Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 programmazione

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Vai alla pagina : 1, 2  Seguente
AutoreMessaggio
Ghino2017



Messaggi : 11
Data d'iscrizione : 13.06.17

MessaggioTitolo: programmazione    Gio Ott 12, 2017 11:10 pm

Salve,

mi trovo ad insegnare in una scuola dove non sono mai stato e devo preparare la programmazione.
Visto che non ho colleghi a cui chiedere, posso richiedere quella degli anni passati da usare come riferimento ?

voi come vi comportate in questi casi?

Grazie in anticipo
Tornare in alto Andare in basso
sempreconfusa1



Messaggi : 2119
Data d'iscrizione : 05.08.11

MessaggioTitolo: Re: programmazione    Ven Ott 13, 2017 12:15 am

Beh, credo che, se accessibile, puoi consultarla per farti una idea, certo.
Colleghi a cui chiedere ce ne son sempre...comunque non sempre si segue una linea comune, e ciascuno la fa a modo proprio.

Tieni presente che poi devi calibrarla sul libro di testo attualmente in uso, e potrebbe essere cambiato nel frattempo. Devi mettere anche i riferimenti agli strumenti didattici da utilizzare durante l'anno, dunque anche il libro che usate, fra gli altri.
Tornare in alto Andare in basso
ludmilla72



Messaggi : 731
Data d'iscrizione : 21.08.10
Età : 44
Località : Roma

MessaggioTitolo: Re: programmazione    Ven Ott 13, 2017 12:38 am

Potrebbe esserci una programmazione generale con linee comuni stilata dal dipartimento. Chiedi ai colleghi della stessa materia.
Tornare in alto Andare in basso
dodode



Messaggi : 84
Data d'iscrizione : 20.07.17

MessaggioTitolo: Re: programmazione    Ven Ott 13, 2017 3:05 pm

Alcune volte la programmazione di dipartimento si trova anche sul registro elettronico -nello spazio dei materiali didattici condivisi- o sul sito ufficiale dell'istituto stesso (sempre nella sezione didattica). Se non hai colleghi ai quali chiedere, forse puoi vedere se c'è una funzione strumentale specifica di supporto ai docenti. Se esiste questa figura nella scuola dove sei attualmente, dovrebbe essere in grado di fornirti tutte le informazioni necessarie sulla programmazione.
Probabilmente hai già pensato a tutte queste possibilità, ma comunque te le segnalo lo stesso. Non si sa mai.
Tornare in alto Andare in basso
Online
mario60



Messaggi : 373
Data d'iscrizione : 08.01.15

MessaggioTitolo: Re: programmazione    Sab Ott 14, 2017 8:53 am

Ghino2017 ha scritto:
Salve,

mi trovo ad insegnare in una scuola dove non sono mai stato e devo preparare la programmazione.
Visto che non ho colleghi a cui chiedere, posso richiedere quella degli anni passati da usare come riferimento ?

voi come vi comportate in questi casi?

Grazie in anticipo

Io ritengo la programmazione cosa molto personale, momento principale sia della mia libertà di insegnamento e sia della mia capacitàa professionale.
Personalmente censuro i colleghi che 'copiano' la programmazione.
Tornare in alto Andare in basso
Online
mario60



Messaggi : 373
Data d'iscrizione : 08.01.15

MessaggioTitolo: Re: programmazione    Sab Ott 14, 2017 8:54 am

sempreconfusa1 ha scritto:
devi calibrarla sul libro di testo attualmente in uso
Perchè?
m.
Tornare in alto Andare in basso
Online
Cozza

avatar

Messaggi : 9131
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioTitolo: Re: programmazione    Sab Ott 14, 2017 9:16 am

mario60 ha scritto:
Ghino2017 ha scritto:
Salve,

mi trovo ad insegnare in una scuola dove non sono mai stato e devo preparare la programmazione.
Visto che non ho colleghi a cui chiedere, posso richiedere quella degli anni passati da usare come riferimento ?

voi come vi comportate in questi casi?

Grazie in anticipo

Io ritengo la programmazione cosa molto personale, momento principale sia della mia libertà di insegnamento e sia della mia capacitàa professionale.
Personalmente censuro i colleghi che 'copiano' la programmazione.
Io invece da quando ho scoperto (tramite forum) dell'esistenza delle programmazioni unificate e obbligatorie per scuola... Auspico diventi prassi comune.
Mi sono davvero stufata dell'autonomia personale del docente che troppo spesso si traduce in argomenti minimi, visione di film, lavori di gruppo autogestiti.. A causa di incompetenza o peggio di voglia di tirare a campare facendo il minimo possibile.
Ormai anche le programmazioni ministeriali vengon scavalcate in serenità...
Tornare in alto Andare in basso
seasparrow



Messaggi : 2565
Data d'iscrizione : 16.01.16
Età : 58
Località : Venezia

MessaggioTitolo: Re: programmazione    Sab Ott 14, 2017 10:27 am

Cozza ha scritto:
anche le programmazioni ministeriali vengono scavalcate in serenità...

ai tecnici non esistono più,

ci sono le linee guida che consentono ampi margini di libertà

ai licei le indicazioni nazionali

http://www.flcgil.it/scuola/istituti-tecnici-pubblicata-la-versione-definitiva-delle-linee-guida.flc
Tornare in alto Andare in basso
seasparrow



Messaggi : 2565
Data d'iscrizione : 16.01.16
Età : 58
Località : Venezia

MessaggioTitolo: Re: programmazione    Sab Ott 14, 2017 10:31 am

mario60 ha scritto:
sempreconfusa1 ha scritto:
devi calibrarla sul libro di testo attualmente in uso
per quale ragione ?

non è obbligatorio, e' soltanto la scelta più robusta se il libro è ben fatto
Tornare in alto Andare in basso
sempreconfusa1



Messaggi : 2119
Data d'iscrizione : 05.08.11

MessaggioTitolo: Re: programmazione    Sab Ott 14, 2017 4:16 pm

mario60 ha scritto:
sempreconfusa1 ha scritto:
devi calibrarla sul libro di testo attualmente in uso
Perchè?
m.

Scusa, se io uso il libro di testo, nella programmazione ovviamente lo metterò tra gli strumenti didattici che intendo usare, tra gli altri. Sarebbe insulso usarlo e non citarlo nella programmazione, per me.
Immagino che ci siano differenze tra disciplina e disciplina, ma per lingue io solitamente uso il testo in uso, e parlo di scuola media non di superiori.
Tornare in alto Andare in basso
boston



Messaggi : 1031
Data d'iscrizione : 16.09.10

MessaggioTitolo: Re: programmazione    Sab Ott 14, 2017 4:58 pm

Forse per le scuole medie esiste una programmazione comune, ma per le superiori giusto linee guida. E meno male. Si programma in base alle classe, alle conoscenze pregresse, nella piena libertà della nostra funzione docente. Neppure nelle mie due quinte svolgo la stessa programmazione, simile ma non uguale. In una classe mi trovo ancora a fare grammatica viste le immense lacune pregresse e l'incapacità di comprendere l'inglese specifico. Il testo lo seguo poco, una nuova adozione davvero poco azzeccata, prolisso, confusionario, difficile
Tornare in alto Andare in basso
Di Giovanni Marisa



Messaggi : 70
Data d'iscrizione : 25.09.17

MessaggioTitolo: Re: programmazione    Sab Ott 14, 2017 5:01 pm

Il testo lo metto come strumento, ma uso anche molto altro portato da me.
Il libro di storia ha capitoli lunghi come romanzi, spesso disorganizzati, in cui oltre tutto latitano concetti fondamentali.
La programmazione non la costruisco su quello, ma lo uso.
Quella di dipartimento, al contrario, la trovo buona, pur dovendola adattare poi alle classi. Concordo con boston, anche se lavoro su altre materie.
Tornare in alto Andare in basso
sempreconfusa1



Messaggi : 2119
Data d'iscrizione : 05.08.11

MessaggioTitolo: Re: programmazione    Sab Ott 14, 2017 5:01 pm

Boston, certo, ci sono molte differenze anche secondo me, e alle superiori maggiormente. Cmq la programmazione iniziale è una cosa, la relazione finale un'altra. Ciò che non si è potuto fare rispetto al programma stilato, le problematiche e i cambi di direzione vengono dettagliatamente riferiti nella seconda, anche per quanto riguarda la scuola media.
Tornare in alto Andare in basso
Ghino2017



Messaggi : 11
Data d'iscrizione : 13.06.17

MessaggioTitolo: Re: programmazione    Lun Ott 16, 2017 7:10 pm

mario60 ha scritto:
Ghino2017 ha scritto:
Salve,

mi trovo ad insegnare in una scuola dove non sono mai stato e devo preparare la programmazione.
Visto che non ho colleghi a cui chiedere, posso richiedere quella degli anni passati da usare come riferimento ?

voi come vi comportate in questi casi?

Grazie in anticipo

Io ritengo la programmazione cosa molto personale, momento principale sia della mia libertà di insegnamento e sia della mia capacitàa professionale.
Personalmente censuro i colleghi che 'copiano' la programmazione.

Critico pure io chi copia la programmazione.. Ma un conto è copiare un conto è rielaborare soprattutto se con le linee guida attuali la programmazione dovrebbe essere legata al territorio e vedere le precedenti programmazioni aiuta a capire dove approfondire.
Oltretutto leggere la programmazione degli anni precedenti ed i programmi svolti dovrebbe essere la base per redigere quella attuale. Probabilmente da docente a tempo indeterminato conosci le classi in cui vai ma per me che da supplente vado a insegnare in una classe "nuova" vedere il passato non lo trovo un copiare ma un voler fare il proprio lavoro.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 20220
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: programmazione    Lun Ott 16, 2017 7:19 pm

Ghino2017 ha scritto:
mario60 ha scritto:
Ghino2017 ha scritto:
Salve,

mi trovo ad insegnare in una scuola dove non sono mai stato e devo preparare la programmazione.
Visto che non ho colleghi a cui chiedere, posso richiedere quella degli anni passati da usare come riferimento ?

voi come vi comportate in questi casi?

Grazie in anticipo

Io ritengo la programmazione cosa molto personale, momento principale sia della mia libertà di insegnamento e sia della mia capacitàa professionale.
Personalmente censuro i colleghi che 'copiano' la programmazione.

Critico pure io chi copia la programmazione.. Ma un conto è copiare un conto è rielaborare soprattutto se con le linee guida attuali la programmazione dovrebbe essere legata al territorio e vedere le precedenti programmazioni aiuta a capire dove approfondire.
Oltretutto leggere la programmazione degli anni precedenti ed i programmi svolti dovrebbe essere la base per redigere quella attuale. Probabilmente da docente a tempo indeterminato conosci le classi in cui vai ma per me che da supplente vado a insegnare in una classe "nuova" vedere il passato non lo trovo un copiare ma un voler fare il proprio lavoro.
La mia scuola è un liceo della zona sud di Torino ed io insegno matematica; mi consigli di inserire le equazioni di secondo grado o le lascio fare a quelli della zona nord ?

La mia collega di italiano non sa se fare il Paradiso o l'Inferno di Dante; tu che dici ?
Tornare in alto Andare in basso
Online
Ghino2017



Messaggi : 11
Data d'iscrizione : 13.06.17

MessaggioTitolo: Re: programmazione    Lun Ott 16, 2017 8:35 pm

avidodinformazioni ha scritto:
Ghino2017 ha scritto:
mario60 ha scritto:
Ghino2017 ha scritto:
Salve,

mi trovo ad insegnare in una scuola dove non sono mai stato e devo preparare la programmazione.
Visto che non ho colleghi a cui chiedere, posso richiedere quella degli anni passati da usare come riferimento ?

voi come vi comportate in questi casi?

Grazie in anticipo

Io ritengo la programmazione cosa molto personale, momento principale sia della mia libertà di insegnamento e sia della mia capacitàa professionale.
Personalmente censuro i colleghi che 'copiano' la programmazione.

Critico pure io chi copia la programmazione.. Ma un conto è copiare un conto è rielaborare soprattutto se con le linee guida attuali la programmazione dovrebbe essere legata al territorio e vedere le precedenti programmazioni aiuta a capire dove approfondire.
Oltretutto leggere la programmazione degli anni precedenti ed i programmi svolti dovrebbe essere la base per redigere quella attuale. Probabilmente da docente a tempo indeterminato conosci le classi in cui vai ma per me che da supplente vado a insegnare in una classe "nuova" vedere il passato non lo trovo un copiare ma un voler fare il proprio lavoro.
La mia scuola è un liceo della zona sud di Torino ed io insegno matematica; mi consigli di inserire le equazioni di secondo grado o le lascio fare a quelli della zona nord ?

La mia collega di italiano non sa se fare il Paradiso o l'Inferno di Dante; tu che dici ?

Per i licei non so dirti.. Ma se fossi in un professionale o tecnico e dovessi preparare alunni a inserirsi nel mondo del lavoro darei più spazio a argomenti che poi vengono applicati a materie di indirizzo, magari chiedendo dove gli alunni hanno difficoltà , un po' più di trigonometria e meno integrali per esempio, oppure integrali applicati a casi concreti .
Se dovessi fare italiano farei letture tecniche e di giornale su argomenti di interesse per il territorio prevedendo tempi opportuni, Dante dovresti essere proprio bravo per farglielo piacere.
Tornare in alto Andare in basso
boston



Messaggi : 1031
Data d'iscrizione : 16.09.10

MessaggioTitolo: Re: programmazione    Lun Ott 16, 2017 8:37 pm

La programmazione legata al territorio?!
Giuro questa non l'avevo mai sentita.
Tornare in alto Andare in basso
boston



Messaggi : 1031
Data d'iscrizione : 16.09.10

MessaggioTitolo: Re: programmazione    Lun Ott 16, 2017 8:39 pm

@avido non posso crederci, ti ha pure risposto!
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 20220
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: programmazione    Lun Ott 16, 2017 9:42 pm

boston ha scritto:
@avido non posso crederci, ti ha pure risposto!
Sì, ed ha risposto tirando in ballo la tipologia di scuola e la tipologia dei ragazzi, non il territorio.

Succede quando si leggono le direttive ministeriali e si parte con il preconcetto che le abbiano scritte delle persone serie.
Tornare in alto Andare in basso
Online
avidodinformazioni



Messaggi : 20220
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: programmazione    Lun Ott 16, 2017 9:43 pm

boston ha scritto:
La programmazione legata al territorio?!  
Giuro questa non l'avevo mai sentita.
Non la puoi sentire, la puoi solo leggere; è il fondamento dell'autonomia scolastica, ovvero è il fondamento del nulla.
Tornare in alto Andare in basso
Online
Ghino2017



Messaggi : 11
Data d'iscrizione : 13.06.17

MessaggioTitolo: Re: programmazione    Lun Ott 16, 2017 10:10 pm

Non giudico se corretto o sbagliato.. ma è cosi.
Non l'ho inventata io.. E tra le mille cose forse non è nemmeno tanto insensata..

Io ho risposto a ciò che hai tirato in ballo.. Su di un liceo probabilmente ti appare strano ma nei tecnici approfondire tematiche legate a ciò che li circonda non mi pare campato in aria. Se faccio agraria a Torino forse dovrò sapere coltivare il riso più di chi si trova in Puglia se ti piace di più così.
Tornare in alto Andare in basso
balanzoneXXI



Messaggi : 1472
Data d'iscrizione : 21.09.13

MessaggioTitolo: Re: programmazione    Lun Ott 16, 2017 10:48 pm

Cozza ha scritto:
mario60 ha scritto:
Ghino2017 ha scritto:
Salve,

mi trovo ad insegnare in una scuola dove non sono mai stato e devo preparare la programmazione.
Visto che non ho colleghi a cui chiedere, posso richiedere quella degli anni passati da usare come riferimento ?

voi come vi comportate in questi casi?

Grazie in anticipo

Io ritengo la programmazione cosa molto personale, momento principale sia della mia libertà di insegnamento e sia della mia capacitàa professionale.
Personalmente censuro i colleghi che 'copiano' la programmazione.
Io invece da quando ho scoperto (tramite forum) dell'esistenza delle programmazioni unificate e obbligatorie per scuola... Auspico diventi prassi comune.
Mi sono davvero stufata dell'autonomia personale del docente che troppo spesso si traduce in argomenti minimi, visione di film, lavori di gruppo autogestiti.. A causa di incompetenza o peggio di voglia di tirare a campare facendo il minimo possibile.
Ormai anche le programmazioni ministeriali vengon scavalcate in serenità...

Mi sembri poco ferrata sulla normativa che, non si sa per quanto ancora,tutela la libertà di insegnamento.A te piacerebbe che non il ministero, ma una cricca di colleghi cercasse di importi attività e metodologie che non ti convincono? Roma ti chiede di fare un numero minimo di canti della comoedia dantesca, senza specificare quali; ed ecco che il boss del dipartimento,dantista di vaglia,pretende che la ponderosa opera cannibalizzi il programma in tutte le sezioni,mentre tu vuoi lasciare più spazio ad altri argomenti, come Il boccaccesco Decameron.E allora chi dovrebbe decidere?
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 20220
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: programmazione    Lun Ott 16, 2017 11:06 pm

Ghino2017 ha scritto:
Non giudico se corretto o sbagliato.. ma è cosi.
Non l'ho inventata io.. E tra le mille cose forse non è nemmeno tanto insensata..

Io ho risposto a ciò che hai tirato in ballo.. Su di un liceo probabilmente ti appare strano ma nei tecnici approfondire tematiche legate a ciò che li circonda non mi pare campato in aria. Se faccio agraria a Torino forse dovrò sapere coltivare il riso più di chi si trova in Puglia se ti piace di più così.
Mai sentito parlare di globalizzazione ? I tuoi alunni non si sposteranno dal circondario ?

Comunque il discorso che fai può essere applicato malamente alle materie professionalizzanti degli anni terminali e solo in casi di specificità geografica; già se parliamo di un professionale per idraulici (dunque materie professionalizzanti di anni terminali) non è che l'idraulica a Torino è diversa dall'idraulica in Puglia.

E sappi che in trigonometria ci sono equazioni goniometriche ..... di secondo grado: sen^2 x+ 3 sen x +5 = 0
Tornare in alto Andare in basso
Online
piperitapatty85



Messaggi : 735
Data d'iscrizione : 18.12.12

MessaggioTitolo: Re: programmazione    Ieri alle 7:07 am

boston ha scritto:
Forse per le scuole medie esiste una programmazione comune, ma per le superiori giusto linee guida.

Alle medie ci sono le Indicazioni nazionali,.con obiettivi e traguardi di competenza. Si può spaziare molto,.come alle superiori
Tornare in alto Andare in basso
Cozza

avatar

Messaggi : 9131
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioTitolo: Re: programmazione    Ieri alle 6:44 pm

balanzoneXXI ha scritto:
Cozza ha scritto:
mario60 ha scritto:
Ghino2017 ha scritto:
Salve,

mi trovo ad insegnare in una scuola dove non sono mai stato e devo preparare la programmazione.
Visto che non ho colleghi a cui chiedere, posso richiedere quella degli anni passati da usare come riferimento ?

voi come vi comportate in questi casi?

Grazie in anticipo

Io ritengo la programmazione cosa molto personale, momento principale sia della mia libertà di insegnamento e sia della mia capacitàa professionale.
Personalmente censuro i colleghi che 'copiano' la programmazione.
Io invece da quando ho scoperto (tramite forum) dell'esistenza delle programmazioni unificate e obbligatorie per scuola... Auspico diventi prassi comune.
Mi sono davvero stufata dell'autonomia personale del docente che troppo spesso si traduce in argomenti minimi, visione di film, lavori di gruppo autogestiti.. A causa di incompetenza o peggio di voglia di tirare a campare facendo il minimo possibile.
Ormai anche le programmazioni ministeriali vengon scavalcate in serenità...

Mi sembri poco ferrata sulla normativa che, non si sa per quanto ancora,tutela la libertà di insegnamento.A te piacerebbe che non il ministero, ma una cricca di colleghi cercasse di  importi attività e metodologie che non ti convincono? Roma ti chiede di fare un numero minimo di canti della comoedia dantesca, senza specificare quali; ed ecco che il boss del dipartimento,dantista di vaglia,pretende che la ponderosa opera cannibalizzi il programma in tutte le sezioni,mentre tu vuoi lasciare più spazio ad altri argomenti, come Il boccaccesco Decameron.E allora chi dovrebbe decidere?
E a te piacerebbe avere due figli gemelli, stessa classe seconda media in due sezioni diverse.
Nella sezione x, in arte, fanno collage e buchi sui fogli per tre anni mentre nella sezione y fanno storia dell'arte dalla preistoria, in prima, fino alla Street art contemporanea in terza oltre a tavole di vario genere e certo magari una con i buchi rappresenta i tagli stile Fontana... Ma una in tre anni...
Vorresti una situazione simile?
Perché purtroppo, soprattutto nella mia materia, vedo programmazioni autonome che più che tristezza mettono vergogna.
Per non parlare di lettere alle medie fatta facendo guardar solo film e cartoni animati...
W l'autonomia fino a quando viene gestita con criterio...
In assenza di questo preferisco un obbligo medio, un pacchetto di argomenti almeno minimi cui attenersi.
Tornare in alto Andare in basso
 
programmazione
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 2Vai alla pagina : 1, 2  Seguente
 Argomenti simili
-
» Clinica Zucchi Monza... tempi d'attesa per la programmazione?

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: