Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividi | 
 

 Partecipazione docenti di ruolo ai concorsi

Andare in basso 
Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Seguente
AutoreMessaggio
arrubiu
Moderatore
Moderatore
avatar

Messaggi : 15162
Data d'iscrizione : 24.10.14
Località : Casteddu70

MessaggioTitolo: Partecipazione docenti di ruolo ai concorsi   Mer Dic 06, 2017 1:36 pm

Promemoria primo messaggio :

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
Torna in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
patty20



Messaggi : 3203
Data d'iscrizione : 26.01.12

MessaggioTitolo: Re: Partecipazione docenti di ruolo ai concorsi   Lun Dic 11, 2017 11:02 pm

Certo che ho il diritto di dire e fare ciò che voglio. Si chiama democrazia
Torna in alto Andare in basso
Vale82r



Messaggi : 71
Data d'iscrizione : 07.12.11

MessaggioTitolo: Re: Partecipazione docenti di ruolo ai concorsi   Lun Dic 11, 2017 11:14 pm

La democrazia è un altra cosa semmai si chiama libertà ma siccome non mi interessa attaccare te personalmente, ne nessun altro è meglio lasciar perdere. Io resterò fedele al mio pensiero e tu al tuo. Si discuteva il principio non la persona!
Torna in alto Andare in basso
patty20



Messaggi : 3203
Data d'iscrizione : 26.01.12

MessaggioTitolo: Re: Partecipazione docenti di ruolo ai concorsi   Lun Dic 11, 2017 11:30 pm

Leggiti le caratteristiche di uno stato democratico e poi ne riparliamo....buonanotte
Torna in alto Andare in basso
Vale82r



Messaggi : 71
Data d'iscrizione : 07.12.11

MessaggioTitolo: Re: Partecipazione docenti di ruolo ai concorsi   Lun Dic 11, 2017 11:33 pm

Grazie a Dio non ne ho bisogno....democrazia significa che il potere è nelle mani del popolo. In un paese democratico vige o di reggere vivere la libertà di pensiero e parola. Comunque non quella di fare ciò che ti va se no si chiama anarchia.
Torna in alto Andare in basso
patty20



Messaggi : 3203
Data d'iscrizione : 26.01.12

MessaggioTitolo: Re: Partecipazione docenti di ruolo ai concorsi   Lun Dic 11, 2017 11:43 pm

Permettimi la lezione di grammatica ma un'altra si scrive con l'apostrofo. Buonanotte.....  dimenticavo.....stai serena
Torna in alto Andare in basso
mara88



Messaggi : 3969
Data d'iscrizione : 24.03.13

MessaggioTitolo: Re: Partecipazione docenti di ruolo ai concorsi   Mar Dic 12, 2017 12:50 am

State sereni tutti, sono certa che il MIUR rifletterà e molto prima di avviare il concorso non selettivo per abilitati, visto che il numero dei potenziali vincitori sarà indeterminabile e non avrà più nulla dei 60000/70000 previsti, con graduatorie pressoché infinite molto peggio delle GAE e praticamente ingestibili.
Verrà istituita una nuova graduatoria provinciale o regionale simil GAE aperta agli abilitati precari e forse ai docenti con tre anni di servizio; i docenti di ruolo ovviamente non potranno accedere. I concorsi si faranno, ma solo quelli ordinari, con numero di posti ben prefissato, prove scritte e orali selettive e tutto.
Torna in alto Andare in basso
Vale82r



Messaggi : 71
Data d'iscrizione : 07.12.11

MessaggioTitolo: Re: Partecipazione docenti di ruolo ai concorsi   Mar Dic 12, 2017 6:14 am

Ahahah mi fai morire davvero...non avendo una motivazione UNA che tenesse il discorso ti attacchi a un’altra?!?! Davvero!?!?! Ah si scusa ho sbagliato...anche se potrei dirti che è il t9. Ma sinceramente non mene può fregare di meno!
Te lo ripeto anche se non credo valga a molto...si discuteva il principio, non la persona!
Eh per la cronaca io sono serenissima, sia con me stessa che con la mia coscienza. Quella non serena mi pari tu!buona giornata a tt
Torna in alto Andare in basso
dubitoergosum



Messaggi : 1808
Data d'iscrizione : 04.09.10

MessaggioTitolo: Re: Partecipazione docenti di ruolo ai concorsi   Mar Dic 12, 2017 7:29 am

Nera ha scritto:
In linea di principio sono d'accordo con Vale82r. Non si può concorrere per un posto che si occupa già. Nelle altre P.A. funziona così. E poi bisogna chiamare le cose con il proprio nome. Se è un trasferimento che il docente vuole... lo dobbiamo chiamare trasferimento e non concorso.... senza nascondersi dietro a un dito e dire che lo si fa per dare  i docenti migliori agli studenti del Sud. Però a Vale82r vorrei ricordare che nelle altre amministrazioni la mobilità si fa sul 100% dei posti disponibili. E solo se dopo la mobilità ci sono ancora posti vacanti, si procede a nuove assunzioni. Se sei meridionale, neanche questo ti piacerebbe. Il mondo della scuola è un mondo a sé, con regole che cambiano in continuazione e molti insegnanti, per un motivo o per un altro, pensano di aver subito un'ingiustizia. Ecco perché i docenti spesso si sentono autorizzati a fare delle richieste che ci sembrano assurde.
Vero.
Ma: nelle altre PA ma mobilità è sul 100% dei posti, non su un'aliquota. e se sei c1 amministrativo e vuoi andare in altro ente come c1 vigile, posto che tu abbia i requisiti richiesti (es patente A) lo puoi fare.
Se fai gare d'appalto al comune di Milano e vuoi spostarti in biblioteca al comune di Napoli, o occuparti del patrimonio alla Regione Veneto LO PUOI FARE. E potrei contunuare all'infinito.
Nella scuola NO: non puoi cambiare ente, non puoi cambiare classe di concorso (a meno di non esserti abilitato in altra cdc entro il 2014), non puoi nemmeno partecipare a una mobilità COMPARTIMENTALE passando nei vari uffici amministrativi delle università. Allora di cosa stiamo parlando?
Se il MIUR fa delle leggi ad minchiam (per ANNI hanno fatto di tutto per impedire l'inserimento nelle GAE dei nuovi abilitati), poi mette una pezza mooooooooolto peggiore del danno, beh, non possiamo fare granché se non prendere atto della situazione. Capisco che rode: quando uno pensa che sia arrivato il momento buono, la platea si allarga a dismisura e tutto traballa, ma questo è l'effetto di un'altra "ingenuità" valutativa del MIUR.
Tutti paghiamo, prima o poi, per gli errori del nostro esimio datore di lavoro: i corsi abilitanti sono stati bloccati per anni perché le SSIS erano andate numericamente fuori controllo; l'esimio sbaglia sempre e comunque, non è nemmeno in grado di fare un contratto decente per le assegnazioni provvisorie o per la mobilità, e nemmeno un bando di concorso decente.
Ma litigarci (fino a buttarla sul personale) sulla domanda se sia giusto o meno che i docenti di ruolo partecipino alle selezioni riservate agli abilitati è fuori luogo. Se sarà permesso farlo, seguendo il verbo della Consulta e non del MIUR (che notoriamente le indovina sempre tutte) perché no.

Torna in alto Andare in basso
Nera



Messaggi : 179
Data d'iscrizione : 23.08.17

MessaggioTitolo: Re: Partecipazione docenti di ruolo ai concorsi   Mar Dic 12, 2017 8:03 am

Si dubito. È esattamente quello che penso io. Come dici tu, il nostro esimio datore di lavoro sbaglia e noi siamo qui ad accapigliarci. Certo che esistono l'onestà intellettuale, la coerenza e i principi.... ma devono essere reciproci... altrimenti è solo una fregatura. È ovvio che se mi permetteranno di fare il concorso per la mia regione lo faro'.....anche se in realtà è un trasferimento che voglio. E i principi, per quanto mi riguarda, possono andare a farsi benedire.
Torna in alto Andare in basso
Veronica.P



Messaggi : 340
Data d'iscrizione : 23.08.16

MessaggioTitolo: Re: Partecipazione docenti di ruolo ai concorsi   Mar Dic 12, 2017 10:24 am

dubitoergosum ha scritto:
Nera ha scritto:
In linea di principio sono d'accordo con Vale82r. Non si può concorrere per un posto che si occupa già. Nelle altre P.A. funziona così. E poi bisogna chiamare le cose con il proprio nome. Se è un trasferimento che il docente vuole... lo dobbiamo chiamare trasferimento e non concorso.... senza nascondersi dietro a un dito e dire che lo si fa per dare  i docenti migliori agli studenti del Sud. Però a Vale82r vorrei ricordare che nelle altre amministrazioni la mobilità si fa sul 100% dei posti disponibili. E solo se dopo la mobilità ci sono ancora posti vacanti, si procede a nuove assunzioni. Se sei meridionale, neanche questo ti piacerebbe. Il mondo della scuola è un mondo a sé, con regole che cambiano in continuazione e molti insegnanti, per un motivo o per un altro, pensano di aver subito un'ingiustizia. Ecco perché i docenti spesso si sentono autorizzati a fare delle richieste che ci sembrano assurde.
Vero.
Ma: nelle altre PA ma mobilità è sul 100% dei posti, non su un'aliquota. e se sei c1 amministrativo e vuoi andare in altro ente come c1 vigile, posto che tu abbia i requisiti richiesti (es patente A) lo puoi fare.
Se fai gare d'appalto al comune di Milano e vuoi spostarti in biblioteca al comune di Napoli, o occuparti del patrimonio alla Regione Veneto LO PUOI FARE. E potrei  contunuare all'infinito.
Nella scuola NO: non puoi cambiare ente, non puoi cambiare classe di concorso (a meno di non esserti abilitato in altra cdc entro il 2014), non puoi nemmeno partecipare a una mobilità COMPARTIMENTALE passando nei vari uffici amministrativi delle università. Allora di cosa stiamo parlando?
Se il MIUR fa delle leggi ad minchiam (per ANNI hanno fatto di tutto per impedire l'inserimento nelle GAE dei nuovi abilitati), poi mette una pezza mooooooooolto peggiore del danno, beh, non possiamo fare granché se non prendere atto della situazione. Capisco che rode: quando uno pensa che sia arrivato il  momento buono, la platea si allarga a dismisura e tutto traballa, ma questo è l'effetto di un'altra "ingenuità" valutativa del MIUR.
Tutti paghiamo, prima o poi, per gli errori del nostro esimio datore di lavoro: i corsi abilitanti sono stati bloccati per anni perché le SSIS erano andate numericamente fuori controllo; l'esimio sbaglia sempre e comunque, non è nemmeno in grado di fare un contratto decente per le assegnazioni provvisorie o per la mobilità, e nemmeno un bando di concorso decente.
Ma litigarci (fino a buttarla sul personale) sulla domanda se sia giusto o meno che i docenti di ruolo partecipino alle selezioni riservate agli abilitati è fuori luogo. Se sarà permesso farlo, seguendo il verbo della Consulta e non del MIUR (che notoriamente le indovina sempre tutte) perché no.


Falso

Prendo in prestito il nick di mia moglie per dirvi che siete ben poco informati sulle altre Amministrazioni dello Stato.
(e premetto, a scanso di equivoci, che mia moglie non parteciperà al concorso, essendo entrata in ruolo nella provincia di residenza e nella classe di suo gradimento fra le 2 a cui è abilitata)

Lavoro nell'Amministrazione che, dopo la scuola, negli ultimi 20 anni ha assunto più laureati.
La mobilità non si fa assolutamente sul 100% dei posti disponibili. Anzi la mobilità è considerata un fatto eccezionale e si verifica con bandi di mobilità per pochissimi posti che hanno cadenze di molti anni l'uno dall'altro. Quanto a quelle verso le altre amministrazioni, è assolutamente utopistico sperare che un'amministrazione che non sia in fase di chiusura dia il nulla-osta per la mobilità in altri enti (tranne per pochi "fortunati"). Tant'è che diversi funzionari, avendone avuto la possibilità, con la buona scuola, hanno optato per il minor stipendio da docente in cambio della mobilità molto più facile.
Per consolidata giurisprudenza della Corte Costituzionale escludere i dipendenti di un'Amministrazione da un concorso bandito della stessa è incostituzionale (purché naturalmente posseggano i requisiti disposti dal bando). La Corte con la recente sentenza ha semplicemente posto rimedio ad un'anacronismo che esisteva solo nel mondo della scuola.
Nella mia Amministrazione in vent'anni i bandi di concorso sono stati quasi tutti per le regioni del centro-nord, ma alcuni sono stati fatti anche per le regioni meridionali. L'ultimo di questi ha visto la quasi totalità dei posti vinti dai già funzionari, vincitori dei concorsi precedenti per le regioni del centro-nord. La regionalizzazione dei concorsi e la quasi immobilità interregionale nelle pubbliche amministrazioni fa si che praticamente sempre i concorsi al sud sono in realtà una sorta di mobilità bis, almeno per chi non ha spinte o mobilità agevolate da far valere.
Cosa succederà nella scuola? Semplice. Nelle regioni dal Lazio in giù il concorso per abilitati sarà in buona parte vinto da già docenti non solo in altre classi di concorso, ma soprattutto da docenti nella stessa classe ma in servizio nelle regioni dal Lazio in su (il Lazio è quasi sempre la regione spartiacque, con mobilità sia in entrata da nord che in uscita verso sud). Ma sarà praticamente la stessa cosa che avviene in altre amministrazioni.
Torna in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: Partecipazione docenti di ruolo ai concorsi   Mar Dic 12, 2017 1:03 pm

Veronica.P ha scritto:
Cosa succederà nella scuola? Semplice. Nelle regioni dal Lazio in giù il concorso per abilitati sarà in buona parte vinto da già docenti non solo in altre classi di concorso, ma soprattutto da docenti nella stessa classe ma in servizio nelle regioni dal Lazio in su (il Lazio è quasi sempre la regione spartiacque, con mobilità sia in entrata da nord che in uscita verso sud). Ma sarà praticamente la stessa cosa che avviene in altre amministrazioni.

...vinto?
Tutti hanno diritto di partecipare ai concorsi, e se questo diventa una "mobilità 2", va bene.
Ma questa è una sanatoria, pensata per 60mila abilitati con TFA/PAS che dicevano: "che ti costa? ci hai già selezionato, siamo una manciata di abilitati, facci entrare e finiamola lì".
Ora il miur si trova nella sgradevole situazione di dover decidere se (1) rimangiarsi la parola data e scontentarne 60mila oppure (2) procedere con la sanatoria e ricreare al sud delle graduatorie presumibilmente lunghe di "aventi diritto" per omnia sæcula sæculorum.
Oppure, come dice gugu, fare melina e lasciare che se la sbrighi il nuovo governo di cdx
Torna in alto Andare in basso
Veronica.P



Messaggi : 340
Data d'iscrizione : 23.08.16

MessaggioTitolo: Re: Partecipazione docenti di ruolo ai concorsi   Mar Dic 12, 2017 3:53 pm

geo&geo ha scritto:
Veronica.P ha scritto:
Cosa succederà nella scuola? Semplice. Nelle regioni dal Lazio in giù il concorso per abilitati sarà in buona parte vinto da già docenti non solo in altre classi di concorso, ma soprattutto da docenti nella stessa classe ma in servizio nelle regioni dal Lazio in su (il Lazio è quasi sempre la regione spartiacque, con mobilità sia in entrata da nord che in uscita verso sud). Ma sarà praticamente la stessa cosa che avviene in altre amministrazioni.

...vinto?
Tutti hanno diritto di partecipare ai concorsi, e se questo diventa una "mobilità 2", va bene.
Ma questa è una sanatoria, pensata per 60mila abilitati con TFA/PAS che dicevano: "che ti costa? ci hai già selezionato, siamo una manciata di abilitati, facci entrare e finiamola lì".
Ora il miur si trova nella sgradevole situazione di dover decidere se (1) rimangiarsi la parola data e scontentarne 60mila oppure (2) procedere con la sanatoria e ricreare al sud delle graduatorie presumibilmente lunghe di "aventi diritto" per omnia sæcula sæculorum.
Oppure, come dice gugu, fare melina e lasciare che se la sbrighi il nuovo governo di cdx

La scelta 1 a questo punto non esiste (oltre a scontentare 60.000 precari scontenteresti decine di migliaia di docenti di ruolo che vogliono cambiare regione o classe di concorso, prezzo troppo grosso in prossimità delle elezioni), c'è solo la 2. L'unico dubbio è se qualcuno si inventa avventurosi modi di aggirare la sentenza, ma a questo punto espone tutta la procedura al rischio di impugnazione (e stavolta sarebbe direttamente del bando, quindi con valenza erga omnes), con il rischio però di creare una situazione di stallo ed immobilità (vedi esempio tentato aggiramento di una sentenza della Corte Costituzionale che sta provocando in certe amministrazioni una semi-paralisi progressiva da 3 anni), oppure si cerca di uniformarsi al massimo alla sentenza e si va avanti, almeno per risolvere parzialmente la situazione. Insomma si rassegnano a dare una sorta di mobilità bis per il sud e nel contempo chi vorrà veramente essere assunto in tempi brevi si proporrà per le regioni del centro-nord, altrimenti aspetterà anche 10 anni. D'altra parte non vedo altre soluzioni economicamente praticabili, dato sia i vincoli economici che il progressivo spopolamento demografico del nostro paese, in special modo nel sud.
Torna in alto Andare in basso
dubitoergosum



Messaggi : 1808
Data d'iscrizione : 04.09.10

MessaggioTitolo: Re: Partecipazione docenti di ruolo ai concorsi   Mar Dic 12, 2017 7:28 pm

Veronica.P ha scritto:
dubitoergosum ha scritto:
Nera ha scritto:
In linea di principio sono d'accordo con Vale82r. Non si può concorrere per un posto che si occupa già. Nelle altre P.A. funziona così. E poi bisogna chiamare le cose con il proprio nome. Se è un trasferimento che il docente vuole... lo dobbiamo chiamare trasferimento e non concorso.... senza nascondersi dietro a un dito e dire che lo si fa per dare  i docenti migliori agli studenti del Sud. Però a Vale82r vorrei ricordare che nelle altre amministrazioni la mobilità si fa sul 100% dei posti disponibili. E solo se dopo la mobilità ci sono ancora posti vacanti, si procede a nuove assunzioni. Se sei meridionale, neanche questo ti piacerebbe. Il mondo della scuola è un mondo a sé, con regole che cambiano in continuazione e molti insegnanti, per un motivo o per un altro, pensano di aver subito un'ingiustizia. Ecco perché i docenti spesso si sentono autorizzati a fare delle richieste che ci sembrano assurde.
Vero.
Ma: nelle altre PA ma mobilità è sul 100% dei posti, non su un'aliquota. e se sei c1 amministrativo e vuoi andare in altro ente come c1 vigile, posto che tu abbia i requisiti richiesti (es patente A) lo puoi fare.
Se fai gare d'appalto al comune di Milano e vuoi spostarti in biblioteca al comune di Napoli, o occuparti del patrimonio alla Regione Veneto LO PUOI FARE. E potrei  contunuare all'infinito.
Nella scuola NO: non puoi cambiare ente, non puoi cambiare classe di concorso (a meno di non esserti abilitato in altra cdc entro il 2014), non puoi nemmeno partecipare a una mobilità COMPARTIMENTALE passando nei vari uffici amministrativi delle università. Allora di cosa stiamo parlando?
Se il MIUR fa delle leggi ad minchiam (per ANNI hanno fatto di tutto per impedire l'inserimento nelle GAE dei nuovi abilitati), poi mette una pezza mooooooooolto peggiore del danno, beh, non possiamo fare granché se non prendere atto della situazione. Capisco che rode: quando uno pensa che sia arrivato il  momento buono, la platea si allarga a dismisura e tutto traballa, ma questo è l'effetto di un'altra "ingenuità" valutativa del MIUR.
Tutti paghiamo, prima o poi, per gli errori del nostro esimio datore di lavoro: i corsi abilitanti sono stati bloccati per anni perché le SSIS erano andate numericamente fuori controllo; l'esimio sbaglia sempre e comunque, non è nemmeno in grado di fare un contratto decente per le assegnazioni provvisorie o per la mobilità, e nemmeno un bando di concorso decente.
Ma litigarci (fino a buttarla sul personale) sulla domanda se sia giusto o meno che i docenti di ruolo partecipino alle selezioni riservate agli abilitati è fuori luogo. Se sarà permesso farlo, seguendo il verbo della Consulta e non del MIUR (che notoriamente le indovina sempre tutte) perché no.


Falso

Prendo in prestito il nick di mia moglie per dirvi che siete ben poco informati sulle altre Amministrazioni dello Stato.
(e premetto, a scanso di equivoci, che mia moglie non parteciperà al concorso, essendo entrata in ruolo nella provincia di residenza e nella classe di suo gradimento fra le 2 a cui è abilitata)

Lavoro nell'Amministrazione che, dopo la scuola, negli ultimi 20 anni ha assunto più laureati.
La mobilità non si fa assolutamente sul 100% dei posti disponibili. Anzi la mobilità è considerata un fatto eccezionale e si verifica con bandi di mobilità per pochissimi posti che hanno cadenze di molti anni l'uno dall'altro. Quanto a quelle verso le altre amministrazioni, è assolutamente utopistico sperare che un'amministrazione che non sia in fase di chiusura dia il nulla-osta per la mobilità in altri enti (tranne per pochi "fortunati"). Tant'è che diversi funzionari, avendone avuto la possibilità, con la buona scuola, hanno optato per il minor stipendio da docente in cambio della mobilità molto più facile.
Per consolidata giurisprudenza della Corte Costituzionale escludere i dipendenti di un'Amministrazione da un concorso bandito della stessa è incostituzionale (purché naturalmente posseggano i requisiti disposti dal bando). La Corte con la recente sentenza ha semplicemente posto rimedio ad un'anacronismo che esisteva solo nel mondo della scuola.
Nella mia Amministrazione in vent'anni i bandi di concorso sono stati quasi tutti per le regioni del centro-nord, ma alcuni sono stati fatti anche per le regioni meridionali. L'ultimo di questi ha visto la quasi totalità dei posti vinti dai già funzionari, vincitori dei concorsi precedenti per le regioni del centro-nord. La regionalizzazione dei concorsi e la quasi immobilità interregionale nelle pubbliche amministrazioni fa si che praticamente sempre i concorsi al sud sono in realtà una sorta di mobilità bis, almeno per chi non ha spinte o mobilità agevolate da far valere.
Cosa succederà nella scuola? Semplice. Nelle regioni dal Lazio in giù il concorso per abilitati sarà in buona parte vinto da già docenti non solo in altre classi di concorso, ma soprattutto da docenti nella stessa classe ma in servizio nelle regioni dal Lazio in su (il Lazio è quasi sempre la regione spartiacque, con mobilità sia in entrata da nord che in uscita verso sud). Ma sarà praticamente la stessa cosa che avviene in altre amministrazioni.
Ma di che si parla?
In qualsiasi PA è OBBLIGATORIO fare la mobilità prima di bandire un concorso pubblico. E chiudo qui, ma credi veramente di essere l'unico esperto di PA?
Torna in alto Andare in basso
Veronica.P



Messaggi : 340
Data d'iscrizione : 23.08.16

MessaggioTitolo: Re: Partecipazione docenti di ruolo ai concorsi   Mar Dic 12, 2017 9:40 pm

dubitoergosum ha scritto:
Veronica.P ha scritto:
dubitoergosum ha scritto:
Nera ha scritto:
In linea di principio sono d'accordo con Vale82r. Non si può concorrere per un posto che si occupa già. Nelle altre P.A. funziona così. E poi bisogna chiamare le cose con il proprio nome. Se è un trasferimento che il docente vuole... lo dobbiamo chiamare trasferimento e non concorso.... senza nascondersi dietro a un dito e dire che lo si fa per dare  i docenti migliori agli studenti del Sud. Però a Vale82r vorrei ricordare che nelle altre amministrazioni la mobilità si fa sul 100% dei posti disponibili. E solo se dopo la mobilità ci sono ancora posti vacanti, si procede a nuove assunzioni. Se sei meridionale, neanche questo ti piacerebbe. Il mondo della scuola è un mondo a sé, con regole che cambiano in continuazione e molti insegnanti, per un motivo o per un altro, pensano di aver subito un'ingiustizia. Ecco perché i docenti spesso si sentono autorizzati a fare delle richieste che ci sembrano assurde.
Vero.
Ma: nelle altre PA ma mobilità è sul 100% dei posti, non su un'aliquota. e se sei c1 amministrativo e vuoi andare in altro ente come c1 vigile, posto che tu abbia i requisiti richiesti (es patente A) lo puoi fare.
Se fai gare d'appalto al comune di Milano e vuoi spostarti in biblioteca al comune di Napoli, o occuparti del patrimonio alla Regione Veneto LO PUOI FARE. E potrei  contunuare all'infinito.
Nella scuola NO: non puoi cambiare ente, non puoi cambiare classe di concorso (a meno di non esserti abilitato in altra cdc entro il 2014), non puoi nemmeno partecipare a una mobilità COMPARTIMENTALE passando nei vari uffici amministrativi delle università. Allora di cosa stiamo parlando?
Se il MIUR fa delle leggi ad minchiam (per ANNI hanno fatto di tutto per impedire l'inserimento nelle GAE dei nuovi abilitati), poi mette una pezza mooooooooolto peggiore del danno, beh, non possiamo fare granché se non prendere atto della situazione. Capisco che rode: quando uno pensa che sia arrivato il  momento buono, la platea si allarga a dismisura e tutto traballa, ma questo è l'effetto di un'altra "ingenuità" valutativa del MIUR.
Tutti paghiamo, prima o poi, per gli errori del nostro esimio datore di lavoro: i corsi abilitanti sono stati bloccati per anni perché le SSIS erano andate numericamente fuori controllo; l'esimio sbaglia sempre e comunque, non è nemmeno in grado di fare un contratto decente per le assegnazioni provvisorie o per la mobilità, e nemmeno un bando di concorso decente.
Ma litigarci (fino a buttarla sul personale) sulla domanda se sia giusto o meno che i docenti di ruolo partecipino alle selezioni riservate agli abilitati è fuori luogo. Se sarà permesso farlo, seguendo il verbo della Consulta e non del MIUR (che notoriamente le indovina sempre tutte) perché no.


Falso

Prendo in prestito il nick di mia moglie per dirvi che siete ben poco informati sulle altre Amministrazioni dello Stato.
(e premetto, a scanso di equivoci, che mia moglie non parteciperà al concorso, essendo entrata in ruolo nella provincia di residenza e nella classe di suo gradimento fra le 2 a cui è abilitata)

Lavoro nell'Amministrazione che, dopo la scuola, negli ultimi 20 anni ha assunto più laureati.
La mobilità non si fa assolutamente sul 100% dei posti disponibili. Anzi la mobilità è considerata un fatto eccezionale e si verifica con bandi di mobilità per pochissimi posti che hanno cadenze di molti anni l'uno dall'altro. Quanto a quelle verso le altre amministrazioni, è assolutamente utopistico sperare che un'amministrazione che non sia in fase di chiusura dia il nulla-osta per la mobilità in altri enti (tranne per pochi "fortunati"). Tant'è che diversi funzionari, avendone avuto la possibilità, con la buona scuola, hanno optato per il minor stipendio da docente in cambio della mobilità molto più facile.
Per consolidata giurisprudenza della Corte Costituzionale escludere i dipendenti di un'Amministrazione da un concorso bandito della stessa è incostituzionale (purché naturalmente posseggano i requisiti disposti dal bando). La Corte con la recente sentenza ha semplicemente posto rimedio ad un'anacronismo che esisteva solo nel mondo della scuola.
Nella mia Amministrazione in vent'anni i bandi di concorso sono stati quasi tutti per le regioni del centro-nord, ma alcuni sono stati fatti anche per le regioni meridionali. L'ultimo di questi ha visto la quasi totalità dei posti vinti dai già funzionari, vincitori dei concorsi precedenti per le regioni del centro-nord. La regionalizzazione dei concorsi e la quasi immobilità interregionale nelle pubbliche amministrazioni fa si che praticamente sempre i concorsi al sud sono in realtà una sorta di mobilità bis, almeno per chi non ha spinte o mobilità agevolate da far valere.
Cosa succederà nella scuola? Semplice. Nelle regioni dal Lazio in giù il concorso per abilitati sarà in buona parte vinto da già docenti non solo in altre classi di concorso, ma soprattutto da docenti nella stessa classe ma in servizio nelle regioni dal Lazio in su (il Lazio è quasi sempre la regione spartiacque, con mobilità sia in entrata da nord che in uscita verso sud). Ma sarà praticamente la stessa cosa che avviene in altre amministrazioni.
Ma di che si parla?
In qualsiasi PA è OBBLIGATORIO fare la mobilità prima di bandire un concorso pubblico. E chiudo qui, ma credi veramente di essere l'unico esperto di PA?

Prendo ancora in prestito il nck di mia moglie.
Ti riferisci alla riforma Madia? Bé quella nella realtà ha semplicemente abrogato i trasferimenti fra pubbliche amministrazioni!
Fino al 2014 funzionava come dicevo io, ossia mobilità fra amministrazioni solo in caso di chiusura o privatizzazione della stessa (vedi, ad esempio, privatizzazione del Demanio e trasferimento in altra PA del 90% del personale che voleva rimanere pubblico) o per determinati "fortunati". Dopo la Madia semplicemente le PA hanno abolito la mobilità fra amministrazioni. Come hanno fatto? Semplice. C'è una carenza di personale in sedi desiderate, si procede quindi ad un interpello interno ed i posti sono coperti. Naturalmente si scoprono le sedi nelle regioni meno desiderate, in cui quindi si procede ad effettuare il bando di mobilità, ma che vuoto o quasi. Quindi si procede a concorso esterno.
Torna in alto Andare in basso
dubitoergosum



Messaggi : 1808
Data d'iscrizione : 04.09.10

MessaggioTitolo: Re: Partecipazione docenti di ruolo ai concorsi   Mer Dic 13, 2017 6:33 am

Veronica.P ha scritto:

Prendo ancora in prestito il nck di mia moglie.
Ti riferisci alla riforma Madia? Bé quella nella realtà ha semplicemente abrogato i trasferimenti fra pubbliche amministrazioni!
Fino al 2014 funzionava come dicevo io, ossia mobilità fra amministrazioni solo in caso di chiusura o privatizzazione della stessa (vedi, ad esempio, privatizzazione del Demanio e trasferimento in altra PA del 90% del personale che voleva rimanere pubblico)  o per determinati "fortunati". Dopo la Madia semplicemente le PA hanno abolito la mobilità fra amministrazioni. Come hanno fatto? Semplice. C'è una carenza di personale in sedi desiderate, si procede quindi ad un interpello interno ed i posti sono coperti. Naturalmente si scoprono le sedi nelle regioni meno desiderate, in cui quindi si procede ad effettuare il bando di mobilità, ma che vuoto o quasi. Quindi si procede a concorso esterno.
Ma quale Madia.
L'obbligo di esperire la mobilità PRIMA di fare un'assunzione è nell'art 30 della 165/2001.
La riforma Madia, ma prima Del Rio con la presunta abolizione delle province, hanno di fatto BLOCCATO TUTTE LE ASSUNZIONI nella PA, per via degli esuberi delle province, e ne sanno qualcosa gli ATA che hanno visto bloccate anche le loro assunzioni perché le mobilità dei provinciali avevano la precedenza su tutto, anche se nella scuola non ne è arrivato manco uno.
Per farti un'idea reale, su quello che è successo a livello nazionale, leggiti le GU settore Concorsi da dicembre 2014 ad ora.
All'inizio c'erano praticamente solo bandi di mobilità riservati ai provinciali, pochissimi concorsi, ora ci sono in larga prevalenza bandi di mobilità e qualche concorso.

Tuttora, nonostante i vincoli assunzionali siano progressivamente ridimensionati, c'è praticamente uno stallo sulle assunzioni nella PA (nonstante qualche rara eccezione, vedi in questi giorni il bando INPS). MA qualcosa finalmente comincia a muoversi.
Dopodiché la regola è semplice, come ammetti tu stesso: Prima si fa la mobilità (anche interna, quindi compartimentale e intercompartimentale), POI si fa il bando di concorso per nuove assunzioni, o si attinge da graduatorie di altri enti (a volte i bandi di mobilità e concorso escono in contemporanea, ma in quello di conocrso è specificato chiaramente che i poosti finali saranno quelli avanzati dalla mobilità).

Sarebbe anche ora di smetterla di considerare la scuola come un settore a parte nel quale saltano anche le regole basilari che valgono per TUTTI gli altri enti pubblici, io sostengo solo questo. Che poi questo fatto sia bellamente ignorato da tutti, perché alla fine dei conti ai più conviene stare nel far west, per avere più libertà di movimento, o peggio ancora perché la maggioranza dopotutto è tranquillamente sistemata nella propria scuola sotto casa, e quindi se ne frega breatamente di quello che gli succede intorno, non fa onore alla nostra categoria.

Torna in alto Andare in basso
mara88



Messaggi : 3969
Data d'iscrizione : 24.03.13

MessaggioTitolo: Re: Partecipazione docenti di ruolo ai concorsi   Mer Dic 13, 2017 11:28 am

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]


Imminente dice.....ma COSA ??? Decreto ? Bando ? Per noi cambia e tanto ! Comunque il prossimo governo bloccherà tutto, non si imbarcheranno in questa follia con graduatorie lunghe mezzo mondo con i precari che verranno assunti tra 20 anni per far posto a chi un posto ce l'ha già !
Torna in alto Andare in basso
triny84



Messaggi : 538
Data d'iscrizione : 07.04.16

MessaggioTitolo: Re: Partecipazione docenti di ruolo ai concorsi   Mer Dic 13, 2017 11:38 am

Bah non saprei, l'avevo detto io... Fanno in fretta e male. Ci risiamo. Credo sappia quel che dice. Lei parla del bando
Torna in alto Andare in basso
marcanto

avatar

Messaggi : 464
Data d'iscrizione : 26.08.15

MessaggioTitolo: Re: Partecipazione docenti di ruolo ai concorsi   Mer Dic 13, 2017 12:18 pm

Ho appena letto la notizia:
i docenti di ruolo potranno partecipare all’imminente concorso per docenti abilitati

A questo punto mi sorge un dubbio:
perché un docente che è GIA’ di ruolo dovrebbe partecipare ad un concorso ?
chi è docente / insegnante di ruolo non è già un dipendente effettivo della scuola ?

Qualcuno di buona volontà, e sicuramente che ne sa più di me, mi potrebbe sintetizzare chi è un docente di ruolo ?
Torna in alto Andare in basso
arrubiu
Moderatore
Moderatore
avatar

Messaggi : 15162
Data d'iscrizione : 24.10.14
Località : Casteddu70

MessaggioTitolo: Re: Partecipazione docenti di ruolo ai concorsi   Mer Dic 13, 2017 12:49 pm

Per accedere a un ruolo o una classe di concorso diversa da quella di titolarità.
Se ne è parlato in lungo e in largo in questo thread.
Torna in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 20663
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: Partecipazione docenti di ruolo ai concorsi   Mer Dic 13, 2017 12:54 pm

marcanto ha scritto:
Ho appena letto la notizia:
i docenti di ruolo potranno partecipare all’imminente concorso per docenti abilitati

A questo punto mi sorge un dubbio:
perché un docente che è GIA’ di ruolo dovrebbe partecipare ad un concorso ?
chi è docente / insegnante di ruolo non è già un dipendente effettivo della scuola ?

Qualcuno di buona volontà, e sicuramente che ne sa più di me, mi potrebbe sintetizzare chi è un docente di ruolo ?
Chi ha un contratto a tempo indeterminato, che sia o meno il contratto che realmente desidera: ad esempio potrebbe essere uno che ha un contratto in Lombardia per insegnare alle elementari e preferirebbe un contratto in Sicilia per insegnare latino al liceo.
Torna in alto Andare in basso
patty20



Messaggi : 3203
Data d'iscrizione : 26.01.12

MessaggioTitolo: Re: Partecipazione docenti di ruolo ai concorsi   Mer Dic 13, 2017 1:04 pm

Oppure insegna su una cdc in Lombardia e vorrebbe insegnare alla stessa cdc in Sicilia
Torna in alto Andare in basso
lallaorizzonte
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 23833
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioTitolo: Re: Partecipazione docenti di ruolo ai concorsi   Mer Dic 13, 2017 3:25 pm

mara88 ha scritto:
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]


Imminente dice.....ma COSA ??? Decreto ? Bando ? Per noi cambia e tanto !  Comunque il prossimo governo bloccherà tutto, non si imbarcheranno in questa follia con graduatorie lunghe mezzo mondo con i precari che verranno assunti tra 20 anni per far posto a chi un posto ce l'ha già !

decreto, come più volte abbiamo detto in questi giorni

il bando potrà essere subito dopo la pausa natalizia
Torna in alto Andare in basso
Nadine



Messaggi : 172
Data d'iscrizione : 13.06.17

MessaggioTitolo: Re: Partecipazione docenti di ruolo ai concorsi   Mer Dic 13, 2017 3:42 pm

Se uno già di ruolo partecipa alla fase transitoria per abilitati è vincitore di un concorso ordinario ed ha diritto ai 12 punti conseguenti nella mobilità? Può rinunciare al posto che eventualmente vincesse?
Torna in alto Andare in basso
mara88



Messaggi : 3969
Data d'iscrizione : 24.03.13

MessaggioTitolo: Re: Partecipazione docenti di ruolo ai concorsi   Mer Dic 13, 2017 3:53 pm

lallaorizzonte ha scritto:
mara88 ha scritto:
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]


Imminente dice.....ma COSA ??? Decreto ? Bando ? Per noi cambia e tanto !  Comunque il prossimo governo bloccherà tutto, non si imbarcheranno in questa follia con graduatorie lunghe mezzo mondo con i precari che verranno assunti tra 20 anni per far posto a chi un posto ce l'ha già !

decreto, come più volte abbiamo detto in questi giorni

il bando potrà essere subito dopo la pausa natalizia

A Camere sciolte ? Il 27 Mattarella le scioglie, il governo resterà in carica ma solo per gli affari correnti. Si lo so, ufficialmente il bando è un DDG, quindi un atto burocratico e non politico, ma vista la situazione... Io mi auguro davvero si ravvedano e diano retta a Bruschi
Torna in alto Andare in basso
lallaorizzonte
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 23833
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioTitolo: Re: Partecipazione docenti di ruolo ai concorsi   Mer Dic 13, 2017 3:55 pm

mara88 ha scritto:
lallaorizzonte ha scritto:
mara88 ha scritto:
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]


Imminente dice.....ma COSA ??? Decreto ? Bando ? Per noi cambia e tanto !  Comunque il prossimo governo bloccherà tutto, non si imbarcheranno in questa follia con graduatorie lunghe mezzo mondo con i precari che verranno assunti tra 20 anni per far posto a chi un posto ce l'ha già !

decreto, come più volte abbiamo detto in questi giorni

il bando potrà essere subito dopo la pausa natalizia

A Camere sciolte ? Il 27 Mattarella le scioglie, il governo resterà in carica ma solo per gli affari correnti. Si lo so, ufficialmente il bando è un DDG, quindi un atto burocratico e non politico, ma vista la situazione... Io mi auguro davvero si ravvedano e diano retta a Bruschi

per me rimangono due strade parallele, poi non so. in questi giorni i sindacati sono al ministero, magari ci faranno sapere qualcosa
Torna in alto Andare in basso
 
Partecipazione docenti di ruolo ai concorsi
Torna in alto 
Pagina 7 di 8Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Seguente
 Argomenti simili
-
» Ma i docenti di ruolo?
» PAS per docenti di ruolo
» Ferie estive docenti di ruolo
» Partecipazione docenti di strumento musicale agli esami orali
» 730 per docenti di ruolo?

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Concorso docenti-
Vai verso: