Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 sostegno e continuità

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
marco10



Messaggi : 58
Data d'iscrizione : 15.02.11

MessaggioOggetto: sostegno e continuità   Sab Set 10, 2011 9:30 pm

salve, dopo aver seguito per due anni un alunno con disturbo autistico alle scuole medie, aver dato il meglio di me e prodotto risultati positivi, quest'anno il dirigente ha assegnato il mio alunno, con identico numero di ore dell'anno precedente, a una insegnante appena arrivata e non di ruolo, apparentemente a caso, visto che è pure dopo di me in graduatoria e non ha particolari competenze in più rispetto a quelle che ho io.
Sono andato a parlargli e lui mi ha risposto che non mi deve nessuna spiegazione visto che con la nuova legge può decidere come meglio crede senza doversi giustificare. I genitori del mio alunno già si stanno muovendo perchè mi stimano e nel tempo si è creato un rapporto di fiducia e di reciproca collaborazione, ma le loro minacce non sono servite a nulla se non a produrre un inasprimento del dirigente che ha convocato anche me per dirmi di rassegnarmi...e lunedì 12 comincia la scuola e io dovrò prendere servizio in un altra classe con un altra alunna che conoscerò per la prima volta. Così mi ritroverò accanto alla classe del mio alunno autistico che mi vedrà passare ogni giorno e io nn potrò seguirlo più. Mi domando che ripercussioni psicologiche potrà avere per lui questa scelta del preside che sembra così arbitraria e se capirà che non sono stato io a volerlo "abbandonare".
Cosa posso fare? è vero che la legge dice che la decisione del dirigente è insindacabile e che si può passar sopra alla continuità educativa anche quando ci sarebbero materialmente le possibilità di rispettarla?
Mi date se possibile qualche riferimento legislativo in merito e qualche consiglio su che cosa posso fare?
Tornare in alto Andare in basso
marco10



Messaggi : 58
Data d'iscrizione : 15.02.11

MessaggioOggetto: Re: sostegno e continuità   Sab Set 10, 2011 9:33 pm

tra l'altro non è neppure ipotizzabile che questa collega abbia parlato in precedenza con il dirigente per farsi assegnare l'alunno perchè magari incinta o con incompatibiltà fisica all'incarico, perchè l'alunno nella sua situazione richiede uno sforzo fisico non indifferente
Tornare in alto Andare in basso
loisel



Messaggi : 706
Data d'iscrizione : 29.08.11

MessaggioOggetto: Re: sostegno e continuità   Sab Set 10, 2011 9:33 pm

Assurdo.... ecco un esempio di come la scuola stia diventando sempre più una sorta di azienda....
Cmq avevo letto quest'anno da qualche parte (ma proprio non ricordo dove, pardon) che l'Illustrissima Gelmini aveva parlato di continuità didattica....
Tornare in alto Andare in basso
marco10



Messaggi : 58
Data d'iscrizione : 15.02.11

MessaggioOggetto: Re: sostegno e continuità   Sab Set 10, 2011 9:47 pm

in mancanza di una legge sulla continuità superiore a quella sull'autonomia didattica, purtroppo le parole della gelmini non varrebbero molto. ci vorrebbero riferimenti normativi, soprattutto per i genitori
Tornare in alto Andare in basso
isterix



Messaggi : 303
Data d'iscrizione : 05.09.11

MessaggioOggetto: Re: sostegno e continuità   Sab Set 10, 2011 9:56 pm

Il Consiglio di Stato afferma il diritto alla continuità educativa e didattica (Sentenza n° 4074/2008)

Diritto allo studio - Insegnanti di sostegno - Continuità educativa - Assistenti scolastici (AEC, Assistenza Specialistica)
Dopo le decisioni dei giudici di merito relative alla sussistenza del diritto degli alunni con disabilità ad avere la nomina di un assistente alla comunicazione (cfr. ad esempio Ordinanza n. 2069 del 2007 del Tribunale di Salerno - sez distaccata di Eboli descritta nella Scheda n° 231. Riaffermato dal Tribunale di Salerno il diritto all'assistente per la comunicazione) di recente il Consiglio di Stato con la Sentenza n° 3104/2009 ha affermato anche il diritto alla continuità educativa o didattica.

Il Consiglio di Stato fa propria l'argomentazione dei genitori ricorrenti secondo cui:
"il continuo cambiamento dell'insegnante di sostegno e dell'educatore, (con le ovvie ricadute in termini di regressione delle esperienze e degli apprendimenti compiuti dal bambino) abbia compromesso l'omogeneità e la continuità dell'intervento individuale in favore del soggetto disabile."
Annullando la Sentenza del TAR di Trieste che negava tale diritto, il Consiglio di Stato ha stabilito che:
"le attività integrative di valenza socio educativa (e tra queste il supporto individualizzato a favore del soggetto assistito prestato dall'educatore) devono essere prestate con modalità idonee a realizzare lo sviluppo della personalità dell'alunno e a garantire la presenza stabile di un educatore che segua costantemente l'alunno disabile nel processo di integrazione."
In concreto ciò significa che l'Ente Locale deve garantire negli anni la nomina dello stesso assistente per l'autonomia o la comunicazione.
Lo stesso principio, come si ricava dal primo brano della motivazione riportato, riguarda anche l'obbligo dell'Amministrazione Scolastica a nominare negli anni lo stesso insegnante per le attività di sostegno, almeno per la durata del ciclo di quel grado di istruzione (ad es. Scuola Primaria, scuola secondaria di primo grado).
Tornare in alto Andare in basso
isterix



Messaggi : 303
Data d'iscrizione : 05.09.11

MessaggioOggetto: Re: sostegno e continuità   Sab Set 10, 2011 9:58 pm


La decisione riguarda specificamente la continuità di nomina della stessa persona che svolge assistenza da parte del Comune.
Però il principio enunciato nella sentenza può applicarsi anche all' insegnante di sostegno per il quale c'è un semplice accenno.
Tale principio potrebbe quindi successivamente invocato a sostegno di ricorsi tendenti alla continuità didattica dell'insegnante per le attività di sostegno
Tornare in alto Andare in basso
isterix



Messaggi : 303
Data d'iscrizione : 05.09.11

MessaggioOggetto: Re: sostegno e continuità   Sab Set 10, 2011 10:04 pm

E' da tener presente che sempre più frequentemente la magistratura sta affermando che il rapporto tra famiglia e scuola si sostanzia in un contratto con diritti e doveri reciproci. La scuola deve garantire gli impegni assunti all'atto dell'iscrizione e cioè, nel caso di specie, la continuità didattica, assicurata dalla presenza di un docente a tempo indeterminato per il sostegno. Finché l'alunno è in quella classe, né l'amministrazione, né l'insegnante, possono disattendere tale dovere di continuità. La normativa sull'autonomia scolastica non centra per nulla, poiché la normativa non può modificare gli accordi contrattuali liberamente intercorsi fra le parti, per rispetto del principio di autonomia negoziale, sancita nel codice civile che è superiore all'autonomia scolastica, che è un modo di gestione democratica della scuola che però non può cancellare diritti soggettivi costituzionalmente garantiti. Nè possono farlo le norme di stato giuridico dei docenti, perché essi sono innanzi tutto dei professionisti assunti dall'amministrazione per adempiere ai propri doveri verso gli studenti clienti.

Pertanto sia che l'amministrazione per propri interessi, sia che il docente per suoi interessi volessero dedicarsi ad altro, abbandonando ad altri l'alunno, questi ha il diritto alla continuità.
Tornare in alto Andare in basso
carla75



Messaggi : 4283
Data d'iscrizione : 26.10.10

MessaggioOggetto: Re: sostegno e continuità   Sab Set 10, 2011 10:30 pm

marco10 ha scritto:
tra l'altro non è neppure ipotizzabile che questa collega abbia parlato in precedenza con il dirigente per farsi assegnare l'alunno perchè magari incinta o con incompatibiltà fisica all'incarico, perchè l'alunno nella sua situazione richiede uno sforzo fisico non indifferente
consiglia alla famiglia di rivolgersi direttamente al provveditore agli studi, magari argomentando per iscritto le ragioni dell loro richieste.
Tornare in alto Andare in basso
 
sostegno e continuità
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» utlizzazione sostegno e continuità
» assegnazione provvisoria per continuità didattica
» insegnante di sostegno: è obbligatorio?
» da materia utilizzo sostegno
» Pagamento ore "progetto sostegno"

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Sostegno-
Andare verso: