Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
» Convocazione A. A. posizione
Oggi alle 10:06 am Da wappazzo

» Prove di matematica e fisica nel concorso
Oggi alle 9:22 am Da seasparrow

» Riunioni su piu’ plessi
Oggi alle 9:15 am Da arrubiu

» anno pre ruolo non riconosciuto
Oggi alle 9:08 am Da DubbiScuola

» è possibile acquistare un monitor con la carta del docente?
Oggi alle 8:44 am Da Greens

» Gita e servizio in più scuole
Oggi alle 8:39 am Da Disillusa

» Permesso orario malattia
Oggi alle 8:38 am Da gigulina

» Carta del docente
Oggi alle 8:37 am Da arrubiu

» Integrazione esami
Oggi alle 8:21 am Da annina82

Link sponsorizzati
Condividi | 
 

 Assistente alla comunicazione / Docente di sostegno

Andare in basso 
Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4
AutoreMessaggio
Lilla



Messaggi : 36
Data d'iscrizione : 15.10.09

MessaggioTitolo: Assistente alla comunicazione / Docente di sostegno   Mar Nov 20, 2018 9:07 am

Promemoria primo messaggio :

Buongiorno, scrivo per avere delucidazioni su una questione normativa. Seguo un bambino con disabilità motoria ma non cognitiva, che finora ha avuto sia l'insegnante di sostegno che l'assistente educativo (o alla comunicazione, in ogni regione si chiama in modo diverso). Dal prossimo anno stiamo pensando di renderlo autonomo e non richiedere più il sostegno. Sarebbe comunque necessario un'assistente che lo accompagni e lo aiuti. é possibile rinunciare al sostegno ma richiedere un'assistenza al comune di appartenenza? Grazie in anticipo a chi vorrà rispondermi.
Torna in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
paniscus_2.1



Messaggi : 1353
Data d'iscrizione : 31.10.17

MessaggioTitolo: Re: Assistente alla comunicazione / Docente di sostegno   Dom Gen 06, 2019 10:41 pm

per Carla:

mi pare che tu parli soprattutto di scuole in cui i disabili sono così tanti che c'è quasi sicuramente almeno un docente di sostegno per ogni classe, e magari anche di più. Per cui, le famiglie dei ragazzi con casi meno gravi, possono essere tentate di rifiutare la programmazione per disabili e il pei, perché tanto danno per scontato che l'insegnante di sostegno ci sia lo stesso, anche se è nominato per qualcun altro, e "visto che comunque c'è", potrà sempre dare una mano anche al proprio.

Nelle scuole in cui i disabili sono pochissimi, e quei pochi che ci sono hanno quasi sempre problemi soltanto fisici e motori ma capacità mentali perfettamente normali (e quindi a una certa età sono loro stessi a rifiutare il sostegno, perché per lo studio non ne hanno alcun bisogno), ho visto sceneggiate patetiche da parte di colleghi e presidi, per convincere la famiglia a ripensarci e a farglielo confermare, perché faceva troppo comodo al consiglio di classe per fare sostegno AD ALTRI, che dal punto di vista dello studio e dell'andamento didattico erano messi molto peggio del disabile!
Torna in alto Andare in basso
Prosecco

avatar

Messaggi : 410
Data d'iscrizione : 29.03.18

MessaggioTitolo: Re: Assistente alla comunicazione / Docente di sostegno   Dom Gen 06, 2019 11:19 pm

paniscus_2.1 ha scritto:
Nelle scuole in cui i disabili sono pochissimi, e quei pochi che ci sono hanno quasi sempre problemi soltanto fisici e motori ma capacità mentali perfettamente normali (e quindi a una certa età sono loro stessi a rifiutare il sostegno, perché per lo studio non ne hanno alcun bisogno), ho visto sceneggiate patetiche da parte di colleghi e presidi, per convincere la famiglia a ripensarci e a farglielo confermare, perché faceva troppo comodo al consiglio di classe per fare sostegno AD ALTRI, che dal punto di vista dello studio e dell'andamento didattico erano messi molto peggio del disabile!

Queste però sono davvero scorrettezze di docenti non professionali che usano il DVA per ottenere quel che a loro fa comodo anche quando col DVA non c'entra più nulla. E' grave sentire che abbiamo docenti nelle nostre scuole che si approfittano così di ragazzini con mere difficoltà ormai superate. Abbiamo quindi dei falsi invalidi anche tra gli studenti e per i comodi dei loro insegnanti?
Ma che tristezza, è brutto persino da sentire e spero che tali docenti vengano additati e messi in difficoltà dai loro stessi colleghi perché la smettano presto e subito con queste trovate del tutto non professionali. :-(
Torna in alto Andare in basso
carla75

avatar

Messaggi : 5097
Data d'iscrizione : 26.10.10

MessaggioTitolo: Re: Assistente alla comunicazione / Docente di sostegno   Lun Gen 07, 2019 12:52 am

paniscus_2.1 ha scritto:
per Carla:

mi pare che tu parli soprattutto di scuole in cui i disabili sono così tanti che c'è quasi sicuramente almeno un docente di sostegno per ogni classe, e magari anche di più. Per cui, le famiglie dei ragazzi con casi meno gravi, possono essere tentate di rifiutare la programmazione per disabili e il pei, perché tanto danno per scontato che l'insegnante di sostegno ci sia lo stesso, anche se è nominato per qualcun altro, e "visto che comunque c'è", potrà sempre dare una mano anche al proprio.

Nelle scuole in cui i disabili sono pochissimi, e quei pochi che ci sono hanno quasi sempre problemi soltanto fisici e motori ma capacità mentali perfettamente normali (e quindi a una certa età sono loro stessi a rifiutare il sostegno, perché per lo studio non ne hanno alcun bisogno), ho visto sceneggiate patetiche da parte di colleghi e presidi, per convincere la famiglia a ripensarci e a farglielo confermare, perché faceva troppo comodo al consiglio di classe per fare sostegno AD ALTRI, che dal punto di vista dello studio e dell'andamento didattico erano messi molto peggio del disabile!
Si. Parlo delle scuole professionali in particolare. In questi ultimi anni mi imbatto sempre più spesso in ragazzi problematici che avevano sostegno alle medie e che decidono di iscriversi alle superiori senza presentare la documentazione. L'anno scorso in una classe erano in tre. Più due i cui genitori avevano rifiutato di completare l'iter. Ovviamente io ero stata assegnata.per 12 perché c'erano due ragazzini con om. Tutto ho fatto tranne che perseguire gli obiettivi minimi dei pei.
Torna in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 10297
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioTitolo: Re: Assistente alla comunicazione / Docente di sostegno   Lun Gen 07, 2019 8:31 am

paniscus_2.1 ha scritto:
per Carla:

mi pare che tu parli soprattutto di scuole in cui i disabili sono così tanti che c'è quasi sicuramente almeno un docente di sostegno per ogni classe, e magari anche di più. Per cui, le famiglie dei ragazzi con casi meno gravi, possono essere tentate di rifiutare la programmazione per disabili e il pei, perché tanto danno per scontato che l'insegnante di sostegno ci sia lo stesso, anche se è nominato per qualcun altro, e "visto che comunque c'è", potrà sempre dare una mano anche al proprio.

Nelle scuole in cui i disabili sono pochissimi, e quei pochi che ci sono hanno quasi sempre problemi soltanto fisici e motori ma capacità mentali perfettamente normali (e quindi a una certa età sono loro stessi a rifiutare il sostegno, perché per lo studio non ne hanno alcun bisogno), ho visto sceneggiate patetiche da parte di colleghi e presidi, per convincere la famiglia a ripensarci e a farglielo confermare, perché faceva troppo comodo al consiglio di classe per fare sostegno AD ALTRI, che dal punto di vista dello studio e dell'andamento didattico erano messi molto peggio del disabile!

Solo quando si parla davvero di quello che è si può ragionare.
E' sbagliato, ma sappiamo tutti che è così checchè ne dica qualcuno più sopra.
Per quanto riguarda il rifiuto al sostegno, se non avviene perchè, dopo aver avuto contatti con l'insegnante, risulta meglio starne senza, è probabile che lo si rifiuti per non rendere diverso il figlio (non condivido ma capisco)

In questo caso invece mi sembra che il rifiuto sia proprio dato dal fatto che non c'è bisogno di un sostegno sullo studio ma solo un aiuto materiale. Anche per l'alunno è diverso sapere che si ha bisogno dell'appoggio per camminare piuttosto della mediazione sulla didattica che ricorda un deficit cognitivo-

Torna in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Prosecco

avatar

Messaggi : 410
Data d'iscrizione : 29.03.18

MessaggioTitolo: Re: Assistente alla comunicazione / Docente di sostegno   Lun Gen 07, 2019 11:54 am

carla75 ha scritto:
Si. Parlo delle scuole professionali in particolare. In questi ultimi anni mi imbatto sempre più spesso in ragazzi problematici che avevano  sostegno alle medie e che decidono di iscriversi alle superiori senza presentare la documentazione.

Sono sempre stata personalmente convinta che l'aumento dell'obbligo scolastico dai 14 anni agli attuali 16 abbia di fatto rovinato soprattuto gli istituti professionali. Già è dura per un ragazzo che non ne può più della scuola il fare gli ultimi due anni dai 12 ai 14 perché è in una fascia d'età molto difficile, poi arrivare forzatamente fino a 16 diventa drammatico per loro.
Avrei però imposto l'obbligo di conseguire il titolo di studio perlomeno di un diploma di scuola superiore triennale così potessero eventualmente studiare in privato a casa per poi dare gli esami nella scuola pubblica ed apprezzare di conseguenza il servizio che la scuola pubblica offre loro per aiutarli, frequentando regolarmente, a conseguire tale titolo di studio.
Ci sono molti modi di spennare un gatto, l'obbligo di conseguire un determinato titolo di studio minimo, anziché di starsene seduti nel banco in classe, ottiene un maggior senso di responsabilità dei ragazzi perché si sentono liberi di scegliere le modalità per conseguire il fine, ma al contempo realizzano che la modalità di frequenza in classe è quella più facile soprattuto se gli esami da privatista poi sono davvero belli tosti e fatti seriamente.

Invece avrei aumentato l'obbligo dei più piccoli facendoli tutti iniziare dai 3 anni perché quando arrivano in prima elementare non ancora scolarizzati sembrano bimbi davvero quasi tutti, c'è qualche rara famiglia che a casa riesce a compensare benissimo, DSA rispetto ai compagni che hanno frequentato la scuola dell'infanzia. Partire con il piede giusto è molto importante ed infonde fiducia nelle loro capacità e potenzialità. Mentre gli obblighi di frequenza imposti a degli adolescenti portano sempre conseguenze catastrofiche perché presenziano con spirito di ribellione danneggiando le lezioni per gli altri più maturi o intellettualmente più capaci.
Torna in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 10297
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioTitolo: Re: Assistente alla comunicazione / Docente di sostegno   Lun Gen 07, 2019 12:50 pm

Cosa vuoi dire con "sembrano bimbi davvero quasi tutti'?
Torna in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Prosecco

avatar

Messaggi : 410
Data d'iscrizione : 29.03.18

MessaggioTitolo: Re: Assistente alla comunicazione / Docente di sostegno   Lun Gen 07, 2019 1:26 pm

Ire ha scritto:
Cosa vuoi dire con "sembrano bimbi davvero quasi tutti'?

sembrano bimbi DSA davvero questi tutti tranne pochissimi
Torna in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 10297
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioTitolo: Re: Assistente alla comunicazione / Docente di sostegno   Lun Gen 07, 2019 1:38 pm

Semplicemente a 6 anni devono ancora imparare. Cosa c'entri la scolarizzazione con il Dsa non lo capisco ma davvero mi chiedo dove sia il problema di cominciare a sei anni. La vita media si allunga,. In pensione non ci si va,. Cominciamo a correre a tre anni per andare dove?
Torna in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
paniscus_2.1



Messaggi : 1353
Data d'iscrizione : 31.10.17

MessaggioTitolo: Re: Assistente alla comunicazione / Docente di sostegno   Lun Gen 07, 2019 1:56 pm

E comunque non raccontiamoci storie, oggi la scuola dell'infanzia la fanno TUTTI, anche se non ce'è l'obbligo.

Forse cinquant'anni fa esisteva l'idea che la materna fosse un puro e semplice servizio di baby sitter che serviva solo per quelli che poverini-avevano-la-mamma-costretta-a-lavorare-tutto-il giorno, e che quindi la mamma casalinga dovesse automaticamnete essere ben felice di tenerseli a casa 24 ore su 24 fino alle elementari,

ma oggi questa idea non esiste più da tempo.

Personalmente, tranne forse qualche figlio di mamma patologicamente possessiva, o di seguaci di qualche strano gruppo di fricchettoni, non ho mai conosciuto nessuno della mia generazione, o più giovane, che sia stato catapultato a scuola direttamente a sei anni, senza essere mai stato alla materna.

E tantomeno conosco alcuna famiglia di oggi che non manda i figli alla materna solo perché "tanto c'è la mamma che sta a casa". I coetanei dei miei figli (o i miei alunni, che sono più grandi) sono tutti rigorosamente andati alla materna. e anche col tempo pieno, anche quelli che avevano le mamme casalinghe.


Ultima modifica di paniscus_2.1 il Lun Gen 07, 2019 7:59 pm, modificato 1 volta
Torna in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 10297
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioTitolo: Re: Assistente alla comunicazione / Docente di sostegno   Lun Gen 07, 2019 2:56 pm

Ma una cosa è andate alla materna e una cosa è mettere la obbligo scolastico a tre anni perché a sei sembrano dsa. Dopo si direbbe che bisogna obbligatoriamente andare al nido altrimenti......
Torna in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
paniscus_2.1



Messaggi : 1353
Data d'iscrizione : 31.10.17

MessaggioTitolo: Re: Assistente alla comunicazione / Docente di sostegno   Lun Gen 07, 2019 7:39 pm

Come si fa "sembrare DSA" in un'età in cui non si è ancora cominciato a imparare a leggere e scrivere, almeno non in modo strutturato?

Se per DSA, come dice il nome, si intendono effettivamente i disturbi SPECIFICI (cioè il disturbo nella coordinazione della lettura, della scrittura o del calcolo, che riguardano solo quegli ambiti ristretti, e non inficiano le altre capacità intellettive), mi sembra molto bizzarro che si possano ravvisare segni di DSA in un bambino che ancora non ha nemmeno iniziato a conoscere i fondamenti della lettura e della scrittura.

E' come dire che si sospetta un disturbo di linguaggio in un bambino di pochi mesi.. ma che razza di termini di paragone si dovrebbero avere, visto che a quell'età il linguaggio non ce l'hanno proprio?

Se poi invece con il termine di DSA non si indicano affatto i disturbi SPECIFICI, ma ci si butta dentro qualsiasi atteggiamento problematico di qualsiasi tipo, dalle difficoltà di concentrazione, a quelle di socializzazione, fino al semplice disordine, capricci e tendenza casinista, allora le cose cambiano.

Ma non mi pare che la definizione di DSA sia quella.
Torna in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 10297
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioTitolo: Re: Assistente alla comunicazione / Docente di sostegno   Lun Gen 07, 2019 8:38 pm

Il discorso che fa prosecco è proprio che lei mettere bene obbligo scolastico a tre anni per tutti perché quelli che non vanno alla materna arrivano a sei anni e SEMBRANO dsa (nel senso che non sanno fare nulla, immagino)
Torna in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
michetta

avatar

Messaggi : 5415
Data d'iscrizione : 17.08.11

MessaggioTitolo: Re: Assistente alla comunicazione / Docente di sostegno   Lun Gen 07, 2019 8:53 pm

Chiedo alle colleghe della primaria: cosa vi aspettate sappiano fare i bambini che escono dalla materna?

A 5 anni io sapevo leggere e scrivere in corsivo, ma non me lo avevano insegnato alla materna.
I miei bambini usciti dalla materna non sapevano né leggere, né scrivere. Io mi cimentavo da sola e poi ho proseguito con l'aiuto di mia madre; i miei figli non hanno mostrato interesse a scrivere niente più del loro nome e cognome in stampatello e io non sono intervenuta.

Torna in alto Andare in basso
paniscus_2.1



Messaggi : 1353
Data d'iscrizione : 31.10.17

MessaggioTitolo: Re: Assistente alla comunicazione / Docente di sostegno   Lun Gen 07, 2019 9:39 pm

michetta ha scritto:
Chiedo alle colleghe della primaria: cosa vi aspettate sappiano fare i bambini che escono dalla materna?

A 5 anni io sapevo leggere e scrivere in corsivo, ma non me lo avevano insegnato alla materna.
I miei bambini usciti dalla materna non sapevano né leggere, né scrivere. Io mi cimentavo da sola e poi ho proseguito con l'aiuto di mia madre; i miei figli non hanno mostrato interesse a scrivere niente più del loro nome e cognome in stampatello e io non sono intervenuta.

Io ho avuto una figlia che a partire dall'età di DUE anni era irresistibilmente attratta dalla parola scritta, anche se non ci capiva ancora niente, ma ogni volta che vedeva una scritta la riconosceva come tale, appunto, quindi diversa da un disegno, da una cornicetta o uno scarabocchio, e chiedeva insistentemente "che c'è scritto?", e non mollava finché non otteneva risposta, e che poi ha imparato a leggere da sola a meno di quattro anni, diventando fluentissima molto prima di iniziare le elementari.

E ho avuto anche un altro figlio, al quale invece a quell'età non importava una cippa della lettura, nemmeno per imitazione della sorella più grande. Poi ha cominciato a interessarsene come gioco, ma senza nessuna curiosità famelica; intorno all'età di cinque anni, aveva sostanzialmente capito il meccanismo della lettura, e scribacchiava parole semplici in maniera comprensibile, ma non glien'è mai importato così tanto.

Entrambi sono stati mandati regolarmente in prima elementare nell'anno anagrafico "giusto", e non si è mai minimamente posto per nessuno dei due il dubbio se mandarli in anticipo o no.

Adesso sono adolescenti, e nessuno dei due è un genio strepitoso, ma nessuno dei due mostra segni di DSA...


Ultima modifica di paniscus_2.1 il Lun Gen 07, 2019 9:54 pm, modificato 1 volta
Torna in alto Andare in basso
paniscus_2.1



Messaggi : 1353
Data d'iscrizione : 31.10.17

MessaggioTitolo: Re: Assistente alla comunicazione / Docente di sostegno   Lun Gen 07, 2019 9:51 pm

Ire ha scritto:
Il discorso che fa prosecco è proprio che lei mettere bene obbligo scolastico a tre anni per tutti perché quelli che non vanno alla materna arrivano a sei anni e SEMBRANO dsa (nel senso che non sanno fare nulla, immagino)

Ok, questo l'ho capito, ma quanti sono questi fantomatici bambini che arrivano direttamente alle elementari a sei anni senza mai essere stati alla materna?

Ripeto, io non ne conosco nessuno, da svariati decenni.

Al massimo ci potrà essere qualcuno che non ha iniziato subito a tre anni, ma magari a quattro... o qualcuno che non è andato a una scuola pubblica strutturata, ma in qualche asilo o spazio-giochi privato, con tempi ridotti, ma comunque qualche forma di pre-scuola l'hanno fatta tutti.

Questa contestazione ostinata mi sembra un discorso di chi non lavora realmente alle elementari da parecchi anni.
Torna in alto Andare in basso
michetta

avatar

Messaggi : 5415
Data d'iscrizione : 17.08.11

MessaggioTitolo: Re: Assistente alla comunicazione / Docente di sostegno   Lun Gen 07, 2019 9:54 pm

paniscus, sono perfettamente d'accordo con te. Anch'io non sono stata anticipataria e mia mamma ha fatto un gran bene a fare questa scelta.
Torna in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 10297
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioTitolo: Re: Assistente alla comunicazione / Docente di sostegno   Mar Gen 08, 2019 8:39 am

Paniscus probabilmente è il fatto che siano davvero pochi che mette in risalto la differenza tra di loro. Ma non è questo il discorso. Come facevi bene notare tu, essere DSA non è non sapere. I bambini che arrivano alle primarie senza essere mai andati alla materna sono semplicemente bambini cui si deve insegnare e che nel giro di 3-4 mesi recuperano alla grande tutto quello che gli altri sanno già fare. Trovo assurdo pensare di inserire l'obbligatorietà della materna
Torna in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
 
Assistente alla comunicazione / Docente di sostegno
Torna in alto 
Pagina 4 di 4Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Sostegno-
Vai verso: