Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
» 30 ore in cambio di ferie?
Oggi alle 4:17 pm Da paniscus_2.1

» Allegato D HELP ME
Oggi alle 4:16 pm Da Sara982

» concorso 2018 USR Lazio
Oggi alle 4:13 pm Da Ataru

» esame terzo anno di qualifica
Oggi alle 3:54 pm Da PrimulaVera

» Sospensione 104 in corso d’anno scolastico
Oggi alle 3:53 pm Da donadoni

» CURIOSITA'
Oggi alle 3:46 pm Da Stefania Biancani

» 730 a debito?!?
Oggi alle 3:36 pm Da AlinaI

» Gli alunni maleducati vogliono essere sanzionati.
Oggi alle 3:36 pm Da c'è un limite a tutto

» Quali allegati?
Oggi alle 3:24 pm Da Conny81

Link sponsorizzati
Condividi | 
 

 Attenzione ad abbassare gli standard di apprendimento.

Andare in basso 
Vai alla pagina : Precedente  1, 2
AutoreMessaggio
Procopio



Messaggi : 1198
Data d'iscrizione : 28.12.13
Località : Bari: la città più grande del Piemonte

MessaggioTitolo: Attenzione ad abbassare gli standard di apprendimento.   Ven Feb 02, 2018 4:35 pm

Promemoria primo messaggio :

Posto qui il link ad un articolo letto sul tema in questione, di scottante attualità a parer mio e che fotografa una realtà che molti conoscono ma che in numero ancora maggiore preferiscono tacere:
https://www.tecnicadellascuola.it/non-abbassiamo-gli-standard-apprendimento
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
mac67



Messaggi : 5885
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioTitolo: Re: Attenzione ad abbassare gli standard di apprendimento.   Sab Feb 03, 2018 8:55 pm

paniscus_2.1 ha scritto:

No, scusa, anche in quel periodo non è stato affatto così: si veniva promossi "anche con qualche materia insufficiente", ma col cavolo che la cosa risultasse in chiaro: nelle materie regalate, i voti passavano in automatico a 6 e facevano media come se fossero dei 6 veri, compreso il calcolo dei crediti per l'esame finale. Esattamente come adesso, solo che non c'era nemmeno la fase dell'esame di recupero, in cui si può anche bocciare: si veniva promossi d'ufficio e basta, con le insufficienze trasformate in 6 fin dall'inizio.

Io parlo dell'eventualità di poter promuovere anche con un paio di materie col 5 o col 4, però lasciando i 4 e i 5 in pagella, a fare media e crediti con il loro valore vero. Non mi sembra che sia mai stato messo in pratica, né nel periodo che dici tu, né in altri momenti della storia della scuola.

Ah, OK, mi sfuggiva la questione dei crediti.

Però non è vero che diventavano 6 e via. Erano i famosi 6 rossi, verbalizzati come debito formativo (termine introdotto proprio per l'occasione) e l'anno dopo dovevi dire se Pierino aveva colmato le sue lacune oppure no (e ti toccava preparare prove apposite oppure fare interrogazioni apposite), si metteva tutto a verbale e nel secondo caso anche l'anno ancora dopo ti toccava dire se Pierino aveva ecc. ecc.
Tornare in alto Andare in basso
Titti76



Messaggi : 571
Data d'iscrizione : 22.08.10

MessaggioTitolo: Re: Attenzione ad abbassare gli standard di apprendimento.   Sab Feb 03, 2018 9:29 pm

Purtroppo lo scrutinio descritto da paniscus è esattamente quello che succede anche nella mia scuola... E lei ha taciuto di sottolineare che probabilmente il 3 e il 4 di cui parla sono in Mate e fisica in una classe di scientifico :-(


Ora, io dico, se te nn riesci a fare matematica al livello dello scientifico, perché ti devo dare quel diploma?
Non varrebbe la pena di dire che Tizio l'ultimo anno segue un corso di mate ed uno di fisica di livello C1 (per copiare i livelli delle certificazioni linguistiche) e magari inglese B2, mentre Caio segue mate a livello B2 ma inglese e francese e tedesco a livello C1. Ecco, Tizio potrà iscriversi ad una facoltà scientifica o ingegneristica ma non a Lingue, e Caio viceversa. Eviteremmo i falsi in atto pubblico di questo periodo, eviteremmo di costringere a stare in classe insieme ragazzi che hanno ritmi di apprendimento e motivazioni diverse. Ciascun ragazzo potrebbe seguire i corsi "che preferisce" al suo livello. Chiaramente le università dovrebbero avere uno sbarramento i ingresso sui livelli ottenuti nelle materie caratterizzanti.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.1



Messaggi : 562
Data d'iscrizione : 31.10.17

MessaggioTitolo: Re: Attenzione ad abbassare gli standard di apprendimento.   Sab Feb 03, 2018 9:37 pm

mac67 ha scritto:
Però non è vero che diventavano 6 e via. Erano i famosi 6 rossi, verbalizzati come debito formativo (termine introdotto proprio per l'occasione) e l'anno dopo dovevi dire se Pierino aveva colmato le sue lacune oppure no (e ti toccava preparare prove apposite oppure fare interrogazioni apposite), si metteva tutto a verbale e nel secondo caso anche l'anno ancora dopo ti toccava dire se Pierino aveva ecc. ecc.

E tu hai mai conoscuto qualcuno che non sia stato ammesso agli esami per aver fallito le prove di recupero dei debiti risalenti a due anni prima? Io personalmente no.
Tornare in alto Andare in basso
Online
Procopio



Messaggi : 1198
Data d'iscrizione : 28.12.13
Località : Bari: la città più grande del Piemonte

MessaggioTitolo: Re: Attenzione ad abbassare gli standard di apprendimento.   Sab Feb 03, 2018 11:51 pm

Per non parlare delle acrobazie per ammettere tutti agli esami di maturità!
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 5885
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioTitolo: Re: Attenzione ad abbassare gli standard di apprendimento.   Dom Feb 04, 2018 12:03 am

paniscus_2.1 ha scritto:
mac67 ha scritto:
Però non è vero che diventavano 6 e via. Erano i famosi 6 rossi, verbalizzati come debito formativo (termine introdotto proprio per l'occasione) e l'anno dopo dovevi dire se Pierino aveva colmato le sue lacune oppure no (e ti toccava preparare prove apposite oppure fare interrogazioni apposite), si metteva tutto a verbale e nel secondo caso anche l'anno ancora dopo ti toccava dire se Pierino aveva ecc. ecc.

E tu hai mai conoscuto qualcuno che non sia stato ammesso agli esami per aver fallito le prove di recupero dei debiti risalenti a due anni prima? Io personalmente no.

In quegli anni non c'era più l'ammissione agli esami. Il quinto anno si concludeva con l'esame a cui ogni studente partecipava di diritto, anche con 2 in tutte le discipline.
Tornare in alto Andare in basso
Procopio



Messaggi : 1198
Data d'iscrizione : 28.12.13
Località : Bari: la città più grande del Piemonte

MessaggioTitolo: Re: Attenzione ad abbassare gli standard di apprendimento.   Dom Feb 04, 2018 8:19 am

Ecco la ciliegina sulla torta già golosa delle insufficienze cancellate (o ridotte nel numero) per voto di consiglio (sempre sollecitato da chi dovrebbe svolgere la mera funzione di notaio ed invece interviene ad ogni piè sospinto per "agevolare" la promozione: il dirigente scolastico):
https://www.orizzontescuola.it/la-dispersione-scolastica-miur-suggerisce-fi-limitare-le-bocciature/
Ma i "tecnici" del MIUR che titolo di studio anno? Sono stati anche loro promossi più volte per voto di consiglio?
P.S.: si apre qui il dibattitito sulla dispersione scolastica che è un po' come la fuga dal gregge delle pecore condotte al macello, cioè ovvia e naturale.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.1



Messaggi : 562
Data d'iscrizione : 31.10.17

MessaggioTitolo: Re: Attenzione ad abbassare gli standard di apprendimento.   Dom Feb 04, 2018 8:43 am

Citazione :
In quegli anni non c'era più l'ammissione agli esami. Il quinto anno si concludeva con l'esame a cui ogni studente partecipava di diritto, anche con 2 in tutte le discipline.

Hai ragione, ma ricordo benissimo che nella fase immediatamente successivi al ripristino dell'ammissione agli esami (cioè, per quelli che avrebbero dovuto superare l'ammissione agli esami ma avevano fatto la terza e la quarta con il precedente sistema, cioè con cumuli di debiti mai recuperati) ci fu una corsa paurosa a certificare recuperi fasulli di argomenti risalenti a due o tre anni prima e completamente dimenticati. Contando anche i casi di bocciature successive (ad esempio, qualcuno che aveva fatto la terza col vecchio sistema e poi era stato bocciato in quarta), o di cambi di corso ed esami integrativi, la cosa si è trascinata per almeno tre o quattro anni...
Tornare in alto Andare in basso
Online
Procopio



Messaggi : 1198
Data d'iscrizione : 28.12.13
Località : Bari: la città più grande del Piemonte

MessaggioTitolo: Re: Attenzione ad abbassare gli standard di apprendimento.   Dom Feb 04, 2018 8:58 am

paniscus_2.1 ha scritto:
Citazione :
In quegli anni non c'era più l'ammissione agli esami. Il quinto anno si concludeva con l'esame a cui ogni studente partecipava di diritto, anche con 2 in tutte le discipline.

Hai ragione, ma ricordo benissimo che nella fase immediatamente successivi al ripristino dell'ammissione agli esami (cioè, per quelli che avrebbero dovuto superare l'ammissione agli esami ma avevano fatto la terza e la quarta con il precedente sistema, cioè con cumuli di debiti mai recuperati) ci fu una corsa paurosa a certificare recuperi fasulli di argomenti risalenti a due o tre anni prima e completamente dimenticati. Contando anche i casi di bocciature successive (ad esempio, qualcuno che aveva fatto la terza col vecchio sistema e poi era stato bocciato in quarta), o di cambi di corso ed esami integrativi, la cosa si è trascinata per almeno tre o quattro anni...
Quanto qui esposto non fa che confermare la stringente attualità del tema proposto: vogliamo continuare con questo andazzo o dare una brusca sterzata, perchè siamo fermamente convinti della inutilità (oltre che della profonda ingiustizia) della promozione "urbi et orbi"? Del resto i "tecnici" (?) del MIUR hanno riportato alla ribalta la tematica, arrivando a proporre di bocciare di meno per diminuire la dispersione scolastica (che ha ben altre motivazioni), come se già ora non fosse così!?
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.1



Messaggi : 562
Data d'iscrizione : 31.10.17

MessaggioTitolo: Re: Attenzione ad abbassare gli standard di apprendimento.   Dom Feb 04, 2018 9:15 am

Procopio ha scritto:
Ecco la ciliegina sulla torta già golosa delle insufficienze cancellate (o ridotte nel numero) per voto di consiglio (sempre sollecitato da chi dovrebbe svolgere la mera funzione di notaio ed invece interviene ad ogni piè sospinto per "agevolare" la promozione: il dirigente scolastico):
https://www.orizzontescuola.it/la-dispersione-scolastica-miur-suggerisce-fi-limitare-le-bocciature/
Ma i "tecnici" del MIUR che titolo di studio anno? Sono stati anche loro promossi più volte per voto di consiglio?
P.S.: si apre qui il dibattitito sulla dispersione scolastica che è un po' come la fuga dal gregge delle pecore condotte al macello, cioè ovvia e naturale.

Io continuo a chiedermi per quale motivo venga chiamato "dispersione" anche il fisiologico e legittimo abbandono degli studi da parte di persone che non solo sono al di fuori dell'età dell'obbligo, ma che in molti casi sono anche ampiamente maggiorenni.

"Dispersione" dovrebbe stare a indicare quelli che non assolvono l'obbligo scolastico, cosa che è contro la legge, e che deve essere combattuta con apposite misure di prevenzione e/o di sanzione previste appunto dalla legge. Utilizzare questo termine come se fosse sinonimo di "chiunque non prenda un diploma di scuola superiore valido per l'accesso all'università" (sottintendendo che questo sia una terribile iattura cosmica, di cui è colpevole la scuola che boccia troppo), è ipocrita oltre ogni dire.

Tanto più che in questo famigerato calcolo dei "dispersi" ci fanno rientrare non solo quelli che stanno a pascolare in casa a non fare nulla, o che sono diventati delinquenti, ma ci fanno rientrare anche quelli che non hanno affatto smesso di istruirsi, ma che sono semplicemente passati alla formazione professionale (che è una scelta legittima), e che lavorano o che stanno comunque seguendo un corso a tempo pieno per prepararsi al lavoro. Che questa sia considerata una tragedia da impedire a tutti i costi (quando invece è una possibilità come un'altra, prevista dalle norme di legge e diffusamente offerta da istituzioni pubbliche, statali, regionali o provinciali che siano), la trovo un'operazione ideologica odiosa.
Tornare in alto Andare in basso
Online
Procopio



Messaggi : 1198
Data d'iscrizione : 28.12.13
Località : Bari: la città più grande del Piemonte

MessaggioTitolo: Re: Attenzione ad abbassare gli standard di apprendimento.   Dom Feb 04, 2018 12:01 pm

paniscus_2.1 ha scritto:
Che questa sia considerata una tragedia da impedire a tutti i costi (quando invece è una possibilità come un'altra, prevista dalle norme di legge e diffusamente offerta da istituzioni pubbliche, statali, regionali o provinciali che siano), la trovo un'operazione ideologica odiosa.
Anch'io. Aggiungo solo che ormai sta prevalendo l'idea, non nuova, del genitore che svolge un ragionamento del tipo: io pago le tasse, anche per mantenere il sistema scolastico, e voglio la promozione di mio figlio, senza se e senza ma. Sta a chi governa spiegare che le cose non stanno proprio così ed accettare quella stessa impopolarità che ci è stata sbattuta in faccia dai governi sin qui succedutisi: non è detto che più promozioni equivalga a sistema scolastico che funziona, anzi forse si tratta esattamente del contrario.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.1



Messaggi : 562
Data d'iscrizione : 31.10.17

MessaggioTitolo: Re: Attenzione ad abbassare gli standard di apprendimento.   Dom Feb 04, 2018 1:29 pm

Procopio ha scritto:
Aggiungo solo che ormai sta prevalendo l'idea, non nuova, del genitore che svolge un ragionamento del tipo: io pago le tasse, anche per mantenere il sistema scolastico, e voglio la promozione di mio figlio, senza se e senza ma.

Questa è una mistificazione ricorrente, che sarebbe facilissima da smontare, se solo avessimo la costanza di ribadirla in chiaro il più possibile, e più compatti possibile.

Ovvero, c'è parecchia gente che confonde il ruolo di UTENTE con quello di DATORE DI LAVORO.

In particolare, pensa che l'utente di un servizio pubblico, "siccome paga le tasse", allora diventa automaticamente il diretto superiore del pubblico dipendente, e dovrebbe avere voce in capitolo sul giudizio professionale sul dipendente stesso.

In altri termini, esistono genitori dei nostri alunni che ritengono che "siccome il tuo stipendio è pagato con le mie tasse, allora io sono il tuo datore di lavoro e devi rispondere direttamente a me".

Questa è ovviamente una balla, ma non solo nel pubblico impiego, anche nell'impresa privata.

Anche nell'impresa privata gli stipendi dei dipendenti sono pagati con soldi che provengono dagli utenti, ma nessuno si sogna di dire che il cliente di un negozio sia direttamente il datore di lavoro dei commessi e dei cassieri. Al massimo, il cliente, se è insoddisfatto del lavoro del commesso, può protestare col titolare del negozio, che a sua volta giudicherà se a suo avviso le proteste sono fondate o no, e deciderà se penalizzare il commesso o no, ma nessuno si sogna di dire che il commesso deve rispondere direttamente al cliente in materia contrattuale, perché "è lui che gli paga lo stipendio". Ma col cavolo. Lo stipendio glielo paga il proprietario del negozio, ed è a questo che il dipendente deve rispondere nel merito del lavoro svolto.

Analogamente, nell'impiego pubblico e in particolare nella scuola, questa bufala sarebbe ancora più facile da smontare.

Innanzi tutto le tasse le paghiamo anche noi, quindi non sta scritto da nessuna parte che l'utente sia in una posizione diversa dalla nostra. Le tasse destinate all'istruzione non le pagano "i genitori degli alunni", ma le pagano tutti, compreso chi non ha figli, o chi ha figli adulti che a scuola non ci vanno più, o chi ha scelto di mandare i figli in una scuola privata, oppure all'estero.

Le tasse destinate all'istruzione le paghiamo tutti, non perché "i nostri figli abbiano la scuola", ma perché TUTTI abbiano la scuola, ed è sacrosanto che sia così, perché una società più istruita è un bene per tutti, e non solo per chi sta comprando il servizio individuale per i propri figli in quel momento. Per cui, il genitore di un mio alunno, non è in condizioni di dettare legge sul mio lavoro, più di quanto non lo sia mio cuGGino (con due G) o la mia vicina di casa, visto che le tasse le pagano anche loro.

Se c'è bisogno, io rispondo alle famiglie degli studenti dal punto di vista dei chiarimenti personali sull'andamento scolastico del figlio, perché esiste un patto di corresponsabilità educativa con loro, ma non certo perché "loro mi pagano lo stipendio". I mio datore di lavoro, che mi paga lo stipendio, è lo Stato, e io nel merito professionale e contrattuale rispondo allo Stato, o ai suoi funzionari che sono miei superiori diretti.

Basterebbe ribadire questo concetto in maniera determinata!
Tornare in alto Andare in basso
Online
giobbe



Messaggi : 4531
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioTitolo: Re: Attenzione ad abbassare gli standard di apprendimento.   Dom Feb 04, 2018 6:21 pm

https://www.ilmattino.it/napoli/cronaca/prof_accoltellata_cosi_ho_difeso_l_onore_di_nonna_minacciato_anche_il_docente_di_sostegno-3523758.html

Tornare in alto Andare in basso
Online
paniscus_2.1



Messaggi : 562
Data d'iscrizione : 31.10.17

MessaggioTitolo: Re: Attenzione ad abbassare gli standard di apprendimento.   Dom Feb 04, 2018 7:27 pm

giobbe ha scritto:
https://www.ilmattino.it/napoli/cronaca/prof_accoltellata_cosi_ho_difeso_l_onore_di_nonna_minacciato_anche_il_docente_di_sostegno-3523758.html


Dall'articolo citato:

Citazione :
"E la preside Maria Giuseppa Sgambato ha ripetuto, ancora, che «L’istituto Bachelet resta una scuola di eccellenza»."

Figuriamoci le altre.
Tornare in alto Andare in basso
Online
giobbe



Messaggi : 4531
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioTitolo: Re: Attenzione ad abbassare gli standard di apprendimento.   Dom Feb 04, 2018 9:49 pm

E ancora stasera in TV (Non è l’Arena) quel grande intellettuale di Sgarbi, in relazione alle baby gang, ha detto che è compito della scuola recuperare questi delinquenti in erba....ovviamente tra una coltellata e l’altra.....Applauso a comando.
Tornare in alto Andare in basso
Online
 
Attenzione ad abbassare gli standard di apprendimento.
Tornare in alto 
Pagina 2 di 2Vai alla pagina : Precedente  1, 2
 Argomenti simili
-
» Qualche consiglio per abbassare l'FSH???
» KRELL SACD STANDARD MK III
» [libro] MAMME CHE AMANO TROPPO
» Lobby ebrea
» C'è chi mi può dire perchè?

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: