Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividi | 
 

 Intervista al ministro Bussetti

Andare in basso 
Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4
AutoreMessaggio
franco71



Messaggi : 2802
Data d'iscrizione : 14.11.14
Età : 47

MessaggioTitolo: Intervista al ministro Bussetti   Lun Giu 11, 2018 9:39 pm

Promemoria primo messaggio :

http://www.repubblica.it/scuola/2018/06/11/news/ministro_bussetti_smartphone_buona_scuola-198758096/?ref=RHRS-BH-I0-C6-P2-S1.6-T1

In sintesi:

1) Problema diplomati magistrale: problema in fase di studio;

2) Sul divieto francese degli smartphone a scuola: attenzione alla legge in discussione al Parlamento francese. In Italia esiste già la circolare Fioroni;

3) scuole paritarie e legge 107: capire innanzitutto perchè chiudono.
Torna in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
sempreconfusa1



Messaggi : 3487
Data d'iscrizione : 05.08.11

MessaggioTitolo: Re: Intervista al ministro Bussetti   Lun Giu 18, 2018 12:31 am

Dec ha scritto:
sempreconfusa1 ha scritto:
Dec ha scritto:



Non ti sembra di essere un po' troppo egocentrica? Veramente sei tu che sei andata a scrivere in un topic aperto da lui e non viceversa.
Senti la mancanza di Sinn Féin? Non era il preferito dei moderatori (mio nella fattispecie)?

no, non sento la mancanza. Ma tu non sai che nell'ultimo post del napoletano ho notato i puntini sospensivi larghi tipici solo della sua scrittura. Sono andata a scrivere nel suo topic ma all'inizio solo per fare una battuta forse sulla raccomandazione, non sospettavo certo di aver trovato qualche utente legato a sinn fein se così fosse.

Che io sappia, non hanno nulla a che fare l'uno con l'altro.

quindi tu non hai notato che l'utente vuole e voleva che tu mi bannassi? Guarda che sinn fèin lo chiedeva a gran voce. E questo utente ha provato in tutti i modi di farlo fare e secondo me lo vorrebbe tuttora.
Comunque sarò egocentrica, ma molte volte ho avuto ragione in ciò che presentivo.
Torna in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 66041
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioTitolo: Re: Intervista al ministro Bussetti   Lun Giu 18, 2018 12:35 am

Ti pare che Sinn Féin, uno degli utenti più bannati nella storia di OS, fosse nelle condizioni di chiedere il ban di qualcuno? Comunque non si sa per quale miracolo, ma anche se continui a parlare di ban nessuno ha mai bannato te (forse una volta in tempi remoti, quando hai aggiunto l'1 al nick name, ma non mi ricordo se è così e tanto meno i motivi).
Torna in alto Andare in basso
franco71



Messaggi : 2802
Data d'iscrizione : 14.11.14
Età : 47

MessaggioTitolo: Re: Intervista al ministro Bussetti   Lun Giu 18, 2018 12:37 am

Dec ha scritto:
franco71 ha scritto:
Tanta fatica per niente:)
Comunque almeno abbiamo dimostrato il principio di indeterminazione.

Visto che ormai la cosa è venuta fuori (non lo sapevo neanch'io e neanche arrubiu), vi suggerisco anche come fare a non comparire sulla mappa, se non volete essere visti: basta andare sul proprio profilo, cliccare su preferenze e su sì sulla riga "nascondi il tuo stato on line".
Già notato.
Preferisco restare visibile se non altro, adesso che è cominciata la stagione balneare, do una bandiera blu alla mia regione:)
Torna in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 66041
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioTitolo: Re: Intervista al ministro Bussetti   Lun Giu 18, 2018 12:37 am

Ottimo:-)
Torna in alto Andare in basso
sempreconfusa1



Messaggi : 3487
Data d'iscrizione : 05.08.11

MessaggioTitolo: Re: Intervista al ministro Bussetti   Lun Giu 18, 2018 12:40 am

vabbé, io penso che tu interpreti sempre a modo tuo ciò che dico, e mi fai anche arrabbiare. Io parlo di ban non per fare la vittima e neppure ti ho chiesto di bannare l'utente che mi definisce "zanzara", e neppure astronotus che me ne disse di volgarissime ho chiesto mai di bannare, eppure con quelle sconcezze se lo sarebbe meritato.
Forse è questo il miracolo? Guarda che se magari non ti piace il mio modo troppo diretto, però sconcezze come quelle che ho visto fare verso di me non le ho mai fatte, se permetti.
E scusa se ti ho rubato del tempo.
Torna in alto Andare in basso
franco71



Messaggi : 2802
Data d'iscrizione : 14.11.14
Età : 47

MessaggioTitolo: Re: Intervista al ministro Bussetti   Lun Giu 18, 2018 12:44 am

sempreconfusa, non arrabbiarti a quest'ora altrimenti non riesci a conciliare il sonno.
Torna in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 66041
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioTitolo: Re: Intervista al ministro Bussetti   Lun Giu 18, 2018 12:57 am

sempreconfusa1 ha scritto:
vabbé, io penso che tu interpreti sempre a modo tuo ciò che dico, e mi fai anche arrabbiare. Io parlo di ban non per fare la vittima e neppure ti ho chiesto di bannare l'utente che mi definisce "zanzara", e neppure astronotus che me ne disse di volgarissime ho chiesto mai di bannare, eppure con quelle sconcezze se lo sarebbe meritato.
Forse è questo il miracolo? Guarda che se magari non ti piace il mio modo troppo diretto, però sconcezze come quelle che ho visto fare verso di me non le ho mai fatte, se permetti.
E scusa se ti ho rubato del tempo.

Secondo te, io mi ricordo quello che ti ha scritto astronotus? Zanzara è offensivo? Ma per carità. Non è il modo diretto che mi dà fastidio, ma il fatto che intervieni in vari topic dove si cerca di rispondere seriamente per sollevare polemiche che poi si trascinano per pagine intere e che fanno perdere, quelle sì, solo del tempo a chi voleva seguire la discussione sulla normativa. Te l'ho fatto notare più volte ai tempi dell'utente innominabile e ti ho detto che il tuo comportamento non era molto diverso dal suo (e non sono stato il solo a dirtelo all'epoca), anche se chiaramente non sei arrivata ai suoi eccessi. Ora che lei sembra che abbia deciso di lasciarci finalmente in pace tu continui a cercare altri utenti con cui litigare. Io intepreto quello che leggo, ovviamente a modo mio come chiunque, ma non perché abbia la benché minima ragione per avercela con te. Noto solo certi comportamenti che si ripetono a distanza di mesi e di anni con utenti diversi e non posso fare a meno di notarli. E poco mi importa se ti arrabbi oppure no.
Torna in alto Andare in basso
balanzoneXXI



Messaggi : 2169
Data d'iscrizione : 21.09.13

MessaggioTitolo: Re: Intervista al ministro Bussetti   Lun Giu 18, 2018 11:15 am

Kuru-nee ha scritto:
Io sono relativista, balanzone, nel senso che non credo affatto che i miei valori di libertà personale e democrazia siano oggettivamente migliori per l'essere umano. Sono sicuramente migliori per me e per la società in cui vivo, tant'è che li portiamo avanti e non vorrei mai che il futuro vada nella direzione da te descritta.
Trovo più che naturale cercare di convincere gli altri che la nostra cultura e i nostri valori sono i migliori o voler limitare o evitare contaminazioni di altre culture, però è arrogante affermare che quello in cui crediamo noi è oggettivamente giusto e i loro sistemi di credenze medievali, come li chiami tu, sono oggettivamente sbagliati.

Vabbe', qualcuno puo' anche divertirsi a disquisire, socraticamente, se subissare di pietre una donna che ha dormito con un uomo diverso dal consorte sia " oggettivamente" migliore o peggiore dell' autodeterminazione sessuale che le donne hanno (faticosamente ) raggiunto in Occidente.Io ho di meglio da fare.Pensi che in qualsivoglia "cultura" , in qualsivoglia latitudine gli oppressi non soffrano e non deplorino il loro destino infame?Soffrono pure loro, ma gli hanno insegnato fin da piccoli che non ci sono alternative o che non e' colpa di chi comanda ma di qualcun altro ( le streghe, gli ebrei, gli illuminati , i migranti ,etc).Il marxismo, a torto o a ragione, postula la liberazione universale da qualsiasi tipo di oppressione, basando il raggiungimento di questo arduo obiettivo non tanto sulla buona volonta quanto sul verificarsi di "condizioni oggettive" che disgraziatamente non sembrano avere nessuna intenzione di verificarsi, essendo stato il mitico diciassette una "falsa Aurora". Vogliamo considerare " arroganti".
i marxisti, gli illuministi, gli attivisti dei diritti umani che cercano di salvare la vita a qualche sventurata che e' stata messa incinta in un villaggio del quarto mondo dopo la morte del marito? Ma si' , facciamolo pure, anche se e' una definizione che lascia il tempo che trova.
Torna in alto Andare in basso
sempreconfusa1



Messaggi : 3487
Data d'iscrizione : 05.08.11

MessaggioTitolo: Re: Intervista al ministro Bussetti   Lun Giu 18, 2018 11:55 am

Dec ha scritto:
sempreconfusa1 ha scritto:
vabbé, io penso che tu interpreti sempre a modo tuo ciò che dico, e mi fai anche arrabbiare. Io parlo di ban non per fare la vittima e neppure ti ho chiesto di bannare l'utente che mi definisce "zanzara", e neppure astronotus che me ne disse di volgarissime ho chiesto mai di bannare, eppure con quelle sconcezze se lo sarebbe meritato.
Forse è questo il miracolo? Guarda che se magari non ti piace il mio modo troppo diretto, però sconcezze come quelle che ho visto fare verso di me non le ho mai fatte, se permetti.
E scusa se ti ho rubato del tempo.

Secondo te, io mi ricordo quello che ti ha scritto astronotus? Zanzara è offensivo? Ma per carità. Non è il modo diretto che mi dà fastidio, ma il fatto che intervieni in vari topic dove si cerca di rispondere seriamente per sollevare polemiche che poi si trascinano per pagine intere e che fanno perdere, quelle sì, solo del tempo a chi voleva seguire la discussione sulla normativa. Te l'ho fatto notare più volte ai tempi dell'utente innominabile e ti ho detto che il tuo comportamento non era molto diverso dal suo (e non sono stato il solo a dirtelo all'epoca), anche se chiaramente non sei arrivata ai suoi eccessi. Ora che lei sembra che abbia deciso di lasciarci finalmente in pace tu continui a cercare altri utenti con cui litigare. Io intepreto quello che leggo, ovviamente a modo mio come chiunque, ma non perché abbia la benché minima ragione per avercela con te. Noto solo certi comportamenti che si ripetono a distanza di mesi e di anni con utenti diversi e non posso fare a meno di notarli. E poco mi importa se ti arrabbi oppure no.

allora io vorrei fare brevi precisazioni, se permetti e poi mi taccio.
Non dire che noia, però, perché a volte tu poni delle domande, ti si risponde e tu dici che noia, allora dimmi tu se posso o non posso fare delle precisazioni quando dici delle cose su di me "generalizzando" come hai fatto sopra.

1) "zanzara" non è un insulto, ma l'utente l'ha usato per rivolgersi a me, mentre io no. L'utente mi ha detto che ero maligna, io non gli ho detto che era scemo o quant'altro. Voleva litigare lui, se permetti, e se questo non lo sottolinei, facendo in modo che sia tutta la stessa cosa, per me è un tuo limite e ne prendo atto. L'utente per me non è così ingenuo così come vuoi far passare tu, e ogni cosa che tu scrivi la usa a suo vantaggio. Questo io non lo faccio.

2) Il tempo dell'innominata era quel tempo. Ora è tempo diverso.
Gli utenti che litigano non lo fanno perché io intervengo per polemizzare, ma presumo perché hanno del risentimento, e mi conoscono già, anche se fanno finta di essere nuovi. E se litigano lo fanno non per ciò che scrivo nello specifico, ma perché mi conoscono e ce l'hanno con me per altri motivi. Questo è evidente. E' invece offensivo che tu dica che io intervengo solo per litigare. E molto, anche.
L'esempio di astronotus? io sono intervenuta nel merito di ciò che scriveva (e se tu ci vedi l'intento polemico e basta è solo perché anche tu mi giudichi nel generale) e invece di rispondere magari seccato ha degenerato nelle parolacce più volgari - A SPROPOSITO-

Mi vuoi dire che una polemica, se proprio mi vuoi dare della polemica a tutti i costi, porta alle parolacce e alle offese più insulse? ma lascia perdere Dec, dire che gli utenti reagiscono così perché io intervengo non regge proprio. Migliaia di interventi sono di quel tipo, ma le reazioni degli utenti non sono tutte uguali.
Dire che cerco le litigate non te la passo, dire che intervengo per litigare non te la passo. Sono tutte generalizzazioni, visto che io intervengo in tutti i modi, giocosi, meno giocosi e seri. Dunque queste tue interpretazioni le trovo faziose.
Ma così mi vedi, non c'è modo di farti vedere le cose nel verso reale.

Da poco un utente è intervenuto inveendo contro chi non sa la normativa, dicendo che tutta quella gente andrebbe licenziata. L'autore del topic ha forse reagito prendendolo a parolacce? No, non mi sembra. Eppure in quel caso un motivo c'era.

Chiudo Dec, mi sembra d'aver detto tutto.
Mi scuso con gli altri per questa noiosissima parentesi ma ho cercato di concentrare il tutto in un unico intervento.

Dec, anche io ti ho sempre detto che quando intervieni a rimproverare me qualcun altro non aspetta che quello, e i suoi interventi, chiunque sia, poi abbondano anche di più, eppure non sembra tu te ne accorga.

Ciao ho finito. Perdona questa noia.
Torna in alto Andare in basso
Scuola70



Messaggi : 1207
Data d'iscrizione : 28.02.14

MessaggioTitolo: Re: Intervista al ministro Bussetti   Lun Giu 18, 2018 12:34 pm

L'autodeterminazione sessuale che le donne hanno raggiunto in Occidente le porta tra le altre cose anche a prostituirsi per avere una ricarica per il cellulare, purtroppo accade ed ecco a che cosa porta, allo schifo molto spesso, tanto che almeno secondo il mio personalissimo parere è parecchio meglio la donna sottomessa tipica dell'islam e di altre culture non occidentali rispetto al modello di donna che ho sopra descritto!. L'Occidente si riempie la bocca di diritti, diritti, ma poi trionfa l'egoismo, l'individualismo e gli esempi sono sotto gli occhi di tutti. Gli insegnanti aggrediti e vilipesi di cui parla la cronaca ultimamente sono anch'essi un prodotto della cultura occidentale che enfatizza l'autodeterminazione e i diritti a tutti i costi senza i corrispettivi doveri, in Arabia Saudita o ancor più in Cina mica accadono queste sfide all'autorità dei docenti, ma figuriamoci!
Torna in alto Andare in basso
Online
paniscus_2.1



Messaggi : 1487
Data d'iscrizione : 31.10.17

MessaggioTitolo: Re: Intervista al ministro Bussetti   Lun Giu 18, 2018 1:24 pm

Scuola70 ha scritto:
L'autodeterminazione sessuale che le donne hanno raggiunto in Occidente le porta tra le altre cose anche a prostituirsi per avere una ricarica per il cellulare, purtroppo accade ed ecco a che cosa porta,

Personalmente, non ho mai capito questa storia secondo cui "prostituirsi per una ricarica del cellulare" sarebbe eticamente ancora più abietto, rispetto a prostituirsi per un vestitino modaiolo, per un paio di orecchini, o per un trattamento dal parrucchiere.

E incidentalmente, a cura del Servizio Aggiornamento Luoghi Comuni, faccio notare che l'ormai leggendaria abitudine di "prostituirsi per una ricarica del cellulare", se è davvero diffusa come si crede, non è dovuta a una particolare depravazione personale aggiuntiva della ragazza che si vende, ma è dovuta al fatto che offrire una ricarica al cellulare di qualcun altro è il modo più semplice e meno rischioso per effettuare un pagamento in nero senza dare troppo nell'occhio e senza essere intercettati dai controlli. La stessa cosa succede con i buoni-benzina, ma se la ragazza è giovane e ancora non guida l'auto, rimane solo la ricarica del cellulare...

Ma non è un fenomeno esclusivo che riguarda la prostituzione, lo fanno anche quelli che pagano piccoli lavori occasionali fuori busta, che di per sé sarebbero anche lavori onesti, ma appunto, non sono inquadrati in regola. Anche la vecchietta che paga occasionalmente il figlio adolescente dei vicini di casa per portarle la spesa o per aiutarla a spostare i mobili, o la mamma che ha bisogno dell'aiuto di una baby sitter solo occasionalmente, spesso fa così.
Torna in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 6721
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioTitolo: Re: Intervista al ministro Bussetti   Lun Giu 18, 2018 1:55 pm

Scuola70 ha scritto:
L'autodeterminazione sessuale che le donne hanno raggiunto in Occidente le porta tra le altre cose anche a prostituirsi per avere una ricarica per il cellulare, purtroppo accade ed ecco a che cosa porta, allo schifo molto spesso, tanto che almeno secondo il mio personalissimo parere è parecchio meglio la donna sottomessa tipica dell'islam e di altre culture non occidentali rispetto al modello di donna che ho sopra descritto!. L'Occidente si riempie la bocca di diritti, diritti, ma poi trionfa l'egoismo, l'individualismo e gli esempi sono sotto gli occhi di tutti. Gli insegnanti aggrediti e vilipesi di cui parla la cronaca ultimamente sono anch'essi un prodotto della cultura occidentale che enfatizza l'autodeterminazione e i diritti a tutti i costi senza i corrispettivi doveri, in Arabia Saudita o ancor più in Cina mica accadono queste sfide all'autorità dei docenti, ma figuriamoci!


...uno schiaffo in meno val bene un velo! Sapevatelo!
Torna in alto Andare in basso
Online
lucetta10



Messaggi : 6721
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioTitolo: Re: Intervista al ministro Bussetti   Lun Giu 18, 2018 1:56 pm

paniscus_2.1 ha scritto:
Scuola70 ha scritto:
L'autodeterminazione sessuale che le donne hanno raggiunto in Occidente le porta tra le altre cose anche a prostituirsi per avere una ricarica per il cellulare, purtroppo accade ed ecco a che cosa porta,

Personalmente, non ho mai capito questa storia secondo cui "prostituirsi per una ricarica del cellulare" sarebbe eticamente ancora più abietto, rispetto a prostituirsi per un vestitino modaiolo, per un paio di orecchini, o per un trattamento dal parrucchiere.

E incidentalmente, a cura del Servizio Aggiornamento Luoghi Comuni, faccio notare che l'ormai leggendaria abitudine di "prostituirsi per una ricarica del cellulare", se è davvero diffusa come si crede, non è dovuta a una particolare depravazione personale aggiuntiva della ragazza che si vende, ma è dovuta al fatto che offrire una ricarica al cellulare di qualcun altro è il modo più semplice e meno rischioso per effettuare un pagamento in nero senza dare troppo nell'occhio e senza essere intercettati dai controlli. La stessa cosa succede con i buoni-benzina, ma se la ragazza è giovane e ancora non guida l'auto, rimane solo la ricarica del cellulare...

Ma non è un fenomeno esclusivo che riguarda la prostituzione, lo fanno anche quelli che pagano piccoli lavori occasionali fuori busta, che di per sé sarebbero anche lavori onesti, ma appunto, non sono inquadrati in regola. Anche la vecchietta che paga occasionalmente il figlio adolescente dei vicini di casa per portarle la spesa o per aiutarla a spostare i mobili, o la mamma che ha bisogno dell'aiuto di una baby sitter solo occasionalmente, spesso fa così.

... io invece mi domando, ma l'alternativa buona a questo "schifo" dell'autodeterminazione sessuale quale sarebbe? L'eterodeterminazione? Un'autodeterminazione guidata? E chi dovrebbe eterodirigere la sessualità delle lascive donnacce occidentali?
Torna in alto Andare in basso
Online
balanzoneXXI



Messaggi : 2169
Data d'iscrizione : 21.09.13

MessaggioTitolo: Re: Intervista al ministro Bussetti   Lun Giu 18, 2018 2:01 pm

Scuola70 ha scritto:
L'autodeterminazione sessuale che le donne hanno raggiunto in Occidente le porta tra le altre cose anche a prostituirsi per avere una ricarica per il cellulare, purtroppo accade ed ecco a che cosa porta, allo schifo molto spesso, tanto che almeno secondo il mio personalissimo parere è parecchio meglio la donna sottomessa tipica dell'islam e di altre culture non occidentali rispetto al modello di donna che ho sopra descritto!. L'Occidente si riempie la bocca di diritti, diritti, ma poi trionfa l'egoismo, l'individualismo e gli esempi sono sotto gli occhi di tutti. Gli insegnanti aggrediti e vilipesi di cui parla la cronaca ultimamente sono anch'essi un prodotto della cultura occidentale che enfatizza l'autodeterminazione e i diritti a tutti i costi senza i corrispettivi doveri, in Arabia Saudita o ancor più in Cina mica accadono queste sfide all'autorità dei docenti, ma figuriamoci!

Metti insieme cose che non c' entrano niente , l' emancipazione femminile e gli insegnanti aggrediti.

Si prostituiscono per una ricarica del telefono?

E a te che te ne frega? Nessuno ti costringe a pagare le donne per fare sesso.

Alcuni uomini e alcune donne si prostituiscono sposando persone ricche , spesso molto più anziane, che non amano.

Anch' essi si prostituiscono e anche in questo caso sono affari loro.

Che sia una ricarica o un consorte danaroso si tratta di uno scambio legittimo; in fondo viviamo in una società mercantile.

Secondo me lo stato non dovrebbe intromettersi nei rapporti intimi che coinvolgono adulti consenzienti .
Questo principio non si è pienamente affermato nemmeno
in Occidente .

Tu ritieni questi aspetti della sessualità occidentale, discutibili quanto si vuole, più gravi della barbarie di pratiche come i matrimoni combinati, la lapidazione per le adultere , l' infibulazione, il burqa che nemmeno le suore, l' aparheid tra i sessi, la persecuzione degli omosessuali, degli atei , degli apostati?

Bravo, in attesa della nuova reincarnazione del camerata, tieni alta la bandiera della reazione e della tirannia fallocratica!

Ma cosa c'entrano gli insegnanti aggrediti con il mio discorso? Ah si', tu sei quello che è tutta colpa del 68.
Allora vattene ad insegnare dai tagliateste sauditi o in Cina ,dove per ammaestramento portano le scolaresche ad assistere alle esecuzioni capitali.Prima però, alle soglie
del mezzo secolo, devi metterti a studiare l' arabo o il cinese mandarino.Nel caso tu optassi per l' Arabia ,dovresti pure convertirti all' Islam e fartene tagliare un pezzettino.
Torna in alto Andare in basso
chicca70



Messaggi : 3468
Data d'iscrizione : 26.12.14

MessaggioTitolo: Re: Intervista al ministro Bussetti   Lun Giu 18, 2018 2:21 pm

Scuola70 ha scritto:
L'autodeterminazione sessuale che le donne hanno raggiunto in Occidente le porta tra le altre cose anche a prostituirsi per avere una ricarica per il cellulare, purtroppo accade ed ecco a che cosa porta, allo schifo molto spesso, tanto che almeno secondo il mio personalissimo parere è parecchio meglio la donna sottomessa tipica dell'islam e di altre culture non occidentali rispetto al modello di donna che ho sopra descritto!. L'Occidente si riempie la bocca di diritti, diritti, ma poi trionfa l'egoismo, l'individualismo e gli esempi sono sotto gli occhi di tutti. Gli insegnanti aggrediti e vilipesi di cui parla la cronaca ultimamente sono anch'essi un prodotto della cultura occidentale che enfatizza l'autodeterminazione e i diritti a tutti i costi senza i corrispettivi doveri, in Arabia Saudita o ancor più in Cina mica accadono queste sfide all'autorità dei docenti, ma figuriamoci!

Sono parole talmente assurde che mi rendono incredula. Ormai sta storia della prostituzione per la ricarica del cellulare è diventata un luogo comune. Se presa alla lettera, si può arrivare al pensiero paradossale di donne che non hanno di che nutrirsi ma, in compenso, possiedono migliaia di euro per telefonare. Follia.
La prostituzione delle donne occidentali, non molto frequente, è quasi sempre una scelta, peraltro notevolmente rischiosa, sulla quale nessuno può avere da ridire. Solo la donna stessa può decidere come utilizzare il proprio corpo. Inoltre, caro Scuola70, ti dirò che, sorpresa sorpresa, la prostituzione non esiste solo nel mondo occidentale, ma è presente ovunque. Anche dove la maggior parte delle donne sta a capo chino e coperto (quando esce di casa). Tutto ciò ovviamente non ha niente a che vedere con la violenza contro i docenti, ma è strettamente connessa ai problemi con il genere femminile che spesso manifesti.
Torna in alto Andare in basso
Online
paniscus_2.1



Messaggi : 1487
Data d'iscrizione : 31.10.17

MessaggioTitolo: Re: Intervista al ministro Bussetti   Lun Giu 18, 2018 2:41 pm

chicca70 ha scritto:
Ormai sta storia della prostituzione per la ricarica del cellulare è diventata un luogo comune. Se presa alla lettera, si può arrivare al pensiero paradossale di donne che non hanno di che nutrirsi ma, in compenso, possiedono migliaia di euro per telefonare. Follia.

Infatti anch'io ho fatto notare che si tratta di una leggenda metropolitana.
Torna in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 6721
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioTitolo: Re: Intervista al ministro Bussetti   Lun Giu 18, 2018 3:06 pm

chicca70 ha scritto:
  Ormai sta storia della prostituzione per la ricarica del cellulare è diventata un luogo comune. Se presa alla lettera, si può arrivare al pensiero paradossale di donne che non hanno di che nutrirsi ma, in compenso, possiedono migliaia di euro per telefonare. Follia.

Pure anoressiche! Altra depravazione della cultura muliebre occidentale
Torna in alto Andare in basso
Online
Scuola70



Messaggi : 1207
Data d'iscrizione : 28.02.14

MessaggioTitolo: Re: Intervista al ministro Bussetti   Lun Giu 18, 2018 3:10 pm

@Balanzone: Io ritengo più grave o meno grave ciò che mi pare, non sono forse libero di avere un criterio diverso da quello comune rispetto alla gravità di determinate condotte? Non sta scritto da nessuna parte che tutti i criteri tipici dell'Occidente siano verità assoluta. L'importante è non fare male a nessuno, poi dentro di sé ognuno può ritenere peggio o meglio ciò che crede. In realtà poi per quanto riguarda la scuola non sono solo io dire che è tutta colpa dei sessantottini e di certa cultura di sinistra se la scuola in Italia va male e non c'è più rispetto del principio di autorità. Il sessantotto ha iniziato ad erodere il principio di autorità, a renderlo fragile in nome di un capovolgimento dei ruoli in cui di fatto non si riconosceva più come prima la funzione di guida e di giudizio del docente nei confronti degli studenti. Infatti ti ricordi che cosa pretendevano i sessantottini? Il sei politico per tutti, e in fondo che cosa dicevano quei delinquenti tra l'altro stupidi di Lucca che si sono autodenunciati con il video, dicevano: "Professore, non mi faccia incazz.are, metta sei!", se non ci fosse stata già prima tutta un'opera di smantellamento della funzione educativa secondo te si sarebbe arrivati a quel punto? Qualche dubbio dovrà pur venirti…..
Torna in alto Andare in basso
Online
Ciccio.8

Ciccio.8

Messaggi : 2724
Data d'iscrizione : 24.02.15

MessaggioTitolo: Re: Intervista al ministro Bussetti   Lun Giu 18, 2018 3:34 pm

Scuola70 ha scritto:
@Balanzone: Io ritengo più grave o meno grave ciò che mi pare, non sono forse libero di avere un criterio diverso da quello comune rispetto alla gravità di determinate condotte? Non sta scritto da nessuna parte che tutti i criteri tipici dell'Occidente siano verità assoluta. L'importante è non fare male a nessuno, poi dentro di sé ognuno può ritenere peggio o meglio ciò che crede.  In realtà poi per quanto riguarda la scuola non sono solo io dire che è tutta colpa dei sessantottini e di certa cultura di sinistra se la scuola in Italia va male e non c'è più rispetto del principio di autorità. Il sessantotto ha iniziato ad erodere il principio di autorità, a renderlo fragile in nome di un capovolgimento dei ruoli in cui di fatto non si riconosceva più come prima la funzione di guida e di giudizio del docente nei confronti degli studenti.  Infatti ti ricordi che cosa pretendevano i sessantottini? Il sei politico per tutti, e in fondo che cosa dicevano quei delinquenti tra l'altro stupidi di Lucca che si sono autodenunciati con il video, dicevano: "Professore, non mi faccia incazz.are, metta sei!", se non ci fosse stata già prima tutta un'opera di smantellamento della funzione educativa secondo te si sarebbe arrivati a quel punto? Qualche dubbio dovrà pur venirti…..

Anzi... riporto ed evidenzio meglio così:

Scuola70 ha scritto:
L'importante è non fare male a nessuno,
poi dentro di sé ognuno può ritenere peggio o meglio ciò che crede.

Rifletterci bene (ma molto bene), please!
Torna in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 66041
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioTitolo: Re: Intervista al ministro Bussetti   Lun Giu 18, 2018 3:53 pm

sempreconfusa1 ha scritto:
Dec ha scritto:
sempreconfusa1 ha scritto:
vabbé, io penso che tu interpreti sempre a modo tuo ciò che dico, e mi fai anche arrabbiare. Io parlo di ban non per fare la vittima e neppure ti ho chiesto di bannare l'utente che mi definisce "zanzara", e neppure astronotus che me ne disse di volgarissime ho chiesto mai di bannare, eppure con quelle sconcezze se lo sarebbe meritato.
Forse è questo il miracolo? Guarda che se magari non ti piace il mio modo troppo diretto, però sconcezze come quelle che ho visto fare verso di me non le ho mai fatte, se permetti.
E scusa se ti ho rubato del tempo.

Secondo te, io mi ricordo quello che ti ha scritto astronotus? Zanzara è offensivo? Ma per carità. Non è il modo diretto che mi dà fastidio, ma il fatto che intervieni in vari topic dove si cerca di rispondere seriamente per sollevare polemiche che poi si trascinano per pagine intere e che fanno perdere, quelle sì, solo del tempo a chi voleva seguire la discussione sulla normativa. Te l'ho fatto notare più volte ai tempi dell'utente innominabile e ti ho detto che il tuo comportamento non era molto diverso dal suo (e non sono stato il solo a dirtelo all'epoca), anche se chiaramente non sei arrivata ai suoi eccessi. Ora che lei sembra che abbia deciso di lasciarci finalmente in pace tu continui a cercare altri utenti con cui litigare. Io intepreto quello che leggo, ovviamente a modo mio come chiunque, ma non perché abbia la benché minima ragione per avercela con te. Noto solo certi comportamenti che si ripetono a distanza di mesi e di anni con utenti diversi e non posso fare a meno di notarli. E poco mi importa se ti arrabbi oppure no.

allora io vorrei fare brevi precisazioni, se permetti e poi mi taccio.
Non dire che noia, però, perché a volte tu poni delle domande, ti si risponde e tu dici che noia, allora dimmi tu se posso o non posso fare delle precisazioni quando dici delle cose su di me "generalizzando" come hai fatto sopra.

1) "zanzara" non è un insulto, ma l'utente l'ha usato per rivolgersi a me, mentre io no. L'utente mi ha detto che ero maligna, io non gli ho detto che era scemo o quant'altro. Voleva litigare lui, se permetti, e se questo non lo sottolinei, facendo in modo che sia tutta la stessa cosa, per me è un tuo limite e ne prendo atto. L'utente per me non è così ingenuo così come vuoi far passare tu,
Veramente io non ho mai espresso questo tipo di giudizio né quello contrario.
sempreconfusa1 ha scritto:
e ogni cosa che tu scrivi la usa a suo vantaggio. Questo io non lo faccio.

2) Il tempo dell'innominata era quel tempo. Ora è tempo diverso.
Gli utenti che litigano non lo fanno perché io intervengo per polemizzare, ma presumo perché hanno del risentimento, e mi conoscono già, anche se fanno finta di essere nuovi. E se litigano lo fanno non per ciò che scrivo nello specifico, ma perché mi conoscono e ce l'hanno con me per altri motivi. Questo è evidente.
Se questa non è mania di persecuzione, non saprei come definirla. Sarò distratto io perché ho i miei limiti (chi lo nega?) oppure sei paranoica tu e vedi tutte queste persone che ce l'hanno con te che io proprio non vedo.
sempreconfusa1 ha scritto:
E' invece offensivo che tu dica che io intervengo solo per litigare. E molto, anche.
L'esempio di astronotus? io sono intervenuta nel merito di ciò che scriveva (e se tu ci vedi l'intento polemico e basta è solo perché anche tu mi giudichi nel generale) e invece di rispondere magari seccato ha degenerato nelle parolacce più volgari - A SPROPOSITO-

Mi vuoi dire che una polemica, se proprio mi vuoi dare della polemica a tutti i costi, porta alle parolacce e alle offese più insulse?
Ti ho già detto che non mi ricordo di quel topic; non so nemmeno se l'ho letto; e vorresti attribuirmi un giudizio sulle parolacce usate e le offese nei tuoi confronti?
sempreconfusa1 ha scritto:
ma lascia perdere Dec, dire che gli utenti reagiscono così perché io intervengo non regge proprio. Migliaia di interventi sono di quel tipo, ma le reazioni degli utenti non sono tutte uguali.
Dire che cerco le litigate non te la passo, dire che intervengo per litigare non te la passo. Sono tutte generalizzazioni, visto che io intervengo in tutti i modi, giocosi, meno giocosi e seri. Dunque queste tue interpretazioni le trovo faziose.
Ma così mi vedi, non c'è modo di farti vedere le cose nel verso reale.

Da poco un utente è intervenuto inveendo contro chi non sa la normativa, dicendo che tutta quella gente andrebbe licenziata. L'autore del topic ha forse reagito prendendolo a parolacce? No, non mi sembra. Eppure in quel caso un motivo c'era.

Chiudo Dec, mi sembra d'aver detto tutto.
Mi scuso con gli altri per questa noiosissima parentesi ma ho cercato di concentrare il tutto in un unico intervento.

Dec, anche io ti ho sempre detto che quando intervieni a rimproverare me qualcun altro non aspetta che quello, e i suoi interventi, chiunque sia, poi abbondano anche di più, eppure non sembra tu te ne accorga.

Ciao ho finito. Perdona questa noia.
Torna in alto Andare in basso
royalstefano



Messaggi : 6184
Data d'iscrizione : 12.09.11

MessaggioTitolo: Re: Intervista al ministro Bussetti   Mer Giu 20, 2018 8:13 pm

A dire il vero Bussetti non ha ancora detto che supererá la chiamata diretta, come vorrebbe far intendere il titolo dell'articolo.

https://www.orizzontescuola.it/chiamata-diretta-insegnanti-bussetti-la-supereremo-il-26-giugno-incontro-al-miur/
Torna in alto Andare in basso
Veronica.P



Messaggi : 748
Data d'iscrizione : 23.08.16

MessaggioTitolo: Re: Intervista al ministro Bussetti   Gio Giu 21, 2018 9:19 am

royalstefano ha scritto:
A dire il vero Bussetti non ha ancora detto che supererá la chiamata diretta, come vorrebbe far intendere il titolo dell'articolo.

https://www.orizzontescuola.it/chiamata-diretta-insegnanti-bussetti-la-supereremo-il-26-giugno-incontro-al-miur/

Ed ache superandola, comunque sarebbe questione del prossimo anno scolastico. Resterebbe il rebus per quest'anno per i trasferiti su ambito e neoassunti. E se in teoria per i neoassunti puoi risolvere con un decreto che, al momento della chiamata, permetta di fare la scelta su scuola invece che quella su ambito, come risolvi per quelli che quest'anno hanno avuto o avranno la mobilità su ambito?
Puoi fare 3 cose:
1) lasciare tutto com'è per quest'anno, facendo l'ultima chiamata diretta;
2) introducendo un meccanismo di assegnazione su scuola in base alla prima scelta della mobilità, cosa teoricamente possibile ma che potrebe scatenare contenziosi degli scontenti sul cambiamento di una procedura in atto;
3) introdurre per i trasferiti su ambito una procedura di scelta della scuola, ma vedo la cosa molto complessa in pratica, giacché dovresti convocare i trasferiti su ambito prima dei neoassunti, quindi in un momento fra fine luglio e primi di agosto.
Torna in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 66041
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioTitolo: Re: Intervista al ministro Bussetti   Gio Giu 21, 2018 6:21 pm

3) Si potrebbe anche fare una scelta on line, senza convocazione fisica, ma lo scrivo solo per seguire il tuo ragionamento; al momento non abbiamo nessun elemento per ipotizzare qualcosa di verosimile.
Torna in alto Andare in basso
franco71



Messaggi : 2802
Data d'iscrizione : 14.11.14
Età : 47

MessaggioTitolo: Re: Intervista al ministro Bussetti   Ven Giu 22, 2018 3:33 pm

Ritorna (ciclicamente) sul tavolo, la proposta leghista di regionalizzare i concorsi, cioè prevedere l'escamotage del domicilio professionale per gli aspiranti docenti nella regione di partecipazione:
https://www.orizzontescuola.it/pittoni-lega-riforma-di-reclutamento-come-garantiro-continuita-didattica-e-impediro-gli-esodi-di-docenti/
Torna in alto Andare in basso
 
Intervista al ministro Bussetti
Torna in alto 
Pagina 4 di 4Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Vai verso: