Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 I nuovi numeri dei posti per i TFA

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente
AutoreMessaggio
windmill



Messaggi : 59
Data d'iscrizione : 27.05.11

MessaggioOggetto: I nuovi numeri dei posti per i TFA   Ven Ago 12, 2011 1:44 pm

Promemoria primo messaggio :

Mi piacerebbe ragionare un po' sui nuovi numeri circa i posti disponibili per i TFA nei prossimi anni. In particolare, mi piacerebbe sapere perché in molte regioni siano più alti quelli per la secondaria di II grado rispetto alla secondaria di I grado. Mi risulta, infatti, che nella secondaria di II grado vi siano molti esuberi, a fronte di una secondaria di I grado il cui bilancio è in pareggio, o addirittura, in alcune cdc, con diverse nuove cattedre. Cosa vuol dire? Ho l'impressione che alla fine abbia vinto la voglia di far cassa e si sia tornati alla logica delle vecchie siss, altro che fabbisogno reale tanto strombazzato!
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
ontoteologia



Messaggi : 762
Data d'iscrizione : 11.07.11

MessaggioOggetto: Re: I nuovi numeri dei posti per i TFA   Sab Ago 20, 2011 11:33 am

charman ha scritto:

Il fatto che non ci siamo posti è perchè li occupate voi, certo non posso dirti di farci spazio, ma neanche puoi farmi un colpa per il semplice motivo di essere nato qualche anno dopo, quando tutto era stato appena chiuso.

Fino a qualche anno fa, in molte cdc, i posti erano occupati dai precari. Un caso emblematico è rappresentato dalla A051: si lavorava bene, poi è arrivata la "riforma" e ci sono solo esuberi, cioè docenti di ruolo che han perso il posto. Qui è inutile abilitare, perché non lavorano nemmeno i precari con 250 punti e perché, con la riforma a regime, il numero di esuberi sarà drammatico in ogni singola provincia: nella mia siamo a quota 18 esuberi al secondo anno di riforma. Quanti ce ne saranno tra tre anni, se condiseriamo che in tutti i licei (tranne il classico) c'è stata una riduzione, che nel linguistico il latino si ferma al biennio e che nel liceo delle scienze applicate (che sta prendendo sempre più piede) non si fa latino? Il numero di esuberi totale, considerando anche un forte tasso di pensionamento di 6-7 docenti l'anno, arriverà presumibilmente sulla quarantina, il che vuol dire che affinché un precario venga convocato dalle graduatorie ad esaurimento devono essere prioritariamente sistemati questi quaranta docenti. Campa cavallo che l'erba cresce....
Stessa cosa per musica alle superiori, dove, se possibile, la situazione è ancora più drammatica. E' ancora bella intatta la graduatoria ad esaurimento di prima fascia! Qui non possiamo parlare di precari storici, ma preistorici. Non credi sia drammatico che ci sia gente che, dopo essersi abilitata e dopo una esperienza di 25 anni (perché se hai oltre 300 punti l'anzianità di servizio è quella), resta a spasso? In queste cdc (ma potrei parlare anche della A037, della A036, della A019, della A052...) abilitare è, per me, un reato, perché quando tagli il 30% dei posti totali spazio non ce n'è più. Per altre classi di concorso (A043, A050, A060, A059, A049...) ben venga il TFA, ovviamente a numero chiuso. Così come mi auguro (a testimonianza che l'egoismo non c'entra) che i tieffini possano entrare in GaE, altrimenti sarebbe una netta discriminazione.
Tornare in alto Andare in basso
ontoteologia



Messaggi : 762
Data d'iscrizione : 11.07.11

MessaggioOggetto: Re: I nuovi numeri dei posti per i TFA   Sab Ago 20, 2011 11:42 am

Sweptaway80 ha scritto:

E cmq ontoteologia ha ragione: la laurea è un titolo spendibile non solo nell'insegnamento, l'abilitazione sì. E ha ragione anche sulle private: il 40% dei posti in più per le paritarie è un contingente esagerato perché le paritarie o hanno già abilitati che prima o poi entreranno in ruolo nella statale (quelli che rifiutano il ruolo sono una percentuale minima...) e quindi sono già iscritti in gae, oppure hanno personale non abilitato che potrebbero sostituire con chi è in lista nelle gae...

La quota del 40% serve solo a finanziare le università che, altrimenti, non avrebbero alcun interesse economico a far partire il TFA. Il che dimostra che i posti saranno sballati.
Tornare in alto Andare in basso
charman



Messaggi : 3084
Data d'iscrizione : 07.11.09
Località : san benedetto del tronto

MessaggioOggetto: Re: I nuovi numeri dei posti per i TFA   Sab Ago 20, 2011 12:51 pm

I dati che fornite sono errati. Non è il 40% in più per le paritarie, ma il 30% in più. Voi potete dire ciò che volete, ma non riesco a capire di cosa vi preoccupate o di cosa avete paura.
@ontoteologia: da quanto dici sei una persona preparata (selezionata tra centinaia di candidati), avrai anche molto servizio e quindi punteggio, da cosa deriva questo rancore verso il TFA? Non mi venite a dire che vi state preoccupando per noi! A me personalmente tali attenzioni non servono.

Non ho capito perchè perdete tutto questo tempo a scrivere critiche sul il TFA. Ma quale pericolo potrà rappresentare un TFAino, neolaureato senza esperienza, senza punti, con una canale di reclutamento che ancora non esiste?

Vi preoccupate perchè un domani saremo precari? Saranno pure fatti miei.

Voi siete solo docenti abilitati, ma questo non significa potersi sentire superiori. Siete docenti, non istruttori MIUR, pensate a far bene il vostro lavoro...alle altre cose ci penseranno i massimi esperti in materia che non siete certo voi.

Per i tagli sono più che d'accordissmo con tutti, ma tale governo è stato pur votato da qualcuno...
Tornare in alto Andare in basso
ontoteologia



Messaggi : 762
Data d'iscrizione : 11.07.11

MessaggioOggetto: Re: I nuovi numeri dei posti per i TFA   Sab Ago 20, 2011 1:02 pm

charman ha scritto:

@ontoteologia: da quanto dici sei una persona preparata (selezionata tra centinaia di candidati), avrai anche molto servizio e quindi punteggio, da cosa deriva questo rancore verso il TFA? Non mi venite a dire che vi state preoccupando per noi! A me personalmente tali attenzioni non servono.

Non mi preoccupo di te, a cui comunque auguro di farcela. Mi preoccupo (ma l'ho sempre fatto, anche quando non ero abilitato) di un titolo che non voglio sia svalutato. Chi chiede l'abilitazione dove il posto non c'è non ha alcuna idea di scuola. E' questo che trovo imbarazzante.
Non ho detto di essere preparato (anche se mi auguro di esserlo), ma solo che quando ho fatto la SSIS i posti disponibili erano 15 su quasi 400 candidati. Il tutto prima dei tagli.

charman ha scritto:
Non ho capito perchè perdete tutto questo tempo a scrivere critiche sul il TFA. Ma quale pericolo potrà rappresentare un TFAino, neolaureato senza esperienza, senza punti, con una canale di reclutamento che ancora non esiste?

Nessuno. Appunto per questo l'accusa di egoismo non ha alcun valore. Proprio perché non sono direttamente coinvolto, a differenza tua, le mie parole sono maggiormente credibili. Tu vuoi l'abilitazione perché non si sa mai e perché non intravedi altra possibilità; io dico che così non si va da nessuna parte: se lo stato rilascia un titolo di abilitazione alla professione, occorre che questo titolo sia spendibile. Altrimenti è carta straccia.
Se, poi, avessi letto con attenzione, ti saresti reso/a conto che ho sempre detto che occorre abilitare di nuovo dove c'è posto.... non si critica genericamente il TFA! Altrimenti ti invito a partecipare alle imminenti convocazioni per molte classi di concorso, soprattutto umanistiche. Di certo cambieresti subito idea a vedere che persone nate negli anni Sessanta (per musica anche negli anni Cinquanta) restano senza lavoro, causa tagli.
Mi spiace che i neolaureati non abbiano quasi alcuna possibilità se, come prevedibile, proveranno il TFA anche coloro che hanno servizio pregresso, magari maturato nelle paritarie: per questi ultimi basterà superare il test con un punteggio minimo, perché poi i punti aggiuntivi guadagnati col servizio li renderà immuni ed insuperabili. Credo, invece, che un esame dovrebbe valutare solo la prova.

charman ha scritto:
Voi siete solo docenti abilitati, ma questo non significa potersi sentire superiori. Siete docenti, non istruttori MIUR, pensate a far bene il vostro lavoro...alle altre cose ci penseranno i massimi esperti in materia che non siete certo voi.

Ma che discorso è? Io sono io, che c'entra se sono abilitato o meno? Punto primo non ci vuole un genio a capire che se posti non ce ne sono, l'abilitazione non ha senso. Punto secondo è possibile esprimere la propria opinione al di là degli "esperti in materia", che arrivano a calcolare posti inesistenti? Vorrei farti notare, infine, che anche molti non abilitati mi danno ragione, sostenendo quel che dicevo anch'io, anni fa, quando non avevo l'abilitazione.
Tornare in alto Andare in basso
charman



Messaggi : 3084
Data d'iscrizione : 07.11.09
Località : san benedetto del tronto

MessaggioOggetto: Re: I nuovi numeri dei posti per i TFA   Sab Ago 20, 2011 5:47 pm

Svalutazione, e tu dovresti saperlo meglio di me (A051), significa perdere valore e il valore della tua abilitazione è legato alle possibilità di lavoro; quest'ultime sono legate al tuo punteggio in GE. La svalutazione si avrebbe, quindi, se tu perdessi punteggio e quindi possibilità lavorative. Non mi risulta, non so a te, che questi numeri, per me irrisori, possano influire sulla tua posizione in GE e quindi svalutare la tua abilitazione. Non vedo nesso logico su quanto da te esposto.

Io ripeto che vi preoccupate di cose che non vi toccano e non vi riguardano.
Tornare in alto Andare in basso
ontoteologia



Messaggi : 762
Data d'iscrizione : 11.07.11

MessaggioOggetto: Re: I nuovi numeri dei posti per i TFA   Sab Ago 20, 2011 6:18 pm

charman ha scritto:
La svalutazione si avrebbe, quindi, se tu perdessi punteggio

E perché, di grazia? Ancora una volta la metti sul personale, quando per me un titolo abilitante (e non semplicemente un titolo culturale) è inflazionato quando viene meno il rapporto domanda/offerta. Lo Stato non dovrebbe permettere dinamiche del genere. Se ci sono 10.000 abilitati in un settore nel quale il fabbisogno è di 1000 unità, è chiaro che il titolo si è inflazionato: e questo lo ammetteranno non solo i 9000 rimasti fuori, nonostante il tempo ed i soldi investiti, ma anche i 1000 che ancora lavorano. Credo che dovrebbe essere interesse di tutti ragionare in questo modo: ne va non certo del mio futuro (sia perché con tutti gli anni di lavoro sono certo di lavorare, sia perché se la questione fosse relativa al sottoscritto sarebbe poco rilevante), ma della serietà della nostra professione! E' deprimente vedere una società nella quale esistono migliaia di persone che di un'abilitazione all'insegnamento (non proprio l'ultimo dei titoli culturali) non sanno che farsene! Alla domanda che chiede cosa me ne frega, rispondo che invece me ne frega eccome, perché alla scuola ed alla dignità del mio lavoro ci tengo. E' solo buon senso quello che, alla vigilia della ripartizione dei posti per le cdc, si augura la riapertura delle abilitazioni solo ed esclusivamente per alcune cdc, nelle quali effettivamente i posti ci sono ancora (parlo della A043, della A050, della A059, della A060 ecc.). Non si può pensare che dopo tagli drammatici le cose non siano cambiate.
Tornare in alto Andare in basso
charman



Messaggi : 3084
Data d'iscrizione : 07.11.09
Località : san benedetto del tronto

MessaggioOggetto: Re: I nuovi numeri dei posti per i TFA   Sab Ago 20, 2011 6:38 pm

Ragionando in questa maniera, allora non avresti dovuto abilitarti neanche tu, per non inflazionare i titoli di chi era già abilitato prima di te.
Tornare in alto Andare in basso
Sweptaway80



Messaggi : 399
Data d'iscrizione : 20.08.10

MessaggioOggetto: Re: I nuovi numeri dei posti per i TFA   Sab Ago 20, 2011 8:39 pm

charman ha scritto:
Ragionando in questa maniera, allora non avresti dovuto abilitarti neanche tu, per non inflazionare i titoli di chi era già abilitato prima di te.

Io (e credo anche ontoteologia) ci siamo abilitati con la ssis, quando sicuramente i numeri in alcune cdc erano eccessivi ma erano molto pochi gli abilitati che non lavoravano. Prima dei tagli, e sottolineo prima dei tagli, nella mia provincia le graduatorie della a043 e della a050 venivano esaurite quando venivano assegnati gli incarichi del provveditorato, e ti parlo di graduatorie estremamente corpose (tutte e due contano più di mille iscritti nella mia provincia): questo significava che tutte le cattedre che rimanevano non assegnate al provveditorato venivano assegnate scorrendo le graduatorie di istituto e spesso si ricorreva alla terza fascia. Da due anni, da quando cioè sono partiti i tagli, sia la graduatoria della 43 che quella della 50 non vengono + esaurite quando vengono assegnati gli incarichi annuali: per la 43 sono arrivati al numero 700 e per la 50 al numero 200 in graduatoria... per nn parlare della A051 che è stata decimata, anche se prima dei tagli si lavorava bene nella mia provincia. Quindi io non mi sento di rubare il posto a nessuno perché quando mi sono abilitato io i posti c'erano e avanzavano anche!! Di certo non potevo prevedere che questo governo avrebbe falcidiato nel giro di dieci minuti 90mila posti di lavoro!! E adesso, dopo aver parlato per due anni di merito, non trovano niente di meglio da fare che assegnare metà dei pensionamenti al TFA? scusami, ma mi sembra l'ennesima presa in giro...
Tornare in alto Andare in basso
charman



Messaggi : 3084
Data d'iscrizione : 07.11.09
Località : san benedetto del tronto

MessaggioOggetto: Re: I nuovi numeri dei posti per i TFA   Sab Ago 20, 2011 9:35 pm

Sweptaway80 ha scritto:
charman ha scritto:
Ragionando in questa maniera, allora non avresti dovuto abilitarti neanche tu, per non inflazionare i titoli di chi era già abilitato prima di te.

Io (e credo anche ontoteologia) ci siamo abilitati con la ssis, quando sicuramente i numeri in alcune cdc erano eccessivi ma erano molto pochi gli abilitati che non lavoravano. Prima dei tagli, e sottolineo prima dei tagli, nella mia provincia le graduatorie della a043 e della a050 venivano esaurite quando venivano assegnati gli incarichi del provveditorato, e ti parlo di graduatorie estremamente corpose (tutte e due contano più di mille iscritti nella mia provincia): questo significava che tutte le cattedre che rimanevano non assegnate al provveditorato venivano assegnate scorrendo le graduatorie di istituto e spesso si ricorreva alla terza fascia. Da due anni, da quando cioè sono partiti i tagli, sia la graduatoria della 43 che quella della 50 non vengono + esaurite quando vengono assegnati gli incarichi annuali: per la 43 sono arrivati al numero 700 e per la 50 al numero 200 in graduatoria... per nn parlare della A051 che è stata decimata, anche se prima dei tagli si lavorava bene nella mia provincia. Quindi io non mi sento di rubare il posto a nessuno perché quando mi sono abilitato io i posti c'erano e avanzavano anche!! Di certo non potevo prevedere che questo governo avrebbe falcidiato nel giro di dieci minuti 90mila posti di lavoro!! E adesso, dopo aver parlato per due anni di merito, non trovano niente di meglio da fare che assegnare metà dei pensionamenti al TFA? scusami, ma mi sembra l'ennesima presa in giro...

Questa mi è nuova...

Inoltre nessuno ha detto o scritto che metà dei pensionamenti andrà ai TFAini. E' solo un metodo di calcolo. Un TFAino andrà in ruolo solo dopo l'ultimo occupante le GE o mediante un concorso che verrà vinto da chi merita di più...

Tutti d'accordo sui tagli, ma ripeto qualcuno l'avrà pur votato questo governo.
Tornare in alto Andare in basso
ontoteologia



Messaggi : 762
Data d'iscrizione : 11.07.11

MessaggioOggetto: Re: I nuovi numeri dei posti per i TFA   Sab Ago 20, 2011 11:17 pm

charman ha scritto:
Ragionando in questa maniera, allora non avresti dovuto abilitarti neanche tu, per non inflazionare i titoli di chi era già abilitato prima di te.

Io, al pari dei miei colleghi SSIS, ho lavorato sin da subito, a testimonianza che i posti c'erano. Del resto 15 persone ammesse alla SSIS in una regione con quasi dieci province significano meno di 2 persone in più in graduatoria ogni anno (fino al IX ciclo SSIS). Il problema immenso è nato coi tagli che per alcune cdc hanno prodotto, sin dallo scorso anno (cioè sin dal primo anno della riforma), esuberi. Quando la riforma arriverà a regime, gli esuberi non si conteranno più.
Spero davvero che possano abilitare solo in alcune cdc, perché chi si abilita supera un esame selettivo e spende tanti soldi: credo abbia il diritto di lavorare, un diritto che diventa utopia se dovessero abilitare in cdc ormai senza futuro.
Tornare in alto Andare in basso
charman



Messaggi : 3084
Data d'iscrizione : 07.11.09
Località : san benedetto del tronto

MessaggioOggetto: Re: I nuovi numeri dei posti per i TFA   Sab Ago 20, 2011 11:36 pm

ontoteologia ha scritto:
charman ha scritto:
Ragionando in questa maniera, allora non avresti dovuto abilitarti neanche tu, per non inflazionare i titoli di chi era già abilitato prima di te.

Io, al pari dei miei colleghi SSIS, ho lavorato sin da subito, a testimonianza che i posti c'erano. Del resto 15 persone ammesse alla SSIS in una regione con quasi dieci province significano meno di 2 persone in più in graduatoria ogni anno (fino al IX ciclo SSIS). Il problema immenso è nato coi tagli che per alcune cdc hanno prodotto, sin dallo scorso anno (cioè sin dal primo anno della riforma), esuberi. Quando la riforma arriverà a regime, gli esuberi non si conteranno più.
Spero davvero che possano abilitare solo in alcune cdc, perché chi si abilita supera un esame selettivo e spende tanti soldi: credo abbia il diritto di lavorare, un diritto che diventa utopia se dovessero abilitare in cdc ormai senza futuro.

Non ti affannare per noi...siamo grandi e vaccinati. Io penso che a questo punto un concorso non sia male...e chi merita va in ruolo.
Tornare in alto Andare in basso
ontoteologia



Messaggi : 762
Data d'iscrizione : 11.07.11

MessaggioOggetto: Re: I nuovi numeri dei posti per i TFA   Sab Ago 20, 2011 11:40 pm

charman ha scritto:

Non ti affannare per noi...siamo grandi e vaccinati. Io penso che a questo punto un concorso non sia male...e chi merita va in ruolo.

Continui a metterla sul personale, senza riuscire ad accettare che io ci tengo alla scuola e al mio lavoro, per cui non voglio vedere titoli abilitanti inflazionati. Dovrò ripeterlo ancora? Un titolo così professionalizzante non vale più niente se lo stato produce abilitati disoccupati. Io a quel titolo ci tengo, invece. Si rischia di fare come con il dottorato: il massimo titolo universitario italiano è diventato carta straccia.
I concorsi sono, purtroppo, solo un'utopia.... in alcune cdc l'ultimo risale al 1990 e credo ci sarà da attendere ancora molto. Costano troppo. E poi dovrebbero cambiare tutto e fare concorsi per soli abilitati, cosa del tutto improbabile visto che da sempre il titolo di accesso è la laurea.
Tornare in alto Andare in basso
Iamsea



Messaggi : 52
Data d'iscrizione : 15.07.11

MessaggioOggetto: I nuovi numeri dei posti per TFA   Sab Ago 20, 2011 11:53 pm

ontoteologia ha scritto:
charman ha scritto:

Non ti affannare per noi...siamo grandi e vaccinati. Io penso che a questo punto un concorso non sia male...e chi merita va in ruolo.

Continui a metterla sul personale, senza riuscire ad accettare che io ci tengo alla scuola e al mio lavoro, per cui non voglio vedere titoli abilitanti inflazionati. Dovrò ripeterlo ancora? Un titolo così professionalizzante non vale più niente se lo stato produce abilitati disoccupati. Io a quel titolo ci tengo, invece. Si rischia di fare come con il dottorato: il massimo titolo universitario italiano è diventato carta straccia.
I concorsi sono, purtroppo, solo un'utopia.... in alcune cdc l'ultimo risale al 1990 e credo ci sarà da attendere ancora molto. Costano troppo. E poi dovrebbero cambiare tutto e fare concorsi per soli abilitati, cosa del tutto improbabile visto che da sempre il titolo di accesso è la laurea.

Perché dici che il dottorato è diventata "carta straccia"? Solo una curiosità da parte mia.
Tornare in alto Andare in basso
charman



Messaggi : 3084
Data d'iscrizione : 07.11.09
Località : san benedetto del tronto

MessaggioOggetto: Re: I nuovi numeri dei posti per i TFA   Dom Ago 21, 2011 12:07 am

Non la metto sul personale...assolutamente...ma chiaramente il tuo discorso non fila. Non è perchè tu non vuoi il titolo inflazionato, qualora lo diventasse, cosa improbabile, noi non possiamo abilitarci...
Tornare in alto Andare in basso
ontoteologia



Messaggi : 762
Data d'iscrizione : 11.07.11

MessaggioOggetto: Re: I nuovi numeri dei posti per i TFA   Dom Ago 21, 2011 12:10 am

Iamsea ha scritto:

Perché dici che il dottorato è diventata "carta straccia"? Solo una curiosità da parte mia.

Quando ero studente, iscritto al primo anno di università, vedevo i dottorandi e i dottorati sotto una luce quasi celeste, per poi rendermi conto che esiste anche quella cosa delirante che si chiama "dottorato SENZA borsa". Il dottorato senza borsa implica che una persona a 26-27 anni faccia, per ancora 3 anni, lo studente. Naturalmente cosa succede? Che i primi 2-3 posti con la borsa vengono presi subito, mentre gli altri non li vuole, spesso, nessuno, perché non è possibile fare lo studente a vita senza vedere il becco di un quattrino. Così, molto spesso, l'elenco degli idonei arriva in fondo e i posti senza borsa presi da chi ha esclusivamente la possibilità economica di sostenersi. Ottenere un dottorato (anche se senza borsa) è molto semplice: facilissimo nelle facoltà scientifiche (lì è facile anche con la borsa, a dire il vero); abbastanza semplice in quelle umanistiche (dove, però, il numero dei disperati senza prospettive può essere tale da rendere desiderabile anche un posto senza borsa). Insomma, a farla breve, il massimo titolo universitario italiano è qualcosa che si può ottenere molto facilmente. E' molto più difficile prendere un bel voto all'esame di Stato o superare un concorso per bibliotecario, o accedere alla SSIS o al TFA. C'è qualcosa che davvero non torna più e credo che questa situazione non faccia piacere a coloro i quali hanno ottenuto un dottorato in tempi non sospetti, quando il titolo era davvero qualificante.


Ultima modifica di ontoteologia il Dom Ago 21, 2011 12:13 am, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
ontoteologia



Messaggi : 762
Data d'iscrizione : 11.07.11

MessaggioOggetto: Re: I nuovi numeri dei posti per i TFA   Dom Ago 21, 2011 12:11 am

charman ha scritto:
Non la metto sul personale...assolutamente...ma chiaramente il tuo discorso non fila. Non è perchè tu non vuoi il titolo inflazionato, qualora lo diventasse, cosa improbabile, noi non possiamo abilitarci...

E' chiaro che non sono io a decidere! Dico che spero così non accada. E' un desiderio, così come mi auguro, invece, che laddove i posti ci sono si abiliti eccome. Dov'è "la contradizion che nol consente"?
Certo che dire che il titolo non è inflazionato ("qualora lo diventasse"????) significa quanto meno non essere mai stati ad una convocazione! Io ho un certo astio per la casta dei notai.... ce ne sono poco più di 4000 in tutta Italia e non fanno in modo che il numero totale aumenti. Sono ingenui o addirittura radicali nel pretendere che il proprio titolo non sia inflazionato? Certo, la situazione dei docenti è ben diversa da quella dei notai ed errato è equiparare un libero professionista ad un dipendente pubblico, ma mi sono permesso per un istante questo confronto solo per far capire che il mezzo migliore per sottopagare una categoria è avere a disposizione così tanti elementi da poter dire tranquillamente che, ormai, dinanzi a numeri del genere, tutti sanno fare l'insegnante. E così li si tiene precari, pagandoli 10 mesi l'anno; quando li si assume, si sposta la ricostruzione di carriera a data da destinarsi ecc.
Tornare in alto Andare in basso
charman



Messaggi : 3084
Data d'iscrizione : 07.11.09
Località : san benedetto del tronto

MessaggioOggetto: Re: I nuovi numeri dei posti per i TFA   Lun Ago 22, 2011 12:46 pm

ontoteologia ha scritto:
charman ha scritto:
Non la metto sul personale...assolutamente...ma chiaramente il tuo discorso non fila. Non è perchè tu non vuoi il titolo inflazionato, qualora lo diventasse, cosa improbabile, noi non possiamo abilitarci...

E' chiaro che non sono io a decidere! Dico che spero così non accada. E' un desiderio, così come mi auguro, invece, che laddove i posti ci sono si abiliti eccome. Dov'è "la contradizion che nol consente"?
Certo che dire che il titolo non è inflazionato ("qualora lo diventasse"????) significa quanto meno non essere mai stati ad una convocazione! Io ho un certo astio per la casta dei notai.... ce ne sono poco più di 4000 in tutta Italia e non fanno in modo che il numero totale aumenti. Sono ingenui o addirittura radicali nel pretendere che il proprio titolo non sia inflazionato? Certo, la situazione dei docenti è ben diversa da quella dei notai ed errato è equiparare un libero professionista ad un dipendente pubblico, ma mi sono permesso per un istante questo confronto solo per far capire che il mezzo migliore per sottopagare una categoria è avere a disposizione così tanti elementi da poter dire tranquillamente che, ormai, dinanzi a numeri del genere, tutti sanno fare l'insegnante. E così li si tiene precari, pagandoli 10 mesi l'anno; quando li si assume, si sposta la ricostruzione di carriera a data da destinarsi ecc.

...e menomale che non sei tu a decidere... :-)
Non ho capito perchè hai evidenziato il mio "qualora..."


Inoltre, spulciando un pò in giro, ho letto una discussione sulla pagina di Bruschi, l'istruttore MIUR che ha lavorato al TFA. Si parlava proprio di questi numeri da voi tanto criticati. Una persona ha risposto così a chi diceva che i numeri erano troppo alti:

"...Ho detto che con l'abilitazione farò quello che meglio credo e che quindi non ho bisogno dei pensieri "carini" degli abilitati: l'esempio era solo figurativo, se non l'avessi capito (aveva detto che voleva incorniciare l'abilitazione). Non sta a voi abilitati giudicare e fare proposte sul TFA, è cosa che non vi riguarda. Il fatto di avere l'abilitazione non vi autorizza a sentirvi superiori e a metter mano e naso su un "raccolto" che non vi appartiene. Siete docenti abilitati, non istruttori del MIUR. Noi, invece, sono anni che stiamo aspettando, sudando e sperando...per la pura e semplice colpa di essere nati un pò di anni dopo..."

Burschi a risposto che la persona ha centrato appieno la questione ed ha lo spirito giusto. Ha chiuso con dei complimenti. Questa la risposta del massimo esperto in materia che a quanto pare da ragione anche a me. Questa è la fonte primaria, le parole degli altri sono solo chiacchiere e scuse inventate per proprio tornaconto.

Direi che, con questo, l'argomento possa considerarsi chiuso, almeno per me.

Aspetto solo chiarimenti da ontoteologia sul "qualora..."
Tornare in alto Andare in basso
Sweptaway80



Messaggi : 399
Data d'iscrizione : 20.08.10

MessaggioOggetto: Re: I nuovi numeri dei posti per i TFA   Lun Ago 22, 2011 1:27 pm

charman ha scritto:
ontoteologia ha scritto:
charman ha scritto:
Non la metto sul personale...assolutamente...ma chiaramente il tuo discorso non fila. Non è perchè tu non vuoi il titolo inflazionato, qualora lo diventasse, cosa improbabile, noi non possiamo abilitarci...

E' chiaro che non sono io a decidere! Dico che spero così non accada. E' un desiderio, così come mi auguro, invece, che laddove i posti ci sono si abiliti eccome. Dov'è "la contradizion che nol consente"?
Certo che dire che il titolo non è inflazionato ("qualora lo diventasse"????) significa quanto meno non essere mai stati ad una convocazione! Io ho un certo astio per la casta dei notai.... ce ne sono poco più di 4000 in tutta Italia e non fanno in modo che il numero totale aumenti. Sono ingenui o addirittura radicali nel pretendere che il proprio titolo non sia inflazionato? Certo, la situazione dei docenti è ben diversa da quella dei notai ed errato è equiparare un libero professionista ad un dipendente pubblico, ma mi sono permesso per un istante questo confronto solo per far capire che il mezzo migliore per sottopagare una categoria è avere a disposizione così tanti elementi da poter dire tranquillamente che, ormai, dinanzi a numeri del genere, tutti sanno fare l'insegnante. E così li si tiene precari, pagandoli 10 mesi l'anno; quando li si assume, si sposta la ricostruzione di carriera a data da destinarsi ecc.

...e menomale che non sei tu a decidere... :-)
Non ho capito perchè hai evidenziato il mio "qualora..."


Inoltre, spulciando un pò in giro, ho letto una discussione sulla pagina di Bruschi, l'istruttore MIUR che ha lavorato al TFA. Si parlava proprio di questi numeri da voi tanto criticati. Una persona ha risposto così a chi diceva che i numeri erano troppo alti:

"...Ho detto che con l'abilitazione farò quello che meglio credo e che quindi non ho bisogno dei pensieri "carini" degli abilitati: l'esempio era solo figurativo, se non l'avessi capito (aveva detto che voleva incorniciare l'abilitazione). Non sta a voi abilitati giudicare e fare proposte sul TFA, è cosa che non vi riguarda. Il fatto di avere l'abilitazione non vi autorizza a sentirvi superiori e a metter mano e naso su un "raccolto" che non vi appartiene. Siete docenti abilitati, non istruttori del MIUR. Noi, invece, sono anni che stiamo aspettando, sudando e sperando...per la pura e semplice colpa di essere nati un pò di anni dopo..."

Burschi a risposto che la persona ha centrato appieno la questione ed ha lo spirito giusto. Ha chiuso con dei complimenti. Questa la risposta del massimo esperto in materia che a quanto pare da ragione anche a me. Questa è la fonte primaria, le parole degli altri sono solo chiacchiere e scuse inventate per proprio tornaconto.

Ah quindi tu ti fidi di Bruschi!!? Guarda che è il consigliere della Gelmini!! Ti pare che non dà ragione a chi sostiene la riforma, la nuova formazione degli insegnanti e il TFA??? è proprio lui che sostiene che gli esuberi delle varie classi di concorso non hanno nulla a che vedere con i tagli!! Intanto non è stato ancora spiegato in che modo gli abilitati con il tfa verranno immessi in ruolo... sai perché? perché secondo me non lo sanno nemmeno loro cosa fare: sono tre anni che sento parlare di tutto e il contrario di tutto (albi regionali, concorsi, concorsi a cattedre). E se adesso attivano il TFa è solo ed esclusivamente per motivazioni economiche perché, tranne che per alcune cdc, le graduatorie sono strapiene...
Tornare in alto Andare in basso
charman



Messaggi : 3084
Data d'iscrizione : 07.11.09
Località : san benedetto del tronto

MessaggioOggetto: Re: I nuovi numeri dei posti per i TFA   Lun Ago 22, 2011 2:23 pm

Mi fido...è una persona in gamba e ragionevole. Aspetto ontoteologia.
Tornare in alto Andare in basso
Sweptaway80



Messaggi : 399
Data d'iscrizione : 20.08.10

MessaggioOggetto: Re: I nuovi numeri dei posti per i TFA   Lun Ago 22, 2011 3:18 pm

charman ha scritto:
Mi fido...è una persona in gamba e ragionevole. Aspetto ontoteologia.

Ma non eri tu che dicevi che se questo governo ha vinto le elezioni qualcuno deve averlo pur votato?? Bene, visto che la Gelmini e Bruschi ti piacciono tanto, allora spera che il governo non cada, così parte il TFA, ti immettono in ruolo subito e magicamente le Graduatorie si esauriranno...
Tornare in alto Andare in basso
ontoteologia



Messaggi : 762
Data d'iscrizione : 11.07.11

MessaggioOggetto: Re: I nuovi numeri dei posti per i TFA   Lun Ago 22, 2011 4:53 pm

charman ha scritto:
Mi fido...è una persona in gamba e ragionevole. Aspetto ontoteologia.

Perché ho sottolineato "qualora"? Si vede che non sei mai stato/a alle nomine né hai la benché minima idea della situazione attuale. Che devo dirti? Viva la precarietà! Anzi, fomentiamola.
Ma poi.... "numeri tanto criticati"... parli senza fare alcun distinguo! Finalmente il TFA, bisognerebbe dire! Dove i posti ci sono, si abiliti; dove i posti non ci sono, non si abiliti: può anche non piacerti il discorso, ma almeno è (dovrebbe essere) chiaro.


Ultima modifica di ontoteologia il Lun Ago 22, 2011 11:54 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
charman



Messaggi : 3084
Data d'iscrizione : 07.11.09
Località : san benedetto del tronto

MessaggioOggetto: Re: I nuovi numeri dei posti per i TFA   Lun Ago 22, 2011 11:14 pm

Certo che ho detto che qualcuno l'ha votato...ho detto una fesseria?

@Onto... "Si vede che...", tu non vedi proprio nulla: cosa centrano le nomine con il mio qualora che si riferiva al titolo svalutato. Se i posti non ci sono, come tu sostieni, perchè continui a percorrere la strada dell'insegnamento?

E' (dovrebbe essere) chiaro che i posti sono pochi e li volete voi...noi, però, intanto vogliamo abilitarci. Se si pensa ad un concorso di merito, quantomeno, potremmo partecipare.
Tornare in alto Andare in basso
ontoteologia



Messaggi : 762
Data d'iscrizione : 11.07.11

MessaggioOggetto: Re: I nuovi numeri dei posti per i TFA   Lun Ago 22, 2011 11:33 pm

charman ha scritto:

@Onto... "Si vede che...", tu non vedi proprio nulla: cosa centrano le nomine con il mio qualora che si riferiva al titolo svalutato. Se i posti non ci sono, come tu sostieni, perchè continui a percorrere la strada dell'insegnamento?

Sono io che mi chiedo perché percorri questa strada con tutti gli strafalcioni che riesci a commettere ("pò" per "po'"; "centrano" per "c'entrano"; "da" in luogo di "dà", "a" al posto di "ha", "perchè" invece di "perché"... ho capito che le grammatiche italiane non sempre si trovano d'accordo e che siamo su un forum, ma insomma siamo anche docenti o aspiranti tali!). Non mi stupisce tu non riesca a comprendere il senso di quel che scrivo.
Comunque davvero straordinario esaltare gli espertoni di una riforma che ha avuto nove (9!) minuti di discussione parlamentare, bocciata da qualsiasi pedagogista, con illustri studiosi che hanno avuto la decenza di dimettersi dal proprio incarico pur di non veder associato il proprio nome alla riforma Gelmini (spero tu conosca Canevaro e Ianes). Una riforma che uccide materie come il latino, che annulla tutte le sperimentazioni d'un sol colpo, che mette 32 alunni per classe, che accorpa anche le quarte superiori (con dinamiche da ricostruire completamente, dopo tutto il lavoro fatto).... ma tutto questo non conta, vero? L'importante è che il TFA continui a produrre disoccupati, anche laddove i posti sono stati tagliati, anche per la A051 che non ha più alcun futuro. In fondo basta credere che ad aggiustare le cose ci saranno gli espertoni, i quali andranno sempre a nozze con riflessioni come la tua. Se poi il massimo esperto (che, bisogna riconoscerlo, almeno ha il coraggio di rispondere) arriva anche a darti ragione, allora davvero non c'è più trippa per gatti!

Ti riporto l'intervento di Canevaro e Ianes. Magari prima di esaltare gli esperti, quelli massimi, ci penserai due volte:

Questa nuova politica scolastica fatta di tagli, economie presunte, annunci e smentite, rigore, disciplina, ordine, divise, autorità, voto in condotta, bocciature, selezione produce in tutti ulteriore insicurezza, diffidenza e conflitti. Queste politiche scolastiche sono evidentemente gestite da finalità economicistiche, per risparmiare: ma questo avverrà sulle spalle delle famiglie, sulla pelle degli alunni e sulla credibilità della Scuola pubblica, come la vuole la nostra Costituzione.

In questo clima di "produzione sociale di ostilità, diffidenza, tensione", anche la Pedagogia subisce un violento attacco.Nel clima di rinnovato rigore scolastico, chi viene additato come responsabile dello sfascio, oltre naturalmente ai fannulloni? L'ideologo dei fannulloni e dei lassisti: il pedagogista, il pedagogista di Stato, la pedagogia, il pedagogese... Chi perdonava tutto, chi non ha polso, chi comprende tutto invece di punire, chi non ha le palle per imporsi, chi ci affumica con discorsi fumosi pseudofilosofici, chi non dava importanza alle discipline, il pedagogista debole, che ha indebolito la Scuola Italiana, ecc.

Ecco, a questo clima di strisciante, ma non troppo, denigrazione, come pedagogisti non ci stiamo. E non ci stiamo neppure ad essere membri di un Osservatorio per l'integrazione Scolastica degli alunni con disabilità di un Ministero della Pubblica Istruzione che si comporta nei fatti come stiamo vedendo, e come risulterà ancora più evidente nei prossimi mesi. Forse la Ministra Gelmini sta cercando una nuova squadra di esperti che legittimi la sua visione (?) dell'integrazione? Non sarà facile trovarli tra i pedagogisti speciali, se sapranno leggere tra le righe della sua dichiarazione in occasione della sua audizione alla Camera: "E' nello stesso spirito, nello spirito di una scuola che sia realmente per tutti, che affermo il diritto all'istruzione di chi presenta abilità diverse. Gli obiettivi didattici, le metodologie e gli strumenti devono essere personalizzati e coerenti con le abilità di ciascuno per definire i livelli di apprendimento attesi. Molte sono le buone pratiche costruite su competenza, professionalità, disponibilità e impegno delle diverse componenti scolastiche, dagli insegnanti di sostegno agli insegnanti curricolari, dai dirigenti scolastici alle associazioni. Occorre far tesoro dall'esperienza. Il mio impegno è indirizzato ad ascoltare le esigenze, le criticità, le proposte delle famiglie e di tutte quelle realtà associative che si occupano di disabilità al fine di individuare insieme anche percorsi formativi più adeguati al bisogno con la necessaria flessibilità, superando le rigidità che non sono coerenti con l'azione educativa".

Con queste righe ci dimettiamo dunque dall'Osservatorio per l'integrazione scolastica del Ministero della Pubblica Istruzione e confermiamo il nostro continuo impegno per migliorare la Qualità dell'inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali.
Tornare in alto Andare in basso
Sweptaway80



Messaggi : 399
Data d'iscrizione : 20.08.10

MessaggioOggetto: Re: I nuovi numeri dei posti per i TFA   Mar Ago 23, 2011 12:06 am

ontoteologia ha scritto:
charman ha scritto:

@Onto... "Si vede che...", tu non vedi proprio nulla: cosa centrano le nomine con il mio qualora che si riferiva al titolo svalutato. Se i posti non ci sono, come tu sostieni, perchè continui a percorrere la strada dell'insegnamento?

Sono io che mi chiedo perché percorri questa strada con tutti gli strafalcioni che riesci a commettere ("pò" per "po'"; "centrano" per "c'entrano"; "da" in luogo di "dà", "a" al posto di "ha", "perchè" invece di "perché"... ho capito che le grammatiche italiane non sempre si trovano d'accordo e che siamo su un forum, ma insomma siamo anche docenti o aspiranti tali!). Non mi stupisce tu non riesca a comprendere il senso di quel che scrivo.
Comunque davvero straordinario esaltare gli espertoni di una riforma che ha avuto nove (9!) minuti di discussione parlamentare, bocciata da qualsiasi pedagogista, con illustri studiosi che hanno avuto la decenza di dimettersi dal proprio incarico pur di non veder associato il proprio nome alla riforma Gelmini (spero tu conosca Canevaro e Ianes). Una riforma che uccide materie come il latino, che annulla tutte le sperimentazioni d'un sol colpo, che mette 32 alunni per classe, che accorpa anche le quarte superiori (con dinamiche da ricostruire completamente, dopo tutto il lavoro fatto).... ma tutto questo non conta, vero? L'importante è che il TFA continui a produrre disoccupati, anche laddove i posti sono stati tagliati, anche per la A051 che non ha più alcun futuro. In fondo basta credere che ad aggiustare le cose ci saranno gli espertoni, i quali andranno sempre a nozze con riflessioni come la tua. Se poi il massimo esperto (che, bisogna riconoscerlo, almeno ha il coraggio di rispondere) arriva anche a darti ragione, allora davvero non c'è più trippa per gatti![/i]

Ontoteologia, ma non crederai mica a queste leggende metropolitane delle classi con 32 alunni?? Guarda che Bruschi nel suo blog continua ad affermare che se si formano classi così numerose è colpa dei Presidi delle scuole che accettano troppe iscrizioni!! Per forza, hanno un cuore anche loro: non possono certo dire ai genitori di mandare il proprio figlio in un altro liceo, che magari dista 20 o 30 km da casa, solo perché il ministro ha deciso che improvvisamente le sezioni da sei diventano 4 anche se gli iscritti aumentano: neanche io avrei il coraggio di mandarli via, dove si mangia in tre si mangia anche in 4 e in 5... :-))
Tornare in alto Andare in basso
ontoteologia



Messaggi : 762
Data d'iscrizione : 11.07.11

MessaggioOggetto: Re: I nuovi numeri dei posti per i TFA   Mar Ago 23, 2011 12:15 am

Sweptaway80 ha scritto:

Ontoteologia, ma non crederai mica a queste leggende metropolitane delle classi con 32 alunni?? Guarda che Bruschi nel suo blog continua ad affermare che se si formano classi così numerose è colpa dei Presidi delle scuole che accettano troppe iscrizioni!! Per forza, hanno un cuore anche loro: non possono certo dire ai genitori di mandare il proprio figlio in un altro liceo, che magari dista 20 o 30 km da casa, solo perché il ministro ha deciso che improvvisamente le sezioni da sei diventano 4 anche se gli iscritti aumentano: neanche io avrei il coraggio di mandarli via, dove si mangia in tre si mangia anche in 4 e in 5... :-))

Certo, siamo solo dei burloni. Anzi, sono stato io che ho preteso, quest'anno, di averne 32 con 2 ragazzini disabili e altri che, forse, sarebbero stati da certificazione. Altrimenti non mi divertivo...

A Bruschi devo riconoscere almeno la dignità di metterci la faccia. Detto questo, anche se ogni tanto mi trovo d'accordo, resta pur sempre uno degli autori di una riforma che non elimina gli sprechi (che ci sono), ma che fa molto male alla scuola. Sarebbe stato sufficiente: a) ridurre del 70% i fondi per i progetti, molti dei quali inutili; b) tagliare i fondi per i corsi di recupero (anche perché si assiste persino al paradosso che molti ragazzi, che pure ne avrebbero bisogno, decidono di non parteciparvi). Invece si preferisce eliminare il latino, ridurre la matematica al classico (che era stata potenziata solo grazie alle sperimentazioni), ridurre la fisica all'ex tecnologico, uccidere il latino e ammassare i ragazzi nelle stalle.


Ultima modifica di ontoteologia il Mar Ago 23, 2011 12:25 am, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
 
I nuovi numeri dei posti per i TFA
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 3 di 6Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente
 Argomenti simili
-
» Vestitini nuovi: li avete lavati?
» 10 posti per chat su Skype con la Psicologa del Forum per i soli iscritti alla Onlus
» i miei nuovi colori di semipermanente!
» Accettazione di posti inferiori a cattedra.
» La vita in diretta

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: