Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividi | 
 

 BES non 104, non 170, niente PDP

Andare in basso 
Vai alla pagina : Precedente  1, 2
AutoreMessaggio
circo



Messaggi : 3550
Data d'iscrizione : 21.09.10

MessaggioTitolo: BES non 104, non 170, niente PDP   Sab Mag 19, 2018 8:57 pm

Promemoria primo messaggio :

E' uscita una nota giovedì scorso, che torna indietro rispetto ai BES non certificati secondo la legge 104 (col sostegno) o secondo la legge 170 (DSA).

http://www.miur.gov.it/documents/20182/0/Prot.+n.+1143+del+17+maggio+2018.pdf/d1cf5e93-36de-47b7-9014-d7b85eee79d4?version=1.0

In pratica, conseguentemete al decreto attuativo sugli esami di primo grado, per questi studenti si torna indietro a prima della direttiva del 27/12/2012. Non si farà più il PDP, a meno si capisce queso nel quart'ultimo paragrafo.

Ai posteri....

Circo
Torna in alto Andare in basso
Online

AutoreMessaggio
paniscus_2.1



Messaggi : 827
Data d'iscrizione : 31.10.17

MessaggioTitolo: Re: BES non 104, non 170, niente PDP   Dom Mag 20, 2018 9:53 pm

franco71 ha scritto:
Rossana63 ha scritto:

Ora, se qualche collega si è laureato con fatica studiando centinaia di pagine al giorno di cui non gli fregava niente, ora si vendica sugli alunni pretendendo che facciano altrettanto. Secondo me gli alunni fanno benissimo a non studiare, tempo perso, tanto si dimenticherebbero tutto. Meglio una passeggiata, più salutare: eviteranno di diventare obesi e in futuro cardiopatici. ...
Ah, se potessi tornare indietro ... non sarei qui.

E comunque, MAGARI fosse vero che (per chi non ha voglia di studiare) l'alternativa fosse una passeggiata salubre e tonificante, che aiuta il metabolismo e la circolazione.

Al momento, l'alternativa più diffusa e più popolare sarebbe quella di rincorbellirsi di videogiochi, di selfie, di messaggini su whatsapp e di condivisioni su instagram, magari sgranocchiando snack-spazzatura, arrotolati in una postura contorta in una stanza semibuia e dall'aria viziata.
Torna in alto Andare in basso
Rossana63



Messaggi : 410
Data d'iscrizione : 06.07.11

MessaggioTitolo: Re: BES non 104, non 170, niente PDP   Dom Mag 20, 2018 10:02 pm

paniscus_2.1 ha scritto:
franco71 ha scritto:
Rossana63 ha scritto:

Ora, se qualche collega si è laureato con fatica studiando centinaia di pagine al giorno di cui non gli fregava niente, ora si vendica sugli alunni pretendendo che facciano altrettanto. Secondo me gli alunni fanno benissimo a non studiare, tempo perso, tanto si dimenticherebbero tutto. Meglio una passeggiata, più salutare: eviteranno di diventare obesi e in futuro cardiopatici. ...
Ah, se potessi tornare indietro ... non sarei qui.

E comunque, MAGARI fosse vero che (per chi non ha voglia di studiare) l'alternativa fosse una passeggiata salubre e tonificante, che aiuta il metabolismo e la circolazione.

Al momento, l'alternativa più diffusa e più popolare sarebbe quella di rincorbellirsi di videogiochi, di selfie, di messaggini su whatsapp e di condivisioni su instagram, magari sgranocchiando snack-spazzatura, arrotolati in una postura contorta in una stanza semibuia e dall'aria viziata.  

Guardate che tutte quelle cose ai ragazzi le abbiamo date in mano noi.
Quanto al senso di sacrificio sono d'accordissimo sulla sua importanza. Ma è un sentimento così nobile che deve venire da dentro, non può essere imposto. Coloro che si sacrificano davvero lo fanno in prima persona ed è dal loro esempio che gli altri imparano.
Torna in alto Andare in basso
paniscus_2.1



Messaggi : 827
Data d'iscrizione : 31.10.17

MessaggioTitolo: Re: BES non 104, non 170, niente PDP   Dom Mag 20, 2018 10:29 pm

Rossana63 ha scritto:
paniscus_2.1 ha scritto:

Al momento, l'alternativa più diffusa e più popolare sarebbe quella di rincorbellirsi di videogiochi, di selfie, di messaggini su whatsapp e di condivisioni su instagram, magari sgranocchiando snack-spazzatura, arrotolati in una postura contorta in una stanza semibuia e dall'aria viziata.  

Guardate che tutte quelle cose ai ragazzi le abbiamo date in mano noi.

Se ti senti personalmente chiamata in causa, parla a nome tuo, IO non gliele ho date di certo.
Né come insegnante né come genitore.

Chi ha messo lo smartphone in mano al figlio di nove o dieci anni, con centinaia di app rincoglionenti e con collegamento a internet illimitato con tutto l'universo mondo senza controllo, e poi dopo cinque anni si lamenta che "c'è il cyberbullismo" o che "ci sono i pericoli della pornografia in rete", o che "i ragazzi pensano solo ai social media e non riescono più a stare concentrati su nient'altro"... che si facciano un bell'esame di coscienza e che si smazzino la responsabilità dei danni che hanno fatto, personalmente, per decisioni proprie, e non per necessità esterne.

I miei figli lo smartphone non ce l'hanno. Hanno dei telefonini semplici che servono solo per telefonare o per mandare messaggini brevi, ma non per collegarsi a internet (che possono liberamente consultarsi dai computer fissi di casa, quando ne hanno bisogno), e tanto meno a social network invasivi e totalizzanti.

La gente lo vuole capire, una buona volta, che NON E' OBBLIGATORIO mettere lo smartphone in mano a un bambino di nove anni o spedire allo sbaraglio un undicennne su facebook o su instagram, in base al (falso) pretesto che "ce l'hanno tutti", ma che è una ben precisa scelta dei genitori, di cui devono prendersi la responsabilità?

Sul secondo punto: sia chiaro che non ho mai espresso, nemmeno di striscio, una presunta apologia del "senso di sacrificio" come valore assoluto in sé. Ma proprio MAI. Non capisco da quale mia affermazione sia apparsa questa possibile interpretazione. A me non importa assolutamente niente di inculcare ai giovani che sia necessario massacrarsi di sacrificio per ottenere certi risultati a tutti i costi.

Semplicemente, mi piacerebbe ridimensionare le aspettative su quei risultati stessi.

VUOI ottenerli? Bene, sappi che non sono DOVUTI in automatico, e che potrà anche capitarti di dover fare fatica per poterli raggiungere.

Non sei interessato più di tanto a ottenerli (o comunque, non sei disposto a fare fatica per riuscirci)? Bene, sappi che non sono obbligatori e che puoi vivere felice lo stesso ed essere un'ottima persona anche senza averli ottenuti, preferendo di dedicarti ad altro.

Dove sta il problema?
Torna in alto Andare in basso
Rossana63



Messaggi : 410
Data d'iscrizione : 06.07.11

MessaggioTitolo: Re: BES non 104, non 170, niente PDP   Lun Mag 21, 2018 7:03 am

Il problema sta nel non prendersi mai carico di un mondo che sta andando allo sfacelo con il solito ritornello: io queste cose non le faccio, sono a posto con la coscienza; dico a te di comportarti come me, se non lo fai peggio per te.
I miei figli non hanno avuto le stesse cose che avevano i compagni, li ho educati come mi sembrava giusto e a vent'anni erano già indipendenti.
Il fatto che io mi senta a posto perché mi sembra di essere stata una mamma e una docente responsabile (i miei alunni studiano molto in realtà ma non faccio sentire loro la fatica), non mi fa sentire comunque bene: faccio parte di una generazione che ha in parte distrutto la scuola (così come quella che mi ha preceduto e ancora di più quella che mi ha seguito). Mi sento in dovere di fare qualcosa, nel mio piccolo, per rimediare. Una goccia nel mare ma meglio di niente.
Torna in alto Andare in basso
herman il lattoniere



Messaggi : 298
Data d'iscrizione : 15.11.17

MessaggioTitolo: Re: BES non 104, non 170, niente PDP   Lun Mag 21, 2018 7:20 am

Non ho il tempo di leggere tutti gli interventi: concordo con l'interpretazione della nota di Lenar e con le considerazioni di Paniscus.
Quello che dice la nota è che le scuole hanno reagito alla circolare 8 del 2013, quella che estende ai BES la possibilità dei PDP, con un'inutile proliferazione burocratica che non ha migliorato né l'inclusione né i risultati didattici degli alunni "beneficiati" (perché stringi stringi il pdp si traduce in mere facilitazioni per i discenti e un aumento di lavoro inutile per i docenti). Insomma, il fallimento sotto gli occhi di tutti è finalmente anche sotto gli occhi del ministero. La nota, che usa l'ambiguo linguaggio pedagogico tipico del mIUR, del dico e non dico, chiede alle scuole di arrangiarsi per risolvere il problema: non dice né che bisogna andare nella direzione del tutti BES, né in quella per cui non lo è più nessuno.
Torna in alto Andare in basso
circo



Messaggi : 3550
Data d'iscrizione : 21.09.10

MessaggioTitolo: Re: BES non 104, non 170, niente PDP   Lun Mag 21, 2018 5:59 pm

Ire ha scritto:
Rossana63 ha scritto:
A mio parere viene solo ribadito ciò che già era.
I Bes riguardano tutti gli alunni: i certificati (H, Dsa), quelli non certificati ma con diagnosi (altri Bes) e quelli senza diagnosi (di nuovo altri Bes).
Il Pdp è sempre stato obbligatorio solo per Dsa, facoltativo per gli altri Bes, anche in presenza di diagnosi.
Penso che la nota inviti a non esagerare con la documentazione, il più delle volte poco utile, redatta spesso dal consiglio di classe solo per tutelarsi. Meno burocrazia e più didattica inclusiva vera e propria.

Credo che tu abbia ragione nell'interpretazione della nota.

Quando però non si faceva pdp per un alunno con BES non era perchè il documento fosse facoltativo e quindi si andava avanti con la personalizzazione e la ricerca/proposta di strategie senza tanti documenti atti solo ad appesantire il carico già gravoso di scartoffie, ma era perchè per quell'alunno si decideva di non fare altro che lo standard.   Temo che questa nota, che pur credo fatta a fine completamente diverso, farà il patatrac completo.  Non faccio pdp, non so cosa fare, non faccio nulla che tanto va bene.  

Almeno per il primo ciclo, se si adottano delle strategie, utilizzo degli strumenti compensativi e poi agli esami conclusivi del primo ciclo non si possono usare queste strategie o strumenti, come già da quest'anno, giocoforza si ridurranno al minimo gli interventi o si cercherà nel triennio nel riuscire a toglierli, se fossi un pedagogista direi con un sistema di prompting e fading.
Però temo che considerato tutto questo molte cose spariranno. Anche perché la stesura del PDP era un momento importante per il consiglio di classe per confrontarsi sull'alunno e poi per avere una interlocuzione con la famiglia.

Circo
Torna in alto Andare in basso
Online
 
BES non 104, non 170, niente PDP
Torna in alto 
Pagina 2 di 2Vai alla pagina : Precedente  1, 2
 Argomenti simili
-
» mio marito e la sua finta di niente
» Niente pick up
» 8+4 e niente nausea
» L'uranio impoverito non fa niente
» NIENTE E' COME TE e ME INSIEME, due RESPIRI

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: