IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  IscrivitiIscriviti  AccediAccedi  

Link sponsorizzati
>
Ultimi argomenti
» accettazione di più incarichi
Oggi a 11:41 am Da radiohead

» Bando di 3a fascia ATA 2014 - valutazione/punteggi dei titoli/servizi
Oggi a 11:40 am Da mordekayn

» possibilità di chiamata x lalla
Oggi a 11:31 am Da savio71

» maternità obbligatoria in attesa di contratto
Oggi a 11:27 am Da ania2010

» Dubbio giorni di malattia
Oggi a 11:18 am Da tellina

» Passaggio da sostegno a posto comune
Oggi a 11:17 am Da mary123mary

» Nomina giuridica e servizio in scuola paritaria
Oggi a 11:15 am Da margherita dolcevita

» Nomine in surroga at Roma
Oggi a 11:11 am Da andromeda29

»  immissioni in 2/3 anni tutelerebbero precari e insegnanti di ruolo
Oggi a 11:07 am Da baloo

Link sponsorizzati
I postatori più attivi del mese
Dec
 
fradacla
 
gabry9595
 
quetzalcoatl
 
Atene
 
RogerBo
 
tellina
 
mariposita
 
hatfield
 
miu miu
 
Condividere | 
 

 obiettivi minimi, programmazione differenziata e semplificata

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2, 3, 4  Seguente
AutoreMessaggio
spiderman



Messaggi: 418
Data d'iscrizione: 05.10.10

MessaggioOggetto: obiettivi minimi, programmazione differenziata e semplificata   Sab Ott 08, 2011 11:59 am

Non faccio altro che leggere a destra e a manca per capire qulcosa in più, ma non ho ancora le idee chiare. Colleghi mi potreste gentilmente spiegare bene la differenza tra programmazione semplificata e per obiettivi minimi? E la programmazione differenziata? Mi fareste degli esempi per chiarirmi le idee?
Ad esempio: se la classe in grammatica lavora sull'analisi logica o analisi del periodo, e l'alunno non ritardo mentale lavora su cose semplici come riconoscere articoli, nomi, verbi (al massimo all'indicativo) che programmazione è, semplificata o obiettivi minimi? o addirittura differenziata? non riesco a capire NELLA PRATICA come si va a concretizzare tutto quello che leggo.... mi potete fare degli esempi?
Tornare in alto Andare in basso
mariland



Messaggi: 2068
Data d'iscrizione: 07.09.10
Età: 35
Località: Reggio Calabria

MessaggioOggetto: Re: obiettivi minimi, programmazione differenziata e semplificata   Sab Ott 08, 2011 6:39 pm

La programmazione semplificata e per obiettivi minimi si rifà a quella della classe semplificando appunto gli obiettivi e/o i contenuti, per esempio se si lavora sull'analisi logica e si stanno facendo tutti i tipi di complementi, quella semplificata potrebbe fermarsi ai complementi diretti e indiretti senza specificare o fare i più facili da capire, poi si possono semplificare le attività e ridurre le difficoltà raggiungendo appunto gli obiettivi minimi previsti per quella classe, sempre se l'alunno è in grado di farlo.
Quella differenziata è tale perchè differente da quella della classe cioè persegue altri obiettivi con altri contenuti e attività; appunto nella grammatica si fa riconoscimenti di articoli, nomi ecc è differenziata se non sono obiettivi che si perseguono per la classe frequentante.Non so se sono stata chiara.
Tornare in alto Andare in basso
spiderman



Messaggi: 418
Data d'iscrizione: 05.10.10

MessaggioOggetto: Re: obiettivi minimi, programmazione differenziata e semplificata   Dom Ott 09, 2011 5:29 pm

ma quindi programmazione semplificata e programmazione per obiettivi minimi sono la stessa cosa?? Se per esempio in italiano si studia la letteratura dal romanticismo in poi, per seguire una programmazione semplificata x un alunno con ritardo mentale lieve posso fare meno autori (es. anziché foscolo, manzoni leopardi faccio solo foscolo e manzoni) semplificando all'osso i contenuti? (es. vita e trama dei promessi sposi raccontati come ad un bambino) E se poila stessa persona, non riesce a fare l'analisi logica o del periodo, ma si limita a quella grammaticale (riconosce articoli, nomi aggettivi e verbi), non è piu semplificata ma diventa differenziata? Io ho un alunno sul cui quaderno dello scorso anno (lo scorso anno era in seconda media) ho trovato tanto lavoro sull'analisi grammaticale, mentre invece immagino che in seconda media si faccia l'analisi logica. Ne devo desumere che lo scorso anno aveva una programmazione differeziata?
Un'ultima domanda: se un alunno ha la programmazione differenziata, cosa accade per l'esame di terza media?
Tornare in alto Andare in basso
mariland



Messaggi: 2068
Data d'iscrizione: 07.09.10
Età: 35
Località: Reggio Calabria

MessaggioOggetto: Re: obiettivi minimi, programmazione differenziata e semplificata   Dom Ott 09, 2011 5:39 pm

Se segue la programmazione differenziata all'esame avrà delle prove differenziate. Per quanto riguarda la semplificazione dei contenuti credo tu debba organizzarla con i colleghi di classe, perchè sul Pei deve risultare se l'alunno segue una programmazione differenziata, semplificata o se per alcune discipline è differenziata, per altre semplificata.
Tornare in alto Andare in basso
spiderman



Messaggi: 418
Data d'iscrizione: 05.10.10

MessaggioOggetto: Re: obiettivi minimi, programmazione differenziata e semplificata   Dom Ott 09, 2011 5:55 pm

mariland ha scritto:
Se segue la programmazione differenziata all'esame avrà delle prove differenziate. Per quanto riguarda la semplificazione dei contenuti credo tu debba organizzarla con i colleghi di classe, perchè sul Pei deve risultare se l'alunno segue una programmazione differenziata, semplificata o se per alcune discipline è differenziata, per altre semplificata.
ma se segue una programmazione differenziata alla fine consegue il dipoma di terza media come gli altri, o solo l'attestato di frequenza?
Tornare in alto Andare in basso
mariland



Messaggi: 2068
Data d'iscrizione: 07.09.10
Età: 35
Località: Reggio Calabria

MessaggioOggetto: Re: obiettivi minimi, programmazione differenziata e semplificata   Dom Ott 09, 2011 6:03 pm

http://www.edscuola.it/archivio/norme/ordinanze/om090_01.html
QUesto è il regolamento, trova quello per gli esami di licenza media. Se l'alunno ha raggiunto gli obiettivi del Pei avrà la licenza media, se invece non li ha raggiunti o si fa ripetere l'anno oppure si rilascia un attestato per frequentare la scuola secondaria di secondo grado.
Tornare in alto Andare in basso
spiderman



Messaggi: 418
Data d'iscrizione: 05.10.10

MessaggioOggetto: Re: obiettivi minimi, programmazione differenziata e semplificata   Dom Ott 09, 2011 7:02 pm

grazie ancora mariland! ho le idee perecchio confuse........ Ora me lo leggo subito
Tornare in alto Andare in basso
amy



Messaggi: 79
Data d'iscrizione: 03.12.10

MessaggioOggetto: Re: obiettivi minimi, programmazione differenziata e semplificata   Dom Ott 09, 2011 7:19 pm

se un alunno segue una programmazione semplificata all'esame posso dargli un compito più semplice o deve avere lo stesso che hanno gli altri suoi compagni?
Tornare in alto Andare in basso
melanie



Messaggi: 1046
Data d'iscrizione: 20.08.10

MessaggioOggetto: Re: obiettivi minimi, programmazione differenziata e semplificata   Dom Ott 09, 2011 7:37 pm

amy ha scritto:
se un alunno segue una programmazione semplificata all'esame posso dargli un compito più semplice o deve avere lo stesso che hanno gli altri suoi compagni?

"Nel quadro delle finalità della scuola media, gli allievi in situazione di handicap che vengano ammessi a sostenere gli esami di licenza, possono svolgere prove differenziate, in linea con gli interventi educativo-didattici attuati sulla base del percorso formativo individualizzato, secondo le indicazioni contenute nell'art.318 del d.l.vo 16.4.94, n. 297. Tali prove dovranno essere idonee a valutare il progresso dell'allievo in rapporto alle sue potenzialità ed ai livelli di apprendimento iniziali."
Tornare in alto Andare in basso
Cinderella



Messaggi: 429
Data d'iscrizione: 27.10.09

MessaggioOggetto: Re: obiettivi minimi, programmazione differenziata e semplificata   Mar Ott 11, 2011 12:58 am

Ciao!

I docenti curricolari devono consegnare in segreteria entro un certo termine il programma preventivo. In esso devono indicare gli obiettivi minimi, cioè quella serie di obiettivi che se vengono raggiunti portano alla sufficienza in quella materia...

Se richiediamo all'alunno di raggiungere quegli obiettivi minimi, se li raggiunge (in TUTTE le materie...) il ragazzo conseguirà il diploma al termine del suo percorso di studi...
Se le problematiche del ragazzo sono più rilevanti, allora bisogna chiedere alla famiglia di accettare un percorso differenziato: si fissano cioè altri obiettivi (più aderenti agli effettivi bisogni educativi-didattici del ragazzo) e si chiede al ragazzo di raggiungere quelli...
La valutazione in questo modo viene riferita NON alla programmazione della classe, ma alla programmazione individuale... e il percorso si definisce così "differenziato"... Basta una sola materia differenziata per non conseguire il diploma....
Il fatto che la valutazione sia riferita al PEI e non agli obiettivi della classe viene riportata quindi sulla pagella... Niente invece deve essere riportato sui tabelloni, altrimenti sarebbe una violazione della privacy...

Ricordate: basta una sola materia per essere differenziati: ci sono infatti alunni che hanno una programmazione differenziata in alcune materie, mentre in altre hanno una programmazione aderente agli obiettivi della classe: questo non è raro... Ad esempio molti differenziati, in Educazione Fisica seguono una programmazione conforme agli obiettivi della classe...
Io conosco un ragazzo che ha una programmazione conforme in circa metà delle materie di studio (e prende degli ottimi voti...), mentre nell'altra metà risulta differenziato...

Altra cosa: il differenziato si può togliere negli anni successivi... e ciò conduce al diploma...
Esempio: in seconda Pierino ha una programmazione differenziata... In terza ha una maturazione e riesce a raggiungere gli obiettivi della classe... Allora gli può essere tolto il differenziato.... e può passare agli obiettivi minimi... Se arriva in quinta con gli obiettivi minimi e supera l'esame consegue il diploma, anche se ha avuto il differenziato per qualche anno... COnosco un ragazzo che si è diplomato pur avendo avuto il differenziato per alcuni anni...

Spero di esservi stata d'aiuto!

Ciao da Cindy
Tornare in alto Andare in basso
spiderman



Messaggi: 418
Data d'iscrizione: 05.10.10

MessaggioOggetto: Re: obiettivi minimi, programmazione differenziata e semplificata   Mar Ott 11, 2011 3:16 pm

Grazie dei preziosi chiarimenti cindy! Quindi è come ricordavo io.... con la differenziata, anche per una sola materia, non si ha il diploma di terza media ma solo l'attestato....
Volendo fare degli esempi concreti, se la classe ha in programma l'analisi logica e l'alunno invece lavora su quella grammaticale (riconoscimento articolo, nome, aggettivo, verbo) parliamo di differenziata vero? Idem se la classe lavora su teoremi di euclide o similitudine e l'alunno si ferma ai problemi in cui trova il perimetro e l'area, giusto? Oppure per differenziata s'intende solo quando ci sono casi cosi gravi che fanno proprio tutt'altro rispetto alla materia? (es. la classe fa il programma di terza media e l'alunno gravissimo non riesce a leggere e scrivere per cui lavora sulla manipolazione con la plastilina ecc?)
Tornare in alto Andare in basso
Cinderella



Messaggi: 429
Data d'iscrizione: 27.10.09

MessaggioOggetto: Re: obiettivi minimi, programmazione differenziata e semplificata   Mar Ott 11, 2011 6:17 pm

Ciao!

spiderman ha scritto:
Grazie dei preziosi chiarimenti cindy! Quindi è come ricordavo io.... con la differenziata, anche per una sola materia, non si ha il diploma di terza media ma solo l'attestato....

Sì... infatti... Io lavoro alle superiori... Penso comunque che alle medie il discorso si riporti pari pari...

spiderman ha scritto:
Volendo fare degli esempi concreti, se la classe ha in programma l'analisi logica e l'alunno invece lavora su quella grammaticale (riconoscimento articolo, nome, aggettivo, verbo) parliamo di differenziata vero? Idem se la classe lavora su teoremi di euclide o similitudine e l'alunno si ferma ai problemi in cui trova il perimetro e l'area, giusto?

Sì, è proprio così... Se non ci si prefigge di raggiungere quegli obiettivi che vengono indicati come "minimi per il raggiungimento della sufficienza" si parla di programmazione differenziata...
Attenzione: il percorso per raggiungere gli obiettivi potrebbe essere diverso ma gli obiettivi devono essere quelli! esempio... L'alunno potrebbe raggiungere gli obiettivi riguardanti la similitudine di figure con metodologie diverse (ad esempio il concetto di ingrandimento di fotocopie... che sottende il concetto di "stessa forma ma con dimensioni diverse") Insomma: le strade per raggiungere gli obiettivi indicati come minimi possono essere le più disparate, ma gli obiettivi devono essere quelli...

spiderman ha scritto:

Oppure per differenziata s'intende solo quando ci sono casi cosi gravi che fanno proprio tutt'altro rispetto alla materia? (es. la classe fa il programma di terza media e l'alunno gravissimo non riesce a leggere e scrivere per cui lavora sulla manipolazione con la plastilina ecc?)

No, si parla di differenziato anche quando programmazione ha dei punti di contatto con la programmazione della classe...
Ad esempio (scuola superiore): la classe studia la geometria analitica e tra gli obiettivi minimi c'è l'uso della manipolazione algebrica nella risoluzione dei problemi... Pierino risolve GLI STESSI PROBLEMI usando tuttavia SOLTANTO metodi grafici... In questo caso si parla di DIFFERENZIATO...
Se invece negli obiettivi minimi NON si richiedesse esplicitamente l'uso della manipolazione algebrica e si lasciasse libertà, in questa materia Pierino avrebbe una programmazione conforme agli obiettivi della classe...

Questo esempio mi permette di aprire una parentesi didattica-educativa: osservate il punto di contatto con la programmazione della classe e riflettete su questo... In questo caso il materiale prodotto da Pierino (uso esclusivo di metodi grafici) è utile anche ai suoi compagni... Li può agevolare nella visione della situazione problematica... Per gli altri ciò può essere un ottimo punto di partenza... e quindi se Pierino condivide con i suoi compagni quanto ha imparato... Tutti ne traggono beneficio...

Ciao da Cindy
Tornare in alto Andare in basso
spiderman



Messaggi: 418
Data d'iscrizione: 05.10.10

MessaggioOggetto: Re: obiettivi minimi, programmazione differenziata e semplificata   Mar Ott 11, 2011 9:25 pm

Cinderella ha scritto:
Ciao!

spiderman ha scritto:
Grazie dei preziosi chiarimenti cindy! Quindi è come ricordavo io.... con la differenziata, anche per una sola materia, non si ha il diploma di terza media ma solo l'attestato....

Sì... infatti... Io lavoro alle superiori... Penso comunque che alle medie il discorso si riporti pari pari...
Che tu sappia è così anche per le scuole medie? Qualcuno di voi colleghi sa indicarmi la normativa che va a disciplinare questo aspetto?

spiderman ha scritto:
Volendo fare degli esempi concreti, se la classe ha in programma l'analisi logica e l'alunno invece lavora su quella grammaticale (riconoscimento articolo, nome, aggettivo, verbo) parliamo di differenziata vero? Idem se la classe lavora su teoremi di euclide o similitudine e l'alunno si ferma ai problemi in cui trova il perimetro e l'area, giusto?

Sì, è proprio così... Se non ci si prefigge di raggiungere quegli obiettivi che vengono indicati come "minimi per il raggiungimento della sufficienza" si parla di programmazione differenziata...
Attenzione: il percorso per raggiungere gli obiettivi potrebbe essere diverso ma gli obiettivi devono essere quelli! esempio... L'alunno potrebbe raggiungere gli obiettivi riguardanti la similitudine di figure con metodologie diverse (ad esempio il concetto di ingrandimento di fotocopie... che sottende il concetto di "stessa forma ma con dimensioni diverse") Insomma: le strade per raggiungere gli obiettivi indicati come minimi possono essere le più disparate, ma gli obiettivi devono essere quelli...
Dunque se cambiano i contenuti non importa? Nel senso che, se per inglese negli obiettivi minimi c'è scritto "saper scrivere una breve descrizione di sé" non importa se l'alunno con bisogni speciali scriva cose facilissime come "I am pierino, I am 14, i am Italian" mentre la classe, che magari è un seconda media, scrive una pagina intera usando tempi verbali e lessico complessi? Voglio dire, se il programma di quell'anno prevede il presente progressivo, il passato e il futuro, ma pierino descrive sè stesso usando solo il presente del verbo essere, sono sempre obiettivi minimi ? Oppure è dversificata perché il simple present del verbo essere si faceva in prima? Inoltre obiettivi minimi e semplificata sono sinonimi?

spiderman ha scritto:

Oppure per differenziata s'intende solo quando ci sono casi cosi gravi che fanno proprio tutt'altro rispetto alla materia? (es. la classe fa il programma di terza media e l'alunno gravissimo non riesce a leggere e scrivere per cui lavora sulla manipolazione con la plastilina ecc?)

No, si parla di differenziato anche quando programmazione ha dei punti di contatto con la programmazione della classe...
Ad esempio (scuola superiore): la classe studia la geometria analitica e tra gli obiettivi minimi c'è l'uso della manipolazione algebrica nella risoluzione dei problemi... Pierino risolve GLI STESSI PROBLEMI usando tuttavia SOLTANTO metodi grafici... In questo caso si parla di DIFFERENZIATO...
Se invece negli obiettivi minimi NON si richiedesse esplicitamente l'uso della manipolazione algebrica e si lasciasse libertà, in questa materia Pierino avrebbe una programmazione conforme agli obiettivi della classe...

Questo esempio mi permette di aprire una parentesi didattica-educativa: osservate il punto di contatto con la programmazione della classe e riflettete su questo... In questo caso il materiale prodotto da Pierino (uso esclusivo di metodi grafici) è utile anche ai suoi compagni... Li può agevolare nella visione della situazione problematica... Per gli altri ciò può essere un ottimo punto di partenza... e quindi se Pierino condivide con i suoi compagni quanto ha imparato... Tutti ne traggono beneficio...
il problema è capire se per le medie è lo stesso.... qualcuno di voi lo sa?

Ciao da Cindy
Tornare in alto Andare in basso
ondivago



Messaggi: 257
Data d'iscrizione: 13.12.10

MessaggioOggetto: Re: obiettivi minimi, programmazione differenziata e semplificata   Sab Ott 22, 2011 1:47 pm

io so che alle medie non funziona come alle superiori, nel senso che con tutte e 2 i tipi di programmazione, ossia per obiettivi minimi o differenziata, raggiunti gli obiettivi prefissati, si consegue la licenza....
alle superiori se hai la differenziata ti verrà rilasciato solo un attestato...
penso che per obiettvi minimi e semplificata sia la stessa cosa, cioè gli obiettivi sono minimi, i contenuti semplificati...
Tornare in alto Andare in basso
ondivago



Messaggi: 257
Data d'iscrizione: 13.12.10

MessaggioOggetto: Re: obiettivi minimi, programmazione differenziata e semplificata   Sab Ott 22, 2011 1:51 pm

la mia alunna ha da 2 anni una programmazione differenziata alla secondaria di secondo grado, ora è al terzo anno, in teoria continua con la differenziata, oppure all'inizio dell'anno scolastico bisogna di nuovo riunirsi per decidere il da farsi?? mi spiego meglio: i genitori l'anno scorso avendo firmato per la differenziata, hanno firmato a scadenza o se non cambiano le cose si parte sempre da una differenziata?????
Tornare in alto Andare in basso
 

obiettivi minimi, programmazione differenziata e semplificata

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 su4Andare alla pagina : 1, 2, 3, 4  Seguente

Permesso del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: -