Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
» Dubbi pf24 per l'accesso al concorso
Oggi alle 11:15 am Da mati13

» Concorso 2018
Oggi alle 11:15 am Da alex8300

» Mobilità ogni 3 anni??????
Oggi alle 10:53 am Da Veronica.P

» Reclamo 3 fascia ata
Oggi alle 10:51 am Da Pari&dispari

» 104 per genitore ammalato
Oggi alle 10:51 am Da Disillusa

» Retorica lacrimosa...
Oggi alle 10:49 am Da Popocatepetl

» da percorso B a percorso A
Oggi alle 10:41 am Da Ire

» Cedolino Gennaio
Oggi alle 10:40 am Da minuzzola11

» detrazioni figli a carico
Oggi alle 10:39 am Da Giugy

Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 I programmi per la scuola dei partiti

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Vai alla pagina : 1, 2, 3, 4  Seguente
AutoreMessaggio
gugu

avatar

Messaggi : 31308
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioTitolo: I programmi per la scuola dei partiti   Sab Gen 06, 2018 2:35 pm

http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2018-01-05/scuola-tutti-contro-tutti-fi-punta-sull-alternanza-pd-precari-e-concorsi-203923.shtml?uuid=AEja1dcD


Neppure a dirlo, per il cdx, le priorità sono la chiamata diretta e le superiori a 4 anni.
Questo sarà lo scenario dei prossimi 5 anni.
Tornare in alto Andare in basso
royalstefano



Messaggi : 5803
Data d'iscrizione : 12.09.11

MessaggioTitolo: Re: I programmi per la scuola dei partiti   Sab Gen 06, 2018 3:42 pm

Questo si tradurrebbe soprattutto in: blocco turn over, no trasferimenti nord-sud; rafforzamento chiamata diretta e poteri DS; presumibile incremento bonus merito con blocco del contratto CCNL chissà per quanti anni.
Tornare in alto Andare in basso
franco71



Messaggi : 1340
Data d'iscrizione : 14.11.14

MessaggioTitolo: Re: I programmi per la scuola dei partiti   Sab Gen 06, 2018 3:42 pm

Probabilmente nessuna delle coalizioni avrà la maggioranza assoluta, quindi non prevedo grossi stravolgimenti nell'attuale linea governativa.
Chi era che parlava di un Gentiloni-bis?
Tornare in alto Andare in basso
gugu

avatar

Messaggi : 31308
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioTitolo: Re: I programmi per la scuola dei partiti   Sab Gen 06, 2018 3:47 pm

Orma il cdx è vicino al 40%.

L'incremento del bonus merito (se mai ci sarà) andrà di pari passo con un aumento del carico di lavoro, visto che l'idea di fondo è comunque tagliare docenti.
Le superiori a 4 anni porterebbero anche ad un maggior numero di settimane di insegnamento (da 33 a 35-36) con il rischio di portare scrutini ed esami in luglio ed agosto.
Tornare in alto Andare in basso
royalstefano



Messaggi : 5803
Data d'iscrizione : 12.09.11

MessaggioTitolo: Re: I programmi per la scuola dei partiti   Sab Gen 06, 2018 3:52 pm

gugu ha scritto:
Orma il cdx è vicino al 40%.

L'incremento del bonus merito (se mai ci sarà) andrà di pari passo con un aumento del carico di lavoro, visto che l'idea di fondo è comunque tagliare docenti.
Le superiori a 4 anni porterebbero anche ad un maggior numero di settimane di insegnamento (da 33 a 35-36) con il rischio di portare scrutini ed esami in luglio ed agosto.
Non sarebbe male.
Tornare in alto Andare in basso
franco71



Messaggi : 1340
Data d'iscrizione : 14.11.14

MessaggioTitolo: Re: I programmi per la scuola dei partiti   Sab Gen 06, 2018 3:59 pm

Il cdx non ha al momento un leader ufficiale e devono ancora andare dal notaio:)
(p.s. gugu se puoi anagramma il titolo del topic in "i programmi dei partiti per la scuola": di primo acchito il titolo sembra richiamare le scuole dei partiti di togliattiana memoria).
Tornare in alto Andare in basso
elirpe



Messaggi : 504
Data d'iscrizione : 02.08.17

MessaggioTitolo: Re: I programmi per la scuola dei partiti   Sab Gen 06, 2018 8:12 pm

Forza Italia è una garanzia, nel senso che queste idee le porta avanti dalla sua fondazione e in tutte le sue varie ipostasi; per un docente a mio avviso è invotabile e onestamente penso che anche nelle passate legislature il voto dei docenti sia stato minimo; ovviamente un simile programma porterebbe a un probabile taglio verticale o, ancora più rischioso, a un cambiamento del nostro staus giuridico.

Il Partito Democratico è a, al contrario, il trionfo dell'ambiguità: dietro una maxi stabilizzazione si nascondeva l'unico vero passo nella direzione della chiamata diretta fatto dalla nascita della Repubblica in poi; per un docente è quindi a mio avviso un partito invotabile.

Il programma di 5 stelle è invece vago e ondivago ma coerentemente anti chiamata diretta, quindi a mio avviso per un docente può essere a mio avviso preso in considerazione.

Il programma della Lega di Salvini ripete il mantra degli ultimi venti anni e cioè consistente in una maggiore autonomie delle regioni in materia scolastica; ognuno farà le sue considerazioni ma per me la rinascita dell'Italia parte proprio da un'istruzione centralizzata e omogenea su tutto il territorio.

Il programma di Liberi e Uguali sembra accettabile ma è vago come quello di M5S e, stante la scarsa consistenza del partito, inattuabile.
Tornare in alto Andare in basso
Popocatepetl



Messaggi : 181
Data d'iscrizione : 04.11.17

MessaggioTitolo: Re: I programmi per la scuola dei partiti   Sab Gen 06, 2018 9:44 pm

Tutti burattini dello stesso burattinaio.
Come in ogni votazione ti fanno scegliere tra:
-acqua tiepida
-acqua non molto calda.
-acqua a temperatura ambiente dopo un ora sotto il sole.
-acqua molto calda lasciata raffreddare per 40 minuti.
È sempre curioso leggere delle vostre speranze di cambiamento. .
Io voterò berlu perché i suoi ricercatori del San Raffaele (oasi di purezza e trasparenza amministrativa ) hanno detto che vivremo fino a 125 anni..
Tornare in alto Andare in basso
Online
dubitoergosum



Messaggi : 1750
Data d'iscrizione : 04.09.10

MessaggioTitolo: Re: I programmi per la scuola dei partiti   Dom Gen 07, 2018 10:54 am

elirpe ha scritto:
Forza Italia è una garanzia, nel senso che queste idee le porta avanti dalla sua fondazione e in tutte le sue varie ipostasi; per un docente a mio avviso è invotabile e onestamente penso che anche nelle passate legislature il voto dei docenti sia stato minimo; ovviamente un simile programma porterebbe a un probabile taglio verticale o, ancora più rischioso, a un cambiamento del nostro staus giuridico.

Il Partito Democratico è a, al contrario, il trionfo dell'ambiguità: dietro una maxi stabilizzazione si nascondeva l'unico vero passo nella direzione della chiamata diretta fatto dalla nascita della Repubblica in poi; per un docente è quindi a mio avviso un partito invotabile.

Il programma di 5 stelle è invece vago e ondivago ma coerentemente anti chiamata diretta, quindi a mio avviso per un docente può essere a mio avviso preso in considerazione.

Il programma della Lega di Salvini ripete il mantra degli ultimi venti anni e cioè consistente in una maggiore autonomie delle regioni in materia scolastica; ognuno farà le sue considerazioni ma per me la rinascita dell'Italia parte proprio da un'istruzione centralizzata e omogenea su tutto il territorio.

Il programma di Liberi e Uguali sembra accettabile ma è vago come quello di M5S e, stante la scarsa consistenza del partito, inattuabile.
Condivido in pieno la tua lettura.
Tornare in alto Andare in basso
chicca70



Messaggi : 3084
Data d'iscrizione : 26.12.14

MessaggioTitolo: Re: I programmi per la scuola dei partiti   Dom Gen 07, 2018 11:04 am

Troverei giusto votare non in quanto docenti ma in quanto persone. Il programmi per la scuola sono una parte, trovo molto più importante valutare gli aspetti strategici ed economici nel loro complesso. Della chiamata diretta non m'importa assolutamente nulla: non solo favorevole ma non è il male assoluto. Mi fa molta più paura l'immobilismo.
Tornare in alto Andare in basso
eragon



Messaggi : 710
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioTitolo: Re: I programmi per la scuola dei partiti   Dom Gen 07, 2018 3:49 pm

L'idea della chiamate diretta era ed è sempre stato un pallino del cdx che, molto furbescamente, non ha mai attuato per non prendersi le legnate alle elezioni, ed effettivamente ancora adesso fatico a capire perchè il Partito Democratico, dopo essersi speso e straparlato sull'aberrante chiamata diretta (c'è una dichiarazione della Puglisi sulla sperimentazione della chiamata diretta in Lombardia che non lascia spzio a equivoci) l'abbia poi introdotta inimicandosi una parte del suo elettorato storico.
Ma, rotto l'argine, credo che il cdx al governo non potrà che portare a compimento la cosa, ovvero albi regionali, curriculum e contratti davvero triennali (nella migliore delle ipotesi), insomma una gestione privatistica della scuola; piaccia o non piaccia questo sarà.
Il Partito Democratico ha molto pasticciato: hanno il merito di avere comunque assunto (e come dicevano in tanti in epoca Gelmini si era verificato l'esatto opposto), di avere comunque elargito i 500 euro, di avere messo gli 80 euro in busta paga (che piaccia o non piaccia mitigano lo stipendio dei docenti fermi al primo gradone) ma hanno, come già detto, sdoganato la chiamata diretta che obiettivamente non piace e non può piacere (nel paese delle raccomandazioni non funziona fintanto che non sia accompagnata da un esame obiettivo dei risultati della scuola: ovvero tu DS chiami chi vuoi ma se la "scuola" peggiora tu vai a casa, non trasferimento, vai a casa, licenziato).
Il programma di Liberi e Uguali è inutile giudicarlo, non hanno i numeri nè per governare, nè per condizionare un eventuale governo di coalizione.
Resta il M5S sembra quella più in linea con l'umore dei docenti.
Finirà però che molti, come il marito che per far dispetto alla moglie si evira, voteranno cdx e lì, chi non ricorda i tagli della Gelmini, li rivivrà in versione potenziata.
Tornare in alto Andare in basso
gugu

avatar

Messaggi : 31308
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioTitolo: Re: I programmi per la scuola dei partiti   Dom Gen 07, 2018 4:06 pm

Quello che più fa temere è che la nuova stagione di tagli potrebbe rivelarsi molto più pesante e colpire non solo chi non riuscirà più ad entrare in ruolo ma anche i docenti già assunti che sarebbero sottoposti a mobilità obbligata.
D'altra parte nel giro di pochi mesi (anche nella prossima estate) potrebbe tagliare l'intero organico di potenziamento e poi procedere nel tempo con le superiori a 4 anni o qualsiasi altro sotterfugio per aumentare il carico di lavoro dei docenti in servizio (ovviamente ricordo a qualche collega di dimenticarsi un aumento di stipendio per questo aggravio di lavoro) e quindi avere sempre meno bisogno di personale.
Se l'era Gelmini era a tinte fosche, l'era futura (Aprea? Pittoni?) per la scuola avrà un po' l'aria di una notte fredda e tempestosa. Ma d'altra parte non potremo farci nulla, l'unico obbiettivo sarà cercare di salvarci per i prossimi 5 anni.
Tornare in alto Andare in basso
condor2000



Messaggi : 1038
Data d'iscrizione : 15.10.12

MessaggioTitolo: Re: I programmi per la scuola dei partiti   Dom Gen 07, 2018 4:39 pm

gugu ha scritto:
Quello che più fa temere è che la nuova stagione di tagli potrebbe rivelarsi molto più pesante e colpire non solo chi non riuscirà più ad entrare in ruolo ma anche i docenti già assunti che sarebbero sottoposti a  mobilità obbligata.
D'altra parte nel giro di pochi mesi (anche nella prossima estate) potrebbe tagliare l'intero organico di potenziamento e poi procedere nel tempo con le superiori a 4 anni o qualsiasi altro sotterfugio per aumentare il carico di lavoro dei docenti in servizio (ovviamente ricordo a qualche collega di dimenticarsi un aumento di stipendio per questo aggravio di lavoro) e quindi avere sempre meno bisogno di personale.
Se l'era Gelmini era a tinte fosche, l'era futura (Aprea? Pittoni?) per la scuola avrà un po' l'aria di una notte fredda e tempestosa. Ma d'altra parte non potremo farci nulla, l'unico obbiettivo sarà cercare di salvarci per i prossimi 5 anni.
Da soli non riusciremo mai a salvarci. I sindacati sono inconsistenti e i poteri forti di una Europa, che vira tutta a destra, non ci portera nulla di buono per i prossimi 5 anni. Qual'è il male minore in questa situzione? Tanto vale tentare, anche se è una scommessa che solo il futuro ci dira se è vincente, con forze nuove non legate ad una meritocrazia politica che ha fatto della scuola, in questi ultimi venti anni, carne da macello per docenti, studenti e famiglie.
Tornare in alto Andare in basso
gugu

avatar

Messaggi : 31308
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioTitolo: Re: I programmi per la scuola dei partiti   Dom Gen 07, 2018 4:42 pm

condor2000 ha scritto:
gugu ha scritto:
Quello che più fa temere è che la nuova stagione di tagli potrebbe rivelarsi molto più pesante e colpire non solo chi non riuscirà più ad entrare in ruolo ma anche i docenti già assunti che sarebbero sottoposti a  mobilità obbligata.
D'altra parte nel giro di pochi mesi (anche nella prossima estate) potrebbe tagliare l'intero organico di potenziamento e poi procedere nel tempo con le superiori a 4 anni o qualsiasi altro sotterfugio per aumentare il carico di lavoro dei docenti in servizio (ovviamente ricordo a qualche collega di dimenticarsi un aumento di stipendio per questo aggravio di lavoro) e quindi avere sempre meno bisogno di personale.
Se l'era Gelmini era a tinte fosche, l'era futura (Aprea? Pittoni?) per la scuola avrà un po' l'aria di una notte fredda e tempestosa. Ma d'altra parte non potremo farci nulla, l'unico obbiettivo sarà cercare di salvarci per i prossimi 5 anni.
Da soli non riusciremo mai a salvarci. I sindacati sono inconsistenti e i poteri forti di una Europa, che vira tutta a destra, non ci portera nulla di buono per i prossimi 5 anni. Qual'è il male minore in questa situzione? Tanto vale tentare, anche se è una scommessa che solo il futuro ci dira se è vincente,  con forze nuove non legate ad una meritocrazia politica che ha fatto della scuola, in questi ultimi venti anni, carne da macello per docenti, studenti e famiglie.

Io non ne vedo. Mi piacerebbe votare per la Bonino ma solo se fosse in coalizione col PD.
Effettivamente, come detto da altri, bisogna anche guardare fuori dalla scuola; con qualcuno c'è il rischio di trovarsi in bancarotta nel giro di pochi mesi e vanificare 10 anni di sacrifici economici.
Tornare in alto Andare in basso
chicca70



Messaggi : 3084
Data d'iscrizione : 26.12.14

MessaggioTitolo: Re: I programmi per la scuola dei partiti   Dom Gen 07, 2018 6:25 pm

gugu ha scritto:

Io non ne vedo. Mi piacerebbe votare per la Bonino ma solo se fosse in coalizione col PD.
Effettivamente, come detto da altri, bisogna anche guardare fuori dalla scuola; con qualcuno c'è il rischio di trovarsi in bancarotta nel giro di pochi mesi e vanificare 10 anni di sacrifici economici.
Concordo pienamente su tutto, anche sulla Bonino, e aggiungo che il rischio della bancarotta ci farebbe sembrare ininfluente la cancellazione, o meno, della 107.
Tornare in alto Andare in basso
gugu

avatar

Messaggi : 31308
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioTitolo: Re: I programmi per la scuola dei partiti   Dom Gen 07, 2018 7:20 pm

http://www.repubblica.it/politica/2018/01/07/news/vertice_arcore_berlusconi_salvini_meloni_centrodestra_simbolo_forza_italia-185992624/?ref=RHPPLF-BH-I0-C8-P1-S1.8-T1


Qui i punti principali decisi.
Ovviamente per la scuola non c'è nulla, in sintonia con i governi passati.

Potremmo diventare un grande serbatoio dal quale attingere per l'abolizione della Fornero e la flat tax.
Tornare in alto Andare in basso
arrubiu
Moderatore
Moderatore
avatar

Messaggi : 11239
Data d'iscrizione : 24.10.14
Località : Casteddu70

MessaggioTitolo: Re: I programmi per la scuola dei partiti   Dom Gen 07, 2018 7:31 pm

chicca70 ha scritto:
gugu ha scritto:

Io non ne vedo. Mi piacerebbe votare per la Bonino ma solo se fosse in coalizione col PD.
Effettivamente, come detto da altri, bisogna anche guardare fuori dalla scuola; con qualcuno c'è il rischio di trovarsi in bancarotta nel giro di pochi mesi e vanificare 10 anni di sacrifici economici.
Concordo pienamente su tutto, anche sulla Bonino, e aggiungo che il rischio della bancarotta ci farebbe sembrare ininfluente la cancellazione, o meno, della 107.
Non ho mai letto niente: cosa ne pensa Bonino della scuola o di quello che si dovrebbe fare per la scuola (o della scuola)?
Tornare in alto Andare in basso
Online
gugu

avatar

Messaggi : 31308
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioTitolo: Re: I programmi per la scuola dei partiti   Dom Gen 07, 2018 7:37 pm

arrubiu ha scritto:
chicca70 ha scritto:
gugu ha scritto:

Io non ne vedo. Mi piacerebbe votare per la Bonino ma solo se fosse in coalizione col PD.
Effettivamente, come detto da altri, bisogna anche guardare fuori dalla scuola; con qualcuno c'è il rischio di trovarsi in bancarotta nel giro di pochi mesi e vanificare 10 anni di sacrifici economici.
Concordo pienamente su tutto, anche sulla Bonino, e aggiungo che il rischio della bancarotta ci farebbe sembrare ininfluente la cancellazione, o meno, della 107.
Non ho mai letto niente: cosa ne pensa Bonino della scuola o di quello che si dovrebbe fare per la scuola (o della scuola)?

Sulla scuola non c'è (o almeno non ho ancora letto) un programma specifico. In caso sarebbe in sintonie con idee di csx che poco hanno a che fare con i tagli del cdx. Già questo non è poco.
Tornare in alto Andare in basso
oizan



Messaggi : 53
Data d'iscrizione : 20.04.15

MessaggioTitolo: Re: I programmi per la scuola dei partiti   Dom Gen 07, 2018 8:18 pm

Tornare in alto Andare in basso
elirpe



Messaggi : 504
Data d'iscrizione : 02.08.17

MessaggioTitolo: Re: I programmi per la scuola dei partiti   Dom Gen 07, 2018 9:11 pm

Con il nostro voto possiamo neutralizzare sia centrodestra che centrosinistra invece che prepararci a uno scenario da Finale di partita.
Tornare in alto Andare in basso
defraz



Messaggi : 668
Data d'iscrizione : 11.04.13

MessaggioTitolo: Re: I programmi per la scuola dei partiti   Dom Gen 07, 2018 10:51 pm

elirpe ha scritto:
Con il nostro voto possiamo neutralizzare sia centrodestra che centrosinistra invece che prepararci a uno scenario da Finale di partita.

Selezione seguendo il principio "peggio di così..."... ottima idea.
Tornare in alto Andare in basso
Filosofo80

avatar

Messaggi : 1058
Data d'iscrizione : 11.02.13
Località : TRINACRIA

MessaggioTitolo: Re: I programmi per la scuola dei partiti   Lun Gen 08, 2018 11:27 am

Io invece la penso esattamente come Elirpe (Peccato per Liberi e uguali ma non sarà un partito decisivo)... Errare è umano, perseverare è diabolico.
Tornare in alto Andare in basso
arrubiu
Moderatore
Moderatore
avatar

Messaggi : 11239
Data d'iscrizione : 24.10.14
Località : Casteddu70

MessaggioTitolo: Re: I programmi per la scuola dei partiti   Lun Gen 08, 2018 12:07 pm

Filosofo80 ha scritto:
Io invece la penso esattamente come Elirpe (Peccato per Liberi e uguali ma non sarà un partito decisivo)... Errare è umano, perseverare è diabolico.
Se ho ben compreso cosa intendente.. non ce la posso fare.
Tornare in alto Andare in basso
Online
paniscus_2.1



Messaggi : 221
Data d'iscrizione : 31.10.17

MessaggioTitolo: Re: I programmi per la scuola dei partiti   Lun Gen 08, 2018 2:52 pm

Popocatepetl ha scritto:
Io voterò berlu perché i  suoi ricercatori del San Raffaele  (oasi di purezza e trasparenza amministrativa ) hanno detto che vivremo fino a 125 anni..

Un paio d'anni fa ti eri distinto per una volgarissima esternazione di cattivo gusto contro una signora che aveva raggiunto i 117 e che era rimasta l'ultima nativa del secolo del 1800, sbraitando che "era una vergogna che lo stato le pagasse la pensione da mezzo secolo", e che avrebbe dovuto schiattare molto prima.

Adesso hai cambiato idea?

Oppure stai prendendo in considerazione l'attrattiva di vivere fino a 125 anni, però continuando a lavorare fino ai 110?
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 20584
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: I programmi per la scuola dei partiti   Lun Gen 08, 2018 3:19 pm

paniscus_2.1 ha scritto:
Popocatepetl ha scritto:
Io voterò berlu perché i  suoi ricercatori del San Raffaele  (oasi di purezza e trasparenza amministrativa ) hanno detto che vivremo fino a 125 anni..

Un paio d'anni fa ti eri distinto per una volgarissima esternazione di cattivo gusto contro una signora che aveva raggiunto i 117 e che era rimasta l'ultima nativa del secolo del 1800, sbraitando che "era una vergogna che lo stato le pagasse la pensione da mezzo secolo", e che avrebbe dovuto schiattare molto prima.

Adesso hai cambiato idea?

Oppure stai prendendo in considerazione l'attrattiva di vivere fino a 125 anni, però continuando a lavorare fino ai 110?
Se continua a fare l'insegnante, se videoregistra le proprie lezioni, se le mette su youtube, può vivere fino a 125 anni e lavorare fino a 200.

Ovviamente Berlusconi può fare lo stesso: ad ogni turno elettorale rimandano in onda le stesse dichiarazioni (meno tasse, più pensioni, più lavoro ...) che sono degli evergreen e lo mettono capolista; tanto ad essere incandidabile c'ha fatto il callo.
Tornare in alto Andare in basso
 
I programmi per la scuola dei partiti
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 4Vai alla pagina : 1, 2, 3, 4  Seguente
 Argomenti simili
-
» Religione nella scuola materna
» lettera scuola materna
» Giudizio sulla scuola...
» SEM-Scuola Estetica Moderna (To)
» Fa cantare "Faccetta Nera" e "Giovinezza" a SCUOLA

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: