Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
» Graduatorie con specializzazione su sostegno e cdc debole
Oggi alle 10:26 am Da JaromirJagr

» Piano di studio e cfu
Oggi alle 10:15 am Da iuris81na

» Aggiornamento graduatoria interna istituto!URGENTE
Oggi alle 10:08 am Da Gianfranco

» Certificazioni
Oggi alle 9:50 am Da Emme6

» Malattia fuori sede
Oggi alle 9:13 am Da verdeacqua

» Fasce stipendiali per ricostruzione
Oggi alle 9:05 am Da fradacla

» aspettativa da Settembre 2019
Oggi alle 9:02 am Da fradacla

» Depennamento ITP 2^ FASCIA
Oggi alle 8:57 am Da milla 2

» Titoli concorso
Oggi alle 8:24 am Da fe.de.08

Link sponsorizzati
Condividi | 
 

 il Ministro ha ragione

Andare in basso 
AutoreMessaggio
astronotus



Messaggi : 233
Data d'iscrizione : 18.08.12

MessaggioTitolo: il Ministro ha ragione   Mar Feb 12, 2019 9:45 am

salve
io credo che se il ministro avesse detto che " gli insegnanti del nord sono migliori" non potrei che riconoscere che ha ragione. anche perché "gli insegnanti del Nord" per la stragrande maggioranza sono insegnanti meridionali come me, che si sono fatti carico del peso esistenziale dell'emigrazione e quindi sono più motivati! Per il resto è anche vero che nelle scuole del SUD c'è più la tendenza a laissez faire, le valutazioni alla maturità sono molto più " large" di quelle del Nord. lo so perché ho insegnato qualche anno al sud e perché parlo con tanti colleghi che insegnano in meridione. Per finire credo che la regionalizzazione della scuola rappresenterebbe una positiva evoluzione del nostro sistema educativo, e quindi avanti signor Ministro bene così, lei si sta dimostrando il miglio ministro degli ultimi 25 anni
Torna in alto Andare in basso
herman il lattoniere



Messaggi : 449
Data d'iscrizione : 15.11.17

MessaggioTitolo: Re: il Ministro ha ragione   Mar Feb 12, 2019 5:21 pm

La regionalizzazione della scuola scasserebbe ulteriormente quello che rimane della scuola pubblica statale; in pratica la scuola calabrese funzionerebbe come la sanità calabrese e la scuola lombarda funzionerebbe come la sanità lombarda, accentuando ancora di più le differenze tra chi ha avuto la fortuna di essere nato in una regione rispetto a chi è nato in un'altra.
Riguardo ai commenti sulla scuola meridionale e sui docenti meridionali si tratta di generalizzazioni, da rigettare dunque a prescindere.
Il ministro ha torto e ha torto chiunque, dal meridione, abbia votato un partito che del meridione se ne è sempre strabattuto e continua a strabatterne anche con nuovi alleati di governi.
Torna in alto Andare in basso
mordekayn



Messaggi : 4067
Data d'iscrizione : 19.07.11
Età : 29

MessaggioTitolo: Re: il Ministro ha ragione   Mar Feb 12, 2019 5:35 pm

Si probabilmente un'eventuale regionalizzazione allargherebbe ancora di più il divario tra le regioni.
Quello che molti ignorano (al di là della questione regionalizzazione che è di là da venire) è che di fatto con l'autonomia e il decentramento amministrativo lo stato già ha abbandonato le singole istituzioni scolastiche privandole del supporto degli enti "intermedi" come usp e usr e imbrigliandole al contempo con una burocrazia asfissiante che a volte paralizza le attività scolastiche.

Al di là di questo dato che il divario tra le regioni continua ad aumentare (la scuola è uno dei tanti esempi della divaricazione tra regioni del nord e regioni del sud) che soluzione adottare per il futuro?
Torna in alto Andare in basso
ISKRA84



Messaggi : 161
Data d'iscrizione : 18.03.18

MessaggioTitolo: Re: il Ministro ha ragione   Mar Feb 12, 2019 5:56 pm

Questo signore non capisce molto, infatti ha fatto una carriera sfolgorante, vorrà dire qualcosa o no?
Gli insegnanti scarsi ci sono in ogni scuola. Ormai la scuola italiana è giunta al coma irreversibile, si pensa più al fumo che all'arrosto, è lontana anni luce dalla realtà del mondo del lavoro, i suoi impiegati fanno affari di ogni genere e non c'è alcun controllo degli organi superiori preposti...
Molta responsabilità l'abbiamo anche noi docenti, che lasciamo correre su qualsiasi cosa per menefreghismo ma siamo interessati solo a riempire il portafogli, adulando presidi lestofanti e dittatoriali...
In più aggiungiamo che non ci sono più molti valorisolidi promossi dalle famiglie, dalla Chiesa ecc. Il disastro, quindi, è sotto gli occhi di tutti.
E quando si trova qualche giovane insegnante ai primi anni di carriera con l'argento vivo addosso, che sa fare il suo mestiere, sa appassionare, si cura della crescita morale dei suoi alunni, come se fossero figli suoi, tutti il resto degli insegnanti demotivati e ormai che svolgono solo un lavoro burocraticamente arido, lo prendono di mira e lo fanno diventare anonimo e arido esattamente come loro...
Torna in alto Andare in basso
arrubiu
Moderatore
Moderatore
arrubiu

Messaggi : 17596
Data d'iscrizione : 24.10.14
Località : Casteddu70

MessaggioTitolo: Re: il Ministro ha ragione   Mar Feb 12, 2019 6:06 pm

Torna in alto Andare in basso
 
il Ministro ha ragione
Torna in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Vai verso: