Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
» 24 crediti fit
Oggi alle 8:02 am Da saraegaia

» Consiglio urgente: art. 36 e docenti part time
Oggi alle 7:48 am Da Disillusa

» itp con riserva II fascia: convocazioni
Oggi alle 7:48 am Da 24giulio

» CONTRATTO TRASMESSO - TRASMESSO
Oggi alle 7:42 am Da Trentaelode

» COSA INTENDE IL DS CON...
Oggi alle 7:35 am Da Paolo Santaniello

» Modello D2 quali sezioni?
Oggi alle 7:26 am Da ZiaPatty

» programmazione
Oggi alle 7:07 am Da piperitapatty85

» Master Icotea, concorso 2018 e 24 cfu
Oggi alle 7:06 am Da Ila81

» Compiti in classe copiati
Oggi alle 6:56 am Da Nashef

Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Doppia diagnosi quale seguire?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Vai alla pagina : 1, 2  Seguente
AutoreMessaggio
maxmara



Messaggi : 61
Data d'iscrizione : 29.08.10

MessaggioTitolo: Doppia diagnosi quale seguire?   Mer Ott 11, 2017 10:35 am

Salve,
Un alunno della mia classe lo scorso anno, in 2 media dopo l'insistenza dei docenti, ha avuto la 104 con diagnosi Asrem di ritardo medio e gli sono state date 18 ore di sostegno da aprile. Durante l'estate i genitori che non hanno mai accettato il problema del ragazzo, si sono rivolti ad uno psicologo privato convenzionato, il quale ha modificato la diagnosi dichiarandolo alunno con DSA. Quest' anno non ha il sostegno. Dobbiamo fare dunque PDP ? Quale diagnosi prevale? Quella dell' sistema sanitario nazionale o quella del privato? Grazie
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 9880
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioTitolo: Re: Doppia diagnosi quale seguire?   Mer Ott 11, 2017 10:52 am

il privato è accreditato?

(che regione?)
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
lucetta10



Messaggi : 6350
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioTitolo: Re: Doppia diagnosi quale seguire?   Mer Ott 11, 2017 11:02 am

Tutt'al più un PEI e un PDP visto che si passa da disabilità a disturbo specifico.
Se l'alunno non ha più 104 probabile che il privato sia accreditato, visto che il sistema sanitario nazionale non ha confermato il sostegno.
Se non ci sono altre questioni relative al riconoscimento della diagnosi, va da sé che, in assenza di sostegno, il PEI non si potrà fare, quindi potrete compilare solo un pdp per DSA a seconda di quello che dice la certificazione e seguire l'alunno come un qualunque altro con disturbo specifico.
Detto questo, sarebbe consigliabile che i docenti non si spingessero fino a "informali" interventi come se la diagnosi fosse rimasta quella di disabilità o fosse un BES non certificato. I genitori sostengono che il disturbo sia lieve, lo conferma lo specialista e il MIUR non concede il sostegno, quindi l'alunno dovrebbe essere in grado di svolgere la programmazione con l'aiuto dei soli strumenti previsti per il dsa
Tornare in alto Andare in basso
Online
maxmara



Messaggi : 61
Data d'iscrizione : 29.08.10

MessaggioTitolo: Re: Doppia diagnosi quale seguire?   Mer Ott 11, 2017 1:04 pm

Il privato è accreditato ma come si può ribaltare una diagnosi in 3 mesi? Alla scuola qualcuno avrebbe dovuto comunicare che era stata revocata la 104? Ciò non è accaduto quindi noi abbiamo entrambe le certificazioni non sappiamo quale prendere per buona anche se riteniamo che il ragazzo abbia problemi evidenti che vanno aldilà dei disturbi dell'apprendimento
Tornare in alto Andare in basso
maxmara



Messaggi : 61
Data d'iscrizione : 29.08.10

MessaggioTitolo: Re: Doppia diagnosi quale seguire?   Mer Ott 11, 2017 1:06 pm

Il privato è accreditato ma come si può ribaltare una diagnosi in 3 mesi? Alla scuola qualcuno avrebbe dovuto comunicare che era stata revocata la 104? Ciò non è accaduto quindi noi abbiamo entrambe le certificazioni non sappiamo quale prendere per buona anche se riteniamo che il ragazzo abbia problemi evidenti che vanno aldilà dei disturbi dell'apprendimento
Perché mi chiedete la regione? La normativa non è uguale per tutte le regioni?
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 9880
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioTitolo: Re: Doppia diagnosi quale seguire?   Mer Ott 11, 2017 1:16 pm

no, la normativa sulle certificazioni dsa non è uguale in tutte le regioni.

Secondo me non ha troppa importanza quale dei due documenti compilerete quanto ha importanza quello che ci metterete dentro che dovrà essere accettato dalla famiglia.

A meno che la famiglia non vi chieda ufficialmente e per iscritto di non considerare la 104 perchè ritiene sia sbagliata voi siete in possesso di un documento che non potete trascurare.

Pdp (con relazione che faccia riferimento alla 104 e alla non volontà della famiglia) e
misure e strumenti per dsa nella massima disposizione possibile.

oppure

pei sulla 104 con definizione degli ob classe (o minimi se la famiglia li accetta) e solo misure per dsa.

Se non ce la farà........... sarà stata volontà dei genitori

Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
lucetta10



Messaggi : 6350
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioTitolo: Re: Doppia diagnosi quale seguire?   Mer Ott 11, 2017 2:21 pm

Non sono affatto d'accordo con Ire e consiglio invece di non essere approssimativi e attenervi alle norme, conta anche dove mettete quello che mettete, perché il dove (pei o pdp) in questo caso condiziona e molto il contenuto.
Se all'alunno non è stato assegnato il sostegno e non beneficia delle tutele della L. 104, mi pare evidente che non si possa fare un PEI. Se è un DSA con certificazione avrete anche attestazione dei suoi disturbi, non è un BES senza per il quale si possono scrivere cose ancora diverse.
Da che mondo è mondo, la certificazione più recente scalza la vecchia e hanno valore gli accertamenti più recenti. Il vecchio documento diventa obsoleto in automatico. Se poi il primo faceva riferimento a profili di cui non si beneficia più, mi pare tutto abbastanza evidente.
In questo caso le due certificazioni non possono stare insieme perchè si contraddicono: non si ha dsa in presenza di ritardo mentale, impossibile quindi tenere conto di entrambe. Sarebbe come se aveste due certificazioni, di cui una attesta sordità, l'altra udito nella norma  
Entrambe le certificazioni sono state depositate dalla famiglia, se c'è bisogno di un chiarimento, chiedete quale delle due depositano per la programmazione didattica magari non sanno neanche di dover chiarire. Salvo che la famiglia non cerchi di mantenere l'ambiguità per beneficiare della situazione e ottenere una didattica come quella di un pei, ma con la veste del dsa
Tornare in alto Andare in basso
Online
Ire



Messaggi : 9880
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioTitolo: Re: Doppia diagnosi quale seguire?   Mer Ott 11, 2017 3:06 pm

in che senso didattica pei o didattica dsa?

la didattica è personalizzata sul ragazzo con misure stabilite da scuola e famiglia.

la scuola non può far finta di non conoscere una certificazione in suo possesso può solo dichiarare che la famiglia non desidera misure particolari ma solo quelle previste per il dsa.


Più che far passare un 104 con la veste di dsa, la famiglia potrebbe, un domani, in caso di insuccessi del ragazzo, tirare fuori che c'era una 104 di cui la scuola era a conoscenza e che è stata trascurata.

però mi inchino alla tua conoscenza e suggerisco di seguire quello che hai indicato tu.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
lucetta10



Messaggi : 6350
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioTitolo: Re: Doppia diagnosi quale seguire?   Mer Ott 11, 2017 3:46 pm

Ire ha scritto:
in che senso didattica pei o didattica dsa?

la didattica è personalizzata sul ragazzo con misure stabilite da scuola e famiglia.

la scuola    non può far finta di non conoscere una certificazione in suo possesso  può solo dichiarare che la famiglia non desidera misure particolari ma solo quelle previste per il dsa.


Più che far passare un 104 con la veste di dsa, la famiglia potrebbe, un domani, in caso di insuccessi del ragazzo,  tirare fuori che c'era una 104 di cui la scuola era a conoscenza e che è stata trascurata.

però mi inchino alla tua conoscenza e suggerisco di seguire quello che hai indicato tu.


La 104 non c'è più, come il sostegno, la famiglia non può tirare fuori nulla... sarebbe troppo comodo... rimaniamo alle indicazioni.
La didattica è personalizzata ma non può non tener conto della diagnosi, altrimenti cosa ce ne facciamo? In caso di disabilità, il cdc può stabilire una didattica differenziata che non concedere il titolo legale, una "personalizzazione" del genere non si può applicare a un dsa e non può essere scritta su un pdp.
Convieni poi che non ci può essere ritardo mentale e dsa? Ecco. Due diagnosi, du cui una dichiara che l'alunno ha una sindrome che comporta ritardo mentale (QI sotto la norma) e l'altra che ha un QI nella norma non possono portare a NESSUNA didattica perché si contraddicono, a meno che non si voglia sottoporre il ragazzino a due prove ogni volta...
Non si può presentare una certificazione in cui il proprio figlio risulta disabile CONTEMPORANEAMENTE a una che lo certifica abile. Il disabile ha il sostegno e il pei, il da non è disabile e ha il pdp, mi pare veramente l'abc
Tornare in alto Andare in basso
Online
Ire



Messaggi : 9880
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioTitolo: Re: Doppia diagnosi quale seguire?   Mer Ott 11, 2017 4:02 pm

certo, sul fatto che le due diagnosi si contraddicono non ci piove.

mah, ragionandoci, penso che tu sia nel giusto.

pdp (con richiesta scritta dei genitori di predisporre pdp per dsa)
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
carla75

avatar

Messaggi : 4809
Data d'iscrizione : 26.10.10

MessaggioTitolo: Re: Doppia diagnosi quale seguire?   Mer Ott 11, 2017 6:28 pm

quello che ci stai raccontando e' di una gravità assoluta. non sappiamo dal tuo racconto (e probabilmente non lo sai nemmeno tu) se vi sia stata una revoca della 104, cosa che mi pare molto difficile, poichè la rivedibilità in genere è triennale. ammettiamo che ci sia stata o che la famiglia non voglia i benefici di legge, il ragazzo non e' più da considerare disabile e, non avendo la 104, non può beneficiare del sostegno e del pei.

quindi un ragazzino con un ritardo medio (in pratica un qi di un bambino tra l'asilo e l'elementari) in realtà e' un dsa. benissimo.

per lui si farà un pdp, con le misure dispensative e compensative e una didattica personalizzata del docente curricolare.

voglio fare una precisazione ormai trita e ritrita: nel caso in cui l'alunno disabile segua una programmazione per obiettivi minimi ha il diritto di svolgere prove e contenuti anche diversi purchè con la stessa valenza formativa prevista dal curricolo della classe. tanto e' vero che all'esame di stato potrebbe fare un compito diverso (si pensi ad un ragazzo ipovedente che ai geometri potrebbe fare, in luogo di un progetto, una relazione sulla normativa edilizia nel ramo x...). non solo: il ragazzo disabile ha diritto ad un docente di sostegno che pianifica con il curriculare gli obiettivi e lavora con il ragazzo per il raggiungimento di quelli. quindi, quando il docente curriculare lavora su obiettivi più "alti", il docente sos rinforza con l'alunno disabile quelli minimi.
cosa che ovviamente non avviene per l'alunno con il Pdp.
Tornare in alto Andare in basso
carla75

avatar

Messaggi : 4809
Data d'iscrizione : 26.10.10

MessaggioTitolo: Re: Doppia diagnosi quale seguire?   Mer Ott 11, 2017 6:35 pm

faccio un'altra premessa: se la famiglia ritira la 104 dichiara di non voler beneficiare di un servizio. se invece le ha presentate entrambe allora ci sono gli estremi per fare accertamenti piu' approfonditi. a questo punto si chiama l'unità multidisciplinare della ASL e si chiede a loro chiarimenti. magari anche una telefonata al consiglio dell'ordine dello specialista che ha certificato la dislessia, poichè tra le due in realtà è vera la 104 che, essendo atto pubblico, fa fede fino a querela di falso. quindi, a mio avviso, l'atto "falso" è la certificazione di dsa, ma questo non ci meraviglia....
Tornare in alto Andare in basso
Cozza

avatar

Messaggi : 9114
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioTitolo: Re: Doppia diagnosi quale seguire?   Mer Ott 11, 2017 6:53 pm

sto in fase moltofetente/on
bocciatelo.
l'anno prossimo tornerà con la diagnosi precedente /per voi che lo conoscete evidentemente più corrispondente alle sue necessità)
fase moltofetente/off
Tornare in alto Andare in basso
Online
Ire



Messaggi : 9880
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioTitolo: Re: Doppia diagnosi quale seguire?   Mer Ott 11, 2017 7:05 pm

carla75 ha scritto:
faccio un'altra premessa: se la famiglia ritira la 104 dichiara di non voler beneficiare di un servizio. se invece le ha presentate entrambe allora ci sono gli estremi per fare accertamenti piu' approfonditi. a questo punto si chiama l'unità multidisciplinare della ASL e si chiede a loro chiarimenti. magari anche una telefonata al consiglio dell'ordine dello specialista che ha certificato la dislessia, poichè tra le due in realtà è vera la 104 che, essendo atto pubblico, fa fede fino a querela di falso. quindi, a mio avviso, l'atto "falso" è la certificazione di dsa, ma questo non ci meraviglia....

per quello avevo chiesto se fosse accreditato il privato.

Visto che lo è anche lui può rilasciare diagnosi e certificazione valida.

Mi sembra un percorso difficile da seguire.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
carla75

avatar

Messaggi : 4809
Data d'iscrizione : 26.10.10

MessaggioTitolo: Re: Doppia diagnosi quale seguire?   Mer Ott 11, 2017 7:09 pm

Uno psicologo può rilasciare una certificazione o una diagnosi DSA.  non può certo certificare una disabilità mentale che è compito di un servizio di neuropsichiatria. Ancorché accreditato non è certo un pubblico ufficiale e i suoi atti non fanno Fede fino a querela di falso come quelli appunto della ASL.
Tornare in alto Andare in basso
maxmara



Messaggi : 61
Data d'iscrizione : 29.08.10

MessaggioTitolo: Re: Doppia diagnosi quale seguire?   Gio Ott 12, 2017 8:21 am

Grazie infinite le vostre risposte non avete fatto altro che confermare quello che già pensavo.
La 104 non è stata ritirata abbiamo due diagnosi è vero che quella del privato è più recente ma è anche vero che quella della ASL è fatta da un neuropsichiatra e non da uno psicologo. Comunque ho fissato un incontro con il neuropsichiatra e uno con i genitori, in modo da sapere come adatrare la mia didattica e da preparare il documento giusto
grazie a tutti
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 6350
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioTitolo: Re: Doppia diagnosi quale seguire?   Gio Ott 12, 2017 9:56 am

Non è stato però riconfermato il sostegno quindi qualcosa di diverso ci sarà... La soluzione migliore è sicuramente quella di ascoltare le parti. Scrivete un verbale dettagliato
Tornare in alto Andare in basso
Online
Ire



Messaggi : 9880
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioTitolo: Re: Doppia diagnosi quale seguire?   Gio Ott 12, 2017 11:45 am

forse è stata la famiglia a non volere il sostegno, lucetta.


@maxmara - per accreditare uno psicologo a fare certificazioni di dsa è necessario che sia dimostrata la presenza nella sua equipe di npi e di logopedista. Se questo di questa diagnosi è accreditato la diagnosi ha lo stesso "peso" di quella dell'asl a livello di specialisti coinvolti
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
carla75

avatar

Messaggi : 4809
Data d'iscrizione : 26.10.10

MessaggioTitolo: Re: Doppia diagnosi quale seguire?   Gio Ott 12, 2017 11:57 am

Ire ha scritto:
forse è stata la famiglia a non volere il sostegno, lucetta.


@maxmara -  per accreditare uno psicologo a fare certificazioni di dsa è necessario che sia dimostrata la presenza nella sua equipe di npi  e di logopedista.  Se questo di questa diagnosi è accreditato la diagnosi ha lo stesso "peso" di quella dell'asl a livello di specialisti coinvolti
Allora una delle due è un falso. Chiedete al servizio di neuropsichiatria.
Tornare in alto Andare in basso
costanza15



Messaggi : 754
Data d'iscrizione : 03.04.15

MessaggioTitolo: Re: Doppia diagnosi quale seguire?   Gio Ott 12, 2017 12:08 pm

Può succedere anche che il servizio di neuropsichiatria rilasci una certificazione di disabilità ma che non si proceda con l'assegnazione delle ore di sostegno perchè il genitore rifiuta tale servizio. Il genitore, in sostanza, può "tenersi" la 104 rifiutando di accedere al sostegno o interromperlo se il servizio è già stato attivato (c'è una modulistica da compilare e da inviare alla scuola che poi provvederà a trasmetterla all'USP). Se invece il genitore vuole rinunciare sia al sostegno che alla certificazione di disabilità, deve anche contattare il servizio di neuropsichiatria che provvederà a rivedere la diagnosi.
Il problema è: se a scuola c'è una certificazione 104 ma non c'è la richiesta di sostegno, il Pei si può/deve fare lo stesso o no? Io ritengo di no, però non ne sono sicurissima
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 6350
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioTitolo: Re: Doppia diagnosi quale seguire?   Gio Ott 12, 2017 12:47 pm

...e con una certificazione di disabilità non si può fare un PDP per dsa.
E i glh si fanno? Boh
Tornare in alto Andare in basso
Online
Ire



Messaggi : 9880
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioTitolo: Re: Doppia diagnosi quale seguire?   Gio Ott 12, 2017 12:53 pm

secondo me se la scuola è in possesso di certificazione di disabilità non può non fare il pei.
Scriverà che la famiglia non richiede sostegno, non richiede didattica differenziata e che le misure che si adotteranno sono queste e queste e queste (tutte quelle adottabili senza sostegno).

Se la famiglia non desidera alcuna misura glielo si fa dichiarare in modo chiaro e ufficiale e allora il ragazzo sarà uno tra i tanti. (mi chiedo perchè presentare la certificazione a scuola, allora)
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
carla75

avatar

Messaggi : 4809
Data d'iscrizione : 26.10.10

MessaggioTitolo: Re: Doppia diagnosi quale seguire?   Gio Ott 12, 2017 2:47 pm

Qui il problema è più profondo. Ci sono due certificazioni giuridicamente incompatibili. Una delle due è un falso. Se la famiglia non ha ritirato la 104 va immediatamente convocato la asl e sarà la asl ad assumersi la bega di verificare dove sta la falla. Perché gli accreditamenti li fa la asl , e come li fa può pure revocarli. Se la famiglia invece ritira la 104 allora il ragazzo per voi è un dsa e come tale sarà valutato. Se non raggiunge la sufficienza verrà bocciato.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 9880
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioTitolo: Re: Doppia diagnosi quale seguire?   Gio Ott 12, 2017 4:41 pm

una delle due è sbagliata.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
carla75

avatar

Messaggi : 4809
Data d'iscrizione : 26.10.10

MessaggioTitolo: Re: Doppia diagnosi quale seguire?   Gio Ott 12, 2017 4:47 pm

Come si.può sbagliare così clamorosamente? Allora vuol dire.che questi test sono una barzelletta.
Tornare in alto Andare in basso
 
Doppia diagnosi quale seguire?
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 2Vai alla pagina : 1, 2  Seguente
 Argomenti simili
-
» Diagnosi pre-impianto chi di voi ha fatta e con quale risultato?
» Per quale motivo siete ricorse alla PMA?
» Quale libro state leggendo?
» Diagnosi preimpianto
» continuo a seguire la scia di Mare.....

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Sostegno-
Andare verso: