Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividi | 
 

 Insegnare la letteratura agli stranieri

Andare in basso 
AutoreMessaggio
cristina90



Messaggi : 13
Data d'iscrizione : 06.09.17

MessaggioTitolo: Insegnare la letteratura agli stranieri   Dom Dic 17, 2017 6:39 pm

Come si potrebbe fare a insegnare la letteratura italiana (e anche la storia) a studenti che non capiscono un'H di italiano? Sto spulciando in internet, ma non trovo nulla... a questo punto mi chiedo che senso abbia scervellarsi a cercare di far capire testi del '200, '300 ecc. a chi ha difficoltà non solo linguistiche, ma anche culturali.
Torna in alto Andare in basso
chicca70



Messaggi : 3263
Data d'iscrizione : 26.12.14

MessaggioTitolo: Re: Insegnare la letteratura agli stranieri   Dom Dic 17, 2017 6:51 pm

Infatti non ha senso. Nell'unico caso che mi è capitato, ho utilizzato una riduzione per bambini del "Decameron" ma la ragazzina non era completamente digiuna.
Torna in alto Andare in basso
cristina90



Messaggi : 13
Data d'iscrizione : 06.09.17

MessaggioTitolo: Re: Insegnare la letteratura agli stranieri   Dom Dic 17, 2017 7:21 pm

Quindi è proprio un'impresa impossibile...i miei non sono nemmeno ragazzini. Mah...misteri della scuola italiana
Torna in alto Andare in basso
dott.nicola.lima



Messaggi : 79
Data d'iscrizione : 04.05.12

MessaggioTitolo: Re: Insegnare la letteratura agli stranieri   Lun Dic 18, 2017 9:36 am

Non so né in che istituto lavori (tecnico, professionale o liceo) né su che classi ma dalle linee giuda per lingua e letteratura italiana, prese da un I.T. scelto a caso, io leggo:

Citazione :
Ai fini del raggiungimento dei risultati di apprendimento sopra riportati in esito al percorso quinquennale, nel primo biennio il docente
persegue, nella propria azione didattica ed educativa, l’obiettivo prioritario di far acquisire allo studente le competenze di base attese a
conclusione dell’obbligo di istruzione, di seguito richiamate:
• padroneggiare gli strumenti espressivi ed argomentativi indispensabili per gestire l’interazione comunicativa verbale in vari
contesti
• leggere, comprendere ed interpretare testi scritti di vario tipo
• produrre testi di vario tipo in relazione ai differenti scopi comunicativi
• utilizzare gli strumenti fondamentali per una fruizione consapevole del patrimonio artistico e letterario
L’articolazione dell’insegnamento di “Lingua e letteratura italiana” in conoscenze e abilità è di seguito indicata quale orientamento per la
progettazione didattica del docente in relazione alle scelte compiute nell’ambito della programmazione collegiale del Consiglio di classe per
l’asse dei linguaggi.
Il docente tiene conto, nel progettare il percorso dello studente, dell’apporto di altre discipline, con i loro linguaggi specifici - in particolare
quelli scientifici, tecnici e professionali - e favorisce la lettura come espressione di autonoma curiosità intellettuale anche attraverso la
proposta di testi significativi, selezionati in base agli interessi manifestati dagli studenti.
Per quanto riguarda la letteratura italiana, il docente progetta e programma l’itinerario didattico in modo tale da mettere in grado lo studente
di orientarsi progressivamente sul patrimonio artistico e letterario della cultura italiana, con riferimenti essenziali alle principali letterature di
altri paesi, anche in una prospettiva interculturale.
Nell’organizzare il percorso di insegnamento-apprendimento il docente valorizza la dimensione cognitiva degli strumenti della comunicazione
multimediale.

Da nessuna parte c'è scritto che devi fare letteratura del '200-'300, il Decameron, i Promessi Sposi o epica.

Scusami ma non sono assolutamente d'accordo con la tua frase "misteri della scuola italiana", bensì sono "misteri dei docenti italiani" che credono ancora esistano programmi da seguire e non linee guida basate sulle competenze da acquisire.

Discorso a parte, purtroppo, sulla preparazione all'Esame di Stato di quinta: esame nel quale sia il Ministero sia alcuni, molti?!, Commissari puntano ancora troppo sul puro nozionismo e sul richiedere quei dieci argomenti che, solo a detta loro perché non esiste alcuna prova scientifica di ciò, ritengono "essenziali" per la maturazione e lo sviluppo culturale-sociale-emotivo dell'allievo/a.
Torna in alto Andare in basso
cristina90



Messaggi : 13
Data d'iscrizione : 06.09.17

MessaggioTitolo: Re: Insegnare la letteratura agli stranieri   Lun Dic 18, 2017 12:21 pm

Sì...io sto in un serale, in una classe terza e sono una novellina, quindi ammetto di avere parecchie cose da imparare, quindi ti ringrazio per avermi fatto notare la cosa da questa prospettiva. In effetti sto seguendo il programma redatto dalla docente titolare che sostituisco, però quando si dice
"Favorisce la lettura come espressione di autonoma curiosità intellettuale anche attraverso la
proposta di testi significativi, selezionati in base agli interessi manifestati dagli studenti", credo che si parli di testi e il problema non si pone solo con testi "classici", ma con testi di lingua italiana in generale che non siano di livello A1 (perché è questo il livello dei ragazzi in questione), tanto che anche con i riassunti di storia il problema è lo stesso.
Che poi, se si parla di letteratura, credo sia naturale andare a confrontarsi con i testi, altrimenti il discorso resta un po' vago, no?
Torna in alto Andare in basso
dott.nicola.lima



Messaggi : 79
Data d'iscrizione : 04.05.12

MessaggioTitolo: Re: Insegnare la letteratura agli stranieri   Mar Dic 19, 2017 1:26 pm

Noi usiamo testi semplificati della Erickson e libri delle medie/elementari, per quegli alunni che qualcosina di italiano già sanno. Altrimenti se conoscono l'inglese si possono usare testi in doppia lingua. Se invece sono totalmente a zero sia in italiano sia in inglese l'unica cosa di cui hanno bisogno è un corso di lingua.

Probabilmente anche da voi i bandi sono tutti scaduti, in caso contrario ti consiglio, tramite fondi di istituto, progetti PEZ o al laboratorio ausili della provincia, di acquistare libri semplificati, di gradi scuola inferiori, di storia a fumetti o disegni, ecc...
Torna in alto Andare in basso
sempreconfusa1



Messaggi : 2975
Data d'iscrizione : 05.08.11

MessaggioTitolo: Re: Insegnare la letteratura agli stranieri   Gio Dic 28, 2017 6:44 pm

In effetti, anche a livello europeo, nell'ambito del quadro normativo di riferimento, ai livelli più bassi di conoscenza della lingua vengono proposti "testi" semplici, per esempio regolativi o descrittivi (da notare che tutto il materiale viene definito "testo", in senso lato), mentre quelli narrativi e di interesse culturale sono proposti ai livelli più alti.
Testo, in questi casi, può dunque essere sia una ricetta di cucina o una descrizione di destinazione turistica così come un testo di una canzone oppure un brano di letteratura.
Bisognerebbe capire se la titolare indichi testi di letteratura o testi in generale.
Torna in alto Andare in basso
 
Insegnare la letteratura agli stranieri
Torna in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Insegnare italiano agli stranieri.
» Agli occhi di Dio sono tutti uguali.
» Affidare la Chiesa agli Atei
» Scherzi agli sposi!
» non fare agli altri ciò che non vorresti fosse fatto a te

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Sostegno-
Vai verso: