarlo (da quale pulpito, poi, non si è capito).

Il fatto di scrivere su un social non significa che le proprie opinioni valgano quanto quelle di uno scrittore di best-seller noto a livello planetario, o che si possano contestare le scelte dei medici o dei docenti, o pensare di avere l'idea geniale per risolvere il problema della fame del mondo.
Tornare in alto Andare in basso
Lenar



Messaggi : 1361
Data d'iscrizione : 15.07.12
Località : Porzione settentrionale della Padania più profonda

MessaggioTitolo: Re: Leggere NON apre la mente.   Dom Set 17, 2017 4:52 pm

ushikawa ha scritto:

Quello che invece non sopporto è la scomparsa del principio di autorità, per cui uno che ha venduto milioni di copie e che attraverso i suoi libri ha detto delle cose per me anche importanti non sia neanche conosciuto e l'ultimo degli imbecilli a cui internet ha dato la parola, per dirla con Umberto Eco, si possa sentire in diritto di sbertucciarlo (da quale pulpito, poi, non si è capito).

E' per questo che poi ci becchiamo Giggino Dimmaio ('o Uebb-master, con un passato da "manovale presso un'impresa edilizia" prima di essere baciato dalla fortuna) come candidato premier :))

Oppure, per dirla con De Luca (altro campione): https://www.youtube.com/watch?v=Yw-Qn41uYYA
Tornare in alto Andare in basso
boston



Messaggi : 866
Data d'iscrizione : 16.09.10

MessaggioTitolo: Re: Leggere NON apre la mente.   Dom Set 17, 2017 5:20 pm

ushikawa ha scritto:
Io non nego che Pennac non possa dire una cazzata solo perché è un noto scrittore.

Quello che invece non sopporto è la scomparsa del principio di autorità, per cui uno che ha venduto milioni di copie e che attraverso i suoi libri ha detto delle cose per me anche importanti non sia neanche conosciuto e l'ultimo degli imbecilli a cui internet ha dato la parola, per dirla con Umberto Eco, si possa sentire in diritto di sbertucciarlo (da quale pulpito, poi, non si è capito).

Il fatto di scrivere su un social non significa che le proprie opinioni valgano quanto quelle di uno scrittore di best-seller noto a livello planetario, o che si possano contestare le scelte dei medici o dei docenti, o pensare di avere l'idea geniale per risolvere il problema della fame del mondo.

E da quando vendere milioni di copie ti rende un'autorità!? Anche Fabio Volo vende (purtroppo) milioni di libri, anche Cohelo (ri-purtoppo). Di Pennac a parte la saga di Malaussène, hai letto Storia di un corpo? Non lo considererei memorabile, nell'insieme l'ho trovato un libro sincopato e ossessivo.
Tornare in alto Andare in basso
Masaniello



Messaggi : 3233
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioTitolo: Re: Leggere NON apre la mente.   Dom Set 17, 2017 5:42 pm

E quindi?l affermazione "i docenti non leggono piu" è una boiata pazzesca,indimostrabile ,buttata li allo scopo che conosciamo. Anche l avesse detta Einstein non cambia nulla
Tornare in alto Andare in basso
Scuola70



Messaggi : 864
Data d'iscrizione : 28.02.14

MessaggioTitolo: Re: Leggere NON apre la mente.   Dom Set 17, 2017 6:29 pm

A me piace leggere e cerco di trasmettere il piacere della lettura ai miei alunni, tuttavia ci sono anche libri che NON leggerei mai, ed è giustissimo che sia così.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 19892
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: Leggere NON apre la mente.   Dom Set 17, 2017 6:37 pm

sempreconfusa1 ha scritto:
Comunque, non per sostenere le letture di masaniello o spring, io penso che la lettura faccia bene a prescindere.
Certo, apre gli orizzonti linguistici: amplia il vocabolario, stimola l'uso istintivo delle corrette forme grammaticali; se associata ad un adeguato senso critico fornisce scorci sui punti di vista degli altri ed offre stimoli di riflessione.
Tornare in alto Andare in basso
piperitapatty85



Messaggi : 722
Data d'iscrizione : 18.12.12

MessaggioTitolo: Re: Leggere NON apre la mente.   Dom Set 17, 2017 6:47 pm

ushikawa ha scritto:
Io non nego che Pennac non possa dire una cazzata solo perché è un noto scrittore.

Quello che invece non sopporto è la scomparsa del principio di autorità, per cui uno che ha venduto milioni di copie e che attraverso i suoi libri ha detto delle cose per me anche importanti non sia neanche conosciuto e l'ultimo degli imbecilli a cui internet ha dato la parola, per dirla con Umberto Eco, si possa sentire in diritto di sbertucciarlo (da quale pulpito, poi, non si è capito).

Il fatto di scrivere su un social non significa che le proprie opinioni valgano quanto quelle di uno scrittore di best-seller noto a livello planetario, o che si possano contestare le scelte dei medici o dei docenti, o pensare di avere l'idea geniale per risolvere il problema della fame del mondo.

Quoto. Prima di sparare a zero su qualcuno o qualcosa che ha la colpa di non esserci noto, dovremmo avere perlomeno l'accortezza di informarci. Poi possiamo liberamente contestare, affermare che noi la pensiamo in modo opposto e che l'autore in questione dice baggianate, ma prima sforziamoci di CONOSCERE. Non si può sapere tutto, dunque non dobbiamo avere per forza sempre un'opinione su tutto.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 19892
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: Leggere NON apre la mente.   Dom Set 17, 2017 6:57 pm

piperitapatty85 ha scritto:
ushikawa ha scritto:
Io non nego che Pennac non possa dire una cazzata solo perché è un noto scrittore.

Quello che invece non sopporto è la scomparsa del principio di autorità, per cui uno che ha venduto milioni di copie e che attraverso i suoi libri ha detto delle cose per me anche importanti non sia neanche conosciuto e l'ultimo degli imbecilli a cui internet ha dato la parola, per dirla con Umberto Eco, si possa sentire in diritto di sbertucciarlo (da quale pulpito, poi, non si è capito).

Il fatto di scrivere su un social non significa che le proprie opinioni valgano quanto quelle di uno scrittore di best-seller noto a livello planetario, o che si possano contestare le scelte dei medici o dei docenti, o pensare di avere l'idea geniale per risolvere il problema della fame del mondo.

Quoto. Prima di sparare a zero su qualcuno o qualcosa che ha la colpa di non esserci noto, dovremmo avere perlomeno l'accortezza di informarci. Poi possiamo liberamente contestare, affermare che noi la pensiamo in modo opposto e che l'autore in questione dice baggianate, ma prima sforziamoci di CONOSCERE. Non si può sapere tutto, dunque non dobbiamo avere per forza sempre un'opinione su tutto.
Io non ho un'opinione su Pennac, ce l'ho sulla fesseria che ha detto.

Io ho anche un'opinione su tutti coloro che parlano di scuola, di docenti, di studenti, di metodologie e di obiettivi didattici, senza aver mai messo un piede dentro una scuola se non da ragazzi; tutti pontificano su come dovremmo insegnare, ho sentito opinioni di psicologi, di medici, di economisti, di scrittori; le ho sentite anche da parte di giornalisti, di forumisti, di politici senza laurea e di politici senza diploma; ho sentito opinioni di giocatori di scacchi, di nutrizionisti e persino di attori di film comici (Verdone: a scuola si dovrebbe studiare il cinema).

L'unica categoria che non si è pronunciata è quella delle puttane; un silenzio assordante !
Tornare in alto Andare in basso
ushikawa

avatar

Messaggi : 3518
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioTitolo: Re: Leggere NON apre la mente.   Dom Set 17, 2017 7:15 pm

Pennac, prima di raggiungere la fama letteraria, è stato un ragazzo difficile a scuola, con voti bassissimi, e successivamente un professore di materie letterarie in licei di quartieri periferici. Quindi, per quanto possa dire baggianate, la scuola la conosce molto bene. Poi avendo letto qualcuno dei suoi libri si può agevolmente intuire quale sia la sua visione del mondo, che si può anche non sottoscrivere, ma che per lo meno è coerente con la sua biografia e la sua opera.


Ultima modifica di ushikawa il Dom Set 17, 2017 7:40 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
piperitapatty85



Messaggi : 722
Data d'iscrizione : 18.12.12

MessaggioTitolo: Re: Leggere NON apre la mente.   Dom Set 17, 2017 7:22 pm

avidodinformazioni ha scritto:
piperitapatty85 ha scritto:
ushikawa ha scritto:
Io non nego che Pennac non possa dire una cazzata solo perché è un noto scrittore.

Quello che invece non sopporto è la scomparsa del principio di autorità, per cui uno che ha venduto milioni di copie e che attraverso i suoi libri ha detto delle cose per me anche importanti non sia neanche conosciuto e l'ultimo degli imbecilli a cui internet ha dato la parola, per dirla con Umberto Eco, si possa sentire in diritto di sbertucciarlo (da quale pulpito, poi, non si è capito).

Il fatto di scrivere su un social non significa che le proprie opinioni valgano quanto quelle di uno scrittore di best-seller noto a livello planetario, o che si possano contestare le scelte dei medici o dei docenti, o pensare di avere l'idea geniale per risolvere il problema della fame del mondo.

Quoto. Prima di sparare a zero su qualcuno o qualcosa che ha la colpa di non esserci noto, dovremmo avere perlomeno l'accortezza di informarci. Poi possiamo liberamente contestare, affermare che noi la pensiamo in modo opposto e che l'autore in questione dice baggianate, ma prima sforziamoci di CONOSCERE. Non si può sapere tutto, dunque non dobbiamo avere per forza sempre un'opinione su tutto.
Io non ho un'opinione su Pennac, ce l'ho sulla fesseria che ha detto.

Io ho anche un'opinione su tutti coloro che parlano di scuola, di docenti, di studenti, di metodologie e di obiettivi didattici, senza aver mai messo un piede dentro una scuola se non da ragazzi; tutti pontificano su come dovremmo insegnare, ho sentito opinioni di psicologi, di medici, di economisti, di scrittori; le ho sentite anche da parte di giornalisti, di forumisti, di politici senza laurea e di politici senza diploma; ho sentito opinioni di giocatori di scacchi, di nutrizionisti e persino di attori di film comici (Verdone: a scuola si dovrebbe studiare il cinema).

L'unica categoria che non si è pronunciata è quella delle puttane; un silenzio assordante !

Non c'è dubbio che quello dell'insegnante e dell'allenatore della nazionale di calcio (e, da qualche tempo, anche quello del medico) siano mestieri che a quanto pare sanno fare tutti, e la cosa fa abbastanza rabbrividire. Bisogna anche però prendere atto che Pennac non è l'uomo della strada, ma ha insegnato per parecchi anni, e non certo alla Sorbonne, quindi è uno del mestiere. Detto questo, può anche non piacere (i suoi scritti sulla scuola spesso per me sono stucchevoli), ma sfottere
(come è stato fatto nelle prime risposte) qualcuno, in questo caso lui, ma poteva essere chiunque altro, solo per il fatto di non essere conosciuto mi sembra un atteggiamento miope. Ci lamentiamo perché chiunque vuole dire la sua sulla scuola solo per il fatto di averla frequentata per alcuni anni, e abbiamo ragione; cerchiamo però, almeno noi, di presentarci come una categoria almeno mediamente informata e non composta da tuttologi per forza.
Tornare in alto Andare in basso
sempreconfusa1



Messaggi : 1684
Data d'iscrizione : 05.08.11

MessaggioTitolo: Re: Leggere NON apre la mente.   Dom Set 17, 2017 7:59 pm

avidodinformazioni ha scritto:
sempreconfusa1 ha scritto:
Comunque, non per sostenere le letture di masaniello o spring, io penso che la lettura faccia bene a prescindere.
Certo, apre gli orizzonti linguistici: amplia il vocabolario, stimola l'uso istintivo delle corrette forme grammaticali; se associata ad un adeguato senso critico fornisce scorci sui punti di vista degli altri ed offre stimoli di riflessione.

ohh! e diciamolo! e faccio un OT: anche in diverse lingue, per chi interessato :-)

Quanto al "silenzio assordante", la causa è il sovraccarico di lavoro ;-)

Tornare in alto Andare in basso
Online
Masaniello



Messaggi : 3233
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioTitolo: Re: Leggere NON apre la mente.   Dom Set 17, 2017 9:11 pm

Gianni togni
LUNA
1980
"Ho mille libri sotto il letto
non leggo più
ho mille sogni in un cassetto
non lo apro più"
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 19892
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: Leggere NON apre la mente.   Dom Set 17, 2017 9:11 pm

sempreconfusa1 ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
sempreconfusa1 ha scritto:
Comunque, non per sostenere le letture di masaniello o spring, io penso che la lettura faccia bene a prescindere.
Certo, apre gli orizzonti linguistici: amplia il vocabolario, stimola l'uso istintivo delle corrette forme grammaticali; se associata ad un adeguato senso critico fornisce scorci sui punti di vista degli altri ed offre stimoli di riflessione.

ohh! e diciamolo! e faccio un OT: anche in diverse lingue, per chi interessato :-)

Quanto al "silenzio assordante", la causa è  il sovraccarico di lavoro ;-)

Dici che con un po' più di tempo anche loro metterebbero bocca ?
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 19892
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: Leggere NON apre la mente.   Dom Set 17, 2017 9:16 pm

Masaniello ha scritto:
Gianni togni
LUNA
1980
"Ho mille libri sotto il letto
non leggo più
ho mille sogni in un cassetto
non lo apro più"
Gliela faceva cantare alle tigri
Tornare in alto Andare in basso
Spring



Messaggi : 802
Data d'iscrizione : 23.08.17

MessaggioTitolo: Re: Leggere NON apre la mente.   Dom Set 17, 2017 9:20 pm

ushikawa ha scritto:
Io non nego che Pennac non possa dire una cazzata solo perché è un noto scrittore.

Quello che invece non sopporto è la scomparsa del principio di autorità, per cui uno che ha venduto milioni di copie e che attraverso i suoi libri ha detto delle cose per me anche importanti non sia neanche conosciuto e l'ultimo degli imbecilli a cui internet ha dato la parola, per dirla con Umberto Eco, si possa sentire in diritto di sbertucciarlo (da quale pulpito, poi, non si è capito).

Il fatto di scrivere su un social non significa che le proprie opinioni valgano quanto quelle di uno scrittore di best-seller noto a livello planetario, o che si possano contestare le scelte dei medici o dei docenti, o pensare di avere l'idea geniale per risolvere il problema della fame del mondo.
Io no ho criticato le sue opere, che non conosco. Io ho criticato la sua affermazione, che non ha alcun valore scientifico. Come fa a dire che i docenti non leggono libri? Forse non leggono i suoi...
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 19892
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: Leggere NON apre la mente.   Dom Set 17, 2017 9:24 pm

Comunque è geniale l'espressione "metalettura", immagino che significherebbe "leggere di ciò che si dovrebbe leggere" ovvero leggere le antologie.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 19892
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: Leggere NON apre la mente.   Dom Set 17, 2017 9:26 pm

Quando ero ragazzo esisteva il "libro di antologia" come dire il libro della materia "antologia"; non si studiava la letteratura, ma una sua rappresentazione.
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 3527
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioTitolo: Re: Leggere NON apre la mente.   Dom Set 17, 2017 9:32 pm

Il fatto che Gianni Togni appartenesse ad una nota famiglia di circensi non vuol dire che si cimentasse ad insegnare alle tigri a cantare.
Magari lo avesse fatto!
Ho sempre trovato molto triste andare al circo, magari se le tigri avessero saputo cantare con gioia avrei apprezzato di più lo spettacolo.
Ma niente, quelle poche volte che da bambina mi costringevano ad andare, tornavo a casa più triste di prima e con tante domande in mente sul maltrattamento degli animali che tanto felici non mi sono mai sembrati.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 8568
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: Leggere NON apre la mente.   Dom Set 17, 2017 9:57 pm

Francesca4 ha scritto:
Il fatto che Gianni Togni appartenesse ad una nota famiglia di circensi


...e non mi risulta affatto che sia vero, è una semplice omonimia : - )
Tornare in alto Andare in basso
Online
lucetta10



Messaggi : 6245
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioTitolo: Re: Leggere NON apre la mente.   Dom Set 17, 2017 11:38 pm

Masaniello ha scritto:
Ma chi cazzo è sto qua? Un povero provocatore come quelli di Hebdo?  


Non ci credo...!
E non ti vergogni nemmeno? Passi per Nuccio Ordine che forse è un po' più di nicchia (ma neanche tanto), ma possibile che su un forum di insegnanti ci sia qualcuno che chiama SERIAMENTE "sto qua" lo scrittore-insegnante più mainstream su piazza?
Perché non entri in una classe qualunque, quella con i più imbecilli che trovi su piazza e chiedi chi è Pennac, così ti misuri con l'abisso della tua ignoranza?
... e sì che Pennac proprio non lo sopporto, né come romanziere né come insegnante!


Ultima modifica di lucetta10 il Dom Set 17, 2017 11:47 pm, modificato 2 volte
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 6245
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioTitolo: Re: Leggere NON apre la mente.   Dom Set 17, 2017 11:40 pm

avidodinformazioni ha scritto:
Comunque è geniale l'espressione "metalettura", immagino che significherebbe "leggere di ciò che si dovrebbe leggere" ovvero leggere le antologie.

mi sfugge il parallelo con l'antologia
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 19892
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: Leggere NON apre la mente.   Dom Set 17, 2017 11:46 pm

lucetta10 ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
Comunque è geniale l'espressione "metalettura", immagino che significherebbe "leggere di ciò che si dovrebbe leggere" ovvero leggere le antologie.

mi sfugge il parallelo con l'antologia
"antologia" non è una raccolta di brani con commenti, spiegazioni e digressioni ? Invece di leggere i testi leggi un testo che parla dei testi (tra l'altro riportandone brani); metalettura appunto (per come l'ho interpretata)
Tornare in alto Andare in basso
 
Leggere NON apre la mente.
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 5Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente
 Argomenti simili
-
» Quale libro state leggendo?
» La mente intenzionale
» IE non apre i link
» e-book -> Piero Angela - Da Zero A Tre Anni, La Nascita Della Mente
» Malattie autoimmuni

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: