Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
» documenti prima supplenza
Oggi alle 12:01 pm Da arrubiu

» Ricorso domanda di mobilità
Oggi alle 11:50 am Da arrubiu

» Concorso Lazio
Oggi alle 11:48 am Da Chiara46

» HO OTTENUTO DECRETO RICOSTRUZ CARRIERA....
Oggi alle 11:40 am Da Venturini

» graduatoria interna e trasferimento
Oggi alle 11:36 am Da sasque

» Ancora niente arretrati
Oggi alle 11:15 am Da uccia16

» Nuovo ministro
Oggi alle 10:46 am Da sempreconfusa1

» Arretrati sbagliati???
Oggi alle 10:45 am Da royalstefano

» REQUISITO accesso Classe di Concorso
Oggi alle 10:45 am Da marcanto

Link sponsorizzati
Condividi | 
 

 Contratto: potrebbe peggiorare nella parte normativa

Andare in basso 
Vai alla pagina : Precedente  1 ... 6 ... 9, 10, 11 ... 16 ... 23  Seguente
AutoreMessaggio
lallaorizzonte
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 23819
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioTitolo: Contratto: potrebbe peggiorare nella parte normativa   Gio Gen 11, 2018 7:19 pm

Promemoria primo messaggio :

https://www.orizzontescuola.it/incontro-aumenti-stipendiali-contratto-nessuna-risorsa-piu-presentata-ai-sindacati-snals-non-ce-chiarezza-nel-testo-presentato/
Torna in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
Little Big Horn



Messaggi : 23
Data d'iscrizione : 20.01.18

MessaggioTitolo: Re: Contratto: potrebbe peggiorare nella parte normativa   Lun Gen 22, 2018 8:59 pm

In effetti non se ne può più di vedere tre insegnanti contemporaneamente presenti in classe a far lezione. Come qui quo qua, in tre dicono una frase ,un pezzo a testa .
Ne basterebbe uno no? Come nei Paesi civili.
Invece di prendertela con la scuola, dove FISICAMENTE non può esserci personale in servizio eccedente, vai sul sito di una qualsiasi Città Metropolitana di Italia.
Esatto,le vecchie provincie. .quegli enti che "non hanno i soldi per sistemare le strade,fare manutenzione a nulla,al verde,alle caditoie stradali"
"Non abbiamo più soldi". Abbiamo 2 o 3 cantonieri per 300 km di strade..
... (però guarda le elenco dei DIRIGENTI, ce ne sono decine).
Se parliamo di sprechi e di scandali,guardati attorno,prima di puntare il dito sulla scuola
Torna in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 5924
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioTitolo: Re: Contratto: potrebbe peggiorare nella parte normativa   Lun Gen 22, 2018 9:22 pm

paniscus_2.1 ha scritto:


Quindi secondo te il problema è che gli insegnanti sono TROPPI rispetto al fabbisogno effettivo.

Ti chiederei quindi di argomentare su quali categorie di insegnanti sarebbero "in più" e quindi non necessari, e in che modo si potrebbe fare a ridurre questa sproporzione.

Per ridurre il numero di insegnanti, a parità di numero di potenziali alunni, le uniche possibilità sono quelle di

a) aumentare il numero di alunni per classe;

oppure

b) aumentare il numero di ore di lezione frontale per l'insegnante, in maniera che segua più classi.

Visto che tieni a precisare che "queste cose succedono solo in Italia", mentre in altri paesi (presumibilmente più avanzati e più civili) invece non succedono, ti chiederei di specificare in quali paesi più avanzati e più civili si faccia così.

In Francia 35 alunni per classe non è un'eccezione, e non da oggi.

Che a dividere la torta in più fette le fette sono più piccole è cosa di cui non dovremmo stare nemmeno a discutere. C'è differenza tra constatarlo e auspicarlo.
Torna in alto Andare in basso
Titti76



Messaggi : 576
Data d'iscrizione : 22.08.10

MessaggioTitolo: Re: Contratto: potrebbe peggiorare nella parte normativa   Lun Gen 22, 2018 9:28 pm

paniscus_2.1 ha scritto:
melanie ha scritto:
Sarò impopolare o scontata, ma fin quando ci sarà un così alto numero di insegnanti (fenomeno tipicamente italiano), non ci sarà mai, mai, un aumento significativo degli stipendi per la categoria.

Quindi secondo te il problema è che gli insegnanti sono TROPPI rispetto al fabbisogno effettivo.

Ti chiederei quindi di argomentare su quali categorie di insegnanti sarebbero "in più" e quindi non necessari, e in che modo si potrebbe fare a ridurre questa sproporzione.

Per ridurre il numero di insegnanti, a parità di numero di potenziali alunni, le uniche possibilità sono quelle di

a) aumentare il numero di alunni per classe;

oppure

b) aumentare il numero di ore di lezione frontale per l'insegnante, in maniera che segua più classi.

Visto che tieni a precisare che "queste cose succedono solo in Italia", mentre in altri paesi (presumibilmente più avanzati e più civili) invece non succedono, ti chiederei di specificare in quali paesi più avanzati e più civili si faccia così.


Io non credo che gli insegnanti siano troppi, anzi, il numero di alunni per classe andrebbe drasticamente diminuito quindi...
però un paio di idee concrete per ridurre il numero di insegnati le ho:
1) togliere quelli di religione cattolica
2) far fare più ore a quelli di scienze motorie (a parità di stipendio, visto che non hanno verifiche da preparare o correggere, non mi pare terribile)
Torna in alto Andare in basso
paniscus_2.1



Messaggi : 700
Data d'iscrizione : 31.10.17

MessaggioTitolo: Re: Contratto: potrebbe peggiorare nella parte normativa   Lun Gen 22, 2018 9:47 pm

Sull'eventualità di "togliere quelli di religione cattolica" con me si sfonda una porta aperta grossa quanto l'arco di trionfo di Parigi, visto che non li considero nemmeno insegnanti veri, essendo abilitati, selezionati e nominati da un ente esterno del tutto estraneo all'amministrazione statale e ad altissimo tasso di raccomandazioni personali e clientelismo. Ma quanti sono rispetto al totale?

Per quanto rigurda quelli di scienze motorie, non è poi così vero che "non abbiano verifiche da correggere", visto che la loro programmazione prevede ufficialmente anche una parte significativa di contenuti teorici, e che questa non è un'invenzione improvvisata recente, ma esiste da almeno 20 anni.

E comunque, attualmente le verifiche da preparare e da correggere le hanno TUTTI, compresi quelli che insegnano materie che una volta erano considerate "solo orali". Mica parlo solo di scienze motorie, eh... vanno bene anche storia dell'arte, filosofia, o fisica al biennio inferiore del liceo.

Come cavolo si farebbe ad assegnare un numero decente di valutazioni a quadrimestre a tutti, avendo solo due ore a settimana, se non si facessero compiti scritti?

I compiti scritti li fanno tutti, in tutte le materie, ce ne vogliamo fare una ragione?
Torna in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 5924
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioTitolo: Re: Contratto: potrebbe peggiorare nella parte normativa   Lun Gen 22, 2018 10:11 pm

paniscus_2.1 ha scritto:

Come cavolo si farebbe ad assegnare un numero decente di valutazioni a quadrimestre a tutti, avendo solo due ore a settimana, se non si facessero compiti scritti?

I compiti scritti li fanno tutti, in tutte le materie, ce ne vogliamo fare una ragione?

Da me sento qualche volta qualche collega di storia e filosofia dire "ho dovuto far fare un compito scritto, non c'era tempo per le interrogazioni". Ne deduco che di solito il/la collega che lo dice interroga solamente.
Torna in alto Andare in basso
paniscus_2.1



Messaggi : 700
Data d'iscrizione : 31.10.17

MessaggioTitolo: Re: Contratto: potrebbe peggiorare nella parte normativa   Lun Gen 22, 2018 10:42 pm

Scusate se mi ripeto, ma veramente non mi capacito di come sia possibile che qualcuno veda i compiti scritti come una iattura e PREFERISCA interrogare.

Per me l'interrogazione è un incubo, peggio che per gli alunni.

Le faccio solo perché purtroppo sono obbligata, ma preferirei di gran lunga fare tutto scritto, anche a costo di dover preparare e correggere il doppio di compiti.

Non metto bocca sui criteri di valutazione di materie molto lontane dalle mie (in cui è veramente possibile che la verifica scritta e orale valutino due competenze molto diverse).

Ma per quanto riguarda la matematica, l'interrogazione orale la trovo esclusivamente un doppione inutile e frustrante degli stessi esercizi che potrebbero tranquillamente essere richiesti su un foglio scritto, e per di più in condizioni psicologiche più confacenti.

In matematica, la stragrande maggioranza dei contenuti di un'interrogazione orale consiste nel rifare alla lavagna gli stessi identici esercizi che si farebbero in un compito.

Con la differenza che almeno, durante il compito, sono TUTTI concentrati sul compito, e ognuno lavora per conto suo, mentre all'interrogazione c'è un unico povero disgraziato che scrive alla lavagna voltando le spalle agli altri 25 che nel frattempo ridono, schiamazzano, parlano di altro, lo prendono in giro se sbaglia, o nel migliore dei casi cercano di suggerirgli, ma quasi sempre sbagliato. E dovendo interrogarli tutti, partono decine di ore come niente.

Dove stia il vantaggio (sia per lo studente che per l'insegnante) proprio non lo capisco.
Torna in alto Andare in basso
Procopio



Messaggi : 1261
Data d'iscrizione : 28.12.13
Località : Bari: la città più grande del Piemonte

MessaggioTitolo: Re: Contratto: potrebbe peggiorare nella parte normativa   Lun Gen 22, 2018 10:58 pm

paniscus_2.1 ha scritto:
Scusate se mi ripeto, ma veramente non mi capacito di come sia possibile che qualcuno veda i compiti scritti come una iattura e PREFERISCA interrogare.

Per me l'interrogazione è un incubo, peggio che per gli alunni.

Le faccio solo perché purtroppo sono obbligata, ma preferirei di gran lunga fare tutto scritto, anche a costo di dover preparare e correggere il doppio di compiti.

Non metto bocca sui criteri di valutazione di materie molto lontane dalle mie (in cui è veramente possibile che la verifica scritta e orale valutino due competenze molto diverse).

Ma per quanto riguarda la matematica, l'interrogazione orale la trovo esclusivamente un doppione inutile e frustrante degli stessi esercizi che potrebbero tranquillamente essere richiesti su un foglio scritto, e per di più in condizioni psicologiche più confacenti.

In matematica, la stragrande maggioranza dei contenuti di un'interrogazione orale consiste nel rifare alla lavagna gli stessi identici esercizi che si farebbero in un compito.

Con la differenza che almeno, durante il compito, sono TUTTI concentrati sul compito, e ognuno lavora per conto suo, mentre all'interrogazione c'è un unico povero disgraziato che scrive alla lavagna voltando le spalle agli altri 25 che nel frattempo ridono, schiamazzano, parlano di altro, lo prendono in giro se sbaglia, o nel migliore dei casi cercano di suggerirgli, ma quasi sempre sbagliato. E dovendo interrogarli tutti, partono decine di ore come niente.

Dove stia il vantaggio (sia per lo studente che per l'insegnante) proprio non lo capisco.
Condivido in pieno ed aggiungo che da un compito scritto di matematica in cui, come solitamente chiedo ai mie alunni, vengano motivati i passaggi necessari per giungere alla soluzione si evince MOLTO sulla logica e la competenza o incompetenza del suo autore. Aggiungo solo che un compito scritto di matematica è una istantanea reale e sinottica di tutti i progressi o regressi o stati "di stallo" dei discenti e che, last but not least, "verba volant, sed scripta manent". Detto questo colgo la palla al balzo e riporto il link ad una articolo fresco fresco di Orizzontescuola su quello che si può fare (e qualcuno comincia a fare) in questo tempo così breve che ci separa dal 4 marzo: https://www.orizzontescuola.it/nastrini-rossi-al-presidente-emiliano-riprendere-lotta-la-buona-scuola/
Torna in alto Andare in basso
Little Big Horn



Messaggi : 23
Data d'iscrizione : 20.01.18

MessaggioTitolo: Re: Contratto: potrebbe peggiorare nella parte normativa   Lun Gen 22, 2018 11:13 pm

Dove trovate il tempo di fare tutte queste interrogazioni scritte? Come dilatate lo spazio-tempo?
Io vado giù di scritti. L orale se mi viene richiesto,in particolare i dsa, ma è un' incredibile perdita di tempo
Torna in alto Andare in basso
Procopio



Messaggi : 1261
Data d'iscrizione : 28.12.13
Località : Bari: la città più grande del Piemonte

MessaggioTitolo: Re: Contratto: potrebbe peggiorare nella parte normativa   Mar Gen 23, 2018 12:18 am

Little Big Horn ha scritto:
Dove trovate il tempo di fare tutte queste interrogazioni scritte?  Come dilatate lo spazio-tempo?
Io vado giù di scritti. L orale se mi viene richiesto,in particolare i dsa, ma è un' incredibile perdita di tempo
Non si tratta di interrogazioni scritte, nel mio caso, ma di normali compiti in classe nei quali chiedo di giustificare la risoluzione dell’esercizio e, ad esempio, citare le proprietà applicate per svolgere i vari passaggi necessari: ma tutto per iscritto. Ne vengono fuori dei testi argomentativi di grande interesse.
Torna in alto Andare in basso
herman il lattoniere



Messaggi : 293
Data d'iscrizione : 15.11.17

MessaggioTitolo: Re: Contratto: potrebbe peggiorare nella parte normativa   Mar Gen 23, 2018 6:31 am

Rigetto totalmente l'idea che si possa parlare di aumenti stipendiali a pioggia quando abbiamo un contratto fermo da 10 anni, durante i quali l'aumento del costo della vita ci ha fatto perdere qualcosa come 200 euro al mese: in pratica 10 anni fa lo stesso insegnante, col suo stipendio, aveva 2400 euro in più da spendere, con i quali finanziarsi una vacanza, ad esempio. Forse gli insegnanti di 10 anni fa erano più meritevoli di noi?

Rigetto totalmente l'idea insita nella buona scuola e ancora pervicacemente sostenuta da Gugu che ci siano insegnanti meritevoli di serie A e insegnanti meno meritevoli di serie B, e che i primi debbano guadagnare e comandare più dei secondi. Non so quanti colleghi ho conosciuto, forse un centinaio, ma in diversi anni di scuola media mi sono capitati solo due colleghi "meno meritevoli": un insegnante di musica proveniente da una carriera concertistica, che considerava la scuola una specie di meritata pensione e cercava di lavorare il meno possibile; un'insegnante di italiano precaria e di terza fascia che palesemente non riusciva a gestire le sue classi. Tutti gli altri colleghi che ho conosciuto hanno sempre lavorato e si sono sempre guadagnati la pagnotta con una professionalità dal sufficiente all'eccellente.

Ma al di là delle statistiche personali, che lasciano il tempo che trovano, basta vedere quello che il contratto ci chiede di fare e che è in continuo aumento, grazie alla proliferazione burocratica della scuola, sostenuta anche da quelli che parlano di merito. Le ricerche sul tema sono numerose: c'è questa tabella pubblicata qualche anno fa dal Corriere della Sera, che parla di 1759 ore annue e la nota ricerca della provincia di Bolzano https://www.orizzontescuola.it/quanto-ammonta-lavoro-sommerso-dei-docenti-1643-ore-annue/, che si ferma a "sole"1643 ore annue; siamo rispettivamente a 37 e 34 ore settimanali, calcolati sulla base di 48 settimane lavorative.

Per quel che mi riguarda (scuola superiore di primo grado) ogni anno lavoro, in media: 18 ore frontali settimanali, per circa 600 ore annue + circa 70/80 ore annue delle famose 40+40 di riunioni, collegi consigli e simili + 10 ore annue di scrutini + 60 ore annue per l'esame finale (compresa tabulazione invalsi) + 30 ore annue di colloqui individuali + 2 ore al giorno (400 all'anno) tra preparazione delle lezioni, correzione degli elaborati, tenuta dei registri cartacei o elettronici + 20 ore annue di formazione + 10 ore annue di uscite didattiche + ca 1 ora al giorno (200 all'anno) per: autoaggiornamento, impegni di inizio anno, risoluzione problemi scolastici di varia natura, lettura circolari e ordini del giorno, preparazione ai collegi, telefonate, ricerche, preparazione di materiale grafico per la scuola ecc. ecc.), cui aggiungere le ore spese per la compilazione dell'orario (ca 80) e quelle per la gestione del laboratorio informatico (ca 20), quelle di verbalizzazione (ca 10), pagate con il FIS per una cifra irrisoria di poche decine di euro al mese, più le ore spese a titolo gratuito nel consiglio d'istituto e come membro di varie commissioni, per un totale di ca 1550 ore/annue, corrispondenti a circa 32 ore a settimana. I miei colleghi che hanno meno classi di me di solito compensano con altre attività aggiuntive (coordinamento, preparazione uscite, riunioni ecc.). Tutto ciò per quei circa 1500 euro netti al mese, cioè per circa 10 euro netti l'ora: quanto una colf.

Insomma lavoriamo per un numero di ore almeno pari a quelle di qualsiasi altro dipendente pubblico, con una responsabilità enorme, con uno stress altissimo e statistiche del burn-out superiori a quelle di qualsiasi altra categoria professionale, esclusa quella degli infermieri. A fronte di tutto ciò, prima di fare il vecchio giochetto del divide et impera tra l'insegnante "buono" e il fantomatico insegnante "cattivo" occorre riconoscere il giusto all'insegnante medio, che è oggi sottopagato e oberato di impegni e responsabilità.

Inoltre lo stipendio, per qualsiasi professione, non è legato solo al numero di ore di lavoro effettivo, ma anche all'importanza che socialmente viene attribuita a quella professione. Ad esempio i magistrati, i politici o i professori universitari, sempre parte della p.a., hanno stipendi multipli rispetto al nostro, perché il loro lavoro è considerato estremamente importante; anche le forze dell'ordine, che pure contano tantissimi dipendenti come il comparto scuola, guadagnano più di noi. Gli impiegati ministeriali o degli enti locali, con un carico di lavoro e di stress di gran lunga inferiore al nostro, guadagnano più o meno quanto noi a parità di titolo di studio. Perché si deve considerare l'insegnamento così poco importante da consentire stipendi così bassi come il nostro?
Torna in alto Andare in basso
arrubiu
Moderatore
Moderatore
avatar

Messaggi : 13923
Data d'iscrizione : 24.10.14
Località : Casteddu70

MessaggioTitolo: Re: Contratto: potrebbe peggiorare nella parte normativa   Mar Gen 23, 2018 7:36 am

Pienamente d'accordo con herman.
Come minimo si adegua lo stipendio dopo anni e anni di blocco e poi si può discutere del resto.
Quello che sta succedendo invece è che stanno proponendo aumenti irrisori in più con aggiunta di altre attività obbligatorie. Inaccettabile, per me.
Come trovo inaccettabile che si creino docenti di serie a e serie b, per non parlare della funzione di sceriffi per controllare gli altri docenti.
Il lavoro in più, per chi vuole guadagnare, si può già fare. Si vuole fare carriera? Ci sono i collaboratori dei ds e ovviamente i concorsi per i ds. Non basta tutto questo? Abbiamo proprio bisogno dei gradi per dire chi è più in alto e chi è più in basso?
Torna in alto Andare in basso
Online
Procopio



Messaggi : 1261
Data d'iscrizione : 28.12.13
Località : Bari: la città più grande del Piemonte

MessaggioTitolo: Re: Contratto: potrebbe peggiorare nella parte normativa   Mar Gen 23, 2018 7:44 am

L'intervento di herman il lattoniere, che condivido in pieno perchè narra una realtà a tutti nota ma per "masochismo" celata (in primis da chi ci governa) mi offre l'occasione per fare una proposta provocatoria: chiediamo all'Aran di lasciare lo stipendio inalterato e di provvedere a pagare tutte le ore che realmente impieghiamo, abolendo una volta per tutte le 40+40 in primis!
Torna in alto Andare in basso
tatabiss



Messaggi : 226
Data d'iscrizione : 03.01.11

MessaggioTitolo: Re: Contratto: potrebbe peggiorare nella parte normativa   Mar Gen 23, 2018 1:35 pm

Si sa qualcosa sui tempi? Ormai è certo lo slittamento del rinnovo alla prossima legislatura?
Torna in alto Andare in basso
paniscus_2.1



Messaggi : 700
Data d'iscrizione : 31.10.17

MessaggioTitolo: Re: Contratto: potrebbe peggiorare nella parte normativa   Mar Gen 23, 2018 2:30 pm

Procopio ha scritto:
articolo fresco fresco di Orizzontescuola su quello che si può fare (e qualcuno comincia a fare) in questo tempo così breve che ci separa dal 4 marzo: https://www.orizzontescuola.it/nastrini-rossi-al-presidente-emiliano-riprendere-lotta-la-buona-scuola/

Va bene che pur di sperare che qualche politico serio si smuova per abolire o modificare la riforma, ma i Nastrini Rossi sono veramente insostenibili. Piuttosto che andare a manifestare insieme a loro e con le argomentazioni che portano loro, viene quasi voglia di tenersela così...  : - (


Ultima modifica di paniscus_2.1 il Mar Gen 23, 2018 2:41 pm, modificato 1 volta
Torna in alto Andare in basso
lallaorizzonte
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 23819
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioTitolo: Re: Contratto: potrebbe peggiorare nella parte normativa   Mar Gen 23, 2018 2:30 pm

tatabiss ha scritto:
Si sa qualcosa sui tempi? Ormai è certo lo slittamento del rinnovo alla prossima legislatura?

no, non è certo. Ma al momento i sindacati non sono convocati perchè in corso di riscrittura l'atto di indirizzo


viene spiegato qui

https://www.orizzontescuola.it/contratto-tempi-si-allungano-orario-servizio-nuovi-impegni-docenti-assenze-permessi-sanzioni-disciplinari-punto-la-trattativa/
Torna in alto Andare in basso
Procopio



Messaggi : 1261
Data d'iscrizione : 28.12.13
Località : Bari: la città più grande del Piemonte

MessaggioTitolo: Re: Contratto: potrebbe peggiorare nella parte normativa   Mar Gen 23, 2018 3:26 pm

paniscus_2.1 ha scritto:
Procopio ha scritto:
articolo fresco fresco di Orizzontescuola su quello che si può fare (e qualcuno comincia a fare) in questo tempo così breve che ci separa dal 4 marzo: https://www.orizzontescuola.it/nastrini-rossi-al-presidente-emiliano-riprendere-lotta-la-buona-scuola/

Va bene che pur di sperare che qualche politico serio si smuova per abolire o modificare la riforma, ma i Nastrini Rossi sono veramente insostenibili. Piuttosto che andare a manifestare insieme a loro e con le argomentazioni che portano loro, viene quasi voglia di tenersela così...  : - (
A scanso di equivoci, chiarisco che non conosco ne’ Nastrini Rossi ne’ Emiliano (che ai tempi della buona scuola fu tra i pochi a ritenerla piuttosto una “bona sola”). Ho solo voluto riferire quanto ho letto nelle news che Orizzontescuola pubblica. Quanto all’efficacia o meno di ogni possibile azione da concordare, molto dipende dalla condivisione e dal numero degli aderenti.
Torna in alto Andare in basso
herman il lattoniere



Messaggi : 293
Data d'iscrizione : 15.11.17

MessaggioTitolo: Re: Contratto: potrebbe peggiorare nella parte normativa   Mer Gen 24, 2018 3:30 pm

http://professoressamilani.it/2018/01/24/insegnanti-ribellatevi-contiene-motivazioni-e-istruzioni/

Anche la professoressa Milani si ribella! Un articolo convincente e scritto benissimo dall'autrice di "L'arte di insegnare" e "Maleducati o educati male" contro il nuovo contratto capestro.
Torna in alto Andare in basso
chicca70



Messaggi : 3217
Data d'iscrizione : 26.12.14

MessaggioTitolo: Re: Contratto: potrebbe peggiorare nella parte normativa   Mer Gen 24, 2018 3:57 pm

In realtà ciò che scrive la Milani, non mi sembra un atto di ribellione, ma un atto di buon senso, che gli insegnanti non missionari praticano da una vita. Non sprecare energie e non fare lavoro inutile è, o dovrebbe essere, assolutamente normale.
Non vorrei però nemmeno che ci si autoconvincesse di lavorare una quantità di ore spropositata. La tabella allegata da herman mi sembra decisamente esagerata. Ma chi passa un'ora alla settimana con le email di colleghi e genitori? Chi compila il registro per un'ora alla settimana, fuori dalla classe? Chi impiega realmente mezz'ora per preparare un'ora di lezione? Le ore di lezione sono realmente 600 o tante se ne vanno con assemblee di classe, di istituto e progetti vari di esperti, mentre noi stiamo lì a non far niente o a correggere? Le uscite, i viaggi, tutte le altre attività extra sono volontarie, non possiamo davvero inserirle nel computo delle ore di lavoro, perchè chi non vuole farle non le fa. Io non porto fuori una classe da 13 anni. Non possiamo computare al pari delle ore in classe le ore passate a preparare l'orario: queste rappresentano una scelta, remunerata a parte, poco ma remunerata. È chiaro che lavoriamo molto di più delle ore frontali e non abbiamo alcun bisogno di aumento degli incarichi ma, siamo sinceri, non lavoriamo così tante ore come questi calcoli vogliono far apparire.
Torna in alto Andare in basso
Procopio



Messaggi : 1261
Data d'iscrizione : 28.12.13
Località : Bari: la città più grande del Piemonte

MessaggioTitolo: Re: Contratto: potrebbe peggiorare nella parte normativa   Mer Gen 24, 2018 4:03 pm

@herman il lattoniere: ringrazio per il rinvio all’articolo, che tra il serio ed il faceto descrive l’attuale realtà dei fatti (non quella che governo, Aran e sindacati descrivono, per riscuotere un immeritato successo), e riporto qui una esortazione che mi sento di condividere per non fare la fine della “rana bollita”:
“Ma come si permettono i politici e la gente comune di trattarci come imbecilli e fannulloni?

Finché gli insegnanti non impareranno a ribellarsi lo Stato e la gente continueranno a trattarli come zerbini.”
Torna in alto Andare in basso
herman il lattoniere



Messaggi : 293
Data d'iscrizione : 15.11.17

MessaggioTitolo: Re: Contratto: potrebbe peggiorare nella parte normativa   Mer Gen 24, 2018 4:11 pm

chicca70 ha scritto:
In realtà ciò che scrive la Milani, non mi sembra un atto di ribellione, ma un atto di buon senso, che gli insegnanti non missionari praticano da una vita. Non sprecare energie e non fare lavoro inutile è, o dovrebbe essere, assolutamente normale.
Non vorrei però nemmeno che ci si autoconvincesse di lavorare una quantità di ore spropositata. La tabella allegata da herman mi sembra decisamente esagerata.

Ma chi passa un'ora alla settimana con le email di colleghi e genitori?
10 minuti al giorno a leggere circolari e email di colleghi, o peggio whatsapp credo li passino tutti. Con i genitori fortunatamente non ho contatti diretti.

chicca70 ha scritto:
Chi compila il registro per un'ora alla settimana, fuori dalla classe?
Con il registro elettronico è impensabile compilare tutto in tempo reale in classe. Un'ora a settimana è molto meno del tempo dovuto, anche perché il r.e. funziona anche da registro personale per voti, assenze ecc.

chicca70 ha scritto:
Chi impiega realmente mezz'ora per preparare un'ora di lezione? Le ore di lezione sono realmente 600 o tante se ne vanno con assemblee di classe, di istituto e progetti vari di esperti, mentre noi stiamo lì a non far niente o a correggere?
Io preparo molte attività didattiche oltre la lezione in sé e mezz'ora al giorno se ne va, anche solo per sistemare il materiale. Di assemblee alle medie non se ne fanno.

chicca70 ha scritto:
Le uscite, i viaggi, tutte le altre attività extra sono volontarie, non possiamo davvero inserirle nel computo delle ore di lavoro, perchè chi non vuole farle non le fa. Io non porto fuori una classe da 13 anni.
In media i docenti un'uscita all'anno la fanno: se in un consiglio di classe c'è qualcuno che non accompagna mai gli alunni c'è sicuramente uno che lo fa il doppio delle volte.

chicca70 ha scritto:
Non possiamo computare al pari delle ore in classe le ore passate a preparare l'orario: queste rappresentano una scelta, remunerata a parte, poco ma remunerata.
Questo è vero, ma è anche vero che questo lavoro io lo faccio, e il docente medio se non fa questo fa qualcos'altro.

chicca70 ha scritto:
È chiaro che lavoriamo molto di più delle ore frontali e non abbiamo alcun bisogno di aumento degli incarichi ma, siamo sinceri, non lavoriamo così tante ore come questi calcoli vogliono far apparire.
Comunque si è data l'idea di aumentare il potere dei dirigenti o degli organismi burocratici d'istituto di costringere i docenti a fare attività aggiuntive; se così dovesse essere, ad esempio, qualcuno potrebbe avere difficoltà a rifiutarsi di accompagnare gli alunni alla gita, o all'ASL.
Torna in alto Andare in basso
Procopio



Messaggi : 1261
Data d'iscrizione : 28.12.13
Località : Bari: la città più grande del Piemonte

MessaggioTitolo: Re: Contratto: potrebbe peggiorare nella parte normativa   Mer Gen 24, 2018 4:20 pm

Aggiungo solo che a parer mio la situazione è seria ed invito tutti a meditare sull’aumento concesso senza, battere ciglio, ai dirigenti scolastici ed al riconoscimento della loro funzione dirigenziale: non penso si tratti di una azione senza un secondo scopo ed è facile immaginare quale.
Torna in alto Andare in basso
paniscus_2.1



Messaggi : 700
Data d'iscrizione : 31.10.17

MessaggioTitolo: Re: Contratto: potrebbe peggiorare nella parte normativa   Mer Gen 24, 2018 4:39 pm

Rimango molto perplessa proprio sull'osservazione sprezzante su "chi sarà mai che impiega tutto quel tempo a preparare le lezioni?", e mi meraviglio su quanto questo aspetto sia sottovalutato.

Posso tollerare che sia sottovalutato dall'opinione pubblica media, che non ha idea di come si lavori a scuola, ma che la stessa osservazione arrivi da colleghi mi lascia veramente interdetta.

Io personalmente impiego molto più tempo a preparare la didattica, che a correggere le verifiche scritte (attività che invece è riconosciuta come impegnativa da parte di quasi tutti).

Ossia, tutti, anche i più ignorantti di questioni scolastiche e i più sfrenati detrattori e diffamatori della categoria, ammettono almeno che l'insegnante abbia come impegno inevitabile fuori orario di lezione quello di "correggere i compiti"... ma il concetto di "preparazione delle lezioni" sembra essere quasi del tutto sconosciuto.

La maggior parte della gente sembra pensare che l'insegnante non abbia nessun bisogno di prepararsi le lezioni, perché le sa già tutte a memoria e le può tranquillamente riproporre sempre identiche da anni... e che anzi, quello che "ha bisogno di prepararsi le lezioni" non sia un bravo insegnante, perche quello veramente bravo ce le ha già tutte pronte sulla punta della lingua come un distributore automatico.

Ma appunto, perché anche qualche collega deve ragionare così?
Torna in alto Andare in basso
Procopio



Messaggi : 1261
Data d'iscrizione : 28.12.13
Località : Bari: la città più grande del Piemonte

MessaggioTitolo: Re: Contratto: potrebbe peggiorare nella parte normativa   Mer Gen 24, 2018 4:42 pm

Last but not least, invito a meditare sulle affermazioni riportate nell’articolo citato in merito alla famosa e famigerata “aspettativa di vita”, introdotta da Sacconi, se non sbaglio.
Torna in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 5924
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioTitolo: Re: Contratto: potrebbe peggiorare nella parte normativa   Mer Gen 24, 2018 5:14 pm

chicca70 ha scritto:
Ma chi passa un'ora alla settimana con le email di colleghi e genitori? Chi compila il registro per un'ora alla settimana, fuori dalla classe?

Un'ora alla settimana sono dieci minuti scarsi al giorno. Per me, quasi ogni settimana. Per il registro, idem. Solo per scrivere i voti di un compito ci vogliono alcuni minuti.



chicca70 ha scritto:
Chi impiega realmente mezz'ora per preparare un'ora di lezione?

Il mio prof di storia e filosofia era decisamente sopra la media. Un giorno lo trovo nel negozio di un parente, con un volume della "Storia d'Italia" della Einaudi aperto sul bancone. Io gli dico "prof, ma che fa, studia?" e lui "altrimenti domani che vi vengo a raccontare in classe?". Capii allora che le lezioni si preparano. E il tempo vola.
Torna in alto Andare in basso
chicca70



Messaggi : 3217
Data d'iscrizione : 26.12.14

MessaggioTitolo: Re: Contratto: potrebbe peggiorare nella parte normativa   Mer Gen 24, 2018 6:44 pm

mac67 ha scritto:
chicca70 ha scritto:
Ma chi passa un'ora alla settimana con le email di colleghi e genitori? Chi compila il registro per un'ora alla settimana, fuori dalla classe?

Un'ora alla settimana sono dieci minuti scarsi al giorno. Per me, quasi ogni settimana. Per il registro, idem. Solo per scrivere i voti di un compito ci vogliono alcuni minuti.



chicca70 ha scritto:
Chi impiega realmente mezz'ora per preparare un'ora di lezione?

Il mio prof di storia e filosofia era decisamente sopra la media. Un giorno lo trovo nel negozio di un parente, con un volume della "Storia d'Italia" della Einaudi aperto sul bancone. Io gli dico "prof, ma che fa, studia?" e lui "altrimenti domani che vi vengo a raccontare in classe?". Capii allora che le lezioni si preparano. E il tempo vola.

Quando consegno le verifiche, scrivo anche i voti. Rigorosamente in classe.
È chiaro che le lezioni si preparano. Le preparo anche io, ovviamente. Quello su cui dubito molto è che occorra sempre mezz'ora per preparare un'ora di lezione. Sinceramente io impiego mezz'ora per un'ora di lezione, solo se preparo una lezione di letteratura italiana. Per letteratura latina ci vuole al massimo un quarto d'ora, per grammatica latina non preparo nulla. Ho spiegato così tante volte Catullo, Seneca e le declinazioni, che ormai potrei spiegarle anche alle tre di notte, svegliata di soprassalto. Un altro esempio: il mio collega di arte ripete ogni anno tre volte il programma di terza, tre volte quello di quarta, tre volte quello di quinta. È mai possibile che per ogni lezione spenda mezz'ora?
Non metto in dubbio che il tuo professore leggesse la "Storia d'Italia " Einaudi, ma credo lo facesse per proprio piacere, come nel mio caso. Ciò che leggo, inerente alle mie discipline, lo leggo per me.
Torna in alto Andare in basso
 
Contratto: potrebbe peggiorare nella parte normativa
Torna in alto 
Pagina 10 di 23Vai alla pagina : Precedente  1 ... 6 ... 9, 10, 11 ... 16 ... 23  Seguente
 Argomenti simili
-
» Contratto: potrebbe peggiorare nella parte normativa
» ....lista per Icsi, a Dicembre si parte!
» DALLA PARTE DEI MARITI....
» problema dell ateismo nella comunità
» Religione nella scuola materna

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: