Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

i continui tentativi di riforme autocratiche tentati della casta dei presidi (nominati e non eletti) Contatti
Ultimi argomenti
Link sponsorizzati

Condividi
 

 i continui tentativi di riforme autocratiche tentati della casta dei presidi (nominati e non eletti)

Andare in basso 
AutoreMessaggio
seasparrow



Messaggi : 4331
Data d'iscrizione : 16.01.16
Età : 60
Località : Venezia

i continui tentativi di riforme autocratiche tentati della casta dei presidi (nominati e non eletti) Empty
MessaggioTitolo: i continui tentativi di riforme autocratiche tentati della casta dei presidi (nominati e non eletti)   i continui tentativi di riforme autocratiche tentati della casta dei presidi (nominati e non eletti) EmptyGio Nov 15, 2018 9:43 am

la chiamata diretta altro non e' che il tentativo da tempo in atto

di assegnare ai docenti doveri da pubblico ufficiale, senza averne i diritti

si pensi al bullismo della classe contro gli insegnanti piu' deboli, e con i pochi diritti di contratto lavorativo del privato

e' ovvio, anche se non e' detto all'inizio per non preoccupare piu' di tanto,

che alla chiamata diretta seguirebbe prima o poi il licenziamento diretto, come la maggior del settore privato

https://www.orizzontescuola.it/eliminare-materie-di-studio-proposta-anp-esiste-gia-in-finlandia-tu-cosa-ne-pensi-sondaggio/

https://www.orizzontescuola.it/dirigenti-scolastici-eletti-da-collegio-docenti-e-con-orario-di-lavoro-rigidamente-definito-lettera/

quanto ad eliminare le materie ci credero' quando le case editrici serie

come ad esempio la https://www.mhprofessional.com lo faranno per prime (non penso sara' facile)
Torna in alto Andare in basso
astronotus



Messaggi : 342
Data d'iscrizione : 18.08.12

i continui tentativi di riforme autocratiche tentati della casta dei presidi (nominati e non eletti) Empty
MessaggioTitolo: Re: i continui tentativi di riforme autocratiche tentati della casta dei presidi (nominati e non eletti)   i continui tentativi di riforme autocratiche tentati della casta dei presidi (nominati e non eletti) EmptyGio Nov 15, 2018 2:15 pm

seasparrow ha scritto:
la chiamata diretta altro non e' che il tentativo da tempo in atto

di assegnare ai docenti doveri da pubblico ufficiale, senza averne i diritti

si pensi al bullismo della classe contro gli insegnanti piu' deboli, e con i pochi diritti di contratto lavorativo del privato

e' ovvio, anche se non e' detto all'inizio per non preoccupare piu' di tanto,

che alla chiamata diretta seguirebbe prima o poi il licenziamento diretto, come la maggior del settore privato

https://www.orizzontescuola.it/eliminare-materie-di-studio-proposta-anp-esiste-gia-in-finlandia-tu-cosa-ne-pensi-sondaggio/

https://www.orizzontescuola.it/dirigenti-scolastici-eletti-da-collegio-docenti-e-con-orario-di-lavoro-rigidamente-definito-lettera/

quanto ad eliminare le materie ci credero' quando le case editrici serie

come ad esempio la https://www.mhprofessional.com lo faranno per prime (non penso sara' facile)
concordo pienamente Sea
Torna in alto Andare in basso
mordekayn



Messaggi : 4960
Data d'iscrizione : 19.07.11
Età : 29

i continui tentativi di riforme autocratiche tentati della casta dei presidi (nominati e non eletti) Empty
MessaggioTitolo: Re: i continui tentativi di riforme autocratiche tentati della casta dei presidi (nominati e non eletti)   i continui tentativi di riforme autocratiche tentati della casta dei presidi (nominati e non eletti) EmptyVen Nov 16, 2018 1:09 am

Normare rigidamente l'orario di servizio di un Dirigente Scolastico è una palese scempiaggine. il Dirigente scolastico non è un impiegato che ha un rigido orario di lavoro.
Piuttosto si abolisca l'istituto delle reggenze  - con cui il miur ha pensato di ovviare all'incapacità di garantire un reclutamento tempestivo dei dirigenti su tutti i posti vacanti e disponibili-  e si ritorni all'istituto degli incaricati, abolito anni fa.

E si ritorni indietro ai vecchi istituti con 6-700 alunni max al posto dei megacomprensivi da 1000 alunni in su in cui il Ds scolastico conosce a stento i docenti che lavorano nei vari plessi scolastici a volte distanti anche km dalla sede centrale.

Il bullismo imperante è anche dovuto all'introduzione dello statuto degli studenti e delle studentesse a causa del quale per sospendere i delinquentelli che girano negli istituti scolastici bisogna imbastire un processo infinito coinvolgendo  collegio docenti. organi collegial vari etc,etc mentre il bullo se la ride della grossa per via dei docenti che devono anche rompersi le palle a stare a discutere pomeriggio e sera sul bulletto di turno per poi non arrivare a concludere nulla.
I bulli vanno gestiti con i vecchi metodi - antidemocratici e che taluni tacciavano di autoritarismo e di fascismo...il DS fino ad una settimana in autonomia sospende su richiesta del docente di classe con provvedimento snello ed inappellabile di 5 minuti. La scuola non deve essere una roba democratica  e garantista dove spadroneggiano i furbacchioni e i bulletti che dopo plurime sospensioni dovrebbero essere buttati fuori a pedate dalle scuole pubbliche con l'espulsione.
Come stronchi il bullismo se nella tanto decantata scuoletta moderna del progetto e del progettino quasi un terzo delle scuole hanno Dirigenti Scolastici reggenti che se va bene vengono una volta a settimana a firmare le pratiche piu' urgenti? ah,ah,ah
Torna in alto Andare in basso
donadoni



Messaggi : 1559
Data d'iscrizione : 21.04.16
Località : toscana

i continui tentativi di riforme autocratiche tentati della casta dei presidi (nominati e non eletti) Empty
MessaggioTitolo: Re: i continui tentativi di riforme autocratiche tentati della casta dei presidi (nominati e non eletti)   i continui tentativi di riforme autocratiche tentati della casta dei presidi (nominati e non eletti) EmptyVen Nov 16, 2018 10:31 am

quoto in pieno !!!!!
Torna in alto Andare in basso
donadoni



Messaggi : 1559
Data d'iscrizione : 21.04.16
Località : toscana

i continui tentativi di riforme autocratiche tentati della casta dei presidi (nominati e non eletti) Empty
MessaggioTitolo: Re: i continui tentativi di riforme autocratiche tentati della casta dei presidi (nominati e non eletti)   i continui tentativi di riforme autocratiche tentati della casta dei presidi (nominati e non eletti) EmptyVen Nov 16, 2018 10:35 am

la scuola deve tornare ad essere una cosa seria se vogliamo ritrovare il rispetto , noi insegnanti dobbiamo tornare ad essere autorevoli ma per far questo ,dopo tanta anarchia, bisogna passare per un periodo autoritario.... ai miei tempi bastava solo uno sguardo di traverso per zittire tutti in classe da parte di qualche insegnante !
Torna in alto Andare in basso
donadoni



Messaggi : 1559
Data d'iscrizione : 21.04.16
Località : toscana

i continui tentativi di riforme autocratiche tentati della casta dei presidi (nominati e non eletti) Empty
MessaggioTitolo: Re: i continui tentativi di riforme autocratiche tentati della casta dei presidi (nominati e non eletti)   i continui tentativi di riforme autocratiche tentati della casta dei presidi (nominati e non eletti) EmptyVen Nov 16, 2018 10:35 am

mordekayn for president
Torna in alto Andare in basso
balanzoneXXI



Messaggi : 2505
Data d'iscrizione : 21.09.13

i continui tentativi di riforme autocratiche tentati della casta dei presidi (nominati e non eletti) Empty
MessaggioTitolo: Re: i continui tentativi di riforme autocratiche tentati della casta dei presidi (nominati e non eletti)   i continui tentativi di riforme autocratiche tentati della casta dei presidi (nominati e non eletti) EmptyVen Nov 16, 2018 1:37 pm

Invece di rimpiangere il bel tempo che fu, i docenti comincino a fare la loro parte,votando per la sospensione
di bulli e disturbatori, senza farsi irretire dai diktat dei Ds e dagli strepiti dei genitori.Di fatto in molti consigli di classe
il DS esercita di fatto un diritto di veto su bocciature e sospensioni, ma sono i docenti a permetterglielo, non certo la normativa.
Torna in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 6361
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

i continui tentativi di riforme autocratiche tentati della casta dei presidi (nominati e non eletti) Empty
MessaggioTitolo: Re: i continui tentativi di riforme autocratiche tentati della casta dei presidi (nominati e non eletti)   i continui tentativi di riforme autocratiche tentati della casta dei presidi (nominati e non eletti) EmptyVen Nov 16, 2018 4:06 pm

balanzoneXXI ha scritto:
Invece di rimpiangere il bel tempo che fu,  i docenti comincino a fare la loro parte,votando per la sospensione
di bulli e disturbatori, senza farsi irretire dai diktat dei Ds e dagli strepiti dei genitori.Di fatto in molti consigli di classe
 il DS esercita di fatto un diritto di veto su bocciature e sospensioni, ma sono i docenti a permetterglielo, non certo la normativa.

Infatti. Ho avuto un DS che se avesse potuto non avrebbe sospeso mai nessuno, e si adoperava costantemente per ridurre i giorni di sospensione.
Torna in alto Andare in basso
Online
paniscus_2.1



Messaggi : 2084
Data d'iscrizione : 31.10.17

i continui tentativi di riforme autocratiche tentati della casta dei presidi (nominati e non eletti) Empty
MessaggioTitolo: Re: i continui tentativi di riforme autocratiche tentati della casta dei presidi (nominati e non eletti)   i continui tentativi di riforme autocratiche tentati della casta dei presidi (nominati e non eletti) EmptyVen Nov 16, 2018 6:38 pm

mac67 ha scritto:
balanzoneXXI ha scritto:
Invece di rimpiangere il bel tempo che fu,  i docenti comincino a fare la loro parte,votando per la sospensione
di bulli e disturbatori, senza farsi irretire dai diktat dei Ds e dagli strepiti dei genitori.Di fatto in molti consigli di classe
 il DS esercita di fatto un diritto di veto su bocciature e sospensioni, ma sono i docenti a permetterglielo, non certo la normativa.

Infatti. Ho avuto un DS che se avesse potuto non avrebbe sospeso mai nessuno, e si adoperava costantemente per ridurre i giorni di sospensione.

Io ne ho avuta una che ad ogni singolo consiglio di classe degli scrutini finali, in presenza di qualsiasi insufficienza, imponeva sistematicamente il voto a maggioranza per farne abbuonare qualcuna. E non parlo di persone che rischiavano la bocciatura, eh: in qualunque situazione in cui ci fossero insufficienze, si adoperava automaticamente per farle alleggerire, sempre e comunque, per principio. C'era la prospettiva di dare due materie a settembre? Bene, la reazione automatica era: "Ma siete proprio sicuri di volergliele dare tutte e due? Io ritengo che sia molto meglio togliergliene almeno una, passandola a 6 con voto di consiglio, e chiedo che sia messo a votazione a maggioranza!"

E siccome la cosiddetta "maggioranza" era composta da colleghi che erano già abituati a regalare la sufficienza a tutti nelle proprie materie, e per i quali una sufficienza regalata in più o una in meno non faceva nessuna differenza, purtroppo nella maggior parte dei casi ci riusciva... il che dimostra che non era solo tutta colpa della preside.
Torna in alto Andare in basso
Online
mordekayn



Messaggi : 4960
Data d'iscrizione : 19.07.11
Età : 29

i continui tentativi di riforme autocratiche tentati della casta dei presidi (nominati e non eletti) Empty
MessaggioTitolo: Re: i continui tentativi di riforme autocratiche tentati della casta dei presidi (nominati e non eletti)   i continui tentativi di riforme autocratiche tentati della casta dei presidi (nominati e non eletti) EmptyVen Nov 23, 2018 12:49 am

balanzoneXXI ha scritto:
Invece di rimpiangere il bel tempo che fu,  i docenti comincino a fare la loro parte,votando per la sospensione
di bulli e disturbatori, senza farsi irretire dai diktat dei Ds e dagli strepiti dei genitori.Di fatto in molti consigli di classe
 il DS esercita di fatto un diritto di veto su bocciature e sospensioni, ma sono i docenti a permetterglielo, non certo la normativa.


Invece sarebbe il caso dopo tante riforme scolastiche (gli storici studieranno l'era attuale del "riformismo scolastico" che immancabilmente ci ha portato nella situazione in cui ci ritroviamo, io nel settore amministrativo, prossimo allo sfascio completo e voi nel settore didattico e realtà correlata)  di invocare la restaurazione della "vecchia scuola", quella in cui il PRESIDE (poi divenuto Dirigente con la sciaguratissima autonomia scolastica) aveva uno massimo due plessi da gestire, era LEADER DIDATTICO e conosceva la sua scuola, conosceva i docenti, il personale che ci lavorava e aveva il polso della situazione.
Come stronchi i bulli se oramai la NORMALITA' è avere una scuola in cui il Dirigente Scolastico lo hai in reggenza per poche ore a settimana (pagato 700 euro/mese oltre al suo stipendio base) a volte (come è capitato a noi l'anno scorso) con vere e propri contratti BREVI E SALTUARI rinnovati 20 giorni alla volta?

Come stronchi i  bulli se devi imbastire riunioni e collegi pomeridiani in cui discutere se sospendere un alunno (fino a 7 giorni di sospensione il DS dovrebbe avere pieni poteri sentito il docente di classe di sospendere immediatamente l'alunno) spesso spalleggiato anche dai genitori che lo difendono a spada tratta?

La scuola sta andando verso una strada completamente sbagliata, non è pensabile tenere per ANNI gli istituti privi di un Dirigente  (avere un reggente di fatto è quasi non avere un Dirigente), normale che così si va alla deriva.
Torna in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




i continui tentativi di riforme autocratiche tentati della casta dei presidi (nominati e non eletti) Empty
MessaggioTitolo: Re: i continui tentativi di riforme autocratiche tentati della casta dei presidi (nominati e non eletti)   i continui tentativi di riforme autocratiche tentati della casta dei presidi (nominati e non eletti) Empty

Torna in alto Andare in basso
 
i continui tentativi di riforme autocratiche tentati della casta dei presidi (nominati e non eletti)
Torna in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Vai verso: