Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Perché è giusto nella scuola primaria che le insegnanti di classe non facciano religione

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente
AutoreMessaggio
marco varzi



Messaggi : 56
Data d'iscrizione : 04.07.11

MessaggioOggetto: Perché è giusto nella scuola primaria che le insegnanti di classe non facciano religione   Sab Set 17, 2011 2:25 pm

Mi chiamo Marco, sono un insegnante di Religione. Credo che tutti gli insegnanti debbano essere trattati alla pari. E' sbagliato tagliare posti di inglese ed molto grave tagliare i posti di sostegno. Noi insegnanti di Religione abbiamo privilegi economici che andrebbero tolti, oppure dovrebbero essere estesi agli altri insegnanti. Verremmo rispettati di più.
Credo anche che sia importante un'altra cosa: le maestre di classe non dovrebbero fare religione nella loro classe perché tolgono lavoro ad altri insegnanti di Religione specialisti. Preferirei prendere come gli altri insegnanti, ma preferirei anche che la Religione fosse attribuita solo a specialisti, nominati solo dallo stato e non dalla Curia. Dovremmo avere anche noi avere un punteggio come gli altri insegnanti per poter scegliere in quale scuola andare. Basta con gli insegnanti di classe che ci ridono in faccia e ci dicono: "io non rinuncio alle mie ore di Religione, io faccio matematica nelle ore di Religione". E' una vergogna! Basta ai nostri privilegi e basta alle maestre di scuola comune che fanno Religione!
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: idr   Sab Set 17, 2011 2:33 pm

Anch'io sono un idr. Idr sta per insegnanti di Religione. Non ci chiamiamo IRC come molti erroneamente scrivono nel forum. IRC vuole dire insegnamento della Religione cattolica. Noi insegnanti dobbiamo essere uniti: basta ai tagli di inglese e ai tagli sul sostegno. Stipendio uguale per tutti. Noi compresi. Però fine delle maestre di classe che NON fanno veramente Religione nelle loro classi. E' vero, molte NON FANNO RELIGIONE NELLA LORO CLASSE. La Curia in certi casi ha paura ad imporre i loro insegnanti in quelle scuole in cui le insegnanti di classe non frequentano le ore di aggiornamento per il rinnovo dell'idoneità. La Curia ha paura a mandare i suoi insegnanti in queste scuole perché temono che potrebbero essere trattati male. Ci è stato detto questo dal Direttore dell'Ufficio Scuola della Curia, un non prete, un laico insegnante. Più diritti per tutti! Potrei anche scrivere quali sono queste scuole, nella mia diocesi. Tutti sanno quello che avviene, è un segreto di pulcinella. Io non farei mai le materie di un altro togliendogli il lavoro!
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Idr   Sab Set 17, 2011 2:43 pm

Cari colleghi, (di Religione e non). Avete ragione. Le maestre di classe, sia nella scuola dell'infanzia, sia nella scuola primaria, non dovrebbero fare Religione nelle loro classi. E' una guerra tra poveri. Tolgono il lavoro ad altri insegnanti. Invece le insegnanti di classe dovrebbero rifiutare di fare i corsi per l'inglese e la religione, dando così la possibilità ad altri colleghi di poter lavorare.
Perché noi dobbiamo prendere di più? Siamo odiati per questi privilegi. Molti colleghi quando mi parlano vedono solo una privilegiata.
Arrivati in classe 9, dopo una decina di anni di insegnamento, anche se non di ruolo prendiamo 1380 euro NETTI. Quando io parlo dei progetti in una classe con le colleghe, loro non ascoltano i miei progetti. Mi rispondono subito: "Stai zitta tu, privilegiata!" Oramai è perfino difficile instaurare un dialogo, si ha sempre paura di come muovermi. In un collegio docenti le colleghe del mio plesso hanno protestato con la dirigente perché facevo a scuola le fotocopie per le verifiche. La preside non ha risposto. Io faccio le fotocopie a casa. Riciclo le cartucce, cioé le siringo con l'inchiostro, pur di risparmiare. Però carta e inchiostro le pago io. Mi porto perfino il registratore da casa per far ascoltare ed imparare le canzoni.
Tornare in alto Andare in basso
marco varzi



Messaggi : 56
Data d'iscrizione : 04.07.11

MessaggioOggetto: idr   Sab Set 17, 2011 2:54 pm

E' vero. Dobbiamo essere più uniti come insegnanti in generale. Ci sono troppi tagli nella scuola. Però non ho ancora sentito un insegnante di posto comune dire che è sbagliato che le insegnanti di classe facciano religione togliendo il lavoro ai loro colleghi specialisti di religione. Credo che in media prendiamo sui 200 euro in più netti al mese rispetto agli altri insegnanti dopo una decina di anni di servizio. Preferirei che me li togliessero, ma vorrei che non ci fossero più insegnanti di classe a fare religione. Molte volte non la fanno o non sono preparate nel modo più assoluto. Perché di questo non si parla mai? Inoltre devono essere puniti anche quegli insegnanti di religione specialisti che non fanno bene il loro lavoro. Basta con gli insegnanti di religione che insegnano senza titoli di studio o che non hanno finito di studiare, e sono tanti. A Scienze Religiose c'è l'obbligo di frequenza, per cinque anni. I colleghi di religione che non hanno terminato gli studi obbligano i colleghi di posto comune a fare l'orario in base ai loro comodi. Di solito i corsi di Religione si svolgono per una quindicina di ore a settimana. Questo significa che questi colleghi non insegnano per due pomeriggi, anche se vanno in facoltà di sabato (mattina e pomeriggio). Io ho iniziato ad insegnare al termine di Scienze Religiose.
Tornare in alto Andare in basso
LucaPS



Messaggi : 1960
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: Perché è giusto nella scuola primaria che le insegnanti di classe non facciano religione   Sab Set 17, 2011 6:03 pm

Cari colleghi di religione, insegnate una materia indispensabile e, secondo me, pure bella. Tra mille difficoltà: culturali, istituzionali e sociali. Sono l'autore del post sul diverso trattametno economico per gli IDR ma, credetemi, non ce l'ho con voi (come potete leggere da uno dei post successivi al primo, nel thread sul trattamento economico). So quanto dovete "barcamenarvi" in classe tra contenuti soft psico-sociologici (perchè ormai il clima culturale "va così") e invece una preparazione specifica che avete maturato; so le difficoltà di "non-avere-i-voti" e posso immaginare la convivenza in un clima culturale sempre più laicista. Alle Superiori ritengo che la vostra ora di IDR sia l'ultima chance che i ragazzi hanno di sentir parlare di trascendenza e... perchè no... anche di trascendenza incarnata proprio in una Persona (opsss... son Tre, vabbè), con cui loro - prima o poi, dopo tanto bussare - dovranno fare i conti, perchè la vita, con le sue tappe obbligate, lo impone. Soffro quando l'ora di IDR viene impiegata male, perchè... paradossalmente sono "lacune" che non potranno più essere colmate nè con corsi di recupero, nè all'Università. Magari sarà la vita - per i più fortunati (che però allora si riterranno sfortunati) - a fornire occasioni per colmarle... con l'aiuto di incontri casuali, di vicende personali e della Grazia. La maggior parte delle volte vedo ore IDR (alle Superiori) perse e soffro quando vedo che non c'è un risveglio da parte dei bravissimi pedagogisti che ci sono nelle Università Cattoliche e della Gerarchia per ripensare ad una Pedagogia dell'Annuncio - che è ormai urgente - e invece tutto lo sforzo è quello di mantenere posizioni e di risicare qualche spicciolo. Chi ne va di mezzo sono i ragazzi (parlo degli adolescenti delle superiori)... e, così, Dio deve fare "tutto da sè", caricandosi "pesi pesanti" (meno male che è abituato in questo, ha abituato Gesù a fare altrettanto ed ambedue ci sanno fare!).

Non sapevo della situazione delle maestre di materia che fanno religione: ma che storia è mai questa? E per quali motivi (qualcuno parlava di alcune Diocesi che non mandano IDR in alcune scuole causa "incompatibilità ambientale"; è solo per questo?). Ma che storia è mai questa!

Sono d'accordo su quello che scrivete. Che fare? Siete in una posizione delicata, amici. Chi tra di voi è di ruolo, un po' più libero lo è. Ma io proporrei - per il vostro bene - di stare "in campana": mai fare strappi o abbracciare atteggiamenti di eccessiva critica; coltivare invece una nascente e benefica consapevolezza, che potrà dare frutti a lungo termine.

Forse in questo percorso sarete aiutati dai "cattivi fratelli laicisti" : ) che chiederanno la parificazione del trattamento economico: come sempre, la Provvidenza segue un percorso fatto di Tesi-Antitesi-Sintesi in cui ciò che sembra male a breve termine diventa bene a lungo termine.

Con stima (ma solo a quelli che - tra di voi - fanno bene il loro proprio lavoro; criterio da usare peraltro con tutti gli insegnanti).

Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: idr   Sab Set 17, 2011 6:03 pm

Anch'io insegno Religione. Sono nella scuola primaria. Ho letto con attenzione il forum "Perchè è giusto che gli insegnanti di religione siano pagati di più degli altri." Intanto, non è giusto che noi prendiamo di più. Le cose sono due: o noi prendiamo di meno, o tutti gli insegnanti prendono di più. Secondo me è meglio questa seconda ipotesi, perché vale molto anche il lavoro di tutti gli insegnanti. Dovremmo unirci tutti per eliminare le ingiustizie nella scuola. Non è giusto che ci siano così tanti tagli. Non è giusto che ci siano le classi pollaio. I tagli degli insegnanti di sostegno, così importanti nei casi dei bambini con problemi, sono da denuncia. I tagli nell'inglese sono una perdita grave, perché spesso si tratta di persone che l'inglese lo conoscono veramente, meglio degli insegnanti di classe. I bambini devono imparare l'inglese nella società di oggi. Devono saperlo padroneggiare da bambini perché quando saranno grandi sarà indispensabile per poter trovare un lavoro. Pensate alla fuga di cervelli oggi. Quando i nostri alunni saranno grandi, di cervelli ne fuggiranno ancora di più, perché la crisi nel mondo del lavoro è drammatica. I cervelli, per fuggire devono conoscere l'inglese.
Però è anche giusto che le maestre di classe rinuncino a fare religione. Lo sapete che CHI RINUNCIA ALLE DUE ORE DI RELIGIONE NELLA SUA CLASSE NON PERDE NULLA NELLO STIPENDIO ? Parlando in giro ho scoperto che molte maestre di posto comune non lo sanno. Ebbene, è ora che rinuncino. Possono utilizzare le ore in più per le compresenze o per la mensa.
Secondo me vanno anche puniti i colleghi di religione che non fanno seriamente il loro lavoro. Un IDR non fa il suo lavoro? Si limita a far vedere videocassette? Denunciatelo alla Curia, per la precisione all'ufficio scuola della Curia. Spesso la Curia non sa cosa fanno gli IDR a scuola. Quelli che non lavorano infangano il buon nome di quelli che lavorano.
Se non ho capito male, finora a questo forum hanno partecipato solo gli insegnanti di Religione. Mi piacerebbe sapere che cosa ne pensano gli insegnanti di scuola comune. E' giusto che gli insegnanti di scuola comune insegnino religione nelle loro classi? Secondo me no. Passate parola: colleghi di posto comune, rinunciate alle ore di Religione!
Tornare in alto Andare in basso
marco varzi



Messaggi : 56
Data d'iscrizione : 04.07.11

MessaggioOggetto: idr   Sab Set 17, 2011 6:16 pm

LucaPS ha scritto:
Cari colleghi di religione, insegnate una materia indispensabile e, secondo me, pure bella. Tra mille difficoltà: culturali, istituzionali e sociali. Sono l'autore del post sul diverso trattametno economico per gli IDR ma, credetemi, non ce l'ho con voi (come potete leggere da uno dei post successivi al primo, nel thread sul trattamento economico). So quanto dovete "barcamenarvi" in classe tra contenuti soft psico-sociologici (perchè ormai il clima culturale "va così") e invece una preparazione specifica che avete maturato; so le difficoltà di "non-avere-i-voti" e posso immaginare la convivenza in un clima culturale sempre più laicista. Alle Superiori ritengo che la vostra ora di IDR sia l'ultima chance che i ragazzi hanno di sentir parlare di trascendenza e... perchè no... anche di trascendenza incarnata proprio in una Persona (opsss... son Tre, vabbè), con cui loro - prima o poi, dopo tanto bussare - dovranno fare i conti, perchè la vita, con le sue tappe obbligate, lo impone. Soffro quando l'ora di IDR viene impiegata male, perchè... paradossalmente sono "lacune" che non potranno più essere colmate nè con corsi di recupero, nè all'Università. Magari sarà la vita - per i più fortunati (che però allora si riterranno sfortunati) - a fornire occasioni per colmarle... con l'aiuto di incontri casuali, di vicende personali e della Grazia. La maggior parte delle volte vedo ore IDR (alle Superiori) perse e soffro quando vedo che non c'è un risveglio da parte dei bravissimi pedagogisti che ci sono nelle Università Cattoliche e della Gerarchia per ripensare ad una Pedagogia dell'Annuncio - che è ormai urgente - e invece tutto lo sforzo è quello di mantenere posizioni e di risicare qualche spicciolo. Chi ne va di mezzo sono i ragazzi (parlo degli adolescenti delle superiori)... e, così, Dio deve fare "tutto da sè", caricandosi "pesi pesanti" (meno male che è abituato in questo, ha abituato Gesù a fare altrettanto ed ambedue ci sanno fare!).

Non sapevo della situazione delle maestre di materia che fanno religione: ma che storia è mai questa? E per quali motivi (qualcuno parlava di alcune Diocesi che non mandano IDR in alcune scuole causa "incompatibilità ambientale"; è solo per questo?). Ma che storia è mai questa!

Sono d'accordo su quello che scrivete. Che fare? Siete in una posizione delicata, amici. Chi tra di voi è di ruolo, un po' più libero lo è. Ma io proporrei - per il vostro bene - di stare "in campana": mai fare strappi o abbracciare atteggiamenti di eccessiva critica; coltivare invece una nascente e benefica consapevolezza, che potrà dare frutti a lungo termine.

Forse in questo percorso sarete aiutati dai "cattivi fratelli laicisti" : ) che chiederanno la parificazione del trattamento economico: come sempre, la Provvidenza segue un percorso fatto di Tesi-Antitesi-Sintesi in cui ciò che sembra male a breve termine diventa bene a lungo termine.

Con stima (ma solo a quelli che - tra di voi - fanno bene il loro proprio lavoro; criterio da usare peraltro con tutti gli insegnanti).

Grazie, la tua riflessione è molto bella e mi rincuora.
Adesso anche tu (se posso darti del tu) conosci la situazione relativa alle maestre di scuola comune che fanno religione nelle loro classi. Se hai figli, nipoti, o se conosci qualcuno che ha bambini nella cui classe la maestra fa (o dovrebbe fare) religione parlane con loro. Devono rinunciare. Se non ho capito male, insegni alle superiori. Se l'IDR (insegnante di Religione) fa vedere le videocassette invece di fare lezione, denuncialo all'ufficio scuola della Curia della tua città. Sta solo infangando la nostra categoria. Se hai domande da fare sui nostri privilegi o sui nostri titoli di studio e sul nostro percorso formativo, falle. La conoscenza reciproca e il dialogo aiutano sempre. Ricordati che un dirigente sciolastico ha per legge il diritto di chiedere alla Curia che gli insegnanti di Religione ABBIANO I TITOLI DI STUDIO ADEGUATI. Altrimenti, se la Curia non può fornire un IDR titolato, allora il contratto può diventare per supplenza. Non è giusto che gli altri insegnanti debbano studiare per insegnare e noi no. Basta con i favoritismi. Se l'IDR sta ancora facendo Scienze Religiose devi dire al tuo Preside di intervenire. Potrebbero mandare un insegnante con i titoli, capace anche se non raccomandato. Oppure può restare l'insegnante senza titoli, ma solo per supplenza. Probabilmente la Curia vi manderà un insegnante titolato.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: idr   Sab Set 17, 2011 6:25 pm

LucaPS ha scritto:
Cari colleghi di religione, insegnate una materia indispensabile e, secondo me, pure bella. Tra mille difficoltà: culturali, istituzionali e sociali. Sono l'autore del post sul diverso trattametno economico per gli IDR ma, credetemi, non ce l'ho con voi (come potete leggere da uno dei post successivi al primo, nel thread sul trattamento economico). So quanto dovete "barcamenarvi" in classe tra contenuti soft psico-sociologici (perchè ormai il clima culturale "va così") e invece una preparazione specifica che avete maturato; so le difficoltà di "non-avere-i-voti" e posso immaginare la convivenza in un clima culturale sempre più laicista. Alle Superiori ritengo che la vostra ora di IDR sia l'ultima chance che i ragazzi hanno di sentir parlare di trascendenza e... perchè no... anche di trascendenza incarnata proprio in una Persona (opsss... son Tre, vabbè), con cui loro - prima o poi, dopo tanto bussare - dovranno fare i conti, perchè la vita, con le sue tappe obbligate, lo impone. Soffro quando l'ora di IDR viene impiegata male, perchè... paradossalmente sono "lacune" che non potranno più essere colmate nè con corsi di recupero, nè all'Università. Magari sarà la vita - per i più fortunati (che però allora si riterranno sfortunati) - a fornire occasioni per colmarle... con l'aiuto di incontri casuali, di vicende personali e della Grazia. La maggior parte delle volte vedo ore IDR (alle Superiori) perse e soffro quando vedo che non c'è un risveglio da parte dei bravissimi pedagogisti che ci sono nelle Università Cattoliche e della Gerarchia per ripensare ad una Pedagogia dell'Annuncio - che è ormai urgente - e invece tutto lo sforzo è quello di mantenere posizioni e di risicare qualche spicciolo. Chi ne va di mezzo sono i ragazzi (parlo degli adolescenti delle superiori)... e, così, Dio deve fare "tutto da sè", caricandosi "pesi pesanti" (meno male che è abituato in questo, ha abituato Gesù a fare altrettanto ed ambedue ci sanno fare!).

Non sapevo della situazione delle maestre di materia che fanno religione: ma che storia è mai questa? E per quali motivi (qualcuno parlava di alcune Diocesi che non mandano IDR in alcune scuole causa "incompatibilità ambientale"; è solo per questo?). Ma che storia è mai questa!

Sono d'accordo su quello che scrivete. Che fare? Siete in una posizione delicata, amici. Chi tra di voi è di ruolo, un po' più libero lo è. Ma io proporrei - per il vostro bene - di stare "in campana": mai fare strappi o abbracciare atteggiamenti di eccessiva critica; coltivare invece una nascente e benefica consapevolezza, che potrà dare frutti a lungo termine.

Forse in questo percorso sarete aiutati dai "cattivi fratelli laicisti" : ) che chiederanno la parificazione del trattamento economico: come sempre, la Provvidenza segue un percorso fatto di Tesi-Antitesi-Sintesi in cui ciò che sembra male a breve termine diventa bene a lungo termine.

Con stima (ma solo a quelli che - tra di voi - fanno bene il loro proprio lavoro; criterio da usare peraltro con tutti gli insegnanti).

Grazie per il tuo intervento. Gli insegnanti di classe che facevano religione fino al 1984 e hanno il diploma magistrale hanno mantenuto l'insegnamento della religione nelle loro classi seguendo corsi di aggiornamento e pagando. A volte non hanno seguito il corso di aggiornamento e la Curia ha concesso l'IRC (insegnamento della religione cattolica) in deroga. E' ingiusto. La Curia sa che eliminando forzatamente queste insegnanti (che non fanno i corsi di aggiornamento per l'idoneità nell'IRC) esse farebberro mobbing verso gli insegnanti imposti dalla Curia. E' il caso dell'Istituto comprensivo di Gattinara, in provincia di Vercelli, e dell'Istituto Comprensivo di Robbio, in provincia di Pavia. E' una cosa assolutamente ingiusta! Ci rubano il lavoro. La Curia, nel dubbio, non interviene. Chi ha figli con maestre di classe che fanno religione devono chiedere il loro allontanamento. Basta che i rappresentanti di classe facciano una petizione in cui minacciano di togliere gli alunni dalla scuola di di farli diventare non avvalenti.
Tornare in alto Andare in basso
LucaPS



Messaggi : 1960
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: Perché è giusto nella scuola primaria che le insegnanti di classe non facciano religione   Sab Set 17, 2011 6:43 pm

Marco, se denuncio l'IDR che fa vedere sempre vhs, sembra che io ce l'abbia contro l'IRC : )
La cosa si fa complicata, se la denuncia viene da un insegnante di altra materia.

La faccenda che insegnanto studenti di Scienze Religione ancora non abilitati, è a dir poco... illegale!

P.S. Peralto, ci sono vhs e vhs! Una bella (ma semplice) storia del cristianesimo in dvd
http://www.libreriapaoline.com/dvd_film_religiosi/film_74.htm

fatta in collegamento con il collega di storia (con tanto di verifiche a crocette, magari),
sai che bello!

Passa alle superiori, che la facciamo insieme : )

P.S. E' vero che gli IDR Medie prendono lo stesso stipendio degli IDR delle Superiori, quando nelle altre materie questo non avviene?
Tornare in alto Andare in basso
LucaPS



Messaggi : 1960
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: Perché è giusto nella scuola primaria che le insegnanti di classe non facciano religione   Sab Set 17, 2011 6:48 pm

Un saluto anche ad Enrico e Stefania.

Stefania, lanciatissima fa nomi e cognomi delle scuole: io suggerirei un po' di prudenza : )

Enrico. Sì, in effetti gli uffici della Curia non sanno - ovviamente - come svolgono lezioni gli IDR: ma questo avviene anche nel caso di insegnanti di altre materie. Solo che, nel caso delle altre materie, c'è più attenzione da parte degli alunni e delle famiglie e quindi cì'è un sorta di "controllo indiretto".

Tornare in alto Andare in basso
marco varzi



Messaggi : 56
Data d'iscrizione : 04.07.11

MessaggioOggetto: IDR   Sab Set 17, 2011 6:55 pm

LucaPS ha scritto:
Marco, se denuncio l'IDR che fa vedere sempre vhs, sembra che io ce l'abbia contro l'IRC : )
La cosa si fa complicata, se la denuncia viene da un insegnante di altra materia.

La faccenda che insegnanto studenti di Scienze Religione ancora non abilitati, è a dir poco... illegale!

P.S. Peralto, ci sono vhs e vhs! Una bella (ma semplice) storia del cristianesimo in dvd
http://www.libreriapaoline.com/dvd_film_religiosi/film_74.htm

fatta in collegamento con il collega di storia (con tanto di verifiche a crocette, magari),
sai che bello!

Passa alle superiori, che la facciamo insieme : )

P.S. E' vero che gli IDR Medie prendono lo stesso stipendio degli IDR delle Superiori, quando nelle altre materie questo non avviene?
Hai ragione. Nella mia città però un gruppo di genitori a scritto a "La Stampa" dicendo che l'IDR spaventava i bambini alle elementari parlando del diavolo.
A me piacciono molto i collegamenti, soprattutto con storia. A volte passiamo le ore a fare confronti tra storia e religione. Alcuni alunni parlano di Superquark o di Ulisse, naturlmente per quello che riguarda la Religione. La scorsa settimana su Voyager si parlava di Gerusalemme e molti bambini l'avevano visto e ne abbiamo parlato. Grazie per l'indirizzo internet che hai inviato. Alle Paoline ho comprato i CD con le canzoni di religione su vari temi: creazione, Noé, Gesù, Maria, ecc.
Io insegno nella scuola primaria, ma in passato ho insegnato anche alle medie e alle superiori. Mi piacerebbe insegnare Religione con te ma...ho paura di non essere abbastanza raccomandato per andare alle superiori. Comunque mi trovo bene anche nella primaria.
Lo stipendio degli insegnanti di Religione delle medie è equiparato a quello degli insegnanti di religione delle superiori. Noi IDR abbiamo il codice KR sul cedolino. Anche questo è un privilegio incomprensibile. Io ho avuto la diciannovesima classe alle medie, mi era stata attribuita per motivi strutturali. La diciannovesima classe veniva pagata come se fosse un quarto di una classe. Un'altra stranezza.
Grazie per i tuoi consigli.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: IDR   Sab Set 17, 2011 8:09 pm

LucaPS ha scritto:
Un saluto anche ad Enrico e Stefania.

Stefania, lanciatissima fa nomi e cognomi delle scuole: io suggerirei un po' di prudenza : )

Enrico. Sì, in effetti gli uffici della Curia non sanno - ovviamente - come svolgono lezioni gli IDR: ma questo avviene anche nel caso di insegnanti di altre materie. Solo che, nel caso delle altre materie, c'è più attenzione da parte degli alunni e delle famiglie e quindi cì'è un sorta di "controllo indiretto".

Si, hai ragione. Però a Gattinara ci sono 5 classi per quattro sezioni: 20 classi. Ogni 11 classi un insegnante di Religione ha un posto. In un paese in cui la Gelmini taglia a tutto spiano, c'è la possibilità di creare nuovi posti di lavoro. Più o meno, in metà delle scuole materne ed elementari l'insegnante di classe fa religione (e la fa solo in teoria). E' necessario che questo si sappia: ci sono persone che, rinunciando a fare religione nelle loro classi, darebbero l'opportunità di dare lavoro ad altre persone.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Perché è giusto nella scuola primaria che le insegnanti di classe non facciano religione   Sab Set 17, 2011 8:18 pm

LucaPS ha scritto:
Un saluto anche ad Enrico e Stefania.

Stefania, lanciatissima fa nomi e cognomi delle scuole: io suggerirei un po' di prudenza : )

Enrico. Sì, in effetti gli uffici della Curia non sanno - ovviamente - come svolgono lezioni gli IDR: ma questo avviene anche nel caso di insegnanti di altre materie. Solo che, nel caso delle altre materie, c'è più attenzione da parte degli alunni e delle famiglie e quindi cì'è un sorta di "controllo indiretto".

Si, hai proprio ragione, c'è più "controllo indiretto" verso gli altri insegnanti. Ed è anche vero che c'è più indifferenza nei confronti degli IDR. Infatti, per ora, leggendo questo forum sulle insegnanti di classe che fanno (sulla carta) religione nelle loro classi, ho notato che solo tu, un insegnante non di religione, ha risposto. Quindi mi sembra che ci sia più indifferenza nei nostri confronti. Nel forum in cui si parla degli insegnanti di religione che sono più pagati c'è molta più partecipazione. Probabilmente a molti interessano i nostri privilegi, ma non i nostri problemi. Il fatto di avere più privilegi in fondo ci ha discriminato: molti insegnanti "normali" non ci ascoltano e in molte scuole contiamo poco. Forse se ci venissero tolti i privilegi le cose cambierebbero. Spero che ci siano altri insegnanti "normali" che rispondano a questo forum. Finora ho notato che ci sono insegnanti di religione che dicono: "abbiamo privilegi, è sbagliato". Però, ci sei solo tu a dire: "le insegnanti di classe fanno religione, è sbagliato".
Grazie per il tuo interessamento.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Perché è giusto nella scuola primaria che le insegnanti di classe non facciano religione   Sab Set 17, 2011 8:26 pm

giulia franchi 2010 ha scritto:
Cari colleghi, (di Religione e non). Avete ragione. Le maestre di classe, sia nella scuola dell'infanzia, sia nella scuola primaria, non dovrebbero fare Religione nelle loro classi. E' una guerra tra poveri. Tolgono il lavoro ad altri insegnanti. Invece le insegnanti di classe dovrebbero rifiutare di fare i corsi per l'inglese e la religione, dando così la possibilità ad altri colleghi di poter lavorare.
Perché noi dobbiamo prendere di più? Siamo odiati per questi privilegi. Molti colleghi quando mi parlano vedono solo una privilegiata.
Arrivati in classe 9, dopo una decina di anni di insegnamento, anche se non di ruolo prendiamo 1380 euro NETTI. Quando io parlo dei progetti in una classe con le colleghe, loro non ascoltano i miei progetti. Mi rispondono subito: "Stai zitta tu, privilegiata!" Oramai è perfino difficile instaurare un dialogo, si ha sempre paura di come muovermi. In un collegio docenti le colleghe del mio plesso hanno protestato con la dirigente perché facevo a scuola le fotocopie per le verifiche. La preside non ha risposto. Io faccio le fotocopie a casa. Riciclo le cartucce, cioé le siringo con l'inchiostro, pur di risparmiare. Però carta e inchiostro le pago io. Mi porto perfino il registratore da casa per far ascoltare ed imparare le canzoni.
Hai ragione, anche a me hanno detto di non fare fotocopie, io le faccio a casa. Se mi avvicino alla fotocopiatrice mi rispondono male. Eppure ho notato che alcune insegnanti fanno fotocopie per uso personale. Nell'ultimo collegio docenti la preside ha detto che gli insegnanti non devono mandare i bidelli a comprare il pane. Poi ha detto di non usare il cellulare a scuola. Ma bisogna proprio dirlo? Degli insegnanti non sanno da soli capire che i bidelli non possono essere usati per motivi personali?
C'è anche la questione degli insegnanti esterni. Ci sono gli esperti di educazione motoria e di musica. Io ho dovuto cedere tre ore, una per musica e due per educazione motoria, in tre classi diverse. Ho fatto di tutto per collaborare con le colleghe. Però guai a fare una fotocopia in più. Anche se è per la scuola.
Tornare in alto Andare in basso
marco varzi



Messaggi : 56
Data d'iscrizione : 04.07.11

MessaggioOggetto: IDR   Sab Set 17, 2011 8:37 pm

stefania risotti ha scritto:
giulia franchi 2010 ha scritto:
Cari colleghi, (di Religione e non). Avete ragione. Le maestre di classe, sia nella scuola dell'infanzia, sia nella scuola primaria, non dovrebbero fare Religione nelle loro classi. E' una guerra tra poveri. Tolgono il lavoro ad altri insegnanti. Invece le insegnanti di classe dovrebbero rifiutare di fare i corsi per l'inglese e la religione, dando così la possibilità ad altri colleghi di poter lavorare.
Perché noi dobbiamo prendere di più? Siamo odiati per questi privilegi. Molti colleghi quando mi parlano vedono solo una privilegiata.
Arrivati in classe 9, dopo una decina di anni di insegnamento, anche se non di ruolo prendiamo 1380 euro NETTI. Quando io parlo dei progetti in una classe con le colleghe, loro non ascoltano i miei progetti. Mi rispondono subito: "Stai zitta tu, privilegiata!" Oramai è perfino difficile instaurare un dialogo, si ha sempre paura di come muovermi. In un collegio docenti le colleghe del mio plesso hanno protestato con la dirigente perché facevo a scuola le fotocopie per le verifiche. La preside non ha risposto. Io faccio le fotocopie a casa. Riciclo le cartucce, cioé le siringo con l'inchiostro, pur di risparmiare. Però carta e inchiostro le pago io. Mi porto perfino il registratore da casa per far ascoltare ed imparare le canzoni.
Hai ragione, anche a me hanno detto di non fare fotocopie, io le faccio a casa. Se mi avvicino alla fotocopiatrice mi rispondono male. Eppure ho notato che alcune insegnanti fanno fotocopie per uso personale. Nell'ultimo collegio docenti la preside ha detto che gli insegnanti non devono mandare i bidelli a comprare il pane. Poi ha detto di non usare il cellulare a scuola. Ma bisogna proprio dirlo? Degli insegnanti non sanno da soli capire che i bidelli non possono essere usati per motivi personali?
C'è anche la questione degli insegnanti esterni. Ci sono gli esperti di educazione motoria e di musica. Io ho dovuto cedere tre ore, una per musica e due per educazione motoria, in tre classi diverse. Ho fatto di tutto per collaborare con le colleghe. Però guai a fare una fotocopia in più. Anche se è per la scuola.
Brava! Hai ragione. Anch'io ho ceduto alcune ore per educazione motorie, cioé in alcune classi, a partire da gennaio, facevo solo un'ora a settimana. La mia Dirigente Scolastica ha stabilito che la responsabilità è dell'insegnante di classe. Quindi, quando c'era educazione motoria, la responsabilità sugli alunni era mia. La Dirigente diceva che l'esperto serviva a fare in modo che il docente imparasse meglio a fare educazione motoria nella sua classe (?!?) E io che c'entro. Mica faccio educazione motoria.
Questo "esperto" aveva difficoltà a tenere i bambini. Era esigente e li prendeva in giro. Quindi, gli stessi bambini quando facevano religione erano corretti, interessati, andavano a cercare riviste e a guardare documentari su Gesù e sulla religione.
Nell'ora successiva, ora di religione ceduta alla ginnastica, diventavano svogliati e maleducati. Una volta (io ero in un'altra scuola) un genitore voleva picchiare questo "esperto". I bambini dicevano apertamente ai genitori che con me si trovavano bene.
Eppure a giugno la dirigente scolastica ha mandato una annotazione in Curia in cui diceva che non so tenere la classe! Dopo che ho lasciato che mi venissero prese le ore per ginnastica. Io che ero esonerato dalla ginnastica e che l'ho sempre odiata!!! Per fortuna la Curia non ne ha tenuto conto e sono stato riconfermato nella stessa scuola.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: IDR   Sab Set 17, 2011 8:40 pm

Guardate il sito di cultura cattolica alla pagina IRC. Ce ne sono di tutti i colori. Un consulente offre i suoi consigli agli IDR.
Tornare in alto Andare in basso
LucaPS



Messaggi : 1960
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: Perché è giusto nella scuola primaria che le insegnanti di classe non facciano religione   Sab Set 17, 2011 10:46 pm

A Marco. Soprattutto alle elementari, in genere, dovrebbe esserci una concezione "orizzontale" delle materie e degli insegnanti in quanto tutti concorrono a pieno titolo allo sviluppo psico-affettivo - prima che apprenditivo - degli alunni; in alcune scuole in cui ci sono educatrici, perfino le educatrici collaborano con pari dignità alla didattica delle maestre; a maggior ragione dovrebbe essere così con gli insegnanti di religione, che sono a pieno titolo insegnanti di classe (al contrario delle educatrici).

A Enrico. No, purtroppo non c'è stato interessamento neanche nel thread sul trattamento economico: è stato uno scambio solipsistico tra me e Albith (più qualche persona).

Comunque, ora, sulla convivenza degli IDR nelle scuole non ne farei un dramma anche se capisco che può pesare; più che altro, potrebbe aiutare - per affrontare il lavoro - pensare che esso parte con un "vizio di origine" e non si può pretendere di cambiare il mondo : ) Peraltro mi pare che questo "vizio di origine" permetta comunque di lavorare e bene, dopotutto. Faccende simili capitano agli insegnanti curriculari con poche ore settimanali: basta essere innamorati della propria materia, coltivare interessi disciplinari anche al di fuori della didattica disciplinare (i tanto angoscianti corsi di aggiornamento obbligatori di cui raccontate... vorrei averli io, per "tornare studente" ogni tanto e gratis; dopotutto sono occasioni di incontro, anche se posso intuire che in quelle occasioni sia "imposto il silenzio" sulle cose che non vanno).

Più che altro, sto sperimentando anch'io - nelle scuole in cui sono l'unico insegnante di materia - una condizione di solitudine e ho nostalgia del confronto tra colleghi di materia che avevo in altre scuole: penso che questa condizione sia comune a molti IDR, a fronte anche delle "pressioni ambientali" che raccontate.

La faccenda delle maestre che prendono le ore di religione rimane sconcertante.

Tornare in alto Andare in basso
marco varzi



Messaggi : 56
Data d'iscrizione : 04.07.11

MessaggioOggetto: IDR   Sab Set 17, 2011 11:17 pm

LucaPS ha scritto:
A Marco. Soprattutto alle elementari, in genere, dovrebbe esserci una concezione "orizzontale" delle materie e degli insegnanti in quanto tutti concorrono a pieno titolo allo sviluppo psico-affettivo - prima che apprenditivo - degli alunni; in alcune scuole in cui ci sono educatrici, perfino le educatrici collaborano con pari dignità alla didattica delle maestre; a maggior ragione dovrebbe essere così con gli insegnanti di religione, che sono a pieno titolo insegnanti di classe (al contrario delle educatrici).

A Enrico. No, purtroppo non c'è stato interessamento neanche nel thread sul trattamento economico: è stato uno scambio solipsistico tra me e Albith (più qualche persona).

Comunque, ora, sulla convivenza degli IDR nelle scuole non ne farei un dramma anche se capisco che può pesare; più che altro, potrebbe aiutare - per affrontare il lavoro - pensare che esso parte con un "vizio di origine" e non si può pretendere di cambiare il mondo : ) Peraltro mi pare che questo "vizio di origine" permetta comunque di lavorare e bene, dopotutto. Faccende simili capitano agli insegnanti curriculari con poche ore settimanali: basta essere innamorati della propria materia, coltivare interessi disciplinari anche al di fuori della didattica disciplinare (i tanto angoscianti corsi di aggiornamento obbligatori di cui raccontate... vorrei averli io, per "tornare studente" ogni tanto e gratis; dopotutto sono occasioni di incontro, anche se posso intuire che in quelle occasioni sia "imposto il silenzio" sulle cose che non vanno).

Più che altro, sto sperimentando anch'io - nelle scuole in cui sono l'unico insegnante di materia - una condizione di solitudine e ho nostalgia del confronto tra colleghi di materia che avevo in altre scuole: penso che questa condizione sia comune a molti IDR, a fronte anche delle "pressioni ambientali" che raccontate.

La faccenda delle maestre che prendono le ore di religione rimane sconcertante.

Grazie!
Comunque i corsi di aggiornamento non sono gratis. A noi costano in media sui 20 euro. Alle insegnanti ci classe che fanno religione, se non sbaglio, costano 50 euro. In realtà i corsi di aggiornamento non sono angoscianti, però ce ne sono di due tipi: quelli "teologici" e quelli "psicologici o didattici". Quelli della prima categoria sono semplicemente la ripetizione di quello che si è studiato a Scienze Religiose. I secondi, invece, sono più interessanti. Si parla della psicologica, e in particolare della psicologia religiosa dell'alunno e della didattica: come presentare le lezioni e come gestire i conflitti con gli alunni. Purtroppo manca ancora un corso su come gestire il conflitto con gli altri insegnanti. Mi ricordo che ad un incontro di aggiornamento in comune tra IDR e insegnanti di classe che fanno Religione c'era un'aria carica di tensione. Ci eravamo seduti in file diverse. Loro borbottavano da una parte e noi dall'altra. Si lamentavano che dovevano fare la tesina di 40 pagine e che dovevano dare degli esami difficili in cui potevano essere bocciati. Poi si lamentavano dei soldi che dovevano pagare. Noi replicavamo che avrebbero dovuto dare almeno una quarantina di esami come abbiamo fatto noi a Scienze Religiose, la tesi di 100 pagine e 500 euro di tasse come si fa a Scienze Religiose. Eppure molte ammettevano di non avere tempo per insegnare Religione nelle loro classi, la facevano solo verso Natale e Pasqua. Per il resto utilizzavano queste ore per fare altro. Prova a chiedere in giro, vedrai che in molti casi è così.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: IDR   Sab Set 17, 2011 11:24 pm

Comunque questo forum è abbastanza sconcertante. Se si parla di "Perchè è giusto che gli insegnanti di religione siano pagati di più degli altri" ad adesso ci sono 84 risposte, con interventi sia di insegnanti "normali", sia di IDR. Se si parla di " Perché è giusto nella scuola primaria che le insegnanti di classe non facciano religione" le risposte sono 17 ed è intervenuto UN SOLO NON INSEGNANTE DI RELIGIONE. Questo significa che per molti colleghi "normali" la nostra è solo una categoria da criticare.
Noi abbiamo solo chiesto ciò che è nostro: le insegnanti di classe devono lasciare le ore di Religione a noi. Rubano il lavoro ingiustamente. Non c'è nemmeno una insegnante di classe che fa Religione che abbia risposto in questo forum. Oltre a essere ladre sono pure vigliacche!
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Perché è giusto nella scuola primaria che le insegnanti di classe non facciano religione   Sab Set 17, 2011 11:27 pm

giulia franchi 2010 ha scritto:
Comunque questo forum è abbastanza sconcertante. Se si parla di "Perchè è giusto che gli insegnanti di religione siano pagati di più degli altri" ad adesso ci sono 84 risposte, con interventi sia di insegnanti "normali", sia di IDR. Se si parla di " Perché è giusto nella scuola primaria che le insegnanti di classe non facciano religione" le risposte sono 17 ed è intervenuto UN SOLO NON INSEGNANTE DI RELIGIONE. Questo significa che per molti colleghi "normali" la nostra è solo una categoria da criticare.
Noi abbiamo solo chiesto ciò che è nostro: le insegnanti di classe devono lasciare le ore di Religione a noi. Rubano il lavoro ingiustamente. Non c'è nemmeno una insegnante di classe che fa Religione che abbia risposto in questo forum. Oltre a essere ladre sono pure vigliacche!
Tra l'altro, l'unico che gentilmente ha risposto insegna alle superiori. Forse alle medie e alle superiori, dove sono abituati ad avere insegnanti con poche ore in una classe, la mentalità è diversa. Nelle materne e nelle elementari, in fondo, prevale la mentalità del maestro unico e tuttologo.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: IDR   Sab Set 17, 2011 11:37 pm

Però ho notato che in questo forum ci sono 19 risposte, ma è stato visto 139 volte. Speriamo che quelli che hanno guardato ma non hanno risposto siano sensibili verso questo tema. E' un peccato che non ci siano altri insegnanti comuni che abbiano risposto. Mi piacerebbe tanto sapere come la pensano. Pensate a quanto è doloroso per un IDR avere un figlio che va in una scuola in cui la maestra dice: "questa settimana non abbiamo tempo di fare Religione perché dobbiamo finire matematica". Pensate che il preside controlli? Non credo proprio. Anzi, il preside riferisce in Curia che l'IDR (insegnante o genitore) si è intromesso in una cosa non sua. Riguardo al fatto che molti insegnanti comuni non rispondano a questo forum sull'ingiustizia della religione fatta solo sulla carta dalle insegnanti di classe, rispondo con le parole del mio insegnante di Religone: "il male più grande di questo secolo è l'indifferenza".
Tornare in alto Andare in basso
LucaPS



Messaggi : 1960
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: Perché è giusto nella scuola primaria che le insegnanti di classe non facciano religione   Sab Set 17, 2011 11:58 pm

Enrico, Stefania e Giulia: magari risponderanno. Il thread è ancora giovane. E comunque, se le ore di IRC delle maestre "curriculari" son pagate come straordinario (e in più possono essere utilizzate - illeggittimamente - per le loro materie), è ovvio che si vuol mantenere lo status quo e quindi non si ha interesse a intervenire... Esattamente come gli IDR non hanno interesse a intervenire sul diverso trattamento economico. Tranne voi e per questo vi ringrazio. Confrontarsi civilmente è sempre auspicato, anche se non sembre conveniente.

Stefania. Idubbiamente alle scuole elementari c'è un clima più "materno" e cioè più "possessivo-onnipotente" verso gli alunni; e di conseguenza c'è una sorta di "esclusione dell'estraneo" (che nel caso in questione sareste voi, in confronto alla maestra di italiano e/o matematica); questa possessività non esiste alle medie e superiori e quindi il confronto potrebbe essere più aperto. Inoltre, la querelle tra maestre che fanno illeggittimanente religione e IDR nella scuola secondaria non c'è e questo complica il confronto tra insegnanti alle elementari.

Marco. Io batterei ancora il tasto dell'orizzontalità dell'azione didattica alla scuola elementare. Ripeto: c'è persino tra maestre ed educatrici. Inoltre, se la vogliamo dire tutta, la maggior parte delle maestre ancora è solo diplomata; invece l'IDR ha comunque un titolo simile alla laurea e molti hanno anche una laurea aggiuntiva. Io comunque non la metterei certamente su una questione di titoli, quanto piuttosto sull'unitarietà dell'azione educativa alle elementari. Inoltre, col recente maestro unico, l'IDR è una delle poche figure aggiuntive che il bambino vedrà in classe e questo è sicuramente importante per il bambino.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: IDR   Dom Set 18, 2011 12:16 am

LucaPS ha scritto:
Enrico, Stefania e Giulia: magari risponderanno. Il thread è ancora giovane. E comunque, se le ore di IRC delle maestre "curriculari" son pagate come straordinario (e in più possono essere utilizzate - illeggittimamente - per le loro materie), è ovvio che si vuol mantenere lo status quo e quindi non si ha interesse a intervenire... Esattamente come gli IDR non hanno interesse a intervenire sul diverso trattamento economico. Tranne voi e per questo vi ringrazio. Confrontarsi civilmente è sempre auspicato, anche se non sembre conveniente.

Stefania. Idubbiamente alle scuole elementari c'è un clima più "materno" e cioè più "possessivo-onnipotente" verso gli alunni; e di conseguenza c'è una sorta di "esclusione dell'estraneo" (che nel caso in questione sareste voi, in confronto alla maestra di italiano e/o matematica); questa possessività non esiste alle medie e superiori e quindi il confronto potrebbe essere più aperto. Inoltre, la querelle tra maestre che fanno illeggittimanente religione e IDR nella scuola secondaria non c'è e questo complica il confronto tra insegnanti alle elementari.

Marco. Io batterei ancora il tasto dell'orizzontalità dell'azione didattica alla scuola elementare. Ripeto: c'è persino tra maestre ed educatrici. Inoltre, se la vogliamo dire tutta, la maggior parte delle maestre ancora è solo diplomata; invece l'IDR ha comunque un titolo simile alla laurea e molti hanno anche una laurea aggiuntiva. Io comunque non la metterei certamente su una questione di titoli, quanto piuttosto sull'unitarietà dell'azione educativa alle elementari. Inoltre, col recente maestro unico, l'IDR è una delle poche figure aggiuntive che il bambino vedrà in classe e questo è sicuramente importante per il bambino.

Vorrei sottolineare quello che hai detto: "E comunque, se le ore di IRC delle maestre "curriculari" son pagate come straordinario (e in più possono essere utilizzate - illeggittimamente - per le loro materie), è ovvio che si vuol mantenere lo status quo e quindi non si ha interesse a intervenire... " NO!!! Nel modo più assoluto, le ore di IRC delle maestre curricolari non sono pagate come straordinario, questo lo credono in molti. Grazie, perché mi dai la possibilità di precisare. La maestra di classe fa 24 ore di servizio (come noi). Parlo della primaria. 2 ore sono per la programmazione settimanale. 20 ore di insegnamento curricolare in cui rientrano anche (se c'è) la compresenza e le ore per la mensa. Siamo a 22 ore. Per arrivare alle 24 ore ci sono altre due ore di Religione. Se la maestra verso febbraio-marzo dichiara al suo istituto comprensivo che non è più disponibile a fare Religione nell'anno successivo, che cosa succede? Perde il posto? No! Va in un'altra scuola? No. Perde punti? Nemmeno. Usa le due ore che avrebbe utilizzato per fare Religione o per la compresenza, o per la mensa o per guardare i non avvalenti. Perde però qualcosa nello stipendio, mi dirai. NO! In pratica mantiene lo stesso stipendio e ha due ore in più da utilizzare per insegnare altro. Se tu andassi in una scuola primaria di città, quindi abbastanza grande, noteresti che nella scuola in cui hanno rinunciato a fare Religione non hanno molti problemi a trovare gli insegnanti per la mensa. Se fanno Religione nelle loro classi vedresti la fiduciaria che urla: "Bisogna trovare insegnanti per la mensa, se non li troviamo dirò al preside di nominarli d'ufficio". L'ho visto di persona. Tieni presente che i non avvalenti, che spesso sono pochi, possono essere accorpati nella stessa classe con un solo insegnante. Nelle scuole primarie di paese, magari chi ha rinunciato ad insegnare Religione nella sua classe porta fuori i due o tre stranieri non avvalenti e li aiuta nell'alfabetizzazione. Quindi ricorda bene: L'INSEGNANTE DI CLASSE NON PRENDE PIU' SOLDI PERCHE' FA IRC NELLA SUA CLASSE!
Tornare in alto Andare in basso
marco varzi



Messaggi : 56
Data d'iscrizione : 04.07.11

MessaggioOggetto: IDR   Dom Set 18, 2011 12:25 am

LucaPS ha scritto:
Enrico, Stefania e Giulia: magari risponderanno. Il thread è ancora giovane. E comunque, se le ore di IRC delle maestre "curriculari" son pagate come straordinario (e in più possono essere utilizzate - illeggittimamente - per le loro materie), è ovvio che si vuol mantenere lo status quo e quindi non si ha interesse a intervenire... Esattamente come gli IDR non hanno interesse a intervenire sul diverso trattamento economico. Tranne voi e per questo vi ringrazio. Confrontarsi civilmente è sempre auspicato, anche se non sembre conveniente.

Stefania. Idubbiamente alle scuole elementari c'è un clima più "materno" e cioè più "possessivo-onnipotente" verso gli alunni; e di conseguenza c'è una sorta di "esclusione dell'estraneo" (che nel caso in questione sareste voi, in confronto alla maestra di italiano e/o matematica); questa possessività non esiste alle medie e superiori e quindi il confronto potrebbe essere più aperto. Inoltre, la querelle tra maestre che fanno illeggittimanente religione e IDR nella scuola secondaria non c'è e questo complica il confronto tra insegnanti alle elementari.

Marco. Io batterei ancora il tasto dell'orizzontalità dell'azione didattica alla scuola elementare. Ripeto: c'è persino tra maestre ed educatrici. Inoltre, se la vogliamo dire tutta, la maggior parte delle maestre ancora è solo diplomata; invece l'IDR ha comunque un titolo simile alla laurea e molti hanno anche una laurea aggiuntiva. Io comunque non la metterei certamente su una questione di titoli, quanto piuttosto sull'unitarietà dell'azione educativa alle elementari. Inoltre, col recente maestro unico, l'IDR è una delle poche figure aggiuntive che il bambino vedrà in classe e questo è sicuramente importante per il bambino.
Si, hai perfettamente ragione. Però mi sembrerebbe più logico che la Religione fosse insegnata da chi ha fatto Scienze Religiose.
Nelle altre materia, specie nell'inglese, lo stato ha finora tagliato. Nel nostro caso potremmo avere più posti di IDR, visto che lo stato non potrebbe tagliare.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: IDR   Dom Set 18, 2011 12:27 am

Ha ragione Enrico, le maestre di classe non sono pagate di più perché fanno Religione. D'altra parte non sono pagate di più neanche se fanno inglese nella loro classe.
Tornare in alto Andare in basso
 
Perché è giusto nella scuola primaria che le insegnanti di classe non facciano religione
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 6Andare alla pagina : 1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente
 Argomenti simili
-
» Religione nella scuola materna
» ESEMPI di power point scuola primaria
» Domande pervenute a Taranto SCUOLA PRIMARIA SOSTEGNO
» Scuola, perché è giusto non fare il presepe
» gravidanza e clexane

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: