Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
» A QUANTO AMMONTA l aumento ....
Oggi alle 3:06 pm Da malibustacy

» Scelta ambito FIT da GMRE 2018
Oggi alle 2:57 pm Da Delfi.1

» trasferimento e blocco triennale
Oggi alle 2:57 pm Da pppp

» percorso 24 cfu Pegaso
Oggi alle 2:47 pm Da Martina_AQ

» il preside e' ...
Oggi alle 2:46 pm Da Scuola70

» sembra copiato
Oggi alle 2:44 pm Da Davide

» Insegnamento per Ingegnere TLC VO
Oggi alle 2:44 pm Da eres77

» Congedo: per forza 30 gg al 100% prima di quello al 30%
Oggi alle 2:26 pm Da giobbe

» Riscatto laurea agevolata
Oggi alle 2:25 pm Da Davide

Link sponsorizzati
Condividi | 
 

 problema con genitori

Andare in basso 
Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente
AutoreMessaggio
Nella2011



Messaggi : 107
Data d'iscrizione : 22.09.11

MessaggioTitolo: problema con genitori   Lun Dic 17, 2018 8:17 pm

Promemoria primo messaggio :

Buonasera, a settembre ho preso incarico su sostegno in una scuola superiore. Sin da subito ho instaurato un buon rapporto con lo studente, ma non con i genitori. Molti colleghi mi raccontavano spiacevoli fatti accaduti in passato con i genitori.
Adesso mi trovo in una posizione spiacevole perchè ahimè ho aggiornato il PEI in forma di bozza esplicitando dei comportamenti dello studente. Nonostante mi sia dispiaciuta questa cosa non è stata accettata. Adesso il DS vuole che le scriva una lettera di chiarimenti per l'accaduto ritenuto molto grave. Cosa che farò.
Solo che mi stanno facendo pressioni per ogni cosa e sto male.
Cosa mi consigliate? Devo rivolgermi ai sindacati? Quali sono i miei diritti? Devo essere continuamente posta sotto processo?
Grazie

Torna in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
russele



Messaggi : 589
Data d'iscrizione : 06.03.12

MessaggioTitolo: Re: problema con genitori   Gio Dic 20, 2018 1:48 pm

Scusami. Immagino che la lettura del pei sia avvenuta in un consiglio di classe di cui c'è verbale. Quindi il cdc ha approvato ció che hai scritto. L'alunno è in una classe e non è cosa tua. Ergo l'intero cdc dovrebbe rispondere alle richieste della famiglia. Quantomeno sottoscrivere questa lettera di cui parli. E ció soprattutto se si tratta di situazioni che hanno portato al grave episodio di cui parli. Anche in questo caso, immagino ci sia una memoria..Insisto sulle carte perché sono, purtroppo, le uniche che ci salvano xxxx.
Torna in alto Andare in basso
docente63



Messaggi : 1034
Data d'iscrizione : 11.06.13

MessaggioTitolo: Re: problema con genitori   Gio Dic 20, 2018 5:24 pm

Il Dirigente dovrebbe tutelarti ... e invece si scarica su di te!!!! Ne so qualcosa.
Ascolta il mio consiglio: se puoi vattene subito,  oppure mettiti in malattia. Altrimenti ti viene, la malattia. Lasciali perdere tutti. Se non capiscono cosa significa lavorare in modo coscienzioso, non valgono il tuo impegno e dispiaceri.
Torna in alto Andare in basso
PrimulaVera



Messaggi : 174
Data d'iscrizione : 02.09.15
Località : Toscana

MessaggioTitolo: Re: problema con genitori   Gio Dic 20, 2018 5:26 pm

E' esattamente la situazione che sto vivendo io! E' un classico del sostegno, visto e rivisto. E ogni volta fa male. Cosa consigliate? Apro anche un altro post Come tutelarsi contro un possibile ricorso al TAR.
Torna in alto Andare in basso
Prosecco

avatar

Messaggi : 424
Data d'iscrizione : 29.03.18

MessaggioTitolo: Re: problema con genitori   Gio Dic 20, 2018 7:00 pm

omissis


Ultima modifica di Prosecco il Sab Dic 22, 2018 12:41 am, modificato 1 volta
Torna in alto Andare in basso
PrimulaVera



Messaggi : 174
Data d'iscrizione : 02.09.15
Località : Toscana

MessaggioTitolo: Re: problema con genitori   Gio Dic 20, 2018 8:20 pm

La bozza è stata firmata dai colleghi e poi proposta ai genitori che non sono venuti a firmare. Nessuno scontro frontale! Non hanno intenzione di firmare un PEI differenziato e basta. Vogliono gli obiettivi minimi, ma il ragazzo non ce la farà mai. A giugno sarà bocciato e zac …. ricorso!
Torna in alto Andare in basso
arrubiu
Moderatore
Moderatore
avatar

Messaggi : 17246
Data d'iscrizione : 24.10.14
Località : Casteddu70

MessaggioTitolo: Re: problema con genitori   Gio Dic 20, 2018 8:23 pm

Ricorso perché? L'importante è mettere in pratica quanto scritto nel pei e documentare tutto.
Torna in alto Andare in basso
paniscus_2.1



Messaggi : 1378
Data d'iscrizione : 31.10.17

MessaggioTitolo: Re: problema con genitori   Gio Dic 20, 2018 9:23 pm

arrubiu ha scritto:
Ricorso perché? L'importante è mettere in pratica quanto scritto nel pei e documentare tutto.

Credo che alla base ci sia la convinzione diffusa e consolidata che il solo pensiero della possibilità di un tentativo di ricorso sia una iattura sempre e comunque, anche quando non è fondato su alcuna base plausibile e quindi sarà sicuramente perso.

Tutti noi docenti (e anche i dirigenti) dovremmo sapere molto bene che, se gli obblighi formali sono stati rispettati, e se tutto è stato documentato in maniera corretta, NON si deve aver paura dei ricorsi, perché questi non potranno essere accolti.

E invece puntualmente arrivano i timori del ricorso in quanto tale, anche se è infondato... e l'unica strategia considerata immaginabile è quella di evitare qualsiasi possibile situazione che possa far venire voglia alla famiglia di fare ricorso, cioè quella di accontentare la famiglia in tutto e per tutto, e basta.

Torna in alto Andare in basso
PrimulaVera



Messaggi : 174
Data d'iscrizione : 02.09.15
Località : Toscana

MessaggioTitolo: Re: problema con genitori   Ven Dic 21, 2018 3:40 pm

Con 11/12 materie tutti gli adempimenti formali non possono essere sistematicamente rispettati. E' per questo che i ricorsi al TAR sono quasi sempre vinti dal ricorrente. Se i genitori del mio alunno non cedono e ottengono il PEI ad obiettivi minimi, ia giugno il ragazzo sarà bocciato. L'avvocato della famiglia spulcerà tutti i documenti per portarli al giudice. Il PDF ed il PEI saranno perfetti, le programmazioni ad obiettivi minimi spettacolari, ma nella pratica .... Tutte le griglie di valutazione dei compiti in classe saranno sempre in regola? Le interrogazioni saranno sempre programmate? Gli argomenti delle prove saranno dettagliati? Le mappe concettuali fornite e coerenti con la prova? ecc. NO. Assolutamente no. In giro c'è troppa faciloneria e impreparazione. Ed ecco fatto.
La mia domanda è: quali sono i punti deboli più nascosti? Io ho pensato ai più evidenti.
Torna in alto Andare in basso
lunatica2014



Messaggi : 217
Data d'iscrizione : 07.07.14

MessaggioTitolo: Re: problema con genitori   Ven Dic 21, 2018 9:23 pm

Nella2011 ha scritto:
Buonasera, a settembre ho preso incarico su sostegno in una scuola superiore. Sin da subito ho instaurato un buon rapporto con lo studente, ma non con i genitori. Molti colleghi mi raccontavano spiacevoli fatti accaduti in passato con i genitori.
Adesso mi trovo in una posizione spiacevole perchè ahimè ho aggiornato il PEI in forma di bozza esplicitando dei comportamenti dello studente. Nonostante mi sia dispiaciuta questa cosa non è stata accettata. Adesso il DS vuole che le scriva una lettera di chiarimenti per l'accaduto ritenuto molto grave. Cosa che farò.
Solo che mi stanno facendo pressioni per ogni cosa e sto male.
Cosa mi consigliate? Devo rivolgermi ai sindacati? Quali sono i miei diritti? Devo essere continuamente posta sotto processo?
Grazie


In caso simile, di genitori che non vogliono firmare per la differenziata, lo abbiamo risolto facendo un GLHO con l'equipe multidisciplinare, neuropsichiatra, ecc, che hanno spiegato tutto.

Torna in alto Andare in basso
paniscus_2.1



Messaggi : 1378
Data d'iscrizione : 31.10.17

MessaggioTitolo: Re: problema con genitori   Ven Dic 21, 2018 9:26 pm

lunatica2014 ha scritto:
In caso simile, di genitori che non vogliono firmare per la differenziata, lo abbiamo risolto facendo un GLHO con l'equipe multidisciplinare, neuropsichiatra, ecc, che hanno spiegato tutto.

E a seguito di tale impegno collettivo, i genitori si sono convinti?
Torna in alto Andare in basso
lunatica2014



Messaggi : 217
Data d'iscrizione : 07.07.14

MessaggioTitolo: Re: problema con genitori   Sab Dic 22, 2018 10:28 pm

paniscus_2.1 ha scritto:
lunatica2014 ha scritto:
In caso simile, di genitori che non vogliono firmare per la differenziata, lo abbiamo risolto facendo un GLHO con l'equipe multidisciplinare, neuropsichiatra, ecc, che hanno spiegato tutto.

E a seguito di tale impegno collettivo, i genitori si sono convinti?

Si certo
Torna in alto Andare in basso
paniscus_2.1



Messaggi : 1378
Data d'iscrizione : 31.10.17

MessaggioTitolo: Re: problema con genitori   Sab Dic 22, 2018 10:52 pm

lunatica2014 ha scritto:
paniscus_2.1 ha scritto:
lunatica2014 ha scritto:
In caso simile, di genitori che non vogliono firmare per la differenziata, lo abbiamo risolto facendo un GLHO con l'equipe multidisciplinare, neuropsichiatra, ecc, che hanno spiegato tutto.

E a seguito di tale impegno collettivo, i genitori si sono convinti?

Si certo

Ah, 'mbe', avete semplicemente avuto fortuna.

Se i genitori si fossero impuntati a non voler firmare per il PEI differenziato, non ci sarebbe stato verso di obbligarli.
Torna in alto Andare in basso
arrubiu
Moderatore
Moderatore
avatar

Messaggi : 17246
Data d'iscrizione : 24.10.14
Località : Casteddu70

MessaggioTitolo: Re: problema con genitori   Sab Dic 22, 2018 10:58 pm

Oggi mi hanno raccontato di una caso analogo: firmato pei differenziato, ma ora i genitori si sono resi conto che così sarebbe difficile trovare un lavoro e quindi stanno chiedendo un passaggio agli obiettivi minimi (che l'alunna non è in grado di fare, nel modo più assoluto).
Torna in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 10297
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioTitolo: Re: problema con genitori   Dom Dic 23, 2018 8:31 am

Caro arrubiu i genitori hanno il diritto di provarci e la scuola ha il dovere di consentire anche quello e mantenere nervi saldi, e direi anche cuore saldo, proponendo davvero gli obiettivi minimi con bocciatura se non raggiunti
Parlo di nervi perché sicuramente da qualche parte arriverebbero pressioni per promuovere comunque questa persona e parlo di cuore perché oggettivamente
dispiace dire di no


Ultima modifica di Ire il Dom Dic 23, 2018 5:11 pm, modificato 1 volta
Torna in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Scuola70



Messaggi : 1177
Data d'iscrizione : 28.02.14

MessaggioTitolo: Re: problema con genitori   Dom Dic 23, 2018 9:33 am

Ire, dispiace che cosa? A che cosa diresti di no?! Ma scrivere messaggi sintatticamente più coerenti non è proprio il caso?
Torna in alto Andare in basso
Online
Prosecco

avatar

Messaggi : 424
Data d'iscrizione : 29.03.18

MessaggioTitolo: Re: problema con genitori   Dom Dic 23, 2018 1:56 pm

omissis


Ultima modifica di Prosecco il Dom Dic 23, 2018 10:35 pm, modificato 1 volta
Torna in alto Andare in basso
Scuola70



Messaggi : 1177
Data d'iscrizione : 28.02.14

MessaggioTitolo: Re: problema con genitori   Dom Dic 23, 2018 3:05 pm

Ma se la famiglia è preoccupata per l'inserimento del figlio disabile nella società e nel mondo lavorativo, perché condannare il fatto che non vogliono un PEI differenziato? Non siamo ipocriti, sappiamo tutti che se si esce dal percorso formativo con un semplice attestato di frequenza o con la dichiarazione che si è seguita una programmazione completamente differenziata poi non si riesce a trovare lavoro in nessun ambito, poiché viene solo certificata la gravità dell'handicap e non le eventuali competenze raggiunte.
Torna in alto Andare in basso
Online
paniscus_2.1



Messaggi : 1378
Data d'iscrizione : 31.10.17

MessaggioTitolo: Re: problema con genitori   Dom Dic 23, 2018 3:54 pm

Scuola70 ha scritto:
Ma se la famiglia è preoccupata per l'inserimento del figlio disabile nella società e nel mondo lavorativo, perché condannare il fatto che non vogliono un PEI differenziato? Non siamo ipocriti, sappiamo tutti che se si esce dal percorso formativo con un semplice attestato di frequenza o con la dichiarazione che si è seguita una programmazione completamente differenziata poi non si riesce a trovare lavoro in nessun ambito, poiché viene solo certificata la gravità dell'handicap e non le eventuali competenze raggiunte.

Non si condanna il fatto che non vogliano il pei differenziato, semmai si condanna (o almeno, si critica) la pretesa che il figlio segua il programma curricolare e che però abbia diritto alla promozione garantita comunque, anche se oggettivamente non ce la fa. In tali casi, il loro robusto contributo all'ipocrisia ce lo mettono anche le famiglie...
Torna in alto Andare in basso
PrimulaVera



Messaggi : 174
Data d'iscrizione : 02.09.15
Località : Toscana

MessaggioTitolo: Re: problema con genitori   Dom Dic 23, 2018 4:45 pm

Un diploma ad obiettivi minimi senza sostanza si scopre subito nel mondo del lavoro. Allora, perché non lavorare sull'autostima, sulla socializzazione e le altre autonomie? Cinque anni di benessere contro cinque anni di inferno. A scuola e a casa.
Torna in alto Andare in basso
carla75

avatar

Messaggi : 5099
Data d'iscrizione : 26.10.10

MessaggioTitolo: Re: problema con genitori   Dom Dic 23, 2018 5:02 pm

PrimulaVera ha scritto:
Con 11/12 materie tutti gli adempimenti formali non possono essere sistematicamente rispettati. E' per questo che i ricorsi al TAR sono quasi sempre vinti dal ricorrente. Se i genitori del mio alunno non cedono e ottengono il PEI ad obiettivi minimi, ia giugno il ragazzo sarà bocciato. L'avvocato della famiglia spulcerà tutti i documenti per portarli al giudice. Il PDF ed il PEI saranno perfetti, le programmazioni ad obiettivi minimi spettacolari, ma nella pratica .... Tutte le griglie di valutazione dei compiti in classe saranno sempre in regola? Le interrogazioni saranno sempre programmate? Gli argomenti delle prove saranno dettagliati? Le mappe concettuali fornite e coerenti con la prova? ecc. NO. Assolutamente no. In giro c'è troppa faciloneria e impreparazione. Ed ecco fatto.
La mia domanda è: quali sono i punti deboli più nascosti? Io ho pensato ai più evidenti.
Art. 15, comma 5,ordinanza ministeriale 90/2001:
Qualora un Consiglio di classe intenda adottare la valutazione differenziata di cui sopra, deve darne immediata notizia alla famiglia fissandole un termine per manifestare un formale assenso, in mancanza del quale la modalità valutativa proposta si intende accettata. In caso di diniego espresso, l.alunno non può essere considerato in situazione di handicap ai soli fini della valutazione, che viene effettuata ai sensi dei precedenti artt.12 e 13.

Se la famiglia non accetta la programmazione differenziata il ragazzo farà lo stesso compito in classe degli altri e le stesse verifiche degli altri con le stesse identiche griglie di valutazione. Non si parlerà più di obiettivi minimi ma di obiettivi curriculari e quindi il TAR dovrà andare a spulciare programmazioni e griglie della classe, non del Pei.
Torna in alto Andare in basso
carla75

avatar

Messaggi : 5099
Data d'iscrizione : 26.10.10

MessaggioTitolo: Re: problema con genitori   Dom Dic 23, 2018 5:05 pm

paniscus_2.1 ha scritto:
Scuola70 ha scritto:
Ma se la famiglia è preoccupata per l'inserimento del figlio disabile nella società e nel mondo lavorativo, perché condannare il fatto che non vogliono un PEI differenziato? Non siamo ipocriti, sappiamo tutti che se si esce dal percorso formativo con un semplice attestato di frequenza o con la dichiarazione che si è seguita una programmazione completamente differenziata poi non si riesce a trovare lavoro in nessun ambito, poiché viene solo certificata la gravità dell'handicap e non le eventuali competenze raggiunte.

Non si condanna il fatto che non vogliano il pei differenziato, semmai si condanna (o almeno, si critica) la pretesa che il figlio segua il programma curricolare e che però abbia diritto alla promozione garantita comunque, anche se oggettivamente non ce la fa. In tali casi, il loro robusto contributo all'ipocrisia ce lo mettono anche le famiglie...
E tu andresti a certificare con una tua firma un diploma ad un ragazzo che ha una disabilità cognitiva grave? Lo sai che in Italia esistono concorsi per soli titoli? Pensa Semplicemente al personale ATA. basta fare una domanda E dimostrare di avere un diploma . Un conto è voler aiutare un ragazzo che ha delle difficoltà, un conto è andare a certificare che quel ragazzo può fare l'impiegato in una scuola. L'errore più grande è che noi insegnanti non siamo penalmente perseguibile per i titoli falsi che diamo. O meglio, lo siamo ma per il momento non mi risulta che qualcuno abbia pensato di denunciarci.


Ultima modifica di carla75 il Lun Dic 24, 2018 10:54 am, modificato 2 volte
Torna in alto Andare in basso
carla75

avatar

Messaggi : 5099
Data d'iscrizione : 26.10.10

MessaggioTitolo: Re: problema con genitori   Dom Dic 23, 2018 5:17 pm

Ah, scusate, per fare l'insegnante di sostegno nelle scuole superiori in terza fascia basta il diploma dell'alberghiero, di un altro professionale o di un tecnico , poiché valevole come titolo di accesso per gli ITP
Torna in alto Andare in basso
Davide

avatar

Messaggi : 4145
Data d'iscrizione : 26.03.11

MessaggioTitolo: Re: problema con genitori   Lun Dic 24, 2018 11:17 am

Carla, e anche su questo ci sarebbe tanto da dire. Vedasi ricorrenti ITP (quindi solo diplomati professionali) alcuni con sentenza favorevole per titolo come ABILITANTE, ora in 2^ fascia di istituto, quindi con priorità assoluta sui laureati, per i posti di sostegno. Nel mio istituto ci sono 2 ragazzi di 20 e 21 anni, chiamati su sostegno, quindi a supportare ragazzi di 3 o 4 anni più giovani di loro, su materie quali lettere, matematica, lingua straniera... Non discuto sulla buona volontà e impegno dei giovanissimi colleghi, ma bisogna avere anche un minimo di background culturale e titoli per avere efficacia. Per seguire un DVA una laurea sarebbe il minimo richiesto visto che sulla carta per seguire un DVA sarebbe richiesta la specializzazione, cosa assai rara.
Torna in alto Andare in basso
Online
PrimulaVera



Messaggi : 174
Data d'iscrizione : 02.09.15
Località : Toscana

MessaggioTitolo: Re: problema con genitori   Lun Dic 24, 2018 4:00 pm

Carla75, grazie! E' il riferimento normativo che mi mancava!
Torna in alto Andare in basso
paniscus_2.1



Messaggi : 1378
Data d'iscrizione : 31.10.17

MessaggioTitolo: Re: problema con genitori   Lun Dic 24, 2018 5:27 pm

carla75 ha scritto:
E tu andresti a certificare con una tua firma un diploma ad un ragazzo che ha una disabilità cognitiva grave? Lo sai che in Italia esistono concorsi per soli titoli? Pensa Semplicemente al personale ATA. basta fare una domanda E dimostrare di avere un diploma . Un conto è voler aiutare un ragazzo che ha delle difficoltà, un conto è andare a certificare che quel ragazzo può fare l'impiegato in una scuola. L'errore più grande è che noi insegnanti non siamo penalmente perseguibile per i titoli falsi che diamo. O meglio, lo siamo ma per il momento non mi risulta che qualcuno abbia pensato di denunciarci.

Non capisco perché si polemizzi con me su una questione del genere, visto che mi sembra di aver sempre dichiarato, in maniera molto esplicita, che io non certifico mai una preparazione falsa o una competenza falsa con la mia firma. E questo non vale solo per i disabili, ma anche per tutti gli altri.

Se sono convinta in coscienza che con me qualcuno abbia risultati insufficienti, lo presento col voto insufficiente, punto e basta.

In caso di disabilità o di dsa, ovviamente, tengo conto della programmazione specifica e uso criteri adeguatamente riscalati, ma se qualcuno continua ad avere risultati insufficienti anche rispetto al pei o al pdp che è stato stilato apposta per lui, l'insufficienza gliela metto lo stesso.

Se poi il resto del consiglio di classe, a maggioranza, vuole trasformare quell'insufficienza in suffcienza, bene, che lo faccia pure: io voto contro, e pretendo che sia scritto sul verbale che ero contraria.

Quindi non mi sento personalmente responsabile di "aver certificato competenze fase con la mia firma".

Le hanno certificate gli altri, contro la mia volontà, non certo io.

In quasi tutti i consigli di classe in cui partecipo, sono una dei pochissimi che si rifiuta categoricamente di alzare le proposte di voto in maniera spontanea, senza passare attraverso il voto di consiglio

(il famoso: "eddàai, passalo a 6 direttamente tu, non ci costringere a votare a maggioranza, in fondo che ti costa?").

Mi costa molto in termini di dignità e di onestà professionale, quindi se volete, provvedete voi, ma la mia firma non la avrete.

E specifico che sto parlando di situazioni che si presentano tutti gli anni, in tutte le classi, anche con ragazzi che non hanno nessuna certificazione, né di handicap né di dsa.

Chiunque non arriva a raggiungere gli obiettivi minimi previsti per la sua specifica situazione (anche se questi obiettivi possono essere diversi a seconda dei casi), io lo presento con l'insufficienza, e non mi vergogno affatto di farlo... se poi vuole pensarci il consiglio di classe a cancellare le mie insufficienze, che faccia pure, basta che sia scritto a verbale che io ero contraria.

Io ho avuto colleghi che si permettevano di dichiarare candidamente che "anche se Pasqualino non ha nessuna certificazione, io lo tratto esattamente come un caso di dsa, e gli do gli stessi strumenti di aiuto previsti per i dsa, perchè sono sicurissimo che lo sia davvero, anche se purtroppo non è medicalmente diagnosticato", oppure, addirittura "a Paoletta propongo richieste talmente tanto facilitate da trattarla di fatto come se avesse un programma differenziato, anche se non ce l'ha, perché altrimenti la dovremmo bocciare!"

La mia complicità non ce l'avranno di sicuro...
Torna in alto Andare in basso
 
problema con genitori
Torna in alto 
Pagina 2 di 4Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Sostegno-
Vai verso: