Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 * AGGIORNATO * Umiliante supplenza in classe zoo - consigli

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Seguente
AutoreMessaggio
Hoffnung2



Messaggi : 1720
Data d'iscrizione : 16.05.14

MessaggioTitolo: * AGGIORNATO * Umiliante supplenza in classe zoo - consigli   Mer Ott 11, 2017 11:33 pm

Promemoria primo messaggio :

In questi giorni mi capita spesso di sostituire colleghi assenti. Non siamo ancora a regime e si cerca di tamponare con i presenti.
Vi premetto che non ho problemi disciplinari nelle mie classi (scuola media) e non ne ho avuti nemmeno alle superiori in passato, ma queste settimane mi hanno messo duramente alla prova. Le classi nuove in cui ho fatto lezione mi hanno permesso di cimentarmi con la mia seconda lingua o addirittura di improntare una lezione sulla mia materia, nonostante non fosse tra quelle studiate dalla classe. Ebbene, l'idillio è stato completamente distrutto da una classe zoo di pluriripetenti, svogliati, sboccati e maleducati.
La prima supplenza mi ha sconvolto. Vi giuro, ho pensato ad una candid. I colleghi mi hanno poi confermato che sono ingestibili con tutti e che si vantano delle insufficienze e delle note collezionate. Tra l'altro sono stata sempre con loro nelle ultime ore, vi lascio immaginare. Pensavo di essere più fortunata la seconda volta e invece nulla, sebbene mi fossi fatta lasciare dai colleghi del materiale sulle loro materie.
Ho cambiato strategia: mi sono avvicinata a piccoli gruppi e ho parlato e scherzato (pur mantenendo i ruoli) con loro. Mi hanno raccontato molto e, presi singolarmente, soprattutto i ragazzi, sono genuini, non sono cattivi. Per sopravvivenza ho solo controllato che non si facessero male (ogni attività era impossibile), limitato le uscite e diviso i litiganti. Pugni, calci, lanci di oggetti, seduiti in 5 uno sopra l'altro. L'accoglienza è stata questa. Robe da non credere. Vi giuro, vergognosi. Mai mi ero trovata in una situazione simile. Appena entrata uno ha letteralmente spiccato il volo da un banco all'altro e un altro strisciava per terra.
Sento un tonfo ad un certo punto e lancio un urlo che li quieta per 30 secondi, non di più. All'ultimo banco un ragazzo ha sbattuto la testa contro il muro, per fortuna dice che 'non è niente'. Mi confidano che alcuni professori negli anni passati hanno chiesto malattia o trasferimento a causa loro (probabile). Ad un certo punto un ragazzo che mi superava nettamente in altezza mi guarda con aria di sfida e sbatte il libro sul banco con violenza. Lo aggancio visivamente e sbatto il registro più forte di lui ordinandogli di sedersi. Stranamente molla il colpo e si siede, forse non si aspettava la mia reazione.

Ora di uscire: mi piazzo davanti alla porta e invoco il silenzio, pena rimanere in aula e uscire per ultimi (auspicabile visto che di solito 'pogano' sul portone). Il ragazzone mi sposta letteralmente ed esce. Ho reagito d'impulso e l'ho afferrato per un braccio finché LUI ha deciso di entrare. Sentirmi fisicamente impotente mi ha fatto scorrere un brivido di rabbia e paura. Mi sono ricordata dei vostri consigli e dei discorsi sulle classi difficili, ho mantenuto la calma, la fermezza, un tono pacato. Usciamo (finalmente) ed iniziano ad infastidire i piccoli della scuola. Ho pensato al peggio, una delle mie classi da lontano mi guardava con aria interrogativa (avranno sentito le urla?), la bidella mi si avvicina e mi dice 'ci vuole polso' (vieni tu la prossima volta, mi veniva da rispondere, ma mi sono trattenuta). Mi avvicino ai due casinisti più vicini e confidenzialmente chiedo: 'hanno paura di voi, è questo che volete?' Beh, si sono calmati. Forse avevano dimostrato di essere i più forti e questo bastava.

È stato svilente. Ho molto da imparare, lo so, o forse c'è poco da fare in questi casi. Stimo chi lavora ogni giorno in situazioni simili e magari riesce anche a far lezione.

Mi chiedo (e vi chiedo): chi non esce vincente da queste situazioni è inadeguato alla scuola? Cerco un pat pat sulla spalla forse, ma ancor più mi chiedo cosa inneschi queste dinamiche? Come arginarle?
In passato ho insegnato dai corsi per bambini, agli adulti, ai liceali e anche a classi di SESSANTA persone l'italiano L2 e MAI si sono verificate scene simili tanto da sentirmi umiliata come oggi e temere anche per la mia e la loro incolumità.

------

Ieri, all'uscita da scuola, dopo un po' che camminavo per riprendere l'auto, mi sento chiamare: 'Buongiorno prof!' (era il ragazzo del giorno prima, me lo sono trovato di fianco e mi ha fatto sobbalzare sinceramente, non c'era nessuno fino ad un secondo prima). Mi sorpassa subito mentre ricambio il saluto. Complice un attraversamento pedonale lo raggiungo e colgo l'occasione per chiedergli: 'Cosa vi ha preso ieri?'. Mi guarda stupito: 'Cosa abbiamo fatto.di strano? Sappiamo fare anche di meglio!' - 'Ha sentito come so sbattere forte i libri sul banco?' e ride. Rispondo: 'Se sbatti più forte lo romperai e dovrai ripagarlo.' . 'Per quel che vale...'.
Deduzioni: 1. che bello mettere alla prova i nervi del prof. 2. la cosa pubblica non è affar mio, si può anche rompere. 3. che senso ha vedere il punto di rottura della pazienza? E dopo? Quale soddisfazione intrinseca ricercano i pre-adolescenti?


Ultima modifica di Hoffnung2 il Gio Ott 12, 2017 3:59 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Online

AutoreMessaggio
chicca70



Messaggi : 2960
Data d'iscrizione : 26.12.14

MessaggioTitolo: Re: * AGGIORNATO * Umiliante supplenza in classe zoo - consigli   Ven Ott 13, 2017 7:01 am

Provo da dare una mia interpretazione delle parole di Cloretta. Se, come scriveva Seneca con altre parole, il contatto con i migliori ci rende persone migliori e quello con i peggiori ci rende persone peggiori (Epistula ad Lucilium sulla folla, non ricordo il numero) e se, come è chiaro, i migliori non si trovano tra gli studenti del professionale, allora inevitabilmente chi passa con loro parecchie ore al giorno non potrà che diventare, nel tempo, una persona peggiore. Già aspetti di peggioramento si vedono nel considerare normali comportamenti anomali tra le persone civili. Se sostieni che un delinquente va compreso, significa che stai diventando un po' delinquente anche tu.
Tornare in alto Andare in basso
sconcertato_1



Messaggi : 778
Data d'iscrizione : 14.12.15

MessaggioTitolo: Re: * AGGIORNATO * Umiliante supplenza in classe zoo - consigli   Ven Ott 13, 2017 7:37 am

chicca70 ha scritto:
Provo da dare una mia interpretazione delle parole di Cloretta. Se, come scriveva Seneca con altre parole, il contatto con i migliori ci rende persone migliori e quello con i peggiori ci rende persone peggiori (Epistula ad Lucilium sulla folla, non ricordo il numero) e se, come è chiaro, i migliori non si trovano tra gli studenti del professionale, allora inevitabilmente chi passa con loro parecchie ore al giorno non potrà che diventare, nel tempo, una persona peggiore. Già aspetti di peggioramento si vedono nel considerare normali comportamenti anomali tra le persone civili. Se sostieni che un delinquente va compreso, significa che stai diventando un po' delinquente anche tu.

Seneca: frequenta le persone che possono renderti migliore e accogli quelli che puoi rendere migliori. Il vantaggio è reciproco perché mentre s’insegna si impara.

Tu e cloretta avete tanto da imparare.
Tornare in alto Andare in basso
ludmilla72



Messaggi : 728
Data d'iscrizione : 21.08.10
Età : 44
Località : Roma

MessaggioTitolo: Re: * AGGIORNATO * Umiliante supplenza in classe zoo - consigli   Ven Ott 13, 2017 7:42 am

Scusami, Chicca, ma qualcuno qui ha sostenuto che i delinquenti vadano compresi?
Io sostengo che i ragazzi che rischiano comportamenti delinquenziali vadano corretti e che educarli sia un'opera meritoria. Chi ci riesce è molto bravo e ha tutta la mia stima.
Ritengo indegno invece- ribadisco - che un insegnante non abbia rispetto per le persone che ha davanti e si permetta di apostrofarle come sopra. Il rispetto noi lo dovremmo insegnare! Se questi sono gli esempi, mi cadono le braccia.
Tornare in alto Andare in basso
dubitoergosum



Messaggi : 1728
Data d'iscrizione : 04.09.10

MessaggioTitolo: Re: * AGGIORNATO * Umiliante supplenza in classe zoo - consigli   Ven Ott 13, 2017 1:39 pm

Ciccio.8 ha scritto:
Che i professionali oggi raccolgano il peggio, inteso come l'insieme di zucche con scarsissima volontà di studiare seriamente, è risaputo. Nemmeno in passato gli Istituti Pofessionali godevano di grande considerazione ma, almeno, erano diretti e amministrati secondo un minimo di decenza, conservando un'utilità (preparazione in uscita) adeguata all'indirizzo di studio/formazione.

Ora, anche e soprattutto grazie alle rifogne che tagliano i fondi, le ore, i laboratori e, per contro, aggiungono l'obbligo di frequenza sino ai 16 anni, corredato di vari bonus bes in ingresso... sono un calderone ingestibile.

In tutto ciò le ovvietà sono molte.

Ovvio che fra tante testoline "disagiate" si celino anche potenzialità inespresse e soffocate dal generale fancazzismo. Di pietismo e psicologismo spicciolo si può parlare se si ammette che è altrettanto maledettamente dimostrabile (ma solo da chi ha la pazienza) questa banalissima verità (e con sorprese persino al limite dell'incredibile).

Ovvio che senza il gruppetto che "guida la rivolta" contro i prof si riesce a lavorare quasi umanamente (le sospensioni lo confermano).

Ovvio che, in fondo (ma nemmeno tanto in fondo) sono loro stessi, proprio quelle medesime testoline di minchia, a desiderare un po' di direttive rigide e il rispetto delle regole vecchia maniera.

Ovvio che questo rispetto delle regole oggi NON è possibile ottenerlo, soffocati come siamo dalle nuove teorie dell'inclusività ad cazzum e dal terrore di allontanare/bocciare/espellere per non traumatizzare i giovani virgulti (anche dopo l'ennesimo provvedimento) e per non far cattiva pubblicità all'istituto, col grave rischio di perdere iscrizioni indispensabili alla sopravvivenza (de'che? e di chi?).

Ovvio che se si considera la materia seconda (non prima di certo - perché all'80% un po' di vicende dure sul groppone le hanno già) semplice scarto indifferenziabile e non valorizzabile... resta poco su cui discutere e lavorare.
Questa è la sintesi che personalmente condivido appieno.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 20208
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: * AGGIORNATO * Umiliante supplenza in classe zoo - consigli   Ven Ott 13, 2017 3:10 pm

Cloretta ha scritto:
sconcertato_1 ha scritto:

Cioè i docenti di certi professionali e degli istituti cosiddetti di "frontiera" non sono degni di definirsi essere umani?

Diciamo che non è certo frequentando quegli ambienti che diventeranno più umani, contrariamente a ciò che vorrebbe la miserabile vulgata comune, che alcuni non dimenticano mai di ripetere a pappagallo.
La vulgata a cui ti riferisci non è comune; la vulgata comune è che lì ci siano ragazzi normali a cui professori normali insegnano materie professionlizzanti; tali professori non essendo in situazioni speciali non potrebbero mai ottenere speciali crescite professionali.

Esiste la congiuntivite ovvero una malattia che induce all'uso distorto dei congiuntivi; tu sei malata di aggettivite: non perdi occasione per farcire di aggettivi i tuoi discorsi.
Il fatto che i tuoi aggettivi siano così spesso denigranti fa pensare che tu sia una persona molto insoddisfatta; ti suggerisco di pensare a come ritrovare la serenità; al momento posso suggerirti le modalità standard:

licenziarti (fanculo la scuola)

diventare ministro dell'istruzione (la scuola la cambio io)

suicidarti (fanculo la vita)

affiliarti all'ISIS (la vita la cambio io)

Se me ne viene in mente qualcun'altra poi l'aggiungo.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 20208
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: * AGGIORNATO * Umiliante supplenza in classe zoo - consigli   Ven Ott 13, 2017 3:19 pm

chicca70 ha scritto:
Provo da dare una mia interpretazione delle parole di Cloretta. Se, come scriveva Seneca con altre parole, il contatto con i migliori ci rende persone migliori e quello con i peggiori ci rende persone peggiori (Epistula ad Lucilium sulla folla, non ricordo il numero) e se, come è chiaro, i migliori non si trovano tra gli studenti del professionale, allora inevitabilmente chi passa con loro parecchie ore al giorno non potrà che diventare, nel tempo, una persona peggiore. Già aspetti di peggioramento si vedono nel considerare normali comportamenti anomali tra le persone civili. Se sostieni che un delinquente va compreso, significa che stai diventando un po' delinquente anche tu.
Interessante teoria: il super entra in contatto con l'infer, il primo peggiora ed il secondo migliora, dunque si livellano.

Com'è che non ci livelliamo tutti al centro ?

Penso che lo studio della filosofia consista prevalentemente nel ricapitolare le cazzate che sono state già dette in passato; riconoscendole come tali si può evitare di ripeterle, riconoscendole però !
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 20208
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: * AGGIORNATO * Umiliante supplenza in classe zoo - consigli   Ven Ott 13, 2017 3:20 pm

sconcertato_1 ha scritto:
chicca70 ha scritto:
Provo da dare una mia interpretazione delle parole di Cloretta. Se, come scriveva Seneca con altre parole, il contatto con i migliori ci rende persone migliori e quello con i peggiori ci rende persone peggiori (Epistula ad Lucilium sulla folla, non ricordo il numero) e se, come è chiaro, i migliori non si trovano tra gli studenti del professionale, allora inevitabilmente chi passa con loro parecchie ore al giorno non potrà che diventare, nel tempo, una persona peggiore. Già aspetti di peggioramento si vedono nel considerare normali comportamenti anomali tra le persone civili. Se sostieni che un delinquente va compreso, significa che stai diventando un po' delinquente anche tu.

Seneca: frequenta le persone che possono renderti migliore e accogli quelli che puoi rendere migliori. Il vantaggio è reciproco perché mentre s’insegna si impara.

Tu e cloretta avete tanto da imparare.
Ah ecco, era così ? Ora va meglio.
Tornare in alto Andare in basso
geo&geo



Messaggi : 1150
Data d'iscrizione : 04.07.14

MessaggioTitolo: Re: * AGGIORNATO * Umiliante supplenza in classe zoo - consigli   Ven Ott 13, 2017 3:34 pm

ringrazioiddio di non dover frequentare Cloretta, a lungo andare potrei diventare come lei
Tornare in alto Andare in basso
balanzoneXXI



Messaggi : 1467
Data d'iscrizione : 21.09.13

MessaggioTitolo: Re: * AGGIORNATO * Umiliante supplenza in classe zoo - consigli   Ven Ott 13, 2017 8:01 pm

cricco84 ha scritto:
Ecco.... poi leggo i post di cloretta e mi viene la bile...
Premetto che insegno alla primaria.
Leggendo cloretta, ritengo sempre più che ci debba essere una selezione alla base. Non tanto perché lei non voglia andare ai professionali... liberissima di farlo, ma in quanto portatrice di idee distorte, di una verità vhe solo lei conosce, custodisce.
Chi lavora nei professionali è una sottospecie di essere umano... ecco la sia verità e mi stupisce che non la si banni non un sonoro calcio nel sedere.
Qui tiro fuori anche un argomento di questa estate. La preziosa docente arriva a storia fino alle premesse della prima guerra mondiale, poiché i libri di testo e la scuola non raccontano la verità..... quale sarebbe? Sarei proprio curioso...... quindi non sono esistiti i campi di concentramento?
Detentrice della verità.... perla di saggezza... illuminaci... più volte ho sentito post orripilanti. E per piacere, spiegaci come mai chi lavora nei professionali è inferiore.


Il bannamento e' inutile , come si e' visto in altri casi.Il bannato può tornare con un altro nick.

"Proprio del tutto inutile no", potresti obiettare, nel senso che il ban segnalerebbe la una ferma disapprovazione della moderazione per certe posizioni,per così dire, " extracostituzionali".

Ad ogni modo in questo forum ci sono diversi utenti che condividono le posizioni della littoria Claretta , pur non esprimendosi con un linguaggio altrettanto incisivo e colorito (Masaniello vi si avvicina).Tali posizioni non sembrano imbarazzare i moderatori, che , d' altra parte,non sono i guardiani del forum.
Tornare in alto Andare in basso
Masaniello



Messaggi : 3501
Data d'iscrizione : 26.10.16

MessaggioTitolo: Re: * AGGIORNATO * Umiliante supplenza in classe zoo - consigli   Ven Ott 13, 2017 8:30 pm

Esatto.d altra parte nel 1948 qualcuno intese dare voce alla moltitudine di opinioni prevedendo il diritto alla libera espressione delle idee..
Oggi le cose sono molto cambiate...la Boldrini manda al rogo il poliziotto che rincorre il nigeriano in bici sull autostrada, es abbiamo una libertà di espressione che al confronto l argentina di Videla era il paradiso
Tornare in alto Andare in basso
balanzoneXXI



Messaggi : 1467
Data d'iscrizione : 21.09.13

MessaggioTitolo: Re: * AGGIORNATO * Umiliante supplenza in classe zoo - consigli   Ven Ott 13, 2017 9:02 pm

Masaniello ha scritto:
Esatto.d altra parte nel 1948 qualcuno intese dare voce alla moltitudine di opinioni prevedendo il diritto alla libera espressione delle idee..
Oggi le cose sono molto cambiate...la Boldrini manda al rogo il poliziotto che rincorre il nigeriano in bici sull autostrada, es abbiamo una libertà di espressione che al confronto l argentina di Videla era il paradiso

Si' si', forse era il paradiso per quelli come te e la Claretta.Che paragone incongruo! Per voi nostalgici
nella Repubblica italiana e in questo forum  c' e' sempre stata la più ampia libertà di espressione, per non dire altro.A proposito, ci vieni pure all" appuntamento
capitolino del 28 pv? Potresti rinfrancare le forze nell' afflato di un Klan giovane e forte.
Tornare in alto Andare in basso
balanzoneXXI



Messaggi : 1467
Data d'iscrizione : 21.09.13

MessaggioTitolo: Re: * AGGIORNATO * Umiliante supplenza in classe zoo - consigli   Ven Ott 13, 2017 9:18 pm

chicca70 ha scritto:
Provo da dare una mia interpretazione delle parole di Cloretta. Se, come scriveva Seneca con altre parole, il contatto con i migliori ci rende persone migliori e quello con i peggiori ci rende persone peggiori (Epistula ad Lucilium sulla folla, non ricordo il numero) e se, come è chiaro, i migliori non si trovano tra gli studenti del professionale, allora inevitabilmente chi passa con loro parecchie ore al giorno non potrà che diventare, nel tempo, una persona peggiore. Già aspetti di peggioramento si vedono nel considerare normali comportamenti anomali tra le persone civili. Se sostieni che un delinquente va compreso, significa che stai diventando un po' delinquente anche tu.

E Seneca non era  mica un pirla,  era il tutor di Nerone, quindi massimo rispetto, come dicono anche gli EELST.

Pero' non e' molto gentile insinuare che la collega stia diventando delinquente a furia di frequentare alunni furfanti.

Tornare in alto Andare in basso
chicca70



Messaggi : 2960
Data d'iscrizione : 26.12.14

MessaggioTitolo: Re: * AGGIORNATO * Umiliante supplenza in classe zoo - consigli   Ven Ott 13, 2017 10:47 pm

sconcertato_1 ha scritto:
chicca70 ha scritto:
Provo da dare una mia interpretazione delle parole di Cloretta. Se, come scriveva Seneca con altre parole, il contatto con i migliori ci rende persone migliori e quello con i peggiori ci rende persone peggiori (Epistula ad Lucilium sulla folla, non ricordo il numero) e se, come è chiaro, i migliori non si trovano tra gli studenti del professionale, allora inevitabilmente chi passa con loro parecchie ore al giorno non potrà che diventare, nel tempo, una persona peggiore. Già aspetti di peggioramento si vedono nel considerare normali comportamenti anomali tra le persone civili. Se sostieni che un delinquente va compreso, significa che stai diventando un po' delinquente anche tu.

Seneca: frequenta le persone che possono renderti migliore e accogli quelli che puoi rendere migliori. Il vantaggio è reciproco perché mentre s’insegna si impara.

Tu e cloretta avete tanto da imparare.

Certo, questa è la citazione letterale, ma occorre capire cosa significa "accogliere". Io posso accogliere chi bussa alla mia porta, non chi mi gira al largo. Fuori di metafora, come docente posso accogliere chi ha un minimo interesse verso l'apprendimento, non chi viene a scuola solo perché deve. Questi ultimi non posso accoglierli, al massimo posso tenerli in ostaggio fino al termine dell'obbligo. Sì, io accolgo la maggior parte dei miei studenti liceali e posso provare a renderli migliori. Un insegnante di un professionale può accogliere e rendere migliore forse uno studente su mille, gli altri 999 vengono tenuti in ostaggio, non accolti, perché non vogliono "bussare alla porta".
Tornare in alto Andare in basso
chicca70



Messaggi : 2960
Data d'iscrizione : 26.12.14

MessaggioTitolo: Re: * AGGIORNATO * Umiliante supplenza in classe zoo - consigli   Ven Ott 13, 2017 10:53 pm

ludmilla72 ha scritto:
Scusami, Chicca, ma qualcuno qui ha sostenuto che i delinquenti vadano compresi?
Io sostengo che i ragazzi che rischiano comportamenti delinquenziali vadano corretti e che educarli sia un'opera meritoria. Chi ci riesce è molto bravo e ha tutta la mia stima.

Parlare di "ragazzi che rischiano comportamenti delinquenziali" è un eufemismo per dire "giovani delinquenti" ed è proprio un esempio di quell'atteggiamento giustificatorio di cui parlavo.
Un insegnante, con le sue massimo 6-7 ore settimanali di presenza in una classe, o più spesso due o tre, non può correggere nè educare nessuno. Si tratta di cose che spettano alla famiglia con cui il ragazzo passa la sua vita.
Tornare in alto Andare in basso
mario60



Messaggi : 359
Data d'iscrizione : 08.01.15

MessaggioTitolo: Re: * AGGIORNATO * Umiliante supplenza in classe zoo - consigli   Sab Ott 14, 2017 8:16 am

ludmilla72 ha scritto:
Poi invece, a furia di errori, ho trovato il modo di interagire con ragazzi che vengono da contesti sociali di cui io, da studentessa, non avevo la minima coscienza.

grato se ci racconti un poco come hai fatto
buon lavoro
mario
Tornare in alto Andare in basso
mario60



Messaggi : 359
Data d'iscrizione : 08.01.15

MessaggioTitolo: Re: * AGGIORNATO * Umiliante supplenza in classe zoo - consigli   Sab Ott 14, 2017 8:45 am

Hoffnung2 ha scritto:
In questi giorni mi capita spesso di ....

con tutta la solidarietà del caso, ma alcuni commenti mi sembra diano per scontato quello che scontato non è.
La scuola presuppone una configurazione di attitudini, abititudini e tacite competenze sociali degli studenti che sono 'naturali' sono in studenti provenienti da ambienti sufficientemente agiati e sereni.
Purtroppo non tutti hanno la fortuna di provenire da tali ambienti.
Inoltre, la scuola si comporta come se l'aderire ai suoi riti e procedure potesse davvero assicurare una crescita sociale, cosa che spesso non è. Vi è cioè una certa diffusa, ipocrisia.
La mia convinzione è che - schierandosi dalla parte degli studenti -, mostrando di mettersi in gioco dalla loro parte, vi siano ampie possibilità di entrare in contatto, e di recuperare una relazione.
Si deve fare la lezioncina su Dante nel caos, urlando di stare al banco? No. Si deve rinunciare a far leggere Dante? No. Si può leggere Dante, aiutandoli a parlare di chi gli ha fatto male, e di chi gli ha aiutati, in quali girone metterebbero chi e perchè? Difficile ma non impossibile.
Certo un mestiere diverso da quello di sedersi in cattedra con studenti pronti a prendere appunti, ma anche più vero e giusto.
mario
Tornare in alto Andare in basso
mario60



Messaggi : 359
Data d'iscrizione : 08.01.15

MessaggioTitolo: Re: * AGGIORNATO * Umiliante supplenza in classe zoo - consigli   Sab Ott 14, 2017 8:48 am

chicca70 ha scritto:
al massimo posso tenerli in ostaggio fino al termine dell'obbligo. Sì, io accolgo la maggior parte dei miei studenti liceali e posso provare a renderli migliori. Un insegnante di un professionale può accogliere e rendere migliore forse uno studente su mille, gli altri 999 vengono tenuti in ostaggio, non accolti, perché non vogliono "bussare alla porta".

Tenerli in ostaggio? Forse dovresti pensare seriamente e sinceramente se hai la vocazione per questa professione.
(Non fare il medico, se hai schifo delle pustole e del sangue)
m.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 9880
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioTitolo: Re: * AGGIORNATO * Umiliante supplenza in classe zoo - consigli   Sab Ott 14, 2017 9:28 am

mario60 ha scritto:
chicca70 ha scritto:
al massimo posso tenerli in ostaggio fino al termine dell'obbligo. Sì, io accolgo la maggior parte dei miei studenti liceali e posso provare a renderli migliori. Un insegnante di un professionale può accogliere e rendere migliore forse uno studente su mille, gli altri 999 vengono tenuti in ostaggio, non accolti, perché non vogliono "bussare alla porta".

Tenerli in ostaggio? Forse dovresti pensare seriamente e sinceramente se hai la vocazione per  questa professione.
(Non fare il medico, se hai schifo delle pustole e del sangue)
m.

Chicca quindi ti piace rendere migliore chi ci pensa già da sè a voler essere migliore.

Ti piace vincere facile, insomma.


Non è che sia condannabile a priori chi ama vincere facile però non sembra quella l'idea della scuola pubblica. Scuola pubblica ha accettato la sfida di rendere migliore la società, soprattutto quelli che migliori non sono.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
angie

avatar

Messaggi : 2588
Data d'iscrizione : 01.10.09

MessaggioTitolo: Re: * AGGIORNATO * Umiliante supplenza in classe zoo - consigli   Sab Ott 14, 2017 9:39 am

In effetti è difficile far lezione nelle classi in cui vi sono ragazzi impossibili!
Io ci sto provando da anni e continuo a farlo quest'anno, cerco continue strategie e metodi, ci metto tutto l'impegno e vi dirò anche la salute, ma alcuni sono proprio maleducati, arroganti, direi bulli!
Non mi arrendo, ma entrare in quella classe non mi fa star bene, sento di poter dare tanto, ma il mio lavoro è ostacolato da gente che viene a scuola solo per disturbare.
Uno può trovare tutte le attenuanti che vuole: substrato sociale discutibile, povertà culturale, cattive compagnie......resta il fatto che questi ragazzi creano situazioni destabilizzanti e penalizzano anche chi vuole apprendere.

Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 9880
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioTitolo: Re: * AGGIORNATO * Umiliante supplenza in classe zoo - consigli   Sab Ott 14, 2017 9:55 am

Dire che sia difficile è usare un eufemismo.
Dire che sia frustrante è usare un eufemismo.

Ma.. questa è la gente che gira per strada e questa è la scuola che non può cedere e rinunciare.

Attenuanti ne hanno tante, questi ragazzi, ma non sono una giustificazione e non bisogna concedergliele.

Tu vieni a scuola e parli come uno scaricatore di porto perchè vivi nel porto? va benissimo, non mi offenderò se ti rivolgerai a me chiamandomi troja, però non l'accetto e cercherò di insegnarti che c'è un modo più corretto e più gratificante per rivolgerti alle persone.

Se nella tua fatica quotidiana riuscirai anche solo con un ragazzo a fare in modo che lo capisca, avrai fatto tanto, tantissimo, perchè lui userà ciò che ha imparato e lo trasmetterà ai suoi figli. E sarà merito tuo questo miglioramento.

Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
ludmilla72



Messaggi : 728
Data d'iscrizione : 21.08.10
Età : 44
Località : Roma

MessaggioTitolo: Re: * AGGIORNATO * Umiliante supplenza in classe zoo - consigli   Sab Ott 14, 2017 11:03 am

chicca70 ha scritto:


Parlare di "ragazzi che rischiano comportamenti delinquenziali" è un eufemismo per dire "giovani delinquenti" ed è proprio un esempio di quell'atteggiamento giustificatorio di cui parlavo.

No, c'è differenza. I ragazzi sono innanzi tutto ragazzi, sono fragili e sono malleabili. Questo lo sanno anche le organizzazioni criminali. Bisogna vedere chi la spunta.

chicca70 ha scritto:
Un insegnante, con le sue massimo 6-7 ore settimanali di presenza in una classe, o più spesso due o tre, non può correggere nè educare nessuno. Si tratta di cose che spettano alla famiglia con cui il ragazzo passa la sua vita.

Il ragazzo passa la vita in famiglia? Vediamo: dalle 8 alle 14 sta a scuola; poi va in palestra, vede gli amici; qualcuno va a lavorare. La famiglia penso che lo riveda a cena, sempre che non ci sia la TV accesa. Forse a scuola ci sono più momenti per parlare e per confrontarsi con gli adulti di quanti ce ne siano in qualsiasi altro posto.
Hai ragione però su una cosa: la famiglia deve supportare o almeno non deve ostacolare la scuola. Quando la famiglia ci ostacola, i ragazzi li perdiamo.
Faccio un esempio: l'anno scorso, durante un colloquio coi genitori, mi sono sentita in obbligo di avvertirli che il figlio, al di là di tutti gli altri problemi, faceva palesemente uso di sostanze stupefacenti. La mamma mi ha risposto che ne era consapevole, ma che almeno, quando era strafatto, il figlio era calmo e ragionevole, mentre in altre circostanze era rabbioso ed ingestibile. (Certo! Si chiama "crisi d'astinenza"!) Di conseguenza la mamma non aveva intenzione di agire in proposito. Risultato: il ragazzo è stato bocciato ed a scuola non si è più visto.
Tornare in alto Andare in basso
sempreconfusa1



Messaggi : 2107
Data d'iscrizione : 05.08.11

MessaggioTitolo: Re: * AGGIORNATO * Umiliante supplenza in classe zoo - consigli   Sab Ott 14, 2017 11:19 am

mario60 ha scritto:
Hoffnung2 ha scritto:
In questi giorni mi capita spesso di ....

con tutta la solidarietà del caso, ma alcuni commenti mi sembra diano per scontato quello che scontato non è.
La scuola presuppone una configurazione di attitudini, abititudini e tacite competenze sociali degli studenti che sono 'naturali' sono in studenti provenienti da ambienti sufficientemente agiati e sereni.
Purtroppo non tutti hanno la fortuna di provenire da tali ambienti.
Inoltre, la scuola si comporta come se l'aderire ai suoi riti e procedure potesse davvero assicurare una crescita sociale, cosa che spesso non è. Vi è cioè una certa diffusa, ipocrisia.
La mia convinzione è che - schierandosi dalla parte degli studenti -, mostrando di mettersi in gioco dalla loro parte, vi siano ampie possibilità di entrare in contatto, e di recuperare una relazione.
Si deve fare la lezioncina su Dante nel caos, urlando di stare al banco? No. Si deve rinunciare a far leggere Dante? No.  Si può leggere Dante, aiutandoli a parlare di chi gli ha fatto male, e di chi gli ha aiutati, in quali girone  metterebbero chi e perchè? Difficile ma non impossibile.
Certo un mestiere  diverso da quello di sedersi in cattedra con studenti pronti a prendere appunti, ma anche più vero e giusto.
mario

Quello che dici l'ho visto sperimentare, credi che sia così difficile trovare anche professori che giustifichino la voglia di non far nulla a scuola dei ragazzi con la scarsa capacità dei docenti di coinvolgere abbastanza gli alunni?
No, no, affatto. Ce ne sono un buon numero in ogni scuola e per ogni cdc di professori che propongono alternative sulla stessa linea tua. A parte che allora io aggiungerei, aboliamo voti e scrutini alla vecchia maniere, perché sono "procedure" della scuola incompatibili con lezioni alternative che necessariamente necessitano anche di valutazione alternativa.

Invece come dicevo all'inizio dell'intervento, io ho visto agire in questo modo, ma nel 90% il lavoro poi lo svolgeva sempre e solo l'insegnante, perché i bulletti (magari più contenti e meno aggressivi con il docente "dalla loro parte", certo per carità!) non facevano nulla lo stesso.

Cioè, magari hanno molta voglia di fare discussione ma poi non hanno voglia di realizzare nulla. Li metti a far qualcosa di pratico (cartelloni, prodotti multimediali e così via)?
Iniziano con 5 minuti e poi lasciano, e ti dirò, in molti casi coinvolgono anche gli altri che vorrebbero lavorare.

Io, per ciò che ho visto nelle situazioni che ho vissuto personalmente, è che questi "voglia di far nulla", vorrebbero sempre parlare, giocare e comportarsi come se fossero al bar.  E poca voglia di apprendere, anche quando sembra che il metodo li coinvolga, prendono in giro i docenti perché poi sono questi che fanno il vero lavoro che va fatto, con buona pace del cdc.
Tornare in alto Andare in basso
balanzoneXXI



Messaggi : 1467
Data d'iscrizione : 21.09.13

MessaggioTitolo: Re: * AGGIORNATO * Umiliante supplenza in classe zoo - consigli   Sab Ott 14, 2017 11:27 am

Scambiare il lavoro dell' insegnante con quello dell' educatore di riformatorio e' un' aberrazione che esiste solo in Italia , credo. E' umano che alcuni colleghi vogliano fare semplicemente gli insegnanti, cioe' professionisti che trasmettono conoscenze e abilità , partecipando nel contempo al processo educativo dei loro alunni.Qualcuno lo considera semplice e scontato, ma non e' così. Insegnare ( con qualche speranza di successo)a dei quindicenni i primi rudimenti di filosofia o a tradurre dal greco non e' una passeggiata, tanto per fare qualche esempio.Non e'" vincere facile", come dice qualcuno; ci vogliono anni e anni di studio e di applicazione, prima come studente e poi come insegnante.Trovo ingenuo pensare che in certe classi basti attualizzare Dante
per fare lezione.Ancora una volta si mischiano indebitamente due aspetti : lo sfacelo sociale e le modalità didattiche.Lo studente teppistello se ne ride di queste volenterose strategie.
Tornare in alto Andare in basso
ludmilla72



Messaggi : 728
Data d'iscrizione : 21.08.10
Età : 44
Località : Roma

MessaggioTitolo: Re: * AGGIORNATO * Umiliante supplenza in classe zoo - consigli   Sab Ott 14, 2017 11:33 am

mario60 ha scritto:


La mia convinzione è che - schierandosi dalla parte degli studenti -, mostrando di mettersi in gioco dalla loro parte, vi siano ampie possibilità di entrare in contatto, e di recuperare una relazione.
Si deve fare la lezioncina su Dante nel caos, urlando di stare al banco? No. Si deve rinunciare a far leggere Dante? No.  Si può leggere Dante, aiutandoli a parlare di chi gli ha fatto male, e di chi gli ha aiutati, in quali girone  metterebbero chi e perchè? Difficile ma non impossibile.
Certo un mestiere  diverso da quello di sedersi in cattedra con studenti pronti a prendere appunti, ma anche più vero e giusto.
mario

Mi piace molto quest'impostazione, anche se bisogna chiarire che "schierarsi dalla parte degli studenti" non significa assecondarli sempre, ma volere il loro bene e quindi anche ragionare con loro e cercare di consigliarli quando hanno le idee confuse.
La cosa fondamentale però è la qualità della relazione che si instaura fra docente e studenti. Il docente non è sullo stesso piano degli studenti: è un adulto, una guida, può essere anche un confidente, se il ragazzo lo desidera (ma non bisogna forzare la mano). Inutile dire che bisogna innanzi tutto essere autorevoli e quindi meritare la loro stima: questo comporta che bisogna essere garbati e rispettare la loro personalità, entrare in classe in orario, col sorriso e aver preparato bene la lezione, ripetere le spiegazioni su richiesta, cercando di semplificare al massimo le cose. Deve essere chiaro che l'insegnante è in classe per aiutarli ad imparare.
Premessa la serietà dei momenti didattici, se in corridoio un ragazzo vuole raccontarti che ha passato il pomeriggio precedente a sistemare la carrozzeria di una vecchia automobile o che nel weekend è andato a correre sui go-kart con gli amici, anche se in quel momento magari non te ne importa niente e hai altro da pensare, devi starlo a sentire, perché devi fargli capire che lui per te è importante come persona, al di là della scuola. Costruire la relazione è il primo passo.
Le cose diventano più semplici se si crea un team di lavoro affiatato fra i docenti: bisogna scoprire e valorizzare ciò che di buono c'è nei ragazzi. Magari il prof di Meccanica trova il varco prima di quella di Lettere (o di Matematica o di Inglese) ed allora è importante che condivida la sua scoperta positiva con i colleghi o che approfitti della sua relazione positiva con l'alunno per convincerlo a studiare un po' anche le altre materie, in modo da farsi apprezzare.
Tornare in alto Andare in basso
sempreconfusa1



Messaggi : 2107
Data d'iscrizione : 05.08.11

MessaggioTitolo: Re: * AGGIORNATO * Umiliante supplenza in classe zoo - consigli   Sab Ott 14, 2017 11:38 am

ludmilla72 ha scritto:
/quote]

Mi piace molto quest'impostazione, anche se bisogna chiarire che "schierarsi dalla parte degli studenti" non significa assecondarli sempre, ma volere il loro bene e quindi anche ragionare con loro e cercare di consigliarli quando hanno le idee confuse.
La cosa fondamentale però è la qualità della relazione che si instaura fra docente e studenti. Il docente non è sullo stesso piano degli studenti: è un adulto, una guida, può essere anche un confidente, se il ragazzo lo desidera (ma non bisogna forzare la mano). Inutile dire che bisogna innanzi tutto essere autorevoli e quindi meritare la loro stima: questo comporta che bisogna essere garbati e rispettare la loro personalità, entrare in classe in orario, col sorriso e aver preparato bene la lezione, ripetere le spiegazioni su richiesta, cercando di semplificare al massimo le cose. Deve essere chiaro che l'insegnante è in classe per aiutarli ad imparare.
Premessa la serietà dei momenti didattici, se in corridoio un ragazzo vuole raccontarti che ha passato il pomeriggio precedente a sistemare la carrozzeria di una vecchia automobile o che nel weekend è andato a correre sui go-kart con gli amici, anche se in quel momento magari non te ne importa niente e hai altro da pensare, devi starlo a sentire, perché devi fargli capire che lui per te è importante come persona, al di là della scuola. Costruire la relazione è il primo passo.
Le cose diventano più semplici se si crea un team di lavoro affiatato fra i docenti: bisogna scoprire e valorizzare ciò che di buono c'è nei ragazzi. Magari il prof di Meccanica trova il varco prima di quella di Lettere (o di Matematica o di Inglese) ed allora è importante che condivida la sua scoperta positiva con i colleghi o che approfitti della sua relazione positiva con l'alunno per convincerlo a studiare un po' anche le altre materie, in modo da farsi apprezzare.

Pensa, un ragazzino "terribile" (uno spauracchio per tutto l'istituto, er quante ne combinava) lo ha capito talmente tanto, che mentre per tutto l'anno se ne strafregava, nonostante il mio comportamento fermo ma anche flessibile, alla fine dell'anno mi "lecchinava" nel vero senso della parola per non avere debiti, continuando a non fare nulla ma smettendo improvvisamente l'atteggiamento di sfida e di sfottò adottato durante tutto l'anno.

Mi vien da sorridere...secondo te sono io che gli ho fatto cambiare idea, per quanto sono stata brava, oppure è lui opportunista che sa che, alla fine, anche io divento un voto in cdc?

e non sai quante lezioni perse a chiacchierare....sia da parte mia sia da parte di molti altri in quella classe....


Ultima modifica di sempreconfusa1 il Sab Ott 14, 2017 11:42 am, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
 
* AGGIORNATO * Umiliante supplenza in classe zoo - consigli
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 4 di 8Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Seguente
 Argomenti simili
-
» Consigli TV satellitare
» consigli sul cellulare
» Vorrei comprare un kit ricostruzione! Consigli?
» Cercasi consigli per iniziare a usare lo smalto semipermanente!
» Testo aggiornato della Legge 184/1983 "Diritto del minore ad una famiglia"

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: