Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 CLIL: quali sono i fatti?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Vai alla pagina : Precedente  1, 2
AutoreMessaggio
elirpe



Messaggi : 502
Data d'iscrizione : 02.08.17

MessaggioTitolo: CLIL: quali sono i fatti?   Sab Nov 04, 2017 8:02 pm

Promemoria primo messaggio :

Buonasera,
vorrei porre l'attenzione sul CLIL; è un dato di fatto che sia obbligatorio in 5^ Liceo ma è altrettanto un dato di fatto che in un buon numero di Licei non è attivata perchè nessuno ha quel titolo o intende conseguirlo.
La mia domanda è: come viene ottemperato quest'obbligo di legge nel vostro Liceo?
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
elirpe



Messaggi : 502
Data d'iscrizione : 02.08.17

MessaggioTitolo: Re: CLIL: quali sono i fatti?   Sab Nov 11, 2017 4:53 pm

Paolo Santaniello ha scritto:
Ma abilitarsi per il CLIL quali vantaggi comporta per il docente?

Nessuno, se non quelli detti da avido e amelia, non è un caso che praticamente nessuno ha fatto questo corso, da noi 4 su 100.
Tornare in alto Andare in basso
dolcenaufragare



Messaggi : 236
Data d'iscrizione : 14.03.15

MessaggioTitolo: Re: CLIL: quali sono i fatti?   Sab Nov 11, 2017 8:08 pm

Quindi, pure, soddisfacendo tutte le condizioni per essere abilitati sul CLIL, ci si può rifiutare di insegnare in lingua straniera?
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 20594
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: CLIL: quali sono i fatti?   Sab Nov 11, 2017 8:41 pm

dolcenaufragare ha scritto:
Quindi, pure, soddisfacendo tutte le condizioni per essere abilitati sul CLIL, ci si può rifiutare di insegnare in lingua straniera?
Per cominciare la certificazione linguistica: chi ti obbliga a dichiararla ? Ce l'hai, te la tieni nel cassetto, fine.

Il fatto poi che tu qualche anno fa abbia conseguito una certificazione non significa che tu abbia esercitato l'uso della lingua, quindi come si può esser certi che tu OGGI abbia adeguate capacità ?

Se sei tu la prima a "non sentirtela" di insegnare in lingua, come potrebbe sentirsela il DS ad affidarti l'incarico ?

Se infine dopo un'eventuale lezione in lingua interroghi i tuoi alunni e li trovi tutti inadeguati e li riempi di 4, quando si dovessero andare a lamentare quale DS gli anni successivi insisterebbe nell'incaricarti ?
Tornare in alto Andare in basso
dolcenaufragare



Messaggi : 236
Data d'iscrizione : 14.03.15

MessaggioTitolo: Re: CLIL: quali sono i fatti?   Dom Nov 12, 2017 12:03 pm

La certificazione linguistica è stata conseguita, inserita per la valutazione...ma onestamente si arruginiti con la lingua non praticandola. Ecco il senso della mia domanda: certificazione valutata per l'aggiornamento delle graduatorie, ma capacità di parlarla oramai ridotta.

Ho pensato che il preside vedendo la certificazione presentata per l'aggiornamento delle graduatorie potesse assegnare eventuale incarico proprio sulla base di quell'attestato.

Grazie dei chiarimenti.
Tornare in alto Andare in basso
Titti76



Messaggi : 510
Data d'iscrizione : 22.08.10

MessaggioTitolo: Re: CLIL: quali sono i fatti?   Lun Nov 13, 2017 3:20 pm

dolcenaufragare ha scritto:
Quindi, pure, soddisfacendo tutte le condizioni per essere abilitati sul CLIL, ci si può rifiutare di insegnare in lingua straniera?

Io ho fatto CLIL (e ho tutte le carte in regola) per qualche anno, ora non lo sto facendo perché non ho visto alcun frutto con questa cosa (oltre al mio sbattimento personale). Nessuno mi ha fatto "pressioni" o richieste di sorta. Ovvio, il DS sarebbe contento se lo facessi, ma nn dice nulla.
Tornare in alto Andare in basso
Joen



Messaggi : 106
Data d'iscrizione : 01.10.17

MessaggioTitolo: Re: CLIL: quali sono i fatti?   Mer Nov 15, 2017 11:13 pm

Ma è solo in inglese? Io sono bilingue francese italiano e Ho c2 in francese certificato
Tornare in alto Andare in basso
antalia



Messaggi : 84
Data d'iscrizione : 26.09.16

MessaggioTitolo: Re: CLIL: quali sono i fatti?   Gio Nov 16, 2017 9:19 am


Nella mia quinta nessun docente è in possesso di certificazioni, quindi si è optato per un modulo interdisciplinare dove saranno coinvolte le discipline dei colleghi che hanno qualche competenza coadiuvati e supportati da me che insegno inglese. Inutile dire che le resistenze ( e giustificate) sono tante....personalmente trovo l'idea di partenza ambiziosa, ma nei fatti i docenti non hanno le competenze linguistiche ( spesso nemmeno quelli di lingue usano la lingua straniera in aula, ma quello è altro discorso!) per poter pianificare un modulo in lingua o una lezione in lingua...e anche chi ha conseguito le certificazioni spesso lo ha fatto in modo discutibile non sempre seguendo corsi mirati!
CLIL non è certo proporre articoli in lingua, ma prevede comunque lezione frontale e attività svolte in lingua e ciò richiede una certa scioltezza che non si impara dall'oggi al domani...
Tornare in alto Andare in basso
gugu

avatar

Messaggi : 31324
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioTitolo: Re: CLIL: quali sono i fatti?   Gio Nov 16, 2017 7:28 pm

antalia ha scritto:

Nella mia quinta nessun docente è in possesso di certificazioni, quindi si è optato per un modulo interdisciplinare dove saranno coinvolte le discipline dei colleghi che hanno qualche competenza coadiuvati e supportati da me che insegno inglese. Inutile dire che le resistenze ( e giustificate) sono tante....personalmente trovo l'idea di partenza ambiziosa, ma nei fatti i docenti non hanno le competenze linguistiche ( spesso nemmeno quelli di lingue usano la lingua straniera in aula, ma quello è altro discorso!) per poter pianificare un modulo in lingua o una lezione in lingua...e anche chi ha conseguito le certificazioni spesso lo ha fatto in modo discutibile non sempre seguendo corsi mirati!
CLIL non è certo proporre articoli in lingua, ma prevede comunque lezione frontale e attività svolte in lingua e ciò richiede una certa scioltezza che non si impara dall'oggi al domani...


E come hai intenzione di procedere?
Io devo fare lo stesso con le mie due quinte; i colleghi curricolari mi hanno indicato l'argomento di storia. Ho intenzione di cercare alcuni documenti autentici che si possano incastrare con la spiegazione, rimanendo in classe con il docente (cercherò di sfruttare quelle poche ore di potenziamento esistenti).
Purtroppo i curricolari non hanno nessuna conoscenza di inglese, quindi sarà una lezione nella lezione con poche possibilità di vero raccordo.
Tornare in alto Andare in basso
@melia

avatar

Messaggi : 1799
Data d'iscrizione : 12.07.15
Età : 58
Località : Padova

MessaggioTitolo: Re: CLIL: quali sono i fatti?   Gio Nov 16, 2017 7:49 pm

Joen ha scritto:
Ma è solo in inglese? Io sono bilingue francese italiano e Ho c2 in francese certificato
Potrebbe essere in qualunque lingua comunitaria, così dice la legge, certo deve essere una lingua che i ragazzi studiano a scuola. Il fatto è che la maggior parte degli studenti (o tutti) che fanno una sola lingua straniera, studiano inglese.
Tornare in alto Andare in basso
balanzoneXXI



Messaggi : 1599
Data d'iscrizione : 21.09.13

MessaggioTitolo: Re: CLIL: quali sono i fatti?   Gio Nov 16, 2017 10:11 pm

Lenar_ ha scritto:
dolcenaufragare ha scritto:
Come ci si abilita per il CLIL? Grazie.

In primis devi essere in possesso di una normale abilitazione all'insegnamento per una disciplina non linguistica per la quale sia possibile fare CLIL (in pratica tutte le discipline tranne italiano e qualche materia che si insegna solo al professionale dove il CLIL non è obbligatorio)

In seguito devi conseguire una certificazione linguistica che attesti una tua competenza in lingua inglese di livello C1 o C2.

Poi devi frequentare un corso di formazione universitario di durata annuale. Il corso si conclude con un esame in presenza. Se passi questo esame sei abilitato CLIL.



Urka!

Ma perché un prof, in media cinquantenne, dovrebbe sciropparsi tutta 'sta roba?

Pro bono patriae , immagino, poiché la salvezza della scuola italiana, e quindi della patria, passa per il clil, la classe capovolta, e altre inebrianti innovazioni didattica.

Purtroppo c' e' carenza di docenti patriottici.
Tornare in alto Andare in basso
Lenar_



Messaggi : 29
Data d'iscrizione : 02.11.17

MessaggioTitolo: Re: CLIL: quali sono i fatti?   Gio Nov 16, 2017 11:20 pm

balanzoneXXI ha scritto:
Lenar_ ha scritto:
dolcenaufragare ha scritto:
Come ci si abilita per il CLIL? Grazie.

In primis devi essere in possesso di una normale abilitazione all'insegnamento per una disciplina non linguistica per la quale sia possibile fare CLIL (in pratica tutte le discipline tranne italiano e qualche materia che si insegna solo al professionale dove il CLIL non è obbligatorio)

In seguito devi conseguire una certificazione linguistica che attesti una tua competenza in lingua inglese di livello C1 o C2.

Poi devi frequentare un corso di formazione universitario di durata annuale. Il corso si conclude con un esame in presenza. Se passi questo esame sei abilitato CLIL.



Urka!

Ma perché un prof, in media cinquantenne, dovrebbe sciropparsi tutta   'sta roba?


Ottima domanda. Nella quale, per altro c'è anche la risposta a chi si chiede le ragioni del fallimento del CLIL all'italiana.
Tornare in alto Andare in basso
Lenar_



Messaggi : 29
Data d'iscrizione : 02.11.17

MessaggioTitolo: Re: CLIL: quali sono i fatti?   Gio Nov 16, 2017 11:38 pm

gugu ha scritto:
antalia ha scritto:

Nella mia quinta nessun docente è in possesso di certificazioni, quindi si è optato per un modulo interdisciplinare dove saranno coinvolte le discipline dei colleghi che hanno qualche competenza coadiuvati e supportati da me che insegno inglese.

E come hai intenzione di procedere?
Io devo fare lo stesso con le mie due quinte; i colleghi curricolari mi hanno indicato l'argomento di storia. Ho intenzione di cercare alcuni documenti autentici che si possano incastrare con la spiegazione, rimanendo in classe con il docente (cercherò di sfruttare quelle poche ore di potenziamento esistenti).
Purtroppo i curricolari non hanno nessuna conoscenza di inglese, quindi sarà una lezione nella lezione con poche possibilità di vero raccordo.

Vuoi sapere come si risolve la situazione CLIL? Pagando i docenti CLIL.

Ti porto il mio caso personale: da docente CLIL abilitato con tanto di certificazione bollata Cambridge-ESOL e attestato metodologico ministeriale, mi limito a fare 10 ore di CLIL nelle quinte liceo pagate su fondo d'istituto.

Dammi 4 ore di potenziamento aggiuntive oltre all'orario di cattedra e ti faccio il CLIL per tutto l'anno scolastico.

Preferisci usare il potenziamento per tutelare i perdenti posto di diritto o di storia dell'arte? Preferisci dare via ore di potenziamento ai precari? Molto bene: il CLIL se lo facciano loro.

In dialetto veneto magari...
Tornare in alto Andare in basso
@melia

avatar

Messaggi : 1799
Data d'iscrizione : 12.07.15
Età : 58
Località : Padova

MessaggioTitolo: Re: CLIL: quali sono i fatti?   Ven Nov 17, 2017 7:16 pm

Quest'anno è arrivata una collega di matematica e Fisica con abilitazione CLIL, la sua cattedra è di 14 ore + 4 di potenziamento (il DS ha distribuito le 18 ore che abbiamo di potenziamento tra i tre docenti di trasferiti quest'anno). In dipartimento concordiamo che nei mesi di ottobre e novembre userà 2 ore a settimana per fare CLIL di fisica nella mia terza linguistico. Presentiamo il piano delle attività al DS, il quale lo boccia, io ero convinta che non volesse la presenza di due insegnanti in classe contemporaneamente a fare una cosa che avrebbe potuto fare uno da solo. No, ha bocciato il piano perché la responsabile della classe e quindi del CLIL in classe sono io, la collega può presenziare alle lezioni di fisica come aiuto, ma il piano del clil devo presentarlo io. Morale della favola? Ho firmato il piano del clil ed eravamo in classe assieme, io che, seduta a tavolino, controllavo la classe e lei che faceva lezione.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.1



Messaggi : 227
Data d'iscrizione : 31.10.17

MessaggioTitolo: Re: CLIL: quali sono i fatti?   Ven Nov 17, 2017 10:13 pm

Che cosa significa "firmare il piano del clil"?
Mai visto niente del genere.

Chi ha le qualifiche per fare il clil lo fa, inserendolo direttamente nel PROPRIO piano di lavoro personale, oppure in qualche caso ci si mette d'accordo con altri colleghi per fare lezioni in compresenza, o a più classi aperte, ma comunque sempre inserendolo nel proprio piano di lavoro personale. 

Anzi, posso anche vantare personalmente un caso in cui io ero disposta a fare dei moduli in inglese, ma mi è stato chiesto esplicitamente di NON farlo, o eventualmente di farlo in maniera ufficiosa ma di NON scriverlo nella relazione finale, "altrimenti c'era il rischio che agli esami glielo chiedessero davvero".
Tornare in alto Andare in basso
Online
daza



Messaggi : 38
Data d'iscrizione : 21.05.11

MessaggioTitolo: Re: CLIL: quali sono i fatti?   Sab Dic 16, 2017 6:47 pm

Qualcuno può dirmi se una docente di inglese che occupa un posto di potenziamento può " fare" il Clil?
Sono docente di italiano, storia e geo. nella scuola media e la mia collega di inglese/ potenziamento tiene corsi Clil di geografia, ovvero nelle mie ore di geografia in compresenza spiega alcuni Stati in Inglese. Il Clil svolto in questo modo è "regolare"?
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 20594
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: CLIL: quali sono i fatti?   Sab Dic 16, 2017 7:08 pm

daza ha scritto:
Qualcuno può dirmi se una docente di inglese che occupa un posto di potenziamento può " fare" il Clil?
Sono docente di italiano, storia e geo. nella scuola media e la mia collega di inglese/ potenziamento  tiene corsi Clil di geografia, ovvero nelle mie ore  di geografia in compresenza spiega alcuni Stati in Inglese. Il Clil svolto in questo modo è "regolare"?
Certo che no ! I docenti di potenziamento sono di serie B, poco più che dei bidelli !

Regolare rispetto a quale norma ? Alle medie il CLIL non è richiesto quindi lo fate come volete e se volete; è come se ci chiedessi se è a norma mangiare un gelato al cioccolato invece che uno al limone.
Tornare in alto Andare in basso
@melia

avatar

Messaggi : 1799
Data d'iscrizione : 12.07.15
Età : 58
Località : Padova

MessaggioTitolo: Re: CLIL: quali sono i fatti?   Dom Dic 17, 2017 6:47 pm

paniscus_2.1 ha scritto:
Che cosa significa "firmare il piano del clil"?
Mai visto niente del genere.


Non fare la polemica, che hai capito benissimo cosa significa: per fare clil ho bisogno di una compresenza, in particolare quella della collega di potenziamento abilitata clil. La collega deve presentare un piano di attività/progetti che occupino settimanalmente le sue ore di potenziamento. Presenta il piano o il cronoprogramma o un pezzo di carta firmato, chiamalo come vuoi, il cui scrive che in quel mese e mezzo occuperà 2 ore a settimana per le attività di clil nella mia classe, quindi verrà nella mia classe e non sarà disponibile per una delle ore di supplenze e per la compresenza in un'altra classe. Il preside si arrabbia e le dice che non sta facendo clil, ma compresenza con me che "faccio clil", io? E che la richiesta di averla in classe con la compresenza devo farla io.

Che programmazione deve presentare da te un docente di potenziamento? Nella mia scuola i docenti che hanno ore di potenziamento, per quelle ore presentano due tipi di programmazione: una spicciola in cui indicano in quali ore sono impegnati con progetti e in quali disponibili per supplenza, una particolareggiata per ogni progetto di cui sono responsabili. Il DS non le aveva approvato neanche quella spicciola perché riportava la voce "attività di clil". Ho inserito il clil nella mia programmazione didattica e ho fatto richiesta di compresenza della docente nella mia classe per le ore che abbiamo stabilito tra di noi, ho presentato al preside il "piano del clil", che per esteso puoi leggere come "piano degli impegni del docente di potenziamento in una classe per attuare attività di clil in compresenza", ti va meglio così?.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.1



Messaggi : 227
Data d'iscrizione : 31.10.17

MessaggioTitolo: Re: CLIL: quali sono i fatti?   Dom Dic 17, 2017 7:34 pm

@melia ha scritto:
paniscus_2.1 ha scritto:
Che cosa significa "firmare il piano del clil"?
Mai visto niente del genere.

Non fare la polemica, che hai capito benissimo  cosa significa:

Non ho fatto la polemica, e non avevo minimamente capito cosa intendessi.
Che tu ci creda o no, non avevo mai visto niente del genere, davvero.

Perché pensi che lo faccia apposta per polemizzare, non lo capisco proprio.
Tornare in alto Andare in basso
Online
mac67



Messaggi : 5769
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioTitolo: Re: CLIL: quali sono i fatti?   Lun Dic 18, 2017 6:22 pm

@melia ha scritto:
paniscus_2.1 ha scritto:
Che cosa significa "firmare il piano del clil"?
Mai visto niente del genere.


Non fare la polemica, che hai capito benissimo  cosa significa: per fare clil ho bisogno di una compresenza, in particolare quella della collega di potenziamento abilitata clil. La collega deve presentare un piano di attività/progetti che occupino settimanalmente le sue ore di potenziamento. Presenta il piano  o il cronoprogramma o un pezzo di carta firmato, chiamalo come vuoi, il cui scrive che in quel mese e mezzo  occuperà 2 ore a settimana per le attività di clil nella mia classe, quindi verrà nella mia classe e non sarà disponibile per una delle ore di supplenze e per la compresenza in un'altra classe. Il preside si arrabbia e le dice che non sta facendo clil, ma compresenza con me che "faccio clil", io? E che la richiesta di averla in classe con la compresenza devo farla io.

Che programmazione deve presentare da te un docente di potenziamento? Nella mia scuola i docenti che hanno ore di potenziamento, per quelle ore presentano due tipi di programmazione: una spicciola in cui indicano in quali ore sono impegnati con progetti e in quali disponibili per supplenza, una particolareggiata per ogni progetto di cui sono responsabili. Il DS non le aveva approvato neanche quella spicciola perché riportava la voce "attività di clil". Ho inserito il clil nella mia programmazione didattica e ho fatto richiesta di compresenza della docente nella mia classe per le ore che abbiamo stabilito tra di noi, ho presentato al preside il "piano del clil", che per esteso puoi leggere come "piano degli impegni del docente di potenziamento in una classe per attuare attività di clil in compresenza", ti va meglio così?.

Direi che più che "piano del clil" è il piano dell'attività di potenziamento della collega di potenziamento. L'attività CLIL, di per sè, non richiede nessun piano specifico, a meno che un collegio docenti deliberi in tal senso.
Tornare in alto Andare in basso
donadoni



Messaggi : 1056
Data d'iscrizione : 21.04.16
Località : toscana

MessaggioTitolo: Re: CLIL: quali sono i fatti?   Lun Dic 18, 2017 6:34 pm

aaaahaaa non capiscono una cippa di fisica in Italiano...figurarsi se glie la fai in Inglese! stessa cosa per la filosofia, Hegel è già così un marziano figurarsi se glie lo presenti in inglese, poi se l'insegnante di filo o di fisica parla l'inglese come totò....sai che bei risultati! anche per il concorso prossimo venturo chiedono agli aspiranti insegnanti il livello b2...aaaahaaa e quelli che faranno gli esaminatori sono in grado di fare domande sulla materia con lingua b2?! Come al solito: La repubblica delle banane!
Tornare in alto Andare in basso
@melia

avatar

Messaggi : 1799
Data d'iscrizione : 12.07.15
Età : 58
Località : Padova

MessaggioTitolo: Re: CLIL: quali sono i fatti?   Mar Dic 19, 2017 6:22 pm

paniscus_2.1 ha scritto:

Non ho fatto la polemica, e non avevo minimamente capito cosa intendessi.
Che tu ci creda o no, non avevo mai visto niente del genere, davvero.
Scusami, ho letto tra le righe qualcosa che, ovviamente, non c'era.

mac67 ha scritto:

Direi che più che "piano del clil" è il piano dell'attività di potenziamento della collega di potenziamento. L'attività CLIL, di per sè, non richiede nessun piano specifico, a meno che un collegio docenti deliberi in tal senso.
Chiamala come vuoi, fatto sta che il DS ha voluto che questa parte del piano di potenziamento la compilassi io, che richiedo le ore di compresenza della collega e non lei.
Tornare in alto Andare in basso
 
CLIL: quali sono i fatti?
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 2Vai alla pagina : Precedente  1, 2
 Argomenti simili
-
» Quali sono i vostri film preferiti
» fobie : quali sono le vostre paure?
» protocollo corto: quali farmaci x migliore qualità ovociti?
» Quali sono i fattori che diminuiscono la fertilità maschile?
» * Tutte le tecniche di fecondazione assistita: vantaggi, svantaggi, per chi sono adatte e per chi no

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: