Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Sostegno senza specializzazione:consigli

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
gugu



Messaggi : 25591
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Sostegno senza specializzazione:consigli   Ven Set 16, 2011 8:45 am



Apro questo topic generale per chi si trova, magari per la prima volta, su incarico di sostegno senza specializzazione.

I veterani SOS del forum potrebbe dare consigli su:

- come comportarsi il primo giorno

- come approcciarsi allo studente / agli studenti assegnati

- compiti burocratici (firmo il registro? ho un registro mio? cosa annoto e dove? ecc.).

Tornare in alto Andare in basso
marcob



Messaggi : 1626
Data d'iscrizione : 12.08.11

MessaggioOggetto: Re: Sostegno senza specializzazione:consigli   Ven Set 16, 2011 1:14 pm

Vediamo un po'...

1) Il primo giorno ti consiglio di restare un po' defilato, in altre parole di non metterti subito accanto allo studente (o studenti) assegnato/i, ma piuttosto di metterti alla cattedra accanto al docente curricolare. Dopo la presentazione di rito, inizia la fase osservativa e osserva le dinamiche della classe. Ricorda sempre che sei un docente della classe, e non un docente esclusivo dell'alunno disabile: la responsabilità educativa di questi spetta a tutto il CdC.

2) Dal giorno successivo, puoi iniziare ad approcciarti al ragazzo, cercando di non fargli eccessive pressioni (soprattutto nei primi tempi): per iniziare a lavorare proficuamente con lui, devi prima conoscere bene ciò che è in grado o non è in grado di fare. QUESTA FASE OSSERVATIVA E' FONDAMENTALE. Ti consiglio quiNDi di verificare le sue abilità di base (lettura, scrittura, comprensione dei testi, abilità matematiche, ecc...), per iniziare a pensare a come impostare il percorso educativo individualizzato. Per evitare di creare una diade, ti consiglio sempre di cercare di coinvolgere anche i compagni, magari dando una mano anche a loro: in questo modo, il ragazzo rischia meno di sentirsi "diverso", e al tempo stesso i compagni si rendono conto che l'insegnante di sostegno è una "risorsa" per tutta la classe. Collabora sempre coi docenti curricolari durante tutto l'anno scolastico: questa collaborazione è imprescindibile, soprattutto nelle materie con le quali hai meno dimestichezza.

3) Il registro di classe va sempre firmato nelle ore di compresenza: sia che tu le abbia fatte in classe, che fuori dalla classe, apponi sempre la tua firma accanto a quella del docente curricolare. Il registro personale non è intestato al docente di sostegno, bensì all'alunno. A ogni alunno fa capo un registro di sostegno, che va compilato dal docente (o dai docenti) di sostegno assegnati a quell'alunno. I registri sono diversi da scuola a scuola, ma generalmente contengono sempre le stesse informazioni: dati anagrafici, spazio per le osservazioni personali (raccolte durante la fase osservativa), spazio per le annotazioni relative agli incontri con i genitori e l'equipe medico-sanitaria (il neuropsichiatra), ma soprattutto il registro delle attvità: qui vanno segnate giornalmente le attività svolte con l'alunno, suddivise per materia o area disciplinare (personalmente, preferisco suddividerle per materia).

Ecco tutto. Spero di esserti stato di aiuto.
Tornare in alto Andare in basso
 
Sostegno senza specializzazione:consigli
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» sostegno senza abilitazione
» utilizzazione su sostegno senza titolo
» un mondo senza religioni
» Consigli TV satellitare
» Tanti aggiornamenti ma sono senza internet :(

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Sostegno-
Andare verso: