Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividi | 
 

 Assumiamo sul fabbisogno reale

Andare in basso 
Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente
AutoreMessaggio
gugu

avatar

Messaggi : 32420
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioTitolo: Assumiamo sul fabbisogno reale   Mer Gen 17, 2018 1:17 pm

Promemoria primo messaggio :


La destra e i 5 stelle sembrano convergere su questo punto.
Ma come mai potrebbero trovare una soluzione?

I docenti assunti su potenziamento su cdc non richieste sono i più numerosi e non potrebbero mai essere riassorbiti nell'ex OD a causa del loro elevatissimo numero e dei pochissimi pensionamenti.
Al contrario volendo rispondere alla richiesta delle scuole servirebbero migliaia di docenti di italiano, matematica e inglese che non si sono mai avuti.

Chiaramente è tutta un'inutile promessa elettorale che non può che nascondere tagli indiscriminati.
Torna in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 61571
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioTitolo: Re: Assumiamo sul fabbisogno reale   Sab Gen 20, 2018 3:09 pm

Ma io credo che chi si iscrive a queste facoltà in linea di massima non abbia l'insegnamento come primo obiettivo. Poi lo prende in considerazione quando il piano A non si realizza. Per questo la proposta di Popocatepetl mi sembra che non risolva il problema.
Torna in alto Andare in basso
frankenstin



Messaggi : 345
Data d'iscrizione : 13.09.13

MessaggioTitolo: Re: Assumiamo sul fabbisogno reale   Sab Gen 20, 2018 3:44 pm

Il numero chiuso in tutte le facoltà "inflazionate" era quello che proponeva il pragmatico D'Alema poco prima di diventare capo dell'esecutivo (98-99). Mi ricordo un suo dibattito tenuto nell'università dove studiavo: mezz'ora di fischi reboanti.
Torna in alto Andare in basso
Kuru-nee



Messaggi : 262
Data d'iscrizione : 27.07.17

MessaggioTitolo: Re: Assumiamo sul fabbisogno reale   Sab Gen 20, 2018 3:48 pm

Non metterei come piano di riserva un piano meno realizzabile del primo.
Questo significa non essere realistici per me.

Le facoltà dovrebbero essere molto chiare e dire che non è affatto più semplice andare ad insegnare economia che fare il commercialista, ed evitare quindi di intraprendere quella strada, a meno non si sia disposti ad attendere molto tempo e a fare un percorso lungo e tortuoso.
Chi non riesce a realizzarsi nella professione di avvocato, commercialista, etc, si lamenta poi per le difficoltà ad entrare nel mondo dell'insegnamento e non mi è chiaro il perché. Forse questi individui non sono stati adeguatamente informati del fatto che la loro disciplina nel mondo dell'insegnamento non dà possibilità lavorative.
Torna in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 61571
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioTitolo: Re: Assumiamo sul fabbisogno reale   Sab Gen 20, 2018 3:51 pm

frankenstin ha scritto:
Il numero chiuso in tutte le facoltà "inflazionate" era quello che proponeva il pragmatico D'Alema poco prima di diventare capo dell'esecutivo (98-99). Mi ricordo un suo dibattito tenuto nell'università dove studiavo: mezz'ora di fischi reboanti.

Non vuol dire che avesse torto, ma adesso non andiamo off-topic. Il tema non è "siete favorevoli o contrari al numero chiuso all'università?", ma "cosa vuol dire assumere sul fabbisogno reale?".
Torna in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 61571
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioTitolo: Re: Assumiamo sul fabbisogno reale   Sab Gen 20, 2018 3:55 pm

Kuru-nee ha scritto:
Non metterei come piano di riserva un piano meno realizzabile del primo.
Questo significa non essere realistici per me.

Le facoltà dovrebbero essere molto chiare e dire che non è affatto più semplice andare ad insegnare economia che fare il commercialista, ed evitare quindi di intraprendere quella strada, a meno non si sia disposti ad attendere molto tempo e a fare un percorso lungo e tortuoso.
Chi non riesce a realizzarsi nella professione di avvocato, commercialista, etc, si lamenta poi per le difficoltà ad entrare nel mondo dell'insegnamento e non mi è chiaro il perché. Forse questi individui non sono stati adeguatamente informati del fatto che la loro disciplina nel mondo dell'insegnamento non dà possibilità lavorative.

D'accordo, ma penso che queste persone potrebbero anche informarsi da sole. Secondo me, non lo fanno non perché pensino che sia più facile insegnare diritto che fare l'avvocato (perché dovrebbero pensarlo?), ma perché quando si iscrivono l'insegnamento non è nemmeno un piano di riserva, ma non è proprio considerato. Quando si chiudono le altre porte, ci si ricorda di quando si andava a scuola, si viene a sapere che in certe scuole si studia diritto e si rivendica il diritto ad insegnare.
Però anche in questo caso stiamo andando off-topic, perciò è meglio fermarci qui.
Torna in alto Andare in basso
precario21



Messaggi : 1040
Data d'iscrizione : 21.08.15

MessaggioTitolo: Re: Assumiamo sul fabbisogno reale   Sab Gen 20, 2018 3:57 pm

gugu ha scritto:

La destra e i 5 stelle sembrano convergere su questo punto.
Ma come mai potrebbero trovare una soluzione?

I docenti assunti su potenziamento su cdc non richieste sono i più numerosi e non potrebbero mai essere riassorbiti nell'ex OD a causa del loro elevatissimo numero e dei pochissimi pensionamenti.
Al contrario volendo rispondere alla richiesta delle scuole servirebbero migliaia di docenti di italiano, matematica e inglese che non si sono mai avuti.

Chiaramente è tutta un'inutile promessa elettorale che non può che nascondere tagli indiscriminati.
Sono dichiarazioni politiche fatte in campagna elettorale e chi le pronuncia non conosce i numeri della scuola. Quando governeranno delegheranno a qualche funzionario di qualche ufficio scolastico di fare quadrare i numeri. Porranno vincoli di bilancio e i responsabili dovranno trovare la soluzione.
Torna in alto Andare in basso
dubitoergosum



Messaggi : 1790
Data d'iscrizione : 04.09.10

MessaggioTitolo: Re: Assumiamo sul fabbisogno reale   Sab Gen 20, 2018 4:38 pm

Dec ha scritto:
frankenstin ha scritto:
Il numero chiuso in tutte le facoltà "inflazionate" era quello che proponeva il pragmatico D'Alema poco prima di diventare capo dell'esecutivo (98-99). Mi ricordo un suo dibattito tenuto nell'università dove studiavo: mezz'ora di fischi reboanti.

Non vuol dire che avesse torto, ma adesso non andiamo off-topic. Il tema non è "siete favorevoli o contrari al numero chiuso all'università?", ma "cosa vuol dire assumere sul fabbisogno reale?".

Ma veramente?
Dopo le assunzioni col piano straordinario, dopo le conseguenti capriole fatte dagli UST per far quadrare gli organici (ore residue prossime a 100 in alcune materie, coe su 3 scuole in altre), riduzione al minimo della mobilità per tutelare i vincitori di concorso (tradotto: per avere qualche cattedra in più al sud nonostante i posti liberi siano a nord), davvero qualcuno sente il bisogno di porsi questa domanda?
A me è piuttosto chiaro cosa significa "assumere sul fabbisogno reale". Significa sempliemente "assumere in base ai bisogni delle scuole e non in base ai desideri di chi cerca un lavoro".
Che poi qualcuno riesca a farlo, ho seri dubbi.
Torna in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 61571
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioTitolo: Re: Assumiamo sul fabbisogno reale   Sab Gen 20, 2018 5:14 pm

Guarda che io sono d'accordo con te. Ho solo cercato di riportare il topic in tema. Non attaccatevi a tutto pur di accendere polemiche. Bisogna chiudere per forza?
Torna in alto Andare in basso
dubitoergosum



Messaggi : 1790
Data d'iscrizione : 04.09.10

MessaggioTitolo: Re: Assumiamo sul fabbisogno reale   Dom Gen 21, 2018 8:32 am

Fai come vuoi, il moderatore sei tu, ma non attribuirmi intenti (polemici) che non avevo.
Volevo solo sottolineare un'ovvietà.
Il potenziamento è il classico esempio di come gira in Italia: le risorse non ci sono quasi mai per niente, e l'unica volta che vengono trovate, anziché essere investite per apportare dei reali miglioramenti, per introdurre qualche innovazione destinata nel tempo a rivelarsi di grande utilità, vengono investite in voti e clientela. In questo particolare caso hanno pure fatto le cose così male, ma così male, che hanno speso una montagna di soldi lasciando tutti scontenti, e si sono giocati i voti.
Dopodiché ognun può esprimere la propria opinione e dire che il piano assunzionale del 2015 è stato meraviglioso che il reale fabbisogno di docenti non è mai stato perso di vista (per usare un eufemismo). Ma è pura dialettica, molto lontana dalla descrizione dei fatti.
Torna in alto Andare in basso
gugu

avatar

Messaggi : 32420
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioTitolo: Re: Assumiamo sul fabbisogno reale   Dom Gen 21, 2018 8:40 am

Il reale fabbisogno di docenti nemmeno esiste se vogliamo ragionare in termini di OA.
Ogni DS può vedere i bisogni in modo diverso, anche di anno in anno e quindi si dovrebbe avere un organico à la carte.
Mi pare che tutti ora si siano impegnati a rimettere ordine alle assunzioni della 107; se non saranno solo tagli si tratterà semplicemente di non assumere più docenti di diritto e filosofia per i prossimi 10 anni e di aumentare l'assunzioni sulle materie di base.
Detto ciò, a mio avviso, il tutto non funzionerebbe lo stesso poiché ogni scuola ha bisogni, in termini di ore da utilizzare, completamente diversi. Bisognerebbe dare la possibilità di avere maggiore flessibilità sulle ore aggiuntive date ad ogni istituto (eliminando il fatto che servano solo a potenziare la didattica).
Si diano meno ore in classe a chi è nello staff di presidenza, a chi si occupa dell'alternanza è così via. La cifra spesa rimane la stessa, si risparmia sul FIS e nessuno rimarrà più in aula docenti ad aspettare una supplenza che non arriva.
Torna in alto Andare in basso
Nera



Messaggi : 158
Data d'iscrizione : 23.08.17

MessaggioTitolo: Re: Assumiamo sul fabbisogno reale   Dom Gen 21, 2018 9:45 am

Io aggiungerei che si potrebbero prevedere dei corsi di riconversione sul sostegno, dove obiettivamente, c'è carenza.
Torna in alto Andare in basso
arrubiu
Moderatore
Moderatore
avatar

Messaggi : 14330
Data d'iscrizione : 24.10.14
Località : Casteddu70

MessaggioTitolo: Re: Assumiamo sul fabbisogno reale   Dom Gen 21, 2018 9:54 am

Io sono contrario ai corsi di "riconversione". A meno che non intendessi semplicemente dei corsi per prendere il titolo.
Torna in alto Andare in basso
Nera



Messaggi : 158
Data d'iscrizione : 23.08.17

MessaggioTitolo: Re: Assumiamo sul fabbisogno reale   Dom Gen 21, 2018 9:57 am

Come mai sei contrario?
Torna in alto Andare in basso
arrubiu
Moderatore
Moderatore
avatar

Messaggi : 14330
Data d'iscrizione : 24.10.14
Località : Casteddu70

MessaggioTitolo: Re: Assumiamo sul fabbisogno reale   Dom Gen 21, 2018 10:00 am

Perché si dovrebbero fare corsi normali, non "scorciatoie". Col termine "corso di riconversione " mi viene in mente una scorciatoia.
Torna in alto Andare in basso
Nera



Messaggi : 158
Data d'iscrizione : 23.08.17

MessaggioTitolo: Re: Assumiamo sul fabbisogno reale   Dom Gen 21, 2018 10:13 am

Certo. Nessuna scorciatoia. Sarebbe un modo di riassorbire gli esuberi in tutte quelle classi di concorso dove le assunzioni sono state oggettivamente "troppe". E allo stesso tempo dare una speranza a chi, su quelle classi di concorso, vorrebbe entrare in ruolo in futuro. Naturalmente la partecipazione a questi corsi dovrebbe essere una libera scelta del docente. Forse è una precisazione inutile... ma, con i tempi che corrono, non si sa mai.
Torna in alto Andare in basso
arrubiu
Moderatore
Moderatore
avatar

Messaggi : 14330
Data d'iscrizione : 24.10.14
Località : Casteddu70

MessaggioTitolo: Re: Assumiamo sul fabbisogno reale   Dom Gen 21, 2018 10:17 am

Nera ha scritto:
Certo. Nessuna scorciatoia. Sarebbe un modo di riassorbire gli esuberi in tutte quelle classi di concorso dove le assunzioni sono state oggettivamente "troppe". E allo stesso tempo dare una speranza a chi, su quelle classi di concorso, vorrebbe entrare in ruolo in futuro. Naturalmente la partecipazione a questi corsi dovrebbe essere una libera scelta del docente. Forse è una precisazione inutile... ma, con i tempi che corrono, non si sa mai.
Ma certo.
Se fosse per me dovrebbero esserci ogni anno i corsi *ordinari* per prendere il titolo. Poi so bene che hanno un costo, che le università non organizzano, etc.
Torna in alto Andare in basso
Nera



Messaggi : 158
Data d'iscrizione : 23.08.17

MessaggioTitolo: Re: Assumiamo sul fabbisogno reale   Dom Gen 21, 2018 10:32 am

Beh... quanto ai costi... secondo me dovrebbe farsene carico lo Stato, se vuole risolvere in qualche modo il caos che ha creato. Ecco perché io parlavo di riconversione e non di corsi ordinari. Non pensavo ad una preparazione di serie B naturalmente, ma a percorsi comunque pensati per chi è in esubero. È vero che i docenti di ruolo potranno partecipare al concorso anche per il sostegno, ma al di là del fatto che ancora non si sono capite le modalità, chi, già di ruolo, accetterebbe mai di farsi il Fit a 400 euro al mese? Comunque penso di essere andata OT.
Torna in alto Andare in basso
arrubiu
Moderatore
Moderatore
avatar

Messaggi : 14330
Data d'iscrizione : 24.10.14
Località : Casteddu70

MessaggioTitolo: Re: Assumiamo sul fabbisogno reale   Dom Gen 21, 2018 10:36 am

Nera ha scritto:
Beh... quanto ai costi... secondo me dovrebbe farsene carico lo Stato, se vuole risolvere in qualche modo il caos che ha creato. Ecco perché io parlavo di riconversione e non di corsi ordinari. Non pensavo ad una preparazione di serie B naturalmente, ma a percorsi comunque pensati per chi è in esubero. È  vero che i docenti di ruolo potranno partecipare al concorso anche per il sostegno, ma al di là del fatto che ancora non si sono capite le modalità, chi, già di ruolo, accetterebbe mai di farsi il Fit a 400 euro al mese? Comunque penso di essere andata OT.
Ma no, non esagerare:)
Io credo che il sostegno possa essere visto come una possibilità anche (soprattutto?) da quei docenti del sud che sono al nord etc etc.
Non so quanti accetterebbero un passaggio a sostegno, con conseguente vincolo quinquennale, ma per quei docenti sarebbe una soluzione, anche se temporanea.

Torna in alto Andare in basso
gugu

avatar

Messaggi : 32420
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioTitolo: Re: Assumiamo sul fabbisogno reale   Dom Gen 21, 2018 10:37 am

Attualmente i docenti in esubero sono 1.200 (tre anni fa erano 12.000). Con i pensionamenti di quest'anno gli esubero spariranno praticamente ovunque.
Il problema quindi in questo senso non si pone.
Portare docenti dal potenziamento al SOS, per poi farli tornare alla materia non appena c'è posto mi sembra assurdo, è uno sperpero di denaro e di professionalità (i docenti si rinconvertirebbero solo per cambiare provincia, non per reale interesse al SOS).
Meglio attivare un piano graduale di aggiustamento dei potenziamenti.
Torna in alto Andare in basso
royalstefano



Messaggi : 5982
Data d'iscrizione : 12.09.11

MessaggioTitolo: Re: Assumiamo sul fabbisogno reale   Dom Gen 21, 2018 11:39 am

Basterebbe non farli tornare alla materia per un TOT di anni.
Torna in alto Andare in basso
arrubiu
Moderatore
Moderatore
avatar

Messaggi : 14330
Data d'iscrizione : 24.10.14
Località : Casteddu70

MessaggioTitolo: Re: Assumiamo sul fabbisogno reale   Dom Gen 21, 2018 11:41 am

royalstefano ha scritto:
Basterebbe non farli tornare alla materia per un TOT di anni.
5 anni. Non è già previsto questo?
Torna in alto Andare in basso
precario21



Messaggi : 1040
Data d'iscrizione : 21.08.15

MessaggioTitolo: Re: Assumiamo sul fabbisogno reale   Dom Gen 21, 2018 12:30 pm

Perché date per scontato che il potenziamento sarà eliminato dal prossimo governo? Magari le cose rimarranno come sono, magari saranno assunti in un colpo solo tutti i residui gae e i vincitori di concorso, magari il potenziamento sarà ridotto gradualmente. Nessuna conclusione si può trarre con l'espressione "fabbisogno reale". Come dicevo prima è una dichiarazione politica per non dire niente
Torna in alto Andare in basso
royalstefano



Messaggi : 5982
Data d'iscrizione : 12.09.11

MessaggioTitolo: Re: Assumiamo sul fabbisogno reale   Dom Gen 21, 2018 12:35 pm

arrubiu ha scritto:
royalstefano ha scritto:
Basterebbe non farli tornare alla materia per un TOT di anni.
5 anni. Non è già previsto questo?
Non vorrei che trattandosi di riconversione (qualcosa di straordinario), dopo esser passati su SOS, non si ponesse alcun vincolo. "Noi, poveretti, costretti a passare sul SOS in quanto soprannumerari e intrappolati per 5 anni".
Lettere/appelli di questo tipo.
Torna in alto Andare in basso
arrubiu
Moderatore
Moderatore
avatar

Messaggi : 14330
Data d'iscrizione : 24.10.14
Località : Casteddu70

MessaggioTitolo: Re: Assumiamo sul fabbisogno reale   Dom Gen 21, 2018 1:55 pm

royalstefano ha scritto:
arrubiu ha scritto:
royalstefano ha scritto:
Basterebbe non farli tornare alla materia per un TOT di anni.
5 anni. Non è già previsto questo?
Non vorrei che trattandosi di riconversione (qualcosa di straordinario), dopo esser passati su SOS, non si ponesse alcun vincolo. "Noi, poveretti, costretti a passare sul SOS in quanto soprannumerari e intrappolati per 5 anni".
Lettere/appelli di questo tipo.
Quelli non possiamo escluderli:)
Io come scritto sono contrario alla riconversione: il corso su sostegno deve essere su base volontaria come il passaggio da materia a sostegno.
Tieni presente che, se ricordo bene, l'utilizzo su sostegno dei sovrannumerari è già previsto (ma non sono sicurissimo di questo).
Torna in alto Andare in basso
giovanna onnis

avatar

Messaggi : 19593
Data d'iscrizione : 15.04.12

MessaggioTitolo: Re: Assumiamo sul fabbisogno reale   Dom Gen 21, 2018 5:26 pm

royalstefano ha scritto:
arrubiu ha scritto:
royalstefano ha scritto:
Basterebbe non farli tornare alla materia per un TOT di anni.
5 anni. Non è già previsto questo?
Non vorrei che trattandosi di riconversione (qualcosa di straordinario), dopo esser passati su SOS, non si ponesse alcun vincolo. "Noi, poveretti, costretti a passare sul SOS in quanto soprannumerari e intrappolati per 5 anni".
Lettere/appelli di questo tipo.
Per i soprannumerari trasferiti a domanda condizionata da posto comune a sostegno il vincolo quinquennale non si applica
Torna in alto Andare in basso
 
Assumiamo sul fabbisogno reale
Torna in alto 
Pagina 2 di 5Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente
 Argomenti simili
-
» Arrivo del Ciambellano Reale dal Regno delle Due Sicilie
» Il Palazzo Reale di Napoli e la Corte Palatina: pareri
» Statuto della Cavalleria Reale del Regno delle Due Sicilie
» IL MOSÈ PROIBITO Profeta o astuto ingannatore dell'umanità?
» amicizia virtuale

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: