Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividi | 
 

 Normativa e voti per certificati

Andare in basso 
AutoreMessaggio
aquilegia



Messaggi : 273
Data d'iscrizione : 22.05.14

MessaggioTitolo: Normativa e voti per certificati   Sab Dic 08, 2018 9:30 pm

Gli allievi certificati vanno accolti considerando ovviamente le particolari problematiche di ciascuno, secondo le diverse misure previste dalla normativa, a seconda che siano tutelati dalla 104, dalla 170 oppure che siano semplicementi stati individuati a vario titolo come Bes.

Domanda: esiste una norma che impone di non assegnare voti inferiori al 5 per queste tre categorie?

Non faccio riferimento al voto finale dell'anno, naturalmente, o allo scrutinio del primo periodo, ma ad un semplice episodio (un compito) in un percorso più ampio, in cui si cerca di incoraggiare e valorizzare quanto possibile, anche alla luce di un momento non positivo, che può essere ritenuto solo un mero punto di partenza.
Torna in alto Andare in basso
Prosecco

avatar

Messaggi : 285
Data d'iscrizione : 29.03.18

MessaggioTitolo: Re: Normativa e voti per certificati   Dom Dic 09, 2018 2:09 am

omissis


Ultima modifica di Prosecco il Dom Dic 16, 2018 2:28 am, modificato 1 volta
Torna in alto Andare in basso
Nadie

avatar

Messaggi : 93
Data d'iscrizione : 04.09.16

MessaggioTitolo: Re: Normativa e voti per certificati   Dom Dic 09, 2018 9:54 am

Non credo esista una norma a riguardo (magari qualcuno più esperto potrà confermare o smentire) ma sinceramente valutare un ragazzo dal 5 in su mi sembra fortemente scorretto in primis nei confronti del ragazzo stesso. Bisogna cercare di renderli autonomi non regalargli i voti facendogli credere che va tutto bene.
Per DSA e BES ho la pelle d'oca al solo pensiero di non poter mettere meno di 5. Perchè scusa? quale valenza educativa avrebbe?
Torna in alto Andare in basso
Davide

avatar

Messaggi : 4088
Data d'iscrizione : 26.03.11

MessaggioTitolo: Re: Normativa e voti per certificati   Dom Dic 09, 2018 10:54 am

Io, da docente di sostegno da 15 anni, penso che un 5 sia già insufficiente quindi non penso serva mettere un 4 a un DVA certificato. La prova è già insufficiente. E anche qua ci sarebbe da fare un lungo discorso, già fatto, e che non ripeto. (preparo una prova individualizzata per il mio alunno certificato DVA con sostegno sulle sue potenzialità e prende 5, qualcosa non è stato calibrato bene dal docente, ma qua mi fermo). Detto ciò per i DSA e BES bisogna sempre valutare l'efficacia di un voto SOTTO il 5. Ha una valore infierire con 4 su uno studente che ha difficoltà CERTIFICATE? Sì, no, forse?
Nessuno ti vieta di farlo, ma valuta bene l'opportunità di tale voto, in cosa tale voto motiva? incoraggia? Un 5 forse lo tiri su, un 4 o 3 difficilmente.... Valutare sempre dunque il valore formativo del voto negativo.
Non è vietato, ma anche valutare bene non è una cosa facile.
Torna in alto Andare in basso
Prosecco

avatar

Messaggi : 285
Data d'iscrizione : 29.03.18

MessaggioTitolo: Re: Normativa e voti per certificati   Dom Dic 09, 2018 11:35 am

omissis


Ultima modifica di Prosecco il Dom Dic 16, 2018 2:28 am, modificato 1 volta
Torna in alto Andare in basso
aquilegia



Messaggi : 273
Data d'iscrizione : 22.05.14

MessaggioTitolo: Re: Normativa e voti per certificati   Dom Dic 09, 2018 12:18 pm

Grazie di cuore per le vostre preziose opinioni! :-)
Torna in alto Andare in basso
Nadie

avatar

Messaggi : 93
Data d'iscrizione : 04.09.16

MessaggioTitolo: Re: Normativa e voti per certificati   Dom Dic 09, 2018 3:23 pm

Davide ha scritto:
Io, da docente di sostegno da 15 anni, penso che un 5 sia già insufficiente quindi non penso serva mettere un 4 a un DVA certificato. La prova è già insufficiente. E anche qua ci sarebbe da fare un lungo discorso, già fatto, e che non ripeto. (preparo una prova individualizzata per il mio alunno certificato DVA con sostegno sulle sue potenzialità e prende 5, qualcosa non è stato calibrato bene dal docente, ma qua mi fermo). Detto ciò per i DSA e BES bisogna sempre valutare l'efficacia di un voto SOTTO il 5. Ha una valore infierire con 4 su uno studente che ha difficoltà CERTIFICATE? Sì, no, forse?
Nessuno ti vieta di farlo, ma valuta bene l'opportunità di tale voto, in cosa tale voto motiva? incoraggia? Un 5 forse lo tiri su, un 4 o 3 difficilmente.... Valutare sempre dunque il valore formativo del voto negativo.
Non è vietato, ma anche valutare bene non è una cosa facile.

Parto dal presupposto che si parli di studenti con programmazione per obiettivi minimi, perchè il tuo discorso Davide, andrebbe bene solo per una programmazione differenziata. In quel caso devi preparare le verifiche sulle sue potenzialità, ma se deve diplomarsi come gli altri (superiori per intendersi) non condivido affatto quello che hai scritto.
Inoltre avere difficoltà certificate non vuol dire che ti è permesso non studiare, tanto prendi comunque 5. Io nella mia carriera ho dato anche 3 a studenti DVA e mai mi è stato contestato nulla, nè dai genitori, nè dai docenti di sostegno men che meno dal DS.

ps Ricordo che la media aritmetica per la valutazione non esiste, ricordiamoci che noi VALUTIAMO, non misuriamo.
Torna in alto Andare in basso
PrimulaVera



Messaggi : 162
Data d'iscrizione : 02.09.15
Località : Toscana

MessaggioTitolo: Re: Normativa e voti per certificati   Dom Dic 09, 2018 4:13 pm

Nadie, concordo con te.
Torna in alto Andare in basso
Davide

avatar

Messaggi : 4088
Data d'iscrizione : 26.03.11

MessaggioTitolo: Re: Normativa e voti per certificati   Dom Dic 09, 2018 7:45 pm

Nadie ha scritto:
Davide ha scritto:
Io, da docente di sostegno da 15 anni, penso che un 5 sia già insufficiente quindi non penso serva mettere un 4 a un DVA certificato. La prova è già insufficiente. E anche qua ci sarebbe da fare un lungo discorso, già fatto, e che non ripeto. (preparo una prova individualizzata per il mio alunno certificato DVA con sostegno sulle sue potenzialità e prende 5, qualcosa non è stato calibrato bene dal docente, ma qua mi fermo). Detto ciò per i DSA e BES bisogna sempre valutare l'efficacia di un voto SOTTO il 5. Ha una valore infierire con 4 su uno studente che ha difficoltà CERTIFICATE? Sì, no, forse?
Nessuno ti vieta di farlo, ma valuta bene l'opportunità di tale voto, in cosa tale voto motiva? incoraggia? Un 5 forse lo tiri su, un 4 o 3 difficilmente.... Valutare sempre dunque il valore formativo del voto negativo.
Non è vietato, ma anche valutare bene non è una cosa facile.

Parto dal presupposto che si parli di studenti con programmazione per obiettivi minimi, perchè il tuo discorso Davide, andrebbe bene solo per una programmazione differenziata. In quel caso devi preparare le verifiche sulle sue potenzialità, ma se deve diplomarsi come gli altri (superiori per intendersi) non condivido affatto quello che hai scritto.
Inoltre avere difficoltà certificate non vuol dire che ti è permesso non studiare, tanto prendi comunque 5. Io nella mia carriera ho dato anche 3 a studenti DVA e mai mi è stato contestato nulla, nè dai genitori, nè dai docenti di sostegno men che meno dal DS.

ps Ricordo che la media aritmetica per la valutazione non esiste, ricordiamoci che noi VALUTIAMO, non misuriamo.

Tu fai il caso specifico del 5 anno e del diploma, a parte quella annualità c'è tutto un panorama formativo di 12 anni che va dalle elementari , alle medie, al biennio e al triennio. Solo come ultimo passo si arriva alla maturità e come dovresti sapere pochi DVA arrivano a tale traguardo, molti si fermano al biennio e ai corsi CFP. Ripeto: il voto deve essere valutato secondo il reale valore educativo che da esso può scaturire. Dare un 3 così gratuitamente a un DVA non lo condivido. La verifica non era individualizzata. I docenti universitari del corso di sostegno ci dicevano chiaramente che bisogna lavorare sulle potenzialità dei DVA, fare una verifica i cui risultati sono un 3 non ha senso. Su cosa hai preparato l'alunno? Su quali abilità e potenzialità? Detto ciò, se proprio è negativa allora il 5 è già un voto che significa insufficiente. Anche qua, qual è il valore formativo di dire a un DVA che "SEI GRAVEMENTE INSUFFICIENTE, NON POTEVI ANDARE PEGGIO". Ricordo ancora la mia prof.ssa di didattica speciale: "I disabili sanno già che non sono come gli altri, sanno già che non sanno fare le cose come gli altri, perchè ripeterglielo e farglielo notare ogni volta che c'è l'occazione? Lo sanno già." Parole sante.
Detto ciò questo è il mio orientamento generale, e come sempre sottolineo che ogni caso è a sè, ogni situazione non è uguale alle altre. I nostri discorsi astratti su casistiche non note come sempre hanno dei limiti.
Torna in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 10268
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioTitolo: Re: Normativa e voti per certificati   Dom Dic 09, 2018 9:03 pm

Prosecco ha scritto:
Nadie ha scritto:
Per DSA e BES ho la pelle d'oca al solo pensiero di non poter mettere meno di 5. Perchè scusa? quale valenza educativa avrebbe?

Da noi, la docente che coordina la commissione inclusione, sostiene che matematicamente dando un 4 tra i voti che fanno media, ad uno studente con documentanti problemi d'apprendimento, significa NON permettergli alcuna possibilità di recupero.
Quando un BES o DSA prende 5 dovrà poi prendere un 7 per recuperare.
Se gli date 4 pensate davvero che quell'alunno abbia capacità tali da poter recuperare, ossia di prendere poi un 8 ?
Con un 4, mettiamo quell'alunno in condizioni di NON poter raggiungere la sufficienza nemmeno se poi si impegnasse con tutte le sue forze. Per questo noi un 4 educativo perché si è rifiutato di provarci, lo mettiamo nei voti che NON fanno media.

Ovviamente dipende dai singoli casi specifici perché se l'alunno ha capacità intellettive tali da poter prendere anche 8 quando si impegna, il 4 glielo si può tranquillamente dare quando se lo merita. Però sono casi che vanno presi in esame uno per uno facendo molta attenzione perché il voto non sia un solo mero calcolo numerico del punteggio raggiunto in una prova che peraltro dovrebbe essere già predisposta perché sia affrontabile dal ragazzino DSA o BES, ma deve spesso educarlo ad impegnarsi, non certo mortificarlo prendendo atto che verrà comunque e sempre sconfitto nonostante ci si applichi con sincerità.

Forse non vi corrisponde perché voi siete alle superiori ed io alla primaria ?
Capisco se stai insegnando per esempio ad un liceo e quindi NON puoi far credere al ragazzino ed alla sua famiglia di poter conseguire un titolo di studio per il quale assolutamente non ha le capacità, ma se parliamo di scuola primaria, scuola media o persino di indirizzi di studi professionali (importanti anche quelli, ma più abbordabili per chi deve ottemperare all'obbligo scolastico), abbiamo il dovere di educare col voto all'impegno, NON DI MORTIFICARE dando chiara l'idea che sarà comunque e sempre un insuccesso per lui studiare ed impegnarsi con tutte le sue forze. E' in quest'ottica che si stendono i piani di studio individualizzati, perché il sicuro insuccesso e quindi l'abbattersi dicendo "studiare ed impegnarmi non conta a nulla perché sono duro e non capisco niente" non siano pensieri contemplabili dal disabile che DEVE sapere che a scuola, come nella vita, si può e si deve fare del proprio meglio sempre.

Con questo concordo che NON si possano regalare diplomi di maturità liceali o addirittura lauree, ma anche questi ragazzi devono ottemperare all'obbligo scolastico, nella tipologia di scuola più consona alle loro disabilità, ma devono: quindi non rendiamogli la vita più crudele di quanto già non lo sia e sfruttiamo questi anni per educarli ad impegnarsi, ad IMPEGNARSI SEMPRE.

Ripeto, ogni caso va valutato singolarmente perché c'è anche il DSA che stranamente va molto bene in una materia e non in tutte le altre o a volte a sprezzi di genialità superando con voti eccellenti alcune prove. Il piano individualizzato è da tenere sempre ben d'occhio con gli alunni BES e DSA in generale.


tutto questo significa che la valutazione dell'alunno è una media matematica di voti?
Torna in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Marechiaro



Messaggi : 1191
Data d'iscrizione : 22.09.15

MessaggioTitolo: Re: Normativa e voti per certificati   Dom Dic 09, 2018 9:53 pm

Davide ha scritto:
Io, da docente di sostegno da 15 anni, penso che un 5 sia già insufficiente quindi non penso serva mettere un 4 a un DVA certificato. La prova è già insufficiente. E anche qua ci sarebbe da fare un lungo discorso, già fatto, e che non ripeto. (preparo una prova individualizzata per il mio alunno certificato DVA con sostegno sulle sue potenzialità e prende 5, qualcosa non è stato calibrato bene dal docente, ma qua mi fermo). Detto ciò per i DSA e BES bisogna sempre valutare l'efficacia di un voto SOTTO il 5. Ha una valore infierire con 4 su uno studente che ha difficoltà CERTIFICATE? Sì, no, forse?
Nessuno ti vieta di farlo, ma valuta bene l'opportunità di tale voto, in cosa tale voto motiva? incoraggia? Un 5 forse lo tiri su, un 4 o 3 difficilmente.... Valutare sempre dunque il valore formativo del voto negativo.
Non è vietato, ma anche valutare bene non è una cosa facile.

Davide, ci sono anche alunni ADA che non fanno un cappero di niente.
Perché a loro dovrei dare lo stesso voto (5) di altri ugualmente ADA che però fanno quello che possono, impegnandosi?
Basta poi con l'incolpare il docente...
Torna in alto Andare in basso
Davide

avatar

Messaggi : 4088
Data d'iscrizione : 26.03.11

MessaggioTitolo: Re: Normativa e voti per certificati   Dom Dic 09, 2018 10:15 pm

Mai paragonare gli alunni, ancor più i DVA. Chi ti ha insegnato a farlo? Io non paragono mai nessuno. Ogni alunno è a sè. Punto. Il docente curricolare dovrebbe fare qualcosa, ma spesso delega al sostegno che diventa tuttologo.
Torna in alto Andare in basso
Nadie

avatar

Messaggi : 93
Data d'iscrizione : 04.09.16

MessaggioTitolo: Re: Normativa e voti per certificati   Lun Dic 10, 2018 2:57 pm

Davide ha scritto:


Tu fai il caso specifico del 5 anno e del diploma
Assolutamente no, io considero il caso in cui l'alunno debba alla fine del percorso prendere un diploma o un qualsiasi titolo che presupponga obiettivi minimi (diploma o corso IeFP, i CFP li lascerei fuori perchè ci sarebbe molto da discutere.

Citazione :
Dare un 3 così gratuitamente a un DVA non lo condivido. La verifica non era individualizzata.

La verifica era assolutamente individualizzata, strutturata in modo completamente diverso dalle altre (come faccio abitualmente) e con obiettivi formativi diversi ed appropriati al ragazzo, pur rispettando gli obiettivi minimi.

Citazione :
I docenti universitari del corso di sostegno ci dicevano chiaramente che bisogna lavorare sulle potenzialità dei DVA, fare una verifica i cui risultati sono un 3 non ha senso. Su cosa hai preparato l'alunno? Su quali abilità e potenzialità? Detto ciò, se proprio è negativa allora il 5 è già un voto che significa insufficiente. Anche qua, qual è il valore formativo di dire a un DVA che "SEI GRAVEMENTE INSUFFICIENTE, NON POTEVI ANDARE PEGGIO".

Non ti viene neanche il dubbio che un DVA possa non studiare come un qualsiasi studente? (e capita molto spesso, fidati) E se anche non si trattasse di studio, esistono programmazioni differenziate laddove l'alunno non riuscisse a raggiungere gli obiettivi minimi. Io non regalo i voti, per me è altamente diseducativo anche anzi forse soprattutto per un alunno DVA.
Torna in alto Andare in basso
Marechiaro



Messaggi : 1191
Data d'iscrizione : 22.09.15

MessaggioTitolo: Re: Normativa e voti per certificati   Gio Dic 13, 2018 11:03 pm

Davide ha scritto:
Mai paragonare gli alunni, ancor più i DVA. Chi ti ha insegnato a farlo? Io non paragono mai nessuno. Ogni alunno è a sè. Punto. Il docente curricolare dovrebbe fare qualcosa, ma spesso delega al sostegno che diventa tuttologo.

Anche quand'ero su sostegno se un alunno DVA non s'impegnava seguivo lo stesso ragionamento.
Non sono buonista come te, scusami. Non avrei certo fatto il bene dell'alunno regalandogli dei voti che non meritava.
Torna in alto Andare in basso
Marechiaro



Messaggi : 1191
Data d'iscrizione : 22.09.15

MessaggioTitolo: Re: Normativa e voti per certificati   Gio Dic 13, 2018 11:06 pm

P.s E magari sii un po' meno supponente, che non hai la verità in tasca.
Torna in alto Andare in basso
@melia

avatar

Messaggi : 2220
Data d'iscrizione : 12.07.15
Età : 59
Località : Padova

MessaggioTitolo: Re: Normativa e voti per certificati   Ven Dic 14, 2018 7:40 pm

Nadie ha scritto:
Non ti viene neanche il dubbio che un DVA possa non studiare come un qualsiasi studente? (e capita molto spesso, fidati) E se anche non si trattasse di studio, esistono programmazioni differenziate laddove l'alunno non riuscisse a raggiungere gli obiettivi minimi. Io non regalo i voti, per me è altamente diseducativo anche anzi forse soprattutto per un alunno DVA.
Credo che il problema principale sia il DVA ad obiettivi minimi che non è in grado di raggiungerli e dovrebbe essere avviato ad una programmazione differenziata. Non è possibile far capire alla famiglia le reali possibilità dello studente davanti ad una pagella con solo alcuni 5 finti, che in realtà sono dei 3.

Torna in alto Andare in basso
 
Normativa e voti per certificati
Torna in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» visione dei voti delle singole prove d'esame - terza media
» Voti e insegnante sostegno
» ESENZIONE M50 - COSA E' CAMBIATO DAL 22 MARZO PER ORA NEL LAZIO
» Bocciatura per assenze...
» normativa bocciature

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Sostegno-
Vai verso: