Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividi | 
 

 Filosofia ai tecnici?

Andare in basso 
Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente
AutoreMessaggio
circo



Messaggi : 3507
Data d'iscrizione : 21.09.10

MessaggioTitolo: Filosofia ai tecnici?   Mer Gen 24, 2018 6:08 am

Promemoria primo messaggio :

Una proposta che non ha un perché per me...
Speriamo non venga applicata.

Circo
Tornare in alto Andare in basso
Online

AutoreMessaggio
Erodoto



Messaggi : 380
Data d'iscrizione : 27.07.12

MessaggioTitolo: Re: Filosofia ai tecnici?   Ven Gen 26, 2018 11:50 pm

mac67 ha scritto:
Erodoto ha scritto:
Lonny72 ha scritto:
Trovo incredibile la divaricazione nelle nostre menti fra filosofia e scienze. I maggiori testi di filosofia contemporanei sono stati scritti da grandi scienziati. La storia della filosofia ci racconta di Galileo massimo filosofo del rinascimento.

Io credo che l'equivoco sia proprio qui. Galileo è stato uno scienziato. Le sue scoperte e il suo approccio allo studio del mondo naturale possono essere definiti una filosofia? Forse sì, sta di fatto che si parla di metodo scientifico sperimentale.
Questa cosa di attaccare etichette da filosofo a chi era tutt'altro non l'ho mai digerita.

Non è un'etichetta. Ancora a inizio '800 gente come Faraday non veniva definita (e non si definiva) "fisico", ma "filosofo naturale".

Appunto, a inizio '800. Ne è passata di acqua sotto i ponti.
La lingua e le parole sono "vive" e si adeguano ai contesti e alle nuove sfumature di significato. Peccato che molti manuali, e chi li scrive, sembri ignorare la cosa. O forse è solo la proverbiale rigidità e allergia al cambiamento di classicisti e umanisti in genere. Io avendo studiato allo scientifico spero di aver sviluppato gli anticorpi e scamparla.
Tornare in alto Andare in basso
Befree2



Messaggi : 325
Data d'iscrizione : 25.01.18

MessaggioTitolo: Re: Filosofia ai tecnici?   Ven Gen 26, 2018 11:50 pm

Perdonami, ma l hauptschule è orientata verso il lavoro e non verso l università. Per fortuna anche in Germania qualcuno pensa anche a trovare un lavoro dopo il diplom
Tornare in alto Andare in basso
Online
Hoffnung2



Messaggi : 1848
Data d'iscrizione : 16.05.14

MessaggioTitolo: Re: Filosofia ai tecnici?   Ven Gen 26, 2018 11:51 pm

Kuru-nee ha scritto:
Hoffnung2 ha scritto:
Dal progetto Brocca in poi e per diversi anni le materie scientifiche erano state potenziate, mettendo matematica anche scritta (prima solo orale) e tagliando sulle ore di lingua (ora sono aumentate di nuovo).
Forse avresti dovuto scegliere lo scientifico amando molto le sue materie, per come scrivi.

Io ho fatto un linguistico con il Brocca e per me le ore di discipline scientifiche erano troppo poche.
Ti sbagli, non le amo affatto, io adoro le materie umanistiche, le lingue in primis, di cui avevamo effettivamente pochissime ore.
Il fatto è che trovo che le materie scientifiche siano necessarie e non possono essere così ridotte.
Non chiedo di togliere latino o filosofia o storia dell'arte, per me sono state materie amate e le considero importanti nella formazione di una persona, ma di riequilibrare i quadri orari.
Punti di vista, a me sono sempre sembrate troppe, le avrei sostituite volentieri con le ore di lingua, ma capisco.cosa intendi. Ad ogni modo nel Brocca c'erano troppe materie per poche ore: diritto, scienze della terra, fisica, chimica. Meglio fare solo 1materia scientifica ma fatta bene!
Tornare in alto Andare in basso
Hoffnung2



Messaggi : 1848
Data d'iscrizione : 16.05.14

MessaggioTitolo: Re: Filosofia ai tecnici?   Sab Gen 27, 2018 12:02 am

Befree2 ha scritto:
Perdonami, ma l hauptschule è orientata verso il lavoro e non verso l università. Per fortuna anche in Germania qualcuno pensa anche a trovare un lavoro dopo il diplom
Sì, ho sbagliato a scrivere, volevo dire la Gesamtschule. Il mio discorso si riferiva alla scelta delle materie e non allo sbocco universitario. Non possiamo fare un parallelo tra i due sistemi, ma prendere degli spunti sì. Allo stesso tempo non si può paragonare il sistema duale alla nostra ASL.
Tornare in alto Andare in basso
Kuru-nee



Messaggi : 191
Data d'iscrizione : 27.07.17

MessaggioTitolo: Re: Filosofia ai tecnici?   Sab Gen 27, 2018 12:23 am

Hoffnung2 ha scritto:
Punti di vista, a me sono sempre sembrate troppe, le avrei sostituite volentieri con le ore di lingua, ma capisco.cosa intendi. Ad ogni modo nel Brocca c'erano troppe materie per poche ore: diritto, scienze della terra, fisica, chimica. Meglio fare solo 1materia scientifica ma fatta bene!

Tu senti di avere una formazione scientifica sufficiente come persona e come cittadino che dovrebbe saper valutare e compiere scelte sul mondo intorno a sé? Io non in maniera soddisfacente, per questo dico che erano troppo poche.
Che le ore di lingua andassero aumentate al linguistico era chiaro, ribadisco che lo scientifico del nostro istituto faceva più ore di inglese di noi e alla fine dei 5 anni lo sapeva molto meglio di noi del linguistico, il che è ridicolo.
Io direi che avremmo potuto fare due ore di latino al biennio anziché 4, e fare 2 ore di un'altra materia scientifica, in particolare di fisica, in cui mi sento proprio una capra. 2 ore di latino mi avrebbero consentito di avere comunque ciò che lo studio del latino dà, con la differenza che avrei potuto imparare qualcosa di fisica, per la quale due soli anni non sono sufficienti.
Al triennio avrei aumentato le ore di lingua, e avrei messo 1 ora a settimana di filosofia, al posto di 3.
Storia dell'arte l'avrei messa per 3 anni soltanto, non per tutti e 5, e avrei invece messo musica, perché è vergognoso che in un paese che ha creato una tradizione musicale esportata in tutto il mondo (i termini tecnici musicali sono tutti italiani, qualsiasi sia la lingua) non si studi musica e storia della musica.
Tornare in alto Andare in basso
lallaorizzonte
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 23804
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioTitolo: Re: Filosofia ai tecnici?   Sab Gen 27, 2018 6:37 am

avidodinformazioni ha scritto:
lallaorizzonte ha scritto:
con una classe funzionerà e con altre no. Tutto sta nel capire a chi proporlo, e quando. Stiamo parlando della filosofia come di cento altre cose.

anche in questo si misura la professionalità dell'insegnante.
E che non tutti i docenti siano professionali è una cosa su cui concordiamo; magari su chi lo sia e chi no .....

Classi di liceo scientifico mi hanno già chiesto cosa studiassero a fare la storia dell'arte; magari la filosofia al professionale avrà maggior fortuna.

Staremo a vedere.

a me non stupisce la domanda sulla storia dell'arte.
tuttavia, a fronte di ciò, ci sono progetti di storia dell'arte proposti in quello che è l'ex istituto tecnico per geometri che hanno invece molta fortuna.

In tutti? No, ma avere la possibilità e gli strumento per poterli strutturare, quando l'insegnante o il consiglio di classe capisce che quella classe è pronta anche per un altro tipo di approccio, secondo me è importante.

sinceramente mi preoccuperei di ciò che viene tolto alla prima prova di italiano, non di ciò che viene aggiunto.
https://www.orizzontescuola.it/riforma-esami-ii-grado-serianni-prova-ditaliano-avra-la-stessa-impalcatura/
In altre circostanze poi potremo parlare anche dei motivi per cui lo o,00000... nei tecnici e professionali non sceglie la prova letteraria.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.1



Messaggi : 553
Data d'iscrizione : 31.10.17

MessaggioTitolo: Re: Filosofia ai tecnici?   Sab Gen 27, 2018 6:54 am

I curricoli flessibili con scelta libera di una parte sostanziale di materie anno per anno, nella scuola italiana, non farebbero altro che portare definitivamente a una scuola come grande asilo e/o supermercato (ancora di più di quanto non sia già), in cui si sceglie capricciosamente quello che piace, che va di moda o che ci si aspetta come materia "facile", poi dopo un anno si cambia, e così via senza nessun piano di studi coerente. Non mi pare un'idea geniale per migliorare il livello degli apprendimenti.
Tornare in alto Andare in basso
lallaorizzonte
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 23804
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioTitolo: Re: Filosofia ai tecnici?   Sab Gen 27, 2018 7:58 am

paniscus_2.1 ha scritto:
I curricoli flessibili con scelta libera di una parte sostanziale di materie anno per anno, nella scuola italiana, non farebbero altro che portare definitivamente a una scuola come grande asilo e/o supermercato (ancora di più di quanto non sia già), in cui si sceglie capricciosamente quello che piace, che va di moda o che ci si aspetta come materia "facile", poi dopo un anno si cambia, e così via senza nessun piano di studi coerente. Non mi pare un'idea geniale per migliorare il livello degli apprendimenti.

non mi risulta che le scelte dei collegi siano fatte così a cuor leggero.
Tornare in alto Andare in basso
herman il lattoniere



Messaggi : 276
Data d'iscrizione : 15.11.17

MessaggioTitolo: Re: Filosofia ai tecnici?   Sab Gen 27, 2018 9:33 am

beh insomma... basta vedere quel che succede con la lingua francese o come i collegi accettino qualsiasi interpretazione fantasiosa delle nuove norme, purché sia quella del dirigente...
Tornare in alto Andare in basso
Buonafortuna



Messaggi : 31
Data d'iscrizione : 27.07.16

MessaggioTitolo: Re: Filosofia ai tecnici?   Sab Gen 27, 2018 10:32 am

Erodoto ha scritto:
Rimango generalmente perplesso quando di parla di aggiungere qualcosa a un indirizzo. In questo caso si tratterebbe di un'aggiunta poco consona. Ai tecnici più materie scientifiche, altro che filosofia.
Non bastano 32-35 ore di lezione settimanale? Il problema della scuola italiana è togliere, non aggiu
ngere.
Il corollario è creare indirizzi con un'identità forte, non istituti di dove si studia "dituttounpo'" e in sostanza nulla.

Io in realtà sapevo che la filosofia appartiene al campo delle materie scientifiche.
Tornare in alto Andare in basso
Erodoto



Messaggi : 380
Data d'iscrizione : 27.07.12

MessaggioTitolo: Re: Filosofia ai tecnici?   Sab Gen 27, 2018 11:17 am

Buonafortuna ha scritto:
Erodoto ha scritto:
Rimango generalmente perplesso quando di parla di aggiungere qualcosa a un indirizzo. In questo caso si tratterebbe di un'aggiunta poco consona. Ai tecnici più materie scientifiche, altro che filosofia.
Non bastano 32-35 ore di lezione settimanale? Il problema della scuola italiana è togliere, non aggiu
ngere.
Il corollario è creare indirizzi con un'identità forte, non istituti di dove si studia "dituttounpo'" e in sostanza nulla.

Io in realtà sapevo che la filosofia appartiene al campo delle materie scientifiche.

Una delle migliori battute che ho letto qui in forum.


paniscus_2.1 ha scritto:
I curricoli flessibili con scelta libera di una parte sostanziale di materie anno per anno, nella scuola italiana, non farebbero altro che portare definitivamente a una scuola come grande asilo e/o supermercato (ancora di più di quanto non sia già), in cui si sceglie capricciosamente quello che piace, che va di moda o che ci si aspetta come materia "facile", poi dopo un anno si cambia, e così via senza nessun piano di studi coerente. Non mi pare un'idea geniale per migliorare il livello degli apprendimenti.

I curriculi flessibili ci potrebbero stare se avessimo degli indirizzi di studio con una forte caratterizzazione, cosa che non abbiamo e temo non avremo mai. Finché passa l'idea che in tutti gli indirizzi di studio è necessario avere: due lingue, storia dell'arte, filosofia, diritto, musica, scienze naturali, biologia, ecc. ecc. ecc. non ne usciremo mai.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 20663
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: Filosofia ai tecnici?   Sab Gen 27, 2018 12:47 pm

lallaorizzonte ha scritto:
sinceramente mi preoccuperei di ciò che viene tolto alla prima prova di italiano, non di ciò che viene aggiunto.
https://www.orizzontescuola.it/riforma-esami-ii-grado-serianni-prova-ditaliano-avra-la-stessa-impalcatura/
In altre circostanze poi potremo parlare anche dei motivi per cui lo o,00000... nei tecnici e professionali non sceglie la prova letteraria.
Viene tolta l'esclusiva della letteratura del 900 ovvero viene aggiunto l'800; bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto ?

Tre terne sono 9 tracce; io ho sempre zoppicato in italiano ma MAI ho avuto paura di non trovar la giusta traccia alla maturità; un ragazzo che con 9 tracce rimane senza nulla da dire non merita un diploma.

La lingua (scritta, ma non solo) serve per raccontare, per spiegare e per schematizzare; ben venga un tema in cui si può narrare (prima terna), argomentare (seconda terna) e riassumere (terza terna); non si pretende che tu sappia fare tutte queste cose (ma le si dovrebbe saper fare) ma ci si accontenta che tu ne sappia fare almeno una; è chiedere troppo ?
Tornare in alto Andare in basso
VITAK



Messaggi : 2502
Data d'iscrizione : 14.05.14

MessaggioTitolo: Re: Filosofia ai tecnici?   Sab Gen 27, 2018 1:32 pm

Secondo me, dal momento che si possono considerare filosofi anche dei letterati (Dante, Machiavelli, ecc.), dei matematici (Russell), degli uomini di scienza (Galileo), la filosofia si presta a essere inserita in qualsiasi percorso di studi, certo insegnata seriamente e non come aria fritta (ma quanti di voi conoscono colleghi che insegnano come aria fritta anche le materie di indirizzo?!). Inoltre, la filosofia potenzia il ragionamento e le capacità argomentative e, di conseguenza, migliora l'esposizione scritta e soprattutto orale degli studenti, cosa di cui molti ragazzi avrebbero bisogno...
Tornare in alto Andare in basso
sconcertato_1



Messaggi : 802
Data d'iscrizione : 14.12.15

MessaggioTitolo: Re: Filosofia ai tecnici?   Sab Gen 27, 2018 2:10 pm

La filosofia è talmente utile ed indispensabile per potenziare "il ragionamento e lo spirito critico" che i laureati in filosofia sono ricercatissimi nelle aziende, vanno letteralmente a ruba.

Con un esame di stato centrato principalmente su cittadinanza e costituzione, prova scritta di italiano, esito della prova invalsi su italiano, matematica e inglese con l'aggiunta della filosofia nella discussione orale non capisco perché si ostinano a tenere in piedi le materie professionalizzanti.

Tanto gli studenti capiranno subito che per avere un buon voto al futuro esame di stato non servirà una elevata conoscenza tecnica specifica avendo posto tale materie ai margini di tutto l'iter.

Sicuramente questo sarà il modo migliore per colmare il gap attualmente esistente tra le esigenze di un mercato sempre più competitivo e la formazione altamente specializzata che tali istituti dovrebbero garantire.

RIP in pace scuola tecnica italiana.
Tornare in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 60935
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioTitolo: Re: Filosofia ai tecnici?   Sab Gen 27, 2018 2:51 pm

Kuru-nee ha scritto:
Però le materie umanistiche nella nostra scuola sono incredibilmente privilegiate rispetto a quelle scientifiche.
Basti pensare che io alle superiori (linguistico) ho fatto latino tutti gli anni (4-4-3-2-3), filosofia per 3 ore a settimana 3 anni, storia dell'arte per 2 ore a settimana tutti gli anni, e ho fatto biologia soltanto per 2 anni 3 ore a settimana, fisica solo per 2 anni, scienze della terra 1 solo anno per 3 ore a settimana, chimica un solo anno.
Per me ognuna di queste discipline scientifiche ha l'importanza del latino e della filosofia, se non un po' di più, ma il monte orario nei 5 anni è stato molto sbilanciato. Perché non si fanno due ore settimanali per ognuna di queste scienze per tutti gli anni di superiori in ogni liceo?

Ora al linguistico di latino si fanno due ore in prima e due in seconda. Sono ancora troppe? Forse sì, visto che così non servono a niente. Però sarebbe ora di smetterla di citare quello che succedeva vent'anni fa e di spacciarlo come quello che ci fa oggi. Ecco, forse a questo le discipline umanistiche servono, ad inserire un'affermazione in un determinato contesto temporale.
Nulla in contrario a fare più ore di scienze, purché gli insegnanti di scienze abbiano le idee chiare su come usarle quelle ore. Quelli di latino e di filosofia saprebbero sicuramente come usarle, proprio perché c'è una tradizione alle spalle.
Forse si dovrebbe partire da cosa deve sapere uno studente e poi decidere quante ore servono alle varie discipline invece che fare il contrario.
Tornare in alto Andare in basso
circo



Messaggi : 3507
Data d'iscrizione : 21.09.10

MessaggioTitolo: Re: Filosofia ai tecnici?   Sab Gen 27, 2018 3:18 pm

Dec ha scritto:
Kuru-nee ha scritto:
Però le materie umanistiche nella nostra scuola sono incredibilmente privilegiate rispetto a quelle scientifiche.
Basti pensare che io alle superiori (linguistico) ho fatto latino tutti gli anni (4-4-3-2-3), filosofia per 3 ore a settimana 3 anni, storia dell'arte per 2 ore a settimana tutti gli anni, e ho fatto biologia soltanto per 2 anni 3 ore a settimana, fisica solo per 2 anni, scienze della terra 1 solo anno per 3 ore a settimana, chimica un solo anno.
Per me ognuna di queste discipline scientifiche ha l'importanza del latino e della filosofia, se non un po' di più, ma il monte orario nei 5 anni è stato molto sbilanciato. Perché non si fanno due ore settimanali per ognuna di queste scienze per tutti gli anni di superiori in ogni liceo?

Ora al linguistico di latino si fanno due ore in prima e due in seconda. Sono ancora troppe? Forse sì, visto che così non servono a niente. Però sarebbe ora di smetterla di citare quello che succedeva vent'anni fa e di spacciarlo come quello che ci fa oggi. Ecco, forse a questo le discipline umanistiche servono, ad inserire un'affermazione in un determinato contesto temporale.
Nulla in contrario a fare più ore di scienze, purché gli insegnanti di scienze abbiano le idee chiare su come usarle quelle ore. Quelli di latino e di filosofia saprebbero sicuramente come usarle, proprio perché c'è una tradizione alle spalle.
Forse si dovrebbe partire da cosa deve sapere uno studente e poi decidere quante ore servono alle varie discipline invece che fare il contrario.

Anche quelli di scienze saprebbero cosa farsene, soprattutto i nuovi. E anche nei consigli di classi dovrebbero essere più considerati essendo materia d'indirizzo nelle SA e invece... poi a volte per fare cose occorrono degli strumenti essendo scienze sperimentali, ma se in un liceo c'è un lab per tutte le classi e magari rimasto ai tempi di Newton, direi che si fa fatica.
Comunque anche ora la scuola italiana è sbilanciata verso le discipline umanistiche a partire dalla scuola primaria anche a causa della formazione della classe docente.

Circo
Tornare in alto Andare in basso
Online
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 60935
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioTitolo: Re: Filosofia ai tecnici?   Sab Gen 27, 2018 3:40 pm

Punti di vista. Sulla scuola primaria posso anche essere d'accordo (e anche sulla mancanza di laboratori, ma è un'altra questione); sul fatto che nei consigli di classe i docenti di scienze siano poco considerati proprio no; poi dipende da docente a docente, ma questa storia della materia di indirizzo la sento ripetere in tutti i consigli di classe.
Tornare in alto Andare in basso
Erodoto



Messaggi : 380
Data d'iscrizione : 27.07.12

MessaggioTitolo: Re: Filosofia ai tecnici?   Sab Gen 27, 2018 6:03 pm

avidodinformazioni ha scritto:
lallaorizzonte ha scritto:
sinceramente mi preoccuperei di ciò che viene tolto alla prima prova di italiano, non di ciò che viene aggiunto.
https://www.orizzontescuola.it/riforma-esami-ii-grado-serianni-prova-ditaliano-avra-la-stessa-impalcatura/
In altre circostanze poi potremo parlare anche dei motivi per cui lo o,00000... nei tecnici e professionali non sceglie la prova letteraria.
Viene tolta l'esclusiva della letteratura del 900 ovvero viene aggiunto l'800; bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto ?

Tre terne sono 9 tracce; io ho sempre zoppicato in italiano ma MAI ho avuto paura di non trovar la giusta traccia alla maturità; un ragazzo che con 9 tracce rimane senza nulla da dire non merita un diploma.

La lingua (scritta, ma non solo) serve per raccontare, per spiegare e per schematizzare; ben venga un tema in cui si può narrare (prima terna), argomentare (seconda terna) e riassumere (terza terna); non si pretende che tu sappia fare tutte queste cose (ma le si dovrebbe saper fare) ma ci si accontenta che tu ne sappia fare almeno una; è chiedere troppo ?

Attenzione che nell'articolo il link fa riferimento alla riforma dell'esame delle medie, la terna di tre prove di riferisce a quello. Probabilmente cambierà anche l'esame di stato del ciclo di II grado ma ancora non sappiamo nulla di concreto se non che per quest'anno restano 7 tracce tra cui scegliere.

Quanto alla filosofia e il saper ragionare si dice lo stesso, dalla notte dei tempi, del latino e naturalmente della matematica e sono certo anche di altre discipline. Tutto è necessario e tutto è indispensabile ma a me gli indirizzi spezzatino dove si studia dituttounpo' e si approfondisce poco non hanno mai convinto.
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 5881
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioTitolo: Re: Filosofia ai tecnici?   Sab Gen 27, 2018 6:11 pm

Dec ha scritto:
Punti di vista. Sulla scuola primaria posso anche essere d'accordo (e anche sulla mancanza di laboratori, ma è un'altra questione); sul fatto che nei consigli di classe i docenti di scienze siano poco considerati proprio no; poi dipende da docente a docente, ma questa storia della materia di indirizzo la sento ripetere in tutti i consigli di classe.

L'unica volta che ho sentito appoggiare una mia richiesta di fermare un alunno insufficiente nelle materie di indirizzo (matematica, fisice a scienze al liceo scientifico) è stato da parte della supplente di scienze motorie.

Per il resto, tutti a guardare il proprio orticello, "con me va bene, quindi promuoviamolo".
Tornare in alto Andare in basso
arrubiu
Moderatore
Moderatore
avatar

Messaggi : 13381
Data d'iscrizione : 24.10.14
Località : Casteddu70

MessaggioTitolo: Re: Filosofia ai tecnici?   Sab Gen 27, 2018 6:15 pm

Comunque il problema è tutto nel nome: dato il numero di ore, tra parte scientifica e parte umanistica, potremmo anche chiamarlo "liceo misto", così risolveremmo il problema delle materie "di indirizzo";)
Tornare in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 60935
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioTitolo: Re: Filosofia ai tecnici?   Sab Gen 27, 2018 6:16 pm

mac67 ha scritto:
Dec ha scritto:
Punti di vista. Sulla scuola primaria posso anche essere d'accordo (e anche sulla mancanza di laboratori, ma è un'altra questione); sul fatto che nei consigli di classe i docenti di scienze siano poco considerati proprio no; poi dipende da docente a docente, ma questa storia della materia di indirizzo la sento ripetere in tutti i consigli di classe.

L'unica volta che ho sentito appoggiare una mia richiesta di fermare un alunno insufficiente nelle materie di indirizzo (matematica, fisice a scienze al liceo scientifico) è stato da parte della supplente di scienze motorie.

Per il resto, tutti a guardare il proprio orticello, "con me va bene, quindi promuoviamolo".

Io ho esperienze diverse in merito. Poi ci sono scuole in cui si boccia di più e altre in cui si cercano tutti i pretesti per promuovere sempre e comunque, ma il riferimento alle discipline di indirizzo l'ho sentito fare spesso, magari in modo strumentale per giustificare una promozione nonostante l'alto numero di materie insufficienti (e 6 solo in quella o quasi). Comunque che i docenti delle materie scientifiche siano discriminati in quanto tali mi sembra veramente una tesi senza fondamento.
Tornare in alto Andare in basso
Kuru-nee



Messaggi : 191
Data d'iscrizione : 27.07.17

MessaggioTitolo: Re: Filosofia ai tecnici?   Sab Gen 27, 2018 6:46 pm

Dec ha scritto:
Ora al linguistico di latino si fanno due ore in prima e due in seconda. Sono ancora troppe? Forse sì, visto che così non servono a niente. Però sarebbe ora di smetterla di citare quello che succedeva vent'anni fa e di spacciarlo come quello che ci fa oggi. Ecco, forse a questo le discipline umanistiche servono, ad inserire un'affermazione in un determinato contesto temporale.
Nulla in contrario a fare più ore di scienze, purché gli insegnanti di scienze abbiano le idee chiare su come usarle quelle ore. Quelli di latino e di filosofia saprebbero sicuramente come usarle, proprio perché c'è una tradizione alle spalle.
Forse si dovrebbe partire da cosa deve sapere uno studente e poi decidere quante ore servono alle varie discipline invece che fare il contrario.

Infatti ora lo trovo più equilibrato, ma non è che siano aumentate le ore di scienze.
Vent'anni fa io cominciavo le elementari, Dec, quindi non parliamo di tempi lontanissimi, come credi.
Perché pensi che due ore a settimana di latino non servano a niente?
Allora a cosa possono servire 3 ore di scienze della terra per un solo anno?
Anche io penso che dovremmo partire da cosa deve sapere uno studente e di sicuro con un anno per ogni scienza a 3 ore a settimana non impara ciò che dovrebbe sapere per non essere una persona ignorante.
L'unica disciplina che si fa per un numero più che sufficiente di ore (anzi, forse per un numero di ore eccessivo dove non è di indirizzo) è matematica, che viene considerata importantissima, tutte le altre discipline scientifiche sono di serie B se andiamo a guardare quante ore si fanno.
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 5881
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioTitolo: Re: Filosofia ai tecnici?   Sab Gen 27, 2018 6:52 pm

Dec ha scritto:
mac67 ha scritto:
Dec ha scritto:
Punti di vista. Sulla scuola primaria posso anche essere d'accordo (e anche sulla mancanza di laboratori, ma è un'altra questione); sul fatto che nei consigli di classe i docenti di scienze siano poco considerati proprio no; poi dipende da docente a docente, ma questa storia della materia di indirizzo la sento ripetere in tutti i consigli di classe.

L'unica volta che ho sentito appoggiare una mia richiesta di fermare un alunno insufficiente nelle materie di indirizzo (matematica, fisice a scienze al liceo scientifico) è stato da parte della supplente di scienze motorie.

Per il resto, tutti a guardare il proprio orticello, "con me va bene, quindi promuoviamolo".

Io ho esperienze diverse in merito. Poi ci sono scuole in cui si boccia di più e altre in cui si cercano tutti i pretesti per promuovere sempre e comunque, ma il riferimento alle discipline di indirizzo l'ho sentito fare spesso, magari in modo strumentale per giustificare una promozione nonostante l'alto numero di materie insufficienti (e 6 solo in quella o quasi). Comunque che i docenti delle materie scientifiche siano discriminati in quanto tali mi sembra veramente una tesi senza fondamento.

Discriminazione non è il termine corretto.

Semplicemente, le insufficienze in materie scientifiche di indirizzo sono considerate poco rilevanti da chi insegna altro.

Spero sempre di vedere mettere una insufficienza in italiano a chi non è in grado di scrivere una frase corretta nei miei compiti di matematica o fisica. Nonostante mi aspettino ancora più di 15 anni di insegnamento, temo che spererò a lungo e inutilmente.
Tornare in alto Andare in basso
VITAK



Messaggi : 2502
Data d'iscrizione : 14.05.14

MessaggioTitolo: Re: Filosofia ai tecnici?   Sab Gen 27, 2018 6:54 pm

sconcertato_1 ha scritto:
La filosofia è talmente utile ed indispensabile per potenziare "il ragionamento e lo spirito critico" che i laureati in filosofia sono ricercatissimi nelle aziende, vanno letteralmente a ruba.

Con un esame di stato centrato principalmente su cittadinanza e costituzione, prova scritta di italiano, esito della prova invalsi su italiano, matematica e inglese con l'aggiunta della filosofia nella discussione orale non capisco perché si ostinano a tenere in piedi le materie professionalizzanti.

Tanto gli studenti capiranno subito che per avere un buon voto al futuro esame di stato non servirà una elevata conoscenza tecnica specifica avendo posto tale materie ai margini di tutto l'iter.

Sicuramente questo sarà il modo migliore per colmare il gap attualmente esistente tra le esigenze di un mercato sempre più competitivo e la formazione altamente specializzata che tali istituti dovrebbero garantire.

RIP in pace scuola tecnica italiana.

Quante delle cose che si fanno a scuola servono concretamente per trovare lavoro? Si studia per imparare a ragionare, a risolvere problemi, per sapere come e dove cercare una data informazione, per elaborare un metodo per studiare qualsiasi cosa, per "imparare a imparare".
Se continuiamo a ragionare in questo modo, produrremo degli analfabeti funzionali...
Poi sicuramente nella scuola italiana la didattica laboratoriale è una chimera, anche negli indirizzi in cui dovrebbe essere preminente, ma, come hanno scritto altri utenti, le cose non si escludono.
Tornare in alto Andare in basso
Kuru-nee



Messaggi : 191
Data d'iscrizione : 27.07.17

MessaggioTitolo: Re: Filosofia ai tecnici?   Sab Gen 27, 2018 7:16 pm

VITAK ha scritto:
Quante delle cose che si fanno a scuola servono concretamente per trovare lavoro? Si studia per imparare a ragionare, a risolvere problemi, per sapere come e dove cercare una data informazione, per elaborare un metodo per studiare qualsiasi cosa, per "imparare a imparare".
Se continuiamo a ragionare in questo modo, produrremo degli analfabeti funzionali...

Poi sicuramente nella scuola italiana la didattica laboratoriale è una chimera, anche negli indirizzi in cui dovrebbe essere preminente, ma, come hanno scritto altri utenti, le cose non si escludono.

Quindi anche per te lo studio di materie scientifiche e tecniche non potenzia queste capacità, non ti rende più capace di ragionare, di risolvere problemi, di cercare informazioni e di trovare un metodo per portare avanti uno studio o una ricerca, ma dà soltanto conoscenze spendibili per un lavoro. Sono senza parole.
Tornare in alto Andare in basso
 
Filosofia ai tecnici?
Tornare in alto 
Pagina 4 di 6Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente
 Argomenti simili
-
» Perché laurearsi in Filosofia? Che pezzo di carta è?
» Seconda laurea
» la filosofia come fondamento della comprensione del mondo.
» Ateismo tra Scienza e Filosofia
» Dati tecnici su casse molto ostici e confusi!!! guardate!!! help!!!

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: