Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
» Nuovi concorsi 2019
Oggi alle 4:09 pm Da Dec

» Compatibilità seconda attività
Oggi alle 4:05 pm Da charman

» Ricordo Asset non abilitati
Oggi alle 4:03 pm Da Dec

» Giorni riconosciuti Naspi
Oggi alle 3:58 pm Da angyrm

» Graduatoria istituto con contratto triennale
Oggi alle 3:52 pm Da Trampola

» uscita graduatorie III fascia di istituto
Oggi alle 3:50 pm Da damirk

» Dimissioni volontarie docente a t.i.
Oggi alle 3:48 pm Da Robert Bruce

» Agenda insegnante
Oggi alle 3:47 pm Da gugu

» Concorso Lombardia
Oggi alle 3:37 pm Da *Gian*

Link sponsorizzati
Condividi | 
 

 Potenziamento=mobbing?

Andare in basso 
AutoreMessaggio
mellieha



Messaggi : 1
Data d'iscrizione : 25.09.17

MessaggioTitolo: Potenziamento=mobbing?   Lun Set 25, 2017 1:22 pm

Posto il quesito qui, sperando che sia il posto giusto.
Insegno da 25 anni Diritto ed Economia (attuale A046), avendo vinto il concorso del 1990.
A maggio ho presentato domanda di trasferimento in un liceo classico della mia città, che ahimè è stata accolta, avendo questo liceo chiesto e ottenuto una cattedra di potenziamento in Discipline giuridico-economiche. Da ben due colloqui con il preside emerge che la sua intenzione è di assegnarmi un'ora in ciascuna terza liceo (classe terminale) in aggiunta all'orario curricolare. In più dovrei seguire come tutor due classi in progetti di ASL. In questo modo avrei impegnate 14 ore su 18 e immaginavo che le restanti 4 ore sarebbero state usate per sostituzioni e/o progetti di educazione alla legalità.
Purtroppo questa impostazione è stata completamente smentita dai fatti. Il preside è di fatto assente dalla scuola, che viene gestita in gran parte dalla vicepreside e dai collaboratori. Alla vicepreside sto sulle scatole (l'ho capito chiaramente! e non soffro di manie di persecuzione!) e anche una collaboratrice che si occupa dell'orario mi ha detto che è assurdo inserire un'ora in più di diritto, andando a gravare su un curricolo, come quello del liceo classico, già molto pesante.
Ad oggi mi occupo solo delle due classi in alternanza scuola-lavoro.  Non sono stata inserita nell'orario definitivo (tanto che me lo sono fatta da sola) e oggi mi è pervenuta una richiesta/ordine dalla collaboratrice di affiancare per un'ora fissa a settimana  (l'ultima ora) un ragazzino col sostegno, che non è coperto per tutte le ore. Oggi mi hanno mandato ad affiancare un altro ragazzo H in un'ora di matematica.
Premesso che non ho nulla contro i ragazzi H, ma io NON ho il titolo di sostegno e onestamente non so nemmeno che fare se non la baby-sitter (a parte che seppure volessi affiancare seriamente questi ragazzi dovrei conoscerne la storia, sapere se hanno un differenziato o un curricolare con obiettivi minimi, ecc).
Poichè ho capito che il preside ha voluto fortemente questo potenziamento, ma evidentemente il resto dei colleghi (i quali in gran parte mi considerano una docente di sere Z!!!) non accettano questa situazione, vorrei capire come tutelarmi.
In primis vorrei sapere se posso rifiutarmi di affiancare stabilmente il ragazzino H (non creo problemi per una sostituzione al volo), in secondo luogo vorrei capire se posso pretendere che mi siano assegnate le ore sulle terze e come posso impegnare utilmente le ore residue per evitare di essere trattata come una sguattera! (sempre col dovuto rispetto per le sguattere).
Mi sono pentita amaramente di questo trasferimento e comincio a sentirmi depressa e sempre più demotivata!
Torna in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 20663
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: Potenziamento=mobbing?   Lun Set 25, 2017 1:47 pm

mellieha ha scritto:
Posto il quesito qui, sperando che sia il posto giusto.
Insegno da 25 anni Diritto ed Economia (attuale A046), avendo vinto il concorso del 1990.
A maggio ho presentato domanda di trasferimento in un liceo classico della mia città, che ahimè è stata accolta, avendo questo liceo chiesto e ottenuto una cattedra di potenziamento in Discipline giuridico-economiche. Da ben due colloqui con il preside emerge che la sua intenzione è di assegnarmi un'ora in ciascuna terza liceo (classe terminale) in aggiunta all'orario curricolare. In più dovrei seguire come tutor due classi in progetti di ASL. In questo modo avrei impegnate 14 ore su 18 e immaginavo che le restanti 4 ore sarebbero state usate per sostituzioni e/o progetti di educazione alla legalità.
Purtroppo questa impostazione è stata completamente smentita dai fatti. Il preside è di fatto assente dalla scuola, che viene gestita in gran parte dalla vicepreside e dai collaboratori. Alla vicepreside sto sulle scatole (l'ho capito chiaramente! e non soffro di manie di persecuzione!) e anche una collaboratrice che si occupa dell'orario mi ha detto che è assurdo inserire un'ora in più di diritto, andando a gravare su un curricolo, come quello del liceo classico, già molto pesante.
Ad oggi mi occupo solo delle due classi in alternanza scuola-lavoro.  Non sono stata inserita nell'orario definitivo (tanto che me lo sono fatta da sola) e oggi mi è pervenuta una richiesta/ordine dalla collaboratrice di affiancare per un'ora fissa a settimana  (l'ultima ora) un ragazzino col sostegno, che non è coperto per tutte le ore. Oggi mi hanno mandato ad affiancare un altro ragazzo H in un'ora di matematica.
Premesso che non ho nulla contro i ragazzi H, ma io NON ho il titolo di sostegno e onestamente non so nemmeno che fare se non la baby-sitter (a parte che seppure volessi affiancare seriamente questi ragazzi dovrei conoscerne la storia, sapere se hanno un differenziato o un curricolare con obiettivi minimi, ecc). E sì, dovresti informarti; è grave il doversi informare ?
Poichè ho capito che il preside ha voluto fortemente questo potenziamento, ma evidentemente il resto dei colleghi (i quali in gran parte mi considerano una docente di sere Z!!!) non accettano questa situazione, vorrei capire come tutelarmi. Io contatterei il preside; non ci sarà mai perchè impegnato altrove, ma è lui che comanda no ? Se invece non è lui che comanda allora hai preso accordi con la persona sbagliata.
In primis vorrei sapere se posso rifiutarmi di affiancare stabilmente il ragazzino H (non creo problemi per una sostituzione al volo),Non credo che ti possa rifiutare di farlo se è il DS ad importelo, penso che il suo vice non conti un cazzo visto che la figura del vicario non è neanche prevista contrattualmente.
Anche se il DS ti obbliga (e può farlo) tu puoi far scoppiare il caso sui giornali, e vedrai che avrai molti nemici in più ma anche l'esonero dall'incombenza.


in secondo luogo vorrei capire se posso pretendere che mi siano assegnate le ore sulle terze e come posso impegnare utilmente le ore residue per evitare di essere trattata come una sguattera! (sempre col dovuto rispetto per le sguattere).Non puoi pretenderlo, il DS ti dà quello che vuole lui, ad esempio ti può mettere 18 ore a fare supplenze brevi o progetti insulsi.
Mi sono pentita amaramente di questo trasferimento e comincio a sentirmi depressa e sempre più demotivata!
Il potenziamento qualcuno lo deve fare; se fosse mobbing per te e se lo si togliesse a te per darlo ad un altro, poi non sarebbe mobbing per l'altro ? Non è mobbing.
Torna in alto Andare in basso
gugu

avatar

Messaggi : 33189
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioTitolo: Re: Potenziamento=mobbing?   Lun Set 25, 2017 3:43 pm

mellieha ha scritto:
Posto il quesito qui, sperando che sia il posto giusto.
Insegno da 25 anni Diritto ed Economia (attuale A046), avendo vinto il concorso del 1990.
A maggio ho presentato domanda di trasferimento in un liceo classico della mia città, che ahimè è stata accolta, avendo questo liceo chiesto e ottenuto una cattedra di potenziamento in Discipline giuridico-economiche.


Se eri a conoscenza del posto non ti sei informata delle attività svolte da chi c'era prima di te?
Di certo il liceo classico col diritto non ha molto a che fare ma probabilmente hai chiesto volontariamente il trasferimento per trovare una scuola senza problemi di gestione.
Il DS decide sull'utilizzo, rimane l'unico referente, anche dubito che i collaboratori non abbiano riferite sugli incarichi affidati.
Torna in alto Andare in basso
gugu

avatar

Messaggi : 33189
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioTitolo: Re: Potenziamento=mobbing?   Lun Set 25, 2017 3:44 pm

PS. Il DS non può imporre un'ora in più di diritto al curriculum del liceo classico.
Al più può proporre un corso pomeridiano volontario di diritto.
Torna in alto Andare in basso
A0quarantasette



Messaggi : 3356
Data d'iscrizione : 29.08.12

MessaggioTitolo: Re: Potenziamento=mobbing?   Lun Set 25, 2017 5:00 pm

mellieha ha scritto:
Posto il quesito qui, sperando che sia il posto giusto.
Insegno da 25 anni Diritto ed Economia (attuale A046), avendo vinto il concorso del 1990.
A maggio ho presentato domanda di trasferimento in un liceo classico della mia città, che ahimè è stata accolta, avendo questo liceo chiesto e ottenuto una cattedra di potenziamento in Discipline giuridico-economiche. Da ben due colloqui con il preside emerge che la sua intenzione è di assegnarmi un'ora in ciascuna terza liceo (classe terminale) in aggiunta all'orario curricolare. In più dovrei seguire come tutor due classi in progetti di ASL. In questo modo avrei impegnate 14 ore su 18 e immaginavo che le restanti 4 ore sarebbero state usate per sostituzioni e/o progetti di educazione alla legalità.
Purtroppo questa impostazione è stata completamente smentita dai fatti. Il preside è di fatto assente dalla scuola, che viene gestita in gran parte dalla vicepreside e dai collaboratori. Alla vicepreside sto sulle scatole (l'ho capito chiaramente! e non soffro di manie di persecuzione!) e anche una collaboratrice che si occupa dell'orario mi ha detto che è assurdo inserire un'ora in più di diritto, andando a gravare su un curricolo, come quello del liceo classico, già molto pesante.
Ad oggi mi occupo solo delle due classi in alternanza scuola-lavoro.  Non sono stata inserita nell'orario definitivo (tanto che me lo sono fatta da sola) e oggi mi è pervenuta una richiesta/ordine dalla collaboratrice di affiancare per un'ora fissa a settimana  (l'ultima ora) un ragazzino col sostegno, che non è coperto per tutte le ore. Oggi mi hanno mandato ad affiancare un altro ragazzo H in un'ora di matematica.
Premesso che non ho nulla contro i ragazzi H, ma io NON ho il titolo di sostegno e onestamente non so nemmeno che fare se non la baby-sitter (a parte che seppure volessi affiancare seriamente questi ragazzi dovrei conoscerne la storia, sapere se hanno un differenziato o un curricolare con obiettivi minimi, ecc).
Poichè ho capito che il preside ha voluto fortemente questo potenziamento, ma evidentemente il resto dei colleghi (i quali in gran parte mi considerano una docente di sere Z!!!) non accettano questa situazione, vorrei capire come tutelarmi.
In primis vorrei sapere se posso rifiutarmi di affiancare stabilmente il ragazzino H (non creo problemi per una sostituzione al volo), in secondo luogo vorrei capire se posso pretendere che mi siano assegnate le ore sulle terze e come posso impegnare utilmente le ore residue per evitare di essere trattata come una sguattera! (sempre col dovuto rispetto per le sguattere).
Mi sono pentita amaramente di questo trasferimento e comincio a sentirmi depressa e sempre più demotivata!


Non ho il testo di legge sotto mano, ma mi pare che il DS possa proporre ore di sostegno soltanto agli insegnanti specializzati, i quali hanno facoltà di rifiutare.
Ora, se può rifiutarsi un insegnante specializzato, suppongo che a maggior ragione possa rifiutarsi un insegnante non specializzato.
Torna in alto Andare in basso
A0quarantasette



Messaggi : 3356
Data d'iscrizione : 29.08.12

MessaggioTitolo: Re: Potenziamento=mobbing?   Lun Set 25, 2017 5:07 pm

Non voglio spaventarti, ma ti racconto cosa è successo nel mio istituto (anche da noi preside assente...):
abbiamo due cattedre di diritto, di cui una di potenziamento; l'anno scorso è arrivato un insegnante neoimmesso che è stato utilizzato per tutte le sue 18 ore su potenziamento, mentre la collega "anziana" aveva soltanto ore curricolari nelle classi. Quest'anno la collega anziana è andata in pensione ed è arrivato un nuovo docente precario
bene... il collega arrivato l'anno scorso continua a fare solo potenziamento, mentre il collega precario ha le classi...

Torna in alto Andare in basso
elirpe



Messaggi : 580
Data d'iscrizione : 02.08.17

MessaggioTitolo: Re: Potenziamento=mobbing?   Lun Set 25, 2017 9:45 pm

mellieha ha scritto:
Posto il quesito qui, sperando che sia il posto giusto.
Insegno da 25 anni Diritto ed Economia (attuale A046), avendo vinto il concorso del 1990.
A maggio ho presentato domanda di trasferimento in un liceo classico della mia città, che ahimè è stata accolta, avendo questo liceo chiesto e ottenuto una cattedra di potenziamento in Discipline giuridico-economiche. Da ben due colloqui con il preside emerge che la sua intenzione è di assegnarmi un'ora in ciascuna terza liceo (classe terminale) in aggiunta all'orario curricolare. In più dovrei seguire come tutor due classi in progetti di ASL. In questo modo avrei impegnate 14 ore su 18 e immaginavo che le restanti 4 ore sarebbero state usate per sostituzioni e/o progetti di educazione alla legalità.
Purtroppo questa impostazione è stata completamente smentita dai fatti. Il preside è di fatto assente dalla scuola, che viene gestita in gran parte dalla vicepreside e dai collaboratori. Alla vicepreside sto sulle scatole (l'ho capito chiaramente! e non soffro di manie di persecuzione!) e anche una collaboratrice che si occupa dell'orario mi ha detto che è assurdo inserire un'ora in più di diritto, andando a gravare su un curricolo, come quello del liceo classico, già molto pesante.
Ad oggi mi occupo solo delle due classi in alternanza scuola-lavoro.  Non sono stata inserita nell'orario definitivo (tanto che me lo sono fatta da sola) e oggi mi è pervenuta una richiesta/ordine dalla collaboratrice di affiancare per un'ora fissa a settimana  (l'ultima ora) un ragazzino col sostegno, che non è coperto per tutte le ore. Oggi mi hanno mandato ad affiancare un altro ragazzo H in un'ora di matematica.
Premesso che non ho nulla contro i ragazzi H, ma io NON ho il titolo di sostegno e onestamente non so nemmeno che fare se non la baby-sitter (a parte che seppure volessi affiancare seriamente questi ragazzi dovrei conoscerne la storia, sapere se hanno un differenziato o un curricolare con obiettivi minimi, ecc).
Poichè ho capito che il preside ha voluto fortemente questo potenziamento, ma evidentemente il resto dei colleghi (i quali in gran parte mi considerano una docente di sere Z!!!) non accettano questa situazione, vorrei capire come tutelarmi.
In primis vorrei sapere se posso rifiutarmi di affiancare stabilmente il ragazzino H (non creo problemi per una sostituzione al volo), in secondo luogo vorrei capire se posso pretendere che mi siano assegnate le ore sulle terze e come posso impegnare utilmente le ore residue per evitare di essere trattata come una sguattera! (sempre col dovuto rispetto per le sguattere).
Mi sono pentita amaramente di questo trasferimento e comincio a sentirmi depressa e sempre più demotivata!

Hai tutte le ragioni ma purtroppo hai peccato di ingenuità; il DS non aveva il potere di prometterti quelle ore perchè un cambiamento all'orario deve passare dal collegio docenti... 18 ore di potenziamento non sono che una trappola e i commenti precedenti provengono da nick che sanno bene di non poter incorrere nella stessa situazione, altrimenti la loro baldanza sparirebbe improvvisamente.
Torna in alto Andare in basso
arrubiu
Moderatore
Moderatore
avatar

Messaggi : 15838
Data d'iscrizione : 24.10.14
Località : Casteddu70

MessaggioTitolo: Re: Potenziamento=mobbing?   Lun Set 25, 2017 10:11 pm

Infilarsi in una scuola dove non è prevista la propria disciplina non è stata una scelta molto lungimirante.
Ti consiglierei di cambiare scuola il prima possibile.
Torna in alto Andare in basso
aristidelino



Messaggi : 36
Data d'iscrizione : 28.08.12

MessaggioTitolo: Re: Potenziamento=mobbing?   Mar Set 26, 2017 1:01 am

.


Ultima modifica di aristidelino il Mar Set 26, 2017 1:11 am, modificato 1 volta
Torna in alto Andare in basso
aristidelino



Messaggi : 36
Data d'iscrizione : 28.08.12

MessaggioTitolo: Re: Potenziamento=mobbing?   Mar Set 26, 2017 1:11 am

Anch'io sono finito in una scuola in cui il Dirgente è totalmente assente e a me sono toccate 18 ora di mero potenziamento (sostituzioni e supporto didattico alunni con problemi). Ma la cosa assurda è stata che un genitore si è opposto al mio intervento... dicendo che sua figlia non ha bisogno di suppprto, che non ha problemi e che i docenti non si devono permettere di destinare arbitrariamente un supporto didattico ad alunni non certificati (perché tali interventi sul singolo potrebbero conferire loro l'etichetta di "alunno con problemi" con conseguenze sulla autostima ecc...). Insomma il potenziatore ha vita dura...
Torna in alto Andare in basso
boston



Messaggi : 1154
Data d'iscrizione : 16.09.10

MessaggioTitolo: Re: Potenziamento=mobbing?   Mar Set 26, 2017 1:42 am

mellieha ha scritto:
Posto il quesito qui, sperando che sia il posto giusto.
Insegno da 25 anni Diritto ed Economia (attuale A046), avendo vinto il concorso del 1990.
A maggio ho presentato domanda di trasferimento in un liceo classico della mia città, che ahimè è stata accolta, avendo questo liceo chiesto e ottenuto una cattedra di potenziamento in Discipline giuridico-economiche. Da ben due colloqui con il preside emerge che la sua intenzione è di assegnarmi un'ora in ciascuna terza liceo (classe terminale) in aggiunta all'orario curricolare. In più dovrei seguire come tutor due classi in progetti di ASL. In questo modo avrei impegnate 14 ore su 18 e immaginavo che le restanti 4 ore sarebbero state usate per sostituzioni e/o progetti di educazione alla legalità.
Purtroppo questa impostazione è stata completamente smentita dai fatti. Il preside è di fatto assente dalla scuola, che viene gestita in gran parte dalla vicepreside e dai collaboratori. Alla vicepreside sto sulle scatole (l'ho capito chiaramente! e non soffro di manie di persecuzione!) e anche una collaboratrice che si occupa dell'orario mi ha detto che è assurdo inserire un'ora in più di diritto, andando a gravare su un curricolo, come quello del liceo classico, già molto pesante.
Ad oggi mi occupo solo delle due classi in alternanza scuola-lavoro.  Non sono stata inserita nell'orario definitivo (tanto che me lo sono fatta da sola) e oggi mi è pervenuta una richiesta/ordine dalla collaboratrice di affiancare per un'ora fissa a settimana  (l'ultima ora) un ragazzino col sostegno, che non è coperto per tutte le ore. Oggi mi hanno mandato ad affiancare un altro ragazzo H in un'ora di matematica.
Premesso che non ho nulla contro i ragazzi H, ma io NON ho il titolo di sostegno e onestamente non so nemmeno che fare se non la baby-sitter (a parte che seppure volessi affiancare seriamente questi ragazzi dovrei conoscerne la storia, sapere se hanno un differenziato o un curricolare con obiettivi minimi, ecc).
Poichè ho capito che il preside ha voluto fortemente questo potenziamento, ma evidentemente il resto dei colleghi (i quali in gran parte mi considerano una docente di sere Z!!!) non accettano questa situazione, vorrei capire come tutelarmi.
In primis vorrei sapere se posso rifiutarmi di affiancare stabilmente il ragazzino H (non creo problemi per una sostituzione al volo), in secondo luogo vorrei capire se posso pretendere che mi siano assegnate le ore sulle terze e come posso impegnare utilmente le ore residue per evitare di essere trattata come una sguattera! (sempre col dovuto rispetto per le sguattere).
Mi sono pentita amaramente di questo trasferimento e comincio a sentirmi depressa e sempre più demotivata!

Non sei tenuta ad affiancare stabilmente l'alunno h perché non sei specializzata sul sostegno. Di pure di NO la prossima volta che te lo chiedono. Per il resto non credo tu possa chiedere nulla perché le ore di potenziamento le decide il ds e non puoi pretendere che ti venga assegnata alcuna classe. Depressa per cosa?? Forza dai.
Torna in alto Andare in basso
Cozza

avatar

Messaggi : 9287
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioTitolo: Re: Potenziamento=mobbing?   Mar Set 26, 2017 8:39 am

A0quarantasette ha scritto:
Non voglio spaventarti, ma ti racconto cosa è successo nel mio istituto  (anche da noi preside assente...):
abbiamo due cattedre di diritto, di cui una di potenziamento; l'anno scorso è arrivato un insegnante neoimmesso che è stato utilizzato per tutte le sue 18 ore su potenziamento, mentre la collega "anziana" aveva soltanto ore curricolari nelle classi. Quest'anno la collega anziana è andata in pensione ed è arrivato un nuovo docente precario
bene... il collega arrivato l'anno scorso continua a fare solo potenziamento, mentre il collega precario ha le classi...

Perdonatemi ma ho riso da sola ad alta voce immaginandomi l'espressione di mellieha!
Melli resisti!
Torna in alto Andare in basso
Online
A0quarantasette



Messaggi : 3356
Data d'iscrizione : 29.08.12

MessaggioTitolo: Re: Potenziamento=mobbing?   Mar Set 26, 2017 12:28 pm

aristidelino ha scritto:
Anch'io sono finito in una scuola in cui il Dirgente è totalmente assente e a me sono toccate 18 ora di mero potenziamento (sostituzioni e supporto didattico alunni con problemi). Ma la cosa assurda è stata che un genitore si è  opposto al mio intervento... dicendo che sua figlia non ha bisogno di suppprto, che non ha problemi e che i docenti non si devono permettere di destinare arbitrariamente un supporto didattico ad alunni non certificati (perché tali interventi sul singolo potrebbero conferire  loro l'etichetta di "alunno con problemi" con conseguenze sulla autostima ecc...). Insomma il potenziatore ha vita dura...


Capisco queste obiezioni della madre. Le ore di potenziamento dovrebbero essere utilizzate per progetti che riguardano la classe oppure l'istituto. Non ha senso fare dei progetti per singoli alunni, a meno che non si tratti di una cattedra di sostegno.
Torna in alto Andare in basso
Paolo Santaniello



Messaggi : 2520
Data d'iscrizione : 15.09.13

MessaggioTitolo: Re: Potenziamento=mobbing?   Mar Set 26, 2017 3:33 pm

Con la nuova normativa il dirigente ha il diritto di scegliere chi fa potenziamento e quanto.
Invece, le scelte di tipo didattico , o di modifica del curricolo scolastico (come aggiungere un'ora di diritto al liceo), sono competenza del collegio docenti. I posti di sostegno, infine, sono a parte; e possono essere ricoperti solo da docenti con la relativa qualifica.
Torna in alto Andare in basso
A0quarantasette



Messaggi : 3356
Data d'iscrizione : 29.08.12

MessaggioTitolo: Re: Potenziamento=mobbing?   Mar Set 26, 2017 3:43 pm

Paolo Santaniello ha scritto:
Con la nuova normativa il dirigente ha il diritto di scegliere chi fa potenziamento e quanto.
Invece, le scelte di tipo didattico , o di modifica del curricolo scolastico (come aggiungere un'ora di diritto al liceo), sono competenza del collegio docenti. I posti di sostegno, infine, sono a parte; e possono essere ricoperti solo da docenti con la relativa qualifica.

Le cattedre di potenziamento possono essere anche di sostegno. Nella mia scuola ne abbiamo due.
Torna in alto Andare in basso
 
Potenziamento=mobbing?
Torna in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Potenziamento=mobbing?
» gravidanza e mobbing al lavoro
» Docente di potenziamento obbligato al sostegno
» I titolari di cattedra non possono essere obbligati sul potenziamento
» il dirigente può spostarmi sul potenziamento?

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Vai verso: