Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividi | 
 

 Situazione supplenze Milano

Andare in basso 
Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3  Seguente
AutoreMessaggio
godoPAS



Messaggi : 237
Data d'iscrizione : 20.12.13

MessaggioTitolo: Situazione supplenze Milano   Gio Ott 11, 2018 3:25 pm

Promemoria primo messaggio :

Buongiorno a tutti.
Ho lettto sul sito dell'AT di Milano la nota di oggi dove si dice che si deve procedere ad uno nuovo scorrimento delle graduatorie per assegnareupplenze e tutto deve concludersi entro il 31 ottobre.
A che punto sono le scuole, in particolare la secondaria di II grado?
Grazie
Torna in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
mariella59



Messaggi : 760
Data d'iscrizione : 12.09.10

MessaggioTitolo: Re: Situazione supplenze Milano   Ven Ott 12, 2018 8:48 pm

damirk ha scritto:
Dipende da anno in anno, quest'anno come ho detto per la mia cdc, le cose vanno piuttosto bene. Con poco più di 60 punti si lavora su cattedra piena al 31/8.
Damirk non infierire :-)oggi mi hanno convocato per Quattro ore in un professionale che è stato accorpato ad una scuola che avevo scelto a 47km da dove ho preso casa... Ho il tuo stesso punteggio, ma a Roma
Torna in alto Andare in basso
damirk



Messaggi : 636
Data d'iscrizione : 17.03.13

MessaggioTitolo: Re: Situazione supplenze Milano   Ven Ott 12, 2018 8:48 pm

A me sono arrivate su Milano città svariate convocazioni su cattedre piene spesso anche al 31/8 e in quasi tutte risultavo io l'avente diritto.
Torna in alto Andare in basso
damirk



Messaggi : 636
Data d'iscrizione : 17.03.13

MessaggioTitolo: Re: Situazione supplenze Milano   Ven Ott 12, 2018 8:48 pm

A me sono arrivate su Milano città svariate convocazioni su cattedre piene spesso anche al 31/8 e in quasi tutte risultavo io l'avente diritto.
Torna in alto Andare in basso
Davidestoria



Messaggi : 299
Data d'iscrizione : 25.06.16

MessaggioTitolo: Re: Situazione supplenze Milano   Ven Ott 12, 2018 8:52 pm

mordekayn ha scritto:
Si può ragionevolmente parlare di fenomeni generali (cercando di non parlare a vanvera, perchè su questi discorsi si rischia sempre di rendere un fenomeno locale estendendolo e generalizzandolo), come ad esempio i posti comuni primaria a Milano presi da chi è in GAE con riserva (circa 2300 convocazioni), mentre molto più difficile (se non impossibile) è prevedere che succede nella singola GI di istituto.

Oggi manco a farla apposta ad esempio ho parlato al telefono con una doc di francese 3 fascia <30 anni (in stato confusionale confondeva le GI terza fascia con le GAE terza fascia anche solo per distrarmi sono stato mezz'ora al telefono parlandone di GAE e GI ah,ah,ah). Anno scorso ha preso uno spezzone 8 ore 30 06 (non da noi me lo ha raccontato), le ho detto "guardi secondo è un puro colpo di fortuna" con quel punteggio rischia quest'anno addirittura di non essere neppure chiamata per supplenze brevi e saltuarie.
Insomma dipende da moltissimi fattori, malattie, maternità e fenomeni aleatori che è difficile prevedere. Chi è in fondo alla terza fascia vive di questi eventi accidentali, mentre chi ad esempio è in seconda fascia e tra le prime posizioni della terza beh..si spazzola i posti vacanti e disponibili e le AP dei titolari.

Alla ragazza ho detto: "fugga il più in fretta possibile dalla terza, si prenda un'abilitazione e se vuole lavorare sempre si specializzi sul sostegno".
Il problema è che dal 2015 non vengono banditi né tfa né pas, quindi anche volendo è impossibile abilitarsi, allo stato attuale. Discorso ovviamente valevole, come conseguenza, per il sostegno, dato che il primo passaggio per specializzarsi è proprio il conseguimento dell'abilitazione. Speriamo che il nuovo governo cambi qualcosa, introducendo i concorsi regionali.
Torna in alto Andare in basso
cati91



Messaggi : 64
Data d'iscrizione : 13.06.17

MessaggioTitolo: Re: Situazione supplenze Milano   Sab Ott 13, 2018 9:14 am

Davidestoria ha scritto:
mordekayn ha scritto:
Si può ragionevolmente parlare di fenomeni generali (cercando di non parlare a vanvera, perchè su questi discorsi si rischia sempre di rendere un fenomeno locale estendendolo e generalizzandolo), come ad esempio i posti comuni primaria a Milano presi da chi è in GAE con riserva (circa 2300 convocazioni), mentre molto più difficile (se non impossibile) è prevedere che succede nella singola GI di istituto.

Oggi manco a farla apposta ad esempio ho parlato al telefono con una doc di francese 3 fascia <30 anni (in stato confusionale confondeva le GI terza fascia con le GAE terza fascia anche solo per distrarmi sono stato mezz'ora al telefono parlandone di GAE e GI ah,ah,ah). Anno scorso ha preso uno spezzone 8 ore 30 06 (non da noi me lo ha raccontato), le ho detto "guardi secondo è un puro colpo di fortuna" con quel punteggio rischia quest'anno addirittura di non essere neppure chiamata per supplenze brevi e saltuarie.
Insomma dipende da moltissimi fattori, malattie, maternità e fenomeni aleatori che è difficile prevedere. Chi è in fondo alla terza fascia vive di questi eventi accidentali, mentre chi ad esempio è in seconda fascia e tra le prime posizioni della terza beh..si spazzola i posti vacanti e disponibili e le AP dei titolari.

Alla ragazza ho detto: "fugga il più in fretta possibile dalla terza, si prenda un'abilitazione e se vuole lavorare sempre si specializzi sul sostegno".
Il problema è che dal 2015 non vengono banditi né tfa né pas, quindi anche volendo è impossibile abilitarsi, allo stato attuale. Discorso ovviamente valevole, come conseguenza, per il sostegno, dato che il primo passaggio per specializzarsi è proprio il conseguimento dell'abilitazione. Speriamo che il nuovo governo cambi qualcosa, introducendo i concorsi regionali.
Il problema è l'assurdità della richiesta dell'abilitazione su materia per chi vuole abilitarsi su sostegno. La contraddizione sta nel fatto che poi, in assenza di specializzati, si convoca gente che non solo non ha il titolo per il sostegno, ma non ha proprio titolo ad insegnare, come per esempio per la scuola primaria gli iscritti con riserva nelle Gae e quelli con diploma magistrale post 2002 ritenuto non più valido per l'insegnamento. Conosco parecchi di questi casi. Per la pretesa di avere insegnanti super titolati si finisce poi per accontentarsi di gente senza titolo valido. E' questa una realtà di cui si parla poco. Si tratta di gente che viene sfruttata al bisogno e non eccezionalmente e poi non le si riconosce alcun diritto ai fini di una possibile carriera come insegnante.
Torna in alto Andare in basso
Davidestoria



Messaggi : 299
Data d'iscrizione : 25.06.16

MessaggioTitolo: Re: Situazione supplenze Milano   Sab Ott 13, 2018 9:54 am

D'accordo. Assurdo chiedere l'abilitazione su materia a chi vuole diventare insegnante di sostegno. Quale sarebbe la ratio? Oltretutto, non essendo più banditi tfa/pas, un neolaureato che volesse provare questo percorso sarebbe bloccato in partenza.


Ultima modifica di Davidestoria il Sab Ott 13, 2018 9:57 am, modificato 1 volta
Torna in alto Andare in basso
Davidestoria



Messaggi : 299
Data d'iscrizione : 25.06.16

MessaggioTitolo: Re: Situazione supplenze Milano   Sab Ott 13, 2018 9:56 am

Anche sulla secondaria vale lo stesso discorso. Non essendoci specializzati, le segreterie chiamano docenti di terza fascia (quindi senza neanche l'abilitazione); al netto che, come già scrivevo in altro post, alcuni docenti, specialmente quelli di arte, lavorano in modo eccellente con gli studenti disabili.
Torna in alto Andare in basso
Cozza

avatar

Messaggi : 9434
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioTitolo: Re: Situazione supplenze Milano   Sab Ott 13, 2018 10:22 am

La mossa corretta sarebbe creare percorsi abilitanti solo in sostegno e fare poi graduatorie separate.
Si eviterebbe così anche la vecchia questione degli immessi in ruolo in sostegno che appena possono scappano su materia.
Torna in alto Andare in basso
mordekayn



Messaggi : 3708
Data d'iscrizione : 19.07.11
Età : 28

MessaggioTitolo: Re: Situazione supplenze Milano   Sab Ott 13, 2018 11:14 am

La difficoltà e la lunghezza del percorso per diventare docente di sostegno in secondaria (unita alla sostanziale scarsa appetibilità nel voler intraprendere una strada simile, lo stesso vale per gli specializzati SFP, ce ne sono pochissimi anche in questo caso) poi porta a quello che già scrivete voi.

Nel 2013-2014 il mio ex collega (ora passato ad AT e poi ITP, lo stesso che ad ogni telefonata mi sollecita a fare passaggio di profilo in AT al grido di "morde cambia che ti conviene, lavori 1/10" ah,ah,ah) incrociava le GI per individuare i docenti di sostegno in secondaria primo grado.

Nel 2014-2015 inizio io ed è sempre stato così fino a questo anno (2018-2019).
Nulla è cambiato. Tranne chi incrocia (lo sto facendo proprio adesso, almeno mi porto avanti per lunedi) ah,ah,ah.

E' evidente che va cambiato il sistema perchè il sistema attuale non garantisce alle scuole sufficienti docenti di sostegno, genera un precariato sistematico e impedisce nei fatti di avere gli stessi docenti di sostegno per più anni sugli stessi casi.
Torna in alto Andare in basso
arrubiu
Moderatore
Moderatore
avatar

Messaggi : 16473
Data d'iscrizione : 24.10.14
Località : Casteddu70

MessaggioTitolo: Re: Situazione supplenze Milano   Sab Ott 13, 2018 11:19 am

mordekayn ha scritto:
La difficoltà e la lunghezza del percorso per diventare docente di sostegno in secondaria (unita alla sostanziale scarsa appetibilità nel voler intraprendere una strada simile, lo stesso vale per gli specializzati SFP, ce ne sono pochissimi anche in questo caso) poi porta a quello che già scrivete voi.

Nel 2013-2014 il mio ex collega (ora passato ad AT e poi ITP, lo stesso che ad ogni telefonata mi sollecita a fare passaggio di profilo in AT al grido di "morde cambia che ti conviene, lavori 1/10" ah,ah,ah) incrociava le GI per individuare i docenti di sostegno in secondaria primo grado.

Nel 2014-2015 inizio io ed è sempre stato così fino a questo anno (2018-2019).
Nulla è cambiato. Tranne chi incrocia (lo sto facendo proprio adesso, almeno mi porto avanti per lunedi) ah,ah,ah.

E' evidente che va cambiato il sistema perchè il sistema attuale non garantisce alle scuole sufficienti docenti di sostegno, genera un precariato sistematico e impedisce nei fatti di avere gli stessi docenti di sostegno per più anni sugli stessi casi.
I problemi sono 2, per come la vedo io: numero insufficiente di insegnanti, troppi posti in organico di fatto.
Probabilmente questi due problemi si vedono in modo diverso tra nord e sud (per tagliare le cose con l'accetta).
Torna in alto Andare in basso
mordekayn



Messaggi : 3708
Data d'iscrizione : 19.07.11
Età : 28

MessaggioTitolo: Re: Situazione supplenze Milano   Sab Ott 13, 2018 11:25 am

Davidestoria ha scritto:


Alla ragazza ho detto: "fugga il più in fretta possibile dalla terza, si prenda un'abilitazione e se vuole lavorare sempre si specializzi sul sostegno".
Il problema è che dal 2015 non vengono banditi né tfa né pas, quindi anche volendo è impossibile abilitarsi, allo stato attuale. Discorso ovviamente valevole, come conseguenza, per il sostegno, dato che il primo passaggio per specializzarsi è proprio il conseguimento dell'abilitazione. Speriamo che il nuovo governo cambi qualcosa, introducendo i concorsi regionali. [/quote]

Sui concorsi regionali con vincolo (e domicilio professionale) sono assolutamente favorevole ma se il governo intende intraprendere una strada del genere (come sembra nei desiderata della componente leghista della maggioranza che controlla sia la casella del ministero che il presidente della commissione cultura, cioè Bussetti e Pittoni) troverà il fuoco di sbarramento di una parte non indifferente del corpo docente che vuole continuare con la strada naturale di questi anni (ruolo dove c'è posto poi trasferimento nel minor tempo possibile in altra provincia).
Cmq al di là dei vincoli , delle regole, del diritto (ne abbiamo già a sufficienza occorrerebbe sfoltire , fare leggi applicabili e riuscire a leggere la realtà scolastica altrimenti poi vendiamo norme civili come art41 comma1 e contratti con data certa come la fine del balletto dei supplenti cosa che come vedete è falsa), ci vorrebbe un minimo di intelligenza e capire che se mancano i sostegni è anche perchè il percorso non è appetibile ai più (e a quei pochi salvo andare all'estero è impedito persino di conseguire il percorso..quei pochi che poi terminano il percorso vengono falcidiati dai concorsi ah,ah,ah.)
Torna in alto Andare in basso
Davidestoria



Messaggi : 299
Data d'iscrizione : 25.06.16

MessaggioTitolo: Re: Situazione supplenze Milano   Sab Ott 13, 2018 11:27 am

Se si bandissero davvero i concorsi regionali, come è stato promesso, molti problemi (organico di diritto vs organico di fatto, carenza di insegnanti in alcune discipline e specializzati sul sostegno) sarebbero risolti.
Torna in alto Andare in basso
mordekayn



Messaggi : 3708
Data d'iscrizione : 19.07.11
Età : 28

MessaggioTitolo: Re: Situazione supplenze Milano   Sab Ott 13, 2018 11:29 am

arrubiu ha scritto:
mordekayn ha scritto:
La difficoltà e la lunghezza del percorso per diventare docente di sostegno in secondaria (unita alla sostanziale scarsa appetibilità nel voler intraprendere una strada simile, lo stesso vale per gli specializzati SFP, ce ne sono pochissimi anche in questo caso) poi porta a quello che già scrivete voi.

Nel 2013-2014 il mio ex collega (ora passato ad AT e poi ITP, lo stesso che ad ogni telefonata mi sollecita a fare passaggio di profilo in AT al grido di "morde cambia che ti conviene, lavori 1/10" ah,ah,ah) incrociava le GI per individuare i docenti di sostegno in secondaria primo grado.

Nel 2014-2015 inizio io ed è sempre stato così fino a questo anno (2018-2019).
Nulla è cambiato. Tranne chi incrocia (lo sto facendo proprio adesso, almeno mi porto avanti per lunedi) ah,ah,ah.

E' evidente che va cambiato il sistema perchè il sistema attuale non garantisce alle scuole sufficienti docenti di sostegno, genera un precariato sistematico e impedisce nei fatti di avere gli stessi docenti di sostegno per più anni sugli stessi casi.
I problemi sono 2, per come la vedo io: numero insufficiente di insegnanti, troppi posti in organico di fatto.
Probabilmente questi due problemi si vedono in modo diverso tra nord e sud (per tagliare le cose con l'accetta).

Il sud ha graduatorie intasate (la mia collega trasferita in provincia di Salerno che ha lavorato con me per tre anni rimane ancora stupita per il fatto che alle convocazioni delle supplenze brevi e saltuarie di pochi giorni si presentano anche in 10 persone...a milano convocazioni del genere andrebbero deserte) ma il sostegno è scoperto pure da loro (certo non come da noi), infatti con i magici giochi di prestigiazione han dato tantissimi posti di sostegno ai titolari di posto comune non specializzati con le assegnazioni provvisorie, solo da noi 7 persone sulla primaria stanno lavorando sui sostegni in altra provincia.
Torna in alto Andare in basso
arrubiu
Moderatore
Moderatore
avatar

Messaggi : 16473
Data d'iscrizione : 24.10.14
Località : Casteddu70

MessaggioTitolo: Re: Situazione supplenze Milano   Sab Ott 13, 2018 11:32 am

mordekayn ha scritto:
arrubiu ha scritto:
mordekayn ha scritto:
La difficoltà e la lunghezza del percorso per diventare docente di sostegno in secondaria (unita alla sostanziale scarsa appetibilità nel voler intraprendere una strada simile, lo stesso vale per gli specializzati SFP, ce ne sono pochissimi anche in questo caso) poi porta a quello che già scrivete voi.

Nel 2013-2014 il mio ex collega (ora passato ad AT e poi ITP, lo stesso che ad ogni telefonata mi sollecita a fare passaggio di profilo in AT al grido di "morde cambia che ti conviene, lavori 1/10" ah,ah,ah) incrociava le GI per individuare i docenti di sostegno in secondaria primo grado.

Nel 2014-2015 inizio io ed è sempre stato così fino a questo anno (2018-2019).
Nulla è cambiato. Tranne chi incrocia (lo sto facendo proprio adesso, almeno mi porto avanti per lunedi) ah,ah,ah.

E' evidente che va cambiato il sistema perchè il sistema attuale non garantisce alle scuole sufficienti docenti di sostegno, genera un precariato sistematico e impedisce nei fatti di avere gli stessi docenti di sostegno per più anni sugli stessi casi.
I problemi sono 2, per come la vedo io: numero insufficiente di insegnanti, troppi posti in organico di fatto.
Probabilmente questi due problemi si vedono in modo diverso tra nord e sud (per tagliare le cose con l'accetta).

Il sud ha graduatorie intasate (la mia collega trasferita in provincia di Salerno che ha lavorato con me per tre anni rimane ancora stupita per il fatto che alle convocazioni delle supplenze brevi e saltuarie di pochi giorni si presentano anche in 10 persone...a milano convocazioni del genere andrebbero deserte) ma il sostegno è scoperto pure da loro (certo non come da noi), infatti con i magici giochi di prestigiazione han dato tantissimi posti di sostegno ai titolari di posto comune non specializzati con le assegnazioni provvisorie, solo da noi 7 persone sulla primaria stanno lavorando sui sostegni in altra provincia.
Anche da noi il sostegno è scoperto.
Però, per esempio, nella mia scuola (che è a Cagliari "centro"), ci sono 8 alunni disabili ma solo 3 docenti di ruolo. Se quei 5 posti fossero nell'organico dell'autonomia sono sicuro che sarebbero occupati da trasferimenti o immissioni in ruolo, invece che finire nel "girone" delle assegnazioni provvisorie.
Certo è che la situazione degli insegnanti DI RUOLO credo sia analoga. Nella mia provincia l'anno scorso c'erano 400 posti in OF e 400 in OD.
Torna in alto Andare in basso
mordekayn



Messaggi : 3708
Data d'iscrizione : 19.07.11
Età : 28

MessaggioTitolo: Re: Situazione supplenze Milano   Sab Ott 13, 2018 11:39 am

Davidestoria ha scritto:
Se si bandissero davvero i concorsi regionali, come è stato promesso, molti problemi (organico di diritto vs organico di fatto, carenza di insegnanti in alcune discipline e specializzati sul sostegno) sarebbero risolti.

Le ap "scombinano" in effetti i programmi (tra posto comune primaria e sostegno e utilizzo abbiamo 11 docenti in servizio in altra provincia, gran parte dei quali ad agosto me li ero già evidenziati attendendomi AP), a volte però anche in meglio, se pensi che molti di coloro che gli anni precedenti non ottennero ap cmq non vennero a lavorare.

Devi anche rendere la professione del docente (e dell'ata) appetibile nel nord italia, sia in termini professionali che di retribuzione.
O nel caso in cui davvero un governo dovesse mantenere la barra dritta (cioè chi vince il concorso in Lombardia e prende il domicilio professionale in quella regione non può poi tramite accordi sindacali o istituti giuridici tipo assegnazione provvisoria andarsene dopo pochi anni) essendo alcune regioni destinatarie di persone che lavorano (quasi in perdita se consideri l'affitto e i viaggi in treno settimanali) SOLO per avere il RUOLO e poi il TRASFERIMENTO nel minor tempo possibile, poi non ti ritrovi neanche più queste persone.

Penso alla primaria e infanzia, dove il fenomeno è macroscopico. (già dalle medie in su ti trovi anche "qualche" milanese).
Volontè dell'USR Lombardia ad uno dei suoi imperdibili incontri (ah,ah,ah), ci disse che il 90% del personale dell'usr lombardia in origine proviene da fuori regione. E' molto difficile organizzare il servizio scolastico con una mobilità personale così forte.
Torna in alto Andare in basso
mordekayn



Messaggi : 3708
Data d'iscrizione : 19.07.11
Età : 28

MessaggioTitolo: Re: Situazione supplenze Milano   Sab Ott 13, 2018 11:42 am

arrubiu ha scritto:
mordekayn ha scritto:
arrubiu ha scritto:
mordekayn ha scritto:
La difficoltà e la lunghezza del percorso per diventare docente di sostegno in secondaria (unita alla sostanziale scarsa appetibilità nel voler intraprendere una strada simile, lo stesso vale per gli specializzati SFP, ce ne sono pochissimi anche in questo caso) poi porta a quello che già scrivete voi.

Nel 2013-2014 il mio ex collega (ora passato ad AT e poi ITP, lo stesso che ad ogni telefonata mi sollecita a fare passaggio di profilo in AT al grido di "morde cambia che ti conviene, lavori 1/10" ah,ah,ah) incrociava le GI per individuare i docenti di sostegno in secondaria primo grado.

Nel 2014-2015 inizio io ed è sempre stato così fino a questo anno (2018-2019).
Nulla è cambiato. Tranne chi incrocia (lo sto facendo proprio adesso, almeno mi porto avanti per lunedi) ah,ah,ah.

E' evidente che va cambiato il sistema perchè il sistema attuale non garantisce alle scuole sufficienti docenti di sostegno, genera un precariato sistematico e impedisce nei fatti di avere gli stessi docenti di sostegno per più anni sugli stessi casi.
I problemi sono 2, per come la vedo io: numero insufficiente di insegnanti, troppi posti in organico di fatto.
Probabilmente questi due problemi si vedono in modo diverso tra nord e sud (per tagliare le cose con l'accetta).

Il sud ha graduatorie intasate (la mia collega trasferita in provincia di Salerno che ha lavorato con me per tre anni rimane ancora stupita per il fatto che alle convocazioni delle supplenze brevi e saltuarie di pochi giorni si presentano anche in 10 persone...a milano convocazioni del genere andrebbero deserte) ma il sostegno è scoperto pure da loro (certo non come da noi), infatti con i magici giochi di prestigiazione han dato tantissimi posti di sostegno ai titolari di posto comune non specializzati con le assegnazioni provvisorie, solo da noi 7 persone sulla primaria stanno lavorando sui sostegni in altra provincia.
Anche da noi il sostegno è scoperto.
Però, per esempio, nella mia scuola (che è a Cagliari "centro"), ci sono 8 alunni disabili ma solo 3 docenti di ruolo. Se quei 5 posti fossero nell'organico dell'autonomia sono sicuro che sarebbero occupati da trasferimenti o immissioni in ruolo, invece che finire nel "girone" delle assegnazioni provvisorie.
Certo è che la situazione degli insegnanti DI RUOLO credo sia analoga. Nella mia provincia l'anno scorso c'erano 400 posti in OF e 400 in OD.


Certo. Sai quanti posti ho da me di sostegno tra primaria e secondaria di primo grado?

39..TRENTANOVE POSTI (contando pure i recenti posti in deroga). Coperti EFFETTIVAMENTE DA (oramai so tutto a memoria ah,ah,ah)  15 persone (le AP sono posti al 30 06 da dare a supplenza). Da coprire DUE VOLTE perchè le graduatorie da noi sono state disponibili sul sos dal 1 10 2018, per le note deficienze del sidi e di qualcun altro. (il ministero).
Si può andare avanti così?
Non dico di farlo per me che mi sarei rotto di incrociare ma almeno lo facessero per gli alunni DVA.
Torna in alto Andare in basso
arrubiu
Moderatore
Moderatore
avatar

Messaggi : 16473
Data d'iscrizione : 24.10.14
Località : Casteddu70

MessaggioTitolo: Re: Situazione supplenze Milano   Sab Ott 13, 2018 11:53 am

mordekayn ha scritto:
Certo. Sai quanti posti ho da me di sostegno tra primaria e secondaria di primo grado?

39..TRENTANOVE POSTI (contando pure i recenti posti in deroga). Coperti EFFETTIVAMENTE DA (oramai so tutto a memoria ah,ah,ah)  15 persone (le AP sono posti al 30 06 da dare a supplenza). Da coprire DUE VOLTE perchè le graduatorie da noi sono state disponibili sul sos dal 1 10 2018, per le note deficienze del sidi e di qualcun altro. (il ministero).
Si può andare avanti così?
Non dico di farlo per me che mi sarei rotto di incrociare ma almeno lo facessero per gli alunni DVA.
A dimostrazione che quello che realmente servirebbe per il sostegno non viene fatto.
Torna in alto Andare in basso
mordekayn



Messaggi : 3708
Data d'iscrizione : 19.07.11
Età : 28

MessaggioTitolo: Re: Situazione supplenze Milano   Sab Ott 13, 2018 11:59 am

Da me i titolari garantiscono una copertura effettiva inferiore al 40% . Ma vabbè ci sta perchè a regole attuali è inevitabile..quello che invece è scandaloso è che per poche migliaia di inserimenti in coda alla seconda fascia (stimo 3 domande x 8000 segreterie=24000 domande e relative scuole del modello B) le GI 18 19 siano uscite ad ottobre costringendoci a riconvocare.
Torna in alto Andare in basso
arrubiu
Moderatore
Moderatore
avatar

Messaggi : 16473
Data d'iscrizione : 24.10.14
Località : Casteddu70

MessaggioTitolo: Re: Situazione supplenze Milano   Sab Ott 13, 2018 12:06 pm

mordekayn ha scritto:
Copertura effettiva inferiore al 40% . Ma vabbè ci sta perchè a regole attuali è inevitabile..quello che invece è scandaloso è che per poche migliaia di inserimenti in coda alla seconda fascia (stimo 3 domande x 8000 segreterie=24000 domande e relative scuole del modello B) le GI 18 19 siano uscite ad ottobre costringendoci a riconvocare.
Chiaro: i risultati della mobilità dovrebbero uscire a maggio, le AP e luglio, le graduatorie dei precari a luglio/agosto e così dal primo settembre, se non prima si inizia a chiamare. Ma tutto questo richiede volontà politica e soldi, perché le segreterie non sono in grado di gestire queste cose.

Sui posti di sostegno.. le regole si cambiano, se si vuole.
Torna in alto Andare in basso
mordekayn



Messaggi : 3708
Data d'iscrizione : 19.07.11
Età : 28

MessaggioTitolo: Re: Situazione supplenze Milano   Sab Ott 13, 2018 12:11 pm

Facendo un resoconto di quello che si è riusciti a coprire con CTD del Dirigente Scolastico (operazioni gestite da me, purtroppo abbiamo una grave scopertura in segreteria e 2 colleghe -validissime- non ci sono più, in pratica  sul personale ATA esclusi sono da solo)


Ad oggi ho 9 posti scoperti di sostegno, 3 in primaria (e li assegnerò a persone in MAD almeno con titolo SFP o  DM <2001/2002 SE QUALCUNO ha questi due requisiti MANDI MAD alle scuole milanesi che vi pigliamo ah,ah,ah) e 6 alla media.
Più di così non son riuscito a fare.
Se avevo GI stabili a settembre coprivo tutto, idem anche le altre segreterie (credo).


In pratica a bocce ferme (già lunedi dovrebbe cambiare qualcosa) la scopertura con le nomine del DS sui sostegni è su 1/5 dei posti. (la media abbatte parecchio, in primaria sono decisamente più avanti).


In pratica il ministero ci ha lasciati scoperti per il 60% sul totale dei posti di sostegno.

E il DS ha abbattuto questa scopertura (al 13 10 2018) al 20%.

Ad ottobre.
Una delle tante riprove che o si aggiusta l'amministrazione scolastica o non si va da nessuna parte perchè di fatto il diritto del DVA ad avere il proprio docente di sostegno ad inizio d'anno quasi mai è garantito.
Torna in alto Andare in basso
Davide

avatar

Messaggi : 4021
Data d'iscrizione : 26.03.11

MessaggioTitolo: Re: Situazione supplenze Milano   Dom Ott 14, 2018 11:07 am

Morde, in caso di docente di ruolo che accetta incarico con articolo 36 su altro ordine o grado, a fine incarico ovvero al 30 giugno/31 agosto, il TFR maturato con incarico su art.36 verrà liquidato come da precari quindi dopo 12-15 mesi, o continua a essere accantonato essendo docente di ruolo. Grazie.
Torna in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 64453
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioTitolo: Re: Situazione supplenze Milano   Dom Ott 14, 2018 11:31 am

In attesa della risposta di Morde, ti dico che a mio parere viene accantonato perché non c'è nessun giorno di interruzione, ma finita la supplenza si ritorna subito nella scuola di titolarità.
Torna in alto Andare in basso
Davide

avatar

Messaggi : 4021
Data d'iscrizione : 26.03.11

MessaggioTitolo: Re: Situazione supplenze Milano   Dom Ott 14, 2018 7:32 pm

Grazie per la risposta Dec!
Torna in alto Andare in basso
mordekayn



Messaggi : 3708
Data d'iscrizione : 19.07.11
Età : 28

MessaggioTitolo: Re: Situazione supplenze Milano   Ieri alle 3:36 pm

Al 17 10 2018 in pratica è quasi impossibile trovare persone da MAD con scienze formazione primaria e DM <2001 2002 anche proponendo contratti appetibili. Oggi ho fatto un giro di telefonate e nella peggiore delle ipotesi hanno ctd brevi e saltuari o supplenze su maternità e molte preferiscono non spostarsi.

Se tra qualche giorno si assenta un docente per 20-30 giorni non saprei a chi dare la supplenza e non saprei come coprire quel posto, semplicemente perchè mancano persone con titolo disponibili a lavorare  a Milano.

In primaria c'è penuria totale di docenti, mentre la terza fascia in secondaria consente ancora la copertura della supplenze.

Nel frattempo mi entra gente allo sportello e mi chiede perchè non nomino.

Sono diventato un ufficio di collocamento? ah,ah,ah.

Dovrò parlarne con la preside, la mia idea è di dare quello che rimane almeno alle laureande in sfp...altrimenti tra poco saremo costretti a chiamare a caso dalle mad con lauree che non consentirebbero l'insegnamento.


Ultima modifica di mordekayn il Mer Ott 17, 2018 3:42 pm, modificato 1 volta
Torna in alto Andare in basso
siciliano83



Messaggi : 36
Data d'iscrizione : 13.06.17

MessaggioTitolo: Re: Situazione supplenze Milano   Ieri alle 3:41 pm

[quote="mordekayn"]Al 17 10 2018 in pratica è quasi impossibile trovare persone da MAD con scienze formazione primaria e DM <2001 2002 anche proponendo contratti appetibili. Oggi ho fatto un giro di telefonate e nella peggiore delle ipotesi hanno ctd brevi e saltuari o supplenze su maternità e molte preferiscono non spostarsi.

Se tra qualche giorno si assenta un docente per 20-30 giorni non saprei a chi dare la supplenza e non saprei come coprire quel posto, semplicemente perchè mancano persone con titolo disponibili a lavorare  a Milano.

In primaria c'è penuria totale di docenti, mentre la terza fascia in secondaria consente ancora la copertura della supplenze.

Nel frattempo mi entra gente allo sportello e mi chiede perchè non nomino.

Sono diventato un ufficio di collocamento? ah,ah,ah.

[/quote con 30 punti ancora in provincia di milano alla secondaria primo grado non si lavora ...
Torna in alto Andare in basso
 
Situazione supplenze Milano
Torna in alto 
Pagina 2 di 3Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3  Seguente
 Argomenti simili
-
» vediamo di fare il punto della situazione
» Milano s.Rita
» mi consigliate un posto carino e romantico vicino a Milano?
» MILANO - SAN RAFFAELE
» MILANO - Mangiagalli-Regina Elena

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Graduatorie - Supplenze-
Vai verso: