Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
» "Le bambine si tappino le orecchie !"
Oggi a 12:53 am Da rita

» Obbligo recupero ore
Oggi a 12:23 am Da iaiataf

» Equiparazione dottorato di ricerca e abilitazione
Ieri a 11:57 pm Da Ciope1981

» Congedo pare tale e malattia
Ieri a 11:55 pm Da Giorgia11

» detrazioni figli a carico
Ieri a 11:33 pm Da CUBA71

» Gestione della rabbia
Ieri a 11:21 pm Da Masaniello

» Urgente congedo
Ieri a 11:07 pm Da Mlc

» Gestione della rabbia
Ieri a 11:02 pm Da alice74

» compiti in classe per DSA chi li prepara?
Ieri a 10:55 pm Da rita

Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Perché è giusto nella scuola primaria che le insegnanti di classe non facciano religione

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente
AutoreMessaggio
marco varzi



Messaggi : 56
Data d'iscrizione : 04.07.11

MessaggioOggetto: Perché è giusto nella scuola primaria che le insegnanti di classe non facciano religione   Sab Set 17, 2011 2:25 pm

Promemoria primo messaggio :

Mi chiamo Marco, sono un insegnante di Religione. Credo che tutti gli insegnanti debbano essere trattati alla pari. E' sbagliato tagliare posti di inglese ed molto grave tagliare i posti di sostegno. Noi insegnanti di Religione abbiamo privilegi economici che andrebbero tolti, oppure dovrebbero essere estesi agli altri insegnanti. Verremmo rispettati di più.
Credo anche che sia importante un'altra cosa: le maestre di classe non dovrebbero fare religione nella loro classe perché tolgono lavoro ad altri insegnanti di Religione specialisti. Preferirei prendere come gli altri insegnanti, ma preferirei anche che la Religione fosse attribuita solo a specialisti, nominati solo dallo stato e non dalla Curia. Dovremmo avere anche noi avere un punteggio come gli altri insegnanti per poter scegliere in quale scuola andare. Basta con gli insegnanti di classe che ci ridono in faccia e ci dicono: "io non rinuncio alle mie ore di Religione, io faccio matematica nelle ore di Religione". E' una vergogna! Basta ai nostri privilegi e basta alle maestre di scuola comune che fanno Religione!
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Perché è giusto nella scuola primaria che le insegnanti di classe non facciano religione   Dom Set 18, 2011 12:31 am

Stefania. Idubbiamente alle scuole elementari c'è un clima più "materno" e cioè più "possessivo-onnipotente" verso gli alunni; e di conseguenza c'è una sorta di "esclusione dell'estraneo" (che nel caso in questione sareste voi, in confronto alla maestra di italiano e/o matematica); questa possessività non esiste alle medie e superiori e quindi il confronto potrebbe essere più aperto. Inoltre, la querelle tra maestre che fanno illeggittimanente religione e IDR nella scuola secondaria non c'è e questo complica il confronto tra insegnanti alle elementari.

Si, hai perfettamente ragione. Un po' forse siamo visti come estranei, nelle primarie c'è più possessività. Hai ragione anche sul clima materno. Infatti i colleghi maschi (che sono pochi) a quanto mi risulta hanno più problemi di noi.
Tornare in alto Andare in basso
marco varzi



Messaggi : 56
Data d'iscrizione : 04.07.11

MessaggioOggetto: IDR   Dom Set 18, 2011 12:37 am

stefania risotti ha scritto:
Stefania. Idubbiamente alle scuole elementari c'è un clima più "materno" e cioè più "possessivo-onnipotente" verso gli alunni; e di conseguenza c'è una sorta di "esclusione dell'estraneo" (che nel caso in questione sareste voi, in confronto alla maestra di italiano e/o matematica); questa possessività non esiste alle medie e superiori e quindi il confronto potrebbe essere più aperto. Inoltre, la querelle tra maestre che fanno illeggittimanente religione e IDR nella scuola secondaria non c'è e questo complica il confronto tra insegnanti alle elementari.

Si, hai perfettamente ragione. Un po' forse siamo visti come estranei, nelle primarie c'è più possessività. Hai ragione anche sul clima materno. Infatti i colleghi maschi (che sono pochi) a quanto mi risulta hanno più problemi di noi.

Concordo perfettamente con entrambi, per noi uomini è più difficile insegnare alle elementari. A volte siamo anche esclusi dal dialogo proprio perché le donne parlano di cose loro. Magari si offendono perché non abbiamo notato la loro nuova acconciatura. Eppure molti bambini sono contenti di avere almeno un maestro maschio. Alcuni mi hanno detto: "Finalmente un maestro maschio...a proposito, lo sai maestro che ieri ho fatto un goal nella partira? Tu per che squadra tieni?". Io ovviamente cerco di educarli alla fede...Juventina.
Tornare in alto Andare in basso
LucaPS



Messaggi : 1960
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: Perché è giusto nella scuola primaria che le insegnanti di classe non facciano religione   Dom Set 18, 2011 12:38 am

> Però mi sembrerebbe più logico che la Religione fosse insegnata da chi ha fatto Scienze Religiose.
Ovvio. Ho detto il contrario? Se sì, mi sono spiegato ovviamente male : )
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: IDR   Dom Set 18, 2011 12:41 am

marco varzi ha scritto:
stefania risotti ha scritto:
Stefania. Idubbiamente alle scuole elementari c'è un clima più "materno" e cioè più "possessivo-onnipotente" verso gli alunni; e di conseguenza c'è una sorta di "esclusione dell'estraneo" (che nel caso in questione sareste voi, in confronto alla maestra di italiano e/o matematica); questa possessività non esiste alle medie e superiori e quindi il confronto potrebbe essere più aperto. Inoltre, la querelle tra maestre che fanno illeggittimanente religione e IDR nella scuola secondaria non c'è e questo complica il confronto tra insegnanti alle elementari.

Si, hai perfettamente ragione. Un po' forse siamo visti come estranei, nelle primarie c'è più possessività. Hai ragione anche sul clima materno. Infatti i colleghi maschi (che sono pochi) a quanto mi risulta hanno più problemi di noi.

Concordo perfettamente con entrambi, per noi uomini è più difficile insegnare alle elementari. A volte siamo anche esclusi dal dialogo proprio perché le donne parlano di cose loro. Magari si offendono perché non abbiamo notato la loro nuova acconciatura. Eppure molti bambini sono contenti di avere almeno un maestro maschio. Alcuni mi hanno detto: "Finalmente un maestro maschio...a proposito, lo sai maestro che ieri ho fatto un goal nella partira? Tu per che squadra tieni?". Io ovviamente cerco di educarli alla fede...Juventina.
Sono pienamente d'accordo con voi...anche sulla necessità di educare gli alunni alla fede Juventina, una cosa che le maestre non capiscono perché sono troppo occupate a pensare alla loro pettinatura. Ho notato che molti IDR cercano di usare l'ironia e la simpatia con i loro alunni. Però una cosa deve essere chiara: la squadra da tifare!
Tornare in alto Andare in basso
marco varzi



Messaggi : 56
Data d'iscrizione : 04.07.11

MessaggioOggetto: IDR   Dom Set 18, 2011 12:46 am

enrico draghi ha scritto:
marco varzi ha scritto:
stefania risotti ha scritto:
Stefania. Idubbiamente alle scuole elementari c'è un clima più "materno" e cioè più "possessivo-onnipotente" verso gli alunni; e di conseguenza c'è una sorta di "esclusione dell'estraneo" (che nel caso in questione sareste voi, in confronto alla maestra di italiano e/o matematica); questa possessività non esiste alle medie e superiori e quindi il confronto potrebbe essere più aperto. Inoltre, la querelle tra maestre che fanno illeggittimanente religione e IDR nella scuola secondaria non c'è e questo complica il confronto tra insegnanti alle elementari.

Si, hai perfettamente ragione. Un po' forse siamo visti come estranei, nelle primarie c'è più possessività. Hai ragione anche sul clima materno. Infatti i colleghi maschi (che sono pochi) a quanto mi risulta hanno più problemi di noi.

Concordo perfettamente con entrambi, per noi uomini è più difficile insegnare alle elementari. A volte siamo anche esclusi dal dialogo proprio perché le donne parlano di cose loro. Magari si offendono perché non abbiamo notato la loro nuova acconciatura. Eppure molti bambini sono contenti di avere almeno un maestro maschio. Alcuni mi hanno detto: "Finalmente un maestro maschio...a proposito, lo sai maestro che ieri ho fatto un goal nella partira? Tu per che squadra tieni?". Io ovviamente cerco di educarli alla fede...Juventina.
Noi avevamo un vescovo molto bravo, purtroppo è morto. Era a Fatima quando è morto. Andava sempre allo stadio a vedere la Juve. Lui si che era un buon esempio di fede cristiana e di fede Juventina.
Sono pienamente d'accordo con voi...anche sulla necessità di educare gli alunni alla fede Juventina, una cosa che le maestre non capiscono perché sono troppo occupate a pensare alla loro pettinatura. Ho notato che molti IDR cercano di usare l'ironia e la simpatia con i loro alunni. Però una cosa deve essere chiara: la squadra da tifare!
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: IDR   Dom Set 18, 2011 12:55 am

Vorrei riportare un articolo tratto dal sito "cultura cattolica" alla pagina IRC. La risposta alla domanda è dell'esperto, il dottor Nicola Incampo.

E’ il Dirigente scolastico che assegna le classi


Autore: Incampo, Nicola
Fonte: CulturaCattolica.it E-mail: nicola.incampo@culturacattolica.it

domenica 18 settembre 2011


Domanda
Carissimo Dottor Incampo,
sono un'irc incaricata annuale presso una scuola primaria. Le espongo la situazione che si è venuta a creare. Ci sono quattro classi di prima elementare, tre sono state assegnate a me. L'altra classe è stata assegnata all'insegnante di classe che ha l'idoneità per fare rc. (è risaputo e accertato da tempo che rc viene fatta solo x natale e x pasqua perché le ore le servono x matem, mi ha detto chiaramente che lei si tiene queste due ore perché non vuole uscire per altre due ore dalla sua classe (fa già 2 ore di ing. in un'altra prima), dove è prevalente con 20 ore. Ieri mi ha comunicato che poiché nella stesura dell'orario non le viene il giorno breve (non giorno libero!!!!!!!!!!) che vuole lei, ha deciso di dare a me la sua classe e di prendersi l'altra che era mia, ne segue che lei entra come specialista in una classe dove non insegna alcuna disciplina neanche inglese. Alle mie rimostranze che la riforma Gelmini le permette di insegnare rc solo nella classe dove è prevalente, ha telefonato all'ufficio scuola della diocesi che Le ha dato ragione????? Ora mi chiedo se sono io che non ho capito bene la riforma Gelmini o è la segretaria dell'ufficio scuola che deve approfondire. Cosa mi consigli di fare? per noi specialisti di rc sta diventando una lotta impari le insegnanti vogliono riprendersi le ore, chi dovrebbe tutelarci per evitare problemi ci abbandona. Ogni anno siamo alle solite, solo chi ritiene questo lavoro una missione riesce a superare le ingiustizie che subiamo, spalmate su quattro pomeriggi alla settimana con orari spezzati ecc ecc. Proponi dei corsi per chi dirige gli uffici scuola. grazie per la pazienza e la professionalità.

Risposta
E’ il Dirigente scolastico che assegna le classi non la maestra.
Tornare in alto Andare in basso
marco varzi



Messaggi : 56
Data d'iscrizione : 04.07.11

MessaggioOggetto: IDR   Dom Set 18, 2011 12:59 am

Il sito di cultura cattolica è molto interessante, ed è pieno di problemi come quello citato dalla collega.
Ci sono esperti anche sul sito dell' ELLEDICI, come il professore e preside dottor Sergio Cicatelli.
Molti dei casi riportati nei siti per insegnanti di Religione riguardo alla maestre di classe e al loro atteggiamento verso l'IRC sono veramente preoccupanti.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: IDR   Dom Set 18, 2011 1:02 am

Orario settimanale


Autore: Incampo, Nicola
Fonte: CulturaCattolica.it E-mail: nicola.incampo@culturacattolica.it

sabato 17 settembre 2011


Domanda
Gentile dott. Incampo, insegno religione nella scuola media e la mia preside vuole mettermi alle prime ed ultime ore per mandare a casa i ragazzi che non fanno religione. Naturalmente credo che non sia possibile. Chiedo gentilmente i riferimenti normativi per contrastare in maniera efficace tale decisione.
In attesa di una gentile e pronta risposta, porgo cordiali saluti.

Risposta
Il punto 2.1 lettera a) del DPR 751 del 16.12.1985 e del DPR 202 del 13.6.1990 recita: “Il diritto di scegliere se avvalersi o non avvalersi dell’insegnamento della religione cattolica assicurata dallo Stato non deve determinare alcuna forma di discriminazione, neppure in relazione ai criteri alla formazione delle classi, alla durata dell’orario scolastico e alla collocazione di detto insegnamento nel quadro orario delle lezioni”.
La norma mi pare chiara e precisa: sta – a mio avviso – al buon senso del Dirigente scolastico l’applicazione non rigida e matematica, ma rispettosa della persona e del ruolo che occupa nella scuola.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: IDR   Dom Set 18, 2011 1:03 am

Questo è angosciante:

Le colleghe fumano


Autore: Incampo, Nicola
Fonte: CulturaCattolica.it E-mail: nicola.incampo@culturacattolica.it

mercoledì 14 settembre 2011


Domanda
Buongiorno, nella scuola in cui insegno le colleghe fumano sigarette: in corridoio, in sala insegnanti e, a detta degli alunni, in mensa. Ma non sono previste delle sanzioni? Quali?
Io come devo comportarmi?
La ringrazio.

Risposta
Per prima cosa ti invio i riferimenti normativi:
Legge 24/12/1934 n.2316 art. 25 - (Divieto per i minori di anni 16 di fumare in luogo pubblico)
Legge 11/11/1975 n. 584 - Divieto di fumare in determinati locali e su mezzi di trasporto pubblico
Circolare MinSan 5/10/1976 n. 69
Direttiva PCM 14/12/1995
Circolare MinSan 28/03/2001 n. 4
Legge 28/12/2001, n.448 art. 52 punto 20 (Legge finanziaria 2002)
Legge 16/01/2003 n.3
DPCM 23/12/2003
Legge finanziaria 2005 (artt. 190 e 483)
Ti riporto le sanzioni adottate in un Istituto:
“Così come stabilito dall'art. 7 L. 584/1975, come modificato dall'art. 52, comma 20, della L. 28/12/2001 n. 448, e dall'art. l0 L. 689/1991, come modificato dall'art. 96 D. Lgs. 507/1999, i trasgressori sono soggetti alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da € 25 a € 250. La misura della sanzione è raddoppiata qualora la violazione sia commessa in presenza di una donna in evidente stato di gravidanza o in presenza di lattanti o bambini fino a dodici anni.

Coloro che, pur essendo preposti al controllo dell'applicazione del presente regolamento, non fanno rispettare le singole disposizioni, sono soggetti alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da € 300 a € 3000.”
I dipendenti della scuola che non osservino il divieto nei locali dove è vietato fumare possono essere sottoposti a procedimento disciplinare.
Tornare in alto Andare in basso
marco varzi



Messaggi : 56
Data d'iscrizione : 04.07.11

MessaggioOggetto: IDR   Dom Set 18, 2011 8:35 pm

Effettivamente, i casi riportati sono molto gravi. Non si dovrebbe fumare nelle scuole.
Bisognerebbe punire questi insegnanti.
Nel sito di cultura cattolica, alla pagina IRC, vengono riportati molti casi gravi.
Eppure non riesco a capire e ad accettare l'indifferenza dei non insegnanti di Religione nei nostri confronti.
Anche se molti insegnanti di Religione partecipano alle attività sindacali, scioperano e manifestano in nome di tutta la scuola.
Ho l'impressione che questo forum rappresenti la realtà della scuola: indifferenza verso gli insegnanti di Religione.
Sei un IDR e hai problemi con una classe? Tanto sei un provilegiato, chi se ne frega. Nella scuola sta sparendo il senso di umanità. A volte si arriva al mobbing verso gli insegnanti di Religione. A volte si arriva ad una vera e propria discriminazione religiosa.
In questo forum solo un non insegnante di Religione è intervenuto. Tra l'altro, il problema dell'IRC fatto dalle insegnanti di classe riguarda le materne e le elementari. Il non IDR che è gentilmente intervenuto è delle superiori.
A criticare gli IDR sono capaci tutti, anzi, sta diventando un nuovo sport. A collaborare e a costruire sono capaci in pochi.
E pensare che gli insegnanti sono educatori. Che generazioni verranno fuori se pure gli insegnanti sono indifferenti?
Ormai sta crollando la famiglia, ma anche la scuola non se la passa bene. Non lamentiamo poi che la Gelmini sta rovinando la scuola, se quando vediamo un'ingiustizia come quella delle maestre di classe che fanno IRC non diciamo nulla.
A volte quando vedo che le cose vanno male penso che gli insegnanti se lo meritano. Se a noi danno uno stipendio più alto è anche perché al ministero della pubblica istruzione sanno ghe gli insegnanti sono dei pecoroni, che al limite criticano il collega di Religione nei corridoi o sui forum.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: IDR   Dom Set 18, 2011 8:45 pm

marco varzi ha scritto:
Effettivamente, i casi riportati sono molto gravi. Non si dovrebbe fumare nelle scuole.
Bisognerebbe punire questi insegnanti.
Nel sito di cultura cattolica, alla pagina IRC, vengono riportati molti casi gravi.
Eppure non riesco a capire e ad accettare l'indifferenza dei non insegnanti di Religione nei nostri confronti.
Anche se molti insegnanti di Religione partecipano alle attività sindacali, scioperano e manifestano in nome di tutta la scuola.
Ho l'impressione che questo forum rappresenti la realtà della scuola: indifferenza verso gli insegnanti di Religione.
Sei un IDR e hai problemi con una classe? Tanto sei un provilegiato, chi se ne frega. Nella scuola sta sparendo il senso di umanità. A volte si arriva al mobbing verso gli insegnanti di Religione. A volte si arriva ad una vera e propria discriminazione religiosa.
In questo forum solo un non insegnante di Religione è intervenuto. Tra l'altro, il problema dell'IRC fatto dalle insegnanti di classe riguarda le materne e le elementari. Il non IDR che è gentilmente intervenuto è delle superiori.
A criticare gli IDR sono capaci tutti, anzi, sta diventando un nuovo sport. A collaborare e a costruire sono capaci in pochi.
E pensare che gli insegnanti sono educatori. Che generazioni verranno fuori se pure gli insegnanti sono indifferenti?
Ormai sta crollando la famiglia, ma anche la scuola non se la passa bene. Non lamentiamo poi che la Gelmini sta rovinando la scuola, se quando vediamo un'ingiustizia come quella delle maestre di classe che fanno IRC non diciamo nulla.
A volte quando vedo che le cose vanno male penso che gli insegnanti se lo meritano. Se a noi danno uno stipendio più alto è anche perché al ministero della pubblica istruzione sanno ghe gli insegnanti sono dei pecoroni, che al limite criticano il collega di Religione nei corridoi o sui forum.
Hai ragione, mi aspettavo almeno un contradditorio. Credevo che almeno qualche maestra di classe dicesse: Religione la facciamo noi perché gli insegnanti di Religione non sono seri.
Avere più IDR sarebbe un modo per dare più lavoro, in un momento in cui c'è più disoccupazione.
Io non sono come farei a lavorare sapendo che tolgo lavoro ad altre persone, basta un gesto semplice: rinunciare all'IRC nella propria classe e le due ore andrebbero assegnate ad un IDR.
Tornare in alto Andare in basso
simona vercelli



Messaggi : 9
Data d'iscrizione : 18.09.11

MessaggioOggetto: Risposta   Dom Set 18, 2011 9:56 pm

Ciao a tutti, sono Simona e sono una maestra di classe nella scuola primaria. Ho rinunciato a fare Religione nella classe in cui insegno per poter dare lavoro ad altri insegnanti di Religione. Sto cercando di convincere le mie colleghe a rinunciare alle ore di Religione. Spero che mi ascoltino così che ci siano più insegnanti di Religione nella scuola.
Tornare in alto Andare in basso
marco varzi



Messaggi : 56
Data d'iscrizione : 04.07.11

MessaggioOggetto: IDR   Dom Set 18, 2011 9:57 pm

simona vercelli ha scritto:
Ciao a tutti, sono Simona e sono una maestra di classe nella scuola primaria. Ho rinunciato a fare Religione nella classe in cui insegno per poter dare lavoro ad altri insegnanti di Religione. Sto cercando di convincere le mie colleghe a rinunciare alle ore di Religione. Spero che mi ascoltino così che ci siano più insegnanti di Religione nella scuola.
Grazie, la tua è una testimonianza importante e mi rincuora. C'è ancora qualche insegnante sensibile nella scuola.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: IDR   Dom Set 18, 2011 10:00 pm

simona vercelli ha scritto:
Ciao a tutti, sono Simona e sono una maestra di classe nella scuola primaria. Ho rinunciato a fare Religione nella classe in cui insegno per poter dare lavoro ad altri insegnanti di Religione. Sto cercando di convincere le mie colleghe a rinunciare alle ore di Religione. Spero che mi ascoltino così che ci siano più insegnanti di Religione nella scuola.
Ciao, ti ringrazio, è molto bello quello che hai detto. Spero che molte insegnanti di classe facciano come te e inizino a rinunciare a fare Religione nelle scuole in cui insegnino. Grazie!
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: IDR   Dom Set 18, 2011 10:05 pm

simona vercelli ha scritto:
Ciao a tutti, sono Simona e sono una maestra di classe nella scuola primaria. Ho rinunciato a fare Religione nella classe in cui insegno per poter dare lavoro ad altri insegnanti di Religione. Sto cercando di convincere le mie colleghe a rinunciare alle ore di Religione. Spero che mi ascoltino così che ci siano più insegnanti di Religione nella scuola.
Ciao Simona, grazie da parte mia e da parte degli insegnanti di Religione. Nella scuola dovrebbero esserci più insegnanti come te. Spero che questo forum aiuti gli insegnanti ad essere più sensibili a questo tema. Speriamo che siano molte le maestre di classe che rinunciano a fare Religione nelle loro classi. Comunque, per merito tuo, qualcosa ha iniziato a muoversi. Spero che nella scuola italiana ci siano tante insegnanti che la pensano come te. Continua a convincere le tue colleghe a rinunciare a fare Religione nelle loro classi. Speriamo che questa grande ingiustizia, le maestre di classe che fanno IRC nelle loro scuole, finisca molto presto.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: IDR   Dom Set 18, 2011 10:10 pm

simona vercelli ha scritto:
Ciao a tutti, sono Simona e sono una maestra di classe nella scuola primaria. Ho rinunciato a fare Religione nella classe in cui insegno per poter dare lavoro ad altri insegnanti di Religione. Sto cercando di convincere le mie colleghe a rinunciare alle ore di Religione. Spero che mi ascoltino così che ci siano più insegnanti di Religione nella scuola.
Sono molto contenta di quello che hai detto e di quello che hai fatto. Rinunciando a fare Religione nella tua classe hai dato la possibilità ad un altro insegnante di Religione di poter trovare lavoro. Trovare degli insegnanti di classe che capiscono i nostri problemi non è facile. Eppure per le maestre di classe rinunciare a fare Religione non comporta una diminuzione dello stipendio. Anzi, guadagnano un insegnante in più nella scuola. Dobbiamo parlare sempre di più di questo problema. Penso che la situazione potrà migliorare.
Tornare in alto Andare in basso
simona vercelli



Messaggi : 9
Data d'iscrizione : 18.09.11

MessaggioOggetto: Risposta   Dom Set 18, 2011 10:15 pm

Io sono cattolica. Non mi sembrava giusto non dare la possibilità ad altri insegnanti di Religione di lavorare.
Inoltre ho potuto guadagnare due ore in più. Non si può dire di non voler rinunciare alle ore di Religione per puro egoismo. In fondo, non capisco quelle colleghe che continuano a seguire i corsi di aggiornamento per fare Religione e continuano anche a pagare, a dare esami e a fare tesi. Secondo me, è una questione di coerenza. Le ore di Religione, nella scuola dell'infanzia e nella scuola primaria, vanno lasciate agli insegnanti di Religione specialisti nominati dalla Curia.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: IDR   Dom Set 18, 2011 10:17 pm

simona vercelli ha scritto:
Io sono cattolica. Non mi sembrava giusto non dare la possibilità ad altri insegnanti di Religione di lavorare.
Inoltre ho potuto guadagnare due ore in più. Non si può dire di non voler rinunciare alle ore di Religione per puro egoismo. In fondo, non capisco quelle colleghe che continuano a seguire i corsi di aggiornamento per fare Religione e continuano anche a pagare, a dare esami e a fare tesi. Secondo me, è una questione di coerenza. Le ore di Religione, nella scuola dell'infanzia e nella scuola primaria, vanno lasciate agli insegnanti di Religione specialisti nominati dalla Curia.
Brava! Non dobbiamo dimenticare che molte insegnanti di classe non sanno che non ci perdono nulla a lasciare le ore di Religione. Anzi, non devono più seguire i corsi di aggiornamento, pagare le tasse, fare gli esami, fare le teine.
Dobbiamo parlarne di più, di modo che tutti gli insegnanti sappiano come stanno le cose.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: IDR   Dom Set 18, 2011 10:22 pm

giulia franchi 2010 ha scritto:
simona vercelli ha scritto:
Io sono cattolica. Non mi sembrava giusto non dare la possibilità ad altri insegnanti di Religione di lavorare.
Inoltre ho potuto guadagnare due ore in più. Non si può dire di non voler rinunciare alle ore di Religione per puro egoismo. In fondo, non capisco quelle colleghe che continuano a seguire i corsi di aggiornamento per fare Religione e continuano anche a pagare, a dare esami e a fare tesi. Secondo me, è una questione di coerenza. Le ore di Religione, nella scuola dell'infanzia e nella scuola primaria, vanno lasciate agli insegnanti di Religione specialisti nominati dalla Curia.
Brava! Non dobbiamo dimenticare che molte insegnanti di classe non sanno che non ci perdono nulla a lasciare le ore di Religione. Anzi, non devono più seguire i corsi di aggiornamento, pagare le tasse, fare gli esami, fare le tesine.
Dobbiamo parlarne di più, di modo che tutti gli insegnanti sappiano come stanno le cose.
Si, è vero. Molti non sanno che rinunciando all'IRC non ci perdono nulla. Ho provato a parlarne con molti insegnati. Non lo sanno. Il problema è che molti non ci credono, ma c'è una soluzione: devono parlare con le insegnanti che hanno rinunciato.
Inoltre è molto importante che la Curia faccia dei corsi ancora più difficili: non solo il sabato mattina, ma anche il sabato pomeriggio. Non solo per due anni, almeno per quattro. Inoltre, le maestre di classe che fanno l'aggiornamento per l'IRC dovrebbero pagare non 50 euro per fare il corso, ma almeno 500 euro. Dato che sono persone inutili e che rubano il lavoro, almeno dovrebbero pagare di più.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Perché è giusto nella scuola primaria che le insegnanti di classe non facciano religione   Dom Set 18, 2011 10:26 pm

enrico draghi ha scritto:
giulia franchi 2010 ha scritto:
simona vercelli ha scritto:
Io sono cattolica. Non mi sembrava giusto non dare la possibilità ad altri insegnanti di Religione di lavorare.
Inoltre ho potuto guadagnare due ore in più. Non si può dire di non voler rinunciare alle ore di Religione per puro egoismo. In fondo, non capisco quelle colleghe che continuano a seguire i corsi di aggiornamento per fare Religione e continuano anche a pagare, a dare esami e a fare tesi. Secondo me, è una questione di coerenza. Le ore di Religione, nella scuola dell'infanzia e nella scuola primaria, vanno lasciate agli insegnanti di Religione specialisti nominati dalla Curia.
Brava! Non dobbiamo dimenticare che molte insegnanti di classe non sanno che non ci perdono nulla a lasciare le ore di Religione. Anzi, non devono più seguire i corsi di aggiornamento, pagare le tasse, fare gli esami, fare le tesine.
Dobbiamo parlarne di più, di modo che tutti gli insegnanti sappiano come stanno le cose.
Si, è vero. Molti non sanno che rinunciando all'IRC non ci perdono nulla. Ho provato a parlarne con molti insegnati. Non lo sanno. Il problema è che molti non ci credono, ma c'è una soluzione: devono parlare con le insegnanti che hanno rinunciato.
Inoltre è molto importante che la Curia faccia dei corsi ancora più difficili: non solo il sabato mattina, ma anche il sabato pomeriggio. Non solo per due anni, almeno per quattro. Inoltre, le maestre di classe che fanno l'aggiornamento per l'IRC dovrebbero pagare non 50 euro per fare il corso, ma almeno 500 euro. Dato che sono persone inutili e che rubano il lavoro, almeno dovrebbero pagare di più.
E' vero, forse pagare di più potrebbe essere un ottimo deterrente per convincerle a rinuciare a fare religione.
Dovremmo parlarne con la Curia. Poi dovrebbero essere controllare di più. Bisognerebbe controllare che facciano davvero Religione nelle loro classi e comunque bisognerebbe cercare di stufarle. Con tasse alte, libri da studiare, esami severi da dare.
Dobbiamo invogliarle a lasciare le ore di Religione.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: IDR   Dom Set 18, 2011 10:31 pm

giulia franchi 2010 ha scritto:
enrico draghi ha scritto:
giulia franchi 2010 ha scritto:
simona vercelli ha scritto:
Io sono cattolica. Non mi sembrava giusto non dare la possibilità ad altri insegnanti di Religione di lavorare.
Inoltre ho potuto guadagnare due ore in più. Non si può dire di non voler rinunciare alle ore di Religione per puro egoismo. In fondo, non capisco quelle colleghe che continuano a seguire i corsi di aggiornamento per fare Religione e continuano anche a pagare, a dare esami e a fare tesi. Secondo me, è una questione di coerenza. Le ore di Religione, nella scuola dell'infanzia e nella scuola primaria, vanno lasciate agli insegnanti di Religione specialisti nominati dalla Curia.
Brava! Non dobbiamo dimenticare che molte insegnanti di classe non sanno che non ci perdono nulla a lasciare le ore di Religione. Anzi, non devono più seguire i corsi di aggiornamento, pagare le tasse, fare gli esami, fare le tesine.
Dobbiamo parlarne di più, di modo che tutti gli insegnanti sappiano come stanno le cose.
Si, è vero. Molti non sanno che rinunciando all'IRC non ci perdono nulla. Ho provato a parlarne con molti insegnati. Non lo sanno. Il problema è che molti non ci credono, ma c'è una soluzione: devono parlare con le insegnanti che hanno rinunciato.
Inoltre è molto importante che la Curia faccia dei corsi ancora più difficili: non solo il sabato mattina, ma anche il sabato pomeriggio. Non solo per due anni, almeno per quattro. Inoltre, le maestre di classe che fanno l'aggiornamento per l'IRC dovrebbero pagare non 50 euro per fare il corso, ma almeno 500 euro. Dato che sono persone inutili e che rubano il lavoro, almeno dovrebbero pagare di più.
E' vero, forse pagare di più potrebbe essere un ottimo deterrente per convincerle a rinuciare a fare religione.
Dovremmo parlarne con la Curia. Poi dovrebbero essere controllare di più. Bisognerebbe controllare che facciano davvero Religione nelle loro classi e comunque bisognerebbe cercare di stufarle. Con tasse alte, libri da studiare, esami severi da dare.
Dobbiamo invogliarle a lasciare le ore di Religione.
Avete tutti perfettamente ragione!
Queste insegnanti che fanno religione nelle loro classi si definiscono cattoliche, invece sono ladre di lavoro, un lavoro altri.
Andrebbero scomunicate! Bisognerebbe indagare su quello che fanno nella vita privata. Per ogni piccolezza andrebbero denunciate alla Curia. Io, per esempio, ho detto in Curia che una maestra di classe comprava profilattici in un supermercato. Questa insegnante è stata contattata dalla Curia. Adesso le sue ore sono state assegnate ad una IDR neoassunta che ha bisogno di lavorare per aiutare la sua famiglia. Ho fatto una buona azione e ne sono fiera!
Tornare in alto Andare in basso
Albith



Messaggi : 10574
Data d'iscrizione : 22.08.10

MessaggioOggetto: Re: Perché è giusto nella scuola primaria che le insegnanti di classe non facciano religione   Lun Set 19, 2011 12:10 am

stefania risotti ha scritto:

Avete tutti perfettamente ragione!
Queste insegnanti che fanno religione nelle loro classi si definiscono cattoliche, invece sono ladre di lavoro, un lavoro altri.

Essere cattolico significa credere in Dio e in Cristo, mica essere perfetti (siete o non siete peccatori voi cattolici? ve lo dite da soli del resto...)

stefania risotti ha scritto:
Andrebbero scomunicate!

Ecco, sarebbe un buon modo per diffondere finalmente un sano laicismo nella scuola!

stefania risotti ha scritto:

Bisognerebbe indagare su quello che fanno nella vita privata. Per ogni piccolezza andrebbero denunciate alla Curia.

E per fortuna che in Italia ogni due e tre si fa appello alla privacy...

stefania risotti ha scritto:

Io, per esempio, ho detto in Curia che una maestra di classe comprava profilattici in un supermercato. Questa insegnante è stata contattata dalla Curia.

Mi sembra quasi di vederti mentre dici queste cose con la schiuma alla bocca...

stefania risotti ha scritto:

Adesso le sue ore sono state assegnate ad una IDR neoassunta che ha bisogno di lavorare per aiutare la sua famiglia. Ho fatto una buona azione e ne sono fiera!

Fino a quando non la scoverai che si bacia col fidanzato o che compra un gel lubrificante??? Mi vengono i brividi...
Tornare in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 47778
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioOggetto: Re: Perché è giusto nella scuola primaria che le insegnanti di classe non facciano religione   Lun Set 19, 2011 12:11 am

simona vercelli ha scritto:
Io sono cattolica. Non mi sembrava giusto non dare la possibilità ad altri insegnanti di Religione di lavorare.
Vorrei capire il legame tra le due cose. Solidarietà umana o solidarietà di appartenenza? Io sono cattolico, ma se posso apprezzare la prima sono disgustato dalla seconda.
Tornare in alto Andare in basso
Online
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 47778
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioOggetto: Re: Perché è giusto nella scuola primaria che le insegnanti di classe non facciano religione   Lun Set 19, 2011 12:15 am

enrico draghi ha scritto:
Dato che sono persone inutili e che rubano il lavoro, almeno dovrebbero pagare di più.
Con commenti come questi state gettando discredito sui cattolici e anche sugli insegnanti di religione. Io non conosco il problema perchè insegno alle superiori, ma questo atteggiamento non vi fa onore.
Tornare in alto Andare in basso
Online
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 47778
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioOggetto: Re: Perché è giusto nella scuola primaria che le insegnanti di classe non facciano religione   Lun Set 19, 2011 12:18 am

stefania risotti ha scritto:
Queste insegnanti che fanno religione nelle loro classi si definiscono cattoliche, invece sono ladre di lavoro, un lavoro altri.
Andrebbero scomunicate! Bisognerebbe indagare su quello che fanno nella vita privata. Per ogni piccolezza andrebbero denunciate alla Curia. Io, per esempio, ho detto in Curia che una maestra di classe comprava profilattici in un supermercato. Questa insegnante è stata contattata dalla Curia. Adesso le sue ore sono state assegnate ad una IDR neoassunta che ha bisogno di lavorare per aiutare la sua famiglia. Ho fatto una buona azione e ne sono fiera!
Qui siamo al paradosso: io spero che ci stiate prendendo in giro. Questa non è la Chiesa cattolica, mi rifiuto di credere che ci siano persone che ragionano così. Forse dovresti ripassarti le ragioni per cui si può essere scomunicati.
Tornare in alto Andare in basso
Online
 
Perché è giusto nella scuola primaria che le insegnanti di classe non facciano religione
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 6Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente
 Argomenti simili
-
» utilizzazione pratica musicale scuola primaria
» Religione nella scuola materna
» ESEMPI di power point scuola primaria
» Domande pervenute a Taranto SCUOLA PRIMARIA SOSTEGNO
» Scuola, perché è giusto non fare il presepe

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: