Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividi | 
 

 Insegnante derisa ad Alessandria

Andare in basso 
Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3 ... , 11, 12, 13  Seguente
AutoreMessaggio
Douarec



Messaggi : 15
Data d'iscrizione : 04.07.16

MessaggioTitolo: Insegnante derisa ad Alessandria   Gio Mar 29, 2018 5:18 pm

Promemoria primo messaggio :

Preside "Qualcuno poi ha ripreso con il cellulare mettendo in rete le immagini, le stesse poi tolte dai social“

e genitori "è assolutamente falso che filmati dell’accaduto siano stati postati sui social”

forniscono dettagli sulla vicenda...

Sono senza parole. Tutto e il contrario di tutto. Indifesi e Indifendibili.

Scrivo per dare un senso ad una azione che fra le mura scolastiche è ridotta ad uno dei tanti imprevisti del mestiere.
Perchè ci si scaglia contro chi maltratta un animale ma si tace quando è una persona.

Scrivo perchè credo che quella Insegnante, un po' debole, fragile, non sia capitata lì per caso ma per farci aprire questi benedetti occhi.

Scrivo perchè l'umiliazione provata da questa persona non sia cancellata con un colpo di spugna, giustificando ancora una volta quelli che non solo pensano di offendere un debole ma lo mettono in pratica e non lo fanno di notte in contesti disagiati o per fame ma alla luce del sole, per noia, con la pancia piena e il cuore vuoto.

Scrivere... forse non serve, forse ho sbagliato sezione, forse non mi sono presentato e forse ho sbagliato un congiuntivo, ma almeno non mi sono voltato dall'altra parte come chi mi ha detto o ha pensato: "forse non era adatta a fare l'insegnante..."

Perdonate lo sfogo...


Ultima modifica di Douarec il Gio Mar 29, 2018 8:23 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
balanzoneXXI



Messaggi : 1747
Data d'iscrizione : 21.09.13

MessaggioTitolo: Re: Insegnante derisa ad Alessandria   Lun Mag 07, 2018 3:15 pm

bread&butter ha scritto:
balanzoneXXI ha scritto:

Mi hai preceduto. Qui pare che la sufficienza si autogeneri.
Se io do la sufficienza a un alunno che non sa niente,la responsabilità è solo mia .Se il CDC , dal canto suo,decide di scavalcarmi, trasformando un 4 in un 6, allora responsabilità e' sua.

oh! oh! Adesso tutti ad insegnare in scuole modello. Sono quasi commosso.
C'è una griglia valutativa per piazzare i voti. Ne sono al corrente. Però nessuno la rispetta fino in fondo (comunque il minimo è 3). Perché non puoi bocciare tutti, come meriterebbero. Allora per differenziare si alzano i voti. Ma non credo sia solo per questo. Molti docenti sono del luogo e la vita difficile la potrebbero avere soprattutto fuori dalla scuola.

balanzoneXXI ha scritto:
E poi piantiamola con 'sta storia dell' onnipotenza del ds!
Non e' vera, e' solo un alibi per insegnanti pavidi.Effettivamente, se sei un docente contrastivo, un dirigente puo' renderti la vita difficile,ricorrendo a ritorsioni subdole o sanzionando le tue effettive magagne con una severità che non usa con i colleghi " collaborativi", ma ciò non basta per definire il preside una figura onnipotente.

Hai detto niente!
E dopo che ti ha fatto due lettere di richiamo? Che fai? Se hai un sindacato agguerrito, va bene. Però comunque si perde tanto, tanto, tanto tempo.

Perché invece voi altri che la sapete tanto lunga non vi rifiutate di fare i coordinatori? È compito del ds coordinare. Prende 50k euro all'anno (e non solo).
Allora uniamoci e tutti diano le dimissioni da coordinatore.

E allora non ti resta che ingoiare bocconi amari per i prossimi 20 anni, cosi' ti verrà un fegato da clinica universitaria.

Io sono stato realista, non sottovalutando i fastidi che possono venire dallo scontro con un ds ottuso e prepotente, ma ritenendo nel contempo che subirne ricattti
e vessazioni non sia affatto il male minore.

Se ti fa delle lettere di richiamo giuste, fai ammenda, altrimenti reagisci, facendoti assistere da un sindacato.Se il giudice gli da' torto la prima volta e lui continua imperterrito, puoi denunciarlo per mobbing.

Padronissimo di non crederci, ma alcuni docenti, me compreso, talvolta rifiutano l' incarico di coordinatore senza subirne particolari rappresaglie , per quanto si favoleggi di fitte improvvise che qualcuno attribuisce ad oscuri rituali voodoo.





Tornare in alto Andare in basso
giobbe



Messaggi : 4663
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioTitolo: Re: Insegnante derisa ad Alessandria   Lun Mag 07, 2018 8:16 pm

La scuola statale è regolata da normative ben precise a cui attenersi. A loro volta le singole scuole hanno regolamenti autonomi (in sintonia con i regolamenti nazionali), che adottano al fine del miglior funzionamento dell’istituzione scolastica.
Per la scuola secondaria di secondo grado, ai fini della valutazione finale degli alunni, è prevista la promozione, il giudizio sospeso con rinvio a settembre e la bocciatura. La valutazione numerica va da 1 a 10, anche se il MIUR, in una sua recente nota, SUGGERISCE ma non OBBLIGA, di partire dal 3. Quindi si può rinviare a settembre e bocciare perché lo dice la normativa scolastica. Ovviamente, alla valutazione finale, ci si DEVE arrivare seguendo la corretta procedura prevista dalla normativa.
Allora perché vengono tutti promossi? Lo dobbiamo chiedere ai valutatori ovvero ai docenti ! Ma chi sono i docenti?! Io lo so: i docenti sono una delle categorie professionali tra le più variegate per provenienza culturale, per titoli, per interessi, per mentalità etica-professionale, per concetto della scuola come istituzione, e tante altre variabili…
Parlo per regole generali ammettendo fin da subito che ci sono anche le eccezioni, ma sono eccezioni, per l’appunto.
Il DS pensa a mantenere il suo istituto nell’autonomia, nel senso che vuole un numero di alunni più che sufficiente per mantenere autonomamente la sua scuola. Insomma per avere il posto fisso in quella scuola. Questa finalità la può raggiungere favorendo le promozioni di massa. Allora preme in modo diretto ed indiretto sui docenti. Poi non ha rogne con alunni e genitori. La conseguenza è un abbassamento dei livelli culturali e comportamentali da parte degli alunni. Ma in classe non ci sta lui ma i docenti…Insomma lui fa la SUA parte. Oltre questo non può andare…
Il potere più forte sta in mano ai docenti. Se un DS può mobbizzare qualche docente, tutti i docenti possono mobbizzare il DS. Questo semplicemente per dire che uno è forte quando incontra un debole. Lo sanno pure i bulli di professione…
E qua viene fuori la varia tipologia di docente:
- docenti dello staff del DS, scelti accuratamente dallo stesso DS quando rientra nelle sue prerogative. Quindi crea una cupola che copula con lui…nel bene e nel male. Rappresentano più o meno il 10% dei docenti presenti nella scuola.
Ma c’è ancora un altro 90%.
- docenti del posto, che non si vogliono “inimicare” le famiglie; e poi vuoi mettere mantenere il posto in casa…. Al grido del volemose b’bene. Docenti che in genere lavorano poco a scuola o almeno fanno il minimo indispensabile perché hanno altro a cui pensare. Questi ultimi, in genere, non hanno nemmeno le carte a posto. La loro naturale conseguenza è quella di essere buoni a tutti i costi nelle valutazioni, altrimenti si potrebbero scoprire le loro manchevolezze. Sono anche quelli che si lamentano nei corridoi per poi dire nei consigli di classe, “con me non ci sono problemi”… Sono il 40-50%.
- Poi ci sono i docenti pavidi per natura, intorno al 10-20%.
- Infine ci sono i docenti che mettono le carte a posto, che chiedono agli alunni di studiare, che mettono i voti, anche un po’ generosi ma onesti. Sono quelli che fanno sbuffare in classe diversi alunni, abituti a fare molto poco con gli altri docenti. Ma sono anche quelli che a distanza di tempo saranno riconosciuti da tutti gli alunni come i bravi (non i buoni) insegnanti. Siamo intorno al 30% dei docenti. Una minoranza.
Il voto finale lo mette il consiglio di classe su proposta del docente. Il rapporto diventa quindi 70% a 30%.
I fancazzisti egli interessati sono la maggioranza, quindi tutti promossi.
Morale della favola: a decretare il tutto sono i docenti, non il DS, non gli alunni, non le famiglie.

P.S: Le sentenze del TAR sono sfavorevoli alla scuola solo quando le carte non sono a posto, Mai il TAR entra nel merito della valutazione. E comunque per queste cose il docente non è passibile di nulla. Ma questo serve come alibi per i fancazzisti.

Tornare in alto Andare in basso
bread&butter



Messaggi : 207
Data d'iscrizione : 13.06.17

MessaggioTitolo: Re: Insegnante derisa ad Alessandria   Lun Mag 07, 2018 11:24 pm

Citazione :
Il DS pensa a mantenere il suo istituto nell’autonomia, nel senso che vuole un numero di alunni più che sufficiente per mantenere autonomamente la sua scuola. Insomma per avere il posto fisso in quella scuola.

Perché, cosa succede alle scuole con "pochi" alunni? Le accorpano con altre?

ps hai dimenticato i docenti direttamente coinvolti nell'alternanza scuola lavoro, perché questi prendono bei soldini!
Come pure le aziende.
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 5911
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioTitolo: Re: Insegnante derisa ad Alessandria   Mar Mag 08, 2018 5:37 pm

bread&butter ha scritto:
Citazione :
Il DS pensa a mantenere il suo istituto nell’autonomia, nel senso che vuole un numero di alunni più che sufficiente per mantenere autonomamente la sua scuola. Insomma per avere il posto fisso in quella scuola.

Perché, cosa succede alle scuole con "pochi" alunni? Le accorpano con altre?

Già, e il DS e il DSGA saltano.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.1



Messaggi : 683
Data d'iscrizione : 31.10.17

MessaggioTitolo: Re: Insegnante derisa ad Alessandria   Mar Mag 08, 2018 6:05 pm

In ogni caso, il turnover dei dirigenti (per decisioni degli uffici superiori) è frequentissimo, e spesso vengono spostati ogni tre o quattro anni senza nessuna logica apparente, almeno per noi. Quindi non mi pare plausibile la storia del preside che aspira a "mantenere autonomamente la sua scuola" essendo sicuro che ci rimarrà sempre fisso per decenni.

Io di dirigenti fissi nella stessa scuola per più di cinque anni non ne ho mai visti...
Tornare in alto Andare in basso
chicca70



Messaggi : 3213
Data d'iscrizione : 26.12.14

MessaggioTitolo: Re: Insegnante derisa ad Alessandria   Mar Mag 08, 2018 6:11 pm

paniscus_2.1 ha scritto:

Io di dirigenti fissi nella stessa scuola per più di cinque anni non ne ho mai visti...

Credo che sia una scelta del singolo usr. Nella mia provincia ho visto diverse permanenze di 8-9-10 anni, terminate con il pensionamento.
Tornare in alto Andare in basso
giobbe



Messaggi : 4663
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioTitolo: Re: Insegnante derisa ad Alessandria   Mar Mag 08, 2018 6:14 pm

chicca70 ha scritto:
paniscus_2.1 ha scritto:

Io di dirigenti fissi nella stessa scuola per più di cinque anni non ne ho mai visti...

Credo che sia una scelta del singolo usr. Nella mia provincia ho visto diverse permanenze di 8-9-10 anni, terminate con il pensionamento.
Idem
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.1



Messaggi : 683
Data d'iscrizione : 31.10.17

MessaggioTitolo: Re: Insegnante derisa ad Alessandria   Mar Mag 08, 2018 6:23 pm

bread&butter ha scritto:

ps hai dimenticato i docenti direttamente coinvolti nell'alternanza scuola lavoro, perché questi prendono bei soldini!
Come pure le aziende.

Le aziende prendono soldi direttamente dalla scuola o dal ministero per ospitare i ragazzi in alternanza?

Se fosse così, dovrebbero essere tutte entusiaste di cogliere l'affare.

Come si spiega che invece è il contrario?
Tornare in alto Andare in basso
@melia

avatar

Messaggi : 1942
Data d'iscrizione : 12.07.15
Età : 58
Località : Padova

MessaggioTitolo: Re: Insegnante derisa ad Alessandria   Mar Mag 08, 2018 6:25 pm

paniscus_2.1 ha scritto:
Io di dirigenti fissi nella stessa scuola per più di cinque anni non ne ho mai visti...
Invece, io ho cambiato dirigente solo se quello precedente andava in pensione, oppure quando io ho cambiato scuola, dall'87 ad oggi sono solo 4.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.1



Messaggi : 683
Data d'iscrizione : 31.10.17

MessaggioTitolo: Re: Insegnante derisa ad Alessandria   Mar Mag 08, 2018 6:29 pm

Io ne ho cambiati già tre in sette anni nella scuola dove sono adesso, e altri due nella scuola precedente dove ero stata per sei anni, e uno solo di questi cambiamenti è stato dovuto a un pensionamento diretto... gli altri tutti a spostamenti da un istituto all'altro, della stessa città o della stessa provincia.
Tornare in alto Andare in basso
giobbe



Messaggi : 4663
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioTitolo: Re: Insegnante derisa ad Alessandria   Mar Mag 08, 2018 6:43 pm

paniscus_2.1 ha scritto:
Io ne ho cambiati già tre in sette anni nella scuola dove sono adesso, e altri due nella scuola precedente dove ero stata per sei anni, e uno solo di questi cambiamenti è stato dovuto a un pensionamento diretto... gli altri tutti a spostamenti da un istituto all'altro, della stessa città o della stessa provincia.
Questo succede quando è lo stesso DS a voler cambiare scuola; ad esempio perché non gli piace dove si trova o perché ritiene la sua scuola a rischio di perdita della dirigenza o quando si ha un accorpamento e diventa perdente posto. Quando un DS ha una scuola consolidata nel proprio comune difficilmente si sposta e...lo spostano.
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 5911
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioTitolo: Re: Insegnante derisa ad Alessandria   Mar Mag 08, 2018 9:48 pm

paniscus_2.1 ha scritto:
Io ne ho cambiati già tre in sette anni nella scuola dove sono adesso, e altri due nella scuola precedente dove ero stata per sei anni, e uno solo di questi cambiamenti è stato dovuto a un pensionamento diretto... gli altri tutti a spostamenti da un istituto all'altro, della stessa città o della stessa provincia.

Come dice anche Giobbe, i trasferimenti dei DS avvengono su richiesta dei DS (se c'è la possibilità). Non credo che ci siano spostamenti d'ufficio, a meno che non ci siano motivi seri per farlo. Quando arrivano in un posto che ritengono il migliore per loro, ci restano. Ho avuto un DS che è rimasto 10 anni fino alla pensione, ora un altro da più di 5 anni e anche lui rimane fino alla pensione.
Tornare in alto Andare in basso
caesar753



Messaggi : 606
Data d'iscrizione : 22.05.11

MessaggioTitolo: Re: Insegnante derisa ad Alessandria   Mar Mag 08, 2018 10:14 pm

E infatti dato che i DS sono DIRIGENTI e non più presidi bisognerebbe applicare loro la disciplina marziale di un trasferimento ALMENO ogni tre anni, almeno si eviterebbero sacche di potere legalizzato, poi certo, le tipologie di docenti di cui sopra quelle sono e quelle restano...
Tornare in alto Andare in basso
bread&butter



Messaggi : 207
Data d'iscrizione : 13.06.17

MessaggioTitolo: Re: Insegnante derisa ad Alessandria   Mar Mag 08, 2018 11:13 pm

paniscus_2.1 ha scritto:
bread&butter ha scritto:


ps hai dimenticato i docenti direttamente coinvolti nell'alternanza scuola lavoro, perché questi prendono bei soldini!

Come pure le aziende.

Le aziende prendono soldi direttamente dalla scuola o dal ministero per ospitare i ragazzi in alternanza?

Se fosse così, dovrebbero essere tutte entusiaste di cogliere l'affare.

Come si spiega che invece è il contrario?

  1. i docenti prendono bei soldi, l'ho sentito dal ds in sede di collegio. Va da sé che nessuno di quei docenti abbia voglia di discutere col grande capo.
  2. Le aziende prendono soldi quando qualcuno fa lo stage da loro. Questo lo so' da ragionieri-commercialisti.


Beyond the item 2

paniscus_2.1 ha scritto:
Se fosse così, dovrebbero essere tutte entusiaste di cogliere l'affare.

  Ragioniamo in modo differente: concentriamoci su chi l'affare lo coglie. Queste aziende pare che siano realmente super-entusiaste. Lo si capisce leggendo le relazioni che consegnano al tutor (il docente della scuola) quando i ragazzi terminano il percorso aziendale.
  Ora, considerando che perfino un tizio con tanto di laurea, master e Ph.D. quando entra in una azienda è letteralmente una palla al piede per molti mesi, mi chiedo: cos'è che rende le aziende accoglienti così euforiche tanto da non esprimere un giudizio più realistico?

ps non dimenticare che comunque l'assicurazione è obbligatoria.

È tutto un ecosistema.
Tornare in alto Andare in basso
franco71



Messaggi : 1749
Data d'iscrizione : 14.11.14

MessaggioTitolo: Re: Insegnante derisa ad Alessandria   Mer Mag 09, 2018 10:43 pm

Per tornare all'attualità (avete visto i tg?), un altro knock-out per un docente:

http://napoli.repubblica.it/cronaca/2018/05/09/news/studente_frattura_il_naso_con_un_pugno_a_un_docente_ad_avellino-195916378/?ref=RHPPLF-BH-I0-C8-P10-S1.8-T1
Tornare in alto Andare in basso
Zacinto



Messaggi : 113
Data d'iscrizione : 06.05.18

MessaggioTitolo: Re: Insegnante derisa ad Alessandria   Mer Mag 09, 2018 11:42 pm

Un altro non-prof che non solo non reagisce all aggressione di un adulto 18 (davvero ,ma come fate sempre a prenderle e mai darle, nemmeno in un timido tentativo di difesa) ,ma non denuncia.
In Italia questo atteggiamento, che rinvigorisce il crimine e la delinquenza comune, si chiama omertà
Tornare in alto Andare in basso
Online
sempreconfusa1



Messaggi : 2794
Data d'iscrizione : 05.08.11

MessaggioTitolo: Re: Insegnante derisa ad Alessandria   Mer Mag 09, 2018 11:43 pm

e, come al solito, niente denuncia. Però questo è già maggiorenne, vero?
Comunque, oggi al tg parlavano anche di tristi anniversari.
Tornare in alto Andare in basso
Zacinto



Messaggi : 113
Data d'iscrizione : 06.05.18

MessaggioTitolo: Re: Insegnante derisa ad Alessandria   Mer Mag 09, 2018 11:43 pm

Comunque il knock out ha un altro significato.qui si parla di uno schiaffo
Tornare in alto Andare in basso
Online
franco71



Messaggi : 1749
Data d'iscrizione : 14.11.14

MessaggioTitolo: Re: Insegnante derisa ad Alessandria   Mer Mag 09, 2018 11:54 pm

Zacinto ha scritto:
Comunque il knock out ha un altro significato.qui si parla di uno schiaffo
Sì, purtroppo il risultato è lo stesso, stramazzati per terra

sempreconfusa1 ha scritto:
Comunque, oggi al tg parlavano anche di tristi anniversari.
Moro e Impastato.
Ho pensato che la grandezza morale di alcune persone si misura anche dalla memoria dei loro assassini/mandanti, chi si ricorderà mai di un Morucci & C. o di un Badalamenti?


Ultima modifica di franco71 il Gio Mag 10, 2018 12:09 am, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
sempreconfusa1



Messaggi : 2794
Data d'iscrizione : 05.08.11

MessaggioTitolo: Re: Insegnante derisa ad Alessandria   Gio Mag 10, 2018 12:01 am

franco71 ha scritto:
Zacinto ha scritto:
Comunque il knock out ha un altro significato.qui si parla di uno schiaffo
Sì, purtroppo il risultato è lo stesso, stramazzati per terra

Zacinto ha scritto:
Comunque, oggi al tg parlavano anche di tristi anniversari.
Moro e Impastato.
Ho pensato che la grandezza morale di alcune persone si misura anche dalla memoria dei loro assassini/mandanti, chi si ricorderà mai di un Morucci & C. o di un Badalamenti?

ma l'ho detto io non zacinto! ma oggi mi ignorate tutti? ahahah

io invece pensavo a come, a volte, la parte politica di appartenenza sia ininfluente per evitare lo stesso destino.
chiudo ot
Tornare in alto Andare in basso
franco71



Messaggi : 1749
Data d'iscrizione : 14.11.14

MessaggioTitolo: Re: Insegnante derisa ad Alessandria   Gio Mag 10, 2018 12:12 am

@sempreconfusa1: scusami, ho corretto. Ho quotato male ma sapevo (nel mio inconscio) che era un tuo post:)
Tornare in alto Andare in basso
bread&butter



Messaggi : 207
Data d'iscrizione : 13.06.17

MessaggioTitolo: Re: Insegnante derisa ad Alessandria   Gio Mag 10, 2018 4:13 am

Zacinto ha scritto:
In Italia questo atteggiamento, che rinvigorisce il crimine e la delinquenza comune, si chiama omertà

Si deve anche ragionare sui "silenzi", prima di lanciarsi in facili giudizi. Il corpo docente è tutt'altro che compatto, perché in fondo in fondo ognuno pensa per sé.
Non dimenticare mai cosa disse Leonardo Da Vinci, anche se nel suo campo d'interesse, "ogni cosa vien da ogni cosa ed ogni cosa torna in ogni cosa".
Tornare in alto Andare in basso
Zacinto



Messaggi : 113
Data d'iscrizione : 06.05.18

MessaggioTitolo: Re: Insegnante derisa ad Alessandria   Gio Mag 10, 2018 8:01 am

Mah..a uccidere moro non furono probabilmente solo le br. Fu abbandonato e nessuno si interessò concretamente a trattare una sua liberazione, limitandosi solo a generici "liberatelo senza condizioni " ,papa compreso. Comunque interviste a moretti e morucci sul tubo ce ne sono parecchie, tratte sia da interviste di Biagi degli anni 80 che recenti . Su RAI storia se ne è parlato a volontà.
Ad esempio morucci rimarcava l esito inaspettatamente totalmente positivo dell agguato di via fani, pur nella consapevolezza che nessun brigatista era un "rambo" di professione. In effetti personalmente mi sono sempre chiesto quanto davvero le scorte siano preparate ed addestrate, dato che più volte nlla STORIA del 900 la scorta non è riuscita poi a reagire come avrebbe dovuto.
Insomma spunti di riflessione ce ne sono parecchi.
Su badalamenti idem . Un intera puntata di "correva l'anno " fu dedicata al traffico internazionale di droga tra sudamerica -Italia -usa ,la "pizza connection ".
Insomma, finché c è il tubo c è speranza
Tornare in alto Andare in basso
Online
giobbe



Messaggi : 4663
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioTitolo: Re: Insegnante derisa ad Alessandria   Ven Mag 11, 2018 11:44 am

Zacinto ha scritto:
Un altro non-prof che non solo non reagisce all aggressione di un adulto 18 (davvero ,ma come fate sempre a prenderle e mai darle, nemmeno in un timido tentativo di difesa) ,ma non denuncia.
In Italia questo atteggiamento, che rinvigorisce il crimine e la delinquenza comune, si chiama omertà
E' successo dentro la scuola quindi DEVE denunciare la scuola stessa per tutelare i propri lavoratori.
Tornare in alto Andare in basso
balanzoneXXI



Messaggi : 1747
Data d'iscrizione : 21.09.13

MessaggioTitolo: Re: Insegnante derisa ad Alessandria   Ven Mag 11, 2018 1:42 pm

giobbe ha scritto:
Zacinto ha scritto:
Un altro non-prof che non solo non reagisce all aggressione di un adulto 18 (davvero ,ma come fate sempre a prenderle e mai darle, nemmeno in un timido tentativo di difesa) ,ma non denuncia.
In Italia questo atteggiamento, che rinvigorisce il crimine e la delinquenza comune, si chiama omertà
E' successo dentro la scuola quindi DEVE denunciare la scuola stessa per tutelare i propri lavoratori.

Cioe' , se un alunno mi malmenasse dovrei aspettare che fosse la scuola a denunciare il ribaldo? Esiste forse una norma che costringe l'insegnante aggredito a procedere per via gerarchica?
Tornare in alto Andare in basso
 
Insegnante derisa ad Alessandria
Tornare in alto 
Pagina 12 di 13Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3 ... , 11, 12, 13  Seguente
 Argomenti simili
-
» Insegnante derisa ad Alessandria
» insegnante di sostegno: è obbligatorio?
» scusate! come posso passare da insegnante al profilo ATA?
» Insegnante può portare figlio in classe o al consiglio di classe o in gita
» insegnante di sostegno e verifiche scritte

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: