Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividi | 
 

 AUMENTI netti...

Andare in basso 
AutoreMessaggio
Sinn Féin



Messaggi : 148
Data d'iscrizione : 06.05.18

MessaggioTitolo: AUMENTI netti...   Ven Mag 11, 2018 10:24 pm

m.orizzontescuola.it/stipendio-aumento-in-busta-paga-per-un-docente-con-30-anni-di-servizio-55-euro-netti/
Ahahahahahah...;))) :))))
Procopio, abbiamo bisogno di teee..
55 euro, che scompaiono in un amen solo per un minimo aumento del costo del carburante, o l Iva, o i pedaggi. ..
Fantastico!!!
Peggio che l aerino con il cucchiaino per far mangiare il poppante. .
Oggi in sala insegnanti un collega era tutto speranzoso circa arretrati e aumenti. Gli ho mostrato su internet cosa potrà fare con tutti questi soldi oltre che comprarsi una villa a porto cervo:la compagnia di crociere seven seas organizza nel 2019 una crociera attorno al mondo esclusiva, durata 181 gg, il cui costo popolare in suite con balcone sul mare è sui 119.000 euro. Gli ho detto di prenotare, che a breve arriverà il furgone della mondialpol con i milioni dell aumento :)))
Torna in alto Andare in basso
durbans2



Messaggi : 114
Data d'iscrizione : 13.06.17

MessaggioTitolo: Re: AUMENTI netti...   Dom Mag 13, 2018 10:41 am

Su la7 stamani c'era De Masi che ha elencato come prime 3 priorità che dovrebbe avere il nuovo governo "gli stipendi degli insegnanti, che guadagnano meno di una badante".
Io sarei anche d'accordo, ma non capisco perché non si parla mai di tutte le altre categorie di laureati sottopagati.
Un insegnante guadagna poco. Vero. Ma lo sapete quanto guadagna , ad esempio, un ingegnere informatico dipendente, in Italia? Abbiamo il contratto CCNL metalmeccanici!
Però non ho mai sentito nessuno in TV dire "gli ing informatici guadagnano poco".

CMQ la risposta alla domanda sopra è: quanto un insegnante in media!
Torna in alto Andare in basso
Sinn Féin



Messaggi : 148
Data d'iscrizione : 06.05.18

MessaggioTitolo: Re: AUMENTI netti...   Dom Mag 13, 2018 10:47 am

Beh , io nel 2009 come ingegnere in un azienda aeronautica parastatale guadagnavo di più di quanto nel 2010 guadagnavo da insegnante con orario di 18h.ovviamente a fronte di un numero di ore superiore.
Mi pare che sul forum ci sia un ex kruppingegnere che può confermare il dato.
Torna in alto Andare in basso
durbans2



Messaggi : 114
Data d'iscrizione : 13.06.17

MessaggioTitolo: Re: AUMENTI netti...   Dom Mag 13, 2018 10:56 am

Zacinto ha scritto:
Beh , io nel 2009 come ingegnere in un azienda aeronautica parastatale guadagnavo di più di quanto nel 2010 guadagnavo da insegnante con orario di 18h.ovviamente a fronte di un numero di ore superiore.
Mi pare che sul forum  ci sia un ex kruppingegnere che può confermare il dato.

Guarda che ho fatto l'esempio degli ingegneri informatici perché io sono ingegnere informatico
Se i dati che ho trovato sono corretti un insegnante di scuola superiore oscilla tra 1300 a inizio carriera e 1900 a fine carriera.
L'oscillazione del mio stipendio e quello dei miei colleghi non è molto diversa, a parte casi particolari.
Poi è chiaro che lo stipendio orario di un insegnante è molto superiore perché le ore lavorate da un ingegnere sono molte di più.
La cosa che mi sconvolge è il mancato riconoscimento della professionalità: siamo inquadrati nel CCNL metalmeccanico come impiegati...
Torna in alto Andare in basso
sempreconfusa1



Messaggi : 2828
Data d'iscrizione : 05.08.11

MessaggioTitolo: Re: AUMENTI netti...   Dom Mag 13, 2018 11:43 am

durbans2 ha scritto:
Zacinto ha scritto:
Beh , io nel 2009 come ingegnere in un azienda aeronautica parastatale guadagnavo di più di quanto nel 2010 guadagnavo da insegnante con orario di 18h.ovviamente a fronte di un numero di ore superiore.
Mi pare che sul forum  ci sia un ex kruppingegnere che può confermare il dato.

Guarda che ho fatto l'esempio degli ingegneri informatici perché io sono ingegnere informatico
Se i dati che ho trovato sono corretti un insegnante di scuola superiore oscilla tra 1300 a inizio carriera e 1900 a fine carriera.
L'oscillazione del mio stipendio e quello dei miei colleghi non è molto diversa, a parte casi particolari.
Poi è chiaro che lo stipendio orario di un insegnante è molto superiore perché le ore lavorate da un ingegnere sono molte di più.
La cosa che mi sconvolge è il mancato riconoscimento della professionalità: siamo inquadrati nel CCNL metalmeccanico come impiegati...

molte di quelle ore, l'insegnante se le fa "in nero" a casa. Mi dirai che non è la stessa cosa lavorare fuori casa dallo starsene magari spaparanzato a correggere la pila di verifiche nel divano, ma a parte che a volte il divano neanche esiste (se si lavora fuori sede si va a vivere dove capita) comunque può succedere che i fine settimana te li passi così, a seconda della disciplina che insegni e dalle classi che hai.

n.b. senza considerare poi, le ore che non riguardano le lezioni vere e proprie, ma rientrano comunque nell'attività didattica, e senza considerare che un'ora lavorata in una classe di 25 alunni non è come un'ora lavorata al proprio tavolo di lavoro o laboratorio. Io personalmente, a volte resto per qualche minuto rimbambita quando esco da certe classi. Per me, certe proporzioni andrebbero riviste.
Torna in alto Andare in basso
Sinn Féin



Messaggi : 148
Data d'iscrizione : 06.05.18

MessaggioTitolo: Re: AUMENTI netti...   Dom Mag 13, 2018 12:03 pm

È l' eterna diatriba tra chi non ha mai lavorato in azienda e chi non ha mai insegnato.
La risposta :è più faticoso fare l ingegnere in azienda (che nn è quasi mai stare solo seduti alla scrivania, ma spesso si lavora sotto forte pressione, dovendi rispettare scadenze ed esigenze ) o l insegnante ? La situazione è troppo variegata per dare una risposta.
Tieni conto che tra i "docenti " ci sono anche quelli di ginnastica, che non correggono una mazza e si riposano in palestra mentre i ragazzi giocano, e quelli di religione, che passano le ore con classi di 9-10 alunni a vedere film....
Torna in alto Andare in basso
sempreconfusa1



Messaggi : 2828
Data d'iscrizione : 05.08.11

MessaggioTitolo: Re: AUMENTI netti...   Dom Mag 13, 2018 12:09 pm

Zacinto ha scritto:
È l' eterna diatriba tra chi non ha mai lavorato in azienda e chi non ha mai insegnato.
La risposta :è più faticoso fare l ingegnere in azienda (che nn è quasi mai stare solo seduti alla scrivania, ma spesso si lavora sotto forte pressione, dovendi rispettare scadenze ed esigenze ) o l insegnante ? La situazione è troppo variegata per dare una risposta.
Tieni conto che tra i "docenti " ci sono anche quelli di ginnastica, che non correggono una mazza e si riposano in palestra mentre i ragazzi giocano,  e quelli di religione,  che passano le ore con classi di 9-10 alunni a vedere film....

E quando ho scritto "dipende dalla disciplina che insegni e dalle classi che hai", tu dov'eri? Quello E' "tenerne conto".
Non ho lavorato in azienda, giusto (ma in realtà più piccole) e immagino che la questione stress e pressione stia in tantissimi lavori, dall'impiegato all'ingegnere, dal medico all'operaio non credo si possa semplificare neppure in questo.
Comunque, almeno per religione, molti ragazzi possono scegliere se farla o scegliere alternativa, e così la classe può diminuire di numero. Nel caso della seconda lingua no, e a parità di orario di lavoro, succede che aumentano le classi da seguire, perché si fanno solo due ore ma con gli stessi programmi di tre o più, e posso assicurare che non è una passeggiata.
Torna in alto Andare in basso
sempreconfusa1



Messaggi : 2828
Data d'iscrizione : 05.08.11

MessaggioTitolo: Re: AUMENTI netti...   Dom Mag 13, 2018 1:06 pm

OT  ieri, dopo aver fatto qualche intervento nel forum, ho notato la creazione di un nick nuovo che ha attirato la mia attenzione per la sua particolarità. Non ha inserito messaggi, ma nemmeno è rimasta traccia sulle visite del sito, come è possibile?
Torna in alto Andare in basso
durbans2



Messaggi : 114
Data d'iscrizione : 13.06.17

MessaggioTitolo: Re: AUMENTI netti...   Dom Mag 13, 2018 1:47 pm

No comunque volevo solo sottolineare che è giusto ricordare che gli insegnanti guadagnano poco, ma ci sono anche moltissime altre categorie di lavori "intellettuali" del terziario svolti da laureati che sono sottopagati allo stesso modo o peggio.
Notavo tuttavia che la situazione degli insegnanti ha molta attenzione dai media, gli altri vengono dimenticati
Torna in alto Andare in basso
Tiria



Messaggi : 314
Data d'iscrizione : 21.06.17

MessaggioTitolo: Re: AUMENTI netti...   Dom Mag 13, 2018 3:29 pm

Zacinto ha scritto:
È l' eterna diatriba tra chi non ha mai lavorato in azienda e chi non ha mai insegnato.
La risposta :è più faticoso fare l ingegnere in azienda (che nn è quasi mai stare solo seduti alla scrivania, ma spesso si lavora sotto forte pressione, dovendi rispettare scadenze ed esigenze ) o l insegnante ? La situazione è troppo variegata per dare una risposta.
Tieni conto che tra i "docenti " ci sono anche quelli di ginnastica, che non correggono una mazza e si riposano in palestra mentre i ragazzi giocano,  e quelli di religione,  che passano le ore con classi di 9-10 alunni a vedere film....

C'è qualcosa che obbliga le persone a intraprendere un corso di laurea in ingegneria informatica per poi farsi schiavizzare in azienda invece di un facile ISEF (o quello che l'ha sostituito) per poi grattarsi gli asteroidi in palesta per 18 ore la settimana a parità di stipendio?

L'erba del vicino è sempre più verde :-)
Torna in alto Andare in basso
Tiria



Messaggi : 314
Data d'iscrizione : 21.06.17

MessaggioTitolo: Re: AUMENTI netti...   Dom Mag 13, 2018 3:35 pm

durbans2 ha scritto:
Su la7 stamani c'era De Masi che ha elencato come prime 3 priorità che dovrebbe avere il nuovo governo "gli stipendi degli insegnanti, che guadagnano meno di una badante".
Io sarei anche d'accordo, ma non capisco perché ...

Non preoccuparti, ogni volta che un nuovo ministro è chiamato a poggiare le sue erudite chiappe sul cadreghino di via trastevere salta fuori il fioretto dell'adeguamento degli stipendi dei prof.
Ma alla fine non succederà (Fedeli rulez, tanto per citare l'ultima in ordine cronologico), gli insegnanti - per ragion di stato - continueranno ad essere pezzenti come le badanti e gli ingegneri che si fanno il culo a quattro in azienda.
E continuarono a vivere tutti felici e contenti, due cuori e una capanna :-)
Torna in alto Andare in basso
Sinn Féin



Messaggi : 148
Data d'iscrizione : 06.05.18

MessaggioTitolo: Re: AUMENTI netti...   Dom Mag 13, 2018 3:40 pm

Vedi tiria, il nostro mossad interno ci ha informato che l'utente dentifricio è un troll. Ovviamente nessun ingegnere si sente sottopagato e schiavizzato, stante la perenne richiesta da parte delle aziende.
Al massimo ambiscono ai mega stipendi tedeschi o svizzeri
Torna in alto Andare in basso
royalstefano



Messaggi : 5941
Data d'iscrizione : 12.09.11

MessaggioTitolo: Re: AUMENTI netti...   Dom Mag 13, 2018 4:10 pm

Tiria ha scritto:
Zacinto ha scritto:
È l' eterna diatriba tra chi non ha mai lavorato in azienda e chi non ha mai insegnato.
La risposta :è più faticoso fare l ingegnere in azienda (che nn è quasi mai stare solo seduti alla scrivania, ma spesso si lavora sotto forte pressione, dovendi rispettare scadenze ed esigenze ) o l insegnante ? La situazione è troppo variegata per dare una risposta.
Tieni conto che tra i "docenti " ci sono anche quelli di ginnastica, che non correggono una mazza e si riposano in palestra mentre i ragazzi giocano,  e quelli di religione,  che passano le ore con classi di 9-10 alunni a vedere film....

C'è qualcosa che obbliga le persone a intraprendere un corso di laurea in ingegneria informatica per poi farsi schiavizzare in azienda invece di un facile ISEF (o quello che l'ha sostituito) per poi grattarsi gli asteroidi in palesta per 18 ore la settimana a parità di stipendio?

L'erba del vicino è sempre più verde :-)
Volendo, seguendo la vostra logica, ci si può "rilassare" anche in classe, nel lab di informatica, in quello di lingue, in biblioteca. Dovrebbero vigilare i Ds affinchè questo non avvenga. Ma mica sono tutti sceriffi.
Torna in alto Andare in basso
ilprof



Messaggi : 13
Data d'iscrizione : 05.05.18

MessaggioTitolo: Re: AUMENTI netti...   Dom Mag 13, 2018 5:53 pm

E' fuorviante però attribuire all'ingegnere informatico la retribuzione del CCNL dei metalmeccanici.
Lo stipendio di un lavoratore dipendente è legato alla mansione e al settore dell'azienda in cui presta servizio.
Il team di ingegneri che curano i siti del Miur, di Noipa, dell'INPS sono inquadrati in base al contratto dei dipendenti pubblici; un ingegnere informatico assunto da una catena della GDO percepirà lo stipendio del settore commercio.
Che esista un gigantesco problema di progressivo impoverimento della classe media e di perdita di potere d'acquisto dei salari è verissimo, ma il dipendente privato in molti casi può beneficiare di avanzamenti di carriera più rapidi e, quando le condizioni di mercato lo permettono, di decine di ore mensili di straordinario.
La crescita retributiva dell'insegnante invece è scandita esclusivamente dagli scatti di anzianità e da pochissime possibilità di arrotondamento dello stipendio con funzioni aggiuntive sottopagate.
Torna in alto Andare in basso
durbans2



Messaggi : 114
Data d'iscrizione : 13.06.17

MessaggioTitolo: Re: AUMENTI netti...   Dom Mag 13, 2018 6:07 pm

ilprof ha scritto:
E' fuorviante però attribuire all'ingegnere informatico la retribuzione del CCNL dei metalmeccanici.
Lo stipendio di un lavoratore dipendente è legato alla mansione e al settore dell'azienda in cui presta servizio.
Il team di ingegneri che curano i siti del Miur, di Noipa, dell'INPS sono inquadrati in base al contratto dei dipendenti pubblici; un ingegnere informatico assunto da una catena della GDO percepirà lo stipendio del settore commercio.
Che esista un gigantesco problema di progressivo impoverimento della classe media e di perdita di potere d'acquisto dei salari è verissimo, ma il dipendente privato in molti casi può beneficiare di avanzamenti di carriera più rapidi e, quando le condizioni di mercato lo permettono, di decine di ore mensili di straordinario.
La crescita retributiva dell'insegnante invece è scandita esclusivamente dagli scatti di anzianità e da pochissime possibilità di arrotondamento dello stipendio con funzioni aggiuntive sottopagate.

Caro prof, non sono d'accordo:

ilprof ha scritto:

Lo stipendio di un lavoratore dipendente è legato alla mansione e al settore dell'azienda in cui presta servizio..

La mia azienda presta servizio nel settore "informatica" e ho comunque il CCNL metalmeccanico. Non torna. (pensi che qualche anno fa avevamo il CCNL Telecomunicazioni che era più sensato, quindi cambiano CCNL come gli torna meglio)

ilprof ha scritto:

il dipendente privato in molti casi può beneficiare di avanzamenti di carriera più rapidi e, quando le condizioni di mercato lo permettono, di decine di ore mensili di straordinario.

Nella mia azienda non pagano gli straordinari e , quando abbiamo un aumento di merito, rientra nel cosiddetto "superminimo assorbibile" quindi al successivo aumento del CCNL viene "riassorbito" (trasformandosi quindi in un anticipo e non in un aumento). Nella pratica quindi lo stipendio è sostanzialmente lo stesso per tutti *(ovviamente non è identico per tutti ma per semplificare, a grana grossa, è così). Mai avuto un premio di produzione.

Torna in alto Andare in basso
durbans2



Messaggi : 114
Data d'iscrizione : 13.06.17

MessaggioTitolo: Re: AUMENTI netti...   Dom Mag 13, 2018 6:09 pm

Zacinto ha scritto:
 Ovviamente nessun ingegnere si sente sottopagato e schiavizzato, stante la perenne richiesta da parte delle aziende.

Le assicuro che conosco molti ingegneri dipendenti che si sentono sottopagati e schiavizzati. Grande richiesta non vuol dire sempre migliori condizioni di lavoro, mi riferisco al settore ICT.
Torna in alto Andare in basso
ilprof



Messaggi : 13
Data d'iscrizione : 05.05.18

MessaggioTitolo: Re: AUMENTI netti...   Dom Mag 13, 2018 6:25 pm

Mi sono espresso male, scusami.
Un consulente del lavoro o sindacalista ne saprà più di me, ma credo che un'azienda privata possa decidere di aderire al CCNL più conveniente e affine al proprio business. Nel caso della tua azienda è passata da TLC a metalmeccanico, ma naturalmente non può passare al contratto dei bancari o a quello dei chimici.
Purtroppo il tessuto produttivo italiano non brilla per efficienza e attenzione al benessere dei lavoratori, ma quando parlo di avanzamenti di carriera, premi e straordinari mi riferisco ad aziende di medie e grandi dimensioni.
Un bancario può essere assunto come cassiere, passare dopo alcuni anni al back office, alla gestione dei clienti business fino al ruolo di direttore di filiale.
La demotivazione di migliaia di insegnanti invece, a mio parere, scaturisce dal fatto che non c'è alcuna possibilità di carriera o di attribuzione di ruoli di responsabilità.
Torna in alto Andare in basso
royalstefano



Messaggi : 5941
Data d'iscrizione : 12.09.11

MessaggioTitolo: Re: AUMENTI netti...   Dom Mag 13, 2018 8:03 pm

durbans2 ha scritto:
Zacinto ha scritto:
Beh , io nel 2009 come ingegnere in un azienda aeronautica parastatale guadagnavo di più di quanto nel 2010 guadagnavo da insegnante con orario di 18h.ovviamente a fronte di un numero di ore superiore.
Mi pare che sul forum  ci sia un ex kruppingegnere che può confermare il dato.

Guarda che ho fatto l'esempio degli ingegneri informatici perché io sono ingegnere informatico
Se i dati che ho trovato sono corretti un insegnante di scuola superiore oscilla tra 1300 a inizio carriera e 1900 a fine carriera.
L'oscillazione del mio stipendio e quello dei miei colleghi non è molto diversa, a parte casi particolari.
Poi è chiaro che lo stipendio orario di un insegnante è molto superiore perché le ore lavorate da un ingegnere sono molte di più.
La cosa che mi sconvolge è il mancato riconoscimento della professionalità: siamo inquadrati nel CCNL metalmeccanico come impiegati...
Lo stipendio iniziale 2 grado è circa 1380 euro.
18 ore sono di insegnamento. A queste settimanalmente ne devi aggiungere molte altre. Chiedere a un docente di stare in classe 25/30 ore significa burnout dopo 10 anni. Chi insegna questo lo sa. Chi non conosce il mondo della scuola, chiaramente no.
Torna in alto Andare in basso
Stellastella



Messaggi : 39
Data d'iscrizione : 04.11.17

MessaggioTitolo: Re: AUMENTI netti...   Dom Mag 13, 2018 9:36 pm

Mi avete quasi chiamata in causa. Ing. Informatico che ha lavorato cinque anni in azienda e poi ha iniziato con supplenze annuali. Eccomi.
L'ing. Informatico é mediamente sotto pagato ma dipende ovviamente dall'azienda in cui lavori.. dal settore specifico etc.. dalla carriera che puoi fare..Da me pretendevano trasferte giornaliere non retribuite o mal retribuite in giro per l'Italia etc.. il mio collega che lavorava li da dieci anni aveva uno stipendio più basso di quello di mio marito operaio. Gli insegnanti hanno responsabilità enormi non riconosciute.. e tutto quello che già avete detto. Ma io adoro insegnare.. per me è il lavoro più bello del mondo (avevo già iniziato con piccole supplenze prima dell'azienda).. e pensar di non riuscire a facerla mi rattrista molto. Quindi non faccio testo. Per me entrambi i lavori sono sottopagati..
Torna in alto Andare in basso
durbans2



Messaggi : 114
Data d'iscrizione : 13.06.17

MessaggioTitolo: Re: AUMENTI netti...   Dom Mag 13, 2018 11:54 pm

Stellastella ha scritto:

il mio collega che lavorava li da dieci anni aveva uno stipendio più basso di quello di mio marito operaio.

Io intendevo esattamente questo. Purtroppo chi non lavora nel mondo dell'informatica in Italia questo non lo sa.
Torna in alto Andare in basso
 
AUMENTI netti...
Torna in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» La Corte dei Conti boccia gli aumenti di stipendio per gli Statali.
» pagamento corsi di recupero
» stipendio maggio & aumenti

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: