Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Assegnazione alunno/i a docente di sostegno Contatti
Ultimi argomenti
» Cercasi insegnante meccanica A042 Milano
Assegnazione alunno/i a docente di sostegno EmptyOggi alle 12:50 am Da break32

» TFR 17/18
Assegnazione alunno/i a docente di sostegno EmptyOggi alle 12:40 am Da giusy.dg

» periodo di prova c.s. e art.59
Assegnazione alunno/i a docente di sostegno EmptyOggi alle 12:05 am Da milla 2

» livorno primaria posto di inglese
Assegnazione alunno/i a docente di sostegno EmptyIeri alle 11:45 pm Da seasparrow

» chioggia (ve) A012 da adesso al 21/12 / padova
Assegnazione alunno/i a docente di sostegno EmptyIeri alle 11:41 pm Da seasparrow

» si cercano supplenti primaria/infanzia a Roma
Assegnazione alunno/i a docente di sostegno EmptyIeri alle 11:39 pm Da verdeacqua

» Obbligo di firma quotidiano
Assegnazione alunno/i a docente di sostegno EmptyIeri alle 11:38 pm Da seasparrow

» Maternità e congedo.
Assegnazione alunno/i a docente di sostegno EmptyIeri alle 11:36 pm Da peadp

» mantova e pavia tre posti A042
Assegnazione alunno/i a docente di sostegno EmptyIeri alle 11:32 pm Da seasparrow

Link sponsorizzati

Condividi
 

 Assegnazione alunno/i a docente di sostegno

Andare in basso 
AutoreMessaggio
visualdrome

visualdrome

Messaggi : 557
Data d'iscrizione : 25.09.11
Località : Pescara

Assegnazione alunno/i a docente di sostegno Empty
MessaggioTitolo: Assegnazione alunno/i a docente di sostegno   Assegnazione alunno/i a docente di sostegno EmptyLun Set 16, 2019 11:30 am

Ciao a tutti,
sono un neo.immesso in ruolo su sostegno da concorso 2018.

Il GLI (un gruppetto di 2/3 insegnanti) vorrebbe assegnarmi il classico caso molto grave (DOP, sempre fuori dalla classe, uso delle mani, incontinenza...) in quanto:
1) si da per scontato che il ragazzo necessiti di una figura maschile (alza le mani, tocca...)
2) siamo 2 maschi di ruolo e in genere arrivano solo supplenti femmine dalle nomine d terza fascia
3) entrambi (sia io che l'alunno) ultimi arrivati
4) i supplenti precari (lo sono stato anche io, come tutti...) nonostante senza specializzazione, comunque sono conosciuti da anni (io sono appena arrivato in città) e addirittura, nell'assegnazione dei ragazzi, sempre in riferimento ai "futuri" supplenti di terza fascia, sentivo frasi del genere "no lei vuole solo 2 classi", "lei vuole stare qui invece che lì"...)

Lungi da me rifiutare un ragazzo, mi domando se tale scelta può essere:
1) arbitraria, e in questo di chi, del DS? E, sempre in questo caso, posso presentare qualche titubanza (ho studiato, ho 2 specializzazioni di cui una in sostegno, potrei essere utile anche a qualcun altro?)
2) concordata valutando le esigenze della scuola, del ragazzo, le competenze dell'insegnante in particolare e del gruppo di insegnanti di sostegno in generale

Sono riuscito a fatica a introdurmi nella stanza dove 3 insegnanti referenti (di cui 2 uscenti) assegnavano gli alunni agli insegnanti di sostegno, tenendo conto che ora siamo 12 su 30. Lottando sono riuscito a farmi assegnare 3 ore sul ragazzo (le altre 15 verranno coperte 6 da un collega e le restanti dal futuro supplente) 16 su altri comunque considerati gravi.

Temo però che, nonostante sia rimasto fino al salvataggio del file xls e allo spegnimento del computer tutto possa ancora accadere.

Cosa posso fare, senza timore e solo per arrivare ad una decisione matura e mirata (e non solo in base a abitudini e "conoscenze")?

Grazie
Torna in alto Andare in basso
seasparrow



Messaggi : 4319
Data d'iscrizione : 16.01.16
Età : 60
Località : Venezia

Assegnazione alunno/i a docente di sostegno Empty
MessaggioTitolo: Re: Assegnazione alunno/i a docente di sostegno   Assegnazione alunno/i a docente di sostegno EmptyLun Set 16, 2019 5:48 pm

mi sembra la tipica situazione
dove chi puo' comandare lo fa tenendo conto
soltanto dei propri interessi e di quelli dei protetti

potresti fartene una ragione

poi con un buon giro di parole si giustifica la scelta

sono cosi' anche i concorsi universitari

prima e' deciso il nome (con il metodo sopra)

poi si costruisce un concorso su misura stile abito da sartoria

e poi si produce un verbale convincente ;-)))

c'e' chi scappa dall'italia

https://genova.repubblica.it/cronaca/2019/08/17/news/precario_al_san_martino_chirurgo_star_a_londra-233755597/

(82)
Torna in alto Andare in basso
visualdrome

visualdrome

Messaggi : 557
Data d'iscrizione : 25.09.11
Località : Pescara

Assegnazione alunno/i a docente di sostegno Empty
MessaggioTitolo: Re: Assegnazione alunno/i a docente di sostegno   Assegnazione alunno/i a docente di sostegno EmptyLun Set 16, 2019 11:59 pm

Alla fine, forse avrò esagerato un po nel primo incontro, non mi è stato cambiato nulla e l'orario è quello pattuito, almeno in questa prima settimana (che poi è la più difficile a causa della mancanza delle nomine da terza fascia)
Torna in alto Andare in basso
visualdrome

visualdrome

Messaggi : 557
Data d'iscrizione : 25.09.11
Località : Pescara

Assegnazione alunno/i a docente di sostegno Empty
MessaggioTitolo: Re: Assegnazione alunno/i a docente di sostegno   Assegnazione alunno/i a docente di sostegno EmptyLun Set 23, 2019 11:13 pm

Oggi, alla vigilia delle nomine da terza fascia, vengo a sapere cne stanno rivedendo le assegnazioni e probabilmente invece che 3 ore, come pattuito, mi assegneranno 6 ore del caso "pesante" (badante).
Io ovviamente ho protestato in quanto mi sembra ingiusto.

Poco comprensibile che il caso "pesante" (nel quale il compito è ahimè di mera sorveglianza, controllo di incontinenza e a volte ripararsi da qualche tentativo di schiaffo) venga assegnato a me che ho 2 specializzazioni, 2 certificazioni di lingua, neo-immesso in ruolo, e non a docenti di terza fascia, non specializzati con, e non sempre, una semplice laurea. Anche io sono stato in terza fascia e normalmente mi beccavo le 9 classi peggiori dell'istituto (CdC settimanali per sospensioni...).

Ingiusto che il caso "pesante" venga assegnato a me che sto facendo l'anno di prova.

Mi è stato risposto che però la "continuità" viene al primo posto (si tratta di precari "storici" che ogni anno prendono incarico).

1) Se non erro, la continuità di un docente precario a scapito di uno specializzato deve essere richiesta dal DS in unione con la famiglia dello studente.

2) Secondo me non c'entra nulla la continuità: non è che pretendo di avere il caso di uno di questi precari "storici"; chiedo solo che questo caso "pesante" venga assegnato "in parte (6 ore a testa) a questi precari che comunque continueranno ad occuparsi dei "loro" casi, magari con qualche ora in meno.

Domani, o al massimo dopodomani, vorrei andare a parlare con la DS per chiarire.
Grazie per eventuali suggerimenti e motivazioni da portare avanti.
Torna in alto Andare in basso
pasqui74



Messaggi : 475
Data d'iscrizione : 27.05.14

Assegnazione alunno/i a docente di sostegno Empty
MessaggioTitolo: Re: Assegnazione alunno/i a docente di sostegno   Assegnazione alunno/i a docente di sostegno EmptyMar Set 24, 2019 6:59 am

La continuità è previstasolo per i docenti specializzati e cmq senza linee guida neanche applicabile. Mio figlio ha avuto la conferma della docente per pura fortuna.
Torna in alto Andare in basso
eragon



Messaggi : 850
Data d'iscrizione : 23.08.10

Assegnazione alunno/i a docente di sostegno Empty
MessaggioTitolo: Re: Assegnazione alunno/i a docente di sostegno   Assegnazione alunno/i a docente di sostegno EmptyMar Set 24, 2019 8:02 pm

Ci sono delle cose sulle quali voglio farti riflettere:
1)Se è davvero un ragazzo manesco, "che tocca", la scelta di assegnarlo ad un docente uomo mi sembra molto condivisibile;
2)Non si può spezzettare proprio piacimento l'orario di un ragazzo disabile per venire incontro a tutti; credo che le esigenze del ragazzo vengano prima di tutto;
3)L'assegnazione la fa il D.S., sentito magari il referente e cercando di rispettare i criteri per le assegnazioni che "in teoria" sono stabiliti nel Collegio dei Docenti;
4)Il GLI, Gruppo di Lavoro per l'Inclusione non può essere formato da "3 insegnanti", per legge ne fanno parte anche gli operatori ASL quindi quello in cui tu "ti sei infiltrato" era una semplice riunione dove i "vecchi" docenti distribuivano i casi;
5)E' un controsenso la tua richiesta di assegnare un caso così difficile ad un "non specializzato" come a dire che tu sei troppo "specializzato" per beccarti il caso tosto.
6)Da un lato gridi contro il "nonnismo" secondo cui ai nuovi arrivati (TU) vengono assegnati i casi più tosti...ma nell'ultimo tuo post sembri auspicare che sia giusto dare ai nuovi arrivati (GLI ALTRI DI TERZA FASCIA) il caso più difficile.
7)Il criterio della continuità dovrebbe essere il criterio principe (se non si parte da quello!) pertanto se nella tua scuola già si sa che richiameranno molte insegnanti delle scorso anno mi sembra corretto, PER IL DISABILE, che quelle persone continuino a seguire gli alunni dello scorso anno.
Torna in alto Andare in basso
LetiziaF



Messaggi : 1090
Data d'iscrizione : 28.05.14

Assegnazione alunno/i a docente di sostegno Empty
MessaggioTitolo: Re: Assegnazione alunno/i a docente di sostegno   Assegnazione alunno/i a docente di sostegno EmptyMer Set 25, 2019 10:24 pm

alla mia prima esperienza in assoluto sul sostegno, a me non specializzata, capitò uno dei casi più gravi di tutta la scuola, mentre agli specializzati era stato dato il "bonus scelta" del caso...
io ho fatto del mio meglio, ma alla fine chi ci rimette in questi casi? sempre chi sta peggio, cioè lo studente disabile
Torna in alto Andare in basso
visualdrome

visualdrome

Messaggi : 557
Data d'iscrizione : 25.09.11
Località : Pescara

Assegnazione alunno/i a docente di sostegno Empty
MessaggioTitolo: Re: Assegnazione alunno/i a docente di sostegno   Assegnazione alunno/i a docente di sostegno EmptyGio Set 26, 2019 6:57 am

eragon ha scritto:
Ci sono delle cose sulle quali voglio farti riflettere:
1)Se è davvero un ragazzo manesco, "che tocca", la scelta di assegnarlo ad un docente uomo mi sembra molto condivisibile;
2)Non si può spezzettare proprio piacimento l'orario di un ragazzo disabile per venire incontro a tutti; credo che le esigenze del ragazzo vengano prima di tutto;
3)L'assegnazione la fa il D.S., sentito magari il referente e cercando di rispettare i criteri per le assegnazioni che "in teoria" sono stabiliti nel Collegio dei Docenti;
4)Il GLI, Gruppo di Lavoro per l'Inclusione non può essere formato da "3 insegnanti", per legge ne fanno parte anche gli operatori ASL quindi quello in cui tu "ti sei infiltrato" era una semplice riunione dove i "vecchi" docenti distribuivano i casi;
5)E' un controsenso la tua richiesta di assegnare un caso così difficile ad un "non specializzato" come a dire che tu sei troppo "specializzato" per beccarti il caso tosto.
6)Da un lato gridi contro il "nonnismo" secondo cui ai nuovi arrivati (TU) vengono assegnati i casi più tosti...ma nell'ultimo tuo post sembri auspicare che sia giusto dare ai nuovi arrivati (GLI ALTRI DI TERZA FASCIA) il caso più difficile.
7)Il criterio della continuità dovrebbe essere il criterio principe (se non si parte da quello!) pertanto se nella tua scuola già si sa che richiameranno molte insegnanti delle scorso anno mi sembra corretto, PER IL DISABILE, che quelle persone continuino a seguire gli alunni dello scorso anno.
1) alla fine non è vero che tocca, è solo che è un caso psicologicamente impegnativo
2) anzi è uscito fuori proprio il contrario: per meglio assistere questo ragazzo ogni insegnante/operatore dovrebbe fare non più di 1 ora
3) peccato che qui non funziona così; ieri mi ha aperto detto che "per lei va bene se ci mettiamo d'accordo noi"...pensa un po...
4) qui il GLI esiste solo di nome, vedi il punto precedente, qui c'è la £cricca del sostegno" che decide tutto con il criterio del "al mio amico/a gli do..."
5) se il lavoro consiste ne fare il badante...
6) quelli di terza fascia non sono i nuovi arrivati, sono solo non specializzati, nè nella materia nè nel sostegno; cos'è che non è chiaro
7) il problema è la mancanza di conoscenza, se ti interessa: https://www.tecnicadellascuola.it/sostegno-conferma-della-supplenza-solo-se-il-docente-e-specializzato
Torna in alto Andare in basso
visualdrome

visualdrome

Messaggi : 557
Data d'iscrizione : 25.09.11
Località : Pescara

Assegnazione alunno/i a docente di sostegno Empty
MessaggioTitolo: Re: Assegnazione alunno/i a docente di sostegno   Assegnazione alunno/i a docente di sostegno EmptyGio Set 26, 2019 7:07 am

LetiziaF ha scritto:
alla mia prima esperienza in assoluto sul sostegno, a me non specializzata, capitò uno dei casi più gravi di tutta la scuola, mentre agli specializzati era stato dato il "bonus scelta" del caso...
io ho fatto del mio meglio, ma alla fine chi ci rimette in questi casi? sempre chi sta peggio, cioè lo studente disabile
Ed anche qui è la stessa cosa solo che l'ultimo arrivato sono io, docente di ruolo specializzato.
Alla fine il problema non è tanto "chi si becca il caso grave"; il problema è che non c'è chiarezza nei criteri applicati, non c'è criterio di equità nei carichi, comprensivi anche degli impegni scolastici (vedi fare l'anno di prova).
Il problema è che siamo sempre in un Paese dove la convinzione diffusa è quella secondo la quale per stare bene io deve essere un altro a prendersela...
Torna in alto Andare in basso
eragon



Messaggi : 850
Data d'iscrizione : 23.08.10

Assegnazione alunno/i a docente di sostegno Empty
MessaggioTitolo: Re: Assegnazione alunno/i a docente di sostegno   Assegnazione alunno/i a docente di sostegno EmptyGio Set 26, 2019 2:26 pm

visualdrome ha scritto:
eragon ha scritto:
Ci sono delle cose sulle quali voglio farti riflettere:
1)Se è davvero un ragazzo manesco, "che tocca", la scelta di assegnarlo ad un docente uomo mi sembra molto condivisibile;
2)Non si può spezzettare proprio piacimento l'orario di un ragazzo disabile per venire incontro a tutti; credo che le esigenze del ragazzo vengano prima di tutto;
3)L'assegnazione la fa il D.S., sentito magari il referente e cercando di rispettare i criteri per le assegnazioni che "in teoria" sono stabiliti nel Collegio dei Docenti;
4)Il GLI, Gruppo di Lavoro per l'Inclusione non può essere formato da "3 insegnanti", per legge ne fanno parte anche gli operatori ASL quindi quello in cui tu "ti sei infiltrato" era una semplice riunione dove i "vecchi" docenti distribuivano i casi;
5)E' un controsenso la tua richiesta di assegnare un caso così difficile ad un "non specializzato" come a dire che tu sei troppo "specializzato" per beccarti il caso tosto.
6)Da un lato gridi contro il "nonnismo" secondo cui ai nuovi arrivati (TU) vengono assegnati i casi più tosti...ma nell'ultimo tuo post sembri auspicare che sia giusto dare ai nuovi arrivati (GLI ALTRI DI TERZA FASCIA) il caso più difficile.
7)Il criterio della continuità dovrebbe essere il criterio principe (se non si parte da quello!) pertanto se nella tua scuola già si sa che richiameranno molte insegnanti delle scorso anno mi sembra corretto, PER IL DISABILE, che quelle persone continuino a seguire gli alunni dello scorso anno.
1) alla fine non è vero che tocca, è solo che è un caso psicologicamente impegnativo
2) anzi è uscito fuori proprio il contrario: per meglio assistere questo ragazzo ogni insegnante/operatore dovrebbe fare non più di 1 ora
3) peccato che qui non funziona così; ieri mi ha aperto detto che "per lei va bene se ci mettiamo d'accordo noi"...pensa un po...
4) qui il GLI esiste solo di nome, vedi il punto precedente, qui c'è la £cricca del sostegno" che decide tutto con il criterio del "al mio amico/a gli do..."
5) se il lavoro consiste ne fare il badante...
6) quelli di terza fascia non sono i nuovi arrivati, sono solo non specializzati, nè nella materia nè nel sostegno; cos'è che non è chiaro
7) il problema è la mancanza di conoscenza, se ti interessa: https://www.tecnicadellascuola.it/sostegno-conferma-della-supplenza-solo-se-il-docente-e-specializzato
1)Lo avevi detto tu che aveva quell'atteggiamento ma, anche solo fosse manesco, giusto assegnarlo ad un docente uomo;
2)Non so quante ore abbia tra sostegno e assistente all'autonomia, ma proprio per come lo presenti avrebbe proprio bisogno di avere un riferimento sicuro, una figura centrale che gestisca bene i rapporti e faccia da mediatore...voi proponete una decina di figure (per il solo sostegno, più i curricolari arriverete ad una quindicina di persone che ruotano attorno al ragazzo)...da pazzi!
3)Non è che non funziona così, per legge è il D.S. che fa le assegnazioni (e se ne prende la piena responsabilità), nelle scuole più serie il referente fa una proposta alla dirigente che può confermare o meno. L'accordo tra docenti mi lascia perplessi proprio perchè ci dovrebbe essere qualcuno che alla fine fa gli interessi dei disabili!
4)Mi spiace per te;
5)Dolorosa la tua affermazione, soprattutto da un docente specializzato sul sostegno. Anche l'alunno più grave ha potenzialità e ci sono sempre delle aree dove intervenire e dove ottenere dei miglioramenti. Spero tu ti possa rendere conto della gravità della tua affermazione, postata proprio in una sezione del forum dedicata al "sostegno";
6)Ribadisco, proprio in quanto caso difficile, sarebbe opportuno darlo ad un docente specializzato ma, prendo atto, che darlo ad uno specializzato che pensa di dovere fare il badante non sia il massimo della vita. Non so se a taluni la specializzazione sul sostegno la impongano con la pistola puntata alla tempia. Saranno non abilitati e non specializzati i tuoi colleghi di terza fascia ma spero abbiano un approccio maggiormente inclusivo verso i disabili;
7)Ti prego di non postarmi normative che non c'entrano nulla con quello che io ho sostenuto prima: se io referente del sostegno sono sicuro che scorrendo la graduatoria di terza fascia nella mia scuola richiameranno docenti che già avevano lavorato con alcuni ragazzi disabili del mio istituto, io quei casi non li assegno in attesa che richiamino il "vecchio" insegnante. Se dalle immissioni in ruolo mi arriva gente io non do loro dei casi che quasi sicuramente potrebbero essere assegnati ai "vecchi" docenti chiamati dalla graduatorie di istituto. Dai tuoi interventi capisco che sulla questione "continuità" non ti raccapezzi bene: citi normative che nei fatti non sono applicabili (avendo pure l'ardire di accusare qualcuno di poco conoscenza dell'argomento, sic!), pretendi di rompere l'integrità dell'orario di 3 colleghe (tu stesso dici di assegnare il caso a 3 precarie storiche alle quali verrebbero sottratte 6 ore a testa dal proprio caso) solo perchè non riesci a pensare (e da docente di sostegno invece quello è il tuo compito, guarda un po') a come gestire un caso difficile.
Il problema, come giustamente dici tu, è proprio la mancanza di conoscenza:
https://www.malware-site.www/it/comportamenti-problema-e-alleanze-psicoeducative
https://www.apc.it/disturbi/disturbi-eta-evolutiva/oppositivo-provocatorio/disturbo-oppositivo-provocatorio-descrizione-e-terapia/
https://vitautismo.files.wordpress.com/2013/02/toilet-training-by-sara.pdf
https://www.disabili.com/scuola-a-istruzione/articoli-scuola-istruzione/come-prevenire-e-gestire-le-crisi-comportamentali-a-scuola
https://www.malware-site.www/it/tecniche-base-del-metodo-comportamentale
https://www.malware-site.www/it/gestire-i-comportamenti-oppositivoprovocatori?default-group=corsi-in-presenza (questo è un bel corso)
Con i 500 euro (ora che sei di ruolo almeno questa ingiustizia è eliminata) potrai sbizzarrirti!
Torna in alto Andare in basso
visualdrome

visualdrome

Messaggi : 557
Data d'iscrizione : 25.09.11
Località : Pescara

Assegnazione alunno/i a docente di sostegno Empty
MessaggioTitolo: Re: Assegnazione alunno/i a docente di sostegno   Assegnazione alunno/i a docente di sostegno EmptyGio Set 26, 2019 5:17 pm

Ciao, sinceramente non ho voglia di fare tali discussione: non lo dico con o per superiorità.
Evidentemente ci siamo capiti male, mi sarò espresso male: sai com'è sono appena arrivato in una nuova città (spese, caparre, utenze...), nuova scuola (completamente disorganizzata), dove, pour con la certezza che ci resterò "almeno" per 5 anni, nessuno mi ha chiesto nulla (competenze, certificazioni, esperienze, etc etc) salvo dal primo giorno (il 2 settembre) volermi "affibbiare" (in quanto senza criteri trasparenti e chiari e senza un minimo di accordo) i casi in base al mio sesso e all'essere ultimo arrivato (anche se il 2 settembre è un po prima del 25, giorno delle nomine da III fascia).

Anche se ormai ti sei fatto un'idea di me complimentante negativa, ma non fa niente, tanto siamo solo nomi in un forum, l'autismo mi piace: partecipo con i ragazzi a concorsi, faccio libri in CAA.
Se ho parlato di "badante" è perché è così che mi è stato "poi" (non all'inizio) detto di comportarmi per convincermi che in realtà era "comodo" rispetto ad un percorso "A" (pensa un po come ragionano qua...).
Certo che faccio con lui attività: sperimento, lo stimolo, osservo, riporto...

A parte tutto questo, ciò che mi interessa è la tua, come sua (del referente), convinzione che "Se dalle immissioni in ruolo mi arriva gente io non do loro dei casi che quasi sicuramente potrebbero essere assegnati ai "vecchi" docenti chiamati dalla graduatorie di istituto."

Che sicurezza ho che torneranno le stesse persone?
Ma com'è concepibile un principio di continuità sul sostegno in merito ad insegnanti di III fascia non specializzati in presenza di personale specializzato?
In più per le prime 2 settimane li lascio a chi capita...

Ma a che serve allora la specializzazione se chi ha insegnato lo scorso anno, pur senza alcuna specializzazione, ha strategie e metodologie migliori e più efficaci (poiché "conosce" l'alunna/o) rispetto a quelle di un docente specializzato? E e non ti parlo di specializzazione con 6 mesi in più della SISS, specializzato dopo selezione (da 40 siamo rimasti in 5) e 1 anno di corsi esami, laboratori?

Lo chiedo non nel senso lavorativo (che mi sono specializzato a fare se poi...) ma nel senso professionale: ho perso tempo?
Quando io ero in III fascia e insegnavo sulla materia, non mi davano le classi ultime, che dovevano fare l'esame, mi davano prime e seconde...
Torna in alto Andare in basso
LetiziaF



Messaggi : 1090
Data d'iscrizione : 28.05.14

Assegnazione alunno/i a docente di sostegno Empty
MessaggioTitolo: Re: Assegnazione alunno/i a docente di sostegno   Assegnazione alunno/i a docente di sostegno EmptyGio Set 26, 2019 9:15 pm

si su questo sono perfettamente d'accordo con visualdrome... c'è pochissima trasparenza, anzi nessuna... e si cerca di tutelare "chi si conosce già" a discapito della professionalità e dei bisogni dei ragazzi... immagino che al dirigente non interessi niente dalla cosa... mmm (visto che mi pare un percorso già ben avviato questo della "scelta"...)
Torna in alto Andare in basso
Marechiaro



Messaggi : 1449
Data d'iscrizione : 22.09.15

Assegnazione alunno/i a docente di sostegno Empty
MessaggioTitolo: Re: Assegnazione alunno/i a docente di sostegno   Assegnazione alunno/i a docente di sostegno EmptySab Set 28, 2019 1:25 pm

A me da non specializzata furono assegnate 18 ore sullo stesso caso, alunno DOP.
Posso dire, senza inutili ipocrisie, che durante l'anno terribile che ho passato la mia ultima preoccupazione è stata quella di pensare al bene del ragazzo quanto di chiudere al più presto quel bruttissimo episodio della mia vita.
Sono sicura che se anche fossi stata specializzata avrei avuto ugualmente molte difficoltà. La verità è che certi casi sarebbero da affidare ad un'équipe di psicologi e psichiatri e non a un docente, il quale non dev'essere costretto né a fare da badante né da carceriere.
Per cui, Visualdrome, ti capisco perfettamente, al di là della trasparenza e balle varie, perché sono altrettanto sicura che se stessimo parlando di un bambino calmo e tranquillo e con deficit cognitivo/motorio non avresti nemmeno aperto la discussione ovvero te ne saresti fregato della trasparenza...
dimmi se sbaglio.
Torna in alto Andare in basso
Online
visualdrome

visualdrome

Messaggi : 557
Data d'iscrizione : 25.09.11
Località : Pescara

Assegnazione alunno/i a docente di sostegno Empty
MessaggioTitolo: Re: Assegnazione alunno/i a docente di sostegno   Assegnazione alunno/i a docente di sostegno EmptySab Set 28, 2019 3:22 pm

LetiziaF ha scritto:
si su questo sono perfettamente d'accordo con visualdrome... c'è pochissima trasparenza, anzi nessuna... e si cerca di tutelare "chi si conosce già" a discapito della professionalità e dei bisogni dei ragazzi... immagino che al dirigente non interessi niente dalla cosa... mmm (visto che mi pare un percorso già ben avviato questo della "scelta"...)
A parte le teorie, il problema qui (come forse altrove, ma per me è la prima volta che incontro una situazione del genere) è che la DS si disinteressa del tutto adottando la strategia "vedetevela voi". Da qui, ovviamente, a catena e nel tempo si cristallizza una situazione di sfascio, confusione, favoritismo, etc etc esponenziale.

L'ultima è che un collega "vecchio" mi ha confessato che ha scelto 6 ore sul caso che ho anche io a patto di avere l'orario come vuole lui; siamo in 3 ad avere 6 ore sul caso ma questo ragionamento vale solo per lui...

Io ricevo la mattina messaggi su WhattsApp di avvertire "a voce" all'uscita, la mamma di X, sperando di incontrarla sennò bisognerà chiamarla al telefono, che domani alle 2 c' la riunione in NPI...

Marechiaro ha scritto:
...Per cui, Visualdrome, ti capisco perfettamente, al di là della trasparenza e balle varie, perché sono altrettanto sicura che se stessimo parlando di un bambino calmo e tranquillo e con deficit cognitivo/motorio non avresti nemmeno aperto la discussione ovvero te ne saresti fregato della trasparenza...
dimmi se sbaglio.
Cara Marechiaro, per me la trasparenza e chiarezza è alla base dei rapporti, soprattutto di lavoro e ancor di più in un lavoro delicato come il nostro del sostegno; credimi o no se me lo avessero posto in altro modo forse avrei accettato. E non lo dico a caso: il fatto di intestardirmi, inutilmente, nel farmi togliere il caso è stato dovuto soprattutto al fatto che, rendendomi conto giorno per giorno dello stato confusionario, non professionale e pressappochistico del mio istituto, ho maturato la convinzione che il problema sarebbe stato non tanto il caso "difficile" quanto il modo di affrontarlo che infatti è stato affrontato male, per non dirti non sfrontato.
Siamo in una stanza, dove all'inizio non c'era nulla, dove io ho portato qualche "giochino" raccattato in giro (mi sono appena trasferito, altrimenti avrei avuto quelli dei miei figli...), con adiacente un bagno utilizzato per lo più da ragazze (sono in LSU); la stanza ha uscite antipanico e spesso il ragazzo apre e scappa, anche se per pochi metri (ora che è qui da 10 giorni, tra un mese chissà...) ed è utilizzata durante l'anno come laboratorio di cucina (farlo partecipare sarà difficile visto che ogni tanto si diverte a fare i bisogni sulla sedia...).

Tornando alla tua domanda, per me scegliere (affidare il caso a chi?) è importante; pur sapendo che non posso avere di fare la cosa giusta, comunque cerco di valutare quanti più elementi posso (competenze, esigenze, criticità); poi magari la decisione è la stessa di quella che avrei preso senza fare valutazioni ma comunque penso sia giusto farle per ovvi motivi.

Ora aprirò una discussione per informarmi su cosa devo e non devo fare: responsabilità, diritti, etc etc nella gestione di tali casi
Torna in alto Andare in basso
Marechiaro



Messaggi : 1449
Data d'iscrizione : 22.09.15

Assegnazione alunno/i a docente di sostegno Empty
MessaggioTitolo: Re: Assegnazione alunno/i a docente di sostegno   Assegnazione alunno/i a docente di sostegno EmptySab Set 28, 2019 7:01 pm

Non lo so, caro collega, ti lascio il beneficio del dubbio.
Io parlo da docente di materia, ho avuto un'unica esperienza su sostegno (per puro e semplice ripiego e non ho alcun problema ad ammetterlo) che NON ripeterei. Non mi piace com'è gestito il sostegno, non mi piace la scarsa collaborazione che c'è tra i colleghi di materia quando c'è da scaricare la patata bollente e non sono fatta per vivere nell'ansia che mi capiti una specie di psicopatico come purtroppo mi capitò qualche tempo addietro. Gestire la classe, pur con tutte le sue difficoltà, mi riesce senz'altro meglio, anche perché sono totalmente indipendente dai colleghi.
Ti faccio i miei migliori auguri per il tuo a.s.
Torna in alto Andare in basso
Online
seasparrow



Messaggi : 4319
Data d'iscrizione : 16.01.16
Età : 60
Località : Venezia

Assegnazione alunno/i a docente di sostegno Empty
MessaggioTitolo: Re: Assegnazione alunno/i a docente di sostegno   Assegnazione alunno/i a docente di sostegno EmptySab Set 28, 2019 10:01 pm

visualdrome ha scritto:
(...) visto che ogni tanto si diverte a fare i bisogni sulla sedia...

guarda questa te la potevi risparmiare...domandi professionalita' agli altri e poi salti fuori con questa uscita?

Torna in alto Andare in basso
visualdrome

visualdrome

Messaggi : 557
Data d'iscrizione : 25.09.11
Località : Pescara

Assegnazione alunno/i a docente di sostegno Empty
MessaggioTitolo: Re: Assegnazione alunno/i a docente di sostegno   Assegnazione alunno/i a docente di sostegno EmptyDom Set 29, 2019 2:40 am

seasparrow ha scritto:
visualdrome ha scritto:
(...) visto che ogni tanto si diverte a fare i bisogni sulla sedia...

guarda questa te la potevi risparmiare...domandi professionalita' agli altri e poi salti fuori con questa uscita?

Esistono i dispetti tra le persone, tra tutte le persone: per me siamo tutti uguali, persone con disabilità e non. E a volte, per qualcuno il dispetto è fare i bisogni sulla sedia, e per me non c'è nulla di strano e non me la prendo con lui; tranne che cerco di fargli capire che, socialmente parlando, non va bene fare questi dispetti.


Ultima modifica di visualdrome il Dom Set 29, 2019 2:27 pm, modificato 3 volte
Torna in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 68891
Data d'iscrizione : 23.08.10

Assegnazione alunno/i a docente di sostegno Empty
MessaggioTitolo: Re: Assegnazione alunno/i a docente di sostegno   Assegnazione alunno/i a docente di sostegno EmptyDom Set 29, 2019 11:27 am

Calma, se si scrive su un forum pubblico bisogna accettare i commenti di tutti, anche quando non li si condivide.
Torna in alto Andare in basso
visualdrome

visualdrome

Messaggi : 557
Data d'iscrizione : 25.09.11
Località : Pescara

Assegnazione alunno/i a docente di sostegno Empty
MessaggioTitolo: Re: Assegnazione alunno/i a docente di sostegno   Assegnazione alunno/i a docente di sostegno EmptyDom Set 29, 2019 2:25 pm

Chiedo scusa a seasparrow e a tutti: di solito non rispondo a questi tipi di commenti.
Questa volta sono caduto nel tranello.
Grazie dec per la segnalazione e scusa per la perdita di tempo.
Messaggio ripulito.
Torna in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 68891
Data d'iscrizione : 23.08.10

Assegnazione alunno/i a docente di sostegno Empty
MessaggioTitolo: Re: Assegnazione alunno/i a docente di sostegno   Assegnazione alunno/i a docente di sostegno EmptyDom Set 29, 2019 5:16 pm

Bravo.
Torna in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




Assegnazione alunno/i a docente di sostegno Empty
MessaggioTitolo: Re: Assegnazione alunno/i a docente di sostegno   Assegnazione alunno/i a docente di sostegno Empty

Torna in alto Andare in basso
 
Assegnazione alunno/i a docente di sostegno
Torna in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Sostegno-
Vai verso: