Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividi | 
 

 Ecco cosa sosteneva Giuliano nel 2015

Andare in basso 
Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente
AutoreMessaggio
Fantaman



Messaggi : 1332
Data d'iscrizione : 30.08.12

MessaggioTitolo: Ecco cosa sosteneva Giuliano nel 2015   Gio Mar 01, 2018 4:46 pm

Promemoria primo messaggio :

http://www.lastampa.it/2018/03/01/italia/speciali/elezioni/2018/politiche/il-prof-che-il-ms-vorrebbe-ministro-dellistruzione-era-sostenitore-della-buona-scuola-di-renzi-5k2gCmWaPEGIfL2gL7cNJP/pagina.html

«Pur riconoscendo che il DDL 2994 Giannini¬Madia¬Padoan sia suscettibile di elementi migliorativi e di chiarimenti interpretativi - scriveva Giuliano con i colleghi -ne difendiamo con forza l’impianto e il coraggio con il quale interviene a riformare la scuola con l’obiettivo di rinnovarla e renderla rispondente ai bisogni della società complessa»”



E ancora: «Non ci sono scuse stavolta. Nessuno può parlare di tagli. Nessuno può parlare di precariato. Nessuno può parlare di distruzione della scuola pubblica».



I dirigenti, Giuliano compreso, definiscono lo sciopero «demagogico» e difendono la riforma perché, dicono, «definisce finalmente i contorni dell autonomia scolastica».



A conclusione dell’appello le firme, oltre a quella di Giuliano, sono di Alessandra Rucci, Antonio Fini e Laura Biancato. D’altronde Giuliano erano nella staff della ministra della Buona scuola Stefania Giannini. Un altro tassello del governo Di Maio che proviene dai governi che lui stesso ha osteggiato e dall’area politica che dice di voler far dimenticare agli elettori.
Torna in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
paniscus_2.1



Messaggi : 947
Data d'iscrizione : 31.10.17

MessaggioTitolo: Re: Ecco cosa sosteneva Giuliano nel 2015   Sab Mar 03, 2018 6:10 pm

sempreconfusa1 ha scritto:
Se continuo a leggervi, finirà che voterò... per il mio gatto.

Ci hanno già provato:

http://www.ilmessaggero.it/societa/nolimits/russia_gatto_siamese_candidato_sindaco-1435910.html

Io, avendo una gatta pseudo-certosina in tinta unita (anche se non è assolutamente un esemplare di razza), non posso fare altro che confermare che, in generale, "la vedo grigia".
Torna in alto Andare in basso
Online
giobbe



Messaggi : 4720
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioTitolo: Re: Ecco cosa sosteneva Giuliano nel 2015   Sab Mar 03, 2018 6:44 pm

dubitoergosum ha scritto:
https://video.repubblica.it/dossier/movimento-5-stelle-beppe-grillo/m5s-giuliano-non-ho-scritto-buona-scuola-non-sono-amico-di-renzi/298556/299176
Però se è vero quello che sostiene Giuliano, mi pare una tempesta in un bicchier d'acqua: non è improbabile che lui avesse collaborato all'impianto di una legge che poi è stata stravolta da renzi, rientrerebbe a pennello nel carattere del bomba.
Comincio a pensare che anche questa trovata, screditare l'aspirante ministro perché un tempo filo-renziano, sia un'altra bella trovata per fare le pulci al movimento.
Oggettivamente non si può negare che ai grillini tutti i media fanno i raggi X o gamma ad ogni 3x2, mentre qualsiasi porcata dell'asse renzusconiano viene prontamente oscurata (vedi famiglia De Luca).
Personalmente non mio interessa se Giuliano simpatizzava per Renzi e in buona fede (?) per la Buona S(cu)ola per poi ravvedersi.
I dati di fatto sono:
1. Ha sottoscritto un documento, assieme ad altri tre DS, a favore della Buona Scuola.
2. Ha invitato i docenti del suo istituto a non scioperare in occasione del.le rimostranze contro la riforma renziana ovvero nel momento in cui tutti già avevano capito i suoi risvolti nefasti.
3. Nasce come insegnante tecnico. Dirige un istituto tecnico ed ha una visione della scuola tutta proiettata sul digitale, niente classi e cattedre ma solo laboratori. E le materie umanistiche?...
4. Vuole i licei a 4 anni.
5. Vuole fare entrare gli alunni a scuola alle 10 di mattina.
6. Fare scrivere gli eBook agli insegnanti, come se avessero tempo anche per questo.

Detto questo, meglio un ministro dell'istruzione grillino che non una Fedeli o una Carfagna.
Torna in alto Andare in basso
A0quarantasette



Messaggi : 3356
Data d'iscrizione : 29.08.12

MessaggioTitolo: Re: Ecco cosa sosteneva Giuliano nel 2015   Sab Mar 03, 2018 6:45 pm

Un ministro che sa di scuola è da temere?
Torna in alto Andare in basso
paniscus_2.1



Messaggi : 947
Data d'iscrizione : 31.10.17

MessaggioTitolo: Re: Ecco cosa sosteneva Giuliano nel 2015   Sab Mar 03, 2018 7:17 pm

Un ministro che ha quelle idee sulla scuola PUR SAPENDONE di scuola, è da temere come la peste.
Torna in alto Andare in basso
Online
luna7



Messaggi : 216
Data d'iscrizione : 23.02.16

MessaggioTitolo: Re: Ecco cosa sosteneva Giuliano nel 2015   Sab Mar 03, 2018 7:35 pm

A0quarantasette ha scritto:
Un ministro che sa di scuola è da temere?

Quel ipotetico ministro , è da temere perché seguirà gli interessi di una srl, che vive appunto sul digitale.
Non vedete il collegamento?
Torna in alto Andare in basso
royalstefano



Messaggi : 6113
Data d'iscrizione : 12.09.11

MessaggioTitolo: Re: Ecco cosa sosteneva Giuliano nel 2015   Sab Mar 03, 2018 8:08 pm

Sconcertato_2 ha scritto:
royalstefano ha scritto:
Speravo che un Ministro come Giuliano potesse averlo il PD. Sarebbe stata la persona giusta per dare un senso e un seguito alla 107. Purtroppo se lo è aggiudicato il 5Stelle.

Bene,  ora hai un buon motivo per votare m5s.

Sei proprio uno spasso.
PURTROPPO se lo è aggiudicato il 5 stelle. Non PER FORTUNA.
Torna in alto Andare in basso
dubitoergosum



Messaggi : 1817
Data d'iscrizione : 04.09.10

MessaggioTitolo: Re: Ecco cosa sosteneva Giuliano nel 2015   Dom Mar 04, 2018 8:50 am

giobbe ha scritto:
dubitoergosum ha scritto:
https://video.repubblica.it/dossier/movimento-5-stelle-beppe-grillo/m5s-giuliano-non-ho-scritto-buona-scuola-non-sono-amico-di-renzi/298556/299176
Però se è vero quello che sostiene Giuliano, mi pare una tempesta in un bicchier d'acqua: non è improbabile che lui avesse collaborato all'impianto di una legge che poi è stata stravolta da renzi, rientrerebbe a pennello nel carattere del bomba.
Comincio a pensare che anche questa trovata, screditare l'aspirante ministro perché un tempo filo-renziano, sia un'altra bella trovata per fare le pulci al movimento.
Oggettivamente non si può negare che ai grillini tutti i media fanno i raggi X o gamma ad ogni 3x2, mentre qualsiasi porcata dell'asse renzusconiano viene prontamente oscurata (vedi famiglia De Luca).
Personalmente non mio interessa se Giuliano simpatizzava per Renzi e in buona fede (?) per la Buona S(cu)ola per poi ravvedersi.
I dati di fatto sono:
1. Ha sottoscritto un documento, assieme ad altri tre DS, a favore della Buona Scuola.
2. Ha invitato i docenti del suo istituto a non scioperare in occasione del.le rimostranze  contro la riforma renziana ovvero nel momento in cui tutti già avevano capito i suoi risvolti nefasti.
3. Nasce come insegnante tecnico. Dirige un istituto tecnico ed ha una visione della scuola tutta proiettata sul digitale, niente classi e cattedre ma solo laboratori. E le materie umanistiche?...
4. Vuole i licei a 4 anni.
5. Vuole fare entrare gli alunni a scuola alle 10 di mattina.
6. Fare scrivere gli eBook agli insegnanti, come se avessero tempo anche per questo.

Detto questo, meglio un ministro dell'istruzione grillino che non una Fedeli o una Carfagna.

Invece a me pare determinante la sua vera posizione su una legge nazionale, e trascurabili gli altri punti di vista, che senza 107 conterebbero come il 2 non di briscola.
Ne ho conosciuti di DS nella mia carriera, e uno come Giuliano non mi pare certo tra i peggiori, nonostante le indiscutibili baggianate che elenchi. I DS hanno molta visibilità, quindi notevole controllo sul loro operato, e anche molta responsabilità.
Penso che sia per questo che, durante la mia carriera, posso affermare di averne conosciuti veramente pochi (nessuno?) adeguati al ruolo che ricoprono: forse non è una questione delle loro capacità, è più una questione di giudizio falsato, o comunque incopleto, che posso dare sul loro operato.
Come si può vedere da questo topic, ma su qualsiasi argomento del forum, noi docenti siamo polemici all'inverosimile, sempre convinti di aver ragione, poco/per niente inclini a rivedere perlomeno solo in parte le nostre posizioni, usiamo la nostra dialettica solo per far cambiare idea al prossimo (ma MAI ci sogneremmo di cambiar la nostra idea) o per dimostrare quanto abbiamo ragione noi e quanto hanno torto gli altri.
Fare i datori di lavoro a gente come noi, e in più mettici trattare con gli studenti delle nuove generazioni e con le loro famiglie, è un lavoraccio, ma soprattutto è complicatissimo, e secondo me chiunque di noi arrivasse a ricoprire quel ruolo risulterebbe inadeguato.
Perché è impossibile, soprattutto nel XXI secolo all'nterno di una scuola, agire correttamente e razionalmente senza rendersi inviso a un gruppo più o meno grande di detrattori/critici disposti a tutto pur di farti le scarpe.
Giuliano ha tutti i difetti che elenchi sopra, ma a mio avviso non sono così gravi.
Infine convengo anch'io che le alternative sono a dir poco demoralizzanti (quantunque penso che sulla Carfagna ci siano molti pregiudizi e leggerezza: quando ha potuto si è impegnata molto e seriamente, a prescindere da come è arrivata a diventare ministro. E lo dico da assoluta oppositrice al suo schieramento. Anche i commenti sopra dimostrano quanto siamo poco inclini ad informarci oltre al sentito dire o alle voci degli amici, e a riflettere sulle posizioni altrui prima di dire la nostra).
Torna in alto Andare in basso
Befree2



Messaggi : 414
Data d'iscrizione : 25.01.18

MessaggioTitolo: Re: Ecco cosa sosteneva Giuliano nel 2015   Dom Mar 04, 2018 10:16 am

Io sono convinto che fino a 10-15 anni fa nemmeno la mente più bizzarra e insana avrebbe pensato di candidare una cubista ballerina e chissà che altri al MINISTRO DELL ISTRUZIONE.
oggi non solo l idea viene accettata, in quanto il politicamente corretto considera la donna da mettere nei ruoli prestigiosi a prescindere, in quanto se lo merita in quanto donna,ma in un forum di educatori si trova chi approverrebbe uno scempio del genere.
Immaginate le nostre studentesse ad apprendere che una cubista è diventata ministro istruzione e università. Evidente berlu non ha finito di far danni sui giovani. ..
Non c è limite allo schifo,insomma.
Ovviamente sono tutti burattini che riportano ordini dall alto,ma simbolicamente, dopo l fedeli, stiamo ulteriormente sprofondando nella palude.
Alle prossime elezioni metteranno il Ministero per la tutela dell infanzia con ministro la franzoni ? In questo degrado puzzolente che è diventata la politica italiana degli ultimi Noi non mi stupirei
Torna in alto Andare in basso
dubitoergosum



Messaggi : 1817
Data d'iscrizione : 04.09.10

MessaggioTitolo: Re: Ecco cosa sosteneva Giuliano nel 2015   Dom Mar 04, 2018 11:51 am

Befree2 ha scritto:
Io sono convinto che fino a 10-15 anni fa nemmeno la mente più bizzarra e insana avrebbe pensato di candidare una cubista ballerina e chissà che altri al MINISTRO DELL ISTRUZIONE.
oggi non solo l idea viene accettata, in quanto il politicamente corretto considera la donna da mettere  nei ruoli prestigiosi a prescindere, in quanto se lo merita in quanto donna,ma in un forum di educatori si trova chi approverrebbe uno scempio del genere.
Immaginate le nostre studentesse ad apprendere che una cubista è diventata ministro istruzione e università.  Evidente berlu non ha finito di far danni sui giovani. ..
Non c è limite allo schifo,insomma.
Ovviamente sono tutti burattini che riportano ordini dall alto,ma simbolicamente, dopo l fedeli, stiamo ulteriormente sprofondando nella palude.
Alle prossime elezioni metteranno il Ministero per la tutela dell infanzia con ministro la franzoni ? In questo degrado puzzolente che è diventata la politica italiana degli ultimi Noi non mi stupirei
Bada che non ho mai detto che la Carfagna va bene come ministro.
Trovavo intollerabili i modi dei berlusconiani un decennio fa, e non ho mai sopportato nemmeno il PD perché si è rivelato sostanzialmente uguale al partito che fingeva di contrastare. Trovo assurdo, in un forum di educatori, come dici tu, dover spiegare meglio le mie parole perché un collega ne ha ribaltato il senso: dove avrei scritto che la Carfagna è accettabile come ministro? Semmai ho affermato il contrario (l'ho messa tra le "alternative demoralizzanti"), e su di lei ho sostanzialmente detto che è intollerabilmente partito l'insulto gratuito.
Il degrado lo vedo, esattamente come lo vedi tu.
Ma cerco di combatterlo, nel mio piccolo, non facendo la scandalizzata o cerando di prevalere in una discussione usando mezzi da prepotente, ma cercando di essere corretta e coerente. Ascoltare le opinioni e riflettere sulle ragioni degli altri è il modo migliore che conosco per rafforzare le mie (quando sono ragionevoli, ovviamente) .

Torna in alto Andare in basso
giobbe



Messaggi : 4720
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioTitolo: Re: Ecco cosa sosteneva Giuliano nel 2015   Dom Mar 04, 2018 1:21 pm

Vi invito a leggere questo articolo apparso su OS di Galimberti.

https://www.orizzontescuola.it/galiberti-genitori-devono-difendere-sempre-insegnanti-maestre-stipendio-professori-universitari-fanno-lavoro-pazzesco-anticipiazione/

Questa è la scuola che io vorrei.
Torna in alto Andare in basso
royalstefano



Messaggi : 6113
Data d'iscrizione : 12.09.11

MessaggioTitolo: Re: Ecco cosa sosteneva Giuliano nel 2015   Dom Mar 04, 2018 1:30 pm

Interessante anche la premessa:
“Prima di essere mandati in cattedra, gli insegnanti dovrebbero essere sottoposti a un test di personalità, per comprendere se hanno la passione dell’insegnamento".
Torna in alto Andare in basso
sempreconfusa1



Messaggi : 3005
Data d'iscrizione : 05.08.11

MessaggioTitolo: Re: Ecco cosa sosteneva Giuliano nel 2015   Dom Mar 04, 2018 2:11 pm

paniscus_2.1 ha scritto:
sempreconfusa1 ha scritto:
Se continuo a leggervi, finirà che voterò... per il mio gatto.

Ci hanno già provato:

http://www.ilmessaggero.it/societa/nolimits/russia_gatto_siamese_candidato_sindaco-1435910.html

Io, avendo una gatta pseudo-certosina in tinta unita (anche se non è assolutamente un esemplare di razza), non posso fare altro che confermare che, in generale, "la vedo grigia".

eh! non esistono più le battute di una volta....oggi tutto è già stato detto o già stato fatto... :-) comunque, a parte la follia per certe idee, forse favorita dalle basse temperature, posso comprenderne la passione che la genera. Apprezzo anche le sfumature di grigio non ti preoccupare...  :-)
Torna in alto Andare in basso
balanzoneXXI



Messaggi : 1865
Data d'iscrizione : 21.09.13

MessaggioTitolo: Re: Ecco cosa sosteneva Giuliano nel 2015   Dom Mar 04, 2018 3:41 pm

dubitoergosum ha scritto:
giobbe ha scritto:
dubitoergosum ha scritto:
https://video.repubblica.it/dossier/movimento-5-stelle-beppe-grillo/m5s-giuliano-non-ho-scritto-buona-scuola-non-sono-amico-di-renzi/298556/299176
Però se è vero quello che sostiene Giuliano, mi pare una tempesta in un bicchier d'acqua: non è improbabile che lui avesse collaborato all'impianto di una legge che poi è stata stravolta da renzi, rientrerebbe a pennello nel carattere del bomba.
Comincio a pensare che anche questa trovata, screditare l'aspirante ministro perché un tempo filo-renziano, sia un'altra bella trovata per fare le pulci al movimento.
Oggettivamente non si può negare che ai grillini tutti i media fanno i raggi X o gamma ad ogni 3x2, mentre qualsiasi porcata dell'asse renzusconiano viene prontamente oscurata (vedi famiglia De Luca).
Personalmente non mio interessa se Giuliano simpatizzava per Renzi e in buona fede (?) per la Buona S(cu)ola per poi ravvedersi.
I dati di fatto sono:
1. Ha sottoscritto un documento, assieme ad altri tre DS, a favore della Buona Scuola.
2. Ha invitato i docenti del suo istituto a non scioperare in occasione del.le rimostranze  contro la riforma renziana ovvero nel momento in cui tutti già avevano capito i suoi risvolti nefasti.
3. Nasce come insegnante tecnico. Dirige un istituto tecnico ed ha una visione della scuola tutta proiettata sul digitale, niente classi e cattedre ma solo laboratori. E le materie umanistiche?...
4. Vuole i licei a 4 anni.
5. Vuole fare entrare gli alunni a scuola alle 10 di mattina.
6. Fare scrivere gli eBook agli insegnanti, come se avessero tempo anche per questo.

Detto questo, meglio un ministro dell'istruzione grillino che non una Fedeli o una Carfagna.

Invece a me pare determinante la sua vera posizione su una legge nazionale, e trascurabili gli altri punti di vista, che senza 107 conterebbero come il 2 non di briscola.
Ne ho conosciuti di DS nella mia carriera, e uno come Giuliano non mi pare certo tra i peggiori, nonostante  le indiscutibili baggianate che elenchi. I DS hanno molta visibilità, quindi notevole controllo sul loro operato, e anche molta responsabilità.
Penso che sia per questo che, durante la mia carriera, posso affermare di averne conosciuti veramente pochi (nessuno?) adeguati al ruolo che ricoprono: forse non è una questione delle loro capacità, è più una questione di giudizio falsato, o comunque incopleto, che posso dare sul loro operato.
Come si può vedere da questo topic, ma su qualsiasi argomento del forum, noi docenti siamo polemici all'inverosimile, sempre convinti di aver ragione, poco/per niente inclini a rivedere perlomeno solo in parte le nostre posizioni, usiamo la nostra dialettica solo per far cambiare idea al prossimo (ma MAI ci sogneremmo di cambiar la nostra idea) o per dimostrare quanto abbiamo ragione noi e quanto hanno torto gli altri.
Fare i datori di lavoro a gente come noi, e in più mettici trattare con gli studenti delle nuove generazioni e con le loro famiglie, è un lavoraccio, ma soprattutto è complicatissimo, e secondo me chiunque di noi arrivasse a ricoprire  quel ruolo risulterebbe inadeguato.
Perché è impossibile, soprattutto nel XXI secolo all'nterno di una scuola, agire correttamente e razionalmente senza rendersi inviso a un gruppo più o meno grande di detrattori/critici disposti a tutto pur di farti le scarpe.
Giuliano ha tutti i difetti che elenchi sopra, ma a mio avviso non sono così gravi.
Infine convengo anch'io che le alternative sono a dir poco demoralizzanti (quantunque penso che sulla Carfagna ci siano molti pregiudizi e leggerezza: quando ha potuto si è impegnata molto e seriamente, a prescindere da come è arrivata a diventare ministro. E lo dico da assoluta oppositrice al suo schieramento. Anche i commenti sopra dimostrano quanto siamo poco inclini ad informarci oltre al sentito dire o alle voci degli amici, e a riflettere sulle posizioni altrui prima di dire la nostra).

Stai scherzando? Fare i datori di lavoro di mozzarelle come noi sarebbe un lavoraccio ? Ma per favore!
I Ds di oggi sono come topi nel formaggio che squittiscono senza posa per la goduria.
Torna in alto Andare in basso
herman il lattoniere



Messaggi : 352
Data d'iscrizione : 15.11.17

MessaggioTitolo: Re: Ecco cosa sosteneva Giuliano nel 2015   Dom Mar 04, 2018 4:45 pm

No, fare il DS oggi è molto complicato: le richieste del MIUR per i dirigenti sono ancora più assurde di quelle che riguardano noi.
Farlo senza una adeguata preparazione non solo tecnica, ma anche culturale, è la norma e la causa di tanti mali della scuola.
Torna in alto Andare in basso
balanzoneXXI



Messaggi : 1865
Data d'iscrizione : 21.09.13

MessaggioTitolo: Re: Ecco cosa sosteneva Giuliano nel 2015   Dom Mar 04, 2018 5:12 pm

herman il lattoniere ha scritto:
No, fare il DS oggi è molto complicato: le richieste del MIUR per i dirigenti sono ancora più assurde di quelle che riguardano noi.
Farlo senza una adeguata preparazione non solo tecnica, ma anche culturale, è la norma e la causa di tanti mali della scuola.

Si discuteva se i dirigenti scolastici considerano il loro mestiere un lavoraccio.Secondo me non lo considerano tale né i dirigenti in carica ne' i docenti che si apprestano a fare il concorso per dirigente.Parafrasando Settimio Severo in punto di morte: " accontenta i genitori,rompi le balle ai tuoi insegnanti e disinteressati di tutto il resto( o quasi)".
Torna in alto Andare in basso
giobbe



Messaggi : 4720
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioTitolo: Re: Ecco cosa sosteneva Giuliano nel 2015   Dom Mar 04, 2018 5:38 pm

royalstefano ha scritto:
Interessante anche la premessa:
“Prima di essere mandati in cattedra, gli insegnanti dovrebbero essere sottoposti a un test di personalità, per comprendere se hanno la passione dell’insegnamento".
E' ovvio. Perché se hai passione ti impegni seriamente, metti le carte a posto, sei in condizioni di poter replicare al DS, ai tuoi colleghi, ai genitori e, cosa molto professionale, valuti i tuoi alunni secondo coscienza.
Se invece fai l'insegnante solo per avere un piccolo stipendio fisso ma sicuro, la scuola sotto casa e per avere più tempo libero da dedicare ad altre faccende extrascolastiche. Significa che non hai etica professionale ma ti limiti ad accontentare DS, alunni e famiglie... e tiri a campare.
Se la scuola è caduta così in basso è perché, nel tempo, sono aumentati sempre di più i docenti appartenenti alla seconda categoria.
Torna in alto Andare in basso
herman il lattoniere



Messaggi : 352
Data d'iscrizione : 15.11.17

MessaggioTitolo: Re: Ecco cosa sosteneva Giuliano nel 2015   Dom Mar 04, 2018 5:50 pm

questo per molti docenti è vero. Eppure, per quanto mi riguarda, continuo a vedere la scuola come uno dei più importanti terreni di azione politica. Insegnare cambia il futuro.
Torna in alto Andare in basso
giobbe



Messaggi : 4720
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioTitolo: Re: Ecco cosa sosteneva Giuliano nel 2015   Dom Mar 04, 2018 5:58 pm

herman il lattoniere ha scritto:
No, fare il DS oggi è molto complicato: le richieste del MIUR per i dirigenti sono ancora più assurde di quelle che riguardano noi.
Farlo senza una adeguata preparazione non solo tecnica, ma anche culturale, è la norma e la causa di tanti mali della scuola.
Guarda che il DS non è il padreterno in assoluto, nemmeno con la 107. Tutto dipende sempre dal corpo docente. Se il corpo docente è coeso e rispetta la normativa se ne sbatte del DS. Ma tanti docenti sono lecca....e per questo sono la goduria di tanti DS.
Torna in alto Andare in basso
royalstefano



Messaggi : 6113
Data d'iscrizione : 12.09.11

MessaggioTitolo: Re: Ecco cosa sosteneva Giuliano nel 2015   Dom Mar 04, 2018 6:05 pm

giobbe ha scritto:
royalstefano ha scritto:
Interessante anche la premessa:
“Prima di essere mandati in cattedra, gli insegnanti dovrebbero essere sottoposti a un test di personalità, per comprendere se hanno la passione dell’insegnamento".
E' ovvio. Perché se hai passione ti impegni seriamente, metti le carte a posto, sei in condizioni di poter replicare al DS, ai tuoi colleghi, ai genitori e, cosa molto professionale, valuti i tuoi alunni secondo coscienza.
Se invece fai l'insegnante solo per avere un piccolo stipendio fisso ma sicuro, la scuola sotto casa e per avere più tempo libero da dedicare ad altre faccende extrascolastiche. Significa che non hai etica professionale ma ti limiti ad accontentare  DS,
alunni e famiglie... e tiri a campare.
Se la scuola è caduta così in basso è perché, nel tempo, sono aumentati sempre di più i docenti appartenenti alla seconda categoria.
Accontenti il DS standotene a casa a fare altre faccende? sino a 20 anni fa può darsi. Adesso non di certo.
Torna in alto Andare in basso
balanzoneXXI



Messaggi : 1865
Data d'iscrizione : 21.09.13

MessaggioTitolo: Re: Ecco cosa sosteneva Giuliano nel 2015   Dom Mar 04, 2018 6:29 pm

giobbe ha scritto:
royalstefano ha scritto:
Interessante anche la premessa:
“Prima di essere mandati in cattedra, gli insegnanti dovrebbero essere sottoposti a un test di personalità, per comprendere se hanno la passione dell’insegnamento".
E' ovvio. Perché se hai passione ti impegni seriamente, metti le carte a posto, sei in condizioni di poter replicare al DS, ai tuoi colleghi, ai genitori e, cosa molto professionale, valuti i tuoi alunni secondo coscienza.
Se invece fai l'insegnante solo per avere un piccolo stipendio fisso ma sicuro, la scuola sotto casa e per avere più tempo libero da dedicare ad altre faccende extrascolastiche. Significa che non hai etica professionale ma ti limiti ad accontentare  DS, alunni e famiglie... e tiri a campare.
Se la scuola è caduta così in basso è perché, nel tempo, sono aumentati sempre di più i docenti appartenenti alla seconda categoria.

E già, adesso per fare l' insegnante uno dovrebbe convincere uno strizzacervelli di avere il sacro fuoco dell' insegnamento.Questi entrano nelle nostre vite quando vogliono con la loro tecnologia intrusiva, direi orwelliana; adesso vogliono entrare nelle nostre teste.Lasciamo nelle aule gli appassionati e i carismatici,mandando a casa il novanta per cento degli insegnanti.
Torna in alto Andare in basso
Befree2



Messaggi : 414
Data d'iscrizione : 25.01.18

MessaggioTitolo: Re: Ecco cosa sosteneva Giuliano nel 2015   Dom Mar 04, 2018 6:50 pm

Strano. La mia maestra Nunzia mi diceva sempre che per imparare ci va passione.
Ora che nessun alunno,o quasi,a scuola impara più nulla,siano noi a dover aver passione. Tra l altro chi ha vera passione nell insegnare si fa pure massacrare di botte da,nell ordine
-alunni
-genitori
- quindi arriva il ds che ti sospende dal servizio
Senza minimamente reagire e lamentarsi, perché è nel supplizio che ci si merita la vita eterna. Dietro la cattedra.
Altri flagellanti e missionari che invocano i pissicologgi a selezionare gli intrattenitori di adolescenti ne a Bbiamo ?
Torna in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 6028
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioTitolo: Re: Ecco cosa sosteneva Giuliano nel 2015   Dom Mar 04, 2018 9:11 pm

giobbe ha scritto:
royalstefano ha scritto:
Interessante anche la premessa:
“Prima di essere mandati in cattedra, gli insegnanti dovrebbero essere sottoposti a un test di personalità, per comprendere se hanno la passione dell’insegnamento".
E' ovvio. Perché se hai passione ti impegni seriamente, metti le carte a posto, sei in condizioni di poter replicare al DS, ai tuoi colleghi, ai genitori e, cosa molto professionale, valuti i tuoi alunni secondo coscienza.
Se invece fai l'insegnante solo per avere un piccolo stipendio fisso ma sicuro, la scuola sotto casa e per avere più tempo libero da dedicare ad altre faccende extrascolastiche. Significa che non hai etica professionale ma ti limiti ad accontentare  DS, alunni e famiglie... e tiri a campare.
Se la scuola è caduta così in basso è perché, nel tempo, sono aumentati sempre di più i docenti appartenenti alla seconda categoria.

Tra scansare il lavoro e avere passione, esiste una via di mezzo? Possibile che per fare bene un lavoro ci voglia passione? Non basta una dose minima di decenza e di dignità personale?
Torna in alto Andare in basso
balanzoneXXI



Messaggi : 1865
Data d'iscrizione : 21.09.13

MessaggioTitolo: Re: Ecco cosa sosteneva Giuliano nel 2015   Dom Mar 04, 2018 9:35 pm

mac67 ha scritto:
giobbe ha scritto:
royalstefano ha scritto:
Interessante anche la premessa:
“Prima di essere mandati in cattedra, gli insegnanti dovrebbero essere sottoposti a un test di personalità, per comprendere se hanno la passione dell’insegnamento".
E' ovvio. Perché se hai passione ti impegni seriamente, metti le carte a posto, sei in condizioni di poter replicare al DS, ai tuoi colleghi, ai genitori e, cosa molto professionale, valuti i tuoi alunni secondo coscienza.
Se invece fai l'insegnante solo per avere un piccolo stipendio fisso ma sicuro, la scuola sotto casa e per avere più tempo libero da dedicare ad altre faccende extrascolastiche. Significa che non hai etica professionale ma ti limiti ad accontentare  DS, alunni e famiglie... e tiri a campare.
Se la scuola è caduta così in basso è perché, nel tempo, sono aumentati sempre di più i docenti appartenenti alla seconda categoria.

Tra scansare il lavoro e avere passione, esiste una via di mezzo? Possibile che per fare bene un lavoro ci voglia passione? Non basta una dose minima di decenza e di dignità personale?

Sono d'accordo , ma il Galimberto la pensa diversamente.

Torna in alto Andare in basso
giobbe



Messaggi : 4720
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioTitolo: Re: Ecco cosa sosteneva Giuliano nel 2015   Lun Mar 05, 2018 5:41 pm

mac67 ha scritto:
giobbe ha scritto:
royalstefano ha scritto:
Interessante anche la premessa:
“Prima di essere mandati in cattedra, gli insegnanti dovrebbero essere sottoposti a un test di personalità, per comprendere se hanno la passione dell’insegnamento".
E' ovvio. Perché se hai passione ti impegni seriamente, metti le carte a posto, sei in condizioni di poter replicare al DS, ai tuoi colleghi, ai genitori e, cosa molto professionale, valuti i tuoi alunni secondo coscienza.
Se invece fai l'insegnante solo per avere un piccolo stipendio fisso ma sicuro, la scuola sotto casa e per avere più tempo libero da dedicare ad altre faccende extrascolastiche. Significa che non hai etica professionale ma ti limiti ad accontentare  DS, alunni e famiglie... e tiri a campare.
Se la scuola è caduta così in basso è perché, nel tempo, sono aumentati sempre di più i docenti appartenenti alla seconda categoria.

Tra scansare il lavoro e avere passione, esiste una via di mezzo? Possibile che per fare bene un lavoro ci voglia passione? Non basta una dose minima di decenza e di dignità personale?
Passione a parte, io mi accontenterei solo del fatto che i docenti facessero con coscienza il proprio lavoro. Ma quanti lo fanno?
Torna in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 6028
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioTitolo: Re: Ecco cosa sosteneva Giuliano nel 2015   Lun Mar 05, 2018 5:48 pm

giobbe ha scritto:

Passione a parte, io mi accontenterei solo del fatto che i docenti facessero con coscienza il proprio lavoro. Ma quanti lo fanno?

Per quel che mi consta (cioè, a guardare il mio istituto), la maggior parte dei miei colleghi.
Torna in alto Andare in basso
 
Ecco cosa sosteneva Giuliano nel 2015
Torna in alto 
Pagina 5 di 6Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente
 Argomenti simili
-
» malattia post transfer..cosa avete detto a lavoro?
» cosa posso regalare ho bisogno di consigli
» La vita non ti chiede mai di cosa hai voglia o no!
» Buona domenica:cosa cucinate oggi?
» cosa fareste?

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Vai verso: