Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividi | 
 

 CLIL: quali sono i fatti?

Andare in basso 
Vai alla pagina : 1, 2  Seguente
AutoreMessaggio
elirpe



Messaggi : 579
Data d'iscrizione : 02.08.17

MessaggioTitolo: CLIL: quali sono i fatti?   Sab Nov 04, 2017 8:02 pm

Buonasera,
vorrei porre l'attenzione sul CLIL; è un dato di fatto che sia obbligatorio in 5^ Liceo ma è altrettanto un dato di fatto che in un buon numero di Licei non è attivata perchè nessuno ha quel titolo o intende conseguirlo.
La mia domanda è: come viene ottemperato quest'obbligo di legge nel vostro Liceo?
Torna in alto Andare in basso
@melia

avatar

Messaggi : 2053
Data d'iscrizione : 12.07.15
Età : 59
Località : Padova

MessaggioTitolo: Re: CLIL: quali sono i fatti?   Sab Nov 04, 2017 8:22 pm

In terza liceo linguistico ho una collega con alcune ore di potenziamento abilitata clil che viene a fare un modulo di fisica, in teoria dovrebbe aiutarmi per poterlo promuovere da sola il prossimo anno, in pratica mi ha permesso di capire che devo farne di strada, anche molta, se voglio poter proporre alcune ore di fisica in inglese. Non è proprio il mio campo.
La collega lavora sulla clil anche in alcune quinte dello scientifico, sempre per fisica.
Torna in alto Andare in basso
elirpe



Messaggi : 579
Data d'iscrizione : 02.08.17

MessaggioTitolo: Re: CLIL: quali sono i fatti?   Sab Nov 04, 2017 8:38 pm

Grazie della risposta. Anche da noi è così, ma la legge prevede il 50 % delle ore svolte in questa modalità... da te quante ore fate indicativamente?
Torna in alto Andare in basso
@melia

avatar

Messaggi : 2053
Data d'iscrizione : 12.07.15
Età : 59
Località : Padova

MessaggioTitolo: Re: CLIL: quali sono i fatti?   Sab Nov 04, 2017 8:50 pm

Non arriviamo in nessun caso al 50% delle ore, direi massimo un 20%.
La collega mi fa un modulo di 10 ore di fisica sulle 66 annue, poi la classe fa anche due moduli di scienze di circa 15-18 ore, su 66 annue di scienze.
Per le quinte scientifico non mi sono informata, quest'anno non ho quinte, ma il 50% è impensabile. L'anno scorso, con una sola abilitata clil di scienze in tutta la scuola, la mia quinta non ha fatto nessuna ora.
Comunque, allo scientifico, con il rischio di Fisica come secondo scritto, nessuno ha intenzione di fare metà delle ore in lingua straniera, al massimo un modulo.
Torna in alto Andare in basso
elirpe



Messaggi : 579
Data d'iscrizione : 02.08.17

MessaggioTitolo: Re: CLIL: quali sono i fatti?   Sab Nov 04, 2017 8:52 pm

E' comprensibilissimo, ma quale materia potrebbe permettersi questo lusso? Secondo me è una gran bella rogna...
Torna in alto Andare in basso
chicca70



Messaggi : 3295
Data d'iscrizione : 26.12.14

MessaggioTitolo: Re: CLIL: quali sono i fatti?   Sab Nov 04, 2017 10:08 pm

Nella mia scuola c'è un solo abilitato clil. Nelle altre classi fa qualche ora il docente del consiglio di classe "che se la sente". Si tratta però di pochissime ore durante le quali si legge qualche articolo in inglese, non sono vere e proprie lezioni in inglese.
Torna in alto Andare in basso
Lenar_



Messaggi : 70
Data d'iscrizione : 02.11.17

MessaggioTitolo: Re: CLIL: quali sono i fatti?   Dom Nov 05, 2017 9:53 am

Io sono abilitato CLIL. Ho fatto CLIL per tre anni fino all'anno scorso.

La disciplina era informatica nelle quinte liceo scientifico ad opzione scienze applicate.

In pratica facevo in inglese quasi tutto il corso. La cosa era fattibile perché documentazione, testi e terminologia del settore sono in inglese. Spesso l'impiego di testi in lingua originale era preferibile all'uso delle equivalenti traduzioni italiane. Inoltre il fatto che Informatica sia, nel contesto del liceo scientifico, una materia secondaria, con solo due ore alla settimana, rendeva la scelta ideale. Gli esiti didattici sono stati buoni, in linea con quanto si sarebbe potuto apprendere facendo lezione in italiano ma con un discreto miglioramento della capacità di impiego della lingua (i commissari di maturità si sono complimentati in tal senso).

Da quest'anno ho deciso di lasciare le quinte, per ragioni mie ma anche perché ho notato scarsissimo interesse per il CLIL da parte della dirigenza della mia scuola. In pratica che si faccia o non si faccia CLIL interessa molto poco. Svolgo ancora un moduletto di una decina di ore nelle quinte per sistemare la pratica CLIL ma non ho intenzione di riprendere a fare didattica CLIL senza un corrispettivo economico che mi gratifichi per farlo.

La mia personale impressione è che il tutto si stia sgonfiando vigorosamente e che il CLIL, complessivamente, rimarrà una buona idea applicata male e per la quale nessuno nutre un vero interesse. Peccato.
Torna in alto Andare in basso
gugu

avatar

Messaggi : 33145
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioTitolo: Re: CLIL: quali sono i fatti?   Dom Nov 05, 2017 10:10 am

Noi utilizziamo l'organico potenziato di inglese per fare lezioni in compresenza nelle quinte.
Il 50% è impensabile, ci siamo accordati per moduli di 8-10 ore nell'anno. Ma in alcune quinte potrebbero anche essere meno ore.
Torna in alto Andare in basso
balanzoneXXI



Messaggi : 1863
Data d'iscrizione : 21.09.13

MessaggioTitolo: Re: CLIL: quali sono i fatti?   Dom Nov 05, 2017 10:42 am

elirpe ha scritto:
Buonasera,
vorrei porre l'attenzione sul CLIL; è un dato di fatto che sia obbligatorio in 5^ Liceo ma è altrettanto un dato di fatto che in un buon numero di Licei non è attivata perchè nessuno ha quel titolo o intende conseguirlo.
La mia domanda è: come viene ottemperato quest'obbligo di legge nel vostro Liceo?

Appunto, che succede se in una scuola nessun docente e' in grado di insegnare la sua materia in una lingua straniera e son tutti talmente lazzaroni da non voler studiare per conseguire un attestato di competenza linguistica di livello B2( senza contare il corso di formazione clil vero e proprio)?

Il legislatore ha previsto questa eventualità, come anche il caso che in una scuola nessuno voglia fare
il tutor asl?

Allora che si fa? Si prende il prof di inglese e gli si fa studiare la fisica oppure si permette all'insegnante
di fisica di parlare l' inglese come Toto' e Peppino,tanto i termini scientifici sono simili in tutte
le lingue e chiunque ormai mastica un po' di inglese?
Torna in alto Andare in basso
gugu

avatar

Messaggi : 33145
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioTitolo: Re: CLIL: quali sono i fatti?   Dom Nov 05, 2017 10:43 am

balanzoneXXI ha scritto:
elirpe ha scritto:
Buonasera,
vorrei porre l'attenzione sul CLIL; è un dato di fatto che sia obbligatorio in 5^ Liceo ma è altrettanto un dato di fatto che in un buon numero di Licei non è attivata perchè nessuno ha quel titolo o intende conseguirlo.
La mia domanda è: come viene ottemperato quest'obbligo di legge nel vostro Liceo?

Appunto, che succede se in una scuola nessun docente e' in grado di insegnare la sua materia in una lingua straniera e son tutti talmente lazzaroni da non voler studiare per conseguire un attestato di competenza linguistica di livello B2( senza contare il corso di formazione clil vero e proprio)?

Il legislatore ha previsto questa eventualità,  come anche il caso che in una scuola nessuno voglia fare
il tutor asl?

Allora che si fa? Si prende il prof di inglese e gli si fa studiare la fisica oppure si permette all'insegnante
di fisica di parlare l' inglese come Toto' e Peppino,tanto i termini scientifici sono simili in tutte
le lingue e chiunque ormai mastica un po' di inglese?


La normativa prevede espressamente che per il caso da te descritto si debba formare un team con il docente di lingue per portare a termine un progetto CLIL condiviso.
Torna in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 6028
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioTitolo: Re: CLIL: quali sono i fatti?   Dom Nov 05, 2017 10:54 am

balanzoneXXI ha scritto:
elirpe ha scritto:
Buonasera,
vorrei porre l'attenzione sul CLIL; è un dato di fatto che sia obbligatorio in 5^ Liceo ma è altrettanto un dato di fatto che in un buon numero di Licei non è attivata perchè nessuno ha quel titolo o intende conseguirlo.
La mia domanda è: come viene ottemperato quest'obbligo di legge nel vostro Liceo?

Appunto, che succede se in una scuola nessun docente e' in grado di insegnare la sua materia in una lingua straniera e son tutti talmente lazzaroni da non voler studiare per conseguire un attestato di competenza linguistica di livello B2( senza contare il corso di formazione clil vero e proprio)?

Il legislatore ha previsto questa eventualità,  come anche il caso che in una scuola nessuno voglia fare
il tutor asl?

Allora che si fa? Si prende il prof di inglese e gli si fa studiare la fisica oppure si permette all'insegnante
di fisica di parlare l' inglese come Toto' e Peppino,tanto i termini scientifici sono simili in tutte
le lingue e chiunque ormai mastica un po' di inglese?

Qualche anno fa, in corrispondenza dell'arrivo in quinta della riforma Gelmini, il MIUR emise una circolare (o nota) in cui sosteneva che le scuole, in ogni caso, avrebbero dovuto fare CLIL, titoli o meno. Ovviamente è la solita pretesa di fare le nozze con fichi nemmeno secchi, ma ammuffiti.

Per quanto riguarda la percentuale di ore, non è vero, come dice elirpe, che si deve fare il 50%, non c'è alcuna indicazione tassativa del numero di ore, solo raccomandazioni (= carta straccia, come tutte le carte prodotte sull'argomento dal MIUR).
Torna in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 20663
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: CLIL: quali sono i fatti?   Dom Nov 05, 2017 11:46 am

elirpe ha scritto:
Buonasera,
vorrei porre l'attenzione sul CLIL; è un dato di fatto che sia obbligatorio in 5^ Liceo ma è altrettanto un dato di fatto che in un buon numero di Licei non è attivata perchè nessuno ha quel titolo o intende conseguirlo.
La mia domanda è: come viene ottemperato quest'obbligo di legge nel vostro Liceo?
Io andrei ancora più alla base della questione: perchè un docente che non ha l'obbligo di interessarsi al CLIL si preoccupa di come venga gestito il CLIL in scuola che non sono la sua ?

1) sei convinto che il CLIL sia "cosa buona e giusta", mi aspetto che ti stia ammazzando di lavoro per conseguire tutti i titoli necessari per insegnare la filosofia in quinta ed in inglese.

2) come me sei convinto che il CLIL sia "una cagata pazzesca", mi aspetto che non stuzzichi il cane che dorme e dedichi la tua attenzione ad altro.

Per me non ci sarebbe spazio per altre opzioni; per te si ?
Torna in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: CLIL: quali sono i fatti?   Dom Nov 05, 2017 11:51 am

Io ho le competenze linguistiche (certificate). Non ho specifiche abilitazioni CLIL.
Non ho intenzione di svolgere il 50% delle mie lezioni in inglese, perché occorre lavorare in tutt'altro modo che in italiano e non credo (magari mi ricrederò) che sia un bene fare filosofia in inglese.
Poi magari, ripeto, dopo l'esperimento cambierò idea. E anzi, farò più CLIL.
Sono in anno di prova, ho tre classi di linguistico. Farò alcune ore cercando di migliorarmi e se avrò buoni risultati... vedremo.
Torna in alto Andare in basso
elirpe



Messaggi : 579
Data d'iscrizione : 02.08.17

MessaggioTitolo: Re: CLIL: quali sono i fatti?   Dom Nov 05, 2017 12:06 pm

avidodinformazioni ha scritto:
elirpe ha scritto:
Buonasera,
vorrei porre l'attenzione sul CLIL; è un dato di fatto che sia obbligatorio in 5^ Liceo ma è altrettanto un dato di fatto che in un buon numero di Licei non è attivata perchè nessuno ha quel titolo o intende conseguirlo.
La mia domanda è: come viene ottemperato quest'obbligo di legge nel vostro Liceo?
Io andrei ancora più alla base della questione: perchè un docente che non ha l'obbligo di interessarsi al CLIL si preoccupa di come venga gestito il CLIL in scuola che non sono la sua ?

1) sei convinto che il CLIL sia "cosa buona e giusta", mi aspetto che ti stia ammazzando di lavoro per conseguire tutti i titoli necessari per insegnare la filosofia in quinta ed in inglese.

2) come me sei convinto che il CLIL sia "una cagata pazzesca", mi aspetto che non stuzzichi il cane che dorme e dedichi la tua attenzione ad altro.

Per me non ci sarebbe spazio per altre opzioni; per te si ?

Scelgo la 2) ma come puoi ben immaginare la questione è sorta perchè nella mia scuola è stata posta dall'alto e, stante che coordino due quinte, in parte riguarda anche me.
Mi stupisce molto il caso di Lenar: da noi un docente disposto a fare informatica modalità CLIL sarebbe stato glorificato nei secoli e secoli, ma ogni scuola è un mondo a sè.

Secondo me il problema sarebbe risolto solo con l'abolizione nero su bianco dell'obbligo CLIL, rendendolo solo uno dei tanti progetti possibili che non interessano quasi a nessuno.
Torna in alto Andare in basso
Popocatepetl



Messaggi : 171
Data d'iscrizione : 04.11.17

MessaggioTitolo: Re: CLIL: quali sono i fatti?   Dom Nov 05, 2017 12:13 pm

Clil. È come le tigri albine. Ne sento parlare ma non ne ho mai viste.non so se esistano davvero.
Quasi tutti i libri di testo hanno a fine capitolo una parte in inglese. Un breve excursus sugli argomenti svolti,ma in inglese. Con un test.in inglese.
A mio parere basterebbe quello ,utile soprattutto per le materie tecniche.
Torna in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: CLIL: quali sono i fatti?   Dom Nov 05, 2017 12:24 pm

A proposito di quanto dice Lenar: colleghi che fanno CLIL da anni lamentano proprio che la certificazione sia a loro spese, la formazione pure, e non ci siano riconoscimenti economici da parte delle scuole.
Lavoro in più "tanto per". Penso abbiano ragione.
Torna in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 20663
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: CLIL: quali sono i fatti?   Dom Nov 05, 2017 12:32 pm

elirpe ha scritto:
Scelgo la 2) ma come puoi ben immaginare la questione è sorta perchè nella mia scuola è stata posta dall'alto e, stante che coordino due quinte, in parte riguarda anche me.

Mi stupisce molto il caso di Lenar: da noi un docente disposto a fare informatica modalità CLIL sarebbe stato glorificato nei secoli e secoli, ma ogni scuola è un mondo a sè.
Sono sicuro che Lenar sia stato glorificato nel modo in cui vengono glorificati tutti i docenti, ovvero con un'affettuosa pacca sulle spalle; solo che lui è persona concreta (ingegnere ?) e con le pacche sulle spalle ci si pulisce il culo.

Il coordinatore coordina non gestisce, è il DS che gestisce, è lui che deve trovare le soluzioni.

Al momento sembra che abbia trovato solo una soluzione: smollare a te due coordinamenti anzichè uno come sarebbe più normale fare.
Torna in alto Andare in basso
Lenar_



Messaggi : 70
Data d'iscrizione : 02.11.17

MessaggioTitolo: Re: CLIL: quali sono i fatti?   Dom Nov 05, 2017 6:08 pm

Di Giovanni Marisa ha scritto:
A proposito di quanto dice Lenar: colleghi che fanno CLIL da anni lamentano proprio che la certificazione sia a loro spese, la formazione pure, e non ci siano riconoscimenti economici da parte delle scuole.
Lavoro in più "tanto per". Penso abbiano ragione.

Fortunatamente sia la certificazione linguistica C1 che il corso metodologico non me le sono dovute pagare. Sono rimaste a mio carico le spese di trasporto (il metodologico si svolgeva nel capoluogo mentre io insegno ed abito in provincia, a 50Km di distanza) e lo sbattimento.

Personalmente mi sono imbarcato nel carrozzone perché mi piace l'inglese e mi stuzzicava l'idea di certificarmi. Personalmente non credo che il CLIL sia una "cagata pazzesca". Penso invece che, in certi contesti e limitatamente a certe discipline, sia una buona idea.

Però, alla fine, come sottolinea avido...

avidodinformazioni ha scritto:

elirpe ha scritto:

Mi stupisce molto il caso di Lenar: da noi un docente disposto a fare informatica modalità CLIL sarebbe stato glorificato nei secoli e secoli, ma ogni scuola è un mondo a sè.
Sono sicuro che Lenar sia stato glorificato nel modo in cui vengono glorificati tutti i docenti, ovvero con un'affettuosa pacca sulle spalle; solo che lui è persona concreta (ingegnere ?) e con le pacche sulle spalle ci si pulisce il culo.

Esattamente.
Torna in alto Andare in basso
elirpe



Messaggi : 579
Data d'iscrizione : 02.08.17

MessaggioTitolo: Re: CLIL: quali sono i fatti?   Dom Nov 05, 2017 8:19 pm

avidodinformazioni ha scritto:
elirpe ha scritto:
Scelgo la 2) ma come puoi ben immaginare la questione è sorta perchè nella mia scuola è stata posta dall'alto e, stante che coordino due quinte, in parte riguarda anche me.

Mi stupisce molto il caso di Lenar: da noi un docente disposto a fare informatica modalità CLIL sarebbe stato glorificato nei secoli e secoli, ma ogni scuola è un mondo a sè.
Sono sicuro che Lenar sia stato glorificato nel modo in cui vengono glorificati tutti i docenti, ovvero con un'affettuosa pacca sulle spalle; solo che lui è persona concreta (ingegnere ?) e con le pacche sulle spalle ci si pulisce il culo.

Il coordinatore coordina non gestisce, è il DS che gestisce, è lui che deve trovare le soluzioni.

Al momento sembra che abbia trovato solo una soluzione: smollare a te due coordinamenti anzichè uno come sarebbe più normale fare.

Lo so, ma il documento del 15 maggio lo fa il coordinatore, almeno nella parte generale.

P.s. Io non sono ingegnere ma che il CLIL fosse un fregatura lo avevo capito senza doverlo provare...
Torna in alto Andare in basso
Titti76



Messaggi : 610
Data d'iscrizione : 22.08.10

MessaggioTitolo: Re: CLIL: quali sono i fatti?   Dom Nov 05, 2017 9:55 pm

Anch'io sono "abilitata" CLIL, sia parte linguistica che metodologica, anch'io ho fatto CLIL qualche anno nelle classi di linguistico con scarsi risultati: la motivazione per la mia disciplina (Fisica) non è aumentata di una virgola, il profitto direi confrontabile con quello che avrei avuto facendo tutto in italiano, lo sbattimento da parte mia tanto, i riconoscimenti nulli e le rogne coi colleghi di lingua infinite!
Quest'anno ho solo una quinta scientifico e col cavolo che faccio Fisica CLIL!!!!!!!
Torna in alto Andare in basso
dolcenaufragare



Messaggi : 261
Data d'iscrizione : 14.03.15

MessaggioTitolo: Re: CLIL: quali sono i fatti?   Ven Nov 10, 2017 10:53 pm

Come ci si abilita per il CLIL? Grazie.
Torna in alto Andare in basso
Lenar_



Messaggi : 70
Data d'iscrizione : 02.11.17

MessaggioTitolo: Re: CLIL: quali sono i fatti?   Ven Nov 10, 2017 11:54 pm

dolcenaufragare ha scritto:
Come ci si abilita per il CLIL? Grazie.

In primis devi essere in possesso di una normale abilitazione all'insegnamento per una disciplina non linguistica per la quale sia possibile fare CLIL (in pratica tutte le discipline tranne italiano e qualche materia che si insegna solo al professionale dove il CLIL non è obbligatorio)

In seguito devi conseguire una certificazione linguistica che attesti una tua competenza in lingua inglese di livello C1 o C2.

Poi devi frequentare un corso di formazione universitario di durata annuale. Il corso si conclude con un esame in presenza. Se passi questo esame sei abilitato CLIL.

Torna in alto Andare in basso
Paolo Santaniello



Messaggi : 2520
Data d'iscrizione : 15.09.13

MessaggioTitolo: Re: CLIL: quali sono i fatti?   Sab Nov 11, 2017 2:34 pm

Ma abilitarsi per il CLIL quali vantaggi comporta per il docente?
Torna in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 20663
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: CLIL: quali sono i fatti?   Sab Nov 11, 2017 3:31 pm

Paolo Santaniello ha scritto:
Ma abilitarsi per il CLIL quali vantaggi comporta per il docente?
Ottiene molte pacche sulle spalle.

Nei casi migliori ottiene parte di quei 200 milioni di € messi sul piatto per il merito; però la quota personale è poche decine di € al mese e potrebbe ridurre gli 80€ di Renzi.
Torna in alto Andare in basso
@melia

avatar

Messaggi : 2053
Data d'iscrizione : 12.07.15
Età : 59
Località : Padova

MessaggioTitolo: Re: CLIL: quali sono i fatti?   Sab Nov 11, 2017 3:35 pm

Per i giovani che chiedono il "trasferimento a chiamata" è una delle prime voci che alcuni presidi, come il mio, mettono nelle preferenze per stilare la "graduatoria di gradimento".
Per una vecchia come me, che è posizionata bene in graduatoria e, a meno di disastri biblici, resterà nella scuola di pertinenza fino alla pensione, sarebbe più una grana che un vantaggio.
Torna in alto Andare in basso
 
CLIL: quali sono i fatti?
Torna in alto 
Pagina 1 di 2Vai alla pagina : 1, 2  Seguente
 Argomenti simili
-
» CLIL: quali sono i fatti?
» fobie : quali sono le vostre paure?
» protocollo corto: quali farmaci x migliore qualità ovociti?
» Quali sono i fattori che diminuiscono la fertilità maschile?
» * Tutte le tecniche di fecondazione assistita: vantaggi, svantaggi, per chi sono adatte e per chi no

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Vai verso: