Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividi | 
 

 Insegnante derisa ad Alessandria

Andare in basso 
Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5 ... 9 ... 14  Seguente
AutoreMessaggio
Douarec



Messaggi : 12
Data d'iscrizione : 04.07.16

MessaggioTitolo: Insegnante derisa ad Alessandria   Gio Mar 29, 2018 5:18 pm

Promemoria primo messaggio :

Preside "Qualcuno poi ha ripreso con il cellulare mettendo in rete le immagini, le stesse poi tolte dai social“

e genitori "è assolutamente falso che filmati dell’accaduto siano stati postati sui social”

forniscono dettagli sulla vicenda...

Sono senza parole. Tutto e il contrario di tutto. Indifesi e Indifendibili.

Scrivo per dare un senso ad una azione che fra le mura scolastiche è ridotta ad uno dei tanti imprevisti del mestiere.
Perchè ci si scaglia contro chi maltratta un animale ma si tace quando è una persona.

Scrivo perchè credo che quella Insegnante, un po' debole, fragile, non sia capitata lì per caso ma per farci aprire questi benedetti occhi.

Scrivo perchè l'umiliazione provata da questa persona non sia cancellata con un colpo di spugna, giustificando ancora una volta quelli che non solo pensano di offendere un debole ma lo mettono in pratica e non lo fanno di notte in contesti disagiati o per fame ma alla luce del sole, per noia, con la pancia piena e il cuore vuoto.

Scrivere... forse non serve, forse ho sbagliato sezione, forse non mi sono presentato e forse ho sbagliato un congiuntivo, ma almeno non mi sono voltato dall'altra parte come chi mi ha detto o ha pensato: "forse non era adatta a fare l'insegnante..."

Perdonate lo sfogo...


Ultima modifica di Douarec il Gio Mar 29, 2018 8:23 pm, modificato 1 volta
Torna in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
Befree2



Messaggi : 414
Data d'iscrizione : 25.01.18

MessaggioTitolo: Re: Insegnante derisa ad Alessandria   Mer Apr 18, 2018 2:21 pm

Episodio marginale ingigantito per scopi di allarmismo
Nel video si vede sto ragazzetto che pesera' 40 kg bagnato che fa il bulletto con il prof che al suo confronto è un gigante.
Io al posto del prof mi sarei messo a ridere e gli avrei risposto per le rime. In epoche passate gli avrebbe tirato due ceffoni e amici come prima.
Data la stazza del prof ora non lo metterei tra gli atti di bullismo verso i professori.
Torna in alto Andare in basso
pitarra



Messaggi : 156
Data d'iscrizione : 30.05.12

MessaggioTitolo: Re: Insegnante derisa ad Alessandria   Mer Apr 18, 2018 2:38 pm

Ridurre tutto ad una proporzione corporea è quantomeno simpatico....
Io peso 93 chili .....sto tranquillo !!
Torna in alto Andare in basso
balanzoneXXI



Messaggi : 1881
Data d'iscrizione : 21.09.13

MessaggioTitolo: Re: Insegnante derisa ad Alessandria   Mer Apr 18, 2018 2:39 pm

condor2000 ha scritto:
http://www.corriere.it/cronache/18_aprile_18/alunno-insulta-umilia-professore-classe-chi-che-comanda-metta-sei-video-b3a9c726-42ec-11e8-99f8-d9a2facd26f3.shtml

E' proprio questo il punto: chi e' che comanda in certe scuole? Gli antropologi ci hanno insegnato che nelle feste di tipo carnevalesco si assisteva a un ribaltamento dei ruoli.A quanto pare, in molte aule del Belpaese vige un carnevale permanente.

Il prof non deve accettare passivamente questo andazzo , anche perché ne va della sua salute.Se un teppistello lo minaccia e lo insulta , deve prendere atto di fronte alla classe che non è possibile fare lezione e lo deve scrivere sul registro, senza tralasciare nessun improperio, minaccia o sfottò.Soprattutto non deve avere paura del dirigente e della minestra alle carote e semi di lino, per quanto indigesti possano risultare certi intrugli della nouvelle cuisine toscaine.Non prenda come modello certe cavaliere ne' si lasci smontare dalla solita formuletta stereotipata ' colpa sua perché non sa tenere la classe', anzi ricordi al dirigente che lui e' responsabile della salute psicofisica dei docenti.
Torna in alto Andare in basso
Befree2



Messaggi : 414
Data d'iscrizione : 25.01.18

MessaggioTitolo: Re: Insegnante derisa ad Alessandria   Mer Apr 18, 2018 3:39 pm

Esagerato...non è detto che un pagliaccio 16 enne che fa il bullo leda così profondamente la salute psicofisica del docente.
E comunque un uomo di 40-50 anni che si spaventa e trema di fronte al pagliaccio 16 enne che fa il gradasso tanto da chiamare la croce rossa nelle vesti del ds ,si,perderebbe totalmente il rispetto della classe e questi atti si moltiplicherebbero .
Non deve reagire con violenza ma ,conoscendo questo ragazzetti bulli di porcellana, alzi la voce e rispondi a tono e il bimbetto torna nella sua cuccia con le orecchie abbassate.
Non stiamo parlando di docenti disabili o di professoresse 55 Enni.
Un minimo il docente deve farsi rispettare,abbiamo pazienza, non si può essere dei gasteropodi. ..
Torna in alto Andare in basso
franco71



Messaggi : 2090
Data d'iscrizione : 14.11.14
Età : 47

MessaggioTitolo: Re: Insegnante derisa ad Alessandria   Mer Apr 18, 2018 4:08 pm

Esclusa l'opzione "militare", il docente poteva o, come scrive Befree, "alzare la voce e rispondere a tono", o fare sbollire il nemico. Io sono per la seconda. In ogni caso trattandosi di un'aggressione verbale la nota disciplinare è il minimo, accompagnata da un provvedimento da parte del con(s)iglio di classe. Questi episodi debbano incidere pesantemente durante gli scrutini finali, se il ragazzo ha insufficienze più o meno gravi ed altri episodi di indisciplinatezza, anche se non così gravi, bisogna considerare la bocciatura. Punirne uno per educarne cento.
Torna in alto Andare in basso
Befree2



Messaggi : 414
Data d'iscrizione : 25.01.18

MessaggioTitolo: Re: Insegnante derisa ad Alessandria   Mer Apr 18, 2018 4:13 pm

La classe da tempo stava seguendo un "percorso psicologico"
Di sicuro l accadimento dimostra la totale inutilità di questi progettini contro bullismo, violenza, gestione dei conflitti ecc.
Davvero dobbiamo dare lavoro tutti questi psicologi?
Comunque ho visto il video originale non oscurato che gira su Facebook.
Si nota che appena il prof si alza in piedi il moccioso indietreggia. Dopodiché , vedendo il prof che non risponde e non parla, riprende con le minacce e alza la voce..
Torna in alto Andare in basso
Scuola70



Messaggi : 1110
Data d'iscrizione : 28.02.14

MessaggioTitolo: Re: Insegnante derisa ad Alessandria   Mer Apr 18, 2018 4:19 pm

Non lo sapete che il mondo attuale, cari amici miei, scuola o meno, è sotto il potere del "male"? Famiglie che si sfasciano, principio di autorità non rispettato e deriso, relativismo morale, libertà intesa come avere il potere di fare tutto, secondo voi da che cosa derivano alla radice? Lascio a voi le ipotesi più plausibili, ma potete star certi che non saranno i ridicoli corsi sul bullismo o gli psicologi a far cambiare le cose. Vi dico solo che non esiste in pratica categoria più ridicola degli psicologi, tutto quello che dicono si basa su cose non dimostrate, ad esempio quando parlano di "inconscio", se è una realtà inconsapevole come si fa a definirlo come loro pretendono di fare? Ridicoli!
E poi, caro Befree2, perché mai l'insegnante deriso non dovrebbe chiedere anche l'aiuto e la collaborazione del DS? Il tuo ragionamento secondo cui perderebbe il rispetto non regge, poiché se è già gravemente deriso vuol dire che in partenza questo rispetto manca.
Torna in alto Andare in basso
franco71



Messaggi : 2090
Data d'iscrizione : 14.11.14
Età : 47

MessaggioTitolo: Re: Insegnante derisa ad Alessandria   Mer Apr 18, 2018 5:22 pm

pitarra ha scritto:
Ridurre tutto ad una proporzione corporea è quantomeno simpatico....
Io peso 93 chili .....sto tranquillo !!
E' importante il rapporto peso/altezza:)
Torna in alto Andare in basso
giobbe



Messaggi : 4738
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioTitolo: Re: Insegnante derisa ad Alessandria   Mer Apr 18, 2018 5:37 pm

Scuola70 ha scritto:
Non lo sapete che il mondo attuale, cari amici miei, scuola o meno, è sotto il potere del "male"? Famiglie che si sfasciano, principio di autorità non rispettato e deriso, relativismo morale, libertà intesa come avere il potere di fare tutto, secondo voi da che cosa derivano alla radice? Lascio a voi le ipotesi più plausibili, ma potete star certi che non saranno i ridicoli corsi sul bullismo o gli psicologi a far cambiare le cose. Vi dico solo che non esiste in pratica categoria più ridicola degli psicologi, tutto quello che dicono si basa su cose non dimostrate, ad esempio quando parlano di "inconscio", se è una realtà inconsapevole come si fa a definirlo come loro pretendono di fare? Ridicoli!
E poi, caro Befree2, perché mai l'insegnante deriso non dovrebbe chiedere anche l'aiuto e la collaborazione del DS? Il tuo ragionamento secondo cui perderebbe il rispetto non regge, poiché se è già gravemente deriso vuol dire che in partenza questo rispetto manca.
Una tua recente risposta a Paniscus: "Alla fine se ci pensi la scuola è la negazione della libertà, infatti l'alunno non è mai libero, in nessun momento: non è libero di andarsene a casa o di restare a scuola se è finito l'orario, di studiare matematica mentre si sta facendo italiano, non è libero di starsene per conto suo se si fa un lavoro di gruppo perché deve socializzare, deve integrarsi........... è la verità, non puoi contestare l'evidenza! Le mie considerazioni sono in larga parte provocatorie, lo ammetto, ma non puoi negare che ci sia del vero, a scuola non siamo liberi, né noi né i nostri studenti. I miei alunni se non studiano ovviamente li sprono a farlo, ma non li giudico mai, e li apprezzo anche per tante altre qualità che vedo in loro oltre alla conoscenza della materia. Perché ricorda che non ti risponderanno mai male se vedi che tu non li giudichi, se si sentono accolti, e vedono i loro tempi rispettati: è la coercizione a generare l'astio che poi porta a quella che è definita maleducazione. Se durante un lavoro di gruppo vogliono stare da soli, glielo concedo, basta che non disturbino. In una condizione di coercizione non trovi che un potenziale genio, un potenziale filosofo o artista sia semmai deprivato invece di essere incoraggiato? E' infatti come un ingabbiare il pensiero stesso se l'educatore lo costringe in una determinata direzione, chi l'ha detto che è quella giusta e che fa davvero sviluppare le potenzialità della persona?"
L'insegnante ha seguito il tuo consiglio, l'ha lasciato fare...
Torna in alto Andare in basso
pitarra



Messaggi : 156
Data d'iscrizione : 30.05.12

MessaggioTitolo: Re: Insegnante derisa ad Alessandria   Mer Apr 18, 2018 6:58 pm

franco71 ha scritto:
pitarra ha scritto:
Ridurre tutto ad una proporzione corporea è quantomeno simpatico....
Io peso 93 chili .....sto tranquillo !!
E' importante il rapporto peso/altezza:)

Eh eh eh

Touchè !!

Torna in alto Andare in basso
Befree2



Messaggi : 414
Data d'iscrizione : 25.01.18

MessaggioTitolo: Re: Insegnante derisa ad Alessandria   Mer Apr 18, 2018 7:05 pm

Nel video l acciughino sembrava uno di quei pincher che abbaiano ad un mastino mansueto
Torna in alto Andare in basso
franco71



Messaggi : 2090
Data d'iscrizione : 14.11.14
Età : 47

MessaggioTitolo: Re: Insegnante derisa ad Alessandria   Mer Apr 18, 2018 7:35 pm

Poco fa ho sentito al tg che il docente ha 64 anni. Non che l'età sia importante sulla gravità del fatto, ma, per la mia sensibilità, l'aggressione subita fa ancora più rabbia/amarezza.
Torna in alto Andare in basso
pitarra



Messaggi : 156
Data d'iscrizione : 30.05.12

MessaggioTitolo: Re: Insegnante derisa ad Alessandria   Mer Apr 18, 2018 8:39 pm

Purtroppo il docente non ha denunciato subito e/o punito la simpatica creatura. Probabilmente avrà fatto le sue valutazioni all' interno del contesto ma , lo dico col massimo rispetto ovviamente, qualche responsabilità dovrà prendersela.
Torna in alto Andare in basso
condor2000



Messaggi : 1203
Data d'iscrizione : 15.10.12

MessaggioTitolo: Re: Insegnante derisa ad Alessandria   Mer Apr 18, 2018 8:40 pm

franco71 ha scritto:
Poco fa ho sentito al tg che il docente ha 64 anni. Non che l'età sia importante sulla gravità del fatto, ma, per la mia sensibilità, l'aggressione subita fa ancora più rabbia/amarezza.

http://firenze.repubblica.it/cronaca/2018/04/18/news/lucca_l_alunno_minaccia-194193977/?ref=RHPPLF-BH-I0-C8-P5-S1.8-T1

Intanto sia la polizia che il dirigente sembra che presentino denuncia contro 3 studenti.
Torna in alto Andare in basso
paniscus_2.1



Messaggi : 1004
Data d'iscrizione : 31.10.17

MessaggioTitolo: Re: Insegnante derisa ad Alessandria   Mer Apr 18, 2018 8:43 pm

Spero che siano stati denunciati (eventualmente dopo un intervento della polizia postale) anche quelli che hanno girato il video e l'hanno messo in rete.
Torna in alto Andare in basso
Sbottante



Messaggi : 130
Data d'iscrizione : 17.04.18

MessaggioTitolo: Re: Insegnante derisa ad Alessandria   Mer Apr 18, 2018 9:32 pm

Befree2 ha scritto:
Nel video l acciughino sembrava uno di quei pincher che abbaiano ad un mastino mansueto
Nessuno ha notato che gli insulti/minacce vengono proferiti usando il "lei" ?

Sente la necessità di contrapporsi all'autorità per acquistare punti nelle relazioni sociali, riconosce l'autorità del docente, sceglie il docente come autorità da sfidare.

Beati i semplici, loro sarà il regno dei cieli.

PS l'importante è mettere tutti i "semplici" nello stesso recinto; quel ragazzo non ha rovinato nessuna lezione perchè i suoi amici (come si evince dalle risate) erano come lui ma un po' meno spavaldi, dunque ragazzi, non studenti.
Torna in alto Andare in basso
Befree2



Messaggi : 414
Data d'iscrizione : 25.01.18

MessaggioTitolo: Re: Insegnante derisa ad Alessandria   Mer Apr 18, 2018 11:29 pm

Denunce?
Polizia? Per una roba del genere smuoviamo le forze dell ordine?
Da anni constato come polizia e carabinieri siano sempre più relegati e dedicati a quisquilie del genere :madre che urla ai colloqui con gli insegnanti, ragazzetto che insulta l prof, insomma tutte situazioni che in passato venivano relegate a cazzate e gestite inter nos senza allertare i Corpi Speciali.
In un Paese come il nostro che ha vissuto decenni terribili per le ffoo la cosa mi risulta ancora più paradossale. Alcuni anni fa parlai con un ex carabiniere in servizio a Torino tra il 74 e l 84. I turni di servizio nella Torino dei delitti ciotta, croce, Casalegno....erano terribili. Un terno al lotto, posti di blocco con Pistola in pugno pronti a reagire ad eventuali attacchi dei vari gruppi dell eversione politica torinese. E non molto diversa era la situazione a Milano, g enova, Roma, Bologna.
Al sud il terrorismo politico era sicuramente meno pressante,ma in compenso tra guerre di mafia,stidda, camorra, ndrangheta e anonima sarda le cose erano forse ancora peggiori.
Oggi invece i colleghi di un paio di generazioni dopo si occupano di cyber-bullismo, 13 Enni che spintonano il prof, madri e padri urlanti ai colloqui scolastici e poi fuori da scuola vicini che si disturbano vicendevolmente e robe del genere.
e giù di verbali,indagini, montagne di carta e reggimenti di gente in divisa che di occupa di quisquilie.
Eppure una volta bastava una nota e la sculacciata del genitore e tutto finiva.
L ho già scritto alcune volte : fossi un cc e mi dicessero di indagare sul video fatto in classe al prof mi sentirei frustrato. ..dove sono i genitori? Al Bingo?
Chissà il tenente Rocca, quello eroe dei cc protagonista della liberazione di Gancia nel cuneese nel 75, che accecato e amputato di un braccio da una bomba a mano continuava ad impartire ordini ai suoi colleghi contro le br, cosa pensa del nuovo ruolo dei carabinieri impegnati come bambinai, domatori di genitori invipetiti ecc.
Torna in alto Andare in basso
sempreconfusa1



Messaggi : 3015
Data d'iscrizione : 05.08.11

MessaggioTitolo: Re: Insegnante derisa ad Alessandria   Mer Apr 18, 2018 11:42 pm

Befree2 ha scritto:

Eppure una volta bastava una nota e la sculacciata del genitore e tutto finiva.

e oggi bisogna decidere chi deve sculacciare i genitori.
Torna in alto Andare in basso
Befree2



Messaggi : 414
Data d'iscrizione : 25.01.18

MessaggioTitolo: Re: Insegnante derisa ad Alessandria   Gio Apr 19, 2018 10:20 am

Io non sculaccio nessuno. I docenti dovrebbero dare tutti il loro dovere con coscienza, con la ovviamente variabilità statistica personale tra individuo e individuo. Ma dovrebbero sapersi difendere, nell ambito della legalità, da alunni e genitori. Dopodiché genitori disastrati produrranno figli disastrati fatti loro,basta che se li mantengano a casa loro tutta la vita è non pretendono il reddito di cittadinanza. Perché sono QUESTE le categorie di persone che lo vogliono in Italia :fannulloni,chiacchieroni e indolenti. Essere pagati per far nulla .
Io non vorrei mai essere pagato per non lavorare. In estate io prendo la disoccupazione, ma diciamo che non sto con le mani in mano. Diciamo che lavora i piatti, spazzo, faccio il bucato ecc
Torna in alto Andare in basso
balanzoneXXI



Messaggi : 1881
Data d'iscrizione : 21.09.13

MessaggioTitolo: Re: Insegnante derisa ad Alessandria   Gio Apr 19, 2018 11:53 am

giobbe ha scritto:
Scuola70 ha scritto:
Non lo sapete che il mondo attuale, cari amici miei, scuola o meno, è sotto il potere del "male"? Famiglie che si sfasciano, principio di autorità non rispettato e deriso, relativismo morale, libertà intesa come avere il potere di fare tutto, secondo voi da che cosa derivano alla radice? Lascio a voi le ipotesi più plausibili, ma potete star certi che non saranno i ridicoli corsi sul bullismo o gli psicologi a far cambiare le cose. Vi dico solo che non esiste in pratica categoria più ridicola degli psicologi, tutto quello che dicono si basa su cose non dimostrate, ad esempio quando parlano di "inconscio", se è una realtà inconsapevole come si fa a definirlo come loro pretendono di fare? Ridicoli!
E poi, caro Befree2, perché mai l'insegnante deriso non dovrebbe chiedere anche l'aiuto e la collaborazione del DS? Il tuo ragionamento secondo cui perderebbe il rispetto non regge, poiché se è già gravemente deriso vuol dire che in partenza questo rispetto manca.
Una tua recente risposta a Paniscus: "Alla fine se ci pensi la scuola è la negazione della libertà, infatti l'alunno non è mai libero, in nessun momento: non è libero di andarsene a casa o di restare a scuola se è finito l'orario,  di studiare matematica mentre si sta facendo italiano,  non è libero di starsene per conto suo se si fa un lavoro di gruppo perché deve socializzare, deve integrarsi........... è la verità, non puoi contestare l'evidenza! Le mie considerazioni sono in larga parte provocatorie, lo ammetto, ma non puoi negare che ci sia del vero, a scuola non siamo liberi, né noi né i nostri studenti. I miei alunni se non studiano ovviamente li sprono a farlo, ma non li giudico mai, e li apprezzo anche per tante altre qualità che vedo in loro oltre alla conoscenza della materia. Perché ricorda che non ti risponderanno mai male se vedi che tu non li giudichi, se si sentono accolti, e vedono i loro tempi rispettati: è la coercizione a generare l'astio che poi porta a quella che è definita maleducazione. Se durante un lavoro di gruppo vogliono stare da soli, glielo concedo, basta che non disturbino. In una condizione di coercizione non trovi che un potenziale genio, un potenziale filosofo o artista sia semmai deprivato invece di essere incoraggiato? E' infatti come un ingabbiare il pensiero stesso se l'educatore lo costringe in una determinata direzione, chi l'ha detto che è quella giusta e che fa davvero sviluppare le potenzialità della persona?"
L'insegnante ha seguito il tuo consiglio, l'ha lasciato fare...

Allora aboliamo l' istruzione formale e non se ne parli piu'.

Colui sembra ignorare che c' e' coercizione e coercizione.C' e' la coercizione di chi ti mette in divisa trasformandoti in carne da macello oppure ti cronometra le andate al gabinetto; e poi c' e' la coercizione del genitore che fa la puntura a un bambino recalcitrante.

" Che non fa prediche, che non ti giudica...."

Il collega sembra pensare che i prof meritino la " maleducazione" degli alunni a causa della loro funzione "coercitiva". Minestre e minestroni, presenti e futuri, potrebbero sottoscrivere questa visione, ma cio' non toglie che sia sbagliata.

Torna in alto Andare in basso
Befree2



Messaggi : 414
Data d'iscrizione : 25.01.18

MessaggioTitolo: Re: Insegnante derisa ad Alessandria   Gio Apr 19, 2018 12:56 pm

Il collega sogna un mondo senza coercizione. Te l appoggio, mi chiamo be Free. Perché non fondi una setta, ne diventi il santone e costruisci una tua comunità nella giungla insieme ai tuoi adepti come fece a fine '70 john James? La nuova jamestown, dove ai bambini ,ragazzi , adulti è tutto concesso e nulla imposto . Un nouveau paese dei balocchi, dove le scuole non esistono e ti danno le caramelle quando con l fionda distruggi le lampadine dei lampioni...
O mio Signore, illustraci come creare questa isola felice in un mondo di coercizione...
Torna in alto Andare in basso
sempreconfusa1



Messaggi : 3015
Data d'iscrizione : 05.08.11

MessaggioTitolo: Re: Insegnante derisa ad Alessandria   Gio Apr 19, 2018 1:01 pm

Befree, ma guarda che, normalmente, tutti i genitori (e perlopiù le donne, in proporzione) si dedicano anche ai lavori domestici, quando svolgono un qualsiasi lavoro, breve o fisso che sia, male o bene retribuito che sia. Cioè, contemporaneamente, non solo quando sono liberi; non è mica quello il punto. Non è mica da quello che si giudica un buon genitore, parafrasando De Gregori.
E il reddito di cittadinanza, che come si vedrà poi, sarà esattamente una replica della naspi (chi vuole continuare a vederlo come forma di assistenzialismo puro e crudo sta solo facendo orecchi da mercante, visto che tutti ne parlano in questi termini, persino chi l'ha proposto) non farà una grande differenza, ammesso che lo si possa attuare.
E non basta neppure dire si tengano a casa loro i figli, visto che stiamo parlando di scuola pubblica e di scuola dell'obbligo. E dunque come affrontiamo la scarsa responsabilità genitoriale che sta alla base delle scorribande dei gentili fanciulli, quotidianamente? Perché le percentuali ci parlano di un problema di carattere sociale, non proprio circoscritto a poche fasce di popolazione.
Esistono due grandi categorie: i genitori che si sostituisco ai loro figli, interferendo persino nella didattica, e contestando direttamente o indirettamente le scelte degli insegnanti, e quelli che si disinteressano di entrambe le cose. Nel mezzo stanno i cosiddetti "equilibrati", che seguono senza ossessionare, si interessano senza prevaricare e hanno rispetto per chi svolge la professione di insegnante. Questi ultimi mi pare stiano via via diminuendo.
Come una volta lessi in un intervento, sarebbe da dire: se non studi e raggiungi gli obiettivi non esiste che ti promuovo, o ti regalo il diploma. Ok. Il problema si pone per quelli individui che non migliorano mai, neppure se bocciati, e persino la scuola alla fine si scoccia di fare da balia a chi vuole stare a poltrire tra i banchi, perché anche i genitori a casa non se ne vogliono far carico.
Magari per questi casi bisognerebbe trovare una soluzione più efficace di una semplice bocciatura, perché poi è come un boomerang che si ritorce contro i docenti stessi che se li devono sopportare ancora per anni e anni.
Torna in alto Andare in basso
Us3R



Messaggi : 1162
Data d'iscrizione : 17.07.15

MessaggioTitolo: Re: Insegnante derisa ad Alessandria   Gio Apr 19, 2018 2:01 pm

Ho sentito al Tg che questa classe di Lucca già in passato aveva fatto cose simili tutte riprese dai cellulari degli studenti.
Ora,mi chiedo cosa sia stato fatto in termini di provvedimenti disciplinari,delle 2 l'una o il professore non ha detto niente e allora ha sbagliato lui,oppure lo ha detto e il DS o il suo vicario se ne sono lavati le mani minimizzando con frasi del tipo "sono ragazzi,cerchi di tenere l'ordine in classe professore",le classiche frasi di chi non vuole essere rotto i c....
In entrambi i casi il risultato è che i ragazzi,vedendo che tanto non succede nulla,hanno incrementato i loro cattivi comportamenti.
Torna in alto Andare in basso
Filosofo80

avatar

Messaggi : 1154
Data d'iscrizione : 11.02.13
Località : TRINACRIA

MessaggioTitolo: Re: Insegnante derisa ad Alessandria   Gio Apr 19, 2018 2:09 pm

Io invece spero e mi auguro per la dignità di tutti noi che questo collega non faccia come quella sfregiata in Campania... "li perdono, è stata colpa mia ecc ecc"... sarebbe devastante
Torna in alto Andare in basso
paniscus_2.1



Messaggi : 1004
Data d'iscrizione : 31.10.17

MessaggioTitolo: Re: Insegnante derisa ad Alessandria   Gio Apr 19, 2018 2:30 pm

Befree2 ha scritto:
Denunce?
Polizia? Per una roba del genere smuoviamo le forze dell ordine?
Da anni constato come polizia e carabinieri siano sempre più relegati e dedicati a quisquilie del genere :madre che urla ai colloqui con gli insegnanti, ragazzetto che insulta l prof, insomma tutte situazioni che in passato venivano relegate a cazzate e gestite inter nos senza allertare i Corpi Speciali.

Eppure una volta bastava una nota e la sculacciata del genitore e tutto finiva.

La necessità di rivolgersi alle forze dell'ordine deriva appunto dal fatto che la nota non serve più a niente e che la sculacciata del genitore non esiste più (ma a parte la sculacciata, non esiste più nemmeno il rimprovero, il richiamo o anche solo il semplice controllo da parte del genitore... che al massimo se la prenderà con la scuola per aver fatto la nota, con l'insegnante perché "ha preso di mira" il figliolo, o con qualche compagno del figliolo accusato di essere il vero ideatore della bravata, oppure si limiterà a scrollare le spalle, a dire che non è un problema grave, e a fregarsene).

Le leggi, i poteri delle forze dell'ordine e le sanzioni giudiziarie esistono apposta.

Non servono a cantarsela e suonarsela reciprocamente tra soggetti che condividono una larga base di presupposti comuni e di interesse sociale comune, che sono già in grado di mettersi d'accordo da soli, e che appunto se la cantano su quanto sono stati bravi a mettersi d'accordo da soli.

Le leggi e le sanzioni esistono apposta per risolvere le controversie quando gli interessati NON si mettono d'accordo da soli perché non condividono presupposti, valori e interesse sociale comune.

Se ci pensassero davvero i genitori, a dare una bella ristrutturata al figliolo in maniera da fargli passare la voglia di ripetere la bravata, nessuno penserebbe di chiamare le forze dell'ordine. Ma visto che questo non avviene (cioè, visto che i genitori non lo fanno), allora l'alternativa sarebbe solo quella di rassegnarsi e lasciare che tali comportamenti continuino a oltranzaa senza nessun limite.

Se l'unico modo per mettere un po' di pepe al c* a questa gente (non tanto ai bulletti, ma ai genitori dei bulletti) e convincerli che è il caso di darsi una regolata, è quello di minacciare il ricorso alle forze dell'ordine, ben venga anche quello...
Torna in alto Andare in basso
 
Insegnante derisa ad Alessandria
Torna in alto 
Pagina 4 di 14Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5 ... 9 ... 14  Seguente
 Argomenti simili
-
» Insegnante derisa ad Alessandria
» insegnante di sostegno: è obbligatorio?
» scusate! come posso passare da insegnante al profilo ATA?
» L'insegnante di sostegno può essere impiegato per fare mensa?!
» Insegnante può portare figlio in classe o al consiglio di classe o in gita

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Vai verso: