Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

"Nativi digitali? Solo il 2 per cento sa valutare le informazioni trovate in Rete."   Contatti
Ultimi argomenti
Link sponsorizzati

Condividi
 

 "Nativi digitali? Solo il 2 per cento sa valutare le informazioni trovate in Rete."

Andare in basso 
AutoreMessaggio
macro



Messaggi : 51
Data d'iscrizione : 06.03.19

"Nativi digitali? Solo il 2 per cento sa valutare le informazioni trovate in Rete."   Empty
MessaggioTitolo: "Nativi digitali? Solo il 2 per cento sa valutare le informazioni trovate in Rete."    "Nativi digitali? Solo il 2 per cento sa valutare le informazioni trovate in Rete."   EmptyMar Nov 05, 2019 3:18 pm

Articolo apparso sul Corriere della sera.

https://www.corriere.it/scuola/medie/cards/nativi-digitali-solo-2-cento-sa-valutare-informazioni-trovate-rete/dicono-prof.shtml

Ciò che è sconcertante non è tanto che solo il 2 per cento dei cosiddetti nativi digitali non sa valutare  le informazioni in internet, ma il fatto che si  correli il nativo digitale con la sua capacità di valutare ciò che trova in internet.

Dice l'articolo: "L’esposizione precoce a Internet non li rende affatto più sgamati, più capaci di distinguere informazioni verificate e fake news"
Io che sono un nativo Gutemberghiano quindi non avrei speranze nel venire a capo delle tante "fake news" che adornano il mondo internettiano....
Ecco, mi viene da dire che gli incompetenti veri sono questi esperti che fanno simili considerazioni. Dico questo in un forum di insegnanti perché il rischio  è che tra questi ultimi si annidino questi esperti, ma anche perché la scuola è sicuramente il luogo in cui si fanno richieste di questo tipo.
La ricerca di livello internazionale citata dall'articolo,  qui in Italia viene facilmente affiancata al contesto INVALSI. Quindi mi viene immediato  pensare che quest'ultima parta da questi dati per costruire i suoi test.
Ma come sarà possibile pensare che se uno usa uno strumento da sempre, possa gestirlo lodevolmente in qualsiasi contesto in cui lo strumento stesso viene usato. E' come dire che se io sono italiano madrelingua riesco a capire bene dove c'è un imbroglio in una legge dello stato o in un documento scientifico!

Essere nativi digitali significa semplicemente essere (con più probabilità) bravi nell'uso della sola "interfaccia digitale". Un bambino di due anni davanti ad uno schermo è facile che faccia la mossa dello"swipe" (girar le pagine)   perchè ha sempre visto fare questo. Un bambino dello scorso secolo, davanti ad uno schermo di oggi,  non farebbe mai un movimento di questo tipo.
Un nativo digitale intuisce che dietro a rettangoli o a parole ci possono essere link ipertestuali che lo portano altrove (quindi clicca o tocca).
I  Franti, gli Enrico o i Garrone del Collodi resterebbero a leggere e poco altro farebbero.

I nativi digitali sanno usare lo strumento informatico nel senso che si interfacciano con abilità, ma facilmente non lo sanno programmare e non necessariamente  sanno vagliare ciò che lo strumento mostra sotto forma di testo o immagini.

Nei nostri politici, dirigenti, formatori c'è una tale incompetenza digitale o c'è un tale "entusiasmo digitale" che prendono lucciole per lanterne quando producono leggi o considerazioni come queste.

L'articolo dice poi: "Da questo punto di vista le scuole, salvo alcune eccezioni (Paesi scandinavi e Corea), sono ancora molto carenti perché in questi anni si è investito molto sugli equipaggiamenti (computer, lavagne digitali e connessioni) ma ancora troppo poco sulla formazione di docenti e studenti."
E' questo sicuramente il caso delle LIM. Ne abbiamo prese  a vagonate e poi stanno lì a far niente, neanche fossero lo swiffer catturapolvere. Il fatto è che gli insegnanti sono ancora degli ...artigiani e non hanno bisogno di certi strumenti per far passare contenuti e valori. Anzi per rendere gli studenti quell'attimo abili con gli strumenti digitali hanno perso di vista contenuti e valori. Fare una raccomandata in posta o mandare una mail certificata richiede conoscenze diverse rispetto alle relative "interfaccia utente" e non rispetto ai contenuti. i contenuti possono rimanere gli stessi.

Questo mio intervento nonostante io sia un gutemberghiano, è vergato elettronicamente e, nel suo formato digitale, è inviato elettronicamente al forum. Il suo tenore sarebbe cambiato se l'avessi inviato su un pezzo di carta?
Forse solo con i segnali di fumo avrei avuto dei problemi....
Saluti da un non nativo digitale.
Torna in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 7219
Data d'iscrizione : 17.01.12

"Nativi digitali? Solo il 2 per cento sa valutare le informazioni trovate in Rete."   Empty
MessaggioTitolo: Re: "Nativi digitali? Solo il 2 per cento sa valutare le informazioni trovate in Rete."    "Nativi digitali? Solo il 2 per cento sa valutare le informazioni trovate in Rete."   EmptyMar Nov 05, 2019 5:40 pm

Assolutamente d'accordo. Essere nativi digitali non ha NULLA a che vedere con la comprensione di un testo scritto (su web, su carta, pergamena, corteccia, muro di bagno di autogrill), quale è una qualunque "informazione su Internet".
Capirei ci si stupisse che non riescano a caricare una pagina web, ma che non sappiano discriminare informazioni vere da informazioni false non dipende dalla competenza digitale.

Possibile però che la fruizione su schermo di un testo scritto incida sulla sua comprensione (come pare abbia inciso il passaggio al rotolo al volume). Troppe le nuove variabili in gioco per non immaginare un cambiamento antropologico, un adattamento del lettore alla nuova fruizione, che possiamo anche immaginare negativo: la possibilità di scorrere, l'impaginazione limitata, perfino la luminosità dello schermo, per non parlare dell'ipertrofia della Rete, dove "uno vale uno" e Cicerone pesa quanto Bombolo
Torna in alto Andare in basso
Cozza

Cozza

Messaggi : 10028
Data d'iscrizione : 08.11.10

"Nativi digitali? Solo il 2 per cento sa valutare le informazioni trovate in Rete."   Empty
MessaggioTitolo: Re: "Nativi digitali? Solo il 2 per cento sa valutare le informazioni trovate in Rete."    "Nativi digitali? Solo il 2 per cento sa valutare le informazioni trovate in Rete."   EmptyMar Nov 05, 2019 5:58 pm

ma certo.
io racconto sempre questo grazioso aneddoto capitatomi in una classe di prima media uno dei primissimi anni in cui era nata wikipedia.
compito: piccola ricerca sulla Nike di Samotracia, scultura greca alata senza braccia e senza testa.
Un ragazzino copincollò paro paro dalla wiki dell'epoca, dove buontemponi scrivevano cose a caso e non c'era nemmeno molta disponibilità a ricontrollare quanto pubblicato. Io strabuzzai gli occhi e gli chiesi la fonte. lui, sereno, porello...e fesso... mi portò la stampata fatta la sera prima: il marito della venere, in un impeto d'ira, le tagliò la testa e le mani per gelosia. ecco perché questa statua è monca e decapitata.
...controllai subito dal pc presente all'epoca solo in sala professori... nessuno aveva ancora corretto la versione pubblicata.
le fonti devono essere attendibili e verificate incrociando almeno tre, o quattro fonti differenti.
lo vado ripetendo a chiunque ormai.
grazie Nike...il raccontino serve sempre e rimane ben impresso!
Torna in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 6374
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

"Nativi digitali? Solo il 2 per cento sa valutare le informazioni trovate in Rete."   Empty
MessaggioTitolo: Re: "Nativi digitali? Solo il 2 per cento sa valutare le informazioni trovate in Rete."    "Nativi digitali? Solo il 2 per cento sa valutare le informazioni trovate in Rete."   EmptyMar Nov 05, 2019 6:16 pm

Mi chiedo da dove viene questo 2%.
Torna in alto Andare in basso
pasqui74



Messaggi : 508
Data d'iscrizione : 27.05.14

"Nativi digitali? Solo il 2 per cento sa valutare le informazioni trovate in Rete."   Empty
MessaggioTitolo: Re: "Nativi digitali? Solo il 2 per cento sa valutare le informazioni trovate in Rete."    "Nativi digitali? Solo il 2 per cento sa valutare le informazioni trovate in Rete."   EmptyMar Nov 05, 2019 7:06 pm

Considerando i miei attuali 175 studenti e il lavoro svolto le scorse settimane io ho una percentuale prossima allo zero, ma il campione non è omogeneo insegno in un professionale.
Torna in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




"Nativi digitali? Solo il 2 per cento sa valutare le informazioni trovate in Rete."   Empty
MessaggioTitolo: Re: "Nativi digitali? Solo il 2 per cento sa valutare le informazioni trovate in Rete."    "Nativi digitali? Solo il 2 per cento sa valutare le informazioni trovate in Rete."   Empty

Torna in alto Andare in basso
 
"Nativi digitali? Solo il 2 per cento sa valutare le informazioni trovate in Rete."
Torna in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Vai verso: