Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividi | 
 

 open day al contrario

Andare in basso 
Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3  Seguente
AutoreMessaggio
franco71



Messaggi : 2012
Data d'iscrizione : 14.11.14

MessaggioTitolo: open day al contrario   Dom Gen 28, 2018 1:44 pm

Promemoria primo messaggio :

http://torino.repubblica.it/cronaca/2018/01/28/news/cuneo_gli_industriali_scrivono_ai_genitori_dei_ragazzi_delle_medie_abbiamo_estremo_bisogno_di_tecnici_e_operai_specializz-187464639/?ref=RHPPLF-BH-I0-C4-P5-S1.4-T1
Torna in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
Befree2



Messaggi : 414
Data d'iscrizione : 25.01.18

MessaggioTitolo: Re: open day al contrario   Lun Gen 29, 2018 5:33 pm

Certo...al sud non ci sono le fabbriche.eehh il mezzogiorno. ..
Non posso postare link, chiederei a chi volesse uscire dai luoghi comuni di cercare assunzioni grottaglie Leonardo su Google news per capire,a titolo di esempio,che di lavoratori di varia formazione scolastica, OVVIAMENTE SEMPRE IN CAMPO TECNICO, c è sempre richiesta.
In campo aerospaziale la Puglia ha degli stabilimenti punta di diamante , operai tecnici ed ingegneri, a periodi alterni,sono sempre richiesti
Torna in alto Andare in basso
sempreconfusa1



Messaggi : 3005
Data d'iscrizione : 05.08.11

MessaggioTitolo: Re: open day al contrario   Lun Gen 29, 2018 5:35 pm

Sono dei buoni esempi. Immagino sia gratificante lavorare in contesti simili; certo lo sarebbe di più se anche tu, come insegnante, fossi retribuito adeguatamente...vero?
ma tant'è...

per befree
guarda che io parlavo del contratto di lavoro "serio" e di come funzioni il rapporto scuola-mondo del lavoro, non di fantomatici posti vacanti delle imprese del sud.
Sei forse tu direttamente ad assumere? Conosci tutti i dettagli? Sai anche se assumono neodiplomati??? No perché se è così, mi diplomo in un tecnico qualsiasi e vado pure io a farmi assumere, e mi sistemo per la vecchiaia.


Ultima modifica di sempreconfusa1 il Lun Gen 29, 2018 5:46 pm, modificato 1 volta
Torna in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 6028
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioTitolo: Re: open day al contrario   Lun Gen 29, 2018 5:39 pm

La realtà è molto variegata.

E' vero che in alcune zone industrializzate manca il personale qualificato, che però non sempre viene pagato in modo da attrarre l'attenzione. Ma è pur vero che moltissime persone qualificate faticano a trovare un lavoro corrispondente alla loro qualifica.
Torna in alto Andare in basso
Befree2



Messaggi : 414
Data d'iscrizione : 25.01.18

MessaggioTitolo: Re: open day al contrario   Lun Gen 29, 2018 6:09 pm

Mi rivolgo a sempre confusa.
Conosco lo stabilimento di grottaglie. I dettagli delle assunzioni li trovi sul sito.
Non penso che uno stabilimento dove si costruiscono per ditte straniere "premium " manufatti in materiale composito sia il posto giusto dove "sistemarsi tutta la vita". Sono lavorazioni complesse, ed anche gli operai devono formarsi, imparare,fare esperienza per crescere.
Per il "posto comodo" a vita ci sono le poltrone della politica
Torna in alto Andare in basso
arrubiu
Moderatore
Moderatore
avatar

Messaggi : 15802
Data d'iscrizione : 24.10.14
Località : Casteddu70

MessaggioTitolo: Re: open day al contrario   Lun Gen 29, 2018 6:13 pm

Befree2 ha scritto:
Mi rivolgo a sempre confusa.
Conosco lo stabilimento di grottaglie.  I dettagli delle assunzioni li trovi sul sito.
Non penso che uno stabilimento dove si costruiscono per ditte straniere "premium " manufatti in materiale composito sia il posto giusto dove "sistemarsi tutta la vita". Sono lavorazioni complesse, ed anche gli operai devono formarsi, imparare,fare esperienza per crescere.
Per il "posto comodo" a vita ci sono le poltrone della politica
Complimenti, vinci il premio "qualunquismo" per il 2018.
Torna in alto Andare in basso
sconcertato_1



Messaggi : 802
Data d'iscrizione : 14.12.15

MessaggioTitolo: Re: open day al contrario   Lun Gen 29, 2018 6:15 pm

arrubiu ha scritto:
Befree2 ha scritto:
Mi rivolgo a sempre confusa.
Conosco lo stabilimento di grottaglie.  I dettagli delle assunzioni li trovi sul sito.
Non penso che uno stabilimento dove si costruiscono per ditte straniere "premium " manufatti in materiale composito sia il posto giusto dove "sistemarsi tutta la vita". Sono lavorazioni complesse, ed anche gli operai devono formarsi, imparare,fare esperienza per crescere.
Per il "posto comodo" a vita ci sono le poltrone della politica
Complimenti, vinci il premio "qualunquismo" per il 2018.

Perché ha forse sbagliato? Non vedi la corsa alla poltrona proprio in questi giorni? Mi viene il voltastomaco solo a leggere le news sui giornali.
Torna in alto Andare in basso
arrubiu
Moderatore
Moderatore
avatar

Messaggi : 15802
Data d'iscrizione : 24.10.14
Località : Casteddu70

MessaggioTitolo: Re: open day al contrario   Lun Gen 29, 2018 6:17 pm

sconcertato_1 ha scritto:
arrubiu ha scritto:
Befree2 ha scritto:
Mi rivolgo a sempre confusa.
Conosco lo stabilimento di grottaglie.  I dettagli delle assunzioni li trovi sul sito.
Non penso che uno stabilimento dove si costruiscono per ditte straniere "premium " manufatti in materiale composito sia il posto giusto dove "sistemarsi tutta la vita". Sono lavorazioni complesse, ed anche gli operai devono formarsi, imparare,fare esperienza per crescere.
Per il "posto comodo" a vita ci sono le poltrone della politica
Complimenti, vinci il premio "qualunquismo" per il 2018.

Perché ha forse sbagliato? Non vedi la corsa alla poltrona proprio in questi giorni? Mi viene il voltastomaco solo a leggere le news sui giornali.
Lungi da me dire cosa è sbagliato e cosa non lo è.
Per me quella è una frase di un qualunquismo disarmante, poi ognuno la pensi come crede.
Torna in alto Andare in basso
sempreconfusa1



Messaggi : 3005
Data d'iscrizione : 05.08.11

MessaggioTitolo: Re: open day al contrario   Lun Gen 29, 2018 6:40 pm

Io non conosco lo stabilimento di Grottaglie, dunque mi baso su ciò che leggo nel forum. Ma a proposito del concetto che "anche gli operai devono formarsi, imparare, fare esperienza per crescere", direi che hai toccato uno degli anelli deboli del sistema di reclutamento, almeno qui da noi: il diritto a potersi formare mentre si lavora (intendo come esperienza diretta), ricevendo uno stipendio adeguato e non "simbolico" (per esempio il canonico rimborso spese).

Intendiamoci: non dico che chi inizia a lavorare non debba fare la gavetta, e dunque non ne faccio un discorso soltanto economico; mi sta bene che gli stipendi siano adeguati a responsabilità e mansioni differenti. Piuttosto mi riferisco al fatto che attualmente il fare gavetta sia diventato, in molti casi, il fare gavetta "per sempre", in quanto molta della "flessibilità" richiesta nel mondo del lavoro è l'esatto contrario di una vera "specializzazione" in qualsivoglia settore, e proprio perché nessuno ha voglia di farti crescere e imparare a far meglio nel tuo settore, ti vorrebbero già "imparato" pronto con la giusta dose di esperienza al seguito. Non si sa bene però in che modo poterla acquisire, visto che sono davvero in pochi a volerci investire veramente.
Torna in alto Andare in basso
sconcertato_1



Messaggi : 802
Data d'iscrizione : 14.12.15

MessaggioTitolo: Re: open day al contrario   Lun Gen 29, 2018 7:04 pm

sempreconfusa1 ha scritto:
Io non conosco lo stabilimento di Grottaglie, dunque mi baso su ciò che leggo nel forum. Ma a proposito del concetto che "anche gli operai devono formarsi, imparare, fare esperienza per crescere", direi che hai toccato uno degli anelli deboli del sistema di reclutamento, almeno qui da noi: il diritto a potersi formare mentre si lavora (intendo come esperienza diretta), ricevendo uno stipendio adeguato e non "simbolico" (per esempio il canonico rimborso spese).

Intendiamoci: non dico che chi inizia a lavorare non debba fare la gavetta, e dunque non ne faccio un discorso soltanto economico; mi sta bene che gli stipendi siano adeguati a responsabilità e mansioni differenti. Piuttosto mi riferisco al fatto che attualmente il fare gavetta sia diventato, in molti casi, il fare gavetta "per sempre", in quanto molta della "flessibilità" richiesta nel mondo del lavoro è l'esatto contrario di una vera "specializzazione" in qualsivoglia settore, e proprio perché nessuno ha voglia di farti crescere e imparare a far meglio nel tuo settore, ti vorrebbero già "imparato" pronto con la giusta dose di esperienza al seguito. Non si sa bene però in che modo poterla acquisire, visto che sono davvero in pochi a volerci investire veramente

Forse dovrebbe insegnare la scuola, naturalmente con la giusta retribuzione degli insegnanti. Su questo ultimo punto concordo pienamente e mi batto da tempo.
Torna in alto Andare in basso
Lenar_



Messaggi : 70
Data d'iscrizione : 02.11.17

MessaggioTitolo: Re: open day al contrario   Lun Gen 29, 2018 9:02 pm

paniscus_2.1 ha scritto:
Befree2 ha scritto:
Bisogna inquadrare questo argomento nel particolare periodo storico in cui viviamo. Parlo in generale, per tendenza e non per eccezioni.
I giovani fondamentalmente non hanno più bisogno di lavorare. Se così fosse,se in famiglia subissero pressioni in tal senso,  sarebbe molto diverso il loro atteggiamento verso la scuola.

Visto che parli di tendenze storiche collettive, cerca di cogliere una visione più ampia.

Il punto non è solo che "i giovani non hanno più bisogno di lavorare", ma è anche che il mondo dell'imprenditoria e della produzione non ha più bisogno di lavoratori.

Questo non è vero.

I lavoratori servono ancora. Ma non servono i lavoratori di un tempo. Il lattoniere o il tornitore di oggi non sono quelli degli anni '60. Il tornitore di oggi conosce il CNC, sa pianificare le fasi di lavoro, sa intervenire prontamente sulla macchina...

E' vero che l'industria di oggi richiede, per produrre la stessa quantità di merce, meno lavoratori di quelli richiesti dall'industria degli anni '60. Ma tutt'ora l'industria richiede mano d'opera formata o, quantomeno, abbastanza flessibile e volenterosa da formarsi.

I miei ex studenti dell'ITIS ad indirizzo Elettronico lavorano tutti. Quelli del meccanico, in genere, non finivano neppure l'estate della maturità: quelli che non erano assunti prima del diploma lo erano con la riapertura post-ferragostana.

Torna in alto Andare in basso
dubitoergosum



Messaggi : 1817
Data d'iscrizione : 04.09.10

MessaggioTitolo: Re: open day al contrario   Mar Gen 30, 2018 7:23 am

sconcertato_1 ha scritto:
sempreconfusa1 ha scritto:
sconcertato_1 ha scritto:
Risultato della mia classe V elettrotecnica (ITIS) che ho portato all'esame di stato lo scorso anno (Regione Lombardia):

50% iscritti all'università;
50% già lavorano.
0% disoccupato.

Ognuno di loro ha ricevuto nel mese di agosto circa 30 telefonate per proposte di colloquio, senza aver neanche ancora inviato 1 curriculum (pensavano alle vacanze)

Uno degli studenti che più aveva legato con me ha avuto un contratto di inserimento di 1800 euro netti (che io mi sogno dopo di 10 anni di insegnamento) + straordinari + indennità di trasferta + pranzo pagato al ristorante.

Ma come dice qualcuno, senza la filosofia questi ragazzi sono incapaci di trovare soluzioni e cercare informazioni, sono incapaci di imparare ad imparare. Sono quindi curioso di conoscere l'esito di qualche classe di luminari liceali.

beh, in questo caso però anche affermare, come ho letto in alcuni interventi sul forum, che  i ragazzi rifiuterebbero un tale lavoro per restare a casa a godersi il divano di mamma e papà, rifiutando di fare straordinari (pagati) mi suona come un pregiudizio.
Il circuito di connessione scuola-mondo del lavoro, nel caso citato deve essere ottimo, perché per ricevere le telefonate senza neppure inviare il cv significa che i ragazzi già erano stati indirizzati verso proposte di lavoro piuttosto concrete prima di diplomarsi.
E' solo l'esempio di una classe oppure del'intero istituto?

epperò sei in Lombardia...

Preciso che conosco i particolari del contratto del ragazzo solo perché, come dicevo, ha avuto un rapporto più diretto con me durante la preparazione del progetto per esame di stato. Per gli altri non conosco i particolari, so che qualcuno ha contratti per i canonici 1200 euro, magari qualcuno un po' meno, non so.

Tutti sono stati contattati perché le aziende hanno chiesto i nominativi dei diplomati alle segreterie con relativi contatti.

Sono da pochi anni in questa scuola, è stata la mia prima classe V in questo istituto e conosco i risultati perché gli studenti sono tornati a trovarci per saluti a settembre/ottobre. So però che è una certa regola per tale istituto avere una buona percentuale di collocazione nel mondo del lavoro dopo diploma. Ovvio dipende dall'anno e dall'indirizzo. C'è la fila agli open day.

Anche nella scuola dove lavoravo prima, sempre in Lombardia, un professionale ad indirizzo meccanico  i ragazzi erano contattati dalle aziende tramite segreteria
Anche alla mia quinta dello scorso anno, un professionale a curvatura elettronica, è successo più o meno lo stesso.
Tutti gli studenti storicamente trovano lavoro molto presto, le aziende chiedono gli elenchi alla segreteria e li cercano anche prima che si diplomino.
Non è un tecnico e non è nemmeno particolarmente noto per essere un buon professionale, anzi. Parlo di una zona del centro italia. Secondo me è molto una questione territoriale, dipende quali aziende ci sono qual è la loro politica (in quella zona ad esempio credo che non delocalizzerebbero la produzione, tengono proprio ad assumere e a far crescere i lavoratori del territorio).

Torna in alto Andare in basso
paniscus_2.1



Messaggi : 947
Data d'iscrizione : 31.10.17

MessaggioTitolo: Re: open day al contrario   Gio Feb 01, 2018 10:20 pm

Questo è un punto di vista opposto:

http://www.repubblica.it/scuola/2018/02/01/news/gli_istituti_tecnici_e_professionali_che_formano_disoccupati-187813633/?ref=RHRS-BH-I0-C6-P11-S2.6-T1

Ovviamente non posso sapere quale dei due si avvicini di più al vero.
Torna in alto Andare in basso
Online
Befree2



Messaggi : 414
Data d'iscrizione : 25.01.18

MessaggioTitolo: Re: open day al contrario   Gio Feb 01, 2018 10:39 pm

Senza saper ne leggere ne scrivere,tra testimonianze circostanziate di colleghi e Repubblica io credo ai primi.se poi ci aggiungo il mio vissuto confermo ulteriormente.
Comunque l articolo parla genericamente di "tecnici". Si spazia su vari campi e chiaramente anche in campi in cui gli sbocchi occupazionali sono molto più critici di industria ed artigianato, peraltro citati come felici eccezioni..
Torna in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 20663
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: open day al contrario   Gio Feb 01, 2018 11:11 pm

paniscus_2.1 ha scritto:
Questo è un punto di vista opposto:

http://www.repubblica.it/scuola/2018/02/01/news/gli_istituti_tecnici_e_professionali_che_formano_disoccupati-187813633/?ref=RHRS-BH-I0-C6-P11-S2.6-T1

Ovviamente non posso sapere quale dei due si avvicini di più al vero.

http://www.fondazioneagnelli.it/wp-content/uploads/2018/01/report_occupazione_diplomati_final.pdf

Ne parlo qui

http://www.orizzontescuolaforum.net/t152805-il-127-dei-diplomati-non-sappiamo-cosa-faccia

La statistica è ben fatta; la sintesi di OS molto meno; comunque secondo me è verosimile il quadro presentato da questa statistica ovvero che in uscita dai tecnico professionali ci sono tanti neet.

Del resto tutti quegli inverecondi fancazzisti che infestano quelle scuole perchè mai dovrebbero essere appetibili alle industrie ? Escono sapendone quanto ne sapevano quando sono entrati; perchè un'azienda dovrebbe assumere in ruolo tecnico un ragazzo che ha la licenza media ?

Quelli che lavorano spesso fanno lavori che nulla hanno a che vedere con la scuola frequentata (non oso di dire "con quanto hanno studiato"), per esempio friggono patatine al McDonald; li consideriamo occupati grazie al diploma ?

Ma a noi piace nasconderci dietro ad un dito; ci piace dire che questo qui

https://www.youtube.com/watch?v=xT6DFb_kSCI

Ha trovato lavoro subito dopo il diploma; diciamolo per carità, così tutti quelli come lui vanno lì e lasciano puliti i licei.
Torna in alto Andare in basso
Befree2



Messaggi : 414
Data d'iscrizione : 25.01.18

MessaggioTitolo: Re: open day al contrario   Gio Feb 01, 2018 11:45 pm

Parlo di lauree ma non esco troppo dal seminato.
Da giorni sulla bacheca Facebook sono tempestato da post di Italdesign di moncalieri che cercano ingegneri a valanga. La richiesta è in inglese,ed è bel specificato che vogliono ottimo inglese e tedesco.
Qualcuno ha così commentato "ma perché l annuncio di lavoro è scritto in inglese?"
Due cose sono infinite. ...l universo e la stupidità umana......ecc
Torna in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 20663
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioTitolo: Re: open day al contrario   Ven Feb 02, 2018 1:21 am

Già, immagino che anche quando cercano tornitori li vogliano che sappiano tornire e non che sappiano bestemmiare.
Torna in alto Andare in basso
frankenstin



Messaggi : 347
Data d'iscrizione : 13.09.13

MessaggioTitolo: Re: open day al contrario   Ven Feb 02, 2018 7:30 am

Continuate a sputare sentenze sulla qualità dei lavoratori italiani ed a criminalizzarli senza capire che appartenete alla stessa famiglia.

Se quell'annuncio di lavoro è così appetibile perché non vi fate avanti voi, professori?

C è scritto quale favoloso stipendio 'regalano', a questi laureati ingegneri a pieni voti con bilinguismo perfetto? Scommetto che li desiderano anche giovincelli, con un paio di anni d'esperienza nell mansione e disposti a fare il piccioni viaggiatori per il mondo...
Torna in alto Andare in basso
Befree2



Messaggi : 414
Data d'iscrizione : 25.01.18

MessaggioTitolo: Re: open day al contrario   Ven Feb 02, 2018 8:19 am

Scommetti male.
Leggo "are you just graduated? "
Quindi nessuna esperienza.
È normale in una realtà lavorativa multinazionale che alcuni tecnici facciano trasferta all estero. Mi pare anche un ottima opportunità. Mica tutti cercano la scuola sotto casa dove scendi in pigiama e ti cambi nel corridoio...
Torna in alto Andare in basso
paniscus_2.1



Messaggi : 947
Data d'iscrizione : 31.10.17

MessaggioTitolo: Re: open day al contrario   Ven Feb 02, 2018 8:35 am

E ritorniamo alla solita domanda retorica: per quale motivo tu hai rinunciato a farlo, pur avendo i titoli opportuni, avendo anche un po' di esperienza, e apprezzando ideologicamente questo sistema?

Immagino, per motivi personali e familiari ai quali tieni di più (il che sarebbe anche condivisibilissimo).

Quindi, non si capisce come mai ti ostini a denigrare e a prendere in giro tutti gli altri che hanno aspirazioni simili alle tue e che fanno scelte di vita simili alle tue.
Torna in alto Andare in basso
Online
Befree2



Messaggi : 414
Data d'iscrizione : 25.01.18

MessaggioTitolo: Re: open day al contrario   Ven Feb 02, 2018 8:57 am

Veramente . Non si stava parlando del laureato che preferisce l insegnamento, ma del fatto che tecnica,industria e artigianato sono ancora sbocchi possibili e disponibili per i volenterosi e preparati. .
Torna in alto Andare in basso
frankenstin



Messaggi : 347
Data d'iscrizione : 13.09.13

MessaggioTitolo: Re: open day al contrario   Ven Feb 02, 2018 6:19 pm

Befree2 ha scritto:
Mica tutti cercano la scuola sotto casa dove scendi in pigiama e ti cambi nel corridoio...

Ma perchè citi un'offerta di lavoro rivolta ad una nicchia molto ristretta di persone se si sta parlando in generale?

Ti informo inoltre che coi salari di oggi, non puoi mica andartene in giro come ti pare. Spesso, in particolare al sud, conviene stare a casa e vivacchiare con qualche lavoro occasionale in nero piuttosto che andare a farsi il culo a 1000km di distanza per un salario da fame. Senza contare che se uno ha familiari anziani, o in difficoltà, conviene che stia a casa piuttosto che lavorare fuori e pagare una badante.

Non ci vedo alcun reato nel rifiutare le "fantasmagoriche" offerte di lavoro che GLI ALTRI dovrebbero accettare per dimostrare di non essere dei fannulloni buoni a nulla, come vi piace descriverli.
Torna in alto Andare in basso
Befree2



Messaggi : 414
Data d'iscrizione : 25.01.18

MessaggioTitolo: Re: open day al contrario   Ven Feb 02, 2018 10:08 pm

Mi pare invece che ,parlando di insegnanti,siamo molti quelli che si fanno stiamo 1000 km per venire al nord ad insegnare per due lire...
Torna in alto Andare in basso
frankenstin



Messaggi : 347
Data d'iscrizione : 13.09.13

MessaggioTitolo: Re: open day al contrario   Sab Feb 03, 2018 12:36 am

Befree2 ha scritto:
Mi pare invece che ,parlando di insegnanti,siamo molti quelli che si fanno stiamo 1000 km per venire al nord ad insegnare per due lire...

E' vero, ma nonostante tutto al nord continua ad esserci penuria di insegnanti ed al sud sovrabbondanza. Mica per questo si può dire che i meridionali non hanno voglia di lavorare o che non si muovono perchè sono poltroni.

Esistono situazioni abbastanza comuni che non rendono possibile o conveniente accettare un impiego lontano da casa. E ciò vale per qualunque tipologia di lavoro, quindi questa moda di dare la colpa ai "giovani di oggi" descrivendoli come smidollati senza voglia di lavorare o sacrificarsi, è una stronzata gigantesca.

Il lavoro va pagato, e salato. Purtroppo oggi non cercano persone, ma cinesi, bengalesi o italiani col braccialetto (in stile Amazon). Se non li trovano, a parer mio, è solo un bene.
Torna in alto Andare in basso
herman il lattoniere



Messaggi : 352
Data d'iscrizione : 15.11.17

MessaggioTitolo: Re: open day al contrario   Sab Feb 03, 2018 6:56 am

l'industria assorbe occupazione solo in alcune isolati distretti d'Italia, specie quelli che lavorano con commesse estere o su progetti avanzati, cose in genere al di fuori delle possibilità imprenditoriali, d'investimento e d'innovazione delle nostre piccole e medie imprese. Sono molti di più i territori in cui la presenza industriale è assente o in forte crisi. La tendenza generale è quella di una deindustrializzazione del nostro paese; la scuola non può invertire questa tendenza e quello che è assolutamente inutile e dannoso che faccia è cercare di scimmiottare le dinamiche del lavoro o di formare lavoratori già pronti. Sarebbe però opportuno che i percorsi di studi tecnici e professionali venissero rivalutati, facendo in modo che forniscano veri sbocchi professionali e che attirino anche gli studenti migliori, almeno nelle discipline tecnico-pratiche; andrebbero invece "disincrostati" dalla presenza di coloro che li scelgono per bivaccare in attesa della fine dell'obbligo scolastico.
Torna in alto Andare in basso
sconcertato_1



Messaggi : 802
Data d'iscrizione : 14.12.15

MessaggioTitolo: Re: open day al contrario   Sab Feb 03, 2018 3:21 pm

@paniscus e avido,

A leggere i documenti da voi proposti con i link troviamo conferma ai dati da me riscontrati, anzi addirittura la percentuale di occupazione al centro nord dei tecnici è superiore alla mia statistica attestandosi al 60%.

Gli indirizzi nei tecnici sono 11 e se si analizzano quelli con maggiori sbocchi professionali, quali energia, meccanica e automazione probabilmente (quasi sicuramente) la percentuale sale ulteriormente.

Se al sud la percentuale di occupazione è inferiore lo si deve alla scarsa industrializzazione del territorio. Invece di di decantare la bontà dei licei per quelle zone, che notoriamente hanno zero sbocchi lavorativi,  si dovrebbe attivare un serio programma di industrializzazione e contestualmente valorizzare maggiormente il percorso tecnico con una più ampia quantità e qualità della formazione tecnica.

Non dimenticatevi che l'italia è diventata la quinta potenza industriale nel mondo grazie alle numerose  piccole e medie imprese costruite, per la maggior parte dei casi, da tecnici di vecchio stampo. Prima degli anni novanta tali scuole non erano invase da materie umanistiche. A partire dagli anni novanta, con una serie di pseudoriforme, le materie umanistiche hanno progressivamente tolto spazio a quelle professionalizzanti. I risultati sono oggi sotto gli occhi di tutti.

Insomma, per rilanciare il percorso tecnico e riportarlo ai livelli degli anni passati si devono ripotenziare le materie di indirizzo e non svilirle ulteriormente. Sicuramente non si può pensare di dare  rilancio al sistema produttivo italiano demonizzando la scuola tecnica.

@herman, un giorno ci dirai su quali dati certi e inconfutabili hai tratto tali conclusioni.
Torna in alto Andare in basso
 
open day al contrario
Torna in alto 
Pagina 2 di 3Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3  Seguente
 Argomenti simili
-
» Fertility open day con la dottoressa Iammarrone...
» Giappone Hakone open air museum
» [vendo] [USATA] Barca open Ranieri 550
» esami che richiedono all'ivi di barcellona per ovo e costi e gine a Milano per controlli che non sia contrario ad ovodonazione
» Mai piu senza l Angel Sound

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Vai verso: