Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividi | 
 

 PETIZIONE E RICORSI CONTRO BLOCCO TRIENNALE DELLA MOBILITA'

Andare in basso 
Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, ... 11, 12, 13  Seguente
AutoreMessaggio
causaeffetto



Messaggi : 321
Data d'iscrizione : 23.06.16

MessaggioTitolo: PETIZIONE E RICORSI CONTRO BLOCCO TRIENNALE DELLA MOBILITA'   Ven Nov 23, 2018 3:03 pm

Promemoria primo messaggio :

PETIZIONE CONTRO IL BLOCCO TRIENNALE DELLA MOBILITA'

FIRMATE E FATE FIRMARE CONTRO QUESTA ENNESIMA LIMITAZIONE VESSATORIA CHE IL NUOVO GOVERNO SI STA APPRESTANDO AD APPROVARE NEI CONFRONTI DI TUTTI I DOCENTI DI RUOLO CHE CHIEDENDO LA MOBILITA' SI VEDRANNO POI BLOCCATI PER 3 ANNI

FIRMATE E FATE FIRMARE:

https://www.petizioni24.com/petizione_contro_blocco_triennale_della_mobilita_per_i_docenti









....


Ultima modifica di causaeffetto il Sab Dic 29, 2018 6:48 pm, modificato 1 volta
Torna in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
sempreconfusa1



Messaggi : 3487
Data d'iscrizione : 05.08.11

MessaggioTitolo: Re: PETIZIONE E RICORSI CONTRO BLOCCO TRIENNALE DELLA MOBILITA'   Mar Dic 04, 2018 11:34 pm

causaeffetto ha scritto:
io rispetto tutti i punti di vista ma resto  dell' idea che bloccare la mobiilità generi troppo sofferenza  che inevitabilmente compromette la possibilità di svolgere  serenamente  il proprio lavoro  e questo ricade negativamente  sugli alunni oltre  che essere fonte di grave disagio per il lavoratore e di sofferenza per lui e per la sua famiglia.

è la legge di causa-effetto , il male genera altro male che poi si ripercuote su tutti, il benessere individuale del lavoratore coincide con il benessere sociale. In definitiva  il "punto di vista" del lavoratore non  confligge con quello sociale ma anzi coincide.

non capire questo è stata la grave colpa  scontata poi dal governo di Renzi, adesso speriamo che qualcosa cambi se non vogliamo sempre più regredire nelle barbarie sociali continuando a limitare e togliere i diritti ai lavoratori passando da un governo all'altro...

ma questo è un discorso che può valere in senso lato, e che riguarda tutto il mondo del lavoro, figuriamoci allora nel privato, quanto possono essere sfruttati, con aziende che delocalizzano e chiudono i battenti licenziando senza troppe remore...che dovrebbero fare quelli, se tu ritieni che il blocco della mobilità sia il sintomo di un diritto perduto?
Siamo lontani da quel modello di civiltà che descrivi, chissà magari fra qualche generazione, e con una quarta dimensione!
>Tanti si ritrovano a lavorare lontano dalle famiglie, immagino certamente che sia molto pesante, e non voglio sminuire, ma nella scuola, per rimettere le cose a posto, c'è bisogno anche di razionalizzazione, non ci si può limitare alla sfera personale e puntando sull'emotività.
Torna in alto Andare in basso
causaeffetto



Messaggi : 321
Data d'iscrizione : 23.06.16

MessaggioTitolo: Re: PETIZIONE E RICORSI CONTRO BLOCCO TRIENNALE DELLA MOBILITA'   Mer Dic 05, 2018 2:04 am

siamo lontani da quel modello di civiltà che descrivo? e questo perchè altre categorie sono messe peggio?

allora non facciamo confusione, vediamo di mettere ordine:

veniamo da un modello sociale forte di diritti acqusiti nel tempo grazie alle lotte sociali e ai sacrifici fatti dalle generazioni precedenti; diritti che pian piano ci stanno togliendo sotto al naso  a causa della nostra colpevole indifferenze e superficialità, talvolta a causa della nostra mancanza di lungimiranza nel perseguire un vantaggio immediato relativo al nostro piccolo orticello a danno di una visione più generale in cui i principi e i diritti rappresentino dei capisaldi sui cui basare il modello sociale. Possiamo quindi parlare di una  involuzione o regressione  a epoche buie del passato piuttosto che di visione utopistica da conquistare "fra qualche generazione" o in "una quarta dimensione" come tu dici.

siamo talmente rassegnati e  schiacciati dal pensiero del modello dominante neoliberista che tende a sminuirci e negare i nostri diritti che non riusciamo nemmeno più a percepire l'importanza della difesa dei diritti conquistati o a ritenere l' altro persona degna  di essere rispettata.

parli dei lavoratori del privato  sfruttati e licenziati a causa della delocalizzazione...ma è questo un buon motivo per accettare la negazione di diritti e lo   sfruttamento  anche per i lavoratori del pubblico?

secondo il tuo ragionamento il male inflitto ad alcuni non deve essere combattuto ma esteso a tutti gli altri?

dici che non dobbiamo aspirare a difendere i nostri diritti perchè altre categorie non li hanno?

io dico che dobbiamo non solo difendere i nostri diritti ma anche combattere perchè essi vengano estesi alle altre categorie di lavoratori. Non possiamo soggiacere alla logica della "lotta tra poveri" in cui a vincere è la logica dello sfruttamento del lavoratore. Dobbiamo invece combattere lo sfruttamento ovunque esso sia e pretendere il rispetto dei diritti per la nostra categoria ma anche per tutti gli altri lavoratori.

io dico che nella scuola, come in tutti gli altri luoghi di lavoro, c'è bisogno del rispetto della persona, di umanità e non di freddo cinismo.

tu parli di "razionalizzazione" senza emotività e senza tener conto della "sfera personale"...

io "Razionalmente" ti dico che il rispetto della persona e della sua umanità è il punto da cui partire per creare una società migliore...e proprio la scuola dovrebbe essere il luogo principale per affermare un modello sociale dignitoso e migliore per tutti e che non schiacci il singolo.

contro il cieco cinismo ricordo le parole di qualcuno che ha detto : "restiamo umani".

la prossima vittima di questa tendenza all'involuzione dei diritti potresti essere proprio tu.
Torna in alto Andare in basso
arrubiu
Moderatore
Moderatore
arrubiu

Messaggi : 18339
Data d'iscrizione : 24.10.14
Località : Casteddu70

MessaggioTitolo: Re: PETIZIONE E RICORSI CONTRO BLOCCO TRIENNALE DELLA MOBILITA'   Mer Dic 05, 2018 8:54 am

Al di là di questa lunga "tirata", che sostanzialmente condivido, c'è una considerazione che ho già fatto e ripropongo.
Tutto quanto hai scritto qui sopra può essere usato come argomento di chi invece non è di ruolo e aspira alla stabilizzazione, a potersi programmare una vita e così via. Usando le stesse argomentazioni che usi tu a favore della mobilità.
Il punto, che si vede solo se si prova ad astrarre dalla propria condizione personale (io stesso sono fuori provincia e gradirei ottenere mobilità per avvicinarmi a casa), è che sulla base delle stesse argomentazioni si scontrano diritti contrapposti. O vorrai forse dirmi che non è un diritto avere un lavoro stabile, magari dopo anni e anni di precariato?
Per sintetizzare, è sostanzialmente una guerra tra poveri. E l'errore che per me è fondamentale evitare è vedere tutto questo solo da un punto di vista.
Non so quale possa essere la soluzione (idee ne ho ma dubito piacciano a chi sta al governo).
Torna in alto Andare in basso
Stefania Biancani



Messaggi : 4575
Data d'iscrizione : 01.07.16

MessaggioTitolo: Re: PETIZIONE E RICORSI CONTRO BLOCCO TRIENNALE DELLA MOBILITA'   Mer Dic 05, 2018 11:01 am

arrubiu ha scritto:
Al di là di questa lunga "tirata", che sostanzialmente condivido, c'è una considerazione che ho già fatto e ripropongo.
Tutto quanto hai scritto qui sopra può essere usato come argomento di chi invece non è di ruolo e aspira alla stabilizzazione, a potersi programmare una vita e così via. Usando le stesse argomentazioni che usi tu a favore della mobilità.
Il punto, che si vede solo se si prova ad astrarre dalla propria condizione personale  (io stesso sono fuori provincia e gradirei ottenere mobilità per avvicinarmi a casa), è che sulla base delle stesse argomentazioni si scontrano diritti contrapposti. O vorrai forse dirmi che non è un diritto avere un lavoro stabile, magari dopo anni e anni di precariato?
Per sintetizzare, è sostanzialmente una guerra tra poveri. E l'errore che per me è fondamentale evitare è vedere tutto questo solo da un punto di vista.
Non so quale possa essere la soluzione (idee ne ho ma dubito piacciano a chi sta al governo).

Condivido parola per parola.
Il mondo della scuola, specchio della società, è frammentato in categorie che tendono ad opporsi tra loro, fomentate da una classe politica ben poco lungimirante (si tratti del governo attuale o di quelli precedenti, e possiamo andare indietro nel tempo un bel po'). Interesse personale e contrapposizione: una bella miscela per la propaganda elettorale, deleteria per il bene comune.
Beato te che hai delle idee: io nel carrozzone della scuola non saprei dove mettere le mani.
Torna in alto Andare in basso
sempreconfusa1



Messaggi : 3487
Data d'iscrizione : 05.08.11

MessaggioTitolo: Re: PETIZIONE E RICORSI CONTRO BLOCCO TRIENNALE DELLA MOBILITA'   Mer Dic 05, 2018 12:10 pm

Ehh, ma infatti certe tirate sono sempre entusiasmanti, specie se si affermano concetti condivisibili sulla carta, ma che poi per essere realizzabili e concretizzabili hanno bisogno di tempo e di un cambiamento culturale e sociale, e ---appunto---- io facevo riferimento al tempo (in generazioni) e al cambiamento (quarta dimensione) per dire tutto questo. Non certo per mostrare cinismo o rassegnazione!

Magari causaeffetto, nell'enfasi della sua tirata, ha voluto dare la sua personale interpretazione alle mie parole, perché io non ne facevo affatto una questione tra poveri e tra diverse categorie della scuola. E neppure ne facevo un discorso personale, semmai allargavo l'orizzonte a coloro i quali valutano sempre dal loro punto di vista e dal proprio cortile tutti i mali della società.

Se avessi voluto farne un discorso come sopra, avrei detto e io allora da precaria, che sono costretta a vivere con la mia valigia perennemente per poter lavorare? Ecco, questo sarebbe stato un discorso inutile.

Non è che se il blocco della mobilità viene eliminato, improvvisamente i mali della scuola si risolvono, e la società improvvisamente migliora, e tutti smettono di fumare, e sarà natale tutto l'anno, e i ragazzetti che non hanno mai voglia di studiare con la scusa che i prof sono stressati, improvvisamente prendono autonomamente un cavolo di libro e magari cominciano anche a leggere, così come facevo io da piccolina...no no.

Lo so, molte volte sono provocatoria nei modi e in certe risposte, ma l'intento era quello di farne un discorso un pò diverso dal solito "mi sistemo io e quindi tutto a vantaggio della scuola".
Torna in alto Andare in basso
sempreconfusa1



Messaggi : 3487
Data d'iscrizione : 05.08.11

MessaggioTitolo: Re: PETIZIONE E RICORSI CONTRO BLOCCO TRIENNALE DELLA MOBILITA'   Mer Dic 05, 2018 12:33 pm

arrubiu ha scritto:
Al di là di questa lunga "tirata", che sostanzialmente condivido, c'è una considerazione che ho già fatto e ripropongo.
Tutto quanto hai scritto qui sopra può essere usato come argomento di chi invece non è di ruolo e aspira alla stabilizzazione, a potersi programmare una vita e così via. Usando le stesse argomentazioni che usi tu a favore della mobilità.
Il punto, che si vede solo se si prova ad astrarre dalla propria condizione personale  (io stesso sono fuori provincia e gradirei ottenere mobilità per avvicinarmi a casa), è che sulla base delle stesse argomentazioni si scontrano diritti contrapposti. O vorrai forse dirmi che non è un diritto avere un lavoro stabile, magari dopo anni e anni di precariato?
Per sintetizzare, è sostanzialmente una guerra tra poveri. E l'errore che per me è fondamentale evitare è vedere tutto questo solo da un punto di vista.
Non so quale possa essere la soluzione (idee ne ho ma dubito piacciano a chi sta al governo).

e tu scrivile lo stesso :-) proponiti, magari qualcuno le accoglie, anche a scuola.

Tieni comunque presente che non solo potrebbero non piacere a chi sta al governo, ma andando bene a fondo, e come traspare anche dal tuo discorso, anche nella società ci sono certe fratture, e fintanto che si perseguirà soltanto il proprio personale interesse, a discapito di quello comune, scontenterai sempre un bel mucchio di persone, tanto nella scuola come al di fuori della scuola.
Torna in alto Andare in basso
Veronica.P



Messaggi : 742
Data d'iscrizione : 23.08.16

MessaggioTitolo: Re: PETIZIONE E RICORSI CONTRO BLOCCO TRIENNALE DELLA MOBILITA'   Mer Dic 05, 2018 2:52 pm

Qualunque idea costa.
Per il tempo pieno alla primaria in tutto il paese, per le scuole secondarie aperte di pomeriggio con veri potenziamenti dell'offerta formativa oppure per avere compresenze più estese, per sopprimere le classi-pollaio, per esempio, ci vogliono tanti soldi non solo per i docenti in più, ma per strutture, laboratori, mense, ecc. E magari abolire le controriforme della Gelmini, la distruttrice di cattedre.
Ma queste sarebbero le vere soluzioni ai problemi della mobilità e delle assunzioni.
Torna in alto Andare in basso
arrubiu
Moderatore
Moderatore
arrubiu

Messaggi : 18339
Data d'iscrizione : 24.10.14
Località : Casteddu70

MessaggioTitolo: Re: PETIZIONE E RICORSI CONTRO BLOCCO TRIENNALE DELLA MOBILITA'   Mer Dic 05, 2018 2:57 pm

Veronica.P ha scritto:
Qualunque idea costa.
Per il tempo pieno alla primaria in tutto il paese, per le scuole secondarie aperte di pomeriggio con veri potenziamenti dell'offerta formativa oppure per avere compresenze più estese, per sopprimere le classi-pollaio, per esempio, ci vogliono tanti soldi non solo per i docenti in più, ma per strutture, laboratori, mense, ecc. E magari abolire le controriforme della Gelmini, la distruttrice di cattedre.
Ma queste sarebbero le vere soluzioni ai problemi della mobilità e delle assunzioni.
Tempo pieno, riduzione degli alunni per classe e altre cose da te citare non sarebbero "solo" soluzioni ai problemi della mobilità e delle assunzioni ma anche per il miglioramento qualitativo della scuola. Ma come dicevi sono cose che costano, e molto pure, e non vedo all'orizzonte governi intenzionati a investire realmente sul miglioramento della scuola.
Torna in alto Andare in basso
paniscus_2.1



Messaggi : 1474
Data d'iscrizione : 31.10.17

MessaggioTitolo: Re: PETIZIONE E RICORSI CONTRO BLOCCO TRIENNALE DELLA MOBILITA'   Mer Dic 05, 2018 4:22 pm

causaeffetto ha scritto:
cose da pazzi! mordekayn ma un po' di empatia verso i tuoi colleghi non riesci proprio ad averla? parliamo di persone che sono state costrette con il piano di assunzioni di Renzi ad accettare il ruolo lontanissimo da casa a costo di enormi sacrifici che tu nemmeno ti immagini perchè hai avuto la fortuna di avere il ruolo sotto casa e vivere tutta la vita nella bambagia

La lancetta del trollometro si impenna di nuovo.
Torna in alto Andare in basso
paniscus_2.1



Messaggi : 1474
Data d'iscrizione : 31.10.17

MessaggioTitolo: Re: PETIZIONE E RICORSI CONTRO BLOCCO TRIENNALE DELLA MOBILITA'   Mer Dic 05, 2018 4:24 pm

causaeffetto ha scritto:
articolo 13 della Dichiarazione universale dei diritti dell'uomo: «Ogni individuo ha il diritto alla libertà di movimento e di residenza».

Ma non c'è scritto che l'individuo in questione ha il diritto a conservare lo stesso identico posto di lavoro di prima, trasferendosi dove gli pare e cambiando residenza come gli pare.
Torna in alto Andare in basso
causaeffetto



Messaggi : 321
Data d'iscrizione : 23.06.16

MessaggioTitolo: Re: PETIZIONE E RICORSI CONTRO BLOCCO TRIENNALE DELLA MOBILITA'   Gio Dic 06, 2018 2:09 am

x paniscus: 1) se consideri troll chi esprime le sue idee e le argomenta ampiamente allora io sono un troll 2) è implicito che la possibilità di trasferirsi e di cambiare residenza sia legata alla conservazione del proprio  lavoro...sarebbe altrimenti assurdo, aberrante o quantomeno involutivo pensare ad una società in cui per cambiare residenza si debba rinunciare al lavoro in cui si sono  investiti gli sforzi   e le passioni di un' intera vita.


Ultima modifica di causaeffetto il Gio Dic 06, 2018 3:00 am, modificato 1 volta
Torna in alto Andare in basso
causaeffetto



Messaggi : 321
Data d'iscrizione : 23.06.16

MessaggioTitolo: Re: PETIZIONE E RICORSI CONTRO BLOCCO TRIENNALE DELLA MOBILITA'   Gio Dic 06, 2018 2:59 am

arrubiu ha scritto:
Veronica.P ha scritto:
Qualunque idea costa.
Per il tempo pieno alla primaria in tutto il paese, per le scuole secondarie aperte di pomeriggio con veri potenziamenti dell'offerta formativa oppure per avere compresenze più estese, per sopprimere le classi-pollaio, per esempio, ci vogliono tanti soldi non solo per i docenti in più, ma per strutture, laboratori, mense, ecc. E magari abolire le controriforme della Gelmini, la distruttrice di cattedre.
Ma queste sarebbero le vere soluzioni ai problemi della mobilità e delle assunzioni.
Tempo pieno, riduzione degli alunni per classe e altre cose da te citare non sarebbero "solo" soluzioni ai problemi della mobilità e delle assunzioni ma anche per il miglioramento qualitativo della scuola. Ma come dicevi sono cose che costano, e molto pure, e non vedo all'orizzonte governi intenzionati a investire realmente sul miglioramento della scuola.

arrubiu tu hai parlato di una contrapposizione d' interessi insolubile invece Veronica.p ha appena indicato come  sia possibile conciliare virtuosamente gli interessi delle varie parti (che in definitiva coincidono con l'interesse collettivo).

esistono vari modi di risolvere i problemi alcuni buoni e altri cattivi; quando per risolvere determinati problemi si calpestano altre persone e si negano diritti a un'intera categoria allora siamo di fronte a una soluzione cattiva da combattere e accantonare.

le soluzioni positive indicate da veronica.p e da te condivise possono sembrare difficili da realizzare perchè comportano un investimento dello stato nella  scuola pubblica ma sono soluzione buone.

allora  dobbiamo porci il quesito :
accettiamo soluzioni negative e involutive o pretendiamo da chi ci governa di attuare soluzioni positive e virtuose investendo maggiormente nella scuola pubblica, settore cruciale della nostra società?

il governo attuale sta dimostrando che investimenti importanti in operazioni fino a poco fa impensabili(reddito di cittadinanza) siano invece possibili...

perchè non pensare che anche  la scuola, nucleo fondante di una società, sia degna di altrettanta attenzione da parte dello stato?

capisco che il progressivo impoverimento della scuola pubblica  italiana, perpetuato dalle classi dirigenti del passato, possa dare adito al pessimismo ma non credo sia saggio abbandonarsi al pessimismo e al vittimismo appoggiando politiche che sviliscono la dignità e i diritti dei lavoratori della scuola.

abbiamo il dovere di pensare in positivo e di pretendere dai governi che alla scuola e ai docenti  venga data la dignità che meritano così come avviene nelle altre società avanzate.
Torna in alto Andare in basso
paniscus_2.1



Messaggi : 1474
Data d'iscrizione : 31.10.17

MessaggioTitolo: Re: PETIZIONE E RICORSI CONTRO BLOCCO TRIENNALE DELLA MOBILITA'   Gio Dic 06, 2018 7:12 am

causaeffetto ha scritto:
x paniscus: 1) se consideri troll chi esprime le sue idee e le argomenta ampiamente allora io sono un troll 2) è implicito che la possibilità di trasferirsi e di cambiare residenza sia legata alla conservazione del proprio  lavoro...sarebbe altrimenti assurdo, aberrante o quantomeno involutivo pensare ad una società in cui per cambiare residenza si debba rinunciare al lavoro in cui si sono  investiti gli sforzi   e le passioni di un' intera vita.

Veramente tu non stai rivendicando il diritto di "cambiare residenza conservando il lavoro", ma al contrario, di sottoscrivere un contratto di lavoro lontano da casa SENZA cambiare residenza. Cioè, ad esempio, il diritto di occupare un posto di lavoro a Belluno continuando ad abitare a Foggia, senza avere la minima intenzione di trasferirsi a Belluno.
Torna in alto Andare in basso
causaeffetto



Messaggi : 321
Data d'iscrizione : 23.06.16

MessaggioTitolo: Re: PETIZIONE E RICORSI CONTRO BLOCCO TRIENNALE DELLA MOBILITA'   Gio Dic 06, 2018 7:55 am

io sto  rivendicando il diritto alla mobilità senza alcun nuovo vincolo  per i docenti già di ruolo   .. diritto attualmente in vigore.
Torna in alto Andare in basso
SoniaM



Messaggi : 284
Data d'iscrizione : 21.09.11

MessaggioTitolo: Re: PETIZIONE E RICORSI CONTRO BLOCCO TRIENNALE DELLA MOBILITA'   Gio Dic 06, 2018 11:02 am

causaeffetto ha scritto:
io sto  rivendicando il diritto alla mobilità senza alcun nuovo vincolo  per i docenti già di ruolo   .. diritto attualmente in vigore.

Dobbiamo agire e muoverci perché questo diritto non ci venga tolto.
Torna in alto Andare in basso
sempreconfusa1



Messaggi : 3487
Data d'iscrizione : 05.08.11

MessaggioTitolo: Re: PETIZIONE E RICORSI CONTRO BLOCCO TRIENNALE DELLA MOBILITA'   Gio Dic 06, 2018 12:24 pm

causaeffetto ha scritto:
arrubiu ha scritto:
Veronica.P ha scritto:
Qualunque idea costa.
Per il tempo pieno alla primaria in tutto il paese, per le scuole secondarie aperte di pomeriggio con veri potenziamenti dell'offerta formativa oppure per avere compresenze più estese, per sopprimere le classi-pollaio, per esempio, ci vogliono tanti soldi non solo per i docenti in più, ma per strutture, laboratori, mense, ecc. E magari abolire le controriforme della Gelmini, la distruttrice di cattedre.
Ma queste sarebbero le vere soluzioni ai problemi della mobilità e delle assunzioni.
Tempo pieno, riduzione degli alunni per classe e altre cose da te citare non sarebbero "solo" soluzioni ai problemi della mobilità e delle assunzioni ma anche per il miglioramento qualitativo della scuola. Ma come dicevi sono cose che costano, e molto pure, e non vedo all'orizzonte governi intenzionati a investire realmente sul miglioramento della scuola.

arrubiu tu hai parlato di una contrapposizione d' interessi insolubile invece Veronica.p ha appena indicato come  sia possibile conciliare virtuosamente gli interessi delle varie parti (che in definitiva coincidono con l'interesse collettivo).
(...)

il governo attuale sta dimostrando che investimenti importanti in operazioni fino a poco fa impensabili(reddito di cittadinanza) siano invece possibili...

perchè non pensare che anche  la scuola, nucleo fondante di una società, sia degna di altrettanta attenzione da parte dello stato?

capisco che il progressivo impoverimento della scuola pubblica  italiana, perpetuato dalle classi dirigenti del passato, possa dare adito al pessimismo ma non credo sia saggio abbandonarsi al pessimismo e al vittimismo appoggiando politiche che sviliscono la dignità e i diritti dei lavoratori della scuola.

abbiamo il dovere di pensare in positivo e di pretendere dai governi che alla scuola e ai docenti  venga data la dignità che meritano così come avviene nelle altre società avanzate.

no, a me pare che veronica abbia dato soluzioni che possano realizzarsi soltanto pensando un investimento nella scuola pubblica non indifferente, e stai pur certo che non ci sono molti pareri concordi su questo, neanche tra le persone, non solo i politici.
Quanto al reddito di cittadinanza, è tutto da vedere ancora, e tu non ne valuti certo gli effetti concreti...ti stai limitando a portare un esempio che ancora è sulla carta, e io personalmente credo che per come è stato pensato (dopo le elezioni) nemmeno sia positivo. Deluderà tanti, per ciò che io prevedo.
Tra parentesi, se chiedi a chi vorrebbe percepire questo reddito, se fosse disposto a rinunciarvi a favore di maggiori finanziamenti sulla scuola pubblica certamente ti risponderebbe picche, e ti direbbe che per l'istruzione del figlio piuttosto ci penserebbe da solo, basta che finanzi lui.

Dobbiamo pensare che la scuola sia degna di attenzione da parte dello stato? Ma guarda che molti di noi insegnanti già lo pensano, ne hai la prova in tante discussioni anche in questo forum, ma sono altrettanti anche quelli che pensano anche che forse prima viene il proprio diritto a sistemarsi con un posto sicuro e che ancora conceda garanzie per il lavoratore, piuttosto che soffermarsi a pensare come si possa risolvere il pasticcio, anche amministrativo che in questi ultimi decenni di scuola dell'autonomia sta avvenendo.

Ogni categoria rivendica (anche giustamente, per carità) i propri diritti senza però apportare nulla di positivo per il miglioramento dell'intero comparto.
Questo non è un buon esempio, sebbene si parta da un presupposto inopinabile (scongiurare la perdita di un diritto acquisito) si arriva poi a dare una immagine poco nobile dell'intero comparto, e che spiega anche lo sfascio in cui versa.

Dovrei ricordarti allora che anche la libertà dell'individuo trova il suo limite nella misura in cui non leda quella di un altro individuo. Quest'ultimo passaggio raramente si prende in considerazione.

come piccolo ot di precisazione, ti farei invece presente che tutti i troll passati per il forum hanno sempre sostenuto di non esserlo. L'autocertificazione, in questi casi, non fa testo, mai.
Torna in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: PETIZIONE E RICORSI CONTRO BLOCCO TRIENNALE DELLA MOBILITA'   Gio Dic 06, 2018 1:02 pm

omissis


Ultima modifica di Prosecco il Dom Dic 16, 2018 2:13 am, modificato 1 volta
Torna in alto Andare in basso
arrubiu
Moderatore
Moderatore
arrubiu

Messaggi : 18339
Data d'iscrizione : 24.10.14
Località : Casteddu70

MessaggioTitolo: Re: PETIZIONE E RICORSI CONTRO BLOCCO TRIENNALE DELLA MOBILITA'   Gio Dic 06, 2018 2:07 pm

Ma dovete continuare ancora per molto?
Riusciteca rispondere alle domande in topic senza divagare?
Torna in alto Andare in basso
causaeffetto



Messaggi : 321
Data d'iscrizione : 23.06.16

MessaggioTitolo: Re: PETIZIONE E RICORSI CONTRO BLOCCO TRIENNALE DELLA MOBILITA'   Gio Dic 06, 2018 4:33 pm

mi associo alla richiesta  di arrubiu considerendo la polemica sul trollaggio assolutamente fuoriluogo , immotivata e sinceramente poco interessante , restiamo sui temi del topic che mi sembrano molto più appassionanti e sensati. Il confronto educato e civile su questi temi mi è sembrato fin'ora ricco di spunti molto interessanti...

ribadisco che la mia posizione è quella del rispetto e della difesa dei diritti di tutti e del tentativo di mettere in luce come sia possibile trovare soluzioni virtuose  che possano condurre all'affermazione dei diritti di tutti contribuendo al contempo a realizzare effettivi "miglioramenti qualitativi" della scuola superando eventuali interessi di parte  e sterili contrapposizioni che non fanno altro che indebolire la categoria della scuola e di conseguenza l'intera società...a tal proposito Veronica.p aveva indicato saggiamente alcune possibili soluzioni virtuose che io condivido e apprezzo...

ribadisco anche che è proprio la difesa dei DIRITTI di TUTTI  ciò che mi sta a cuore di più, e credo debba stare a cuore a TUTTI...
Torna in alto Andare in basso
causaeffetto



Messaggi : 321
Data d'iscrizione : 23.06.16

MessaggioTitolo: Re: PETIZIONE E RICORSI CONTRO BLOCCO TRIENNALE DELLA MOBILITA'   Gio Dic 06, 2018 4:48 pm

SoniaM ha scritto:
causaeffetto ha scritto:
io sto  rivendicando il diritto alla mobilità senza alcun nuovo vincolo  per i docenti già di ruolo   .. diritto attualmente in vigore.

Dobbiamo agire e muoverci perché questo diritto non ci venga tolto.

sono completamente d'accordo con te !

intanto possiamo far circolare questa petizione e  mettere in risalto la questione...

registro con molto favore la notizia pubblicata su questo sito seconda la quale il sindacato della UIL negherebbe la sua firma al contratto se questo BLOCCO  alla mobilità venisse confermato.

anche il sindacato ANIEF si è detto contrario al BLOCCO e pronto a intervenire per vie legali...

in passato avevano fatto mancare il proprio appoggio al contratto lo SNALS CONFSAL e la FED. GILDA UNAMS
Torna in alto Andare in basso
sempreconfusa1



Messaggi : 3487
Data d'iscrizione : 05.08.11

MessaggioTitolo: Re: PETIZIONE E RICORSI CONTRO BLOCCO TRIENNALE DELLA MOBILITA'   Gio Dic 06, 2018 5:13 pm

A parte il fatto che ho scritto una lenzuolata in topic e solo due righe off topic, e la solita risponde a me (io scrivevo a causa effetto) con una lenzuolata sull' off topic, e vorrei dunque in qualche modo rivolgermi ad arrubiu e a paniscus (su quanto scriveva nell'altro thread) dicendo che a volte è impossibile lasciar perdere, specialmente quando nel forum non c'è un solo nick sospetto, ma addirittura una marea, alcuni dei quali si dilettano cambiando sembianza ogni quarto d'ora.  O peggio ancora, andando a cancellare tutte le risposte on un dialogo,come se si fosse visionari, e fino a quel momento si avesse dialogato da soli. Dunque un po' di difficoltà la trovo.

Qualche volta mi riesce, qualche volta meno.

Restando in tema, non ne facevo neanche un discorso di sindacato, vabbé. Se è per questo certi sindacati propongono anche tantissimi ricorsi per dirimere varie problematiche, ma non tutti io li condivido. Vabbé, causaeffetto non ha capito cosa intendevo. Diritti per tutti è uno slogan.  Quanti colleghi conosci, causaeffetto, che riescono a scioperare per i diritti di altri colleghi? Di solito, ciascuna categoria si batte soltanto per difendere quelli che interessano alla propria di appartenenza.

Comunque auguri per la battaglia.


Ultima modifica di sempreconfusa1 il Gio Dic 06, 2018 5:32 pm, modificato 3 volte
Torna in alto Andare in basso
causaeffetto



Messaggi : 321
Data d'iscrizione : 23.06.16

MessaggioTitolo: Re: PETIZIONE E RICORSI CONTRO BLOCCO TRIENNALE DELLA MOBILITA'   Gio Dic 06, 2018 5:18 pm

x sempreconfusa1: l' osservazione del male non è il motivo per condividere o accettare  il male ma al contrario per combatterlo. Grazie per gli auguri e a te auguro di essere un po' meno confusa...


Ultima modifica di causaeffetto il Gio Dic 06, 2018 5:30 pm, modificato 2 volte
Torna in alto Andare in basso
sempreconfusa1



Messaggi : 3487
Data d'iscrizione : 05.08.11

MessaggioTitolo: Re: PETIZIONE E RICORSI CONTRO BLOCCO TRIENNALE DELLA MOBILITA'   Gio Dic 06, 2018 5:20 pm

causaeffetto ha scritto:
x sempreconfusa1: l' osservazione del male non è il motivo per condividere o accettare  il male ma al contrario per combatterlo. Grazie per gli auguri.

veramente sono stata anche molto concreta in certi passaggi, non sto solo osservando, ma tu hai glissato su certi passaggi molto concreti, non considerandoli. vabbé
Torna in alto Andare in basso
sempreconfusa1



Messaggi : 3487
Data d'iscrizione : 05.08.11

MessaggioTitolo: Re: PETIZIONE E RICORSI CONTRO BLOCCO TRIENNALE DELLA MOBILITA'   Gio Dic 06, 2018 5:36 pm

visto che hai corretto, inserendo la postilla sulla mia presunta confusione, o causaeffetto, mi sapresti anche indicare in quale punto del mio discorso di evince tale confusione?
Torna in alto Andare in basso
SoniaM



Messaggi : 284
Data d'iscrizione : 21.09.11

MessaggioTitolo: Re: PETIZIONE E RICORSI CONTRO BLOCCO TRIENNALE DELLA MOBILITA'   Gio Dic 06, 2018 6:36 pm

causaeffetto ha scritto:
SoniaM ha scritto:
causaeffetto ha scritto:
io sto  rivendicando il diritto alla mobilità senza alcun nuovo vincolo  per i docenti già di ruolo   .. diritto attualmente in vigore.

Dobbiamo agire e muoverci perché questo diritto non ci venga tolto.

sono completamente d'accordo con te !

intanto possiamo far circolare questa petizione e  mettere in risalto la questione...

registro con molto favore la notizia pubblicata su questo sito seconda la quale il sindacato della UIL negherebbe la sua firma al contratto se questo BLOCCO  alla mobilità venisse confermato.

anche il sindacato ANIEF si è detto contrario al BLOCCO e pronto a intervenire per vie legali...

in passato avevano fatto mancare il proprio appoggio al contratto  lo  SNALS CONFSAL e la FED. GILDA UNAMS

Secondo me dovremmo farci sentire, anche perché io dei sindacati non mi fido per niente
Torna in alto Andare in basso
 
PETIZIONE E RICORSI CONTRO BLOCCO TRIENNALE DELLA MOBILITA'
Torna in alto 
Pagina 2 di 13Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, ... 11, 12, 13  Seguente

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Mobilità, utilizzazioni, assegnazioni provvisorie, graduatoria interna istituto-
Vai verso: