Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividi | 
 

 Alternanza Scuola Lavoro

Andare in basso 
AutoreMessaggio
matric



Messaggi : 3
Data d'iscrizione : 14.12.17
Località : Jesi

MessaggioTitolo: Alternanza Scuola Lavoro   Gio Dic 14, 2017 10:37 am

Chiedo scusa se non è questa la sezione giusta del Forum, ma ho cercato tanto senza trovare una sezione più consona. Sono nuovo, quindi i moderatori mi scuseranno.

Volevo sottoporre l'attenzione sull'Alternanza Scuola Lavoro. Cosa succede se per uno studente problematico le aziende del territorio rifiutano di prenderlo in carico per l'ASL?

Grazie.
Torna in alto Andare in basso
idro



Messaggi : 134
Data d'iscrizione : 26.08.12

MessaggioTitolo: Re: Alternanza Scuola Lavoro   Gio Dic 14, 2017 4:16 pm

Come ben sai le aziende possono rifiutarsi di prendere non solo studenti problematici, ma anche studenti brillanti ed educatissimi. Nel caso degli studenti problematici è ancora più importante la pianificazione del percorso ad hoc, e soprattutto coinvolgere realtà esterne con una filosofia inclusiva. Se sei tutor il mio consiglio quindi è quello di pianificare incontri con cooperative sociali dove magari già hanno a che fare con i disagi e le realtà e persone problematiche e pensare a un progetto di alternanza che magari punti all'inclusione facendo emergere le potenzialità del ragazzo. A volte i ragazzi difficili in alternanza riescono a funzionare molto bene, sempre che il progetto sia stato pensato in modo intelligente.
Se invece non si riesce a trovare nulla..........ti direi che la scuola dovrebbe pensare ad un alternanza da fargli fare a scuola. Ex la gestione delle aree verdi dell'istituto, un progetto di riciclo interno dei materiali.......ma comunque un qualcosa da realizzare a scuola in cui il tutor interno è sostanzialmente anche tutor esterno.
Torna in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 20663
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: Alternanza Scuola Lavoro   Gio Dic 14, 2017 6:57 pm

idro ha scritto:
Come ben sai le aziende possono rifiutarsi di prendere non solo studenti problematici, ma anche studenti brillanti ed educatissimi. Nel caso degli studenti problematici è ancora più importante la pianificazione del percorso ad hoc, e soprattutto coinvolgere realtà esterne con una filosofia inclusiva. Se sei tutor il mio consiglio quindi è quello di pianificare incontri con cooperative sociali dove magari già hanno a che fare con i disagi e le realtà e persone problematiche e pensare a un progetto di alternanza che magari punti all'inclusione facendo emergere le potenzialità del ragazzo. A volte i ragazzi difficili in alternanza riescono a funzionare molto bene, sempre che il progetto sia stato pensato in modo intelligente.
Se invece non si riesce a trovare nulla..........ti direi che la scuola dovrebbe pensare ad un alternanza da fargli fare a scuola. Ex la gestione delle aree verdi dell'istituto, un progetto di riciclo interno dei materiali.......ma comunque un qualcosa da realizzare a scuola in cui il tutor interno è sostanzialmente anche tutor esterno.
Che belle parole ! Mi piacerebbe tanto metterle in pratica, mi aiuti ? Mi fai un caso pratico ?

Mi porti ad esempio un caso (senza nomi per carità) reale, spiegando in cosa consisteva la problematicità, quali potenzialità aveva e come le avete valorizzate ?
Torna in alto Andare in basso
iside



Messaggi : 132
Data d'iscrizione : 13.10.09

MessaggioTitolo: Re: Alternanza Scuola Lavoro   Gio Dic 14, 2017 8:37 pm

@Matric @Avido Concretamente io non so portare un esempio, però su questo tema ho riflettuto. Per esempio, in molte scuole si pone il problema dei ragazzi non ammessi all'esame di quinta che di fatto non hanno svolto l'alternanza SL e dovrebbero svolgerla. Premesso che credo ci sia un vuoto legislativo in questo, riflettevo con alcuni colleghi. Noi inviamo molti ragazzi in enti (ad es, nei comuni - io insegno in un tecnico CAT), ma, in fondo, anche la scuola è un ente pubblico. In mancanza di altro, non si può preparare un progetto con contratto formativo in cui l'alunno sia inserito in un percorso e abbia un tutor interno (insegnante, noi ci dividiamo i ragazzi solitamente) e un tutor esterno (tecnico o altra figura della scuola)? Il progetto potrebbe, secondo me, ad esempio indicare l'ottimizzazione di una risorsa, di un laboratorio, etc...
Torna in alto Andare in basso
Lenar_



Messaggi : 65
Data d'iscrizione : 02.11.17

MessaggioTitolo: Re: Alternanza Scuola Lavoro   Gio Dic 14, 2017 9:08 pm

avidodinformazioni ha scritto:

Mi porti ad esempio un caso (senza nomi per carità) reale, spiegando in cosa consisteva la problematicità, quali potenzialità aveva e come le avete valorizzate ?

Mi capitò, qualche anno fa, all'IPSIA, di avere un ragazzo che era sotto processo per via di un lancio di sassi da un cavalcavia. Frequentava la scuola perché era obbligato a farlo dal magistrato. La sua prospettiva esistenziale era men che misera ed il suo interesse per la scuola nullo. Inoltre i trascorsi di piccola criminalità minorile, uniti al fatto che era inserito in una classe in cui i suoi compagni erano tutti più piccoli, contribuivano a renderlo il tipico "leader negativo".

Ovviamente nessuna azienda e nessun artigiano era disposto a prendersi la rogna del "lanciatore"... e c'era da capirli. La fama del ragazzo non era delle migliori.

A quei tempi, fortunatamente, l'alternanza non era obbligatoria. Inoltre pure lui non era particolarmente entusiasta di doverla fare. Alla fine è rimasto in classe dove ha potuto valorizzare le sue migliori potenzialità non facendo nulla. Sempre meglio che fare danni.

Torna in alto Andare in basso
Popocatepetl



Messaggi : 171
Data d'iscrizione : 04.11.17

MessaggioTitolo: Re: Alternanza Scuola Lavoro   Gio Dic 14, 2017 9:19 pm

Un bel peso per la società. ..
In anni passati criminali come questi hanno anche ucciso lanciando sassi dal cavalcavia.
Io gli avrei trovato un progetto di ASL per questo ragazzotto : dummy vivente per i crash test delle robuste macchine cinesi testate dall Euroncap. 64 km/h, urto con offset su barriera semideformabile
Torna in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 20663
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: Alternanza Scuola Lavoro   Gio Dic 14, 2017 9:27 pm

iside ha scritto:
@Matric @Avido Concretamente io non so portare un esempio, però su questo tema ho riflettuto. Per esempio, in molte scuole si pone il problema dei ragazzi non ammessi all'esame di quinta che di fatto non hanno svolto l'alternanza SL e dovrebbero svolgerla. Premesso che credo ci sia un vuoto legislativo in questo, riflettevo con alcuni colleghi. Noi inviamo molti ragazzi in enti (ad es, nei comuni - io insegno in un tecnico CAT), ma, in fondo, anche la scuola è un ente pubblico. In mancanza di altro, non si può preparare un progetto con contratto formativo in cui l'alunno sia inserito in un percorso e abbia un tutor interno (insegnante, noi ci dividiamo i ragazzi solitamente) e un tutor esterno (tecnico o altra figura della scuola)? Il progetto potrebbe, secondo me, ad esempio indicare l'ottimizzazione di una risorsa, di un laboratorio, etc...
Sai bene che finchè il ragazzo rimane a scuola potete fare qualsiasi cosa, a cominciare dalla cosa più semplice: scrivere tante cose belle che non hanno alcun riscontro con la realtà, tanto chi controlla ?

Un esempio ? Si è occupato di riordinare e catalogare i libri della libreria; se glielo fate fare sotto stretta sorveglianza per un'ora, così capisce di cosa si sta parlando e poi scrivete che lo ha fatto per 400 ore, chi vuoi che se ne accorga ?
Tanto a chi gliene frega di cosa ha fatto ? Alla maturità glielo chiederanno per dovere ma forse non staranno neanche ad ascoltare cosa risponderà.
Torna in alto Andare in basso
matric



Messaggi : 3
Data d'iscrizione : 14.12.17
Località : Jesi

MessaggioTitolo: Re: Alternanza Scuola Lavoro   Gio Dic 14, 2017 11:26 pm

Ringrazio gli intervenuti. @avidodinformazioni chiede di specificare le problematicità, ma a chi è, di per se, @avidodinformazioni cosa bisognerebbe specificargli in particolare? Il ragazzo non ha una buona "fama" e le aziende si rifiutano categoricamente di accettarlo non appena sentono il suo nome. Più di questo ... che ne dice caro @avidodinformazioni?

Grazie a tutti gli altri comunque, perché, essendo tutor, mi avete dato spunti di grande interesse sul problema ed ora posso valutare la possibilità di un percorso a Scuola. Non sapevo di questa possibilità e vi ringrazio tutti.
Torna in alto Andare in basso
Popocatepetl



Messaggi : 171
Data d'iscrizione : 04.11.17

MessaggioTitolo: Re: Alternanza Scuola Lavoro   Ven Dic 15, 2017 12:13 am

Grazie a dio, per il momento le aziende non devono "includere" delinquenti,fannulloni,perditempo.
Grazie a dio,per il momento,le aziende mantengono livelli di decenza e meritocrazia che ormai la scuola ha perso da anni.
Grazie a dio,per il momento,le aziende non sono obbligate ad assumere parassiti, nullafacenti, vandali.
Tuttavia il degrado dell Europa procede spedito. Non escludo che in futuro le aziende saranno tenute all "inclusivita'" e costrette a far lavorare la feccia
Torna in alto Andare in basso
matric



Messaggi : 3
Data d'iscrizione : 14.12.17
Località : Jesi

MessaggioTitolo: Alternanza Scuola/Lavoro   Ven Dic 15, 2017 7:53 am

idro ha scritto:
Come ben sai le aziende possono rifiutarsi di prendere non solo studenti problematici, ma anche studenti brillanti ed educatissimi. Nel caso degli studenti problematici è ancora più importante la pianificazione del percorso ad hoc, e soprattutto coinvolgere realtà esterne con una filosofia inclusiva. Se sei tutor il mio consiglio quindi è quello di pianificare incontri con cooperative sociali dove magari già hanno a che fare con i disagi e le realtà e persone problematiche e pensare a un progetto di alternanza che magari punti all'inclusione facendo emergere le potenzialità del ragazzo. A volte i ragazzi difficili in alternanza riescono a funzionare molto bene, sempre che il progetto sia stato pensato in modo intelligente.
Se invece non si riesce a trovare nulla..........ti direi che la scuola dovrebbe pensare ad un alternanza da fargli fare a scuola. Ex la gestione delle aree verdi dell'istituto, un progetto di riciclo interno dei materiali.......ma comunque un qualcosa da realizzare a scuola in cui il tutor interno è sostanzialmente anche tutor esterno.

Ottimo, concordo per quanto concerne le cooperative sociali. Praticamente irrealizzabile quella all'interno della scuola. Oltre al tutor, chi altro si prenderebbe la briga di seguirlo?
Torna in alto Andare in basso
iside



Messaggi : 132
Data d'iscrizione : 13.10.09

MessaggioTitolo: Re: Alternanza Scuola Lavoro   Ven Dic 15, 2017 11:40 am

avidodinformazioni ha scritto:
iside ha scritto:
@Matric @Avido Concretamente io non so portare un esempio, però su questo tema ho riflettuto. Per esempio, in molte scuole si pone il problema dei ragazzi non ammessi all'esame di quinta che di fatto non hanno svolto l'alternanza SL e dovrebbero svolgerla. Premesso che credo ci sia un vuoto legislativo in questo, riflettevo con alcuni colleghi. Noi inviamo molti ragazzi in enti (ad es, nei comuni - io insegno in un tecnico CAT), ma, in fondo, anche la scuola è un ente pubblico. In mancanza di altro, non si può preparare un progetto con contratto formativo in cui l'alunno sia inserito in un percorso e abbia un tutor interno (insegnante, noi ci dividiamo i ragazzi solitamente) e un tutor esterno (tecnico o altra figura della scuola)? Il progetto potrebbe, secondo me, ad esempio indicare l'ottimizzazione di una risorsa, di un laboratorio, etc...
Sai bene che finchè il ragazzo rimane a scuola potete fare qualsiasi cosa, a cominciare dalla cosa più semplice: scrivere tante cose belle che non hanno alcun riscontro con la realtà, tanto chi controlla ?

Un esempio ? Si è occupato di riordinare e catalogare i libri della libreria; se glielo fate fare sotto stretta sorveglianza per un'ora, così capisce di cosa si sta parlando e poi scrivete che lo ha fatto per 400 ore, chi vuoi che se ne accorga ?
Tanto a chi gliene frega di cosa ha fatto ? Alla maturità glielo chiederanno per dovere ma forse non staranno neanche ad ascoltare cosa risponderà.

Hai ragione, però i ragazzi svolgono alternanza scuola lavoro anche in ditte proposte da loro. Io sono sempre andata a fare le visite, ma non sono stata certo lì tutto il tempo. Come faccio a essere sicura che siano stati sempre lì? E' un altro mio dubbio. Tra l'altro, in alcuni orari (riunioni, ore frontali in cui ero in classi che in quel momento non stavano svolgendo l'alternanza scuola / lavoro e quindi SICURAMENTE io ero con loro in classe), i ragazzi in alternanza avrebbero potuto essere chissà dove. TRa l'altro, i titolari, nonché tutor esterni, mi pregavano di far sapere quando sarei passata, perché altrimenti magari non li avrei trovati, ad esempio se erano in cantiere a fare rilievi con i ragazzi... Io non sto discutendo le criticità dell'impegno degli insegnanti in alternanza, ma, per come sono io, stai sicuro che se devono fare un tot di ore con me (per fare un esempio), sicuramente le fanno, ma se io non ho il controllo al 100% del loro tempo in alternanza, come posso giurarlo? Eppure, è quello che mi chiedono di fare...
Tralasciamo il fatto che alcuni ragazzi propongono gli studi più accattivanti, dove magari possono imparare un sacco di cose, dove sono a contatto con il personale più preparato e qualificato perché le famiglie sono amiche dei titolari, mentre altri devono fare una marea di km e finiscono in realtà in cui non fanno esperienze qualificanti... sempre in barba al famoso contratto formativo, ovviamente.
Torna in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 5954
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioTitolo: Re: Alternanza Scuola Lavoro   Ven Dic 15, 2017 6:22 pm

iside ha scritto:

Hai ragione, però i ragazzi svolgono alternanza scuola lavoro anche in ditte proposte da loro. Io sono sempre andata a fare le visite, ma non sono stata certo lì tutto il tempo. Come faccio a essere sicura che siano stati sempre lì? E' un altro mio dubbio. Tra l'altro, in alcuni orari (riunioni, ore frontali in cui ero in classi che in quel momento non stavano svolgendo l'alternanza scuola / lavoro e quindi SICURAMENTE io ero con loro in classe), i ragazzi in alternanza avrebbero potuto essere chissà dove. TRa l'altro, i titolari, nonché tutor esterni, mi pregavano di far sapere quando sarei passata, perché altrimenti magari non li avrei trovati, ad esempio se erano in cantiere a fare rilievi con i ragazzi... Io non sto discutendo le criticità dell'impegno degli insegnanti in alternanza, ma, per come sono io, stai sicuro che se devono fare un tot di ore con me (per fare un esempio), sicuramente le fanno, ma se io non ho il controllo al 100% del loro tempo in alternanza, come posso giurarlo? Eppure, è quello che mi chiedono di fare...

Della attestazione della presenza degli studenti nei posti di lavoro è responsabile l'azienda/ente, e il loro tutor interno in primo luogo. Tu ti limiti ad accettare quanto ti dicono. Se mentono, il problema ce l'hanno loro, non tu.
Torna in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 20663
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: Alternanza Scuola Lavoro   Ven Dic 15, 2017 7:38 pm

iside ha scritto:
Tralasciamo il fatto che alcuni ragazzi propongono gli studi più accattivanti, dove magari possono imparare un sacco di cose, dove sono a contatto con il personale più preparato e qualificato perché le famiglie sono amiche dei titolari, mentre altri devono fare una marea di km  e finiscono in realtà in cui non fanno esperienze qualificanti... sempre in barba al famoso contratto formativo, ovviamente.
Alcuni avranno la fortuna di sposare una bava persona ed altri no, dobbiamo preoccuparci anche di questo ?

Se uno ha la fortuna di finire in una buona azienda buon per lui, se la fortuna é consistita nell'avere un genitore con bune conoscenze buon per lui: non si puó pretendere che tutti abbiano la stessa fortuna né che abbiano la stessa sfortuna.
Torna in alto Andare in basso
iside



Messaggi : 132
Data d'iscrizione : 13.10.09

MessaggioTitolo: Re: Alternanza Scuola Lavoro   Sab Dic 16, 2017 1:28 pm

mac67 ha scritto:
iside ha scritto:

Hai ragione, però i ragazzi svolgono alternanza scuola lavoro anche in ditte proposte da loro. Io sono sempre andata a fare le visite, ma non sono stata certo lì tutto il tempo. Come faccio a essere sicura che siano stati sempre lì? E' un altro mio dubbio. Tra l'altro, in alcuni orari (riunioni, ore frontali in cui ero in classi che in quel momento non stavano svolgendo l'alternanza scuola / lavoro e quindi SICURAMENTE io ero con loro in classe), i ragazzi in alternanza avrebbero potuto essere chissà dove. TRa l'altro, i titolari, nonché tutor esterni, mi pregavano di far sapere quando sarei passata, perché altrimenti magari non li avrei trovati, ad esempio se erano in cantiere a fare rilievi con i ragazzi... Io non sto discutendo le criticità dell'impegno degli insegnanti in alternanza, ma, per come sono io, stai sicuro che se devono fare un tot di ore con me (per fare un esempio), sicuramente le fanno, ma se io non ho il controllo al 100% del loro tempo in alternanza, come posso giurarlo? Eppure, è quello che mi chiedono di fare...

Della attestazione della presenza degli studenti nei posti di lavoro è responsabile l'azienda/ente, e il loro tutor interno in primo luogo. Tu ti limiti ad accettare quanto ti dicono. Se mentono, il problema ce l'hanno loro, non tu.

Premetto che non critico, chiedo lumi. Il ragazzo inserisce le proprie presenza in alternanza on line sulla piattaforma del registro e scrive quello che ha fatto.
Ogni insegnante della classe è tutor interno di 5,6 ragazzi che gli sono affidati.
C'è un referente dell'alternanza che sovrintende alla parte burocratica totale, nel registro possono entrare il ragazzo, il tutor esterno, il tutor interno.
I due tutor possono convalidare le presenze on line, con un clic, per capirci, e devono completare un questionario alla fine.
Perché l'alternanza sia valida deve essere convalidata on line o dal tutor esterno (sarebbe la cosa più logica), o da uno interno (il sistema lo prevede). Di fatto il tutor esterno non è mai entrato (in uno dei miei casi) nella piattaforma e non ha validato niente, neppure su mia richiesta. Io ho fatto delle visite, ma devo convalidare tutto io, a questo punto.
Cosa faresti tu?
Chiaro che non ci sono problemi. Però io non "sento" di avere proprio il controllo su tutto. Legalmente so che va bene...
Torna in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 20663
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: Alternanza Scuola Lavoro   Sab Dic 16, 2017 4:28 pm

iside ha scritto:
Chiaro che non ci sono problemi. Però io non "sento" di avere proprio il controllo su tutto. Legalmente so che va bene...
Una cosa non è chiara: ti senti parte di un utile meccanismo volto a fare dell'ASL un'utile opportunità didattica (tradotto: W l'ASL meno male che l'hanno inventata altrimenti mi dovrei fare eleggere ed inventarla io) oppure ti senti parte di un meccanismo perverso e sbagliato (tradotto: morissero quelli che l'hanno inventata, speriamo che i prossimi la cancellino) ?

Nel primo caso insisti affinchè ognuno faccia la sua parte, minaccia il tutor esterno che se non fa quello che deve non gli mandi più nessuno.

Nel secondo caso fai la cosa più rapida ovvero metti la spunta su tutto e certifica anche l'ASL che hanno fatto i banchi.
Torna in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 5954
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioTitolo: Re: Alternanza Scuola Lavoro   Sab Dic 16, 2017 5:15 pm

avidodinformazioni ha scritto:
iside ha scritto:
Chiaro che non ci sono problemi. Però io non "sento" di avere proprio il controllo su tutto. Legalmente so che va bene...
Una cosa non è chiara: ti senti parte di un utile meccanismo volto a fare dell'ASL un'utile opportunità didattica (tradotto: W l'ASL meno male che l'hanno inventata altrimenti mi dovrei fare eleggere ed inventarla io) oppure ti senti parte di un meccanismo perverso e sbagliato (tradotto: morissero quelli che l'hanno inventata, speriamo che i prossimi la cancellino) ?

Nel primo caso insisti affinchè ognuno faccia la sua parte, minaccia il tutor esterno che se non fa quello che deve non gli mandi più nessuno.

Nel secondo caso fai la cosa più rapida ovvero metti la spunta su tutto e certifica anche l'ASL che hanno fatto i banchi.

Non seguirei questo consiglio, sai bene che quando metti firma sotto qualcosa (e mettere la spunta è equivalente a una firma) l'eventuale cetriolo finisce dalle tue parti.

@Iside: Esigi dal tutor interno che metta lui le spunte visto che è lui a vedere chi c'è e chi no. Come soluzione alternativa chiederei la comunicazione per iscritto delle presenze e metterei nero su bianco da qualche parte che la spunta la metti sulla base delle informazioni ricevute dal tutor interno.
Torna in alto Andare in basso
iside



Messaggi : 132
Data d'iscrizione : 13.10.09

MessaggioTitolo: Re: Alternanza Scuola Lavoro   Sab Dic 16, 2017 9:27 pm



@Iside: Esigi dal tutor interno che metta lui le spunte visto che è lui a vedere chi c'è e chi no. Come soluzione alternativa chiederei la comunicazione per iscritto delle presenze e metterei nero su bianco da qualche parte che la spunta la metti sulla base delle informazioni ricevute dal tutor interno.[/quote]

Io non sono sicurissima che ci intendiamo sui termini...
TUtor esterno: è il professionista che segue il ragazzo in ditta, ed è anche titolare (questo non importa, di per sé)
Tutor interno: sono io, perché ogni insegnante è tutor di 4, 5 ragazzi. Io e il tutor esterno possiamo accedere al registro. Il registro fa da firma presenze (lo fa su tutto, noi abbiamo abolito il cartaceo da anni)
Referente: è un insegnante che si occupa di inserire per bene i nominativi dei ragazzi e tutor sul registro, predispone le tabelle con i dati, etc... ma non fa da tutor per il ragazzo.

A me il sistema dell'alternanza non piace, come non piace ad altri. Però cerco di farlo funzionare, e comunque è più che altro perché ho un senso del dovere macroscopico che mi pongo queste paranoie. ... Tra un po' tornerò alla carica con il tutor esterno allora!... Vi farò sapere
Torna in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 5954
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioTitolo: Re: Alternanza Scuola Lavoro   Dom Dic 17, 2017 9:30 am

iside ha scritto:


@Iside: Esigi dal tutor interno che metta lui le spunte visto che è lui a vedere chi c'è e chi no. Come soluzione alternativa chiederei la comunicazione per iscritto delle presenze e metterei nero su bianco da qualche parte che la spunta la metti sulla base delle informazioni ricevute dal tutor interno.

Io non sono sicurissima che ci intendiamo sui termini...
TUtor esterno: è il professionista che segue il ragazzo in ditta, ed è anche titolare (questo non importa, di per sé)
Tutor interno: sono io, perché ogni insegnante è tutor di 4, 5 ragazzi. Io e il tutor esterno possiamo accedere al registro. Il registro fa da firma presenze (lo fa su tutto, noi abbiamo abolito il cartaceo da anni)
[/quote]

Hai ragione, ho invertito i termini.
Torna in alto Andare in basso
 
Alternanza Scuola Lavoro
Torna in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» PON alternanza scuola/lavoro: orario curriculare o no?
» Alternanza scuola lavoro a carico degli studenti?!
» alternanza scuola lavoro
» Retribuzione per docenti Alternanza Scuola Lavoro
» consiglio per assentarsi al lavoro

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: